Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - madagascar

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 35
31
Una sorta di spin-off: "le avventure di Eleven-Jane", effettivamente un po' una caduta di tono, sia perché e' un episodio fuori dal contesto sia perché troppo facilone in alcuni passaggi.
Ma probabilmente stona anche perché dovevano affrettarsi a presentare nuovi personaggi e raccontare tutto in 40 minuti per poi poter tornare alla storia principale mentre abitualmente questa serie si prende tutto il tempo che le serve per fare queste cose.

Fastidioso infine il fatto che questa sottotrama arrivi ad interrompere uno dei momenti maggiormente avvincenti della serie.


32
Anche io ho notato che giorno e notte cambiano troppo velocemente e i genitori sono praticamente assenti, tolta la madre di Will. I ragazzi stanno fuori casa tutto il giorno e tutta la notte come se niente fosse  :XD:

I genitori devono essere assenti e rincoglioniti, altrimenti i ragazzini non godrebbero del necessario grado di liberta' per vivere la loro avventura... Cosi' come ci deve essere un bullo che osteggia i ragazzini per creargli dei problemi... Una sorellina antipatica per sottolineare mille volte che sono degli sfigati etc...
E' tutto un canovaccio visto in millemila film e telefilm, pero' e' fatto bene!

33
(clicca per mostrare/nascondere)

Mi sembra normale perché grossomodo  ripropone le stesse cose in un contesto che ormai conosciamo gia' dalla prima stagione.
Pero' resta comunque ben bilanciato, con la giusta tensione ed una piu' che buona recitazione.

34
Twin Peaks / Re: [COMMENTI] Twin Peaks - 3×18 - The Return (Part 18)
« il: 6 September 2017, 11:33:40 »
Altri riescono a vederci anche qualcosa di perfettamente organico, ma io proprio non ci riesco. Sicuramente un rewatch totale aiuterebbe, e lo farò.

Alla fine ognuno ci vede quello che ci vuole vedere, e' come andare ad una mostra di arte moderna e guardare un quadro con una macchia di colore. Ci sara' quello che cerca significati reconditi citando le opere e l'intelligenza dell'autore, quello che per non sentirsi stupido, per aver pagato il biglietto per vedere roba che puo' essere dipinta anche dal figlio di tre anni, gli da' ragione e si unisce al coro degli apprezzamenti, il realista che ti dice che e' solo uno specchietto per le allodole e mentre i gonzi guardano estasiati l'autore conta i soldi facili ed infine c'e' quello che alla Ezio Greggio dei tempi andati, esclama "Tavanata galattica!!!" fa un sorriso pensando comunque alle cose carine che ha visto nel suo giro al museo e se ne va senza pensarci piu'...

Io appartengo all'ultima categoria...  :huhu:

35
Serie di Animazione / Re: Ducktales []
« il: 20 August 2017, 23:33:21 »
 :love: Visto oggi...

Torno bambino, non tanto ai vecchi DuckTales che non avevo mai considerato piu' di tanto ma ai fumetti di Barks e Don Rosa.
In piu' c'e' pure la trama orizzontale, le citazioni, le ombreggiature simil-retini, cosa chiedere di piu'?!  :ohoh:


36
mi chiedevo pure io quale senso avesse il finale  :aka:

Mah, forse sta a sottolineare che oltre che su chi realmente uccidono gli mentono anche su molte altre cose visto che va in licenza e casa sua e' una catapecchia in un quartiere degradato. Il fatto che pianga puo' anche solo significare di essere emozionato per il ritorno a casa non e' detto che significhi che ricorda qualcosa dopo il secondo lavaggio del cervello.

Comunque puntata godibile ma rovinata dal fatto che il tema e' stato strausato e quindi il plot twist era facilmente intuibile fin da subito (per esempio nei fumetti Bonelli, storie di questo tipo le avevo lette su almeno tre testate diverse e se lo hanno fatto gli sceneggiatori della Bonelli da sempre dediti al copia-incolla feroce, significa che e' un tema gia' proposto in chissa' quante opere precedenti...).

Direi che questa terza stagione e' abbastanza scialba rispetto alle due precedenti, tutti gli episodi mancano di originalita'... E quelli che si basano sul plot twist come questo ne risentono parecchio perché quando lo si sgama subito il resto dell'episodio ha ben poco da offrire.

37
Black Mirror / Re: [COMMENTI] Black Mirror 3x02 - \"Playtest\"
« il: 18 July 2017, 11:30:38 »
Puntata molto bella, ma non vi sembra che sia mancano un po' l'effetto "Black Mirror"?

