Autore Topic: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)  (Letto 4533 volte)

Ultras1929

  • Molly Hooper
  • Post: 462
    • Mostra profilo


Bellissimo invece il ritorno di Rollo, una delle poche cose che risolleva il (non troppo) lento decadimento che ormai pervade questa serie

mah non son per niente d'accordo, vikings è una delle poche serie che veramente non delude mai, forse quella con meno abbandoni nel forum, chi l'ha abbandonata è perchè credeva di trovarsi di fronte un'altro tipo di prodotto ed è rimasto scottato.
mai scontata,mai banale, mai ripetitiva, e non è nemmeno la mia serie preferita però non riesco a trovargli difetti.
« Ultima modifica: 21 December 2016, 15:32:23 da Boba »
Ho seguito/sto seguendo : Buffy,The walking dead, Game of Thrones, House of Cards, Black Sails,Lost,Breaking Bad, Angel, Banshee,The leftovers, O.C, Charmed,Black Mirror, Westworld,Fear the walking dead, Walker texas Ranger,House,Everwood,Tru Calling,The Pacific,Band of Brothers,Gomorra,Romanzo Criminale,1992,The young Pope,Narcos,La vita secondo Jim,True Detective,Vikings

peperuta

  • PERPETUA MEZZOSANGUE GINGER MALEFICA
  • Ahsoka Tano
  • Post: 15927
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #1 il: 20 December 2016, 15:34:29 »
infatti, più che decadimento della serie è invece un decadimento di alcuni personaggi, Ragnar in primis, che è anche fisiologico direi.
Probabilmente c'è stato uno scorrere accelerato degli anni nella rappresentazione della serie, ma Ragnar non è il vichingo esaltato e perfettamente in salute delle prime stagioni, è ormai un uomo anziano e stanco (per i canoni anagrafici del periodo).
Questa stagione penso rappresenti il passaggio del testimone alle generazioni più giovani (Bjorn, Ivar e forse Ubbe) e credo che Ragnar non vedrà l'alba della 5 stagione, come del resto è giusto che sia.
Le cose sarebbero diventate ripetitive se avessimo visto Ragnar che si fa costruire navi, va a fare razzie, torna a casa. Invece ci hanno offerto una storia lineare e adesso quello che sta affrontando sono le conseguenze delle sue azioni passate, delle delusioni e delle perdite che ha avuto nel corso di tutti gli anni che hanno coperto le prime tre stagioni e l'inizio della quarta :zizi:
Perù è come una navicella che per combustibile ha l'amore

Shane92

  • Clark Kent
  • Post: 999
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #2 il: 20 December 2016, 18:22:42 »
infatti, più che decadimento della serie è invece un decadimento di alcuni personaggi, Ragnar in primis, che è anche fisiologico direi.
Probabilmente c'è stato uno scorrere accelerato degli anni nella rappresentazione della serie, ma Ragnar non è il vichingo esaltato e perfettamente in salute delle prime stagioni, è ormai un uomo anziano e stanco (per i canoni anagrafici del periodo).
Questa stagione penso rappresenti il passaggio del testimone alle generazioni più giovani (Bjorn, Ivar e forse Ubbe) e credo che Ragnar non vedrà l'alba della 5 stagione, come del resto è giusto che sia.
Le cose sarebbero diventate ripetitive se avessimo visto Ragnar che si fa costruire navi, va a fare razzie, torna a casa. Invece ci hanno offerto una storia lineare e adesso quello che sta affrontando sono le conseguenze delle sue azioni passate, delle delusioni e delle perdite che ha avuto nel corso di tutti gli anni che hanno coperto le prime tre stagioni e l'inizio della quarta :zizi:

Io è dalla fine della 3 stagione che voglio Ragnar morto proprio a me le vieni a dire queste cose?  :rofl: Io non ho mai identificato Vikings con Ragnar (come fanno molti, se non tutti), anzi nella scorsa stagione sottolineavo continuamente che è stato assolutamente superfluo. Qualsiasi cosa succederà ora, anche se si arriverà ad un livello qualitativo superiore alla prima stagione, non giustifica assolutamente quella mer*ata con la cinese trascinata per un anno intero!
Nominami un personaggio della vecchia generazione che sia coerente, ancora vivente, senza strafalcioni nella trama e poi riparliamo di decadimento (della serie nella sua scrittura, non dei personaggi invecchiati).
Sulla nuova generazione ancora non mi sono espressa perché mi sembra prematuro: ho solo detto che quello che ho visto non mi piace, ma questo può assolutamente cambiare  :zizi:

