Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - r3dl4nce

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 8
16
Defiance e la fantascienza. Cosa ne penso?
Personalmente, la fantascienza mostrata in Defiance è utile e necessaria alla serie, non vedrei bene nessun'altro tipo di ambientazione e di tipologia di background per le varie trame, infatti se invece del collettivo votanis con culture e sviluppi diversi ci fossero altre etnie terrestri si verrebbe a perdere sia l'aspetto di sviluppi molto diversi a livello di cultura ma soprattutto le possibilità e le conseguenze portate sia dalla terraformazione che dall'introduzione nel mondo terrestre di tecnologie mai realizzate o addirittura mai studiate sulla terra. Ricordiamoci che lo scontro culturale e tecnologico in Defiance avviene, appunto, come uno scontro, in brevissimo tempo è necessario fare i conti con tecnologie che permettono di attraversare lo spazio interstellare, nuovi combustibili che eclissano in parte il petrolio, soprattutto la realizzazione definitiva dell'intelligenza artificiale (il processo che gestisce l'ark core è regolato da una AI come si vede nel videogioco) e degli impianti bio-cibernetici avanzati fino a diventare parte integrante della propria razza (Indogene). Non è una crescita e un'evoluzione della scienza terrestre come si ha per esempio in Star Trek, per cui i tecnici e i ricercatori terrestri sono parte integrante dello sviluppo e dell'integrazion edelle nuove tecnologie. È un processo brutale, con la terraformazione imprevista anche selvaggio. È normale quindi che non sia facile per i terrestri abituarsi facilmente a tali nuove tecnologie (per quanto Datak usi senza problemi la lama a energia Casti, i terrestri tendono a preferire la armi terrestri). È sicuramente anche complesso procurarsi le tecnologie dei votan, probabilmente anche perché, in seguito all'esplosione delle Ark, parte degli oggetti da loro portati nel viaggio interstellare sono andati distrutti e sicuramente non è facile ricrearne di nuovi (per mancanza magari di strutture necessarie a crearli e/o al reperimento dei materiali necessari a crearli). Per questo ciò che c'è di fantascientifico in Defiance spesso è limitato, perché è parte stesso del background della serie e dei fatti descritti. Anche nel videogioco esistono in gran parte armi "comuni" terrestri, magari con particolari aggiunte (gli effetti elementali per esempio), le eccezioni sono i BMG (armi a raggio d'energia in grado oltre che di ferire anche di curare) sviluppati dai laboratori di  Von Bach grazie alla collaborazione tra scienza terrestre e tecnologia votan, inoltre verranno aggiunte le lame a energia Casti con i lrilascio del primo DLC (le aspettiamo tutti, anche solo per curiosità!).
Insomma, vedere mezzi di trasporto troppo "futuristici" (magari mezzi volanti in un cielo ancora pieno di detriti e di piogge di frammenti di Ark), armi "futuristiche", abitazioni "futuristiche" ecc non sarebbe in nessun modo in linea con Defiance. Ma la fantascienza non è necessariamente fatta di armi laser, auto volanti e case parlanti con intelligenza artificiale (a qualcuno viene in mente Sarah?). La fantascienza di Defiance  è la fantascienza di Blade Runner, la fantascienza di Nirvana, la fantascienza che non necessità di un'astronave per far vedere un futuro possibile e la serie ne è un degno rappresentante di questo tipo di fantascienza.

