Autore Topic: Mindhunter [Netflix] [Psychological Thriller] [USA]  (Letto 21303 volte)

Misswho

  • Richard Castle
  • Post: 3364
    • Mostra profilo
Re: Mindhunter [Netflix] [Psychological Thriller] [USA]
« Risposta #210 il: 15 November 2020, 23:25:10 »
Ecco, sto per vedere l'ultima puntata e ho appena scoperto che non ci sarà una terza stagione. Perché, perché?! Sì, ho letto le motivazioni "ufficiali". Benissimo: questo è l'ultimo mese che pago Netflix!

vascy

  • pusher di serie improbabili
  • *
  • Post: 32253
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo


ottobre_rosso

  • Gemma Teller
  • Post: 3967
  • Sesso: Maschio
  • Comm. Ramius
    • Mostra profilo
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto,la Guida Sicura e... tanto altro ancora


Lud88

  • Max Black
  • Post: 2983
  • Sesso: Femmina
  • SottovalutatriceDelSenso
    • Mostra profilo
Re: Mindhunter [Netflix] [Psychological Thriller] [USA]
« Risposta #215 il: 22 April 2021, 17:24:33 »
Ci spero anch'io  :riot:

''Mi procurai anch'io, a suo tempo, un'infarinatura di psicoanalisi,
ma senza ricorrere a quei numi pensai presto, e ancora penso, che l'arte sia la forma di vita di chi veramente non vive:
un compenso, un surrogato.
Ciò peraltro non giustifica alcuna deliberata turris eburnea: il poeta non deve rinunziare alla vita.
E la vita che s'incarica di sfuggirgli.'' Eugenio Montale.

"Le ideologie ci separano, i sogni e le angosce ci riuniscono" Eugene Ionesco. 

Flavia

  • Empress of Trash
  • *
  • Post: 20550
  • Sesso: Femmina
  • Only the ideas that we really live have any value.
    • Mostra profilo
«Some birds are not meant to be caged, that's all. Their feathers are too bright, their songs too sweet and wild. So you let them go, or when you open the cage to feed them they somehow fly out past you. And the part of you that knows it was wrong to imprison them in the first place rejoices, but still, the place where you live is that much more drab and empty for their departure».
Stephen King, Rita Hayworth and Shawshank Redemption