mah non son per niente d'accordo, vikings è una delle poche serie che veramente non delude mai, forse quella con meno abbandoni nel forum, chi l'ha abbandonata è perchè credeva di trovarsi di fronte un'altro tipo di prodotto ed è rimasto scottato.
mai scontata,mai banale, mai ripetitiva, e non è nemmeno la mia serie preferita però non riesco a trovargli difetti.
Se il tuo metro di paragone con le serie ha come punto di riferimento the walking dead prova ad ampliare il tuo panorama televisivo: potresti imbatterti in delle serie molto interessanti  :zizi: ma anche senza scomodare chissà quale cult o serie di nicchia, già paragonare la 3 e la 4 di Vikings con la 1 è assolutamente improponibile a livello qualitativo.

« Ultima modifica: 20 December 2016, 18:25:03 da Shane92 »

peperuta

  • PERPETUA MEZZOSANGUE GINGER MALEFICA
  • Ahsoka Tano
  • Post: 15927
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #3 il: 20 December 2016, 19:09:27 »
Io è dalla fine della 3 stagione che voglio Ragnar morto proprio a me le vieni a dire queste cose?  :rofl: Io non ho mai identificato Vikings con Ragnar (come fanno molti, se non tutti), anzi nella scorsa stagione sottolineavo continuamente che è stato assolutamente superfluo. Qualsiasi cosa succederà ora, anche se si arriverà ad un livello qualitativo superiore alla prima stagione, non giustifica assolutamente quella mer*ata con la cinese trascinata per un anno intero!
Nominami un personaggio della vecchia generazione che sia coerente, ancora vivente, senza strafalcioni nella trama e poi riparliamo di decadimento (della serie nella sua scrittura, non dei personaggi invecchiati).
Sulla nuova generazione ancora non mi sono espressa perché mi sembra prematuro: ho solo detto che quello che ho visto non mi piace, ma questo può assolutamente cambiare  :zizi:


Per me invece la prima stagione è stata la più debole e anche quella meno coinvolgente, la terza è forse la mia preferita, è questione di percezioni.
Poi io non sono mai convinta che le persone nella vita siano coerenti e non pretendo questo nemmeno dai personaggi di una serie.
Anzi, per me Ragnar è proprio l'emblema di come l'entusiasmo e sete di conoscenza della gioventù venga ridimensionata in età adulta, e come cambino le prospettive e i rapporti con le persone in base al proprio vissuto. Ragnar per me è un uomo deluso dalla vita e da se stesso, e per quanto sia d'accordo che la cinese fosse un personaggio demmerda, ho sempre difeso a oltranza quella storyline nel suo significato, perché è stato  proprio l'apice dello smarrimento di Ragnar, del suo rimorso per quanto accaduto in Inghilterra e della perdita di una persona fondamentale per lui che era Athelstan.
Poi per me personaggi come Floki o Rollo hanno mantenuto sempre la loro essenza, anche adesso. Rollo si capiva dall'inizio che voleva svincolarsi da un fratello che lo metteva in ombra e Floki è sempre rimasto lo stesso con le sue convinzioni.
Bjorn l'abbiamo conosciuto bambino ma abbiamo capito che somiglia più alla madre che al padre, rispetto a un Ivar che è l'erede "naturale" del grande vichingo.
Poi non volevo farti cambiare idea o imporre il mio pensiero come verità assoluta, è solo la mia opinione, io non sono mai stata delusa da questa serie. Magari ho storto il naso appunto per la cinese perché non sopportavo il personaggio, ma per quanto riguarda il racconto sono sempre rimasta soddisfatta :zizi:
Perù è come una navicella che per combustibile ha l'amore

Shane92

  • Clark Kent
  • Post: 999
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #4 il: 20 December 2016, 19:51:49 »
Sì però cerchiamo di restare in tema. Non tiriamo in ballo paragoni con altre serie.

