Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - aenimahope

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 9
31
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 26 May 2010, 22:07:21 »
Mi piace immaginare che esista anche un secondo finale di Lost, più sottile magari, che nessuno ha visto: il suo "sciogliersi" nella realtà. Il suo essere pian piano sempre meno importante, il suo lento svanire di fronte alle nostre discussioni, fino a scomparire del tutto lasciandoci qui a discutere. So che è da Bacio Perugina ma per una volta, dopo sei anni, me lo concedo. Mi piace pensare che ci abbia uniti. Io ho sempre letto ma raramente ho scritto prima d'ora, quindi non ho conosciuto direttamente nessuno del forum, ma so che molte persone l'hanno fatto. Hanno trovato amici, amori, nemici, compagni di bottiglia eccetera. Forse il ricordo più bello che avremo di Lost tra dieci anni sarà legato proprio a queste cose. Alle nostre vite. Live together die alone.

32
Lost / Re: Critica alle critiche
« il: 26 May 2010, 17:34:07 »
Ancora con sta cosa delle risposte. Vediamo di capirci: io non sono soddisfatto da Lost non perché non ho capito il finale. L'ho capito benissimo. E non sono deluso nemmeno perché "non hanno dato risposte". Certo, qualcosa in più avrebbero secondo me dovuto spiegare, ma non è certo il motivo principale della mia delusione.
Quelli che mi hanno infastidito e, sì, anche addolorato, sono stati gli errori di sceneggiatura. Scelte facilone, tempi narrativi sbagliati, un calo di qualità nei dialoghi ("i saved the last bullet for you") e, sì, buchi di sceneggiatura. Non concordo chi sostiene che sia tutto un McGuffin gigante ma i buchi e le approssimazioni narrative e di sceneggiatura, beh, quelli è impossibile non vederli. Il dibattito "spiegazione razionale da scontrino della spesa" vs "buttiamoci sull'emozione" è fasullo, è posto in termini erronei e non significa nulla. Mi permetto di parlare a nome di tutti i delusi affermando che nessuno voleva la "spiegazione razionale da scontrino della spesa". O almeno non io, poiché sarebbe stato anch'esso un errore narrativo gigante, anzi peggiore di quanto fatto.
La carta "I FlashSideways", come ho già detto in un altro topic, è una carta jolly. La puoi sempre giocare, in qualsiasi momento, su qualsiasi trama. E funziona sempre, perché porta con sè tutto il peso emozionale dell'addio ai personaggi che tanto amiamo. Ma è una scelta facile, facilissima, e dagli autori di Lost mi aspettavo di più. Ripeto: la carta jolly del Purgatoria poteva andare bene in qualsiasi momento (anche alla fine della prima stagione. Anche alla fine della quarta. Anche alla fine di Heroes. Anche alla fine di Harry Potter) perché trancia di netto ogni linea narrativa e mostra un luogo al di fuori nel tempo dove tutti, chi prima e chi dopo, sono morti. Che emozione vederlo, lo ammetto. Mi sono scese pure le lacrime. Ma ciò non toglie che sia un colpo sotto la cintura. Ho pianto più per il legame e per i ricordi delle vecchie stagioni, quando il mio amore per Lost era incondizionato e assoluto, più che per il finale in sè. E questo secondo me la dice lunga.
Le cose che non ho gradito vanno dall'altalenante importanza data a determinate questioni ai fatti più piccoli. Per esempio ho odiato Kate che, dopo aver sparato a Mib, esclama "I saved the last bullet for you". Cos'è, un film con Steven Seagal? Oppure le crepe nel terreno che compaiono proprio un secondo prima che Lapidus faccia decollare l'aereo. Sono dettagli infinitesimali, certo, ma denotano una diminuita sottigliezza nelle scelte narrative che ha coinvolto non solo questo finale, ma un po' tutto il percorso delle ultime 3 stagioni.
Devo anche specificare una cosa: io scrivo per lavoro e quindi credo di essere, per deformazione professionale, fin troppo critico e attento nei confronti della parola scritta e della sceneggiatura. Qualcuno meno pignolo di me si sarà gustato sicuramente di più questo finale ma del resto, essendo molto severo con me stesso, lo sono anche con gli altri. Sono comunque felicissimo di aver fatto parte di questo viaggio per sei anni e mi mancherà davvero questo dibattere. Lost è stata una serie televisiva unica, al di là del finale. Ciao.