Si', non e' stata niente di che, una situazione gia' trattata in millemila opere e per questo estremamente prevedibile tanto che appena gli squilla il telefono durante il download ho subito pensato "questo gli manda in vacca l'esperimento" anche perché gli hanno espressamente richiesto di spegnerlo. Il fatto che in realta' non fosse mai uscito dalla prima stanza era telefonato perché gia' visto, cosi' come la situazione dove si testa una nuova tecnologia e va a finire male, l'oggetto magico o tecnologico che visualizza le tue paure etc... Resta il finale un po' brutale ma anche qui nulla di che. Che i sogni durino pochissimo e ci presentino quindi una sensazione dello scorrere del tempo alterata e' arcinoto etc...

Insomma, una puntata godibile come e' sempre questo telefilm ma poco innovativa, di originale c'e' forse solo l'atteggiamento un po' 'cazzaro' del protagonista che aumenta il contrasto quando cambia atteggiamento per via dell'angoscia ed il ragno con la faccia del bullo  :paura:.

Per me e' l'episodio piu' debole degli otto gia' visti...

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 11:30:38[/time]
Scusate, nessuno ha notato che Sonja nella visione di Cooper gli dice che sono scomparse 5 persone? Dal momento che lui muore e, plausibilmente, non essendo il primo a fare questa fine, come faceva il suo subconscio ad avere questa notizia? O era una paranoia sua?

Probabilmente il chip miscela le paure del soggetto con un set di trame preparate dagli sviluppatori, sempre di un gioco-film interattivo si tratta... Sonja probabilmente e' la paura che abbiamo tutti, compreso il protagonista che dietro un'amicizia od una relazione agganciata troppo facilmente si nasconda qualcuno che vuole approfittarsi di noi. Poi il software la aggancia alla trama del salvataggio con fuga dalla casa del terrore sfruttando i sentimenti che ha instaurato verso di lei, chissa' con quali eventi futuri previsti. E quindi Sonja, recitando quella parte, dipinge i retroscena torbidi dell'azienda che sviluppa il gioco e della fine che fanno le cavie dei test per indurlo a seguirla. Ma tali informazioni gliele hanno inserite i programmatori per realizzare la trama, non le ha prese dalla mente del soggetto.
Ma quello del protagonista e' un sogno lucido e riesce subito a smascherare le incongruenze della trama proposta ("non potevi sapere dov'ero perché etc...". Di conseguenza il software abbandona la trama prevista e passa ad un altro classico: il replicante-robot-alieno-mostro camuffato che smascherato assale il protagonista etc...

38
Ma perché la CIA si interessa delle elezioni di Borgo tre case e appoggia un non-partito di un pupazzo digitale? Poi dominano il mondo perché l'orsetto piace alla gente? Nei paesi arabi come ci sono riusciti, o in Russia o nell'estremo oriente?
Puntata assurda, al momento la peggiore a livello di trama.

Probabilmente perché lo vede come un ottimo grimaldello per destabilizzare la politica dei pesei avversari e per metterci al governo, dietro la facciata del pupazzo chi vogliono gli USA. Gioco che gli riesce visto che alla fine si vede WALDO in riferimento a peesi asiatici (tipo corea), paesi arabi e centro-sud americani. Cioe' territori con i quali in questo momento gli USA sono in tensione.

Quanto a Waldo come metafora dei 5 stelle, mi sembra voluto e parecchio evidente (c'e' persino un momento in cui il produttore (in stile Casaleggio) propone al comico la prospettiva di passare ad una democrazia diretta in cui da internet o da facebook la gente possa votare i programmi del partito-parlamentare Waldo.
Poi chiaramente concordo con chi dice che i 5stelle sono molto di piu' rispetto a quello che Waldo propone ma non e' quello il punto, in questa serie prendono spunto da aspetti sociali-tecnologici attuali per immaginare scenari fortemente negativi in futuro. Quindi gli interessano solo gli aspetti negativi non quelli positivi.

In ogni caso, l'idea del comico che rompe gli schemi ed ha successo in politica perché ormai la classe dirigente non e' piu' credibile ed apertamente corrotta non e' nuova e non e' un problema solo italiano. Per esempio c'era gia' stato il film con Robin Williams, "l'uomo dell'anno" nel 2007...

39
ho appena avuto un flashback su di lei
(clicca per mostrare/nascondere)

(clicca per mostrare/nascondere)

40
il punto è che ci gira troppo intorno e alla lunga diventa noiosa se non c'è culmine, un cliffhanger...
Poi l'Italia non è mai nominata e mi sembra strano....Mussolini? la produzione non ha soldi?