17
Le razze del collettivo Votan di Defiance sono 7 in tutto:

- Castithan (la famiglia Tarr nella serie TV è di questa razza), originari del pianeta Daribo, hanno una società divisa in caste e sono i più simili nel comportamento agli umani, per quanto alcune tradizioni (come si vede nell'ep. 2) non rispecchino le tradizioni umane, in seguito alla tecnologia di terraformazione ideata dagli Indogene conquistano anche il pianeta Casti rendendono loro colonia
- Indogene (Doc Yewell nella serie TV è di questa razza), originari anche loro del pianeta Daribo, hanno una struttura simile ai Castithan ma pesantemente modificata da impianti cibernetici, hanno un'elevatissimo sviluppo tecnologico (si devono agli Indogene la scoperta dell'evento che avrebbe distrutto il loro sistema solare, la creazione delle Ark  e della tecnologia di terraformazione)
- Irathient (nella serie TV gli Spirit Riders e Irisa sono di questa razza, si sono allontanati da Defiance/ST. Louis in seguito ad un'epidemia e una serie di vaccinazioni forzate) sono originari del pianeta Irath, sono una razza evoluta ma che mantiene tradizioni tribali, nonché un fisico adatto al combattimento
- Liberata (nella serie TV sono di questa razza Bertie il maggiordono dei McCawley, Jered il barista del NeedWant, Ugarti il pilota del pulman di terra dell'episodio 5), si sono sviluppati nel pianeta Irath, la loro società è molto umile e hanno generalmente servito come schiavi o servitori
- Sensoth (nella serie TV abbiamo visto il Sensoth che porta a spasso il cane nel primo episodio, Nak che lavora per McCawley, Raiga hce lavora per Datak) sono originari del pianeta Irath, hanno  una vita molto lunga, molti di essi sono stati asserviti ai Castithan nell'invasione del pianeta e della foresta dove vivevano
- Volge, originari del pianeta Omec, sono fondamentalmente guerrafondai e amanti della lotta, del combattimento e della distruzione, non sarebbero dovuti venire sulla Terra ma si sono infiltrati a bordo delle Ark, si sono visti in gran parte nel primo episodio nella battaglia finale nonché nel quarto nell'incubo di Kenya
- Gulanee, esseri di pura energia abitanti del pianeta Gula, ancora non si sono visti nella serie TV

Nel videogioco appaiono altri appartenenti alle varie razze, tra cui un Gulanee.
Per chi fosse interessato ad approfondire: http://en.defiance-wiki.com/wiki/Category:Races

18
Considerando lo stop della settimana scorsa per la maratona Defiance in USA, ho deciso di farmi anche io la mia personale maratona Defiance e ho riguardato gli episodi finora usciti, facendomi ulteriori opinioni positive su un progetto che mi sta piacendo e coinvolgendo sempre più.
Riguardo l'episodio 5, l'aggettivo che gli posso applicare è ECCEZIONALE! Puntata veramente eccezionale, ad oggi la mia preferita. Sarà per via della scoperta delle origini e del passato di Irisa, che considero personaggio primario della serie nonché caratterizzato in modo eccellente per cui la apprezzo molto, sarà per via degli sprazzi di vita quotidiana di Defiance che si vedono che sono personalmente dei tocchi di classe che hanno saputo dare gli sceneggiatori (eccezionale Alak che fa il deejay dall'arco di St. Louis e vedere come la città si sveglia la mattina con la sua musica, in un tentativo di quotidianità perso con gli eventi del passato), sarà per via del pulman di terra che  va in giro per le badlands e si vedono gli effetti della terraformazione così come si ritrovano uguali nel gioco, sarà per il carattere decisamente Irathient di Rynn e per la sua fuga che fa sì che arrivi nella East Bay quindi la troviamo nel videogioco, sarà anche per la storia dell'"uomo d'affari" alias il torturatore di Irisa alias Daigo che mostra ancora come non siano solo i terrestri ma anche i votan a cercare il conforto nella tranquillità di una vita ordinaria, sarà anche perché si ha anche un quadro più ampio dato che entra in scena la E-Rep che non riesce a stabilire il suo controllo su una città anomala come Defiance che comunque mostra le sue necessità (approvvigionamenti, spostamenti, difese, ecc) ma che vuole rimanere indipendente e mantenere il suo carattere di asilo per ogni persona terrestre o volge.
Bello il pulman terrestre, belle le badlands, bello il carattere di Rynn, bella Irisa. E se il serpente non è, fuori dalla finzione scenica, un serpente velenoso, immagino bene sia perché non hanno voluto rischiare o avere problemi, inutile andare a fossilizzarsi su un aspetto così marginale quando il quadro generale della puntata è così denso e interessante, per chi ovviamente è rapito dalla bellezza di questo progetto multimediale chiamato Defiance.

