Sondaggio

Che voto dai a questo episodio?

0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Autore Topic: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"  (Letto 30815 volte)

°elizabeth°94

  • Peggy Olson
  • Post: 1431
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #240 il: 6 January 2016, 00:24:14 »
Ma... nessuno riguardo l'omaggio al signor Creosote? Ma dai?
Ci avevo pensato anch'io quando sullo sfondo,tra i dolci,ho visto l'ananas.Poi quella dei Monty Python era una metafora sul potere che tutto divora,quindi forse hai ragione. :)
« Ultima modifica: 6 January 2016, 00:36:27 da °elizabeth°94 »

Sherlockata

  • Piper Chapman
  • Post: 5957
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #241 il: 6 January 2016, 00:33:25 »
Mi fa DAVVERO piacere che qualcuno l'abbia notato!!!  :beer:


PS
Scusate se lo dico ma è un CLASSICO dello british humor...
“L’universo è solo un vuoto crudele e indifferente, la chiave per la felicità non è trovare un significato, ma tenersi occupati con stronzate varie fino a quando è il momento di tirare le cuoia”.
Mr. Peanutbutter (da BoJack Horseman)

zuppid

  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 13837
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #242 il: 6 January 2016, 00:46:56 »
'Kay!Ho rivisto le scene in aereo.Resto della mia convinzione,solo la terza è reale  :zizi:  lui non parla del caso Ricoletti agli altri
IHMO,chiaramente  :hug:
<3 I SHIP ZUPPETTA PRETTY HARD <3

°elizabeth°94

  • Peggy Olson
  • Post: 1431
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #243 il: 6 January 2016, 00:50:55 »
Mi fa DAVVERO piacere che qualcuno l'abbia notato!!!  :beer:


PS
Scusate se lo dico ma è un CLASSICO dello british humor...
Forse è proprio questo il problema,che è humor troppo british :XD: troppo assurdo e bizzarro e secondo me non facilissimo da capire,per chi non è britannico.

X-Silvia

  • Melinda May
  • Post: 507
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #244 il: 6 January 2016, 01:06:08 »
Per quanto riguarda la questione "sogno o son desto"...
I salti avanti e indietro dall'epoca vittoriana al presente sono stati un po' stranianti, in particolare mi ha mandato in confusione il pezzetto prima dei titoli di coda.
Dopo averci pensato su, la mia conclusione è stata che il Mind Palace "dopato" sia uno stato influenzato dalla parte cosciente di Sherlock, ma non controllato da essa. Cioè, le domande a cui Sherlock deve dare risposta e le nozioni presenti nel suo cervello "orientano" ciò che il Mind Palace produrrà, ma il prodotto ha "vita propria", come un sogno. Infatti penso proprio che tutto il processo si svolga con Sherlock in stato di incoscienza più o meno profondo.
Le volte in cui Holmes dice, quasi tra se e sè di dover andare più a fondo, o quando dice "He" al posto di "She", sono i momenti in cui fa capolino la parte cosciente di Sherlock e quando Sherlock è prossimo alla piena coscienza (sia quando sta per "risvegliarsi", sia quando sta per riperdere i sensi) allora si ha una sorta di compenetrazione tra il passato ed il presente: Holmes pensa di essere stato su un jet e Sherlock sente Watson che gli chiede che droga ha preso.
Il pezzetto prima dei titoli di coda me lo spiego con Sherlock che, durante il tragitto verso Baker Street, ancora sotto l'effetto delle droghe, fa una sorta di sogno ad occhi aperti, o torna ad immergersi nei suoi pensieri e lascia che il racconto vittoriano abbia un'appropriata conclusione, ma siccome, pur essendo assorto, è cosciente, la conversazione tra Holmes e Watson riguarda anche il futuro, che poi vediamo apparire fuori dalla finestra.

Siete riuscite a farmi venire dei dubbi, ma continuo a ritenere che la prima scena sull'aereo sia vera.
Se fosse vera solo l'ultima, avrei l'impressione che mancassero dei pezzi e soprattutto, come dice Citation, John e Mycroft sono troppo calmi per essere saliti su quell'aereo ed essersi trovati davanti Sherlock incosciente, imbottito di droghe ed in preda ad una qualche forma di overdose (soprattutto se si considerano i recenti "problemi di salute" che ha avuto).