Vabbè sui dialoghi, non è che per una battuta uno si fuma sei anni. Insomma.
Voglio dire 2 cose: la prima è di pensare al finale di Lost senza i FS. Jack muore, Hurley e Ben diventano i nuovi Jacob e Richard, il gruppetto di Kate si salva con l'aereo e il resto tutti morti. E noi fans? :aka: :aka: :aka: Noi che lo seguiamo da sei anni saremmo rimasti con l'amaro in bocca. Non certo la mossa giusto un bad end. Non era certo un finale da Lost. Invece darci questo finale con un zuccherino. Dirci, guardate che sono morti però un giorno dopo la morte si ritroveranno ripareranno ai loro errori della vita terrena e si ritroveranno per fare l'ultimo passo (in un posto metafisico che puoi chiamare come vuoi) è stato un'ottima mossa. E mi sembra il finale che ci premia. Ed è per questo che mi piace.
Seconda cosa: visto che Lost è un telefilm mediocre che ha carenza nella sceneggiatura e grossi buchi nella trama vi chiedo, per una mia cultura personale, se mi consigliate un ottimo telefilm con una trama coerente e con un'ottima sceneggiatura e ottimi dialoghi.

"Non è che per una battuta uno si fuma sei anni"? Non l'ho mai detto. Innanzitutto ho semplicemente fatto il primo esempio che mi passava per la testa ma ho anche specificato che secondo me le ultime 3 stagioni sono abbastanza infarcite di cadute di tono minuscole come questa o più grandi. Inoltre quando ho detto che mi "fumo 6 anni"? Non rinnego nulla e Lost è stato comunque un viaggio bellissimo. Non strumentalizzare le mie parole facendomi dire ciò che non ho mai affermato.

Non ho nemmeno mai affermato che Lost sia un telefilm mediocre. Anzi, proprio i livelli di eccellenza a cui ci aveva abituati mi hanno fatto aumentare la delusione, perché secondo me la conclusione non è stata a quei livelli. Anche in questo caso mi metti in bocca (o meglio: su schermo) cose che non ho mai detto nè pensato.

Per quanto riguarda l'ultima domanda, io trovo che la prima stagione di Damages, tutto Mad Men, le prime due stagioni di Lost, tutto Breaking Bad, quasi tutto Battlestar Galactica, quasi tutto House, la prima, la terza e la quarta stagione di Friday Night Lights, tutto Oz, la prima stagione di Prison Break e Sons Of Anarchy siano ottimamente sceneggiati. E sicuramente molti altri di cui ora non mi ricordo. Però per favore, non usate questo mio parere personalissimo per innescare un dibattito del genere "sei matto, quella serie è migliore di questa" perché non vi seguirò. : )

Spero di aver risposto in maniera esaustiva, ciao.

La prima stagione di quello, la seconda di quell'altro.... Insomma quindi il telefilm perfetto non esiste.
Forse perchè le storie lunghe come i telefilm non possono soddisfare a pieno tutti i fans? Non è una cosa fisiologica? A me piace il gelato al cioccolato, a te piace quello al caffè e ci potranno piacere a tutti e 20 milioni di fans la stessa trama?

Scusa se mi permetto: leggi quello che scrivo? Se l'hai fatto, avrai letto che ho scritto "tutto Mad men", così come "tutto Breaking Bad" e tutto "Oz". Detto questo, non capisco dove vuoi andare a parare. Ovvio: il telefilm perfetto non esiste. La perfezione esiste in un calcolo matematico, non nella finzione. La quale, come giustamente affermi, risentirà sempre dei pareri personali. Quindi a me piacerà il caffè e a te il cioccolato, e così via. Quelli che ti ho scritto sono i miei caffè preferiti.