19
Considerando lo stop della settimana scorsa per la maratona Defiance in USA, ho deciso di farmi anche io la mia personale maratona Defiance e ho riguardato gli episodi finora usciti, facendomi ulteriori opinioni positive su un progetto che mi sta piacendo e coinvolgendo sempre più.
Riguardo l'episodio 4, forse è quello che finora mi è rimasto meno impresso, ma perché si basa sulla storia di Amanda e Kenya, per quanto il ruolo di Amanda lo apprezzi (ma non adoro particolarmente l'attrice) il ruolo di Kenya lo valuto semplicemente una comprimaria di Amanda e Nolan e non così importante alla trama e al quadro generale della serie TV.
Sia chiaro, l'idea dell'episodio è interessante, dirò di più, sentire parlare dell'Adreno, vederne l'estrazione e l'uso, dare ampio spazio a un bioman (nel gioco sono chiamati mutanti), mi ha dato nuovamente la sensazione di familiarità dato che sono tutti concetti che si affrontano nella prima istanza del gioco, dove si affronta un bioman che estrae l'Adreno dalle persone vive direttamente infilando un "siringone" nel petto  :gogo:
È una puntata decisamente al femminile, direi che alla fine se si considera Defiance è veramente una serie dove le donne hanno forse più importanza e potere degli uomini, la trama base del gioco con Stahma che manipola sia il marito che il figlio prosegue e finalmente grazie al ricatto ai danni dello sceriffo è riuscita a far arrivare suo marito dove lei voleva, probabile anche una candidatura di Datak come sindaco di Defiance quando ci saranno le elezioni. Amanda stessa, per quanto il suo ruolo sia veramente precario  e lei sia costretta a tenerselo aggrappandosi con le unghie e con i denti (lottare con il consiglio cittadino e con le enormi difficoltà di convivenza all'interno della città) dimostra comunque di dover controllare "il suo uomo" ovvero Nolan, che in questa puntata svolge decisamente un ruolo marginale.  L'aspetto familiare di Amanda e Kenya fa capire come mai a Kenya sia permesso di gestire il NeedWant e la sua attività di "magnaccia" alla luce del sole (Amanda si è sempre sentita in colpa per la fuga della madre e quindi si sente in colpa anche per aver mentito alla sorella). Mostra inoltre come alla fine il richiamo del sesso nudo e crudo sia comunque un aspetto che accomuna gli umani a alcune razze del collettivo votan, per cui meglio controllare il mercato del sesso che lasciarlo incontrollato, come avviene per la droga, infatti vediamo i Fossi che sono la parte povera e ai limiti della legalità della città, e come dice Miko se qualcuno dai Fossi sparisce nessuno se ne accorge. Qualcosa si muove con l'artefatto adesso in mano ai McCrawley, più lo vedo e più mi sembra un ark-core, ma quella specie di graffiti trovati nel pozzo L7 andrebbero contro questa teoria per cui sono veramente curiosissimo di vedere l'evolversi di questo aspetto.
Rimane quindi la storia di Kenya e della sua "dipendente", per me avrebbero pure potuto estrarre l'Adreno da Kenya, proprio non riesco a farmi piacere particolarmente il suo personaggio. La puntata mi è piaciuta più che altro per tutto ciò che ha mostrato della città (i Fossi, gli hailer specie di trasmittenti a medio raggio, la rete di stasi che sembra attualmente non riparabile, l'artefatto che aveva trovato Luke)

