Autore Topic: .::ITASA Viaggi::.  (Letto 226874 volte)

Andre@

  • EPIC F@IL @ 90
  • Leslie Knope
  • Post: 49353
  • Sesso: Femmina
  • Corporativismo imbarazzante™ FTW
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1965 il: 8 October 2015, 07:26:59 »

Nanthleene

  • *
  • Post: 670
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Traduzioni: -1
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1966 il: 16 October 2015, 23:22:51 »
Allora sono tornata da Berlino e ho finalmente modo di aggiornarvi (sopratutto @Syl86:pirurì:

Che dire noi l'abbiamo adorata, davvero una bella città, vivibilissima e con un atmosfera da favola (sarà forse anche per il periodo), passeggiate per le vie e lungo Sprea :love:.
Abbiamo fatto le quasi tutte le mete principali: Duomo, Gendarmenmarkt, East side Gallery, Porta di Brandeburgo, Reichstag (non l'interno perché bisognava prendere appuntamento per la visita :sooRy:), Holocaust Mahnmal, Kaiser Wilhelm Gedächtniskirche, Philharmonie Berlin (che non ci è sembrata niente di che a dirla tutta!) e per l'isola dei musei abbiamo scelto il Bode Museum (bello, mi è piaciuta molto la mostra del momento "The Lost Museum"), Neues Museum ('na meraviglia :O.O:, mancava qualche pezzo della collezione ma niente di eclatante) e poi il Pergamonmuseum (non poteva mancare e nonostante il Pergamo chiuso al pubblico e parte della porta di Ishtar fissata con impalcature aggiuntive ce lo siamo goduti molto).

Per quanto riguarda i lavori ci sono, inutile negarlo, impossibile non vederli.
A differenza di come la descriveva Boba qualche mese fa Unter den Linden non è più un unico grande cantiere ma la parte centrale è ancora transennata, Alexanderplatz è quasi del tutto sgombra, il cantiere dall'altro lato della strada di fianco al Duomo c'è ancora ma il Teatro dell'Opera è libero.
Poi ci sono gru e "mini cantieri" che spuntano all'improvviso, sembra che abbiano deciso di sistemare la città tutta insieme (bho sarà che noi siamo abituati diversamente).


Qualche foto random
(clicca per mostrare/nascondere)


Friendship dies and true love lies, Night will fall and the dark will rise, When a good man goes to war


Boba

  • Dà i numeri.
  • River Song
  • Post: 12890
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1967 il: 17 October 2015, 08:20:32 »
Sono contenta per voi che abbiano tolto qualche cantiere. Io ho intenzione di tornarci per vederla in tutto il suo splendore, ma se ne riparlerà tra qualche anno :zizi:

Syl86

  • Liz Lemon
  • Post: 4633
  • Sesso: Femmina
  • 24ever in my heart
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1968 il: 17 October 2015, 18:18:09 »
Allora sono tornata da Berlino e ho finalmente modo di aggiornarvi (sopratutto @Syl86:pirurì:

Che dire noi l'abbiamo adorata, davvero una bella città, vivibilissima e con un atmosfera da favola (sarà forse anche per il periodo), passeggiate per le vie e lungo Sprea :love:.
Abbiamo fatto le quasi tutte le mete principali: Duomo, Gendarmenmarkt, East side Gallery, Porta di Brandeburgo, Reichstag (non l'interno perché bisognava prendere appuntamento per la visita :sooRy:), Holocaust Mahnmal, Kaiser Wilhelm Gedächtniskirche, Philharmonie Berlin (che non ci è sembrata niente di che a dirla tutta!) e per l'isola dei musei abbiamo scelto il Bode Museum (bello, mi è piaciuta molto la mostra del momento "The Lost Museum"), Neues Museum ('na meraviglia :O.O:, mancava qualche pezzo della collezione ma niente di eclatante) e poi il Pergamonmuseum (non poteva mancare e nonostante il Pergamo chiuso al pubblico e parte della porta di Ishtar fissata con impalcature aggiuntive ce lo siamo goduti molto).