33
Lost / Re: Critica alle critiche
« il: 26 May 2010, 16:58:22 »
Ancora con sta cosa delle risposte. Vediamo di capirci: io non sono soddisfatto da Lost non perché non ho capito il finale. L'ho capito benissimo. E non sono deluso nemmeno perché "non hanno dato risposte". Certo, qualcosa in più avrebbero secondo me dovuto spiegare, ma non è certo il motivo principale della mia delusione.
Quelli che mi hanno infastidito e, sì, anche addolorato, sono stati gli errori di sceneggiatura. Scelte facilone, tempi narrativi sbagliati, un calo di qualità nei dialoghi ("i saved the last bullet for you") e, sì, buchi di sceneggiatura. Non concordo chi sostiene che sia tutto un McGuffin gigante ma i buchi e le approssimazioni narrative e di sceneggiatura, beh, quelli è impossibile non vederli. Il dibattito "spiegazione razionale da scontrino della spesa" vs "buttiamoci sull'emozione" è fasullo, è posto in termini erronei e non significa nulla. Mi permetto di parlare a nome di tutti i delusi affermando che nessuno voleva la "spiegazione razionale da scontrino della spesa". O almeno non io, poiché sarebbe stato anch'esso un errore narrativo gigante, anzi peggiore di quanto fatto.
La carta "I FlashSideways", come ho già detto in un altro topic, è una carta jolly. La puoi sempre giocare, in qualsiasi momento, su qualsiasi trama. E funziona sempre, perché porta con sè tutto il peso emozionale dell'addio ai personaggi che tanto amiamo. Ma è una scelta facile, facilissima, e dagli autori di Lost mi aspettavo di più. Ripeto: la carta jolly del Purgatoria poteva andare bene in qualsiasi momento (anche alla fine della prima stagione. Anche alla fine della quarta. Anche alla fine di Heroes. Anche alla fine di Harry Potter) perché trancia di netto ogni linea narrativa e mostra un luogo al di fuori nel tempo dove tutti, chi prima e chi dopo, sono morti. Che emozione vederlo, lo ammetto. Mi sono scese pure le lacrime. Ma ciò non toglie che sia un colpo sotto la cintura. Ho pianto più per il legame e per i ricordi delle vecchie stagioni, quando il mio amore per Lost era incondizionato e assoluto, più che per il finale in sè. E questo secondo me la dice lunga.
Le cose che non ho gradito vanno dall'altalenante importanza data a determinate questioni ai fatti più piccoli. Per esempio ho odiato Kate che, dopo aver sparato a Mib, esclama "I saved the last bullet for you". Cos'è, un film con Steven Seagal? Oppure le crepe nel terreno che compaiono proprio un secondo prima che Lapidus faccia decollare l'aereo. Sono dettagli infinitesimali, certo, ma denotano una diminuita sottigliezza nelle scelte narrative che ha coinvolto non solo questo finale, ma un po' tutto il percorso delle ultime 3 stagioni.
Devo anche specificare una cosa: io scrivo per lavoro e quindi credo di essere, per deformazione professionale, fin troppo critico e attento nei confronti della parola scritta e della sceneggiatura. Qualcuno meno pignolo di me si sarà gustato sicuramente di più questo finale ma del resto, essendo molto severo con me stesso, lo sono anche con gli altri. Sono comunque felicissimo di aver fatto parte di questo viaggio per sei anni e mi mancherà davvero questo dibattere. Lost è stata una serie televisiva unica, al di là del finale. Ciao.

Vabbè sui dialoghi, non è che per una battuta uno si fuma sei anni. Insomma.
Voglio dire 2 cose: la prima è di pensare al finale di Lost senza i FS. Jack muore, Hurley e Ben diventano i nuovi Jacob e Richard, il gruppetto di Kate si salva con l'aereo e il resto tutti morti. E noi fans? :aka: :aka: :aka: Noi che lo seguiamo da sei anni saremmo rimasti con l'amaro in bocca. Non certo la mossa giusto un bad end. Non era certo un finale da Lost. Invece darci questo finale con un zuccherino. Dirci, guardate che sono morti però un giorno dopo la morte si ritroveranno ripareranno ai loro errori della vita terrena e si ritroveranno per fare l'ultimo passo (in un posto metafisico che puoi chiamare come vuoi) è stato un'ottima mossa. E mi sembra il finale che ci premia. Ed è per questo che mi piace.
Seconda cosa: visto che Lost è un telefilm mediocre che ha carenza nella sceneggiatura e grossi buchi nella trama vi chiedo, per una mia cultura personale, se mi consigliate un ottimo telefilm con una trama coerente e con un'ottima sceneggiatura e ottimi dialoghi.