20
Considerando lo stop della settimana scorsa per la maratona Defiance in USA, ho deciso di farmi anche io la mia personale maratona Defiance e ho riguardato gli episodi finora usciti, facendomi ulteriori opinioni positive su un progetto che mi sta piacendo e coinvolgendo sempre più (comprato il season pack per il gioco in attesa dei 5 DLC annuali).
Riguardo l'episodio 3, devo dire che hanno fatto un lavoro eccellente con gli hellbugs, sono veramente identici a quelli in gioco, sia i piccoli e fastidiosi bastardi che la hellbug matron, stavo pensando che ci starebbe proprio bene in gioco una arkfall di hellbug in un nido sotterraneo come visto nella puntata. Eccezionale anche come abbiano usato gli elementi già presenti in gioco, come l'uso dei feromoni degli hellbug che in gioco vengono usati per fargli attaccare certe fattorie, per riportarli nella serie TV e dare, nei limiti del possibile, quel senso di familiarità che ha chi sta seguendo il progetto Defiance nel suo insieme. Sicuramente viene chiarita la storia degli Irathient a Defiance e del perché non ci sono Irathient a Defiance, ma le cose stanno cambiando grazie proprio a Irisa, che mi pare chiaro come sia uno dei personaggi più importanti della serie TV, essendo il suo personaggio sempre meglio caratterizzato puntata dopo puntata, invece di lasciarla a semplice spalla o comprimaria di Nolan (un po' come Kenya è la spalla/comprimaria di Amanda e Nolan e direi che il suo ruolo è adatto all'attrice Mia Kirshner). Il risveglio della Vista di Irisa è uno sviluppo della trama che non mi sarei mai aspettato, anche se mi aspettavo qualche evento legato a tradizioni simil-tribali conoscendo il background degli Irathient e mi ha favorevolmente colpito, potrebbe in Defiance la River di Firefall-iana memoria, anzi, Irisa direi che ha un ruolo ancora più legato alla trama e di primo piano. La trama principale della serie prosegue, con la storia tra Alak e Christie che va avanti tra due giovani ingenui che non si rendono conto che la loro storia d'amore è concessa e permessa solo perché è puramente funzionale ai piani di Stahma Tarr, mentre si vede già bene come Datak sia anche lui poco più che una pedina nelle mani della moglie (in fin dei conti non scordiamoci che Datak su Daribo apparteneva alle classi sociali più basse quindi ben poco avvezzo ai giochi di potere delle caste importanti). Però Datak ha la lama ad energia tipica dei Castithan che verrà inserita anche in gioco con il primo DLC e non vedo l'ora che arrivi, sono invidioso di quel bastardo  :gogo:   Amanda, anche lei in quanto sindaco, gioca la sua parte nella trama principale della serie, come elemento della bilancia che prova a cercare sempre un compromesso tra le varie persone e le varie razze, grazie a lei gli Irathient possono tornare a Defiance e sicuramente anche questo è un interessante sviluppo per il futuro nonché un ulteriore elemento di cui tenere conto dato che a Defiance la convivenza è veramente difficile.
Una menzione di nota la riservo per "il corridore con le scarpe della Adidas"  :lol?: pubblicità a parte, che a me proprio non dà il minimo fastidio, dato che i soldi capisco che devono averli per fare una produzione in grande stile in questo modo. Spesso, nei vari episodi, si ha all'inizio dell'episodio una parte in cui si nota come in un mondo decisamente distrutto dalla terraformazione e dalla guerra le persone (umani o volge)  cerchino di ritrovare una dimensione più umana e più a misura di vita quotidiana, che può andare da Nolan e Irisa che cantano nel roller nel pilot, al tipo che va a fare jogging di questo episodio, Alak che fa il deejay nell'episodio 5, ecc. E sono questi piccoli dettagli che probabilmente a molte persone faranno storcere il naso ma che invece danno la misura della cura della serie, dove si fa vedere che Defiance e le persone che la abitano non sono freddi esseri piazzati a caso in un mondo senza una storia, ma sono persone spesso comuni che fanno di tutto per adattarsi alla realtà in cui sono costretti a vivere. Bravi sceneggiatori!

