Autore Topic: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska  (Letto 18623 volte)

baffanculo

  • Molly Hooper
  • Post: 441
  • Sesso: Maschio
  • ...
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #135 il: 14 February 2012, 18:06:57 »
io la puntata me la sono vista senza annoiarmi ed il finale "all'ok corral" mi è piaciuta un casino  :asd:
poi, bhe, effettivamente è comica se ci vuole 1 stagione per fare le valige e levare le tende  :asd:
* Top Gear * House * How I Meet Your Mother * Castle * the Big Bang Theory * the Mentalist * the IT Crowd * the walking dead * Scrubs
(+ Jersey Shore: busteeeeeeeed!!!!! :rotfl: )

capitanmicio

  • Jerry Gergich
  • Post: 44
  • Sesso: Maschio
  • Se vuoi sapere cos'è la libertà, segui un gatto.
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #136 il: 14 February 2012, 18:34:19 »
Non pensavo che su questo forum esistesse la figura del lamentatore di professione.

The Walking Dead è ispirato all'omonimo fumetto che è imperniato molto sulla caratterizzazione psicologica dei personaggi e della loro lenta e ineluttabile trasformazione in un mondo in cui gli esseri umani sono diventati una specie praticamente estinta e all'ultimo gradino della scala alimentare, da che erano i predatori dominanti.

Immaginiamoci un mondo in cui quasi 7 miliardi di persone muoiono, ritornano e cominciano a mangiare i vivi. Nessuno è in grado di spiegare razionalmente il nuovo mondo né ha idea di come affrontare veramente la situazione e ogni evento assurdo e inaspettato è vissuto senza logicità. Tutte le certezze crollano miseramente mentre ci si illude che il mondo possa tornare come prima, la brutalità e la lotta per la sopravvivenza prendono il sopravvento su una vita che fino al giorno prima era comoda e opulenta.

Cosa fa una persona quando c'è qualcuno dietro l'angolo che vuole mangiarla? Cosa fa una persona quando fino al giorno prima comprava il cibo al supermercato e ora deve procurarselo come l'uomo delle caverne? Cosa fa una persona quando la sua soppravvivenza è fortemente minacciata? Scappa e cerca un rifugio, un luogo sicuro che possa offrirgli una parvenza di sicurezza e, quando lo trova, cerca di tenerselo stretto. Quando ti accorgi che le città sono popolate dagli zombie (S01E01), non c'è nessuno che possa proteggerti o curarti (S01E06), gli altri sopravvissuti sono disposti a tutto per tirare avanti (S01E04) e il posto isolato che avevi scelto è diventato il banchetto dei walker (S01E05), allora una fattoria sgangherata abbastanza isolata con acqua potabile, cibo e addirittura l'elettricità (S02E02) diventa il paradiso ed è lì che vuoi mettere radici, sapendo che lì fuori c'è solo orrore e disperazione. Chiunque di noi, in uno scenario apocalittico del genere, farebbe la stessa cosa. Facendo il parallelismo con il fumetto, Rick e il suo gruppo trascorrono un tempo relativamente lungo nella fattoria prima di abbandonarla (e dopo inizierà la vera catastrofe).

Quando ormai la tua vita è stata completamente stravolta, stai cercando di capire qual è adesso il tuo posto nel mondo (ammesso che ve ne sia uno) e cosa dovrai fare per sopravvivere, non te ne vai in giro a dare la caccia agli zombie o a metterti nei guai, cerchi di rimanere nel posto che ti sembra il più sicuro e fai di tutto affinché il falso senso di sicurezza e la pace forzata con gli altri non svaniscano nel nulla, anche a costo di compiere scelte palesemente insensate come radunare gli zombie in un fienile (S02E07). E cosa fai durante tutto questo tempo? Cerchi di vivere insieme agli altri, cerchi un dialogo e una convivenza con chi ormai sta sviluppando psicosi, comportamenti stupidi e illogici in seguito alle continue PTSS (sindrome da stress post-traumatico) che il nuovo mondo continua a sottoporre. E tutto questo non puoi mostrarlo in mezzo episodio, altrimenti ti ritrovi Shane sbroccato, Dale seminatore di zizzania, Lori aggrappata a ogni stupidaggine perché non accetta il nuovo mondo, Rick capobranco dubbioso con il complesso messianico, senza avere la minima idea di come abbiano fatto i personaggi ad arrivare a quel punto.