Per quanto riguarda i lavori ci sono, inutile negarlo, impossibile non vederli.
A differenza di come la descriveva Boba qualche mese fa Unter den Linden non è più un unico grande cantiere ma la parte centrale è ancora transennata, Alexanderplatz è quasi del tutto sgombra, il cantiere dall'altro lato della strada di fianco al Duomo c'è ancora ma il Teatro dell'Opera è libero.
Poi ci sono gru e "mini cantieri" che spuntano all'improvviso, sembra che abbiano deciso di sistemare la città tutta insieme (bho sarà che noi siamo abituati diversamente).


Qualche foto random
(clicca per mostrare/nascondere)
Bene, menomale che i cantieri non ti hanno rovinato la vacanza! Io e i miei amici per quest'anno alla fine abbiamo optato per Copenaghen, quindi Berlino sarà per la prossima volta, magari con ancora qualche cantiere in meno!


E a proposito di Copenaghen...consigli su cose da vedere, fare, mangiare??


Nanthleene

  • *
  • Post: 670
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • Traduzioni: -1
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1969 il: 17 October 2015, 19:58:53 »
Sono contenta per voi che abbiano tolto qualche cantiere. Io ho intenzione di tornarci per vederla in tutto il suo splendore, ma se ne riparlerà tra qualche anno :zizi:

Anche io ho l'intenzione di tornare tra qualche anno anche se il programma dei lavori prevede di finire questi e cominciarne un'altra marea, forse quando sarò anziana. :XD:

Bene, menomale che i cantieri non ti hanno rovinato la vacanza! Io e i miei amici per quest'anno alla fine abbiamo optato per Copenaghen, quindi Berlino sarà per la prossima volta, magari con ancora qualche cantiere in meno!

Fai bene che secondo me ne vale. :OOOKKK:


Friendship dies and true love lies, Night will fall and the dark will rise, When a good man goes to war


koax

  • Carrie Mathison
  • Post: 6638
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1970 il: 18 October 2015, 02:36:15 »
Bene, menomale che i cantieri non ti hanno rovinato la vacanza! Io e i miei amici per quest'anno alla fine abbiamo optato per Copenaghen, quindi Berlino sarà per la prossima volta, magari con ancora qualche cantiere in meno!


E a proposito di Copenaghen...consigli su cose da vedere, fare, mangiare??

ci sono stata ad agosto ma io sono una viaggiatrice disorganizzata, non guardo musei,mostre e quando mangio non mi ricordo dove sono stata, anche perché difficilmente ritorno nello stesso posto.
ho messo qualche foto e commento qui

EDIT sul cibo
come dicevo cambio sempre ristorante, per cui ho mangiato indiano (male male male), pachistano, cinese e quando mangiavo danese o mi  ritrovavo, non so perché , sempre con un hamburger oppure con gamberetti (buoni) o salmone (buono), in media spendevamo 15-20 €, raramente di più. Se t'interessa l'albergo, il nostro era modesto ma vicinissimo alla stazione ed a Tivoli ed a piedi potevamo andare quasi ovunque, il bus l'abbiamo preso solo di sera tardi o per la pioggia.
Noi però eravamo condizionate anche dal cane per la scelta e questo era fra i più economici e centrali

(clicca per mostrare/nascondere)
« Ultima modifica: 18 October 2015, 14:23:34 da koax »

Andre@

  • EPIC F@IL @ 90
  • Leslie Knope
  • Post: 49353
  • Sesso: Femmina
  • Corporativismo imbarazzante™ FTW
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1971 il: 27 October 2015, 07:20:23 »

