Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - hnort

Pagine: 1 ... 149 150 [151] 152
2251
Trash / Re: Angelina Jolie e Brad Pitt: divorzio vicino...
« il: 2 August 2007, 22:21:40 »
Okay, lo so che per un minimo di amor proprio avrei dovuto votare la 4....
Ma sono troppo Friends addicted e l'episodio in cui c'è anche Brad è da annali, quindi
CHE TORNI CON JENNIFER!
 :metal:

2252
Proposte & Domande / Re: The bedford diaries
« il: 2 August 2007, 11:26:03 »
Se la miniserie è bella, il VO ce lo facciamo da soli, che dite?

2253
Trash / Re: Il "CI AMO" Thread
« il: 30 July 2007, 18:33:08 »
Che fatica convincerli che non ero un terrorista e per non far cadere il foglio!  :wall:

Saluti dal cinema Wehrenberg, Cedar Rapids, Iowa.  :ciao:

(clicca per mostrare/nascondere)

2254
Io l'ho visto ieri  :hihihi:

Fa MORIRE!

Saluti dall'Iowa...

2255
Debug, Feedback & Suggerimenti / Re: errore in Army Wives 1X05
« il: 22 July 2007, 20:52:11 »
avete fatto 2 errori di traduzione:

1°: quando Trevor stacca la barba al bambino dice "See how you make mom crazy" che significa "Guarda come fai impazzire la mamma!" e non "Vediamo cos'ha fatto la tua mamma pazzerella!!"
2°: discorso finale...Claudia Joy dice "another one comes to us" che significa "un'altro ritorna da noi..." e infatti dopo parla di equilibrio...non dice "non tornerà mai più da noi"

Mi unisco a Licisca nel ringraziarti per la segnalazione.
Ti sei però scordato di dirci quanto ci vuoi bene e che ci ringrazi tanto per i sub, vero?

 :belliffimi:

2256
Proposte & Domande / Re: Greek
« il: 20 July 2007, 18:39:44 »
la serie è veramente bellina, ve la consiglio! grazie per averla iniziata a tradurre...  :ciamo:
prego!  :claire:

2257
Nycer, io ti faccio il trascript VO, tu synchi e poi traduciamo assieme, che dici?
Domani mi passi il video su skype, puoi? Ti pmmo il contatto.
Ciao!


2258
Trash / Re: Il tuo nome in giapponese
« il: 14 July 2007, 00:48:30 »
ZUKIKAJIMO

Nomen omen?

2259
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 10 July 2007, 21:11:51 »
Effettivamente per del sushi avrei rinunciato anche io!
A quale ristorante vai? Ops, è OT?

2260
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 9 July 2007, 01:39:32 »
Allora,
il fiction fest è finito.
Come vi ho detto, giovedì sera abbiamo votato.
Venerdì giornata libera e poi cena con marrazzo. Ovviamente marrazzo non è venuto.
Però abbiamo potuto chiacchierare col regista di Little Mosque on the prairie che è molto simpatico. Gli ho chiesto se l'attore che fa l'imam è single. Sì. Straight? Pure. Però m'ha detto "nella serie precedente faceva un gay, non si sa mai".

Poi siamo stati avvicinati dall'attore del telefilm austriaco inguardabile.
Cercando la sua pagina su imdb ( http://www.imdb.com/name/nm0797458/ ) ho scoperto questa cosa assurda: il telefilm si chiama SOKO Kitzbuehl, ma è una cosa tipo CSI, perché c'è una serie SOKO 5113 che è nata nel 1978, e poi hanno fatto SOKO Wien (Vienna), SOKO Leipzig (Lipsia) etc. Ce ne sono tipo cinque o sei. Faranno tutte schifo uguale? (ricordo che l'omicidio avviene con le palle di neve).
Va beh, insomma, 'sto tipo, altissimo, ci vede della giuria e si mette a parlare. Dialogo con l'attore austriaco:

hnort: "Siete arrivati, oggi?"
austriaco: "No, martedì"
hnort: "Ah, per una conferenza stampa?"
austriaco: "Sì, ma è stata cancellata"
hnort (che non ci arriva): "Ah, come mai?"
austriaco: "Non è venuto nessuno"
Ops.
Per recuperare:
hnort: "Va beh, almeno avete visto Roma. E' bellissima, no?"
austriaco: "Sì. Che ne pensate della nostra serie?"
I giurati si guardano imbarazzati. Rivoli di sudore sulle nostre guance.
hnort: "Non siamo autorizzati a dirtelo"
austriaco: "Va bene, allora ci vediamo dopo la premiazione e ne parliamo".
Vista la stazza dell'attore, suonava proprio come una minaccia.
Faccio una nota mentale per ricordarmi di controllare se abbiamo diritto a delle guardie del corpo.