I morti che camminano (the walking dead) sono i soppravvissuti e non gli zombie perché ogni giorno che passa qualcosa in loro muore definitivamente, ma sanno che devono andare avanti, anche se per loro non c'è futuro, perché non vogliono trasformarsi nel demone che stanno combattendo.

Il tempo che scorre lentamente, i dialoghi interminabili e spesso banali, la ricerca di una bambina di cui nessuno voleva accettarne la morte (Sophia era diventata la metafora del lieto fine e della vita illusoria che i personaggi avevano costruito) sono l'unico espediente rimasto per chi si ostinava a rimanere cristallizzato in una situazione quasi irreale piuttosto che fare i conti con la più cupa disperazione che ogni tanto l'inconscio lasciava emergere.

D'ora in avanti, la vita dei personaggi sarà una continua e lenta caduta nel baratro intervallata dal pendolo di Schopenhauer che oscilla tra la monotona attesa dell'inevitabile e l'ineluttabile disperazione della catastrofe.

Dispiace molto che alcuni frequentatori del forum non abbiano colto questi aspetti importanti e si siano limitati alle critiche sterili e infantili piuttosto che concentrarsi sulla storia in sé.

PS: la scarsità di walker è dovuta al fatto che i personaggi si trovano all'interno di un'area rurale che, già di suo, era poco popolata (quando vanno in città o comunque in zone residenziali, i walker tendono ad aumentare).

PS: all'inizio della prima stagione i walker saltano i cancelli, corrono, usano pietre per sfondare le vetrate e girano addirittura i pomelli delle maniglie, mentre altri sono lenti e "stupidi".

PS: non c'è ancora la carestia perché è piena estate, sono passati pochi mesi dalla pandemia, e quindi il problema delle provviste non si è fatto sentire.
« Ultima modifica: 14 February 2012, 18:42:11 da capitanmicio »

Jacob89

  • Visitatore
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #137 il: 14 February 2012, 18:44:05 »
Non pensavo che su questo forum esistesse la figura del lamentatore di professione.

The Walking Dead è ispirato all'omonimo fumetto che è imperniato molto sulla caratterizzazione psicologica dei personaggi e della loro lenta e ineluttabile trasformazione in un mondo in cui gli esseri umani sono diventati una specie praticamente estinta e all'ultimo gradino della scala alimentare, da che erano i predatori dominanti.

Immaginiamoci un mondo in cui quasi 7 miliardi di persone muoiono, ritornano e cominciano a mangiare i vivi. Nessuno è in grado di spiegare razionalmente il nuovo mondo né ha idea di come affrontare veramente la situazione e ogni evento assurdo e inaspettato è vissuto senza logicità. Tutte le certezze crollano miseramente mentre ci si illude che il mondo possa tornare come prima, la brutalità e la lotta per la sopravvivenza prendono il sopravvento su una vita che fino al giorno prima era comoda e opulenta.

Cosa fa una persona quando c'è qualcuno dietro l'angolo che vuole mangiarla? Cosa fa una persona quando fino al giorno prima comprava il cibo al supermercato e ora deve procurarselo come l'uomo delle caverne? Cosa fa una persona quando la sua soppravvivenza è fortemente minacciata? Scappa e cerca un rifugio, un luogo sicuro che possa offrirgli una parvenza di sicurezza e, quando lo trova, cerca di tenerselo stretto. Quando ti accorgi che le città sono popolate dagli zombie (S01E01), non c'è nessuno che possa proteggerti o curarti (S01E06), gli altri sopravvissuti sono disposti a tutto per tirare avanti (S01E04) e il posto isolato che avevi scelto è diventato il banchetto dei walker (S01E05), allora una fattoria sgangherata abbastanza isolata con acqua potabile, cibo e addirittura l'elettricità (S02E02) diventa il paradiso ed è lì che vuoi mettere radici, sapendo che lì fuori c'è solo orrore e disperazione. Chiunque di noi, in uno scenario apocalittico del genere, farebbe la stessa cosa. Facendo il parallelismo con il fumetto, Rick e il suo gruppo trascorrono un tempo relativamente lungo nella fattoria prima di abbandonarla (e dopo inizierà la vera catastrofe).