Perdonami Boba non pensavo fosse un problema perché vedo paragoni tra serie in qualsiasi sezione in continuazione e non mi hanno mai "ripreso" per questo. Chiuso il discorso comunque  :OOOKKK:

Per me invece la prima stagione è stata la più debole e anche quella meno coinvolgente, la terza è forse la mia preferita, è questione di percezioni.
Poi io non sono mai convinta che le persone nella vita siano coerenti e non pretendo questo nemmeno dai personaggi di una serie.
Anzi, per me Ragnar è proprio l'emblema di come l'entusiasmo e sete di conoscenza della gioventù venga ridimensionata in età adulta, e come cambino le prospettive e i rapporti con le persone in base al proprio vissuto. Ragnar per me è un uomo deluso dalla vita e da se stesso, e per quanto sia d'accordo che la cinese fosse un personaggio demmerda, ho sempre difeso a oltranza quella storyline nel suo significato, perché è stato  proprio l'apice dello smarrimento di Ragnar, del suo rimorso per quanto accaduto in Inghilterra e della perdita di una persona fondamentale per lui che era Athelstan.
Poi per me personaggi come Floki o Rollo hanno mantenuto sempre la loro essenza, anche adesso. Rollo si capiva dall'inizio che voleva svincolarsi da un fratello che lo metteva in ombra e Floki è sempre rimasto lo stesso con le sue convinzioni.
Bjorn l'abbiamo conosciuto bambino ma abbiamo capito che somiglia più alla madre che al padre, rispetto a un Ivar che è l'erede "naturale" del grande vichingo.
Poi non volevo farti cambiare idea o imporre il mio pensiero come verità assoluta, è solo la mia opinione, io non sono mai stata delusa da questa serie. Magari ho storto il naso appunto per la cinese perché non sopportavo il personaggio, ma per quanto riguarda il racconto sono sempre rimasta soddisfatta :zizi:

Mi ricordo bene questa cosa Peperuta, però è anche vero che nella scorsa stagione eravate giusto un paio a non accusare questo deragliamento di Vikings. Questo può dire tutto o non vuol dire nulla, magari io sarò l'unica persona a cui non piacerà questa metà di stagione, però è anche vero che c'è meno cura nella scrittura, in generale. Le persone possono non essere coerenti, ne sono consapevole, ma è proprio la storia a mancare di coerenza interna. E questo non significa che le stesse persone non seguano nessun tipo di coerenza, anche se non è quella "canonica".
Ed è il motivo per cui la storia della cinese ne è diventata l'emblema. Ragnar era un morto vivente già nella fine della 3 non c'era bisogno di tirare una stagione intera per ricordarci che era distrutto e assuefatto da droghe: lo era anche prima.

E questo mi dispiace perché io ho scoperto questa serie solo conclusa la terza stagione e sebbene durante la prima visione ero partita con un hype più grande di quello con cui sono uscita, ho comunque aspettato la mia prima stagione in diretta (ovvero la scorsa) con tanta speranza e tanta voglia di vedere Vikings.
Ho visto Floki diventare pazzo al limite dell'esagerazione fregandosene della moglie, facendo morire una figlia e non si sa con certezza nemmeno se è rinsavito oppure no, l'ho visto avere visioni su Aslaug che sono finite nel nulla, come se non fossero mai esistite.
Ho visto Bjorn (complice anche la scarsa performance dell'attore) crescere e diventare la gabbia di sé stesso, un ragazzo sensibile, scaltro, sincero, schietto che è diventato un automa vuoto, che rincontra l'amato/odiato zio dopo anno di lontananza e non mostra la benché minima emozione; un Bjorn che si è fissato con Torvi nella scorsa stagione, arrivando anche a sposarla e ancora non capisco cosa c'abbia visto in questa ragazza  :scettico:
Ho visto Rollo sottoutilizzato sin dal primo episodio, fare da banderuola sin dalla prima inquadratura talmente tante volte da aver perso sia il conto che la credibilità. Anche se con molto rammarico, l'ho visto felicemente accettare il suo destino seppur rinnegando la sua stirpe nativa: un destino che gli era stato profetizzato e che in tutti sensi era stato scritto appositamente per lui. E adesso che cosa ha fatto? lo ha abbandonato!
E sebbene sia contento di vederlo nelle file vichinghe, soprattutto perché trovo che questo possa giovare molto alla trama e perché diciamocelo francamente è bello vederlo in battaglia da guerriero, non sopra un cavallo da condottiero distante, questo cozza con ciò che è stato profetizzato dal precedente veggente. Anche se tutto questo era prevedibile, soprattutto dopo che Bjorn ha dichiarato di volergli chiedere aiuto.
Fino allo scorso episodio potevo dirmi "almeno c'è Lagertha", ma dopo che lei, paladina di Kattegat, arriva a combattere la sua stessa gente per riprendersela, (per quale goccia che ha fatto traboccare il vaso poi? che la cavalla non le ha fatto fare la cerimonia?  :doh:) credimi il mio morale è arrivato sotto le scarpe e queste critiche non le faccio certo per moda o perché ci godo anzi  :nu:
« Ultima modifica: 20 December 2016, 20:00:09 da Shane92 »