"Non è che per una battuta uno si fuma sei anni"? Non l'ho mai detto. Innanzitutto ho semplicemente fatto il primo esempio che mi passava per la testa ma ho anche specificato che secondo me le ultime 3 stagioni sono abbastanza infarcite di cadute di tono minuscole come questa o più grandi. Inoltre quando ho detto che mi "fumo 6 anni"? Non rinnego nulla e Lost è stato comunque un viaggio bellissimo. Non strumentalizzare le mie parole facendomi dire ciò che non ho mai affermato.

Non ho nemmeno mai affermato che Lost sia un telefilm mediocre. Anzi, proprio i livelli di eccellenza a cui ci aveva abituati mi hanno fatto aumentare la delusione, perché secondo me la conclusione non è stata a quei livelli. Anche in questo caso mi metti in bocca (o meglio: su schermo) cose che non ho mai detto nè pensato.

Per quanto riguarda l'ultima domanda, io trovo che la prima stagione di Damages, tutto Mad Men, le prime due stagioni di Lost, tutto Breaking Bad, quasi tutto Battlestar Galactica, quasi tutto House, la prima, la terza e la quarta stagione di Friday Night Lights, tutto Oz, la prima stagione di Prison Break e Sons Of Anarchy siano ottimamente sceneggiati. E sicuramente molti altri di cui ora non mi ricordo. Però per favore, non usate questo mio parere personalissimo per innescare un dibattito del genere "sei matto, quella serie è migliore di questa" perché non vi seguirò. : )

Spero di aver risposto in maniera esaustiva, ciao.

34
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 26 May 2010, 14:48:14 »
Mi permetto di copincollare un mio post scritto in un altro topic, perché questo stereotipo del "se sei deluso o non hai capito Lost o volevi le risposte a tutte le domande in stile scontrino-della-spesa" mi sta davvero rompendo : )

"Ancora con sta cosa delle risposte. Vediamo di capirci: io non sono soddisfatto da Lost non perché non ho capito il finale. L'ho capito benissimo. E non sono deluso nemmeno perché "non hanno dato risposte". Certo, qualcosa in più avrebbero secondo me dovuto spiegare, ma non è certo il motivo principale della mia delusione.
Quelli che mi hanno infastidito e, sì, anche addolorato, sono stati gli errori di sceneggiatura. Scelte facilone, tempi narrativi sbagliati, un calo di qualità nei dialoghi ("i saved the last bullet for you") e, sì, buchi di sceneggiatura. Non concordo chi sostiene che sia tutto un McGuffin gigante ma i buchi e le approssimazioni narrative e di sceneggiatura, beh, quelli è impossibile non vederli. Il dibattito "spiegazione razionale da scontrino della spesa" vs "buttiamoci sull'emozione" è fasullo, è posto in termini erronei e non significa nulla. Mi permetto di parlare a nome di tutti i delusi affermando che nessuno voleva la "spiegazione razionale da scontrino della spesa". O almeno non io, poiché sarebbe stato anch'esso un errore narrativo gigante, anzi peggiore di quanto fatto.
La carta "I FlashSideways", come ho già detto in un altro topic, è una carta jolly. La puoi sempre giocare, in qualsiasi momento, su qualsiasi trama. E funziona sempre, perché porta con sè tutto il peso emozionale dell'addio ai personaggi che tanto amiamo. Ma è una scelta facile, facilissima, e dagli autori di Lost mi aspettavo di più. Ripeto: la carta jolly del Purgatoria poteva andare bene in qualsiasi momento (anche alla fine della prima stagione. Anche alla fine della quarta. Anche alla fine di Heroes. Anche alla fine di Harry Potter) perché trancia di netto ogni linea narrativa e mostra un luogo al di fuori nel tempo dove tutti, chi prima e chi dopo, sono morti. Che emozione vederlo, lo ammetto. Mi sono scese pure le lacrime. Ma ciò non toglie che sia un colpo sotto la cintura. Ho pianto più per il legame e per i ricordi delle vecchie stagioni, quando il mio amore per Lost era incondizionato e assoluto, più che per il finale in sè. E questo secondo me la dice lunga.
Le cose che non ho gradito vanno dall'altalenante importanza data a determinate questioni ai fatti più piccoli. Per esempio ho odiato Kate che, dopo aver sparato a Mib, esclama "I saved the last bullet for you". Cos'è, un film con Steven Seagal? Oppure le crepe nel terreno che compaiono proprio un secondo prima che Lapidus faccia decollare l'aereo. Sono dettagli infinitesimali, certo, ma denotano una diminuita sottigliezza nelle scelte narrative che ha coinvolto non solo questo finale, ma un po' tutto il percorso delle ultime 3 stagioni.
Devo anche specificare una cosa: io scrivo per lavoro e quindi credo di essere, per deformazione professionale, fin troppo critico e attento nei confronti della parola scritta e della sceneggiatura. Qualcuno meno pignolo di me si sarà gustato sicuramente di più questo finale ma del resto, essendo molto severo con me stesso, lo sono anche con gli altri. Sono comunque felicissimo di aver fatto parte di questo viaggio per sei anni e mi mancherà davvero questo dibattere. Lost è stata una serie televisiva unica, al di là del finale. Ciao."

