Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - LeonardoP

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 21
31
Che rapporto sessuale complicato devono avere i draghi...

32
E se Drogon avesse fatto le uova?
Dal di dietro?

33
Cersei (dei libri) è semplicemente idiota e svitoide, il resto ne è l'intuibile conseguenza.
Quella di D&D è cinica, calcolatrice e sadica.
Di fatto son due persone diverse.

34
C'è una teoria sul ritorno del Night King nella 8x05.

In realtà non voleva uccidere Bran ma donargli la spada, effettivamente il ruolo di Bran al momento è inutile.Magari ci sorprenderanno ancora ahah
Bellissima  :rofl: :rofl: :rofl:
Ammetto che mi ha risollevato il morale dopo un brutto venerdì del gp di Spagna.

35
Martin non farebbe mai vincere Cersei, perché lui l'ha dipinta come la scema del villaggio in più disturbata. Può vincere il cattivo, ma a patto che sia intelligente.
Siccome D&D avranno almeno l'onere di far finire la storia con i personaggi dello scrittore, anche se poi loro l'han voluta rivalutare dovranno scendere a patti.

36
300 è una trasposizione abbastanza fedele alla graphic novel, al massimo dovrebbe essere quest'ultima una vaccata.
Frank Miller però poi s'arrabbia se lo sente (confesso che 300 non è tra i miei favoriti delle sue opere).

37
Credo che, riguardo il Night King, non sia stato ancora citato (o sia stato completamente dimenticato da Dumb & Dumber) un piccolo particolare. Il marchio da lui impresso sul braccio di Bran è ancora presente o no? Da lì si potrebbe capire se veramente è morto o se ha replicato se stesso all'interno di Bran per rinascervi qualora venisse sconfitto. E non si tratta di una semplice ustione da ghiaccio, altrimenti Arya ne conserverebbe i segni (e non sarebbe neppure riuscita a muoversi per lo shock termico quando viene afferrata per il collo), quello è un atto magico, che alla morte del suo autore dovrebbe sparire.
Perché dovrebbe aver replicato sè stesso all'interno di Bran?

38
...
Non sono sicuro, perchè gli Estranei sono molto diversi nei libri, anche per ammissione di Martin che li paragona alla corte dei Sidhe, creature soprannaturali belle e temibili, dalla pelle traslucente e armi e armature di cristallo, non quei cosi che abbiamo visto nella serie...
Sviluppo e caratteristiche dei personaggi principali però è un po' diverso da "alla fine tizio/entità sopravvive o muore".

39
Non penso però che gli autori abbiano considerato tutta sta cosa della magia.
...
Però credo che rientri nel finale concordato con l'autore.
Potranno anche premiare o condannare personaggi secondari, ma polaretti, draghi e stregoni dubito possano seguire vie alternative a quelle previste.

40
Infatti riflettevo su questo.
Un finale senza draghi sarebbe un po' assurdo, quindi in teoria a rigor di logica Dany dovrebbe sopravvivere perché non potranno essere così pazzi da far guidare Drogon a Jon, giusto ? :1:
Se non ricordo male nell'universo GOT di Martin magia chiama magia. Al crescere di potere di una parte (Melisandre, Estranei, draghi) corrisponde l'aumento dell'altra.
La sacerdotessa è andata, gli estranei idem, non mi stupirei se anche i draghi... puf!

41
Ma come potrebbe essere buonista se sopravvivono sia Arya, che Bran che Sansa? Ormai sono già messi male abbastanza, e vincere contro Cersei non gli ridarà i parenti morti indietro. Al massimo solo Arya può rischiare di morire, dato che Sansa e Bran sono in una posizione sicura. Ma forse appunto sopravvivranno tutti e tre proprio perché ormai di Stark ne sono morti abbastanza. Può anche darsi che Sansa rimanga sola comunque alla fine di questa storia, perché Arya, indipendentemente dal fatto che viva o muoia, non tornerà a casa. Bran non uscirà mai fuori dall'apatia in cui è sprofondato, e Jon probabilmente non le perdonerà mai il fatto che abbia infranto il suo giuramento e che abbia detto a Tyrion la verità, scatenando quindi le inevitabili conseguenze che di sicuro ci saranno quando Varys sfrutterà l'informazione contro Daenerys.
Intendevo erede utile.
Bran non lo è di sicuro, va escluso a priori, su Arya dipende se vogliono farla rimanere raminga per sempre.
Il tradimento/confessione di Sansa potrebbe essere motivo di vendetta della nana, con conseguente spiacevole scelta di Ciòn da prendere.

42
...

mentre ormai è chiaro che uno dei due (o entrambi) morirà.

Onestamente non avrei una buona definizione di agrodolce a questo punto, francamente se ne morisse solo uno per me sarebbe dolce.
Per essere agrodolce dovrebbe morire anche Jaime, una tra Arya e Sansa, almeno.
Se tutti gli Stark sopravvivono per me è un finale buonista e punto.
Io punto ad un singolo erede per casa a sopravvivere.
Sansa sta a casa sua al Nord, in teoria dfficile che muoia, anche se questo astio con la tappa l'anno introdotto per qualche ragione.

43
Eh, ma appunto, una storia non può basarsi sul "costruiamo un effetto random con una varianza assurda ma poi succede quello che vogliamo noi semplicemente per RNG".
Il modo ce l'avevano, lo facevano morire contro Bronn, che era una sorpresa assoluta oppure nel combattimento contro il NK, visto che lo scontro era equilibrato.
Farlo sopravvivere agli scontro equilibrati e soccombere totalmente a caso non è bello.
Escamotage (cesso) per far vedere che le balestre sono una minaccia reale ma principalmente per alimentare il fuoco della follia dananesca

Post unito:  7 May 2019, 19:40:14
In effetti "Kill Cersei" è nella sua "to do list"... non so in quanto sono ancora vivi di quella lista.
Cersei, il Mastino, la Montagna (oddio vivo...) e Payne

44
C'è anche un regista lì, che può dirle di apparire tra il sarcastico e il triste invece che orgogliosa. E uno sceneggiatore che può scrivere "con aria triste e un po' di sarcasmo Sansa dice:"
E ci sono gli showrunner, i produttori, gente che ha visto la scena mentre veniva girata.
...
Sono d'accordo che i responsabili potrebbero essere molteplici, in primis il regista.
È che vedendo la media delle recitazioni viene da pensare male.

45
Ovvero ha detto che subire svariati stupri ed essere schiavizzata l'hanno resa una persona più in gamba di prima.
Mentre nel mondo reale essere schiava di un maniaco stupratore ti rende solo più traumatizzata.
Quella frase parla esplicitamente di un valore formativo dello stupro. E' mostruosa.
Un tantino cinica.
Imho ci sta, ma qua è molto colpa dell'attrice che l'avrebbe dovuto inscenare il dialogo tra il sarcastico e il depresso/triste, invece di apparire orgogliosa.

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 21