Quando ormai la tua vita è stata completamente stravolta, stai cercando di capire qual è adesso il tuo posto nel mondo (ammesso che ve ne sia uno) e cosa dovrai fare per sopravvivere, non te ne vai in giro a dare la caccia agli zombie o a metterti nei guai, cerchi di rimanere nel posto che ti sembra il più sicuro e fai di tutto affinché il falso senso di sicurezza e la pace forzata con gli altri non svaniscano nel nulla, anche a costo di compiere scelte palesemente insensate come radunare gli zombie in un fienile (S02E07). E cosa fai durante tutto questo tempo? Cerchi di vivere insieme agli altri, cerchi un dialogo e una convivenza con chi ormai sta sviluppando psicosi, comportamenti stupidi e illogici in seguito alle continue PTSS (sindrome da stress post-traumatico) che il nuovo mondo continua a sottoporre. E tutto questo non puoi mostrarlo in mezzo episodio, altrimenti ti ritrovi Shane sbroccato, Dale seminatore di zizzania, Lori aggrappata a ogni stupidaggine perché non accetta il nuovo mondo, Rick capobranco dubbioso con il complesso messianico, senza avere la minima idea di come abbiano fatto i personaggi ad arrivare a quel punto.

I morti che camminano (the walking dead) sono i soppravvissuti e non gli zombie perché ogni giorno che passa qualcosa in loro muore definitivamente, ma sanno che devono andare avanti, anche se per loro non c'è futuro, perché non vogliono trasformarsi nel demone che stanno combattendo.

Il tempo che scorre lentamente, i dialoghi interminabili e spesso banali, la ricerca di una bambina di cui nessuno voleva accettarne la morte (Sophia era diventata la metafora del lieto fine e della vita illusoria che i personaggi avevano costruito) sono l'unico espediente rimasto per chi si ostinava a rimanere cristallizzato in una situazione quasi irreale piuttosto che fare i conti con la più cupa disperazione che ogni tanto l'inconscio lasciava emergere.

D'ora in avanti, la vita dei personaggi sarà una continua e lenta caduta nel baratro intervallata dal pendolo di Schopenhauer che oscilla tra la monotona attesa dell'inevitabile e l'ineluttabile disperazione della catastrofe.

Dispiace molto che alcuni frequentatori del forum non abbiano colto questi aspetti importanti e si siano limitati alle critiche sterili e infantili piuttosto che concentrarsi sulla storia in sé.

PS: la scarsità di walker è dovuta al fatto che i personaggi si trovano all'interno di un'area rurale che, già di suo, era poco popolata (quando vanno in città o comunque in zone residenziali, i walker tendono ad aumentare).

PS: all'inizio della prima stagione i walker saltano i cancelli, corrono, usano pietre per sfondare le vetrate e girano addirittura i pomelli delle maniglie, mentre altri sono lenti e "stupidi".

PS: non c'è ancora la carestia perché è piena estate, sono passati pochi mesi dalla pandemia, e quindi il problema delle provviste non si è fatto sentire.

 :quoto:

panguna

  • Gemma Teller
  • Post: 3690
  • Sesso: Maschio
  • Slave to the IKEA nesting instinct
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #138 il: 14 February 2012, 18:48:44 »
Ci sono i lamentatori di professione.
E i frantuma-palle logorroici

NathanDrake83

  • Haters gonna hate
  • *
  • Post: 29104
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Revisioni: 74
  • Traduzioni: 674
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #139 il: 14 February 2012, 18:49:00 »
capitanmicio, hai espresso benissimo il concetto, ma di ciò che dovrebbe essere TWD, e che invece, purtroppo, non è.
I personaggi non danno profondità e non hanno spessore, le scene non danno tensione, lo spettatore non è preoccupato per loro perchè sono banali, stupidi o superficiali (o la combinazione di queste 3). e anche quando il personaggio di per se sarebbe anche buono (a me vengono in mente Rick, Shane e Daryl, ad esempio), si rovina il tutto o per le NON capacità attoriali (Rick), o da scelte di sceneggiatura che lo mandano ooc (Daryl), o ancora da scene scritte, girate e montate in maniera pessima (Rick nelle due scene al bar).