Boba

  • Dà i numeri.
  • River Song
  • Post: 12890
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1972 il: 29 October 2015, 10:03:58 »
Ieri ho fatto una toccata e fuga a Firenze per vedere la mostra Bellezza Divina (che a proposito consiglio a chiunque ne abbia la possibilità di andarla a vedere perché ci sono opere straordinarie, dalla Crocifissione bianca di Chagall alla Madonna degli spermatozoi di Munch e al Cristo crocifisso con la testa di cane di Picasso) e poi sono andata agli Uffizi perché avevo altre 4 ore da riempire prima di riprendere il treno. Lì sono rimasta scandalizzata dal prezzo del biglietto: 8 euro? Ma siamo fuori di testa? Poi ci lamentiamo che le nostre opere cadono a pezzi e non ci sono soldi per valorizzare la cultura... Ma quella è una cifra ridicola per entrare in un museo dove sono raccolti i più grandi capolavori dell'arte occidentale! Lo so che quando si fa notare questa cosa la risposta che si ottiene è: "se costasse di più non ci andrebbe nessuno". Beh, sono balle perché i musei, le chiese e i castelli all'estero costano molto di più e non mancano certo i turisti. Ieri agli Uffizi di italiani c'eravamo soltanto io e qualche scolaresca, il resto dei visitatori (ed erano parecchi) era straniero. Penso che alla fine il problema è che non ci si voglia nemmeno impegnare a valorizzare la nostra cultura...

Andre@

  • EPIC F@IL @ 90
  • Leslie Knope
  • Post: 49353
  • Sesso: Femmina
  • Corporativismo imbarazzante™ FTW
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1973 il: 29 October 2015, 10:12:10 »
Comprendo il tuo discorso peró non é cosí semplice. Il prezzo "basso" lo rende accessibile "a tutti", e non é un male. Dopodiché per contribuire, volendo, ci sono anche le donazioni... é un discorso piú complicato.
Fermo restando che metti l´ingresso alla Galleria degli Uffizi a 5, 8, 20, 39 €... il flusso di persone cambierebbe pochissimo.

PS per esempio, IMHO, pagare per entrare in chiesa é uno scandalo (vedi recente discussione relativa ad EXPO/Duomo Milano).

Boba

  • Dà i numeri.
  • River Song
  • Post: 12890
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1974 il: 29 October 2015, 10:36:59 »
Comprendo il tuo discorso peró non é cosí semplice. Il prezzo "basso" lo rende accessibile "a tutti", e non é un male. Dopodiché per contribuire, volendo, ci sono anche le donazioni... é un discorso piú complicato.
Fermo restando che metti l´ingresso alla Galleria degli Uffizi a 5, 8, 20, 39 €... il flusso di persone cambierebbe pochissimo.

Per me resta una scusa quella del prezzo accessibile a tutti, perché non è che se lo fai pagare 16 euro mandi in rovina le famiglie italiane, che poi posti come gli Uffizi, Brera o Pompei avranno sempre migliaia di persone disposte a pagare qualunque cifra. Per visitare la Torre di Londra vai a spendere 24 sterline, eppure l'anno scorso quella cifra è stata spesa da più di 3 milioni di persone. Entrare agli Uffizi costa un quarto eppure ha avuto più di un terzo di visitatori in meno. La verità è che siamo seduti su una miniera d'oro, ma non gliene frega niente a nessuno e lasciamo che tutto vada in rovina.

PS per esempio, IMHO, pagare per entrare in chiesa é uno scandalo (vedi recente discussione relativa ad EXPO/Duomo Milano).

Dipende dalla chiesa, se questa ha all'interno opere d'arte o è essa stessa un'opera d'arte con costi di manutenzione proibitivi (vedi Duomo di Milano), far pagare l'ingresso è l'unico modo per poterla conservare.