21
Il fantasy e la fantascienza, assieme all'horror, sono dei sottogeneri che hanno sempre avuto la loro nicchia dal quale è stato difficile ottenere riconoscimento artistico, tranne per pochi mostri sacri, quindi a livello di intrattenimento direi che sono tutti sullo stesso
piano.
Infatti ho detto che se avessero voluto fare una commercialata, non avrebbero fatto una serie di fantascienza. Avrebbero fatto un poliziesco o un survivor alla Lost.


Quanto ai videogiochi, tu dici che vende l'MMO ad ambientazione fantasy generica. Certo. Dillo a Warhammer Online, Age of Conan e innumerevoli altri MMO falliti sul genere fantasy. Quel che fai tu è pensare a World of Warcraft, ma WoW vive in un suo microcosmo autosostenibile. WoW non vende perchè è fantasy, vende perchè è Blizzard ed è WoW.
Sì e no. A parte che non puoi negare glòi attuali 8-9 milioni di account venduti da WoW, ma c'è poco da fare, il fantasy nel settore MMORPG è ancora quello più apprezzato e ricercato. Se ne esce un GW2 (fantasy) e fa 3 milioni di vendite, se ne esce Neverwinter Online (basato sul lore de Forgotten Realms, campaign settings di D&D, che è l'ambientazione più fantasy classica stereoptipata che ci sia) e tutti a giocarci in massa, se ne esce un The Secret World, con ambientazione moderna-complottistica e viene snobbato, o parliamo dell'unico altro shooter MMO uscito, Tabula Rasa, addirittura chiuso. Mentre Rift, un wow-clone fantasy classico, il primo MMORPG prodotto da Trion, ha venduto un milione di copie nel primo mese (solo PC, per fare gli stessi numeri Defiance è uscito su 3 piattaforme) e ora che passa F2P la gente esulta e ci sono le code per loggare.


Presentare Defiance come un progetto rischioso e fuori dagli schemi secondo me è cadere vittima della campagna pubblicitaria.
In quanto videogioco, un MMO shooter è rischisissimo, dato che abbiamo l'esempio di Tabula Rasa chiuso. In quanto serie TV, la fantascienza è rischiosa perché non fa presa sulle masse (vedi la differenza tra due produzioni di Abrams, Lost un survivor ha fatto 16 milioni di audience alle prime messe in onda degli episodi, Fringe se li sogna quei numeri)

Ne hanno fatto un MMO ad ambientazione sci-fi, non inflazionato da concorrenza di successo nello stesso genere. In particolare poi Defiance è un third person shooter che prende pesantemente in prestito i suoi concetti da successi recenti come Borderlands. Quindi rischi molto limitati sotto il profilo videoludico.
Tutt'altro, come detto sopra, l'unico altro MMO shooter ha chiuso i battenti, avessero voluto fare un MMO di successo sarebbero andati sul classico fantasy di derivazione tolkeniana

Si potrebbe dire che rischiano dal momento che non è subscription-based, ma in realtà è qualcosa di solo apparentemente rischioso, le indagini di mercato mostrano che un gioco puramente subscription-based, senza altri business model attaccati, avrà grosse difficoltà a mantenere utenza. Quindi anche qui, semplice buonsenso più che prendere rischi.
Su questo sono d'accordo, la scelta del B2P per il tipo di prodotto che cerca di prendere giocatori anche occasionali e di console, è stata azzeccata.


3: Come è già stato fatto notare la serie ha badato bene di inserire elementi che possano interessare ad un audience più vasto possibile, con il teen drama, tramacci politici (che il successo di Game of Thrones ha fatto entrare nel mainstream), qualche scena di sesso qua e là e alieni quasi umani sotto tutti i profili. Non c'è quasi traccia delle cose che più tipicamente vengono identificate con il genere sci-fi o se vi sono sono puramente di sfondo, in modo da essere facilmente ignorabili.
Tutti elementi che hanno i loro fini, anch in Firefly c'erano elementi cliché, dal Malcom-figo innamorato di Inara ma che fa il cascamorto con tutte le donne, al Jayne cliché tipicisso del buono-che-fa-il-duro (Die Hard insegna nulla?), esplorazione di mondi popolati comunque tutti fondamentalmente da umani. Ma ok, Firefly è fantascienza di culto, invece Defiance è pieno di incongruenze. Bah. Due pesi due misure.

