Autore Topic: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)  (Letto 72255 volte)

eletto1987

  • Annyong Bluth
  • Post: 650
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #435 il: 6 September 2017, 17:56:57 »

Quello che in misura macroscopica Lynch ha potuto fare con questa terza stagione, a ben vedere.

Potrebbe essere solo una mia impressione, ma credo che alcune delle idee più forti, criptiche e oscure siano state la realizzazione di idee originariamente previste per la trilogia cinematografica iniziata con Fire Walk With Me. Le scale corrotte ed elettrificate, Sarah Palmer che distrugge il ritratto della figlia (mette i brividi ad ogni visione), o i Woodsmen stessi li vedrei perfettamente inseriti in una versione estesa del film. C'è una grande affinità di atmosfere (anche e soprattutto con i Missing Pieces), e un grande contrasto con altre atmosfere che invece si percepiscono come molto più recenti.


jethrothesniper

  • Clara Oswald
  • Post: 62
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #436 il: 6 September 2017, 18:02:18 »

Su una funzione di cinema interattivo si è parlato tantissimo, anche in applicazioni pratiche - mi pare in Germania ci fosse un film ambientato su un aereo con dei terroristi, dove erano gli spettatori a poter scegliere il finale.
Il cinema di Lynch è quasi proto-interattivo in tal senso, o meglio nel senso inconscio e del significato: ti da qualunque tipo di elemento per costruirti un tuo proprio puzzle e una tua propria interpretazione.
Un pò come si diceva de L'anno scorso a Marienbad (non l'ho mai potuto amare quel film). O almeno credo.

La novità in questa stagione è, la ripeto fino allo sfinimento questa cosa, la funzione metaseriale o metacinematografica che dir si voglia, su cui Lynch non era mai andato davvero: che nell'episodio 17 Cooper torni indietro e in un certo senso Lynch stesso ritocchi la sua creatura FWWM, dando un nuovo senso a una scena che in ogni caso ne aveva tutt'altro, non è banale, è geniale. E' una forma di riscrittura del mezzo che sarebbe piaciuta un botto a Ghezzi e se ha visto la terza stagione sono sicuro lo appunterà da qualche parte: il sogno di un film che possa essere continuamente manipolato, rigirato, modificato. Come Coppola fece con Apocalypse now redux, o Scott le varie versioni director's cut di Blade Runner: ma in quel caso parliamo di varie versioni di uno stesso film opportunamente rimaneggiate. Si allarga in qualche modo il senso e il significato di qualche scena, la sostanza resta la stessa.
Con la manipolazione di elementi interni alla natura stessa dell'universo twinpeaskiano (e lynchiano), Lynch ha fatto tutto con naturalezza senza dover ricorrere alla cosa che più odia: riprendere il vero FWWM e farne una "director's cut" lunga 4 ore. Avrebbe potuto farla, ma ha preferito mettere i missing pieces da parte dopo averli restaurati. Il film non si tocca. Ma in realtà con questa terza stagione ha potuto farlo in maniera parallela. Lo ha ri-filmato. Stiamo assistendo a qualcosa di totalmente nuovo e allo stesso tempo al sogno più vecchio di qualsiasi cineasta/spettatore: un film capace di cambiare ogni volta che lo si gira/guarda. Direi che già solo per questo siamo dalle parti di un concetto rivoluzionario. Ma mi rendo conto che per alcuni sono solo enormi pippe mentali. Per me invece saltano subito all'occhio e le ritengo di importanza capitale, perché il cinema e le serie televisive hanno bisogno di frantumarsi e riprendere i loro pezzi periodicamente, sennò marciscono.

Che questa stagione sia d'avanguardia sono d'accordissimo. Ma anche la scena dell'urlo mi ha suscitato grande perplessità. Cioè in FWWM Laura vede Cooper e  urla, però poi sappiamo come va a finire. Cos'è successo in FWWM, ha visto Cooper e poi? Non può essere neppure che quando Judy (?) la prende in Part 17 la riporti da Leo e Renault perchè vediamo il cadavere scomparire. Poi, se ti riferivi a me, con banale intendevo che Cooper (come qualcuno ha fatto notare) non fa niente di pratico sin dall'inizio della serie, mentre qui viaggia attivamente nel tempo per "salvare" Laura dalla morte. Ma sappiamo anche che la morte di Laura rappresenta tristemente il suo estremo sacrificio contro BOB, che le permette di non essere posseduta.
Da questo punto di vista l'unica spiegazione soddisfacente che do a Part 17 è quella di una parodia di happy ending, perchè a guardare bene non ci vedo molto senso.
« Ultima modifica: 6 September 2017, 18:03:56 da jethrothesniper »