AlbyG89

  • FAPPING IN THE MIDDLE
  • Richard Castle
  • Post: 3214
  • Sesso: Maschio
  • Mai 'na gioia
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1975 il: 29 October 2015, 10:47:55 »
Il mi piace è per la prima parte :asd:
La seconda anche no, con tutti i soldi che ha la Chiesa potrebbe radere al suolo e ricostruire tutte le sue chiese 10 volte :XD:
★★★★★★★★★★★★★★★★ Albyg89: utente esperto nel copiaincollare stelline ★★★★★★★★★★★★★★★

ps sembrano 31 ma sono 33 :zizi:

Andre@

  • EPIC F@IL @ 90
  • Leslie Knope
  • Post: 49353
  • Sesso: Femmina
  • Corporativismo imbarazzante™ FTW
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1976 il: 29 October 2015, 10:53:24 »
perché non è che se lo fai pagare 16 euro mandi in rovina le famiglie italiane
Questo discorso non é corretto, perdonami.
Ci ritroviamo come al solito a fare i conti nelle tasche altrui, e non va bene.

La verità è che siamo seduti su una miniera d'oro, ma non gliene frega niente a nessuno e lasciamo che tutto vada in rovina.
Mi sembra un pizzico eccessivo. Comprendo benissimo il tuo messaggio, sia chiaro. Peró alla mia ultima visita (se non erro tre anni fa) non rimasi "senza parole dall´orrore" relativo all´organizzazione.
Se fai un salto al Museo egizio del Cairo (il massimo museo di antichità egiziane al mondo, ovviamente) allora ti spari (e questa non é una giustificazione).

Dipende dalla chiesa
No. Non vale. Una chiesa é una chiesa.

far pagare l'ingresso è l'unico modo per poterla conservare.
Sicuramente aiuta peró é contrario al concetto stesso di chiesa. É l´obbligo che non va bene... deve essere libera. Poi starebbe A NOI, in quanto persone civili e intelligenti, aiutare.
Parlo per quel che mi riguarda... soldi in chiesa arrivano SEMPRE ad OGNI visita. Non ti cito i miei genitori o parenti, che praticamente l´ingresso - a modo loro - lo pagano sempre. E parlo di una o piú volte a settimana. If you know what i mean...

:D <<<--- questo riassume tutti quelli che non ho messo in giro per il messsagio, giusto per chiarire che i toni sono assolutamente cortesi e di piacevole confronto (meglio specificare, non si sa mai)

Boba

  • Dà i numeri.
  • River Song
  • Post: 12890
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1977 il: 29 October 2015, 11:34:44 »
Questo discorso non é corretto, perdonami.
Ci ritroviamo come al solito a fare i conti nelle tasche altrui, e non va bene.

Ma dai Andre@ siamo realisti, ogni settimana per i divertimenti del sabato sera gli italiani sono disposti a spendere cifre superiori. Ognuno è libero di spendere i propri soldi come vuole e in base alle proprie priorità ma non venirmi a dire che la maggior parte degli italiani non ha 16 euro da spendere una volta all'anno per entrare in un museo.

Mi sembra un pizzico eccessivo. Comprendo benissimo il tuo messaggio, sia chiaro. Peró alla mia ultima visita (se non erro tre anni fa) non rimasi "senza parole dall´orrore" relativo all´organizzazione.
Se fai un salto al Museo egizio del Cairo (il massimo museo di antichità egiziane al mondo, ovviamente) allora ti spari (e questa non é una giustificazione).

Beh, la situazione politico-economica dell'Egitto non è che sia proprio da primo mondo, che la loro organizzazione lasci a desiderare è comprensibile. Non lo è invece ad esempio l'organizzazione della Certosa di San Martino a Napoli, dove i custodi ogni ora ti aprono 3 stanze te le fanno vedere pure di corsa perché hanno altro da fare (ovvero starsene svaccati in attesa che passi l'ora per poi aprire velocemente altre 3 stanze e tornare a far nulla per il resto del tempo).

No. Non vale. Una chiesa é una chiesa.
Sicuramente aiuta peró é contrario al concetto stesso di chiesa. É l´obbligo che non va bene... deve essere libera. Poi starebbe A NOI, in quanto persone civili e intelligenti, aiutare.
Parlo per quel che mi riguarda... soldi in chiesa arrivano SEMPRE ad OGNI visita. Non ti cito i miei genitori o parenti, che praticamente l´ingresso - a modo loro - lo pagano sempre. E parlo di una o piú volte a settimana. If you know what i mean...