4:  Tratta le tematiche presenti nella serie in modo esetremamente superficiale. Guardiamo la tematica dell'integrazione: gli alieni sono tutti stereotipi di qualcosa, non siamo spinti a vederli come nostri pari che hanno usanze diverse, ma come incarnazione di concetti a noi familiari. I Casthitian su cui ci si è focalizzati sono aristocratici e corrotti, gli Irathien sono selvaggi e bikers, gli Indogen sono teste d'uovo. Dovranno renderli molto meno stereotipati e più complessi se sperano che la tematica dell'integrazione possa venire affrontata adeguatamente.
Se Datak e sua moglie sono aristocratici e corrotti, non lo stesso si può dire del figlio, e solo perché è cresciuto sulla terra, dato che comunque la società Casti quella è, gli Irathient si sono sviluppati e mantengono la cultura tribale nomade quindi nulla di strano nel loro retaggio selvaggio, gli Indogene hanno impainti cibernetici che suppongo in parte influiscono sulla loro sfera emozionale, ecc. Parli di stereotipi, ma il tutto non è lì a casaccio, ma giustificato dall'enorme background che c'è dietro al progetto.

In breve, Defiance sta andando sul sicuro per fare il dollaro veloce, dopo un boom iniziale dovuto alla campagna pubblicitaria la gente si sta accorgendo cosa c'è che non va. E secondo me lo sanno, infatti più avanti si andrà meno budget verrà investito nella serie.
Quindi dici che te vedi un calo di budget mano a mano che gli episodi vanno avanti, ma la prima serie ormai è da mò che è stata finita di filmare. Ah no gli mancava il budget mentre stavano già filmando la prima serie, però ora hanno trovato i soldi sotto un sasso e fanno la seconda serie.

Vedo Defiance con grande cinismo e mi aspetto che Defiance veda il suo target allo stesso modo.
Meno male che non sono quelli che la vedono con cinismo il target, da quello che chiunque può vedere vedendo le puntate.






poi.. detto questo anche un orso come me apprezza il "lato harmony" piuttosto che la puntata "critica sul sociale", ma prima di tutto cio voglio vedere la beneamata fantascienza :)
Se cercavi la "fantascienza con le navette spaziali" no Defiance non è questo tipo di fantascienza. Ma alla fine c'è chi considera Star Wars "fantascienza" solo perché ha gli X-Wing e il Falcon. tristezza.

22
Altro dubbio è l'altezza: secondo wikipedia è alto quasi 200metri, ma qua dovrebbe essere più basso in quanto parte della città di St.Luise è sepolta, quindi anche l'arco, come il municipio di cui sono sopraterra solo gli ultimi piani.
La terraformazione per qualche motivo ancora non spiegato si è fermata prima del'arco, che rimane fuori dal terreno come è attualmente


23
partendo dal presupposto che cmq chi produce serie spera sempre di fare il botto, nn lesinare ascolti o prevederne giusto il numero sufficiente a tenerli a galla.. 
Non mi pare di aver detto ciò, semplicemente ho detto che non credo nè Trion nè SyFy siano coglioni da non sapere in anticipo che i prodotti che hanno realizzato avrebbero avuto un certo target. Tra l'altro come MMO non è neppure il primo che Trion produce e l'altro (Rift) era totalmente diverso.

sopratutto in una serie che sa molto di commercialata(no perche da quello che scrivete sembra di parlare di un opera d'arte che solo pochi eletti riuscirebbero ad apprezzare..)
Avesse voluto essere una commercialata, personalmente, sarebbe stata ben diversa. Come ho scritto sopra, non è la fantascienza a essere commerciale.