35
Lost / Re: Critica alle critiche
« il: 26 May 2010, 14:38:34 »
Ancora con sta cosa delle risposte. Vediamo di capirci: io non sono soddisfatto da Lost non perché non ho capito il finale. L'ho capito benissimo. E non sono deluso nemmeno perché "non hanno dato risposte". Certo, qualcosa in più avrebbero secondo me dovuto spiegare, ma non è certo il motivo principale della mia delusione.
Quelli che mi hanno infastidito e, sì, anche addolorato, sono stati gli errori di sceneggiatura. Scelte facilone, tempi narrativi sbagliati, un calo di qualità nei dialoghi ("i saved the last bullet for you") e, sì, buchi di sceneggiatura. Non concordo chi sostiene che sia tutto un McGuffin gigante ma i buchi e le approssimazioni narrative e di sceneggiatura, beh, quelli è impossibile non vederli. Il dibattito "spiegazione razionale da scontrino della spesa" vs "buttiamoci sull'emozione" è fasullo, è posto in termini erronei e non significa nulla. Mi permetto di parlare a nome di tutti i delusi affermando che nessuno voleva la "spiegazione razionale da scontrino della spesa". O almeno non io, poiché sarebbe stato anch'esso un errore narrativo gigante, anzi peggiore di quanto fatto.
La carta "I FlashSideways", come ho già detto in un altro topic, è una carta jolly. La puoi sempre giocare, in qualsiasi momento, su qualsiasi trama. E funziona sempre, perché porta con sè tutto il peso emozionale dell'addio ai personaggi che tanto amiamo. Ma è una scelta facile, facilissima, e dagli autori di Lost mi aspettavo di più. Ripeto: la carta jolly del Purgatoria poteva andare bene in qualsiasi momento (anche alla fine della prima stagione. Anche alla fine della quarta. Anche alla fine di Heroes. Anche alla fine di Harry Potter) perché trancia di netto ogni linea narrativa e mostra un luogo al di fuori nel tempo dove tutti, chi prima e chi dopo, sono morti. Che emozione vederlo, lo ammetto. Mi sono scese pure le lacrime. Ma ciò non toglie che sia un colpo sotto la cintura. Ho pianto più per il legame e per i ricordi delle vecchie stagioni, quando il mio amore per Lost era incondizionato e assoluto, più che per il finale in sè. E questo secondo me la dice lunga.
Le cose che non ho gradito vanno dall'altalenante importanza data a determinate questioni ai fatti più piccoli. Per esempio ho odiato Kate che, dopo aver sparato a Mib, esclama "I saved the last bullet for you". Cos'è, un film con Steven Seagal? Oppure le crepe nel terreno che compaiono proprio un secondo prima che Lapidus faccia decollare l'aereo. Sono dettagli infinitesimali, certo, ma denotano una diminuita sottigliezza nelle scelte narrative che ha coinvolto non solo questo finale, ma un po' tutto il percorso delle ultime 3 stagioni.
Devo anche specificare una cosa: io scrivo per lavoro e quindi credo di essere, per deformazione professionale, fin troppo critico e attento nei confronti della parola scritta e della sceneggiatura. Qualcuno meno pignolo di me si sarà gustato sicuramente di più questo finale ma del resto, essendo molto severo con me stesso, lo sono anche con gli altri. Sono comunque felicissimo di aver fatto parte di questo viaggio per sei anni e mi mancherà davvero questo dibattere. Lost è stata una serie televisiva unica, al di là del finale. Ciao.