Kroxighoor

  • Michael Scott
  • Post: 862
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #5 il: 21 December 2016, 10:02:52 »
Nominami un personaggio della vecchia generazione che sia coerente, ancora vivente, senza strafalcioni nella trama e poi riparliamo di decadimento
Ma solo tra i vichinghi o in generale?
Te lo chiedo perchè per me Ecbert è uno dei personaggi (forse l'unico, tra i principali) sempre "fedele" a se stesso.
Aspetto di vedere come evolverà il personaggio ora che è anziano ma in linea di massima mi pare che sia stato, ripeto, uno dei pochi se non l'unico ad essere sempre coerente con la versione con cui lo abbiamo imparato a conoscere.
You're even fucking, uglier than I am now. What did they do to you? Doesn't matter. That's not how it ends for you, brother. 
You know who's coming for you...you've always known.



SERIE ATTUALMENTE SEGUITE: Vikings, Legion, Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. , Daredevil, Legends Of Tomorrow, Jessica Jones, Arrow, Gotham, The Flash, Black Sails, The Strain, Il Trono Di Spade, American Horror Story, Sleepy Hollow, The Knick, Supernatural, The Walking Dead, Salem, Penny Dreadful, Outcast, Shameless, Delitti In Paradiso.

Shane92

  • Clark Kent
  • Post: 999
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #6 il: 21 December 2016, 15:26:13 »
Ma solo tra i vichinghi o in generale?
Te lo chiedo perchè per me Ecbert è uno dei personaggi (forse l'unico, tra i principali) sempre "fedele" a se stesso.
Aspetto di vedere come evolverà il personaggio ora che è anziano ma in linea di massima mi pare che sia stato, ripeto, uno dei pochi se non l'unico ad essere sempre coerente con la versione con cui lo abbiamo imparato a conoscere.

Sì mi riferivo ai Vichinghi infatti  :zizi: Ecbert è uno dei personaggi che mi piaceva di più, però anche lì ho trovato esagerato il suo attaccamento alla nuora. Non lo trovo molto realistico, ma questa storyline è ancora ben lungi dall'essere "sciolta"  :zizi:

Gli unici personaggi che secondo meritano sono durati poco: il primo è Athelstan è al tempo stesso il simbolo, il riassunto e l'anello di congiunzione di queste due culture così diverse; la seconda è Siggy che trovo sia l'esatta rappresentazione di una donna vichinga non guerriera.

Non so se c'è stato un cambiamento proprio nella produzione, ma io ho questa impressione dalla terza stagione  :scettico:

Boba

  • Dà i numeri.
  • River Song
  • Post: 12890
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)
« Risposta #7 il: 21 December 2016, 15:32:57 »
Discussione interessante ma di là si stava andando troppo OT.
Si continua di qua :zizi:

Kroxighoor

  • Michael Scott
  • Post: 862
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #8 il: 22 December 2016, 10:01:23 »
Sì mi riferivo ai Vichinghi infatti  :zizi: Ecbert è uno dei personaggi che mi piaceva di più, però anche lì ho trovato esagerato il suo attaccamento alla nuora. Non lo trovo molto realistico, ma questa storyline è ancora ben lungi dall'essere "sciolta"  :zizi:
Concordo, Ecbert è uno dei personaggi che preferisco anch' io.
Detto ciò, alla fine il suo "attaccamento" alla nuora io l'ho sempre letto come una sorta di "mi attacco all'unico surrogato di Athelstan a disposizione" (perchè con lei aveva generato un figlio, al quale, per motivi simili, Ecbert è ugualmente legato) infatti anche Ecbert, a modo suo, era legato al monaco...è indicativa la puntata in cui entrambi, sia lui che Ragnar, lo vedono in una sorta di allucinazione...penso che il messaggio per noi spettatori fosse proprio quello, rimarcare quanto la figura di Athelstan fosse importante per i 2 re.