il segreto di ogni singola serie(ma anche film per carita) è omogenizzare il tutto, tenendo ben chiaro "l'argomento principale" e corredarlo di sotto temi, non farne un minestrone. e come se in Aliens scontro finale in 2 ore e mezza di film ci fosse 40 m di scontri e 1,30h di paturnie tra Ripley e Hicks  :wall:
e in bga si ok danno spazio alla turba sentimentale dei due, ma nel quadro totale è una sotto trama
Quindi appunto confermi ciò che dico, come si vede in Defiance ci sono vari aspetti e varie trame che si legano all'aspetto principale (Terra invasa da alieni e profondamente cambiata, convivenza forzata): il teen-drama è legato alle macchinazioni dei Tarr e a problematiche razziste, la figura del sindaco ruota intorno alla necessità di tenere unita la popolazione della città, Irisa e la sua storia sono ancora legati ai problemi di convivenza forzata tra razze, ecc ecc.

24
Se questa fantascienza non è per le masse, quale sarebbe quella per le masse?
Mi sono espresso male.
Quello che volevo intendere (che ho fatto notare nell'esempio ma dal discorso non si capisce) è che i grandi numeri non sono interessati alla fantascienza. A fare i numeroni sono serie legate alla realtà come Dottor House, polizieschi tutti effetti speciali e poca sostanza come CSI, ecc.
Basta vedere la differenza di accoglienza del pubblico tra Lost e Fringe, il primo molto ancorato alla realtà (difficilmente si potrebbe classificare Lost come fantascienza), il secondo invece fantascienza nuda e pura.
Una cosa simile avviene con i MMO (ricordiamo che Defiance è anche il videogioco). Nei MMO i numeroni li fanni la ambientazioni fantasy di derivazione tolkeniana. Uscendo da queste ambientazioni, andando ad ambientazioni contemporanee, futuristiche, post-apocalittiche (quest'ultima è il tipo di ambientazione in cui ricade l'MMO di Defiance) i numeri e il gradimento calano vertiginosamente.
Io quindi non credo che nè Syfy nè Trion abbiano tenuto conto di queste realtà, il rinnovo della seconda stagione e l'annuncio del primo DLC del gioco mi danno ragione (a che pro rinnovare la serie e espandere il videogioco se non portassero guadagni?). Credo quindi che stiano nel target che si sono prefissati, tenendo conto del tipo particolare di progetto che hanno sviluppato, che purtroppo è un target che non farà mai i numeroni delle masse, nè i 10 milioni di utenti di WoW nè i 16 milioni di Lost. Le masse continuano a guardare i soliti episodi fotocopia di CSI uno dopo l'altro e di quelli sono contenti, perché si guardano con cervello spento, hanno una trama generale pari a zero, sono tutti effetti speciali, ma va bene così.


La fantascienza "non per le masse" è ben altra e ti posso assicurare che è molto più pesante. Non compaiono certo teen-ager con problemi di cuore, triangoli amorosi o insettoni grandi grossi e cattivi.
Quindi per essere fantascienza non devono essere trattati temi sentimentali (mi viene da pensare a Adamo e Kara in BSG, ma anche a tutta la parte legata all'emotività umana di R. Daneel Olivaw nella bibliografia di Asimov) o non si devono vedere "insettoni grandi grossi e cattivi" (in Alien va bene perché non è un insetto? :D )

La fantascienza "non per le masse" è ben altra e In altre parole, il classico caso in cui sparando in mezzo non becchi nessuno dei due piccioni.
Infatti come ho scritto sapevano benissimo che il target sarebbe stato particolare, ma a quanto pare la risposta c'è stata ed è come si aspettavano. Il rinnovo dimostra questo, o rinnovano solo per fare un piacere a me? (grazie Trion. grazie SyFy :D )

25
Vedremo che succede... :sooRy:
Intanto una seconda serie la fanno.
Poi questo tipo di fantascienza non è per le masse, non piace e non prende e si vede da ogni puntata e da serie passate (Firefly per esempio che ha lo stile western come Defiance, Terranova con l'idea della città, ecc) quindi devono tenere conto, credo, anche di questo aspetto. Molta gente preferisce serie molto più leggere con temi tranquilli (dai vari polizieschi alla CSI che di certo si possono guardare a cervello spento alle commedie familiari che sono più ironiche che altro)