caffèsolubile

  • Visitatore
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #437 il: 6 September 2017, 18:09:44 »
Tranquillo non sei il solo, ho visto la stagione intera insieme alla mia ragazza, entrambi fan di Twin Peaks e di David Lynch da tempo immemore. Che dire, questa stagione ci ha fatto schifo. L'avevamo capito sin dai primi episodi che si sarebbe rivelata una delusione, ma nonostante questo abbiamo tenuto duro fino alla fine nella speranza che accadesse un miracolo. E' stata un'esperienza a dir poco dolorosa. Condivido a pieno tutte le tue considerazioni, e finora mi sono astenuto dal lasciare commenti su questo forum perché ritengo che non valga la pena discuterne più di tanto. Questa volta mi sono lasciato andare perché mi sono sentito mosso da un sentimento di solidarietà leggendo il tuo post. Fidati non sei il solo, tanta gente semplicemente abbandona la serie, altri preferiscono sfogarsi in privato, d'altronde come puoi vedere questo non è un salotto adatto a noi!

io e la mia compagna vi vogliamo un sacco bene

elio91

  • Sarah Manning
  • Post: 211
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #438 il: 6 September 2017, 18:10:35 »
Che questa stagione sia d'avanguardia sono d'accordissimo. Ma anche la scena dell'urlo mi ha suscitato grande perplessità. Cioè in FWWM Laura vede Cooper e  urla, però poi sappiamo come va a finire. Cos'è successo in FWWM, ha visto Cooper e poi? Non può essere neppure che quando Judy (?) la prende in Part 17 la riporti da Leo e Renault perchè vediamo il cadavere scomparire. Poi, se ti riferivi a me, con banale intendevo che Cooper (come qualcuno ha fatto notare) non fa niente di pratico sin dall'inizio della serie, mentre qui viaggia attivamente nel tempo per "salvare" Laura dalla morte. Ma sappiamo anche che la morte di Laura rappresenta tristemente il suo estremo sacrificio contro BOB, che le permette di non essere posseduta.
Da questo punto di vista l'unico che spiegazione soddisfacente che do a Part 17 è quella di una parodia di happy ending, perchè a guardare bene non ci vedo molto senso.

No, dicevo banale in generale, non penso di aver letto il tuo intervento.

Sull'urlo: nel film originale, Laura urla perché è in preda a una crisi di nervi accelerata dall'uso delle droghe e dalle violenze che si trova a subire; non vedeva nessuno nei boschi, ripensava al tizio ucciso con Bobby e forse chissà che allucinazione aveva avuto.
Nell'episodio 17 questo cambia: Laura urla perché vede Cooper nel bosco per un attimo. Lo stesso Cooper che lei già conosceva per averlo visto in sogno/nella loggia.
Sulla parodia dell'happy ending non saprei: ci ho visto due finali alternativi, complementari al tempo stesso e che si intersecano. C'è la risoluzione delle trame principali alla stazione dello sceriffo, e c'è il tentativo di Cooper di cambiare le carte in tavola. Pare riuscirci all'inizio ma inevitabilmente qualcosa non va nel verso che lui vorrebbe. Si torna a un punto di partenza dove tutto è modificato, le identità svicolano in altre identità, tutto cambia e tutto resta lo stesso. C'è chi ci ha visto (quasi tutti) un fallimento di Cooper, chi una sua riuscita. Sta a te vederla come meglio credi.