Shane finora è l'unico che mi ha sufficientemente convinto, ma è troppo poco per una serie che poteva e doveva essere molto molto di più. io non cerco azione, ma spessore e tensione nelle scene che dovrebbero essere importanti o pericolose si.
My dog speaks more eloquently than thee.

Nemthi

  • Scopamico di Bettaro
  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 11434
  • Sesso: Maschio
  • FCJ
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #140 il: 14 February 2012, 19:02:26 »
capitanmicio, hai espresso benissimo il concetto, ma di ciò che dovrebbe essere TWD, e che invece, purtroppo, non è.
I personaggi non danno profondità e non hanno spessore, le scene non danno tensione, lo spettatore non è preoccupato per loro perchè sono banali, stupidi o superficiali (o la combinazione di queste 3). e anche quando il personaggio di per se sarebbe anche buono (a me vengono in mente Rick, Shane e Daryl, ad esempio), si rovina il tutto o per le NON capacità attoriali (Rick), o da scelte di sceneggiatura che lo mandano ooc (Daryl), o ancora da scene scritte, girate e montate in maniera pessima (Rick nelle due scene al bar).

Shane finora è l'unico che mi ha sufficientemente convinto, ma è troppo poco per una serie che poteva e doveva essere molto molto di più. io non cerco azione, ma spessore e tensione nelle scene che dovrebbero essere importanti o pericolose si.
:quoto:

I personaggi li puoi anche caratterizzare, ma non con questa lentezza. Non servono 7 puntate di nulla per caratterizzare i personaggi, te ne bastano 2, 3 poi basta. La serie a me piace il problema è la sua lentezza.
Alla Juventus vincere non è importante. È l'unica cosa che conta.



In fondo anche tu, sei solo un segno in più.

34

NathanDrake83

  • Haters gonna hate
  • *
  • Post: 29104
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Revisioni: 74
  • Traduzioni: 674
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #141 il: 14 February 2012, 19:12:10 »
capitanmicio, hai espresso benissimo il concetto, ma di ciò che dovrebbe essere TWD, e che invece, purtroppo, non è.
I personaggi non danno profondità e non hanno spessore, le scene non danno tensione, lo spettatore non è preoccupato per loro perchè sono banali, stupidi o superficiali (o la combinazione di queste 3). e anche quando il personaggio di per se sarebbe anche buono (a me vengono in mente Rick, Shane e Daryl, ad esempio), si rovina il tutto o per le NON capacità attoriali (Rick), o da scelte di sceneggiatura che lo mandano ooc (Daryl), o ancora da scene scritte, girate e montate in maniera pessima (Rick nelle due scene al bar).

Shane finora è l'unico che mi ha sufficientemente convinto, ma è troppo poco per una serie che poteva e doveva essere molto molto di più. io non cerco azione, ma spessore e tensione nelle scene che dovrebbero essere importanti o pericolose si.
:quoto:

I personaggi li puoi anche caratterizzare, ma non con questa lentezza. Non servono 7 puntate di nulla per caratterizzare i personaggi, te ne bastano 2, 3 poi basta. La serie a me piace il problema è la sua lentezza.

sai quello dipende, ci sono state serie anche più lente e pesanti ma che comunque sono state bellissime da seguire ammirando l'ottima costruzione passo dopo passo dei personaggi (penso soprattutto a Rubicon, per rimanere in casa AMC, o a Homeland per rimanere in questa stagione).
diciamo che per mitigare questa totale mancanza sui personaggi movimentare storia e narrazione poteva essere una soluzione, ma non necessariamente l'unica o la migliore.
My dog speaks more eloquently than thee.

