Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Momino

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 88
16
Bhà, o sono io troppo critico (e può essere) o credo che queste recensioni siano un po' troppo pompate.

Il mio problema è che questo episodio non riesco ad apprezzarlo neanche come episodio singolo, estrapolandolo e inserendolo nel contesto del 2011.
Come già detto da eletto, è come se tutto il phatos della prima stagione fosse stato disteso e annullato in nome di un fan-base che ormai, attraverso Twitter, ha il pieno controllo sugli sceneggiatori.

Questa moda dell'happy ending che ha preso piede a partire dalla terza stagione è un qualcosa che collide con i finali amarindelle prime due (e ci aggiungo pure quello di Roanoke che, da molti incompresa, la reputo una delle stagioni meglio riuscite, sebbene sotto Asylum e MH).

Io auspico, come ho già detto, un ritorno alle origini, con attori in grado di bucare lo schermo (Paulson, Evans, Rabe, Bates e Lange) e una storia lineare, capace di assemblare una psicologia profonda.



17
Sarò decisamente duro, ma a questo punto lo reputo necessario: è stata una puntata imbarazzante. Lo dico con la morte nel cuore perché MH, in una mia personale classifica, è battuta solo da Asylum.

Nel caso specifico di questa puntata, tutta l'anti-magia di cui era impregnata la prima stagione è andata dissolvendosi, trasformata, invece, in un fanservice dal primo all'ultimo minuto.

La forza della prima stagione (e dei primi due AHS, a dirla proprio tutta) era la capacità di combinare più attori/personaggi all'interno di una stessa macro-trama. Una trama che andava avanti grazie a un perfetto gioco di causa-cinseguenza.

Cosa abbiamo qui, invece? L'esatto contrario. La puntata scorre su 4 blocchi. Ogni blocco è dedicato a un personaggio che, terminata la sua versione, dà la staffetta all'altro e scompare. È solo un lungo ed interminabile spiegone su cose che, sostanzialmente, già sapevamo.
Strutturata in questo modo, la prova della Lange, i cui monologhi di Constance restano vivi nell'immaginario proprio perché incorporati dentro una situazione di interazione, perde molto del suo potenziale.

La storia di Tate e Violet butatta gli ultimi 5 minuti solo per compensare gli spiriti di una generazione ex-emo che voleva a tutti i costi un Happy ending (quando il finale amarissimo della prima era a dir poco PERFETTO).
I coniugi, i cui problemi erano il centro nevralgico, condividono MEZZA scena.
Il finale di Moira, boh, random

Mi spiace, ma arrivati alla sesta puntata, e con quattro rimanenti, possiamo affermare che questa stagione non è che ha una trama confusa... questa stagione non ne ha proprio una. È solo un lungo viaggio nei meandri di ricordi ormai lontani.
È dalla 4 che stiamo assistendo solo ed esclusivamente a flash-back.

Una stagione veramente terribile.
La guardo solo perché mi voglio male.

Spero che Murphy ritorni alla strategia vincente delle prime due stagioni: storie SEMPLICI, pochi attori da far interagire fra loro,meno soldi per i virtuosismi kitch

18
(clicca per mostrare/nascondere)

19
Oddio se avessero avuto un poco di senso critico per quanto riguarda:
Montaggio Sonoro, che in Twin Peaks era un qualcosa non di accessorio e di contorno, ma parte portante della serie, ed era supervisionato da Lynch, che come si sa, per quanto riguarda l'utilizzo del sonoro è tra i migliori di sempre. In GoT il sonoro è stato solo la solita solfa...nulla di che.

Colonna Sonora cioè a parte le musiche di Badalamenti, ma hanno visto che nomi hanno contribuito alla colonna sonora di Twin Peaks? Eddie Vedder, Nine Inch Nails, Rebekah del Rio per dirne alcuni...


Effetti Visivi mmm...forse quelli portati in scena da Lynch sono stati troppo estremi, ed ancorati paradossalmente ad un modo di fare vecchio e allo stesso tempo troppo fursitici (utilizzo massaggio del digitale in generale) da poter sembrare ad alcuni pacchiani, però dai sono da antologia.


La qualità c'era se la si voleva premiare, come c'era anche per i premi maggiori, ma come più spesso ormai gli Emmy premiano la popolarità e non la qualità. :suicidiosenzafronzoli:

Amen.
L'assenza di Twin Peaks (sia in alcune categorie sia come vincitore in quelle già premiate) merita veramente vendetta.
Io sono allibito.