La cosa più particolare è che questo finale ha tantissime affinità con quello di una saga lontanissima - all'apparenza - per atmosfere e tematiche da TP. Un altro magnus opus, ma letterario e più di genere, se vogliamo più di consumo (anche se non è vero): ed è La torre nera di King. Chi lo ha letto tutto e in particolare le ultime pagine coglierà immediatamente il mio riferimento. Mi piacerebbe discuterne, se qualcuno ha ravvisato la stessa coincidenza dell'eroe che deve necessariamente tornare e tornare e tornare sui propri passi, ogni volta riscrivendo la propria storia- e quella di tutti, e altre storie.

iddu93

  • Dana Scully
  • Post: 12
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #439 il: 6 September 2017, 18:11:38 »
Ma c'è qualche scena dei Missing Pieces (che io devo recuperare) che si ricollega a questo finale?

jethrothesniper

  • Clara Oswald
  • Post: 62
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #440 il: 6 September 2017, 18:22:24 »
No, dicevo banale in generale, non penso di aver letto il tuo intervento.

Sull'urlo: nel film originale, Laura urla perché è in preda a una crisi di nervi accelerata dall'uso delle droghe e dalle violenze che si trova a subire; non vedeva nessuno nei boschi, ripensava al tizio ucciso con Bobby e forse chissà che allucinazione aveva avuto.
Nell'episodio 17 questo cambia: Laura urla perché vede Cooper nel bosco per un attimo. Lo stesso Cooper che lei già conosceva per averlo visto in sogno/nella loggia.

Cioè nella timeline modificata urla perchè vede Cooper, mentre in quella originale urla nello stesso istante e allo stesso modo per la droga? Ok, ci può anche stare, ma se usi il rasoio di ockham è semplicemente Lynch che vuole fare avanguardia cambiando il significato della scena, ma non pensa alle conseguenze.

Sulla parodia dell'happy ending non saprei: ci ho visto due finali alternativi, complementari al tempo stesso e che si intersecano. C'è la risoluzione delle trame principali alla stazione dello sceriffo, e c'è il tentativo di Cooper di cambiare le carte in tavola. Pare riuscirci all'inizio ma inevitabilmente qualcosa non va nel verso che lui vorrebbe. Si torna a un punto di partenza dove tutto è modificato, le identità svicolano in altre identità, tutto cambia e tutto resta lo stesso. C'è chi ci ha visto (quasi tutti) un fallimento di Cooper, chi una sua riuscita. Sta a te vederla come meglio credi.

Dico che è una parodia, perchè è difficile dare un senso al piano del Fireman (se c'è lui alla regia). Prima manda Laura a combattere BOB, ma la sua unica vittoria è il suo sacrificio (non vedo in che altro modo abbia combattuto BOB). Poi manda indietro Cooper per annullare proprio il sacrificio?
EDIT: voglio dire: non ci arrivo nemmeno a chiedermi se Cooper fallisce o no, se tutto il piano non ha molto senso.
« Ultima modifica: 6 September 2017, 18:27:42 da jethrothesniper »

eletto1987

  • Annyong Bluth
  • Post: 650
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #441 il: 6 September 2017, 18:22:30 »
Ma c'è qualche scena dei Missing Pieces (che io devo recuperare) che si ricollega a questo finale?

Che io ricordi, nessuna in particolare è legata al finale. Ma alcuni missing pieces sono importanti per comprendere meglio tutto quello che avviene fino a part 16-17.

Io tra tutti, guarderei quelli intitolati:

- Stanley's Apartment

- Buenos Aires / Above the Convenience Store: quello che secondo me è davvero fondamentale.

- The Palmers (tra l'altro c'è Leland che imita un taglialegna, se ben ricordo  :lol?:);

- The Ring

- Bob Speaks Through Laura / Blue Sweater

- Party Girl (il motel/Dutchman)

- Distant Screams

- Epilogue: altro frammento importante.



Ci sarebbe anche quello in cui Cooper parla a Diane (con inquadratura da dietro il muro), ma non aggiunge niente alla trama. Però Cooper guardando la sua scrivania si accorge che lei ha spostato l'orologio dalla sua posizione iniziale (Coincidenze? :D )
« Ultima modifica: 6 September 2017, 18:25:02 da eletto1987 »

elio91

  • Sarah Manning
  • Post: 211
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #442 il: 6 September 2017, 18:32:47 »
Cioè nella timeline modificata urla perchè vede Cooper, mentre in quella originale urla nello stesso istante e allo stesso modo per la droga? Ok, ci può anche stare, ma se usi il rasoio di ockham è semplicemente Lynch che vuole fare avanguardia cambiando il significato della scena, ma non pensa alle conseguenze.