Inanto la cena procede tra amenità varie (quanto sono simpatici i co-giurati) e ogni sorta di ben di dio. Un piacere sadico mi assale quando i tipi della sicurezza cacciano tutti quelli senza badge dicendo "è una festa privata" e si rifiutano pure di dare loro un bicchiere d'acqua. Ho deciso: il badge non lo tolgo più, lo tengo anche sotto la doccia.
I giurati continuano a folleggiare fino a notte fonda, oltre che a spettegolare. Il tema principale è chi sarebbe andato a letto con chi, peggio di una soap. Tra l'altro le possibilità di incroci erano innumerevoli data l'ambiguità di molti personaggi.
Temo siamo andati tutti in bianco.
Per la serata ho finalmente rimediato un passaggio a casa, ma me l'ha dato uno di Trieste che ha cominciato a dire "ce ne andiamo" tipo alle 9 di sera. Sarà la vecchiaia, sarà la voglia di lavorare. Boh. (Giurato del nord est, lo so che stai leggendo...)

Il giorno dopo, ci siamo alzati di buon'ora per assistere ad una conferenza stampa di... signore e signori John Locke!
Che però presentava, assieme a Judy Davis e ai due produttori, la serie "Masters of Science Fiction", in anteprima MONDIALE.
Andrà in onda quest'estate sulla ABC ( http://abc.go.com/specials/mastersofscifi.html ).
Ovviamente erano tutti lì per John Locke, sempre con la magliettina arancione del Fiction Fest (ma l'avrà lavata? o ne avrà una serie nell'armadio, come Paperino?).
Penso che gli avremo scattato 1345356 foto. Una ragazza gliene ha fatte così tante, che se si sfogliano velocemente, si vede locke che si muove come un cartone animato.
Però lui sempre gentile.
Ah, Judy Davis è morta, ma si sono scordati di avvertirla. Magrissima, pallidissima, grizosissima. Faceva paura.
Una tipa le ha chiesto (fuori luoghissimo) "The Starter Wife ha avuto successo, pare ne faranno una serie. Lei che ci può dire?". E lei "You know more than I do. I just took the money and ran". Mitica. Poi è tornata nel rigor mortis.

Abbiamo pranzato per l'ultima volta al nostro ristorantino, dove abbiamo fatto anche la foto col cameriere che parla tedesco. Ah, nel ristorante lavora il fratello di Silvia Salemi (che ovviamente la gelese senior conosce, ma come fa?) e sabato c'era pure lei. Oh, i capelli non le sono ricresciuti più.

Sono tornato a casa con il blogger senza nome (ma che io ora so) e altri giurati per lo scambio di foto. Sono seguiti momenti di amenità ed ilarità varie, accompagnati da un senso di vergogna profondo per lo stato catastrofico della mia stanza.

Intanto a latere continuavano gli accordi sotto banco per far venire alla premiazione Emicad e Supersimo.
Il primo ha abdicato in favore di una cena, il secondo ha resistito e così gli ho trovato un invito. Non è stato difficile, ne sono avanzati tipo 50.
Ovviamente lui (e il mio coinquilino) hanno trovato un posto all'auditorium molto migliore di quelli riservati alla giuria. Anvedi.

Le celebrità sull'orange carpet scarseggiano. Calvani. Aiello. Pecci. Mica vi servono i nomi di battesimo per identificare queste colonne portanti della nostra cinematografia, no?

La serata tarda ad iniziare perché arriva l'ambasciatore iraniano (per la serie nella nostra categoria) e non si trova il posto per lui.

Alla fine, esce Fabio Fazio sul palco (no, non lo sapevo che presentava lui) e comincia la serata.
Fazio è simpatico, fa le solite battute sulla lungaggine della serata e presenta Nancy Brilli, madrina del Fest.
Parlano dei premi blah bnlah blha (la Brilli osa dire "Peccato che non l'ho vinto". Come se avesse avuto una possibilità con quell'oscenità di cui si è resa partecipe).

Noi giurati, tutti e 90, siamo seduti vicini e facciamo un casino boia. Il resto del pubblico ha raggiunto Judy Davis a miglior vita.

Ho dimenticato di dire che oltre ai 4 premi che abbiamo dato noi (miglior prodotto, miglior attore, migliore attrice e migliore regia) nelle tre categorie, c'erano degli sceneggiatori professionisti che hanno dato quello alla migliore sceneggiatura. Uno dei tre giurati della nostra categoria era quello che assomiglia a Ethan di Lost.
Cmq il primo premio ad essere consegnato è quello alla migliore attrice di fiction italiana edita. Ma che categoria è?
Cmq non so quale giuria abbia assegnato 'sto premio (nessuno dei90) ma è andata alla Cortellesi.
Solite amenità sul palco con Fazio.

E poi arriva lui, LOCKE. SENZA MAGLIETTINA ARANCIONE. E' viola. Ma gli hanno detto che porta sfiga nel mondo dello show biz? Solite amenità con Fazio su Lost "Ma come finisce" "Se te lo dico dovrò ucciderti". Ah ah. Povero Terry. Cmq trovano una scusa per far salire sul palco la moglie. Che è una camionista. E si è vestita con gli stessi colori del marito (OH MY GAWD). Abbiamo elaborato una teoria sulla moglie di Locke. In pratica, lui era mezzo falllito prima di Lost, quindi avrà passato un momento bruttissimo. E lei gli sarà stato vicino. Quindi non è che la può mollare subito appena trovato il successo. Tra un paio d'anni la scaricherà per una tipo, che ne so, Jessica Alba ma meno famosa e chi s'è visto s'è visto. O quello o ha paura di lei (se la vedeste, avreste paura anche voi).