Un po' come la cravatta che indossa nelle scene moderne dell'episodio che è completamente diversa da quella che si vede indossa alla fine di His Last Vow.  :XD:

Ah ecco, mi ricordavo che durante setlock si fosse menzionata la cravatta di Mycroft e pur avendola "tenuta d'occhio" in questo episodio, non ero andata a controllare quella di HLV.
E' per farci impazzire ulteriormente con il dubbio che sia tutto Mind Palace e poi uscirsene dicendo che è solo un blooper? :asd:

Ah, sono l'unica che si è spaventata quando lo scheletro si è mosso? xD ho pensato "wtf"

Io in realtà stavo aspettando che succedesse qualcosa, perchè quei vermi e lo stato del cadavere non mi convincevano nemmeno un po'.

la scena piu' bella? Holmes e Moriarty alle cascate, e Watson che finalmente dopo due secoli esce dalla pagina e si prende la rivincita che ha sempre meritato. quando compare, stavo per fare la hola.

Anch'io.
...e quando ha scaraventato Moriarty giù per la cascata con una pedata, sono scoppiata a ridere.  :XD:

Avevo iniziato a capire che si era deep in the mind palace non appena Sherlock ha sbagliato she/he

Per me è stato quello che mi ha dato la certezza, i dubbi mi sono venuti dal discorso di Sherlock prima di fare entrare Lestrade e dalla prima esposizione del caso che rieccheggiava troppo il suicidio di Moriarty.

Quando lo schermo ha iniziato a tremare ho seriamente temuto fosse esploso l'aereo  :XD:

Io invece, dopo che Moriarty ha detto che è l'atterraggio ad ucciderti, ho seguito l'atterraggio dell'aereo in preda all'ansia. :paura: :XD:

Una cosa stilistica che non mi è piaciuta sono stati gli articoli di giornale volanti.  :interello: carini eh ma per me no  :XD:

A me è sembrato un azzeccato adattamento all'epoca.
Io invece ho avuto problemi con la "transizione rotante della villa"...mi fa venire la nausea.

Mycroft "The Hutt" vittoriano :lol?:

Come ho scritto in un post pre-speciale, pensare ad un Mycroft vittoriano creato da Gatiss produceva nella mia mente immagini di Jabba The Hutt, ma dopo averlo visto circondato da tutto quel cibo, mi è venuto in mente più che altro...Obelix. :XD:

(clicca per mostrare/nascondere)

I'm Moriarty and Moriarty is me.

Anzi, no. Questo è Sherlock che parla via Moriarty.

Io direi che è Sherlock che parla come ritiene parlerebbe Moriarty.

Io penso che il fatto di essere in una versione del Mind Palace non debba tradursi in un "tutti i personaggi sono in realtà Sherlock".
Sherlock parla per bocca di Holmes, tutti gli altri li fa parlare, dicono ciò che Sherlock pensa direbbero in determinate situazioni.

Il rischio di restare per sempre intrappolato nella sua mente è reale... non so voi ma a me quando sembra sia tornato alla realtà (il litigio con John, il cimitero, ecc) e poi si rende conto che non è così, ha messo un'ansia addosso assurda.

A me no.
Per qualche motivo ero strasicura che sarebbe arrivato Watson a tirarlo fuori dai casini.

Più che altro, questa parte unita ad una cosa che dice Mary quando Sherlock si riprende, mi ricorda un lato negativo del Mind Palace: che non ci fanno vedere cosa succede "fuori".
Poco male in condizioni normali, ma quando Sherlock rischia la vita in presenza di certe persone, mi piacerebbe anche vedere cosa fanno le suddette persone.

Qui Mary dice a Sherlock che probabilmente è andato in overdose e io non posso fare a meno di pensare che in quel momento altri due dei presenti sull'aereo hanno, probabilmente, rischiato l'infarto.
Se poi penso a ciò che abbiamo visto nel mind palace e collego il momento critico al punto in cui Moriarty usa Holmes come un punching ball, non posso fare a meno di chiedermi se l'arrivo di Watson non coincida con qualcosa che John ha fatto nel "mondo reale".
...e niente...mi sarebbe piaciuto vedere anche quella parte. :shy:

Watson invece mi ha fatto ridere,geloso della notorietà del capo,misogino fino al midollo come il suo compare

Io non l'ho visto così.
Prova ad imitare i metodi di Holmes e quando pensa di averne azzeccata una, si dà un po' un tono (come da canone del resto), ma non l'ho visto come geloso. Io ho trovato molto significativo che abbia atteso l'uscita di Holmes per menzionare i segni della tisi, prendendosi anche lo sberleffo di Hooper.