Gli sceneggiatori non sembrano molto interessati a realizzare l'Ucronia, cioe' a raccontare passo a passo come si e' arrivati alla situazione di fantastoria proposta nel telefilm, del resto non lo faceva nemmeno il libro, ed il telefilm, comunque se ne discosta.
Dal libro sappiamo che la timeline diverge dal 1933 quando Roosvelt non scampa all'attentato dell'italoamericano Giuseppe Zangara, da li' la storia diverge e quindi, per quel che ne sappiamo la seconda guerra mondiale del racconto puo' anche aver avuto un andamento completamente diverso da quella reale. Per dire, l'alleanza tra Italia e Germania non era scontata neanche nella realta' ed ebbe dei momenti di crisi come in occasione dell'annessione dell'Austria, puo' darsi che in questa fantastoria l'Italia sia stata direttamente invasa dalla Germania cosi' come le altre nazioni europee e non ne sia mai stata alleata...

Anche a me piacerebbe che ci raccontassero un po' di piu' sul come si e' arrivati a questa situazione, anche perche' un'invasione degli USA da parte di Giapponesi e Tedeschi resta molto improbabile anche con sforzi di fantasia, bisognerebbe pensarla bene per renderla credibile e probabilmente agli autori non interessa minimamente fare questo lavoro.

Altra cosa che stona: i giapponesi sono troppo arretrati: capisco che il primato tecnologico spettava all'occidente e quindi al Reich, ma i Giapponesi sono rappresentati con un esercito che come armi, divise,  mezzi e tecnologia e' rimasto fermo al 1942 mentre quello Nazi e' proiettato in una tecnologia anni '70. I giappi sono un po' troppo patetici e sarebbero facilmente spazzabili via anche senza l'uso di bombe nucleari.

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 00:10:00[/time]
Più che altro, ora che Smith è diventato l'eroe del reich, come potrebbe reagire la popolazione venendo a sapere che suo figlio è stato "epurato" dallo stesso impero che lui ha salvato? Smith potrebbe usare la rabbia popolare contro lo stesso reich?

Tuttavia resta il fatto che Smith è, geneticamente parlando, "impuro" ed ha tenuto nascosto questo particolare, quindi potrebbe ugualmente diventare un nemico dell'impero.
Domanda: ma se lui e Joe sono mediamente in buoni rapporti, perchè lo ha fatto arrestare insieme al padre?  :nonono:


Io sinceramente non mi ricordavo che Smith faceva parte dell'esercito americano, ma l'ho capito quando viene detto che lavorava al Pentagono. Questo è chiaramente un modo per far capire -o ricordare- allo spettatore che Smith, anche se ha giurato fedeltà al Reich, era comunque uno dei "buoni" e quindi è lecito aspettarsi un suo voltafaccia.

Beh, se e' per questo l'opinione pubblica potrebbe anche semplicemente pensare che la 'legge e' uguale per tutti' e quindi per controverso aumentare la sua fiducia nei capi nazisti che non esitano a sacrificare i propri figli per rispettare essi stessi il codice che impongono agli altri.

sulla seconda questione: Smith e' importante ma non tanto da arrestare il nuovo Furer... lo ha arrestato Himmler, assieme al figlio perche' per un traditore paga tutta la famiglia, regole del terrore...

Lo dice nelle puntate scorse quando l'ispettore giapponese nota nella bacheca la sua medaglia per la campagna nelle isole Salomone. Ovviamente concordo che la cosa e' voluta per preparare il pubblico a farlo diventare un personaggio dei 'buoni' come del resto e' ampiamente gia' avvenuto in questa stagione...

Quanto ala stagione e' stata avvincente, molto piu' della prima ed ho trovato curioso il fatto che la Resistenza sia stata dipinta in modo tutt'altro che eroico anzi quasi odioso...

41
Lo sto guardando solo ora dopo averlo tenuto per mesi nell'HD... devo dire che trovo questa seconda stagione piu' avvincente della prima anche se ogni episodio e' troppo spezzettato per la necessita' di stare dietro a troppi personaggi e sottotrame. Potendo vedere piu' episodi di fila la cosa pesa un po' meno...

Effettivamente dovrebbero esserci piu' mondi paralleli, ogniuno con una visione della storia differente, ma ovviamente, visto che e' un telefilm americano, l'unico che gli interessa e' quello della nostra storyline dove gli USA vincono e tutti gli altri perdono...

Fino ad ora e' gradevole, ma la trama si sta ingarbugliando e l'idea di fondo non puo' che andare a finire in una strada fantasy tipo 'premo il pulsante magico e cambio la timeline' , insomma temo che quanto di bbuono proposto andra' a finire, come al solito, in vacca.
Del resto un finale decente alla storia non l'aveva trovato nemmeno l'autore del libro...

Pero' dopo due stagioni mi piacerebbe sapere un po' di piu' sulla timeline di questa ucronia, come si e' svolta la guerra, come e' avvenuta l'invasione del continente americano, come e' organizzato il resto del mondo.  Poi non capisco tutto 'sto dramma di Joe nel scoprire che e' un bambino del progetto Lebensborn: in fondo sa chi e' sua madre e chi e' suo padre, e che i due si sono separati subito non mi sembra una notizia cosi' sconvolgente sapere di essere nato li' piuttosto che in un tranquillo ospedale di Berlino... :scettico: Boh?!

