Autore Topic: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)  (Letto 6166 volte)

fedea

  • *
  • Post: 5665
  • Sesso: Femmina
  • "Am I happy, too? I haven't checked."
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #105 il: 17 June 2018, 21:28:18 »
ed eccomi qua, di ritorno da una bella full immersion nella stagione 5 (che avevo abbandonato a metà e che ho ripreso dall'inizio per paura di essermi dimenticata qualcosa) e nella stagione 6. Circa 2 settimane, circa 2 episodi al giorno. Purtroppo Netflix e Prime Video mi hanno viziata e faccio una fatica bestiale a guardare una serie con cadenza di un episodio a settimana. E devo dire che a The Americans il binge giova: la stagione 5, che avevo trovato noiosissima (ero arrivata all'episodio 6) vista senza soluzione di continuità acquista ben altro spessore. Le vicende che sembrano dipanarsi lentamente assumono un senso, che troverà come del resto sapete tutte le risposte poi nella stagione finale. Qualcosa purtroppo è rimasto in sospeso, e lasciato alla immaginazione dello spettatore. Ma nel contesto delle vicende narrate l'ho trovato coerente e corretto.
Come molti han scritto, le due scene piu' toccanti sono quella nel garage con Stan, e quella dove Paige decide - al confine - di scendere dal treno. Sono due momenti chiave del resto, quello della presa di coscienza del tradimento, ma nello stesso tempo anche dell'affetto, dell'amicizia, dell'amore tra genitori e figli, che rende il tutto doloroso e lacerante. Ma giustissimo, purtroppo. Un bimbo cinese adottato a pochi mesi dalla nascita da una famiglia italiana, pur nella consapevolezza delle sue origini cinesi, sara' un bambino italiano, cresciuto con la cultura gli ideali le convinzioni del paese che l'ha adottato. Henry e Paige neanche sanno di essere figli di due stranieri, sono americani fin nel midollo, ed è giusto che rimangano nel loro paese. Anche Paige, che sono sicura avrebbe fatto la stessa scelta anche senza le ultime sfuriate con la madre.
Renee: ho trovato geniale, se voluto, il lasciare tutti col sospetto. E' l'essenza assoluta, totale di quello che e' stato il periodo della guerra fredda, dove tutti guardavano tutti con sospetto. Vi ricordate il bellissimo dialogo di Stan con Henry, quando Stan gli dice che come agente FBI non poteva fidarsi di nessuno? Io penso che ogni americano in quel periodo si guardasse le spalle, non solo gli agenti governativi.
Oleg Burov: come qualcuno ha scritto, non ricordo chi scusate ho letto 7 pagine di commenti tutte assieme, anche io credo che con il disgelo possa essere tornato serenamente in patria. Per sua fortuna ha scelto il cavallo giusto, anche se al momento dello svolgersi dei fatti ancora non sembra, anzi sembra il contrario.
Elizabeth: nella sua freddezza, ripetuta episodio dopo episodio, nel manipolare le persone (compreso marito e figlia) o nell'uccidere chi gli si metteva in mezzo, chiude con lealta' e onore. Lei ha sempre servito il paese, e nel momento il cui KGB le ordina di eliminare un funzionario NON per il bene del paese MA per il proprio tornaconto di categoria, essendo salito al vertice un presidente che lo osteggia, lei finalmente dice NO. E' un no potente, che potrebbe farla uccidere sia negli Usa che in Patria. Eppure non esita un attimo.
Stan: ecco, l'unica nota davvero stonata e' il suo cominciare a sospettare i suoi amici dal nulla, out of the blue. Mi e' sembrato un po' forzato, anche perche' nel corso di 6 stagioni di momenti in cui poteva farsi qualche domanda ce n'erano stati tantissimi, e non ne aveva colto nessuno. Nonostante questo il suo dispiacere, reale, nell'incassare il tradimento ma anche nel capire che Philip lo considerava davvero il suo migliore amico e forse ci ha sofferto quanto lui nel dovergli mentire, e' palpante, vero, cristallino. Come lo sforzo sovrumano che compie nel decidere di mettere l'amicizia al di sopra di tutto quello in cui crede.
Stupendo il momento in cui Philip ed Elizabeth guardano le luci di Mosca.
Tutto il resto la storia ce lo ha insegnato, e all'interno del serial ce lo possiamo immaginare: io mi immagino anche che i figli siano potuti andare a trovarli, a disgelo compiuto. Mi immagino che Stan abbia adottato Henry, e sia rimasto, ancorche' nel dubbio, con Renee.
Mi immagino un incontro con Gabriel, forse persino con Martha. Il futuro (che per noi e' passato) e' stato migliore, anche se l'Unione Sovietica la guerra fredda l'ha persa. Perche' non pensare che anche i nostri possano aver avuto un futuro migliore?
"All lives end. All hearts are broken. Caring is not an advantage, Sherlock."

"Mycroft is the name you gave me if you can possibly struggle your way to the end."

N.Senada

  • Peggy Olson
  • Post: 1435
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #106 il: 18 June 2018, 09:18:05 »
sinceramente Stan non l ho trovato così 'out of the blue', anzi.
Nel pilota ha in mano la pista dell'auto ed entra di notte nel garage di casa Jennings non trovando nulla di sospetto. poi diventa amico di Phil e abbassa la guardia - come fa spesso quando è coinvolto personalmente - e infatti, come spiega a Phil a metà S06, si 'autogiustifica' gli orari di rientro a casa dei Jennings con il classico 'troppo lavoro'.
è il discorso ambiguo di Henry e la contemporanea assenza di phil e liz che gli accende (giustamente) la classica lampadina

insomma, fermo restando che stiamo parlando di un'opera di fantasia ovviamente romanzata, per me 'fila' perfettamente..
come del resto fila pure tutta la situazione che si sviluppa nel garage.

Ma in generale quasi tutte le situazioni di questo genere in TA filano via benissimo senza rovinare la sospensione d'incredulità e non dando mai l'impressione che i personaggi facciano cose forzate o out of character per esigenze di trama. E' questo uno dei grandi meriti narrativi di questo show che, a mio modesto parere, lo innalza nettamente al di sopra del resto della produzione seriale recente  :metal:

kitana25

  • La mazza come costante di vita | Rovinatrice di meet | il.busto tutor del mio cu...ore | Proud #Mammutspamm'amamm't | capera inciucessa | #TeamFrollaNOT | impastatrice di scritte a video
  • *
  • Post: 2621
  • Sesso: Femmina
  • Mi piace spammare
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #107 il: 21 July 2018, 09:23:19 »
Che pugno allo stomaco. Finale meraviglioso. La scena in garage mi ha tenuta in tensione e con le lacrime agli occhi tutto il tempo. With or without you con Paige sulla banchina :T_T: Stan e Henry :T_T: Il padre di Oleg :T_T: Stan distrutto :T_T: Mi aspettavo di piangere la morte di qualcuno e invece sono stati capaci di fornire il finale più triste di sempre lasciando tutti i personaggi vivi. E soli.

Mi ha fatto un po' storcere il naso che sul treno nessuno degli agenti abbia battuto ciglio con Elizabeth e Philip. È vero che erano in disguise, però di entrambi avevano quattro identikit, tra cui anche quelli con il loro vero aspetto, mi è sembrato un po' forzato che a nessuno sia venuto in mente anche solo, che so, di consultarsi con gli altri agenti. Anche la storia di Renee mi ha lasciata con il nervoso. Posso sopportare che ai personaggi non venga dato sapere tutto (la storia di Mischa e il doppio gioco di Nina ai danni di Stan mi fanno ancora magonare), perché questa è la vita e The Americans si è distinto per la crudezza, ma almeno noi spettatori ci meritavamo di non restare con il dubbio :?$%&:

Anche la scena finale mi ha lasciata male. Philip ed Elizabeth alla fine hanno ottenuto ciò che volevano (principalmente Elizabeth): sono tornati in patria. E i figli già sembrano un lontano ricordo, tanto ormai sono grandi, noi li abbiamo cresciuti e tanti saluti, adesso pensiamo a vivere la nostra nuova vita. Però mi sembra comunque perfettamente in character.