Dico che è una parodia, perchè è difficile dare un senso al piano del Fireman (se c'è lui alla regia). Prima manda Laura a combattere BOB, ma la sua unica vittoria è il suo sacrificio (non vedo in che altro modo abbia combattuto BOB). Poi manda indietro Cooper per annullare proprio il sacrificio?

Io non so davvero se sia giusto parlare di timeline modificata, in questo caso. Potrebbero essersi creati infinite versioni di una stessa realtà. Con Twin Peaks i viaggi indietro nel tempo alla Marty McFly non hanno la stessa valenza logica, si parla sempre di qualcosa di diverso delle solite concezione della timeline da sempre associate alle narrazioni tipiche del genere. Più astratte, più sfumate, meno rigide.

Ho avuto anche la brutta sensazione che non potendo salvare Laura, e facendo sì che tutto l'universo twinpeaksiano si fosse resettato, insomma ho avuto anche l'idea terribile che Cooper fosse andato a cercare Laura di nuovo per poterla SACRIFICARE ancora: per questo la riportava a casa. Il suo riportarla a Twin Peaks poteva essere il necessario compimento di una tragedia che è necessario a quel punto debba ripetersi ancora. E quando lei si rende conto di "qualcosa", e urla, Cooper è totalmente inadeguato, reagisce goffamente. Non è più il solito Coop, questo lo abbiamo capito anche prima. Ripete in continuazione "FBI", come fosse una parodia (un'altra!!!) del solito Coop. E' più brusco e distaccato.

O forse è necessario che l'eroe debba riprendere in continuazione il proprio cammino e tornare sul luogo del delitto, per cercare di modificare le cose, per far sì che Twin Peaks esisti insomma. E che la vittima resti sempre tale. Laura come figura cristologica? Ci sta. Ma non salva il mondo dai nostri peccati: permette alle storie di perpetuarsi in continuazione. E' necessario per una storia, affinché si avvii, che che ci sia un mistero. Laura è quel mistero. Più dentro di questo non voglio ancora inoltrarmi, devo raccogliere un po' di idee.

Il resto della mia teoria sulla riscrittura cinematografica è qualcosa che ha a che vedere più col processo artistico che con le teorie sul significato della trama in sé.

michele farinelli

  • Visitatore
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #443 il: 6 September 2017, 18:42:36 »
Io lo vedo come un sogno di Richard...
I personaggi reali sono Richard e Linda.
Il resto è un gran viaggio. Un viaggio stupendo tra male, bene, voglia di essere o di divenire.

cinokk22

  • Clara Oswald
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #444 il: 6 September 2017, 18:47:04 »
rivedere Laura Palmer ritrovata da Cooper dopo 25 anni mi ha commosso
non so se questa sia una serie tv, ma sicuramente è mito

Jim_Barris

  • Jonah Ryan
  • Post: 348
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #445 il: 6 September 2017, 18:57:07 »
Dunque, io non ho mai fatto parte della schiera di coloro che analizzavano "frame by frame" ogni "parte".

Ho goduto questo viaggio, lasciandomi trasportare dal flusso creativo di Lynch, senza pormi troppe domande, ho apprezzato questo genio spropositato, e devo dire che solo uno che pratica la meditazione trascendetale riesce a trasporre certe idee e metterle su pellicola e ti dici: "ma questo è un pazzo per tanto che è geniale, ma al tempo stesso adotta soluzioni con una semplicità disarmante, roba da schiaffi in faccia" altre volte, ho avvertito che Lynch voleva stra fare col suo lato più "autoriale"ed "intimista".
Ho comunque ammirato il suo coraggio di mettere in scena certe cose che chiunque altro al mondo non avrebbe avuto il fegato nemmeno di pensarle di questi tempi, soprattutto per la televisione (parte 8 per esempio). Quando tutto il mondo audio visivo va in un certo verso dove le emozioni si vendono un tanto al chilo, sembra tutto un grandissimo tritacarne dove non resta nulla, nemmeno l'osso, Lynch è riuscito a imprimere un segno, nello spettatore, un segno profondo, delle situazioni emotive che SAI che è solo il regista di Missoula riesce a dare (per esempio nella strabordante parte 16).

