Autore Topic: Si riparte  (Letto 258 volte)

lunaticgate

  • Richard Castle
  • Post: 3308
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Si riparte
« il: 7 February 2018, 07:33:54 »
Dal 1999 ad oggi, sono stato un nomade, e continuerò ad esserlo almeno per un paio d'anni, poi avrò bisogno di mettere radici, sono stanco.
Ho avuto la possibilità di prolungare la mia permanenza a Tokyo, ma sono davvero stanco, in tutto ho collezionato 6 anni (2 + 4).
Il problema maggiore è che questa volta mi è stato chiesto di staccarmi definitivamente dalla sede europea (sono in Giappone con un contratto di distacco), fare il visto permanente (dopo 5 anni della "green card" giapponese puoi richiedere il visto permanente) e lasciare tutto quello che si possiede in Italia.
Me la sarei sentita per altri paesi (tipo Australia, USA o Canada), ma non per il Giappone dove, nonostante l'amore che nutro per la loro cultura, non riesco più a restare. Dunque a fine marzo, lascerò questo paese, forse un giorno ci tornerò, magari come turista, ricordo ancora quando ci sono stato per la prima volta nel 1999, tanti ricordi. Tra un progetto ed un altro, ho continuato a viaggiare per lavoro, e quella santa della mia compagna, che nel frattempo è diventata mia moglie, è sempre stata pronta a rimettersi in gioco o aspettare i miei rientri programmati a casa.
Non sappiamo ancora al 100% quale sarà la prossima tappa, o meglio, se la giocano alla pari l'Italia e il Montenegro. Una volta chiusa quest'altra parentesi, vorrei viaggiare solo per piacere o per brevi incontri di lavoro. Vorrei arredare la nostra casa, avere i miei spazi e godere di quella casa comprata 8 anni fa, e mai goduta (a volte mi chiedo perché l'abbiamo comprata). Se la mia meta finale fosse diversa da quella dove ho casa, probabilmente la venderò e andrò in affitto, non lo so.
Tra un pò si riparte, e si riparte ancora sotto tutti i punti di vista, e penso, riuscirò mai a diventare un pò più sedentario? Dopotutto anche in tutto il periodo che sono stato in Giappone, ad ogni piccola occasione, abbiamo fatto i bagagli ed abbiamo girato un bel pò quella parte del mondo. Amo viaggiare, ma vorrei poter rientrare a casa mia, avere un punto di riferimento.
Mia moglie dice che "abbiamo" tante case, che ovunque andiamo, ormai siamo rodati e, l'importante è stare insieme. Condivido questo punto di vista, ma non in Giappone, dove a parte le ferie prese sotto minaccia, ci vediamo la sera a letto direttamente, dove si lavora 6 giorni su 7, e talvolta anche 7 su 7 per almeno 12 ore al giorno. No basta!
Scusate lo sfogo!
« Ultima modifica: 7 February 2018, 08:54:14 da lunaticgate »