Un commento un po' a caldo, vorrei prendermi del tempo per leggere i vari commenti e analizzare meglio tutto. Intanto che viaggio fantastico che è stato :cry:
you fit into me
like a hook into an eye

a fish hook
an open eye

Avon B.

  • The Todd
  • Post: 179
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #108 il: 31 July 2018, 13:54:34 »
Arrivo tardi, ho visto tutta la stagione in tre giorni... non posso che accodarmi alla standing ovation.
Dopo una quinta stagione molto sotto tono una sesta praticamente perfetta.

Solo qualche nota, chiedo scusa se ripeterò cose già dette ma ho letto i commenti al volo e sono tanti e lunghi (quanto interessanti).

Paige: io non credo che il "sentirsi americana" abbia contato come ragione principale dell'abbandono. E' sempre stata a differenza dello spensierato fratello una teenager infelice, con pochi amici, che si è legata a due persone (adulte) in particolare, Pastor Tim, facendosi coinvolgere dalla causa religiosa, e Claudia, da quella diciamo "politica". Sicuramente ha fatto più il risentimento verso le bugie continue dei genitori, ma non credo sia un caso che al ritorno a casa non vada certo da Stan o da altri ma all'appartamento di Claudia a farsi una vodka a scolo ( :love:) . E' una ragazza persa, non americana, non russa, semplicemente sola che non sa più a cosa credere.

Stan e Oleg, i due innamorati della stessa donna, ne escono probabilmente come i più umani. Ovvio che nella realtà un agente dell'FBI non lascerebbe andare nemmeno suo fratello se sospettato di quello che avevano fatto Phil&Betty ma in fondo anche lui ne esce come un uomo solo, con il dubbio finale pure sulla compagna. Oleg invece sembrava il meno "idealizzato" dei sovietici ma finisce per essere l'unico a cui interessa più di una causa giusta che della propria libertà.

Il bello del finale "aperto" è che basandosi su un periodo storico realmente esistito è facile immaginare che da li a pochi anni basterà a Henry prendere un aereo per Mosca nel caso volesse reincontrare i genitori. La morale è l'atrocità di una guerra, fredda ma pur sempre guerra, e l'impossibilità per chiunque di uscirne realmente vincitore.

Grande serie, non entra nelle mie super top perchè è giusto ricordare anche i momenti di calo delle stagioni 3-5...ma questa ultima stagione davvero a livelli eccezionali. Già mi mancano.
i'm just a gangsta I suppose

https://www.youtube.com/watch?v=q97IfBOIR5Q

"Ha pochi stracci dove inciampare, non gli importa di alzarsi neppure quando è caduto" (FdA)

Manuela80

  • Peggy Olson
  • Post: 1421
  • Sesso: Femmina
  • Lost for Lost
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #109 il: 1 August 2018, 21:30:14 »
Quel Mi hanno finalmente scoperto di Phillip mi ha stesa.

E poi è stata commozione fino alla fine  :T_T:

Sono salvi ma niente lieto fine, dovendo dire addio ai figli. Henry forse se la caverà, con l'aiuto di Stan, Paige non so come farà a vivere in clandestinità, sempre se dovrà farlo. E' positivo però che almeno Henry non rimanga solo al mondo. Povero Stan, il loro confronto mi ha distrutta. E vivrà col dubbio, instillato da Phillip (che quindi ha sempre saputo) che Renee possa essere una spia come loro.

Addio The Americans, già mi manchi.