Dal finale non mi aspettavo nulla di diverso, a parte l'inevitabile scontro con bad coop, e questa incombenza l'ha risolta prevedibilmente subito, e poi pensi "è Lynch! Non può svangarla così facilmente uno come lui!" e infatti...
Il finale è stato un thrilling totale, alla Lynch vero e proprio.

Ciò che mi rende perplesso in questa diciottesima parte, è strano che Dale sia rimasto così spaesato dal non trovarsi di fronte Sarah Palmer, e per di più non sapere in che anno si trova.
Lo sai che hai salvato Laura, andando a modificare il continuum "The Past dictates the Future", eppure rimane comunque sorpreso, forse non sapeva che Sarah era il jumping man?

Laura "I'm dead, but I live", ha perfettamente senso.

La parte su Diane poi....Me l'andrò a cercare, sicuramente  :rofl:

Quanto ci mancherà Lynch? Quanto ci mancherà Twin Peaks?

Ma due paroline per la dolce, e tanto bistrattata Lucy, che salva capra e cavoli?  :rofl: :rofl: :rofl: :rofl:
SERIE TOP: Altered Carbon (7,5), American Gods (8.5),A Series of Unfortunate Events (7,5), Ash Vs Evil Dead (7), Attack on Titan (9), Battlestar Galactica (re-make) (10), Better Call Saul (8), Black Mirror (9), Blood Drive (7,5), BoJack Horseman (10), Boris (9), Breaking Bad (9), Death Note (6.5), Dirk Gently's Holistic Detective Agency (9), Fargo (8.5), Game of Thrones (10), Gotham (7), Gunpowder (10), House of Cards (8), Hannibal (7,5), Happy! (10), Legion (8,5), Mad Men (10), Mortal Kombat: Legacy (web) (8), Mr Robot (9), Narcos (10), Peaky Blinders (8), Philip K. Dick's Electric Dreams (10), Preacher (7,5), Prison Break (7), Rick and Morty (10), Rome (9.5), Sense8 (9), Sons of Anarchy (9), Stranger Things (10), Taboo (8), The Deuce (10), The Expanse (8), The Leftovers (9), The Man In The High Castle (7.5), The Shield (10), The Terror (8,5), The Wire (9), The Young Pope (8), The Knick (8), True Detective (9), Twin Peaks (10), Urban Myths (9.5), Westworld (8.5).

SERIE FLOP: Daredevil (4), Aquarius (5), The Strain (3), The Walking Dead (2), Wilfred (5), The 100 (5), The Last Resort (4), Fringe (4), Wayward Pines (2).

DA SEGUIRE:  Troppe!!

iddu93

  • Dana Scully
  • Post: 12
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #446 il: 6 September 2017, 19:06:07 »
Che io ricordi, nessuna in particolare è legata al finale. Ma alcuni missing pieces sono importanti per comprendere meglio tutto quello che avviene fino a part 16-17.

Io tra tutti, guarderei quelli intitolati:

- Stanley's Apartment

- Buenos Aires / Above the Convenience Store: quello che secondo me è davvero fondamentale.

- The Palmers (tra l'altro c'è Leland che imita un taglialegna, se ben ricordo  :lol?:);

- The Ring

- Bob Speaks Through Laura / Blue Sweater

- Party Girl (il motel/Dutchman)

- Distant Screams

- Epilogue: altro frammento importante.



Ci sarebbe anche quello in cui Cooper parla a Diane (con inquadratura da dietro il muro), ma non aggiunge niente alla trama. Però Cooper guardando la sua scrivania si accorge che lei ha spostato l'orologio dalla sua posizione iniziale (Coincidenze? :D )

Recupererò al più presto.
Nella filmografia di Lynch, a livello di comprensibilitá dove la piazzate questa terza stagione?
E dite che sarà la sua ultima opera?

eletto1987

  • Annyong Bluth
  • Post: 650
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #447 il: 6 September 2017, 19:22:49 »
Recupererò al più presto.
Nella filmografia di Lynch, a livello di comprensibilitá dove la piazzate questa terza stagione?

Nella filmografia generica, non saprei. Non riesco a fare un confronto con un'opera precisa. Ma secondo me non è poi così sbagliato affermare che questo Return contiene l'intera filmografia e l'evoluzione di stili e temi dell'autore.