36
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 26 May 2010, 13:08:30 »
Al termine della seconda visione il mio giudizio rimane invariato. Si fa solo più conciso:

Capolavoro per il (mio) cuore, puttanata per la (mia) mente.

37
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 23:43:33 »
1) Il figlio di Jack chi è? Cosa ci fa in mezzo ai morti un'entità misteriosa che non è mai realmente esistita?

2) E sta storia di Desmond? Voglio dire, per quello che ricordo, Desmond ha la capacità di viaggiare nel tempo (almeno con la coscienza) grazie ad una scarica elettromagnetica. Da quando, oltre a viaggiare nel tempo, viaggia anche nell'aldilà?

Ok la smetto  :wall:

38
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 23:02:24 »
Per contingenze sfavorevoli(ssime) sono riuscito a rivedere solo i primi 10 minuti della puntata.
Ma già in questi primi momenti due dialoghi, alla luce del finale, mi hanno messo i brividi:

04:51
Desmond: "Nessuno ti può dire perché sei qui, Kate. Di certo non io"
Kate: "Sei stato tu a portarmi qui!"
Desmond: "Non sto parlando della chiesa. Sto parlando di...qui".

11:08
Hurley, rivolto a Jack e Kate: "Questo sarebbe bello se non stessimo tutti per morire".

39
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 21:16:29 »
io dico l'aereo che si vede, dopo la scritta lost, quello schiantato sulla sabbia.
qual'è? ajira o oceanic?
Oceanic.

40
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 21:12:52 »
ma l'aereo che si vede nei titoli di coda è l'oceanic 815?? non potrebbe essere quello guidato nel finale da lapidus?
L'aereo è quello guidato da Lapidus. E, ahah, ritiro quanto ho appena detto sulla possibilità di continuare con discussioni interessanti!
é quello dell'Ajira XD
Zero. è il volo Oceanic 815 è stato detto  :zizi:
Pardon, avevo capito male la domanda (e credo anche Bliar con me, eheh). L'avevo interpretata come "ma l'aereo che si vede alla fine della puntata prima che Jack chiuda gli occhi è l'Oceanic 815??". Meglio così!

41
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 21:06:01 »
ma l'aereo che si vede nei titoli di coda è l'oceanic 815?? non potrebbe essere quello guidato nel finale da lapidus?
L'aereo è quello guidato da Lapidus. E, ahah, ritiro quanto ho appena detto sulla possibilità di continuare con discussioni interessanti!

42
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 21:02:07 »
GENIALE!

Sì, credo tu abbia reso questo concetto diffusamente, 'amo capito :D

'amo capito...che lingua è?

Vernacolare.

Il cinema italiano è morto proprio perchè tutti parlano in romano, toscano, napoletano...

Che depressione.  :T_T:

No, il cinema italiano è moribondo perché parla di borghesi affacendati in minuscoli problemi esistenziali, quando va bene, e non sa toccare temi che invece sono più consoni alla fantasia e alle aspettative degli uomini. Dante scrisse in volgare, e Shakespeare anche con quel linguaggio tutto suo, per non parlare delle bizze verbali di Rebelais.