Di misognia poi non ne ho vista proprio traccia, mi pare che in nessuna circostanza Watson manchi di rispetto, derida, o denigri una donna, o le donne in genere. Potrà essere tacciato di maschilismo, ma direi che Watson è semplicemente un uomo del suo tempo, che ritiene esistano ruoli ben definiti per uomini e donne.
Ruoli che però lui rispetta: Sir Eustace deride i compiti che si immagina attendano la moglie; Watson, invece, quando dice che demanderà alla moglie il compito di redarguire la cameriera non lo fa perchè la considera un'attività al di sotto del suo essere uomo, ma perchè non vuole invadere quello che ritiene il "terreno" della moglie...o almeno io l'ho vista così.
Ma io credo che la sua vera natura si veda all'obitorio e nella cripta.
Watson sa che Hooper è una donna, però lo tiene per sè, non lo ha detto nemmeno ad Holmes, e solo in risposta ad una provocazione rivela ciò che "ha osservato", ma lo fa in modo che solo la diretta interessata capisca, cosìcchè il suo segreto resti tale.
Watson potrà considerare quel lavoro non adatto ad una donna, ma rispetta la scelta e gli sforzi fatti da Molly (e chiaramente non dubita nemmeno delle sue capacità) e credo che quel congedarsi sollevando il cappello, non sia solo per salutare.
Quando Holmes gli chiede se non si sia accorto delle eccessive capacità della moglie, mettendo per l'ennesima volta in dubbio la sua abilità nell'osservare, Watson lascia che sia Mary a rispondere e si limita ad un mezzo sorrisetto trattenuto, come a dire che non solo è perfettamente conscio delle grandi capacità della moglie, ma che non ci trova assolutamente nulla di strano, soprattutto in relazione alla sua professione di infermiera (che se non erro all'epoca era considerata prettamemte femminile).
Ecco a me questo non sembra proprio il comportamento di un misogino.

Io invece non sono molto soddisfatta del "Elementary my dear Watson",è una frase nata al cinema,che nel Canone non compare mai,avrei preferito che non ci fosse.

Anche io ci sono rimasta un po' male a sentire quell'"Elementary my dear Watson".
Lo so che ormai è entrata a far parte dell'Universo Sherlock Holmes e che è da quello che i Mofftiss pescano, ma avrei preferito non sentirla mai in questa serie (o tutt'al più sentirla seguita da qualche battuta riguardo il suo non provenire dal canone).

Ma prima:
Moffat, Moffat, Moffat.
Lo so che vi piace prendervela con lui ma l'episodio è stato scritto (nel bene e nel male) anche da Gatiss. Sarebbe carino ricordarlo.

Grazie.

L'unica cosa che non ho proprio apprezzato e che mi darà sempre fastidio è l'inquadratura che finisce dritta nella bocca di Mark Gatiss. Per me è NO.

Concordo, pure io ho pensato che quello fosse un po' troppo.
Potrei provare a riguardarmi quel pezzo quando ho bisogno di farmi passare l'appetito! :XD:

Sherlockata

  • Piper Chapman
  • Post: 5957
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #245 il: 6 January 2016, 01:23:02 »
Forse è proprio questo il problema,che è humor troppo british :XD: troppo assurdo e bizzarro e secondo me non facilissimo da capire,per chi non è britannico.

Quoto. Sarà che ho vissuto lì 4 anni...
« Ultima modifica: 6 January 2016, 05:42:44 da Sherlockata »
“L’universo è solo un vuoto crudele e indifferente, la chiave per la felicità non è trovare un significato, ma tenersi occupati con stronzate varie fino a quando è il momento di tirare le cuoia”.
Mr. Peanutbutter (da BoJack Horseman)

rikyalbe

  • Dana Scully
  • Post: 15
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #246 il: 6 January 2016, 01:28:22 »
Salve a tutti, non sapevo dove postare questa domanda e ho aperto questo topic; spero di non aver sbagliato.
Alcuni amici mi hanno chiesto di vedere lo special al cinema, ma non hanno mai visto un episodio della serie. È fattibile? Senza spoilerarmi, ho letto su imdb che molte cose non possono essere capite da chi è completamente a digiuno della serie, volevo sapere la vostra opinione. Nel caso ci siano dei riferimenti diretti ad episodi precedenti me li potreste indicare? Nonostante abbia seguito tutta la serie, è passato del tempo... Grazie!!