Per questo, secondo me, l'attaccamento alla nuora può non essere "esagerato" nel contesto (e nella coerenza) della narrazione di Ecbert, è solo un "mezzo" con cui ribadire l'attaccamento del re inglese verso il monaco-martire.
« Ultima modifica: 22 December 2016, 10:05:45 da Kroxighoor »
You're even fucking, uglier than I am now. What did they do to you? Doesn't matter. That's not how it ends for you, brother. 
You know who's coming for you...you've always known.



SERIE ATTUALMENTE SEGUITE: Vikings, Legion, Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. , Daredevil, Legends Of Tomorrow, Jessica Jones, Arrow, Gotham, The Flash, Black Sails, The Strain, Il Trono Di Spade, American Horror Story, Sleepy Hollow, The Knick, Supernatural, The Walking Dead, Salem, Penny Dreadful, Outcast, Shameless, Delitti In Paradiso.

Shane92

  • Clark Kent
  • Post: 999
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)
« Risposta #9 il: 22 December 2016, 10:37:17 »
Concordo, Ecbert è uno dei personaggi che preferisco anch' io.
Detto ciò, alla fine il suo "attaccamento" alla nuora io l'ho sempre letto come una sorta di "mi attacco all'unico surrogato di Athelstan a disposizione" (perchè con lei aveva generato un figlio, al quale, per motivi simili, Ecbert è ugualmente legato) infatti anche Ecbert, a modo suo, era legato al monaco...è indicativa la puntata in cui entrambi, sia lui che Ragnar, lo vedono in una sorta di allucinazione...penso che il messaggio per noi spettatori fosse proprio quello, rimarcare quanto la figura di Athelstan fosse importante per i 2 re.

Per questo, secondo me, l'attaccamento alla nuora può non essere "esagerato" nel contesto (e nella coerenza) della narrazione di Ecbert, è solo un "mezzo" con cui ribadire l'attaccamento del re inglese verso il monaco-martire.

Il ragionamento che tu fai lo condivido pienamente per quanto riguarda il figlio di Judith, ma per lei siamo ben oltre sopra le righe. Se questo attaccamento fosse stato mostrato dopo l'uccisione della regina di Mercia, allora l'avrei compresa in pieno perché le avrebbe dovuto anche la fedeltà, se non la vita. Poi, ribadisco, la storyline non è ancora conclusa quindi tutto può essere rivisto  :zizi: Magari Ecbert era proprio innamorato perso di Athelstan e si bomba Judith non potendo farlo con lui sfruttando la teoria dei gradi separazione chi lo sa  :XD:

Comunque lungi da me dire che Vikings fa pena, ma se nelle prime due stagioni l'8 era un voto minimo per la qualità di qualunque puntata, adesso manco in cartolina lo vedo  :nu:

Cantagallo

  • Molly Hooper
  • Post: 418
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)
« Risposta #10 il: 22 December 2016, 11:08:28 »
Sinceramente a me questo passaggio di consegne non sta piacendo per niente, avrei preferito la fine della serie. Se non hai più niente da dire su Ragnar, Floki, Rollo e Lagherta per me è arrivato il momento di dire basta, le vicende dei nuovi le sto seguendo solo perchè ancora ci sono i soliti noti, non so se reggerei una quinta stagione con solo Ivarr e gli altri 7-8 figli di Ragnar sparsi per l'Europa  :asd:

Kroxighoor

  • Michael Scott
  • Post: 862
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)
« Risposta #11 il: 22 December 2016, 12:15:40 »
Il ragionamento che tu fai lo condivido pienamente per quanto riguarda il figlio di Judith, ma per lei siamo ben oltre sopra le righe. Se questo attaccamento fosse stato mostrato dopo l'uccisione della regina di Mercia, allora l'avrei compresa in pieno perché le avrebbe dovuto anche la fedeltà, se non la vita. Poi, ribadisco, la storyline non è ancora conclusa quindi tutto può essere rivisto  :zizi: Magari Ecbert era proprio innamorato perso di Athelstan e si bomba Judith non potendo farlo con lui sfruttando la teoria dei gradi separazione chi lo sa  :XD:

Comunque lungi da me dire che Vikings fa pena, ma se nelle prime due stagioni l'8 era un voto minimo per la qualità di qualunque puntata, adesso manco in cartolina lo vedo  :nu:
Sì, ho compreso la differenza che cogli.
La "bombata per procura" però mi mancava ancora, grazie  :asd:
You're even fucking, uglier than I am now. What did they do to you? Doesn't matter. That's not how it ends for you, brother. 
You know who's coming for you...you've always known.