Ad ogni modo, l'osservazione linguistica mi sembra poco pertinente e davvero marginale, rispetto a quanto ho scritto, no? Che mi pare un poco di più di geniale, isn't, Melanie? :D
Sbaglio o il dibattito sta vergendo su cose che, come dire, non c'azzeccano una fava a merenda?
Ho letto tutte le ultime pagine e le ho trovate abbastanza povere di spunti di riflessione. La marea lentamente si va placando, anche se spero che la seconda visione che mi sparo ora possa aiutare almeno un po' a ravvivare la fiamma.

Torniamo in topic, sono sicuro che ci sono ancora molte cose interessanti di cui discutere.

(Tra un mese mi dispiacerà non leggervi più. Certo, se non vengo investito da un camion di TNT sarò ancora qui, e ancora leggerò il forum. Ma il gruppo sarà perso, defluito e frammentato verso altri lidi e altre serie. Non saremo più tutti assieme. E' una cosa da scemi ma un po' mi dispiace.)

Beh, se vuoi intervenire, io avevo posto l'ipotesi (abbastanza ponderata, mi pare) che l'area culturale in cui si muove Lost, e che si esalta in questo finale, così siamo proprio intopic, sia tipicamente giudeocristiana-occidentale, nella sua sostanza.

Mi sembra uno spunto su cui sarebbe bello parlare, no?
Se ne parlate sarò contento di leggervi. Ma no, non voglio intervenire su questo argomento: quando credo di non saperne abbastanza mi piace stare in silenzio e ascoltare. Leggere. Questo è uno di quei casi.

43
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 20:53:20 »
GENIALE!

Sì, credo tu abbia reso questo concetto diffusamente, 'amo capito :D

'amo capito...che lingua è?

Vernacolare.

Il cinema italiano è morto proprio perchè tutti parlano in romano, toscano, napoletano...

Che depressione.  :T_T:

No, il cinema italiano è moribondo perché parla di borghesi affacendati in minuscoli problemi esistenziali, quando va bene, e non sa toccare temi che invece sono più consoni alla fantasia e alle aspettative degli uomini. Dante scrisse in volgare, e Shakespeare anche con quel linguaggio tutto suo, per non parlare delle bizze verbali di Rebelais.



Ad ogni modo, l'osservazione linguistica mi sembra poco pertinente e davvero marginale, rispetto a quanto ho scritto, no? Che mi pare un poco di più di geniale, isn't, Melanie? :D
Sbaglio o il dibattito sta vergendo su cose che, come dire, non c'azzeccano una fava a merenda?
Ho letto tutte le ultime pagine e le ho trovate abbastanza povere di spunti di riflessione. La marea lentamente si va placando, anche se spero che la seconda visione che mi sparo ora possa aiutare almeno un po' a ravvivare la fiamma.

Torniamo in topic, sono sicuro che ci sono ancora molte cose interessanti di cui discutere.

(Tra un mese mi dispiacerà non leggervi più. Certo, se non vengo investito da un camion di TNT sarò ancora qui, e ancora leggerò il forum. Ma il gruppo sarà perso, defluito e frammentato verso altri lidi e altre serie. Non saremo più tutti assieme. E' una cosa da scemi ma un po' mi dispiace.)

44
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 19:12:31 »
Nuxil ----> Multicazzata -----> No Paradiso.
 :XD:
Per me non è una multicazzata. Come ho già espresso circa 923 pagine di commenti fa, la carta "Purgatorio" è una carta jolly. Si può applicare a qualsiasi trama, in qualsiasi momento, sempre. Per questo concordo con Nuxil.

45
Lost / Re: [Commenti] LOST 6x17/18 - The End
« il: 25 May 2010, 16:41:00 »
Riporto il commento che un mio amico mi ha scritto su MSN Messenger. Credo che, pur nel suo estremismo, abbia centrato la questione:

"ci sono pezzi emozionalmente bellissimi - ma mi sono emozionato più per i richiami ai vecchi tempi che non per il finale in sè - ma è così, inutile affannarsi - è una trama di merda - priva di spiegazioni e di fondamenti - poi l'affetto delle prime stagioni era così incondizionato e sterminato - che giocare su quello ti addolcisce la minchiata - ma se fai vedere una puntata a caso della prima stagione a uno sconosciuto qualunque, gli piacerà di brutto -  se invece gli fai vedere quella di ieri ti dice che è meglio walker texas ranger!"

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 9