Autore Topic: Northern Exposure [CBS] [Drama]  (Letto 2067 volte)

adrianok

  • Jerry Gergich
  • Post: 2
    • Mostra profilo
Northern Exposure [CBS] [Drama]
« il: 8 June 2013, 09:12:48 »
Salve, stavo riesumando quasta eccezionale serie. fino alla serie 4 l'ho in ita, la 5 e 6 con sub in inglese. Posto che non ho trovato nell'universo i sub ita, avrei anche deciso di sbattermi per tradurre io i sub inglesi che ho in italiano. C'è qualche strumento che mi puo' semplificare la vita?
« Ultima modifica: 8 June 2013, 09:17:26 da marylena »

marylena

  • Un po' Santa, un po' Strega.
  • Dean Winchester
  • Post: 9439
  • Sesso: Femmina
  • Barbabelle
    • Mostra profilo
Re: Northern Exposure [CBS] [Drama]
« Risposta #1 il: 8 June 2013, 09:21:20 »
Visto che hai aperto in quest'area potresti postare qualche altra informazione in modo che anche altri conoscano i contenuti di questa serie?

Su tvrage: http://www.tvrage.com/shows/id-4686

Per quanto riguarda il programma da usare dipende da che computer hai. Noi consigliamo VisualSubSynch, ma trovi tutte le informazioni qui.

adrianok

  • Jerry Gergich
  • Post: 2
    • Mostra profilo
Re: Northern Exposure [CBS] [Drama]
« Risposta #2 il: 9 June 2013, 08:46:29 »
Bè pensa un po' che ho sempre pensato fosse una serie canadese e non USA... ma in fondo fa parte del "mito" di Cecily confondere le idee..., Cecily è la cittadina persa nel nulla dell'Alaska dove si svolgono le vicende di questa serie. Inutile che vi dica la trama ( un medico newyorkese viene suo malgrado costretto ad esercitare in una sperduta cittadina dell'alaska ... ecc. ecc.) poichè la trovate su wiki e non rende giustizia alla complessità degli eventi che si susseguono. Northern Exposure è una fiaba stupenda, in cui vengono affrontati in maniera ironica ma molto profonda temi filosofici, il senso della vita, il rapporto dell'uomo con la natura e se stesso. Da ogni puntata si riceve un insegnamento, si esce "cresciuti", il tutto grazie alle interazioni tra i vari personaggi della serie; a partire dal protagonista, appunto il dottorino sperduto newyorkese, che all'inizio odia tutto e tutti, non si adatta all'ambiente "selvaggio" e porta tutti gli stereotipi dell'uomo di città, anzi ... peggio... dell'uomo di NY ! Ma poi puntata dopo puntata cresce ( il tutto portato in tv con scene a volte surreali, di sogno, in cui spesso si parla all'incosnscio) fino arrivare alla fine ad essere un uomo ( o un animale? ) ben diverso.
Detta cosi' lo so, sembra una palla surrealista, ma vi assicuro che è una commedia divertente e tutti questi temi sono affrontati col sorriso sulle labbra, tanto per farvi capire riporto un breve dialogo tra due protagonisti della storia:

Ed: - Dove vivono i tuoi figli Ruth Ann?
Ruth Ann: - Rud vive a Portland, fa il camionista e nel tempo libero scrive poesie pastorali; Invece Matthew, quel ragazzo era una vera promessa.
Ed: - Perché cosa gli è successo?-
Ruth Ann: -Vive a Chicago, fa il consulente finanziario-
Ed: - E' una cosa terribile-
Ruth Ann:- La vita è piena di sorprese,ma alcune sono belle, altre meno...

Si, insomma il senso finale è: ma siamo sicuri che il correre sempre, l'accumulare beni e ricchezze, lavorare comunque e sempre ( ma per cosa poi...?) sia piu' importante? O ogni tanto è bene fermarsi e godere di quello che abbiamo, che ci circonda?