Concordo poi con chi sostiene che Frank abbia il vuoto pneumatico nella testa: dice una cosa poi ne fa un'altra e non si fa scrupolo di lasciare l'amico nella bratta...

42
Da LETTRICE, appassionata da sempre di romanzi di fantascienza, posso dire di essermi innamorata di The Expanse.
I libri che riguardano questa serie me li sono procurati ma non li ho ancora letti, quindi il mio parere, apprezzamento e giudizio si basa soltanto su ciò che ho visto in queste due stagioni. Quando li leggerò (tempo ce n'è a sufficienza fino alla prossima stagione), forse troverò qualcosa che mi farà storcere il naso, ma siccome questo è un prodotto televisivo PER TUTTI, non esclusivamente per chi ha letto i libri, io l'ho trovato semplicemente fantastico. Nuovo, fresco, emozionante e fatto MOLTO bene, al massimo delle potenzialità (e budget, maledetto budget) di questo team di geniacci. Very very YEAH.  :metal:

Anch'io mi sono procurato i libri dopo la visione delle due stagioni televisive ed a mio parere hanno fatto un buon lavoro di trasposizione. L'unica cosa che non funziona tanto a mio parere e' la prima stagione televisiva che e' un po' confusionaria e lenta perché necessita di presentare tutto il cast dei primi due libri e descriverci il mondo immaginato dagli autori in una botta sola.
Inoltre nel telefilm i nuovi personaggi vengono introdotti con segmenti slegati dalla narrazione principale e si fa spesso fatica a capire dove siano, cosa fanno, in che momento della timeline sono piazzate le loro sequenze.
In questo frangente e' probabilmente migliore l'approccio dei libri che invece si prendono piu' tempo ed introducono i personaggi solo
quando e' effettivamente il loro momento di entrare in scena nella storia narrata.
Insomma nei libri la storia e' raccontata meglio, in maniera piu' ordinata anche se c'e' l'escamotage dei punti di vista dei vari personaggi e la descrizione in capitoli alternati di sottotrame  che avvengono contemporaneamente che puo' infastidire qualcuno. Per esempio a me disturba che la narrazione di un evento magari avventuroso e coinvolgente in un capitolo si interrompa per passare magari a raccontare quello che fa un personaggio poco interessante nel capitolo successivo e poi, finalmente, riprendere da dove si era lasciato nel capitolo ancora seguente.

In ogni caso la prima serie televisiva e' piu' confusa tanto che mi si e' seccata la gola a forza di mettere in pausa per rispondere alle mille domande di mia moglie...  :wall:

Inoltre un'altra cosa che manca nella trasposizione video e' la fisicita' dei personaggi: nei libri e' evidente che la provenienza di ognuno  viene riconosciuta al volo da tutti per le sue caratteristiche fisiche che generano anche un forte razzismo (non a caso l'equipaggio della Rocinante e' un mix di gente di ogni provenienza, proprio per dissociare quei personaggi dal mood negativo di quel sistema solare...). Questo aspetto manca nella serie: per esempio Miller e Naomi non sono certo spilungoni dalle ossa sottili... ed i truzzi cinturiani delle stazioni sono tutti tarchiati e sovrappeso... mi sarei piuttosto aspettato che ingaggiassero un bel po' di giocatori di basket per quei ruoli...


43
Altre Serie - USA / Re: Feud [FX] [Drama/Anthology]
« il: 26 April 2017, 11:57:58 »
Bella serie, le ore sono volate via piacevolmente. Non conoscevo nulla delle due attrici e della loro rivalita' (avevo visto solo il film su Baby Jane da ragazzino e mi era piaciuto...) e mi ha interessato tanto che ho recuperato e visto anche 'mammina cara'.

Interessanti i retroscena proposti e devo dire che la Sarandon ha fatto un'interpretazione maiuscola mimando perfettamente persino il modo di muoversi della Davis. 

44
Altre Serie - USA / Re: Z Nation [SyFy] [Drama/Zombie]
« il: 3 April 2017, 12:15:10 »
Te piacciono le scrocchiazeppi eh ? :asd: :asd: :asd:

 :lol?: Sono dovuto andare su Google a vedere cosa significa! Di dov'e' tipico il termine "scrocchiazeppi"?

45
Altre Serie - USA / Re: Z Nation [SyFy] [Drama/Zombie]
« il: 22 March 2017, 10:27:36 »
(clicca per mostrare/nascondere)

Ma se e' una culona!  :huhu:

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 35