°elizabeth°94

  • Peggy Olson
  • Post: 1431
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #247 il: 6 January 2016, 08:03:05 »
Io non l'ho visto così.
Prova ad imitare i metodi di Holmes e quando pensa di averne azzeccata una, si dà un po' un tono (come da canone del resto), ma non l'ho visto come geloso. Io ho trovato molto significativo che abbia atteso l'uscita di Holmes per menzionare i segni della tisi, prendendosi anche lo sberleffo di Hooper.
Solo perchè,come viene detto in seguito nella scena in cui Watson si arrabbia per la droga, tra lui e Holmes c'è un tacito accordo che tra i due è Watson quello che deve interpretare quello un pò stupido,perchè pensa che Holmes ne abbia bisogno,quindi le intuizioni intelligenti le riserva per quando Holmes non c'è.
Io un pò di gelosia l'ho vista nella scena della carrozza,quando fa finta che Holmes non ci sia,per non parlare del fatto che chiede anche ai muri cosa ne pensano dei suoi racconti...se non vera e propria gelosia,comunque ci tiene che l'amico non gli rubi tutta la scena.
Di misognia poi non ne ho vista proprio traccia, mi pare che in nessuna circostanza Watson manchi di rispetto, derida, o denigri una donna, o le donne in genere. Potrà essere tacciato di maschilismo, ma direi che Watson è semplicemente un uomo del suo tempo, che ritiene esistano ruoli ben definiti per uomini e donne.
Che Watson sia un prodotto del suo tempo siamo d'accordo,ma io "misoginia" lo intendevo come rafforzativo di maschilismo (a volte si usa con questo significato),ovviamente non penso che Watson odi le donne anche se,essendo per me il maschilismo una forma di razzismo,una certa avversione verso il genere femminile secondo me in un maschilista c'è sempre.
Ruoli che però lui rispetta: Sir Eustace deride i compiti che si immagina attendano la moglie; Watson, invece, quando dice che demanderà alla moglie il compito di redarguire la cameriera non lo fa perchè la considera un'attività al di sotto del suo essere uomo, ma perchè non vuole invadere quello che ritiene il "terreno" della moglie...o almeno io l'ho vista così.
Davvero? :XD: Io non ci ho visto il desiderio di non invadere il terreno della moglie,anche se non la deride come sir Eustace pensa comunque che sia un terreno di cui si devono occupare le donne perchè non sono faccende da uomini,che io traduco in"cose non abbastanza importanti e degne di nota perchè se ne occupi un uomo,che ha cose be più importanti da fare" (anche nei suoi libri le donne aprono solo la porta e servono il pranzo e non parlano,scusami ma io non ce lo vedo tutto questo rispetto).
Ma io credo che la sua vera natura si veda all'obitorio e nella cripta.
Watson sa che Hooper è una donna, però lo tiene per sè, non lo ha detto nemmeno ad Holmes, e solo in risposta ad una provocazione rivela ciò che "ha osservato", ma lo fa in modo che solo la diretta interessata capisca, cosìcchè il suo segreto resti tale.
Watson potrà considerare quel lavoro non adatto ad una donna, ma rispetta la scelta e gli sforzi fatti da Molly (e chiaramente non dubita nemmeno delle sue capacità) e credo che quel congedarsi sollevando il cappello, non sia solo per salutare.
Quando Holmes gli chiede se non si sia accorto delle eccessive capacità della moglie, mettendo per l'ennesima volta in dubbio la sua abilità nell'osservare, Watson lascia che sia Mary a rispondere e si limita ad un mezzo sorrisetto trattenuto, come a dire che non solo è perfettamente conscio delle grandi capacità della moglie, ma che non ci trova assolutamente nulla di strano, soprattutto in relazione alla sua professione di infermiera (che se non erro all'epoca era considerata prettamemte femminile).
Ecco a me questo non sembra proprio il comportamento di un misogino.
Ma rimane comunque il comportamento di un maschilista.Certo,riconosce l'intelligenza della moglie ma da quello che si vede nel resto della puntata si aspetta che la moglie stia sempre a casa (a differenza di lui,che può andarsene a spasso col suo amico come e all'ora che più gli aggrada) a occuparsi dei suoi pranzi e a controllare che la cameriera gli lucidi gli stivali come si deve,gli sfoggi di intelligenza della moglie gli vanno bene ma basta che non interferiscano col suo menage domestico quotidiano....con questo non dico che Watson sia un marito orribile,è il tipico uomo vittoriano come ce n'erano tanti nella sua epoca,ma sul suo concetto di rispetto verso le donne avrei qualcosa da dire.
Poi secondo me mostrare rispetto alla Hooper gli risulta facile anche perchè non si tratta di sua moglie,voglio vedere se si trovava per moglie una che lo lasciava senza pranzo per andare all'obitorio,qualcosa mi dice che la cosa gli sarebbe andata molto meno bene.