Restando all'interno di twin peaks, dal mio punto di vista l'ordine delle stagioni per comprensibilità, da quella più accessibile a quella più difficile da comprendere è:

Prima Stagione
Seconda Stagione
Return
Fire Walk With Me

Potrà sembrare strano ritenere Fire Walk With Me quello più incomprensibile, ma in fondo i grandi dubbi irrisolti e i veri misteri di questa stagione sono praticamente quelli legati al film-prequel (convenience store, Judy, angeli, Jeffries, MIKE, Jumping Man, ecc ecc.). Criptici allora come adesso.

Volendo essere ancora più specifici, l'ordine (assolutamente personale) sarebbe:

Prima Stagione
Seconda Stagione
Return (Part 1-17)
Fire Walk With Me
Return: part 18


E dite che sarà la sua ultima opera?

Secondo me si.
« Ultima modifica: 6 September 2017, 19:26:31 da eletto1987 »

elio91

  • Sarah Manning
  • Post: 211
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #448 il: 6 September 2017, 19:52:29 »
E dite che sarà la sua ultima opera?


Si.

O forse se ne verrà su con qualche idea per qualche miniprogetto con Showtime, del genere miniserie da 4 ore. Ma a questo punto non vedo cosa avrebbe più da dire: con questo TP3 si è spinto oltre, anche tornando a sé stesso. Ha detto tutto quello che aveva da dire. Ma siccome Lynch è Lynch, potrebbe smentirmi.

jethrothesniper

  • Clara Oswald
  • Post: 62
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« Risposta #449 il: 6 September 2017, 20:01:45 »
Io non so davvero se sia giusto parlare di timeline modificata, in questo caso. Potrebbero essersi creati infinite versioni di una stessa realtà. Con Twin Peaks i viaggi indietro nel tempo alla Marty McFly non hanno la stessa valenza logica, si parla sempre di qualcosa di diverso delle solite concezione della timeline da sempre associate alle narrazioni tipiche del genere. Più astratte, più sfumate, meno rigide.

Ma scusa, prima introduci un viaggio nel tempo così ben definito, con Cooper che da la data di arrivo a Jeffries (cosa che come ho detto dall'inizio non c'entra niente con Twin Peaks) e poi dici "ma è diverso da Marty McFly". Per quello che ho visto è proprio uguale, con tanto di sparizione del cadavere come stava sparendo Marty McFly.

Ho avuto anche la brutta sensazione che non potendo salvare Laura, e facendo sì che tutto l'universo twinpeaksiano si fosse resettato, insomma ho avuto anche l'idea terribile che Cooper fosse andato a cercare Laura di nuovo per poterla SACRIFICARE ancora: per questo la riportava a casa. Il suo riportarla a Twin Peaks poteva essere il necessario compimento di una tragedia che è necessario a quel punto debba ripetersi ancora. E quando lei si rende conto di "qualcosa", e urla, Cooper è totalmente inadeguato, reagisce goffamente. Non è più il solito Coop, questo lo abbiamo capito anche prima. Ripete in continuazione "FBI", come fosse una parodia (un'altra!!!) del solito Coop. E' più brusco e distaccato.

O forse è necessario che l'eroe debba riprendere in continuazione il proprio cammino e tornare sul luogo del delitto, per cercare di modificare le cose, per far sì che Twin Peaks esisti insomma. E che la vittima resti sempre tale. Laura come figura cristologica? Ci sta. Ma non salva il mondo dai nostri peccati: permette alle storie di perpetuarsi in continuazione. E' necessario per una storia, affinché si avvii, che che ci sia un mistero. Laura è quel mistero. Più dentro di questo non voglio ancora inoltrarmi, devo raccogliere un po' di idee.

Per quanto davvero terribile, almeno funziona  :OOOKKK:
Cioè sempre molto macchinosamente. Leland/BOB vecchio doveva uccidere Laura adulta? Che poi Cooper cerca più che altro Sarah/Mother, quindi diciamo anche che non funziona...

Il resto della mia teoria sulla riscrittura cinematografica è qualcosa che ha a che vedere più col processo artistico che con le teorie sul significato della trama in sé.

Certo, però se la trama funziona è anche meglio.
« Ultima modifica: 6 September 2017, 20:05:35 da jethrothesniper »