Locke è sul palco per consegnare I PREMI DELLA CATEGORIA DELLA MIA GIURIA!! Tutti, tranne miglior prodotto che verrà dato più avanti.
- MIGLIOR ATTORE: Quello del telefilm iraniano
- MIGLIORE ATTRICE: Elda Alvigini, de "I Cesaroni 2". Tutti vi starete dicendo "che??". Allora, innanzitutto, c'era una scarsità allucinante di ruoli femminili decenti nelle serie (tanto che alcuni hanno votato per quella che fa la ragazzina nella puntata 4x01 di Cold case, quella nel centro commerciale, una guest star insomma) e quindi veramente le più brave erano lei e Elena Sofia Ricci. E abbiamo pensato che sarebbe stato più utile darlo ad un'attrice emergente piuttosto che a una già affermata. Lei è molto brava, e poi è stata simpaticissima (see below).
- MIGLIOR REGIA: Il regista della serie iraniana.
- MIGLIOR SCENEGGIATURA (Non dato da noi): Little mosque on the prairie (che coincide col nostro per miglior prodotto. Aho' non siamo così scarsi)

per sapere i vincitori di tutte le categorie, andate qui http://www.romafictionfest.it/romafictionfest/dettaglio_news.php?idNews=73&lang=it

La serata è continuata tra amenità varie di Fazio e la Brilli.
Ad un certo punto è arrivata Rosanna Arquette a premiare non mi ricordo chi, e Fazio le fa:
"Ah, la sua famiglia è piena di attori, sua sorella Patricia, suo fratello David (dimenticandosi del fratello transgender, Alexis, anche lui/lei attore/attrice), che a loro volta sono sposati con attori, Courteney Cox e Nicolas Cage" e Rosanna "Patricia non è più sposata con Nicolas Cage". Fazio imperterrito "Sì, ma erano sposati, a Natale chi la recita la poesia?". Ah ah, amenità e ilarità.

I due momenti più emozionanti per noi della giuria, sono stati:
- Quando Alexander, il nostro presidente, ha detto "prima di tutto voglio ringraziare la giuria, per aver fatto un ottimo lavoro nonostante le 10 ore di serie televisive al giorno" e fazio "e come hanno fatto a non impazzire?" (ah ah) e lui "con la loro intelligenza e il loro sense of humour". E noi a urlare dagli spalti "Bravo" "wow" "Sposami" (quello ero io).
- Quando il direttore della mostra, laudadio, ha detto che non ci sarebbe stato il fest senza i giurati, e ci ha fatti alzare tutti e 90. E' stato più emozionante che alla laurea. come direbbero le gelesi, Matri.

L'emozione era tutta nostra, perché ogni tanto lanciavo uno sguardo a Supersimo e al mio coinquilino e invariabilmente sbadigliavano. Cazzo, la mano davanti alla bocca!

Tra i premiati, mancava (ovviamente, direi) Helen Mirren. Sai, ha vinto un attimo l'oscar quest'anno, non gliene poteva frega' di meno del Roma Fiction Fest.

Il finale ha visto i migliori tre prodotti (Little Mosque on the Prairie, Perfect Parents e Giuseppe Moscati) competere per il premio dei premi (assegnato dai presidenti di giuria). Ha vinto il film TV Perfect Parents. Che metto a scaricare mo' mo'. Ma subbare film tv e fighi? C'abbiamo mai pensato?

A fine serata,le gelesi si sono gettate su qualque persona potesse essere minimamente riconoscibile.
Siamo andati dalla Alvigini che ci ha detto "la mia giuria, voglio una foto con voi".
La Cortellesi simpaticissima come sempre e disponbile ai 2,000,000 di foto che le hanno chiesto. Beppe Fiorello è sparito (forse s'è arrabbiato che la miniserie su Moscati non gli è valso il premio di miglior attore, andato a Favino?).
Il regista di Little Mosque simpaticissimo come sempre. Anche lui voleva una foto con la giuria, ma mentre ci siamo messi tutti in posa, i fotografi se n'erano andati, e quindi la foto ce l'ha fatta la moglie.
Per fortuna abbiamo scampato l'austriaco minaccioso. Alles gutes zum Geburtstag (era il suo compleanno).

Poi le varie giurie sono andate a mangiare una pizza e poi la crème de la crème (compreso supersimo) è venuta da me (alle 3 di mattina) per l'ultimo addio. E hanno mentito spudoratamente sulle condizioni della mia stanza (grazie).

E' finita. Mado' c'ho già l'astinenza.
E' un'esperienza che consiglio a tutti: divertimento, qualche bel telefilm (molte cagate, però), e forse magari anche qualche amico che resterà (vero, blogger senza nome?)










2261
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 7 July 2007, 17:25:02 »
Sì, è tratta da "los serranos", ma evirata da tutte le scene di nudo etc. che costellano le seire spagnole...

2262
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 6 July 2007, 19:37:11 »
Su Caterina e le sue nonne 2 mi avvalgo della facoltà di non rispondere...
Invece sui Cesaroni.... me l'aspettavo che ci sarebbe stato il caos.... ha spopolato piu' di Twin Peaks quell'obbrobrio.... ma lo tollero solo perchè l'hanno girato dietro casa mia..... :huhuhu: :huhuhu: :huhuhu:
MA ci hai fatto caso Amendola è panzone dal vivo? Io quando l'ho visto so rimasto....  :loooL:
Ma quindi eri in sala e non mi hai detto niente ???  :T_T:

@Supersimo e Bubino, controllate in PM  :huhu:

2263
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 6 July 2007, 03:10:29 »

Al Masterclass era fattibile entrare? Si potevano fare foto con Locke e compagnia bella?

Ovviamente la domanda vale anche per hnort :D

Era fattibilissimo. E per le foto, la mattina è venuto Locke da noi per farsele fare.

Telecronaca del quarto e ultimo giorno.
Sono arrabbiato. No, amareggiato. No, arrabbiato E amareggiato.
E' assurdo pensare quanti bambini nel mondo muoiano di fame e nonostante questo si trovino i soldi per fare
CATERINA E LE SUE FIGLIE. DUE
E' un concentrato di stereotipi razzisti nei confronti di tutti: obesi (una Nancy Brilli con un trucco alla Monica di Friends che non fa altro che mangiare e andare a sbattere, tra gli insulti della gente - "A' balena", "A' elefante", "Anvedi quella buzzicona"), donne (Benvenuti che impedisce alla moglie di andare a lavorare, non si sa per quale motivo), agli anziani (la Zanicchi, improponibile di per sé, che si mette in lingerie per risvegliare gli istinti del marito. OT: anche a voi ogni volta che la vedete vi viene da urlare "100, 100" ?), ai gay (quello dei Ragazzi italiani - "se questo fosse vero amore, vero amore" - che sta in Spagna, ricettacolo di perversione nelle ultime fiction italiane, e vive, ORRORE, con un uomo E SI BACIANO SULLA BOCCA); extra-comunitari (l'unico non bianco è un arabo che fa il maggiordomo e si chiama ISTANBUL!!!)
Recitazione insulsa, dialoghi improponibili, ma soprattutto un alone di arretratezza culturale che ha fatto inorridire il presidente di giuria (che tra l'altro, essendo British di razza araba, si è un po' incazzato per il maggiordomo).
Veramente veramente triste. MI RIFIUTO di descrivere quello che hanno fatto fare alla Arcuri (e che lei ha accettato di fare) perché veramente potrebbe denunciare la produzione per danni morali.

Dopo questo ORRORE, senza neanche un attimo di pausa, è cominciata una cosa cinese di arti marziali, ma non vi so dire molto, perché mi sono addormentato. L'ultima cosa che ricordo era un gruppo di bambini pelati fino a metà testa e poi con una coda lunghissima che facevano a botte in un fiume urlando cose del tipo "le nostre mosse sono meglio delle vostre". O una cosa del genere.

Pranzo al solito posto, col cameriere ormai nostro amico.
Dobbiamo tornare di corsa perché dobbiamo fare una pre-riunione in vista della votazione serale.
Il presidente, Alexander (tra l'altro so chi è, guardate qui: http://www.imdb.com/name/nm0796502/), ancora provato dalla visione di Caterina&Co., comincia a darci i suoi commenti sui film, ma viene interrotto in malo modo dalla nazi, perché è arrivato il cast de "La Squadra", la serie che dobbiamo vedere.
Ma quando si dice il cast, intendono TUTTI, anche le comparse. Una cosa esagerata, cinquanta persone per una puntata. Anzi, c'erano pure degli attori che NON comparivano nella puntata. Non so se è normale.
La serie la conoscerete. In questo episodio c'era il tipo che ha fatto la Fattoria Brasile, come si chiama? Marco Basile, può essere? La gelese junior mi fa "ma quali erano i suoi titoli per andare alla fattoria?". Non si sa. C'era pure uno che ha fatto Amici. O ci ha provato. Non saprei.
Cmq, non si capiva tanto bene l'episodio, e poi abbiamo scoperto che hanno montato due puntate in una o una cosa del genere. Il perché non è dato di sapere.

Andati via tutti, ma proprio TUTTI gli attori di la squadra, siamo stati cacciati dalla sala, perché la dovevano riordinare per l'arrivo della famiglia Cesaroni.
Quando ritorniamo, troviamo una BOLGIa di gente accorsa per guarda la prima puntata della seconda serie. Occupando i nostri posti. E noi siamo la giuria, mica pizza e fichi. Quando lo diciamo alle hostess, queste fanno "e va beh, mettetevi laterali". Ma vi pare NORMALE? Dopo aver minacciato l'ammutinamento in massa, siamo riusciti ad avere i nostri posti e solo arrivati gli attori della serie.
C'erano Ammendola, ES Ricci, ballando sotto le stelle sul ghiaccio, Tim Tribù, il bambino dolcissimo, il fratello castoro, la sorella brutta, Antonello Fassari (ma quante serie si fa?) e la moglie di tortora. Mancavano Tortora e  l'attore che fa Marco perché "ha la febbre a 38". Ma come si fa a luglio ad avere la febbre a 38? Giusto lui e Desmond. Alla notizia che Marco non c'era, una ragazzina di tipo 6 anni che si era riuscita ad infiltrare nei posti della giuria fa "Quanto sei fresco, mannaggia a te che te sei preso a' febbre". Vi rendete conto cosa stiamo crescendo in questo paese?

Gli attori hanno detto le solite due o tre cose, Ammendola (mi sorge un dubbio, è con una m sola? non me lo fate imdbbiare...) ha fatto "er solito romano". Battute sui milanisti/romanisti/laziali (BOOOORING).
Il direttore del Fest presenta loro la giuria (ovvero NOI) e Am(m)endola fa "Aho', nun sapevo nemmanco che c'era 'na giuria". Un gentleman. I nostri ego si sono ridotti alle dimensioni di una nocciolina.
Una cosa che avevo dimenticato di citare è che un giurato non sorrisi, romano politico diessino, è innamorato in maniera adolescenziale di TIM Tribù. Adolescenziale perché la guardava e TREMAVA. Allora, mentre gli attori prendono posto, io, che non mi faccio MAI i cazzi miei, urlo "Alessandra, questo giurato è corruttibile" e lo indico. Lei si gira, col sorriso da paresi che non lascerà mai il suo viso (è tanto caruccia) dice "Grazie". Cacchio, fa' una battuta. Un po' di vivacità. In quel momento decido che non passerò mai a TIM (Life is ALWAYS now).
E poi parte la puntata.
Io non avevo visto la prima serie, ma a quanto pare ci siamo americanizzati, perché la serie è finita con un GROSSO cliffhanger (allarme bomba), che, al contrario di quanto succede nelle serie americane, non viene sciolto subitissimo ma nell'arco della puntata. Cmq, mi costa ammetterlo, ma fa ridere. A me i Cesaroni FA RIDERE. Oddio, ho fatto outing pure su questo.
Tutti i personaggi hanno telefonini 3. Tranne ES Ricci, che c'ha un telefonino d'anteguerra. Non me lo so spiegare. Io.

Dopo la fine della puntata, costellata di applausi e risate (anche mie), gli attori si sono prestati a fare le foto. Abbiamo dovuto portare il politico a forza, perché si vergognava. Invece il realitista ha dimenticato il suo sempiterno amore per Martina Stella e si è gettato a capofitto su Tim Tribù pure lui. Dopo un tempo infinito perché la macchinetta non funzionava, TIM Tribù è riuscita a staccarsi dal realitista, senza mai smettere di sorridere (le si allarga il neo sul labbro), si gira verso di lui e fa "Grazie". Lei a lui. Praticamente la cosa di ringraziare lei gliel'ha sicuo insegnato il suo pubblicista, per farlal sembrare una ragazza sAmplice nonostante tutto.

Archiviati i Cesaroni, arriva un tipo dai capelli bianchi sconosciuto.
Signore e signori è il REGISTA DELLA PRIMA SERIE DI LITTLE MOSQUE ON THE PRAIRIE.
Ha fatto un bel discorso su come in USA abbiano trovato inopportuno fare una serie comica "dalla parte dell'islam" in qesto momento, mentre la risposta è che proprio questo è il momento giusto. La serie è stata fatta vedere anche a musulmani ed pare sia apprezzata (oltre ad aver mandato in tilt l'auditel canadese).
La serie la conoscete. Ho sparso la voce che i subbi si trovano sul nostro sito, perché ha avuto molto successo.

Dopo tre episodi di Little Mosque, eravamo pronti per andare a cena. Ma la nazi ha detto che DOVEVAMO PRIMA ANDARE A VOTARE. Incurante delle proteste generali di noi poveri giurati affamati, ci porta in un luogo mai visto, un ufficio caldissimo con delle tipe che non si sa bene che fanno.
E lì comincia la votazione.
Vi posso dire che solo per una categoria si è dovuto rivotare. Il resto è andato via liscio.
Domani è free, anche se avremo la cena con Marrazzo sulla riva del Tevere e sabato premiazione.
Stay tuned
 :ciao:


2264
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 5 July 2007, 03:00:02 »
Okay.
Terza giornata.

Dio prendimi adesso.

Sono distrutto.
Oggi abbiamo visto SEI SERIE DIVERSE.

Vediamo se me le ricordo tutte...

- Una serie austriaca. Che NON è il commissario Rex. Sempre poliziesca però. Ambientata tra le montagne e la neve. In pratica c'è il solito gruppo di poliziotti blah blah, serial killer catturato dalla poliziotta anni prima, blah blah, una psichiatra a cui hanno evedentemente regalato la laurea decide che il serial killer non è più pazzo anche se pure io a cinque anni avrei detto di tenerlo rinchiuso, blah blah, omicidio assurdo CON LE PALLE DI NEVE, blah blah, poliziotta trova in casa scritta "occhio per occhio", blah blah, poliziotto in attesa di trasferimento resta per ultimo caso, blah blah, forse l'assassino è il marito della prima vittima, blah blah, ma no, è proprio il serial killer che rapisce poliziotta, blah blah, poliziotto salva poliziotta prima del trasferimento. Bleah bleah.

- Una serie francese. Toh guarda, un gruppo di poliziotti di un corpo speciale. In tutte 'ste serie c'è sempre un corpo speciale della polizia, CSI, NCIS, RIS etc. etc.. Ma poliziotti normali ce ne sono? Cmq la serie era carina, con una tipa ammazzata da un auto in corsa ma sorpresa! era stata accoltellata prima. Belli e caratterizzati pure i personaggi secondari. Ma ecco spuntare un particolare inaspettato: il commissario (ispettore? tenente? capitano? maresciallo? chi li ha mai capiti i gradi) ha LE VISIONI. Cioè, tipo, tocca un oggetto e ha le visioni. Ma così so' bravi tutti... Quando ho espresso la mia perplessità, la gelese senior mi fa "ma che c'è di strano, in tante serie succede, tipo Medium". Sì, ma si chiama MEDIUM la serie, uno lo sa. Boh.

- Pomeriggio stellato: Criminal Minds, e viene un attore. Non mi ricordo il nome (non me lo fate imdbbiare), ma è quello nero. Che dice le solite due cose sull'italia "ah, la lingua sembra una musica, parlate con le mani" e dice quelle due frasi in italiano che ci fanno applaudire calorosamente. La cosa più inaspettata di criminal minds è la (special) guest star: James van der Beek. Appena è uscito tutti a urlare "Matri, è Dawson!" Non solo, ma fa pure il serial killer dalle personalità multiple. C'è questa scena ambientata al cimitero in cui c'è Dawson che sembra Gollum e parla da solo con le varie personalità. E c'ha pure il culo grosso!

- Due episodi due di West Wings. Quelli in cui viene rapita la figlia del Presidente e tanto per cambiare gli USA bombardano un Paese medio orientale. Ora, io dico, ma perché mettono in concorso una serie chiusa un anno fa, facendoci tra l'altro vedere i primi due episodi della stagione 5 andati in onda nel 2003??? Misteri dell'organizzazione.

- Due episodi due di NCIS. Gruppo di poliziotti blah blah, corpo speciale blah blah, protagonista in pensione che ritorna dal messico, blah blah, terroristi islamici, blah blah. Cmq gli USA sono proprio shockati dal terrorismo. Ce lo mettono sempre. Il secodno degli episodi termina con la scoperta che il colpevole è un vecchiazzo che ha speso i 5 mil di dollari in mobili e libri antichi. Ah, ci sono tanti spunti comici. PLEASE.

- CHICCA DALLA COLOMBIA. Come sapete le serie sudamericane sono tutte, irrimediabilmente, telenovele. Ma questa, signore e signori, è una telenovela colombiana che ha per protagonista ZORRO. Ambientata a Los Angeles, quando era degli spagnoli. E' davvero complicata da capire perché lui apparentemente è figlio di una Squaw (!!!) che viene uccisa dal padre della protagonista, Esmeralda, che in realtà è figlia di una zingara (e c'è anche un cameriere gobbo, ring any bells?). Esmeralda ha una sorellastra che la odia ("quella gran culo di Cenerentola"). Il padre di Zorro (che pare suo fratello) è innamorato della zia di Esmeralda (che in realtà non è sua zia, perché Esmeralda non è figlia di suo padre). Il padre (che non è il padre) di Esmeralda è innamorato della zia di Zorro, che fa la suora e quindi non può corrispondere, anche se vorrebbe. La mamma di Esmeralda è la regina degli zingari di tutto il mondo (che la cercano da Madrid a Los Angeles) ed è imprigionata con una maschera di ferro uguale a quella di DiCaprio nell'omonimo film ed incatenata mani e piedi, ma ciononostante riesce a scrivere un messaggio e attaccarlo al collo di un topo ("Lucrezia", sic!) per comunicare coi suoi sudditi zingari.
Credo che la Colombia non esporti tutta la cocaina e quella che rimane, quella tagliata peggio, la dia agli sceneggiatori. Ma come cxxxo gli è venuto??
Però la serie è VOLUTAMENTE divertente, e c'è zorro che è mezzo nudo per la prima mezz'ora e Esmeralda che c'ha due tette infinite (Benjamin Bratt de noartri ha detto " a questa la voto pure per miglior regia").

Altre cose degne di nota:
- Alla proiezione di Criminal Minds doveva venire "una delegazione della serie" e hanno riservato tre file. Non è venuto nessuno.
- Uno steward ci diceva di non sederci nelle tre file e la Nazi si è arrabbiata dicendo "lo devo dire io chi si può sedere e chi no", facendo una scenata col poverino. Salvo poi dirgli "senti, ma quelli si sono seduti nei posti sbagliati, a cosa stai pensando??". Psichedelica.
- Possiamo portare qualcuno alla serata della premiazione. Oddio, tutti sapranno che sono zitello! Chi ci viene con me? E che mi metto?
- Sorrisi ha fatto una foto con tutti i giurati al ristorante. Temo di non essere venuto neanche in quella!
- La scala Kinsey non delude mai. Di più non dico.
- Ho scoperto il nome del blogger senza nome perché abbiamo firmato per non so bene che referendum e ha dovuto tirare fuori il documento. Il segreto morirà con me.
- La nazi ci ha chiesto di presenziare ad una proiezione con attori perché c'era troppa poca gente e poi "di sgattaiolare via". Can you believe it? Per fortuna poi ha ritrattato. Io l'avrei fatto, ho perso la mia integrità da quel dì.

Domani sveglia presto perché alle 10:00 c'è l'imperdibile CATERINA E LE SUE FIGLIE 2. Eppure io penso di essere un bravo ragazzo, cos'ho fatto per meritarmi questo?
Stay tuned


2265
Televisione / Re: romafictionfest
« il: 4 July 2007, 02:18:38 »
sono tornato ora, vi dico solo che stamattina mi sono dato malato per andare a vedermi il masterclass con locke, poi ho beccato anche hurley e desmond, ieri sera ho visto cold case, oggi pomeriggio torchwood e stasera credo di andare a vedere lost (ho gia' il biglietto :asd:)
domani proseguo visto che ancora staro' malissimo :D
Ma emicad! Eravamo nello stessa sala per Torchwood! Io sono tra i giurati ritardatari! Se domani vieni a qualche proiezione con la giuria (gli sfigati con le occhiaie e col badge) urla "hnort" (pronuncia: accanort) e io rispondo  :gogo:


è vero che i 15 fortunelli sono tutti non romani??? Almeno cosi' avevo letto su Sorrisi...
Questa è pura discriminazione regionale! :look:
Allora, visto che a quelli di Sorrisi gli pagano l'albergo, hanno preso tutte persone fuori dal Lazio, mentre i giurati "normali" sono tutti residenti in Lazio. A quanto ho capito hanno fatto così.


Allora comincia il resoconto:

La giuria del seriale aveva come primo appuntamento alle 11 un telefilm IRANIANO. Il fatto è che, come vi ha già detto Emicad, alle 10:30 c'era il masterclass con Terry!!!
Pare che facciano apposta in modo che noi giurati, quelli più patiti di telefilm, si perdano gli eventi più fighi.
Cmq ci vediamo all'Adriano in anticipo e aspettiamo Locke.
Il quale arriva e, visto che eravamo GLI UNICI (forse assieme ad Emicad. A proposito, ndo caxxo stavi?), è venuto LUI da noi a salutarci e a stringerci la mano.
A un certo punto, mentre lottavo con la mia macchina fotografica, il fotografo di sorrisi ci ha fatto una foto con lui, anche se temo di non esserci rientrato. Le sorelle di Gela sono in primo piano, assieme a Benjamin Bratt de noartri e a una ragazza di Torino tanto simpatica anche se schifa Grey's Anatomy (Dio dei telefilm, perdonala, non sa quel che dice.  OT: se ci fosse davvero un Dio dei telefilm, chi sarebbe? Mi viene in mente Pollon  :huhu:).

Cmq, fregandocene del telefilm iraniano, facciamo per seguire il nostro nuovo amico Terry, quando la segretaria della giuria, a.k.a. the Nazi (you see? GA rulez!) ci blocca e ci porta nella nostra sala.
Lì, oltre ai soliti steward "dolcissimi" (che ora in fictionfestivese vuol dire "boni da paura") ci aspettavano, accanto ad ogni sedile, una pacchetto di patatine di cui non posso dire il nome per pubblicità (però, once you pop, you can't stop). La cosa assurda è che stavano ad ogni sedile (200 posti) e noi eravamo tipo 5.
Mentre la mia napoletanità stava escogitando un piano alla Ocean's 11 per trafugare tutte le patatine, è avvenuta una scena madre: poiché dobbiamo firmare prima di ogni proiezione, qualcuno, che non nominerò, ha messo la firma per qualcun altro, che non nominerò (più che altro perché non mi ricordo i nomi) e the Nazi ha cominciato a incazzarsi come una iena "Siete dei bambini, siete dei bambini", davanti al presidente della giuria, che non capisce un cazzo, però una buona impressione non deve aver avuto. Morale della favola: dobbiamo firmare tutti davanti a lei. Ma vedi se è cosa.

Il telefilm iraniano parte. Non vi posso dire cosa ne penso, ma:
- L'Iran di oggi a quanto pare è uguale alla Sicilia di 30 anni fa.
- L'attore è tale e quale a Gino Cervi.
- Risparmiano un sacco di soldi in mobilio perché non ci sono sedie e tavoli. Quando devono mangiare, apparecchiano il tappeto.

Ritornando alla giuria, il calabrese realitista (OT: vi ho detto che ieri abbiamo visto il maggiordomo di Uomini e Donne? GIURO che non l'ho riconosciuto io), che ieri aveva snobbato il mio gruppetto, segue, come mi fa notare la gelese delle serie d'ammore, il teorema della canzone "prendi un giurato, trattalo male": non l'abbiamo cagato e ci ha seguiti ovunque.
Vi ricordate quando ho detto che Martina Stella non la caga nessuno? Mi sbagliavo, a quanto pare il calabrese sbava per lei. Peccato che la confonda con la Crescentini.

Dopo l'iraniano, la Nazi entra con Soragni e chiama a sé i giurati di Sorrisi, che fanno una foto di gruppo, che verrà sicuramente pubblicata, e a noi non ci caga nessuno  :T_T:
Dopo la foto tutti a pranzo (che sta migliorando di giorno in giorno: oggi ci hanno fatti sedere, signori e signore!!) e a seguire, siamo andati all'auditorium dove abbiamo visto nell'ordine:
- Alessio Boni (venuto per Caravaggio). La gelese LO CONOSCEVA. Foto di rito. Nomen omen.
- Un attore sconosciuto, probabilmente anche lui di Caravaggio. DOLCISSIMO.
- Jacqueline Bisset (aridaglie). Qui ho avuto il mio momento di gloria. Perché dopo TRE QUARTI D'ORA DI FOTO (il lavoro di Nip&Tuck si vede sulla Bisset) le ho urlato "Jacqueline, you can have MY kidney!".
Lei mi ha guardato e ha detto "peccato ho solo 10 minuti!". Penso che farà di tutto per avere il mio numero.

Lo scopo di tutta quest'attesa era perché le gelesi volevano vedere ... come si chiama ... quello nero di CSI Las Vegas con gli occhi chiari. Dolcissimo, per carità, però chissene...

Durante l'attesa da celebrity spotters, ho adocchiato due tipi con le magliette "progetto Dharma" e sono andato OVVIAMENTE a chiedergli da dove venissero. Se le sono fatte da soli! Insomma, questi due avevano l'accredito stampa, e scrivevano per un sito sui Simpson. Inserire faccia perplessa qui. E ovviamente, come altre diecimila persone che ho conosciuto in questi giorni, si RIFORNISCONO DA ITA:SA!!! Ovviamente ho intimato loro di venire a karmarmi, ma uno dei due ha detto "è la cosa che più odio del vostro sito". Lo banniamo?

Oltre a questo, ho approfondito la conoscenza di altri giurati. Il calabrese realitista e il romano motociclista sono fidanzati, la meccanica di pomezia ha chiuso bottega e il blogger senza nome è non pervenuto. Abbiamo parlato di Heroes e quale superpotere vorremmo. Io quello della persuasione (OT: e voi?)

In tutto ciò s'era fatto tardi per Torchwood, quindi siamo dovuti tornare di corsa all'Adriano (per i non romani, auditorium-adriano sono una decina di minuti a piedi).
PER FORTUNA incontriamo il nostro presidente di giuria (fonti quasi sicure lo danno per attore di 24 e Syriana col dolcissimo George). Ci avvicianiamo e gli diciamo "entriamo con te, così the Nazi non ci cazzia".
Infatti appena arriviamo, mentre sta per iniziare lo sbraitamento  ci giochiamo la carta presidente e subito the nazi si trasforma in the sheep.

Inizia Torchwood. Anche qui i commenti sono top secret, ma penso che molti di voi la conoscano.

Il problema serio è che appena finisce, abbiamo solo il tempo di una pipì prima che cominci un telefilm russo sul periodo post 2a guerra, in cui la gente veniva incarcerata come niente.
Non commento come al solito, ma notate che:
- Ci hanno fatto vedere il primo e il DECIMO episodio. Non ci abbbiamo capito molto.
- Il secondo episodio è consistito nel raccontare di questo prigioniero. Insomma, a questo lo facevano spogliare e rivestire tipo sette o otto volte. Una volta gli hanno fatto "spogliati nudo" "perché?" "ti dobbiamo tagliare i capelli". come direbbero le gelesi e il blogger senza nome, "madre".

Sbarazzatici finalmente delle incombenze di giurati e rinfrancatici il corpo con una cena (sempre meglio: non solo seduti, ma addirittura serviti!) abbiamo cominciato l'appollaiamento Lost.
Seppur della giuria e con il biglietto, ci hanno fatto entrare dalla parte del pubblico "normale", anche se evitando tutta la fila.
Prima però ci siamo dovuti sorbire l'uscita del pubblico di "Caravaggio".
Tra cui
- Eleonora Giorgi. Ma che ci fa sempre qui? A' Ciava', e riprennitela!
- La Cucinotta. Ma se non fa un film dal 98???
- La Brilli. Ce la ritroveremo in "Caterina e le sue figlie 2". Era Caterina? Va beh, quella cosa con la Lisi.
- La E.S. Ricci, attesa al varco per Cesaroni 2. Nun s'è girata, niente foto. Anche se le ho urlato "siamo della giuria, non abbiamo ancora scelto l'attrice!"
- Calvani. Stava con la T-Shirt dell'isola. E' come nella pubblicità delle crociere Costa, non si capacita di di essere tornato.
- Boni. Same old, same old.

E poi sono arrivati
Terry e Jorge!!!

Sono saliti sul palco. Lo so, lo so, doveva esserci anche Desmond. Hanno detto "è a Roma ma non si è sentito bene". Spippato troppo?

Terry aveva la magliettina arancione del Fiction Fest. Ho deciso, la metto anch'io. Anzi no.
Gli hanno fatto presentare i due episodi della serata che erano "I do" (Jorge: "ha per protagonista Kate, vi piace eh?"  Urlo generale dei sedicenni etero che se lo menano guardando Kate) e il secondo "Flashes before your eyes" (Terry: "Ha per protagonista Desmond, che prevede il successo del Fiction fest". Ma che vor' di?).
Seguono miriadi di autografi (che carini). Escono dalla sala.
Ed esco anch'io: gli episodi li ho già visti, e volevo prendere l'ultimo 23 perché se no coi notturni arrivavo alle 4 di stamattina e domani mi aspetta una succulenta fiction francese per iniziare la giornata...
Stay tuned.

Pagine: 1 ... 149 150 [151] 152