Losonese

  • Jerry Gergich
  • Post: 32
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #110 il: 3 August 2018, 23:05:51 »
E' la quinta o sesta volta che rivedo l'ultima puntata e ancora non riesco a trattenere le lacrime.....Finale assolutamente fantastico, quando attacca Brothers in arms scendono le prime ma quando si sente with or without you la cascata non si ferma. Fantastica Keri Russel con le sue espressioni, Matthew Rhys e Holly Taylor per l'intensità e Noah Emmerich per l'umanità che ha saputo trasmettere. Questa serie mi mancherà davvero e non posso fare altro che metterla tra le migliori mai viste e con il finale più bello. Grazie THE AMERICANS per le emozioni che mi avete dato. :love: :love: :love:
Serie seguite : Pretty little layers, Homeland, American Horror Story, Major crimes, Person of interest, The Following, Transporter, Zero Hour, Touch, The Killing, The Bridge, Under the Dome

wolf74

  • Jerry Gergich
  • Post: 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #111 il: 7 August 2018, 00:39:33 »
Finito oggi di vedere la serie. Finale stupendo.
Mi rimangono solo tre dubbi (almeno quello più grandi):
- Renee è una spia russa? Qua non ho trovato alcun indizio, potrebbe esserlo come non. Io sarei più propenso che lo fosse, giusto per le parole di Philip durante il faccia a faccia con Stan nel garage, quando gli ha detto che secondo lui avrebbe potuto essere una spia anche se non e era sicuro.
- Il sogno di Elizabeth. Cosa significa? Sicuramente gli autori non l'hanno messo lì tanto per. Non penso sia riferito al fatto che lei non volesse avere figli, anche perché alla fine era straziata tanto quanto il marito di averli "persi". Poi perché era a letto con un uomo che non fosse Philip? Il fatto che fosse di colore è un caso o aveva un qualche significato (la domanda non è ironica, lo chiedo per essere sicuro di non essermi perso alcun passaggio, tipo quell'uomo è qualcuno che si è visto nella serie?)?
- Paige. Qui vado controcorrente. Per me non è scesa perché si sente americana, tantomeno per badare al fratello, anche perché, in questo caso, non è vi è il minimo riferimento o indizio che possa avvalere tale ipotesi. Al contrario, hanno fatto vedere Stan allo stadio del ghiaccio che parlava con Harry e gli poggiava la mano sul ginocchio, in modo paterno. Qui chiaramente ci sono riferimenti in tal senso ed è giusto pensare che Stan possa essersi preso cura di lui. Per Paige io non ho visto nulla che lo facesse presupporre. Al contrario, penso che Paige sia tornata indietro, perché lei è una che "vuole fare la differenza", tornando in Russia sarebbe solo la figlia di una coppia oramai "normale" e non avrebbe modo di mettere in pratica le sue ideologie. Poi, scena per me molto simbolica, lei ritorna a Washington (il fratello invece sta al college da un'altra parte), nella casa-covo del KGB, dove ha condiviso con la madre i forse unici momenti sinceri e "normali", come tra madre e figlia, tipo quando parlavano della loro prima volta, del sesso, dei ragazzi. Non ultimo anche la scena della vodka, probabile (sempre secondo me) riferimento a simboli e valori dell'URSS. In sostanza, se lei è rimasta in USA perché si sentiva americana, abbandonando la strada, le ideologie sovietiche, perché far vedere che invece si era recata proprio in quel rifugio dove spie sovietiche avevano operato per tutti questi anni?

Manuela80

  • Peggy Olson
  • Post: 1421
  • Sesso: Femmina
  • Lost for Lost
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #112 il: 7 August 2018, 08:22:08 »
Poi perché era a letto con un uomo che non fosse Philip? Il fatto che fosse di colore è un caso o aveva un qualche significato (la domanda non è ironica, lo chiedo per essere sicuro di non essermi perso alcun passaggio, tipo quell'uomo è qualcuno che si è visto nella serie?)?

Quello è Gregory Thomas, attivista reclutato da Elizabeth, oltre che suo amante nei primi anni dei matrimonio con Phillip. Non ricordo in che episodio delle serie precedenti muore, comunque è un personaggio importante nella vita di Elizabeth, ci sta che lo sogni in un momento così cruciale.

wolf74

  • Jerry Gergich
  • Post: 16
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #113 il: 7 August 2018, 08:52:52 »
Quello è Gregory Thomas, attivista reclutato da Elizabeth, oltre che suo amante nei primi anni dei matrimonio con Phillip. Non ricordo in che episodio delle serie precedenti muore, comunque è un personaggio importante nella vita di Elizabeth, ci sta che lo sogni in un momento così cruciale.