BoomerLover

  • Peggy Olson
  • Post: 1091
  • Sesso: Maschio
  • "Who are you?" "What do you want?"
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #142 il: 14 February 2012, 19:26:08 »

sai quello dipende, ci sono state serie anche più lente e pesanti ma che comunque sono state bellissime da seguire ammirando l'ottima costruzione passo dopo passo dei personaggi (penso soprattutto a Rubicon, per rimanere in casa AMC, o a Homeland per rimanere in questa stagione).
diciamo che per mitigare questa totale mancanza sui personaggi movimentare storia e narrazione poteva essere una soluzione, ma non necessariamente l'unica o la migliore.
:quoto:

A me la lentezza piace anche parecchio (Rubicon :love:, The Wire, o certe puntate interminabili di BSG), ma sinceramente i personaggi di questa serie mi sembrano molto delle macchiette; c'è una velleità di approfondimento, ma non è realizzato ne dalla sceneggiatura ne dalla recitazione.
« Ultima modifica: 14 February 2012, 19:27:42 da BoomerLover »
serie senza le quali non posso vivere: Battlestar Galactica, The Wire, Die zweite Heimat - Chronik einer Jugend, Children of Earth, Mirai shōnen Konan, Babylon 5, Damages (ex-aequo)

serie che adoro: Game of Thrones, The Shield, 24, Firefly, Homeland, The Good Wife, Doctor Who, Paradox, Fringe, Rubicon, Luck, Boss, Prison Break, Caprica, Lost, Haven, Breaking Bad, Boris, Alla corte di Alice, Alphas, The X Files, Hustle, My Name Is Earl, Six Feet Under, Life on Mars UK, Ashes to Ashes, Exile, Wallander, Sherlock, Luther, Andromeda, Torchwood, Toshwood

"I've been thinking a lot about God. Heaven and hell. God gave up on both of us a long time ago.
The nine circles of hell are for the unrepentant who try to justify their sins.
Everyone in hell has knowledge of the past and the future, but not of the present.
It's a twisted joke because after the final judgment, time ends… and all of us... burning in hell... will know nothing. For all eternity." (Damages)

thrash_riki

  • Jerry Gergich
  • Post: 21
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #143 il: 14 February 2012, 19:36:31 »
Puntata come al solito, 41 minuti di noia e poi 30 secondi finali, dove finalmente succede qualcosa; sembra Beautiful piuttosto che una serie sugli zombie. è uno strazio, ci ho messo 1 ora e mezza per vedere una puntata da 40 minuti, talmente noiosa che stoppavo ogni 2 minuti. VOGLIO GLI ZOMBIEEEE !

pile1

  • Sarah Manning
  • Post: 286
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #144 il: 14 February 2012, 19:56:01 »
Non pensavo che su questo forum esistesse la figura del lamentatore di professione.

The Walking Dead è ispirato all'omonimo fumetto che è imperniato molto sulla caratterizzazione psicologica dei personaggi e della loro lenta e ineluttabile trasformazione in un mondo in cui gli esseri umani sono diventati una specie praticamente estinta e all'ultimo gradino della scala alimentare, da che erano i predatori dominanti.

Immaginiamoci un mondo in cui quasi 7 miliardi di persone muoiono, ritornano e cominciano a mangiare i vivi. Nessuno è in grado di spiegare razionalmente il nuovo mondo né ha idea di come affrontare veramente la situazione e ogni evento assurdo e inaspettato è vissuto senza logicità. Tutte le certezze crollano miseramente mentre ci si illude che il mondo possa tornare come prima, la brutalità e la lotta per la sopravvivenza prendono il sopravvento su una vita che fino al giorno prima era comoda e opulenta.