°elizabeth°94

  • Peggy Olson
  • Post: 1431
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #248 il: 6 January 2016, 08:18:45 »
Salve a tutti, non sapevo dove postare questa domanda e ho aperto questo topic; spero di non aver sbagliato.
Alcuni amici mi hanno chiesto di vedere lo special al cinema, ma non hanno mai visto un episodio della serie. È fattibile? Senza spoilerarmi, ho letto su imdb che molte cose non possono essere capite da chi è completamente a digiuno della serie, volevo sapere la vostra opinione. Nel caso ci siano dei riferimenti diretti ad episodi precedenti me li potreste indicare? Nonostante abbia seguito tutta la serie, è passato del tempo... Grazie!!
Una persona che non ha mai visto questa serie in vita sua di questa puntata capirebbe solo "il caso" ma non capirebbe tutto il resto,perchè ci sono grossi riferimenti al finale della terza stagione (e soprattutto della seconda).Non la consiglierei neanche come puntata per avvicinare un neofita a "Sherlock"perchè è un episodio che apparentemente chiude il cerchio su un certo arco narrativo (e anche importante),chi non ne ha visto l'inizio si spoilererebbe subito la fine quindi no,io a uno completamente digiuno della serie non lo consiglierei (anche perchè,senza entrare nei dettagli,per come è strutturata la narrazione,è complicato da guardare già per uno che conosce la serie a memoria,figuriamoci per gli altri).
« Ultima modifica: 6 January 2016, 08:21:29 da °elizabeth°94 »

EleanMore_

  • Visitatore
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #249 il: 6 January 2016, 08:32:24 »
Ci avevo pensato anch'io quando sullo sfondo,tra i dolci,ho visto l'ananas.Poi quella dei Monty Python era una metafora sul potere che tutto divora,quindi forse hai ragione. :)
Ananas?  :eha:
Scusate l'ignoranza ma di che ananas parlate? :XD:

EleanMore_

  • Visitatore
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #250 il: 6 January 2016, 08:36:50 »
Salve a tutti, non sapevo dove postare questa domanda e ho aperto questo topic; spero di non aver sbagliato.
Alcuni amici mi hanno chiesto di vedere lo special al cinema, ma non hanno mai visto un episodio della serie. È fattibile? Senza spoilerarmi, ho letto su imdb che molte cose non possono essere capite da chi è completamente a digiuno della serie, volevo sapere la vostra opinione. Nel caso ci siano dei riferimenti diretti ad episodi precedenti me li potreste indicare? Nonostante abbia seguito tutta la serie, è passato del tempo... Grazie!!
No,neanche secondo me è fattibile.A parte che come hanno già detto prima di me non capirebbero la conclusione di una certa storia,ma non capirebbero neanche la bellezza di certe scene (che apprezzi solo se conosci la storia che c'è dietro ai personaggi,la loro psicologia).