Ok, me l'ero perso, ho visto la serie dal primo giorno nel corso degli anni e qualcosa sicuramente l'ho dimenticato. Grazie. Comunque già mi mancano tantissimo i Jennings.
Ora sono un po' spaesato, non so che guardare  :cry:

ottobre_rosso

  • Richard Castle
  • Post: 3383
  • Sesso: Maschio
  • Comm. Ramius
    • Mostra profilo
    • SicurAUTO.it - Automobilisti sicuri e informati
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #114 il: 7 August 2018, 10:51:37 »
perché far vedere che invece si era recata proprio in quel rifugio dove spie sovietiche avevano operato per tutti questi anni?
c'è da considerare anche il fatto che a casa non poteva tornare, così come nei luoghi precedentemente frequentati pubblicamente. La casa-covo del KGB rappresenta l'unico tetto sicuro per lei
SicurAUTO.it - Informazione indipendente per la sicurezza e i consumatori
La più ricca fonte d'informazione sui Crash test, il Codice della Strada, la Garanzia Auto,la Guida Sicura e... tanto altro ancora

peperuta

  • PERPETUA MEZZOSANGUE GINGER MALEFICA
  • Ron Swanson
  • Post: 38507
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #115 il: 24 September 2018, 14:37:21 »
anche io sono arrivata alla fine :resa:
mi è dispiaciuto molto non commentare in pari con voi, ma ho avuto una specie di blocco psicologico dopo la 5 stagione, perché confesso che tra molti episodi che ho trovato noiosi, quella scena a casa di Oleg dove stanno zitti per 20 minuti passandosi l'insalata di tonno mi aveva levao la voglia di vivere e di continuare.

Poi però mi sono decisa.

Cercherò di essere breve perché avete già detto tutto voi e anche perché arrivo tardi quindi forse lo leggeranno in due questo commento.
Il finale e la stagione sono stati superlativi. Una tensione davvero papabile che forse non avrei sopportato con un appuntamento settimanale (plauso a voi che ce l'avete fatta).
Vorrei dire che tutta la serie si è sempre mostrata molto attenta a rappresentare le relazioni umane e nel finale ne abbiamo la prova: la faccia di Stan nel garage penso non me la scorderò mai, con quella delusione mista a dispiacere, ma quella sensibilità che gli fa superare il suo ruolo istituzionale. Elizabeth che dopo essersi resa conto di aver combattuto solo per compiacere un gruppo di guerrafondai che non volevano perdere la poltrona, si ricorda di essere mamma (mi ha ucciso lo sguardo disperato a Paige).
Paige che non ha motivo per andare in Russia, non ha motivo per fare la spia, perché la sua unica intenzione era compiacere sua madre. Poi si rende conto che non vuole essere assolutamente come sua madre. Vuole esserci per suo fratello, loro sono gli americani.
E Philip beh, è stato sempre il migliore per me. L'unico con una coscienza che gli impediva di andare avanti a mentire, a uccidere, a compiere azioni contro un paese che però lo aveva accolto e dove viveva bene.
Alla fine quando arrivano in Russia, anche Elizabeth l'ho trovata smarrita, perché anche se si rifiutava di ammetterlo tornare nella sua amata patria l'ha fatta titubare quando si è trovata effettivamente sul suolo russo.
Sono molto dispiaciuta per Oleg ma appunto, mi piace pensare che dopo qualche anno visto che le cose cambieranno, potrà uscire di galera.

Ah e poi IO NON DIMENTICO che su Stan avete quasi sempre buttato cacca tutti quanti :XD: invece a me è sempre piaciuto e lo sapevo che alla fine avrebbe dimostrato la brava persona che era.
Alla fine anche l'espediente che gli fa comporre il puzzle mi è piaciuto: è vero che li aveva accanto a casa, ma è anche vero che non è che stava sempre a controllare a che ora uscivano o rientravano (cioè non è che era tipo comare sempre dietro le tende a spiare la gente, pure lui aveva da fare) e che loro erano maestri nel passare inosservati. E' stato fondamentale Henry, che gli ha ribadito che era cosa frequente il dover uscire nel mezzo della notte. Allora si, gli è scattato qualcosa. Per me è stato plausibile.
Su Renée io non ho mai pensato fosse del KGB, anche perché l'avrei trovato anche un po' ridicolo (e forse per quello ci hanno lasciato nel dubbio). Nel senso: già il centro sapeva che quest'uomo aveva come vicini Philip e Elizabeth, piazzargli in casa pure una fidanzata è francamente troppo, sarebbe stato accanimento. Senza motivo tra l'altro, perché un agente dell'FBI non scende in particolari sul lavoro nemmeno coi familiari. Anche far entrare una spia russa nel KGB è una mossa azzardatissima, soprattutto a causa dell'identità falsa, non è così semplice entrare. E' molto più facile come hanno agito per Martha, ovvero circuire una cittadina americana che lavora lì e che ha accesso alle informazioni, non un agente sul campo che comunque non può raccontare i particolari delle operazioni manco alla moglie.
Tutto sto discorso per dire che per me Renée non è una spia. Ma vivremo nel dubbio.

Comunque un viaggio bellissimo, mi mancheranno  :T_T:

Grazie a tutti voi per i commenti, ai traduttori e ai moderatori.
Perù è come una navicella che per combustibile ha l'amore

LestatDeLioncourt

  • Jerry Gergich
  • Post: 48
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #116 il: 27 September 2018, 16:08:13 »
"The americans" ha rappresentato una serie unica nel suo genere.Sempre coerente,senza quasi mai sentire l'esigenza di andare fuori binario,di strafare...ha mantenuto inalterato il suo spirito e si e' giocata le sue carte in modo accurato,preciso...basandosi sulla bravura degli interpreti,della regia e della sceneggiatura.
Sei stagioni per dipingere un affresco importante,al quale talvolta probabilmente e' mancata quella pennellata capace di sconvolgere,di stupire...ma il livello e' sempre stato alto,e appassionante per chi si e' lasciato catturare.
La sesta stagione e' stata la migliore,segno che il crescendo ha portato a un risultato piu' che significativo.Pochissime note stonate,un percorso che pochi possono vantare.
"The americans" e' una serie sulla solitudine,piu' di ogni altra cosa.E l'aspetto crime,thriller,o da dramma intimista,o da romanzo di formazione,e' comunque secondario rispetto alla solitudine e alla perdita di identita'.
Paige e' emblematica da questo punto di vista.Il suo finale la vede nessuno,nella terra di nessuno.
Elisabeth "giocata" e quasi vittima delle sue convinzioni.Philip cerca di reggere la baracca in un commovente mix di timore e rassegnazione.

Loro due,i protagonisti,che tornano in patria...soli,ormai soli...quelle luci,quello sguardo al futuro...sono la faccia di una serie che ha fatto la differenza.

Frank Jaeger

  • Clara Oswald
  • Post: 56
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #117 il: 15 October 2018, 16:37:15 »
E finalmente dopo mesi intensi di lavoro sono riuscito a concludere questa serie che ho amato alla follia fin dal primo episodio visto nel lontano 2013.
Finale e intera stagione decisamente belli ed emozionanti, credo che il lato drammatico sia quello ad aver risaltato di più durante queste ultime 10 puntate.
Più si andava avanti con gli episodi più empatizzavo con i protagonisti provando quasi reale dispiacere nel vedere ,ad esempio, Philip fallire con la sua agenzia di viaggi o uno Stan mortificato nello scoprire che il suo migliore amico altro non era che una spia sovietica.
Bellissima la scena finale dove Elizabeth dice, fantasticando su una loro eventuale vita da civili, che magari si sarebbero incontrati e conosciuti comunque in bus mentre andavano a lavoro, quasi a suggellare il fatto che entrambi si amino a tal punto che le loro vite fossero destinate a incrociarsi in ogni caso.
Ha fatto un po' strano vederla così sciolta e "dolce" anche perchè per tutta la serie tra i due protagonisti lei era senza dubbio la più distaccata e devota alla causa comunista.
Non so voi ma è da quando ho visto l'ultima puntata che penso ad alcune parti di trama che sono (volutamente) restate aperte:
Phil rivedrà finalmente suo figlio? Stan si è bevuto davvero il fatto che loro due fossero delle semplici pedine che passavano delle informazioni e non degli assassini freddi e spietati? Come avranno vissuto i due la ormai imminente di lì a poco (1989) caduta dell'ideologia comunista e dell'Unione Sovietica? In ultimo Paige continuerà a fare la spia?
Altra grande menzione per Oleg, che pur di non tradirli e di far fare a loro la sua stessa fine scuote la testa quando il suo amico Stan lo invita a riconoscerli nella foto e cerca quasi di spingerlo a confessare per poterlo poi aiutare a non finire la sua vita in carcere.