Cosa fa una persona quando c'è qualcuno dietro l'angolo che vuole mangiarla? Cosa fa una persona quando fino al giorno prima comprava il cibo al supermercato e ora deve procurarselo come l'uomo delle caverne? Cosa fa una persona quando la sua soppravvivenza è fortemente minacciata? Scappa e cerca un rifugio, un luogo sicuro che possa offrirgli una parvenza di sicurezza e, quando lo trova, cerca di tenerselo stretto. Quando ti accorgi che le città sono popolate dagli zombie (S01E01), non c'è nessuno che possa proteggerti o curarti (S01E06), gli altri sopravvissuti sono disposti a tutto per tirare avanti (S01E04) e il posto isolato che avevi scelto è diventato il banchetto dei walker (S01E05), allora una fattoria sgangherata abbastanza isolata con acqua potabile, cibo e addirittura l'elettricità (S02E02) diventa il paradiso ed è lì che vuoi mettere radici, sapendo che lì fuori c'è solo orrore e disperazione. Chiunque di noi, in uno scenario apocalittico del genere, farebbe la stessa cosa. Facendo il parallelismo con il fumetto, Rick e il suo gruppo trascorrono un tempo relativamente lungo nella fattoria prima di abbandonarla (e dopo inizierà la vera catastrofe).

Quando ormai la tua vita è stata completamente stravolta, stai cercando di capire qual è adesso il tuo posto nel mondo (ammesso che ve ne sia uno) e cosa dovrai fare per sopravvivere, non te ne vai in giro a dare la caccia agli zombie o a metterti nei guai, cerchi di rimanere nel posto che ti sembra il più sicuro e fai di tutto affinché il falso senso di sicurezza e la pace forzata con gli altri non svaniscano nel nulla, anche a costo di compiere scelte palesemente insensate come radunare gli zombie in un fienile (S02E07). E cosa fai durante tutto questo tempo? Cerchi di vivere insieme agli altri, cerchi un dialogo e una convivenza con chi ormai sta sviluppando psicosi, comportamenti stupidi e illogici in seguito alle continue PTSS (sindrome da stress post-traumatico) che il nuovo mondo continua a sottoporre. E tutto questo non puoi mostrarlo in mezzo episodio, altrimenti ti ritrovi Shane sbroccato, Dale seminatore di zizzania, Lori aggrappata a ogni stupidaggine perché non accetta il nuovo mondo, Rick capobranco dubbioso con il complesso messianico, senza avere la minima idea di come abbiano fatto i personaggi ad arrivare a quel punto.

I morti che camminano (the walking dead) sono i soppravvissuti e non gli zombie perché ogni giorno che passa qualcosa in loro muore definitivamente, ma sanno che devono andare avanti, anche se per loro non c'è futuro, perché non vogliono trasformarsi nel demone che stanno combattendo.

Il tempo che scorre lentamente, i dialoghi interminabili e spesso banali, la ricerca di una bambina di cui nessuno voleva accettarne la morte (Sophia era diventata la metafora del lieto fine e della vita illusoria che i personaggi avevano costruito) sono l'unico espediente rimasto per chi si ostinava a rimanere cristallizzato in una situazione quasi irreale piuttosto che fare i conti con la più cupa disperazione che ogni tanto l'inconscio lasciava emergere.

D'ora in avanti, la vita dei personaggi sarà una continua e lenta caduta nel baratro intervallata dal pendolo di Schopenhauer che oscilla tra la monotona attesa dell'inevitabile e l'ineluttabile disperazione della catastrofe.

Dispiace molto che alcuni frequentatori del forum non abbiano colto questi aspetti importanti e si siano limitati alle critiche sterili e infantili piuttosto che concentrarsi sulla storia in sé.

PS: la scarsità di walker è dovuta al fatto che i personaggi si trovano all'interno di un'area rurale che, già di suo, era poco popolata (quando vanno in città o comunque in zone residenziali, i walker tendono ad aumentare).

PS: all'inizio della prima stagione i walker saltano i cancelli, corrono, usano pietre per sfondare le vetrate e girano addirittura i pomelli delle maniglie, mentre altri sono lenti e "stupidi".

PS: non c'è ancora la carestia perché è piena estate, sono passati pochi mesi dalla pandemia, e quindi il problema delle provviste non si è fatto sentire.

 :quoto:

Bravissimo.Concordo e straquoto.
Basare i giudizi di una serie tv solamente su una sua presunta lentezza, che peraltro è una nozione molto soggettiva, mi sembra un sintomo di grave mancanza di senso critico ed analitico.

P.s. messaggio tecnico al moderatore: spero di non duplicare messaggi, nel qual caso chiedo scusa; sono un po' rinco ormai e spesso, riprendendo il commento non mi acorgo se qualcuno ha aggiunto un commento nel frattempo, nonostante il messaggio.Prometto di stare più attento in futuro.

Abelardo

  • la comare Quartetto Infernale [Knot-Tattoo-BDSM]
  • Alicia Florrick
  • Post: 16252
  • _\\// SSDD!
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #145 il: 14 February 2012, 20:34:56 »
pile   :cons: è la vecchiaia  :zizi:

/ot
:wq
:g/^M/s// /[g][c]
:g/.*.lck/s//mv & \/dev/null/&/
ChrisZac da qualche parte nel forum : Abelardo finirà all'inferno, per questo.

"There's a FF for that" is the new "There's an app for that" Teen Wolf addicted
"Ci sono cose della vita che si risolvono solo con un vaffanculo" cit. Luciana Littizzetto

ZEB-DEMON

  • Jonah Ryan
  • Post: 365
  • Sesso: Maschio
  • : ( ) { : | : & } ; :
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #146 il: 14 February 2012, 20:41:46 »
Non pensavo che su questo forum esistesse la figura del lamentatore di professione.
ecc ecc.

quoto in tutto e per tutto il tuo messaggio, però non si può negare che la amc fa la furba con i video promozionali.. hanno mandato trailer in questo mese con scene della 09 (me ne sono accorto dal promo) e forse anche delle prossime giusto per far salire l'hype.. la cosa ha funzionato e per questo ci sono rimasto male (mi aspettavo un po d'azione che non guasta mai e non avendo letto i fumetti, prendo la serie per come viene, come "nuova", quindi non so cosa aspettarmi), ma la serie per me rimane ottima (nonostante preferisco lo stile sopravvivenza in città).

per i lamentatori di professione, guarda x dexter c'ho iniziato una battaglia contro i mulini a vento :)
...Stand Tall & Shake The Heavens...
♥ Ruby Fans Club ♥

dbardi85

  • Jerry Gergich
  • Post: 9
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #147 il: 14 February 2012, 20:59:00 »
Guardate che è chi cita il fumetto che sbaglia, questo è un telefilm e per forza di cose non può essere uguale al fumetto e NON DEVE ESSERLO, deve essere una interpretazione dello stesso. E vin questa ottica un pò più di azione è necessaria, altrimenti lo spettatore alla lunga si rompe le palle, non è dawson creek è the walking dead,

democratico

  • Molly Hooper
  • Post: 448
  • Sesso: Maschio
  • Motociclista
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #148 il: 14 February 2012, 21:07:22 »
il vero scandalo, ora che ci penso, è vedere glenn che non sa cosa fare.
se andarsene via con gli altri o stare per sempre a ciulare con maggie.

qualunque tizio di questo forum, compreso me, non avrebbe alcun dubbio.

poi in quella situazione dove la morte è dietro l'angolo... ma dai...  dalle conforto, abbracciala, falla sentire bene, che una fortuna del genere non ti ricapiterà più. pazzo di un koreano che non sei altro (nulla contro la korea).
Che bella cosa aveva Adamo. Quando diceva una cosa buona sapeva che nessuno l’aveva mai detta prima. (Mark Twain)

Sono nostalgico.

Darkbengio

  • Max Black
  • Post: 2565
  • Sesso: Maschio
  • 4 8 15 16 23 42
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] The Walking Dead 2x08 - Nebraska
« Risposta #149 il: 14 February 2012, 21:11:45 »
Guardate che è chi cita il fumetto che sbaglia, questo è un telefilm e per forza di cose non può essere uguale al fumetto e NON DEVE ESSERLO, deve essere una interpretazione dello stesso. E vin questa ottica un pò più di azione è necessaria, altrimenti lo spettatore alla lunga si rompe le palle, non è dawson creek è the walking dead,
Vero, il fumetto è ancora più lento perchè la psicologia dei personaggi è veramente messa a nudo sotto tutti gli aspetti :D
"Didn't know you'd think that I'd forget or I'd regret
The special love I had for you, my baby blue"
“As much as I may have pretended otherwise, for so long all I’ve wanted was to be like other people, to feel what they felt… Now that I do, I just want it to stop.”