SERIE ATTUALMENTE SEGUITE: Vikings, Legion, Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. , Daredevil, Legends Of Tomorrow, Jessica Jones, Arrow, Gotham, The Flash, Black Sails, The Strain, Il Trono Di Spade, American Horror Story, Sleepy Hollow, The Knick, Supernatural, The Walking Dead, Salem, Penny Dreadful, Outcast, Shameless, Delitti In Paradiso.

John_Reese

  • Rory Gilmore
  • Post: 725
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Re: [COMMENTI] Vikings 4x13 - Two Journeys
« Risposta #12 il: 22 December 2016, 15:04:56 »
Io non ho mai identificato Vikings con Ragnar (come fanno molti, se non tutti)
Forse è sbagliato identificarlo con Vikings perché fin dall'inizio è stata una serie abbastanza corale, però, per quanto mi riguarda, è sempre stato lui il fulcro attorno al quale si sono sviluppati i risvolti più interessanti, oltre ad essere un personaggio (grazie anche all'interpretazione di Travis Fimmel) dal carisma smisurato.

Non nascondo che se e quando Ragnar dovesse abbandonare la seriem il mio interesse calerebbe...
Questo non succederebbe se coloro che ricevono il passaggio di testimone fossero all'altezza.
Giusto Ivarr ha iniziato a suscitare interesse...

Per tornare all'oggetto del topic, io trovo che dalla fine della 3^ stagione ci sia stato un netto calo.

Fino a quel momento si era riusciti a costruire una storia con un suo particolare ritmo (che non è mai stato frenetico): abbiamo avuto l'ascesa di Ragnar, lo scontro con Horik, la conquista di Parigi (tutti momenti in cui Ragnar ha avuto un ruolo centralissimo, giusto per ricollegarmi a quanto dicevo prima).
I punti più alti sono stati la fine della seconda e della terza stagione.

Dalla quarta stagione invece, forse anche a causa dell'aumento del numero di puntate, non ho più trovato quel ritmo e quella capacità di crescere fino ad un finale esplosivo.

In parte è dovuto al decadimento di alcuni personaggi, come avete già fatto notare. Ragnar non è più brillante come in gioventù... ma credo che la colpa sia anche a monte, nella scrittura della serie. Personaggi come la cinese che non sono serviti praticamente a nulla mi hanno fatto capire che c'è qualcosa che non va... e queste prime puntate della seconda parte di stagione non mi stanno dando sensazioni confortanti da questo punto di vista.

v3kk1

  • Melinda May
  • Post: 555
    • Mostra profilo
Re: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)
« Risposta #13 il: 24 December 2016, 04:43:57 »
Il calo c'è stato più nella quantità che nella qualità.
Questa quarta stagione mi sembra più lenta rispetto alle altre.
Il livello invece mi sembra quasi sempre molto buono.
Sono Byakuran

luigi2001

  • The Todd
  • Post: 123
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Vikings: ascesa o caduta? (commenti generali sulla serie - NO SPOILER)
« Risposta #14 il: 6 February 2017, 21:37:31 »
io scrivo a molta distanza, lo so, però volevo condividere...

secondo me la quarta specie nella seconda parte è stata ai livelli dell'eccellenza se non della perfezione basti pensare ai cerchi narrativi chiusi da Ragnar  nella 4x11 e 4x12 prima che....

poi, sempre a mio parere, questa è stata una serie che nel passare delle stagioni ha avuto un crescendo qualitativo esponenziale sia nelle trame che nelle scene di impatto ( guerra e tempeste in primis ) e non è da tutti.

Ragnar non per Tutti ma sicuramente per Molti è e sarà Vikings per sempre, tantè che tutti i personaggi che seguiranno avranno sempre Lui come termine di paragone --
anche se la serie, e me lo auguro, continuerà per altre 10 stagioni cioè fino a quando, almeno, i vichinghi arrivano a Palermo e fanno il Palazzo dei Normanni..