Per me finale perfetto come Breaking Bad e The Wire, e mi dispiacerà un sacco non vedere più questa serie , anche se oggettivamente meglio sia finita così anche perchè la quinta stagione dava alla luce i primi problemi riguardo la mancanza di idee a livello di trama.
Già mi mancheranno la bella e terribilmente affascinante Keri Russel e il bravissimo e carismatico Matthew Rhys(spero di poterli vedere presto in qualche altra serie).
In ogni caso grazie alla FX per averci creduto nonostante gli ascolti e i riconoscimenti praticamente nulli a questa straordinaria serie.
Aspetto l'uscita dell'edizione completa in blueray per riguardare la serie.
"Una volpe in difficoltà è molto più pericolosa di uno sciacallo"

Ziolepr8

  • Annyong Bluth
  • Post: 611
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #118 il: 23 October 2018, 15:29:29 »
Finito anche io, non condivido i toni entusiastici.

Prime due stagioni decenti, anche per via di una regia meno banale del solito.
Poi una rottura di coglioni abnorme per altre 3.
La sesta e ultima sarebbe anche interessante, se non fosse per un aspetto alquanto comico, e cioè che Stan chiude il cerchio sulle spie non perchè succeda o facciano qualcosa di particolare o capiti una sorta di cataclisma incontrollabile, ma semplicemente perchè si rende conto, durante una chiacchierata in macchina col figlio di questi, che l'impianto su cui poggia la credibilità dell'intera serie è un po' una stronzata. Pensateci, fondamentalmente è quello che succede. Se hai due spie che lavorano per anni sotto copertura, e di punto in bianco uno si accorge non di una traccia o di un errore, ma semplicemente che non ha senso la copertura, non hanno senso manco le spie.

In generale, tanti momenti morti e personaggi nucelarizzati a cazzo di cane qua e là. Quando la regia molto curata delle prime stagioni è sparita e sparito anche il "sale" del racconto.

A ben pensarci, storia tenuta in piedi giusto dalla bravura di Noah Emmerich e sopratuttto di Matthew Rhys.

Non da buttare, ma personalmente non lo rifarei.

N.Senada

  • Peggy Olson
  • Post: 1435
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] The Americans S06E10 - START (Series Finale)
« Risposta #119 il: 23 October 2018, 15:57:17 »
se le 'altre 3' per te sono una rottura di coglioni (parole che io userei per una delle millle serie 'normali' che ci sono in giro, non per TA) allora è ovvio che non condividi i toni entusiastici del resto del topic

Non c'è niente di comico a riguardo di Stan semplicemente perchè un conto è osservare delle persone 'dall'esterno' e un altro è avere un parere schietto da chi ci vive assieme tutti i giorni. Due modi divesi di 'avere informazioni' e due percezioni delle situazioni totalmente diverse.

Ma poi Stan non fa mica 2+2 grazie al discorso con henry eh, è il casino che succede nella puntata 6 o 7 con la contemporanea partenza di phil e liz di punto in bianco ad accendergli la classica lampadina.
Non a caso succede la stessa cosa all'inizio della serie quando ha in mano l'indizio dell'auto, nota che i suoi vicini di casa hanno lo stesso modello, entra nel garage di notte, non trova nulla e si mette il cuore in pace.

La serie non è certo votata al realismo ma ha cmq una forte verosimilità di base, il che non è affatto poco al giorno d'oggi