26
Tra l'altro parte di questa puntata mi ricorda una puntata di Terranova (che a me è piaciuto e mi  è dispiaciuto non vederne le successive stagioni), la parte con l'assalto se non ricordo male c'era una puntata di Terranova dove assaltavano un gruppo con le macchine fuori da Terranova. Alla fine sono due serie, una di fantascienza-western, l'altra una fantascienza-jurassic park, che affrontano tematiche di convivenza tra persone e rapporti in un'ambito chiuso, per fortuna Defiance ha una base di background più solida e più innovativa (di Terranova il tunnel spazio-temporale era un cliché troppo abusato nella fantascienza)  per cui sta avendo più successo.
Sicuramente il target di entrambe è ben diverso da quello che piace alla masse, che si esaltano per CSI o per Dottor House o roba simile, ma non per questo non deve trattare anche temi più leggeri (per esempio Alak che fa il DJ in questa puntata oltre a avere un'interessante risvolto legato alla capacità della musica di legare le persone, ha anche un aspetto più facile e diretto da capire).

27
Accetto questa serie per quello che è, dopo che ho realizzato che i votan (?) del pilot mi ricordavano i robot di Mrs Dronio in Yattaman.  :sooRy:


Il Collettivo Votan comprende tutte le razze aliene arrivate sulla terra dal sistema solare Votanis. Nel pilot credo che tu intenda i Volge, una delle razze Votan sviluppatisi sul pianeta Omec

28
Peccato poteva essere una bella interazione, aspetterò fiducioso ;)
Di Arkfall nella serie TV se n'è già vista una, se fanno un'Arkfall sulla città credo che subirebbe dei notevoli danni per i detriti stessi, quindi credo che se hanno previsto un tale evento, se lo tengano per un episodio di fine stagione in caso

29
Certo, perchè sul Wiki di Defiance ti spiegano perchè una puntata è noiosa
Se io una cosa la trovo noiosa, la lascio perdere, non sto a  dire a tutti "eh è noiosa per me"

o perchè devono per forza usare cliché visti in 100 film e serie tv...
eh sì è tutto un clichè. Nel gioco che è uno sparatutto è un cliché sparare, il fatto che ci sia uno sceriffo in una città in un'ambientazione fantascientifico-western è un cliché, è tutto un cliché.
Che vita grama, che grama vita. Ah pure questo è un cliché (ma per i più giovani non dirà nulla :D )

30
@Outlander: non sono un amante dei meme che tanto fanno impazzire il "popolo" di internet, ritengo che il momento in cui si inizia a "comunicare a meme" sia il momento in cui  si siano  effettivamente terminate le argomentazioni. Per cui credo che o tu mi abbia capito il concetto che ho espresso o che tu non abbia altro da aggiungere alla discussione costruttiva. Ovviamente rimango sempre disponibile se hai interesse a continuare, purché non diventi una discussione fatta di un meme dopo l'altro, che brutta cosa.


o giù dalla finestra.
Come sei drastica :D Alla fine mica qualcosa deve piacere a tutti. Defiance è questo, un videogioco e una serie TV collegati ambientati in una fantascienza-western con una trama ampia che spazia dagli ideali dell'uomo-superuomo ai rapporti tra specie diverse, dalla vita spicciola giornaliera in un ambiente "diverso" alla conquista di poteri che diano la supremazia. Si sapeva da ben prima che uscisse il Pilot che la serie sarebbe stata ambientata in una città e che sarebbe stata il complemento al gioco, per quanto il gioco porta azione e scontri, la serie ne è la controparte riflessiva e di sviluppo di altre trame


Comunque quello che chiedo io, per favore, è che se doveste parlare di cose che, nel dettaglio, riguardino le puntate, potreste farlo sotto il tastino spoiler? Così anche chi non ha visto ancora la puntata può leggere quali siano le intersezioni fra gioco e serie senza rovinarsi la visione.
Ok.

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 8