20
American Gods / Re: News, Inteviste, Promo, Sneak Peak, altro
« il: 13 September 2018, 12:43:30 »
Mi dispiace perché questa serie sembrava esser stata creata su modello di Fuller (nonostante i cambi apportati,  il tutto è risultato, a mio parere, perfetto) e il suo abbandono, a cui è seguito quello della Anderson nel ruolo di Media, si sentirà tantissimo.
Una vista glie la darò senz'altro perché il materiale è meraviglioso... Ma ho seriamente paura. Son sincero

21
(clicca per mostrare/nascondere)

22
bruttina.
(clicca per mostrare/nascondere)
vabbè, non mi può piacere sempre tutto.  :asd:
.

(clicca per mostrare/nascondere)

23
(clicca per mostrare/nascondere)

Un sentito applauso alla colonna sonora e alle diverse canzoni: sono veramente bellissime.

24
Buffy / Re: Invito al Rewatch
« il: 21 August 2018, 02:13:10 »
Io ho iniziato il rewatch a fine luglio poiché, pur ricordandola abbastanza bene, è una serie che avevo guardato in italiano quando ero piccolo.

Ora che lo sto guardando con una consapevolezza diversa (ho quasi 30 anni) e, soprattutto, in lingua originale, posso confermare quato detto da molti: è una serie che si merita di diritto il posto in cui ancora oggi è.
Non solo si fa portavoce di valori e messaggi ancora oggi efficaci, ma ha una parabola narrativa che rasenta la perfezione.

Escludendo la prima stagione (che è quella che soffre di più), Buffy ha dei tocchi di genialità che non sarà mai più replicabile.

Ho intenzione, una volta finito questo rewatch, di iniziare Angel. Una serie che non ho mai seguito e di cui, onestamente, so veramente molto poco.

25
American Horror Story / Re: American Horror Story - [News]
« il: 21 August 2018, 00:16:11 »
(clicca per mostrare/nascondere)

26
(clicca per mostrare/nascondere)

27
Vista l’impronta che è stata data alla serie (erroneamente etichettata come femminista) già alla sua nascita, se mai dovesse esserci rivoluzione, sarà condotta da sole donne: non so in che modo, ma ipotizzo che faranno una cosa così  -.-'

Che le donne avranno un ruolo centrare nella rivoluzione è fuori da ogni ragionevole dubbio. È giustamente da loro che si parte. Però da qui ad aspettarti una rivoluzione nella terza stagione, con June capofila, la trovo una follia.

E come fa? Non ha contatti, non ha alleati e non ha armi.
Ecco perché trovo strano chi auspica una rivoluzione nella prossima.
Andando per logica, è impossibile anche solo pensarlo.

28
Però io trovo un po' no-sense i commenti che gridano alla rivoluzione subito.

Credo che The Handmaid's Tale sia la serie televisiva più antitelevisiva proprio in virtù delle tempistiche che si prende volutamente.
Come puoi avviare una rivoluzione così velocemente se hai una intera città braccata da forze armate in ogni angolo? Come si può pretendere una rivoluzione veloce se la maggior parte della popolazione (maschile soprattutto) ricopre le più prestigiose posizioni sociali?

Che si arrivi a quel punto è certo, ma ci hanno chiaramente dimostrato che la resistenza è un gruppo ancora troppi debole e che si manifesta solo occasionalmente e in momenti inaspettati (l'esplosione del palazzo o l'accordo delle Marte in quest'ultima puntata).

Capisco che June sia la protagonista, ma da qui a muovere un intero sistema andrebbe proprio a minare l'essenza stessa del telefilm.

29
Televisione / Re: TV Awards Thread Unico
« il: 12 July 2018, 23:34:24 »
Vedere "American Crime Story" e non "Twin Peaks" nella categoria Outstanding Limited Series è un qualcosa di... Di... Boh.

30
"ma perchè June non ha chiesto a Serena di scappare in Canada?" e ho pensato a voi  :XD:
quì se qualcuno scrivesse na roba del genere si scatenerebbe un putiferio.....

Hem

Io penso che se in Canada ci fosse andata Serena, la trama ne avrebbe sicuramente beneficiato molto di più.

Oops ahah

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 88