humilesmyricae

  • Visitatore
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #251 il: 6 January 2016, 10:50:32 »
Dopo essermi letta quasi tutti i vostri commenti (con cui mi avete fatto notare particolari che testimoniano la mia poca conoscenza del fandom rispetto a voi, oibò :lol?:) scrivo qualcosa anche io.
Premetto che non ho mai letto Doyle, che non ho mai visto altri film/prodotti che trattino di Sherlock Holmes e che quindi la mia conoscenza riguardo a questo mondo si ferma solo alla sua notorietà popolare e a questa fantastica serie tv. Pertanto non ero esattamente entusiasta di vedere Sherlock ambientato nell'Ottocento, e nemmeno troppo curiosa: mi piaceva così, e quindi ero un po' scettica. Infatti (mi tocca rivelarlo), se non fosse stato per alcune pagine che seguo su Facebook non mi sarei nemmeno ricordata dello Speciale, ma avrei atteso pazientemente l'uscita della vera e propria serie tv.
Invece l'episodio mi è piaciuto un sacco e mi ha portato un hype pazzesca per la quarta stagione. Innanzitutto mi sono goduta tantissimo l'episodio proprio perchè non ne sapevo quasi nulla; quando la scena è stata riportata al presente ho fatto un salto in aria e sono rimasta a bocca aperta per tutto il tempo a venire. Non me l'aspettavo; in effetti, non mi sarebbe piaciuto allo stesso modo un episodio totalmente staccato dagli avvenimenti presenti, l'avrei trovato, in qualche modo, forzato (anche se a quanto leggo in realtà è piuttosto fedele allo Sherlock "originale").
E' stato invece perfetto: come al solito, vorrei cancellarmi la memoria per poterlo guardare e riguardare godendomelo come se fosse la prima  :asd:
In particolare ho apprezzato il fatto che quelle dell'Ottocento siano tutte immagini prodotte dalla mente di Sherlock; in questa ottica mi sono piaciute molto Molly e Mary, meno invece Watson (per il discorso che hanno fatto sopra sulla misoginia, seppur velata è presente) - che però in stile vittoriano è un gran... bell'uomo  :lol?:
Anche l'approfondimento sull'utilizzo della droga da parte di Sherlock (di cui, appunto, sapevo ben poco) mi è piaciuto, e spero tanto lo riprendano nella prossima stagione; come sempre, ogni episodio aggiunge un pezzo che ci fa comprendere meglio le sfaccettature della personalità di Sherlock, e contemporaneamente ci fa capire come questa sia complessa e per certi versi addirittura incomprensibile (almeno per me).
Detto ciò anche io sento la necessità di rivedermi alcune parti, perchè ci sono sicuramente tante cose che non ho capito :look:
Una scena che non ho adorato è stata la discussione tra Sherlock e Watson a proposito degli impulsi umani e di Irene Adler: non so voi, dovrei rivedermela, ma a me è sembrata scollegata dal resto, non particolarmente utile. (Non che tutte le scene debbano esserlo per forza, ci mancherebbe, è una semplice osservazione).

fedea

  • *
  • Post: 5667
  • Sesso: Femmina
  • "Am I happy, too? I haven't checked."
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #252 il: 6 January 2016, 11:15:55 »
ciao.
puo' essere una buona scusa per fare un rewatch delle 3 serie, che e' sempre piacevole.
pero' perdonami ma aprire un nuovo topic per chiedere consigli se vedere o no lo speciale anche no. capisco tu non voglia spoilerarti ma avresti dovuto postare... nel topic sullo speciale, magari facendo appunto attenzione a leggere solo le risposte al tuo post.
sposto la' :-)
"All lives end. All hearts are broken. Caring is not an advantage, Sherlock."

"Mycroft is the name you gave me if you can possibly struggle your way to the end."

pippola2008

  • Jax Teller
  • Post: 8296
  • Sesso: Femmina
  • I made me
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #253 il: 6 January 2016, 12:23:50 »
Le moderatorE mi permettano un piccolo OT

Visto che si parla di date nello special  :huhu:


Happy Birthday Sherlock!!!   :love:

Today is the day!!  :anni: :anni: :anni:
Brainy is the new sexy!

Koa__

  • Visitatore
Re: [Commenti] Sherlock Special - "The Abominable Bride"
« Risposta #254 il: 6 January 2016, 13:00:56 »
Una scena che non ho adorato è stata la discussione tra Sherlock e Watson a proposito degli impulsi umani e di Irene Adler: non so voi, dovrei rivedermela, ma a me è sembrata scollegata dal resto, non particolarmente utile. (Non che tutte le scene debbano esserlo per forza, ci mancherebbe, è una semplice osservazione).


Io non l'ho trovata una cosa tanto scollegata dal contesto generale. Siamo nel Mind Palace di Sherlock, in cui ci sono tutte le persone che gli sono care: suo fratello, i suoi amici, il suo vecchio cane... Moriarty... avrei trovato, al contrario, fastidioso il fatto che non venisse nemmeno citata.