Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - bianconerolost

Pagine: 1 ... 31 32 [33]
481
Fringe / Re: [Commenti] Fringe 5x08 - "The Human Kind"
« il: 13 December 2012, 21:27:06 »
Secondo me il finale sarà da impazzire e per nulla prevedibile ma resteranno misteri irrisolti e cose non chiare oltre che punti interessanti non sviluppati

482
Fringe / Re: [Commenti] Fringe 5x08 - \"The Human Kind\"
« il: 11 December 2012, 02:01:31 »
E' molto che non commento Fringe, ma ho sempre letto con attenzione tutti i topic di commento agli episodi (almeno finchè non usciva l'episodio successivo :P)

Personalmente sono molto affezionata a Fringe, adoro l'interpretazione di Joshua Jackson (che come osservatore è stato incredibile!) e le sfaccettatture di John Noble. Non apprezzo particolarmente Anna Torv, anche se forse invece il suo punto di forza è di aver reso perfettamente un personaggio "anonimo", capace però di brillare in particolari situazioni.

Da Fringe mi aspetto il lieto fine, lo dico sinceramente. Potrebbero anche fare il miglior finale di sempre che in assenza di questo mi lascerebbe comunque delusa. Questo per dire cosa mi piacerebbe, non cosa dovrebbe accadere.
Mi piacerebbero risposte come sono state date in questa puntata. Mi piacerebbe che tutto tornasse e si svelasse il grande piano che era stato tessuto. Mi piacerebbe capire (perchè si capisce) che il finale sarà esattamente quello pensato in origine per questa serie, con tutte le aggiunte che si sono rese necessarie, ma nell'ossatura fedele all'idea originaria. E ripeto, secondo me è qualcosa che traspare.

Questo episodio mi ha affascinata moltissimo. Ho faticato io stessa a seguire il discorso il Simone. E' un discorso meraviglioso, una fede potente, che è difficile capire e per questo rapidamente allontanata. Da Olivia stessa, mentre va via col camion, traspare quasi pena per quella donna (così come da diversi commenti qui) eppure perchè mai? Perchè la fede dovrebbe essere qualcosa che limita una persona e non il contrario? Fringe continua a mandare il messaggio che la completa conoscenza e il completo controllo di ciò che ci circonda, anche con le migliori intenzioni, non è la strada giusta. Perchè il "giusto" (logico) non è il bene (che racchiude tutto), perchè è privo di sentimenti e emotività.
Peter capisce questo concetto e riesce dolorosamente a rinunciare alla "perfezione" perchè comprende l'importanza fondamentale dei sentimenti. Anche quando ti offuscano, anche quando ti ostacolano, anche quando quel congegno ti permette di sentirti "logicamente" alla pari con gli Osservatori.
Peter sta per diventare un uomo migliore di suo padre. Penso al parallelismo di Peter che si toglie il congegno e Walter che si fa rimuovere le parti di cervello che lo rendono "un mostro" (non ricordo bene, prende la decisione dopo la morte della moglie?), entrambi quasi prima che sia troppo tardi. E' una fortissima presa di coscienza e un messaggio fortissimo. Non è funzionale alla guerra contro gli observer? CERTO! Proprio qui sta la difficoltà della scelta! Quanti di voi hanno pensato che però per la salvezza dell'umanità sarebbe stato giusto che Peter (uno solo) si sacrificasse per tutti? Che era una perdita accettabile se in ballo c'era la salvezza degli uomini?
E invece no, la dignità di una vita umana è sempre la stessa, non è una questione di numeri. E questo è un messaggio prettamente cristiano. Non è logico, perchè la logica poi ci direbbe che per questa scelta di Peter allora anche altri perderanno la propria vita (mentre avrebbero forse potuto salvarla) e quindi forse la vita di Peter vale più di quella di questi altri sconosciuti?
No, naturalmente. Ma queste morti non sarebbero responsabilità di Peter.  Siamo talmente abituati all'eroe che si sacrifica per gli altri al punto da ritenere suo "dovere" farlo?
Complimenti! Gran bel commento.

Concordo totalmente sugli attori.
Sul finale io pretendo quanto tu dici, tranne che sul lieto fine che non lo reputo essenziale, anzi a volte la sua assenza rende il tutto migliore.

La fede ritengo sia la soluzione sbagliata alla certezza, affermata anche da Simone, che "non si può sapere tutto".
La fede più che un limite è una debolezza, il conforto che se ne trae (di cui parla anche Olivia) è un rifugio, illogico ed insensato, frutto di un autoconvincimento condizionato dalla società. Si può esser consapevoli che non si può sapere tutto e nonostante ciò non aver fede, certo bisogna essere più "forti", ma credo che questo tipo di consapevolezza sia anche più aggradante. La fede non è la sola forma di consolazione al tedio, è solo la più semplice ed improbabile. Ovviamente è solo la mia opinione in merito, condivisibile o meno.

Hai capito uno dei più profondi messaggi di Fringe ed è un piacere leggerlo, così ben descritto come hai fatto. Io ritengo che portato così all'eccesso è evidente che Peter abbia fatto la scelta giusta, ma anche al contrario, con il totale venir meno della logica, bisognerebbe andare a limitare i sentimenti. Tra le due contrapposizioni, bisogna trovare un equilibrio, che non sarà mai totalmente da un lato soltanto.

Perfetto il parallellismo con Walter, la presa di coscienza di Walter ritengo sia comunque ancor maggiore di quella di Peter (che ha scopi egoistici e viene interrotta per gli stessi, quelli di Walter sono invece più generali). Sì in effetti c'è una certa abitudine all'eroe che si sacrifica per il bene di tutti gli altri è un gesto che, per quanto grande, ormai non sorprende più neanche tanto per quanto sia stato ripetuto in diverse narrazioni. Io comunque non mi aspettavo questo, ed infondo Peter stava agendo così per vendicare sua figlia, di tutto il resto sembrava importargli molto poco.

Post unito: 11 December 2012, 02:01:31
che puntata di merda dio mio,cioè ucciderlo e poi levarsi il dispositivo?ma poi cosa è servito impiantarselo?fare un tributo a the matrix?la quarta stagione già era inutile da sola,ma se non continuano da dove era finita diventa ancora più inutile,tutto il mondo fatato con animali mutati a cosa cazzo serviva?a nulla come ho sempre detto!I discorsi smielati poi BAAAAAAAAAAAAAAASTAAAAAAAAAAAAAAA che tanto con gabbole spazio temporali la fate tornare in vita minimo!
Poteva essere troppo tardi, come gli dice Olivia stessa in quel discorso smielato.
Il tributo a matrix lo avevano già fatto in certi stili di combattimento :asd:
che non ci sia filo conduttore con la quarta stagione dà immenso fastidio anche a me. Mi aspetto un qualcosa su Bell nei prossimi episodi.
Il mondo fatato con animali mutati non ha trovato riscontro pratico dato l'intervento di Olivia, Peter e Walter, che hanno fermato Bell.
Glielo hanno fatto impiantare per poi togliere, per esaltare il fattore sentimentale su quello razionale, per far notare le differenze tra umani ed osservatori. Questi ultimi ritengono che le emozioni siano il punto debole degli esseri umani, Olivia dice sia il punto di forza. Peter ha dato ragione ad Olivia. Probabilmente alla fine avranno la meglio proprio grazie a questo :asd:

483
Fringe / Re: [Commenti] Fringe 5x07 - "Five-Twenty-Ten"
« il: 2 December 2012, 19:34:46 »
Sono arrivato a pagina 13 poi mi sono stufato, quindi se dico qualcosa che è gia stato detto mi scuso  :XD:

Cioè, praticamente in questa puntata c'è la conferma che la quarta stagione è stato un completo e inutile filler?
Tutto lo spiegone su Bell(altra cosa che poteva essere benissimo fatta con un flashback visto che in ste 7 puntata di roba inutile ce n'è stata a iosa  :interello: ) praticamente fa questo..perchè tutto quello che stava facendo lui nella quarta stagione cercando di creare quel cavolo di mondo non c'entrava niente con gli osservatori  :scettico:

Poi walter ha letteralmente rotto le palle con sta storia del cervello!! Un senso lo poteva avere se il contesto fosse rimasto quello delle precedenti stagioni, dove era in un mondo di umani e dove poteva fare esperimenti che lo avrebbero portato a elevarsi sopra gli altri..ma adesso?? cavolo devono far fuori dei tizi che si muovono a velocità supersonica e prevedono il futuro!! Ma che pensi prima a quello..mah..sarà che ha paura di diventare così stronzo da perdere l'amore di peter, ma direi che se vengono tutti fatti fuori dagli osservatori perchè lui diventa scemo non è che cambia molto il risultato  :look:
Non me lo ricordare, amarezza a mille sulla figura di Bell, io continuo a sperare in un colpo di genio che faccia da collegamento con la quarta stagione, se no ci sarebbe molto da criticare per scelte e superficialità

484
Alias / Re: Devo iniziare perchè??
« il: 21 November 2012, 12:27:52 »
Io sono ancora alla prima stagione ma si può rispondere in tanti modi a questa domanda, la migliore, come qualcuno ha già fatto, è quella di vedere il pilot. Impossibile non restarne meravigliati e colpiti continuandone la visione

485
Libri / Re: Aiutatemi a iniziare a leggere :D
« il: 22 November 2012, 22:34:54 »
buttati sui classici, ci sono libri che tutti dovrebbero leggere in vita, se non hai letto prima i più bei classici devi rimediare e solo dopo gettarti anche su altri libri (il tutto ovviamente sempre secondo me :asd: )

486
Altre Serie - USA / Re: The Wire
« il: 22 November 2012, 22:30:34 »
Io purtroppo fin'ora ho visto solo la prima stagione, poi si sono accavallate un sacco di altre serie e devo ancora cominciare la seconda.Però posso dire che la prima mi è piaciuta tantissimo, ogni personaggio è caratterizzato benissimo sin dai primi episodi e si capisce che lo stile di Simon è unico , sembra di leggere un romanzo, non si abbassa come altre serie a fare puntate che hanno il loro punto di forza nel finale col botto e cliffhanger, ma si prense i suoi tempi e piano piano ti ritrovi non in una vicenda, ma in un MONDO. :zizi:
The Wire è un capolavoro

487
Fringe / Re: [Commenti] Fringe 5x07 - "Five-Twenty-Ten"
« il: 18 November 2012, 14:42:18 »
Secondo me questa serie, così come quasi tutte, vanno viste in maniera leggera, senza riflettere troppo su quel che accade, cercando di trovarne incongruenze logiche (che sono estremamente difficili da evitare quando si entra in tematiche tanto complesse e al dì fuori dalla realtà). Solo così ci si riesce a godere il prodotto, senza prendersela per gli enigmi irrisolti o le contraddizioni più o meno gravi, lasciandosi trascinare da quel che ci fanno vedere e reputano sia capace di appassionare e coinvolgere gli spettatori.

Io però personalmente non ci riesco a non esser critico, non posso fare a meno di voler anche la cura dei dettagli e mi incazzo se non spiegano cose interessanti o lo si limitino a farlo in maniera troppo superficiali, Pretendo chiarezza sulle tematiche che avevano riscosso in particolare il mio interesse, dando più spazio a discapito di componenti che reputo più banali o già ampiamente discusse.
Ho letto tutto il topic e credo che questo sia anche lo stesso atteggiamento di jacob, una maniera di vedere le serie tv, più profonda, attenta ed appassionata se vogliamo.
Restano sempre meno puntate ed aumenta il timore di assistere ad un finale che trascuri diversi aspetti imprescindibili che andrebbero a lasciare non chiare diversi passaggi cui si sperava di poter ricevere risposta in questa quinta ed ultima stagione.

Siccome non è però ancora finita io non mi esprimo più di tanto, aspettando la fine e provando a vedere il tutto con lo spirito che, non mi si addice, ma mi sforzo di tenere, reputandolo (come scritto all'inizio) il migliore per godersi la serie.

488
Fringe / Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« il: 9 November 2012, 23:40:10 »
La mia critica al momento è una soltanto: Al posto di iniziare la 4x19 con quella storia spiegata a parole, non potevano dedicare più tempo a quelle vicessitudini sostituendole a qualche caso singolo che ha spesso fatto gridare al filler in questa serie?

Spero, anzi pretendo, che in ogni caso si venga a sapere molto più su tutto ciò che ha a che fare con questo salto temporale, introdotto da quelle frasi scritte all'inizio della 4x19 ma trovo impietoso averlo in ogni caso proposto, dato che è un qualcosa di estremamente rilevante che avrei voluto veder recitato dagli ottimi attori e non scritto (troppo facile così e ripeto che è stato un gran peccato per fatti così importanti e rilevanti, che avrei preferito venissero introdotti non certo in quella maniera)

489
Alcatraz / Re: [Commenti] Alcatraz - 1x03 - Kit Nelson
« il: 26 July 2012, 16:05:52 »
Episodio senza infamia e senza lode, da J.J.Abrams ci si aspetta qualcosa in più. Per di più vanno avanti a raccontare le storie di ciascun detenuto, alla lunga se la storia singola non è molto interessante (come questa, almeno per me) rischia di stancare. Mentre gradirei di più vadano avanti con la storia principale con i relativi flashback. Per adesso gli do un 6 sulla fiducia, ma dalla prossima dovrebbero cercare già di sorprenderci se no è una palla
Stesso mio pensiero dopo aver appena visto questa terza puntata.

Un mio amico mi ha detto che è bellissima e che si è disperato quando ha saputo della chiusura, per farlo contento l'ho iniziata anche io pur sapendo che non verrà rinnovata ma inizio a capire il perchè non sia stata rinnovata :asd:

Pagine: 1 ... 31 32 [33]