:D <<<--- questo riassume tutti quelli che non ho messo in giro per il messsagio, giusto per chiarire che i toni sono assolutamente cortesi e di piacevole confronto (meglio specificare, non si sa mai)

Quella chiesa, il cui mantenimento costa svariati milioni di euro, porta soldi allo Stato Italiano perché al mantenimento ci lavorano italiani, perché le guide sono italiane e perché i turisti spendono sul suolo italiano. Sono soldi che servono anche a pagare gli stipendi di chi ci lavora, il concetto di Chiesa come organo che dovrebbe aiutare i poveri senza chiedere nulla in cambio non c'entra.
« Ultima modifica: 29 October 2015, 11:40:18 da Boba »

chiaretta86

  • Una donna, un eprchè, una salsiccia: pelle fuori, maiala dentro
  • Ahsoka Tano
  • Post: 16144
  • Sesso: Femmina
  • SS Lazio 1900
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1978 il: 29 October 2015, 11:43:32 »
mi è presa la fretta di organizzare qualcosa x questa estate, eprchè cazzo mi merito una settimana la mare come dio comanda: ho pensato di andare in Croazia, precisamente all'isola di PAG...qualcuno c'è stato?? Ho pensato di fermare la camera ora con booking, con la possibilità di disdire entro fine giugno (il periodo sarebbe 6/15 luglio)...che dite, conviene a livello di prezzo?

Andre@

  • EPIC F@IL @ 90
  • Leslie Knope
  • Post: 49353
  • Sesso: Femmina
  • Corporativismo imbarazzante™ FTW
    • Mostra profilo
Re: .::ITASA Viaggi::.
« Risposta #1979 il: 29 October 2015, 11:49:31 »
Ma dai Andre@ siamo realisti, ogni settimana per i divertimenti del sabato sera gli italiani sono disposti a spendere cifre superiori. Ognuno è libero di spendere i propri soldi come vuole e in base alle proprie priorità ma non venirmi a dire che la maggior parte degli italiani non ha 16 euro da spendere una volta all'anno per entrare in un museo.
É lo stesso discorso che stiamo facendo nella discussione su Netflix. Sui 10 € (circa) mensili e sulla possibilitá di pagarne 3 € condividendo l´account. E c´é chi non vuole.
Il fatto é che stai nuovamente considerando le TUE prioritá e il TUO approccio a questa cosa. Io la galleria la farei pagare 100 € e ingresso SOLO a chi dimostra reale interesse e non per farsi il selfie o la taggata Facebook (perché accadono anche queste cose, garantito 100%).
Quindi capisco ma non concordo.

Beh, la situazione politico-economica dell'Egitto non è che sia proprio da primo mondo, che la loro organizzazione lasci a desiderare è comprensibile. Non lo è invece ad esempio l'organizzazione della Certosa di San Martino a Napoli, dove i custodi ogni ora ti aprono 3 stanze te le fanno vedere pure di corsa perché hanno altro da fare (ovvero starsene svaccati in attesa che passi l'ora per poi aprire velocemente altre 3 stanze e tornare a far nulla per il resto del tempo).
Ottimo esempio. Peró la colpa é di chi? Io direi di questi cafoni. Che non conosco personalmente… ma mi permetto di chiamare tali. Quindi siamo nuovamente al “male dell´Italia sono gli Italiani”. Neverending story.

Quella chiesa, il cui mantenimento costa svariati milioni di euro, porta soldi allo Stato Italiano perché al mantenimento ci lavorano italiani, perché le guide sono italiane e perché i turisti spendono sul suolo italiano. Sono soldi che servono anche a pagare gli stipendi di chi ci lavora, il concetto di Chiesa come organo che dovrebbe aiutare i poveri senza chiedere nulla in cambio non c'entra.
Still non capisco il perché si dovrebbe pagare. IMHO, nonsense piú assoluto.