Se mai vi accingeste a guardarla, tenete comunque presente che è una serie del 1990  :eha: ( quindi il ritmo magari non è frenetico come in quelle attuali), non ci sono superfighi che sanno tutto e risolvono tutto con 2 click su una tastiera ( ah ... ma sapevamo cos'era internet nel '90?), i protagonisti sono persone semplici che affrontano la vita. In italia è uscita in dvd solo la prima serie ( ovviamente essendo una trasmissione intelligente da noi non ha avuto successo...), quindi bisogna ritrovare i vecchi episodi trasmessi allora da rai due o canale 5 credo o ciucciarsela in inglese, ma proprio per la finezza delle battute lo sconsiglio a chi non mastica bene la lingua.
Personalmente è una delle serie tv piu' belle mai trasmesse, ( come stile mi viene ora in mente di associarla a Due South), e a suo tempo vinse  Golden Globes e Emmy Awards, vi rimando a questo sito per una recensione sicuramente migliore della mia:
http://www.cinematascabile.com/serie-tv/rubrica-serie-tv-un-medico-tra-gli-orsi-northern-exposure/

Ah, giusto per info, in Italia venne trasmessa col titolo " Un medico tra gli orsi " ( un applauso a chi lo ha scelto... :suicidiosenzafronzoli:). Se mai la guarderete attenzione ... l'  "esposizione al nord"  porta forti effetti collaterali ...

Post unito:  9 June 2013, 07:41:47
Per quanto riguarda il programma da usare dipende da che computer hai. Noi consigliamo VisualSubSynch, ma trovi tutte le informazioni qui.

Ok grazie faro' un po' di prove!

Post unito:  9 June 2013, 08:46:29
Ecco un breve estratto, giusto per capire meglio:


-kikka-

  • Clara Oswald
  • Post: 91
    • Mostra profilo
Re: Northern Exposure [CBS] [Drama]
« Risposta #3 il: 25 March 2016, 17:06:57 »
Ho guardato il pilot, qualche episodio, velocemente, della quarta stagione e l'episodio della storia di Cicely :zizi:
Ho sempre evitato di guardarlo, perché dal titolo italiano, avevo davvero l'idea che c'era un medico che se ne andasse a spasso con gli orsi :XD:

Non avrei dovuto farlo. L'avessi visto 10-15 anni fa, sarebbe stata una delle mie serie preferite  :interello:

Praticamente Everwood e Hart of Dixie, e in generale tutte quelle serie di provincia, sperdute e fuori dal tempo, che abbiamo visto in questi vent'anni, non sarebbero state le stesse senza questa serie  :interello:
E' la classica serie che ti entra nel cuore e dopo vent'anni ricordi con nostalgia, dicendo che "non se ne fanno più di serie così" :zizi:
Non penso che continuerò però, perché non ho il tempo materiale, e perché la serie, nonostante la sceneggiatura molto buona, è invecchiata male :XD:

Cmq ho scoperto che uno dei creatori è lo sceneggiatore di The Americans che ha scritto "Do Mail Robots Dream of Electric Sheep?"  :interello:    :riot:

There are always embers that remain, just waiting for a whisper of oxygen to spark things again

C.H.I.P.S.

  • Peggy Olson
  • Post: 1091
    • Mostra profilo
Re: Northern Exposure [CBS] [Drama]
« Risposta #4 il: 17 January 2017, 11:47:22 »
Ho iniziato da poco lentamente a recuperarla
All'epoca vedevo qualche episodio ogni tanto ma senza grande attenzione. Ricordo che la davano al mattino su rai2 ed io ero poco più che bambino
Una serie quasi fuori dal tempo
Sono passati 25 anni e sembra ieri. Mi ha messo un pò di malinconia e la sensazione che il tempo passa troppo in fretta

La serie è stupenda, quasi per animi puri e disincantati
Oggi sarebbe impossibile fare qualcosa del genere...troppo smaliziato e cinico il pubblico odierno per apprezzarla

Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Dean Winchester
  • Post: 9214
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Northern Exposure [CBS] [Drama]
« Risposta #5 il: 17 January 2017, 14:17:22 »
La mia serie del ventesimo secolo preferita (a parte quelle di Star Trek). In realtà è più evoluta di quello che sembra e non è invecchiata così male.

Peccato che in Italia sia uscita in dvd solo la prima stagione e nessuno abbia sottotitolato le altre.
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero