Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - elio91

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 15
31
Altro episodio stupendo, pura suggestione dall'inizio alla fine.

Devo dire che la parte con Ed e Norma a me ha commosso e ha parecchio funzionato, compresa la scena con Nadine all'inizio.
Anche se a spezzarmi il cuore è l'addio a Margaret.

Jeffries teiera (?) gigante è una idea del tutto improponibile: E FUNZIONA. Io non so come Lynch ci riesca, so solo che tutta la sequenza all'interno del Convenience Store è stata una immersione degna della prima mezz'ora dell'episodio 3, se non la eguaglia addirittura.

Stupenda la mimica di Maclachlan nel risveglio (?) di Coop, e altrettanto bello il modo in cui si intrecciano nuovamente suggestioni del reale e suggestioni di finzione con la citazione a "Viale del tramonto" (uno dei film più belli di sempre, e uno dei preferiti di Lynch), "Gordon Cole" e un Dougie che ricorda di dover fare qualcosa di fondamentale. Maclachlan da emmy immediato.

Di Audrey sono sempre più convinto della teoria "limbica".

E il finale alla Roadhouse è di una enorme tristezza, uno dei più significativi: narrativamente non aggiunge nulla, ma come pura pennellata rende questo episodio uno dei più completi e privi di punti morti dell'intera terza stagione. Che continua a salire in alto.

Ah, il superpugno verde dell'amico di James MI HA FATTO MORIRE DAL RIDERE.

Voto: 8,5

Post unito: 22 August 2017, 15:44:13

Non credo che il Cooper di FWWM fosse mica il doppio. Credo che Jeffries fosse giustamente schizzatello e confuso dai suoi viaggi temporali e dimensionali, già al tempo, e che la sua vada interpretata come una sorta di premonizione/precognizione.

D'altra parte Bad Coop ricorda quella scena: ma immagino perchè, trattandosi pur sempre di una copia - per quanto devota al male - conserva le memorie dello stesso Cooper, o no?


In teoria dici solo cose di parecchio buon senso e la mia parte razionale è d'accordo con te; però è dallo scorso episodio che il tarlo del "è mai stato DAVVERO il Coop che conoscevamo?" mi rode. E non posso nemmeno escludere non sia nei piani di Lynch e Frost farcene dubitare... o semplicemente questa serie è così studiata al dettaglio e piena di rimandi simbolici che si comincia a diventare paranoici, da buoni detective psichedelici, anche su dettagli di poco conto. Ma su questa teoria io continuo ad avere parecchi dubbi, come un campanellino d'allarme... vedremo.

32
Certo dopo i dubbi enormi e mostruosi su Sarah Palmer, pensare che in realtà Cooper non sia mai stato quello che sembrava è un sospetto orribile, quasi insostenibile... ma va fatto.

33
Allora le possibilità su Diane e Janey sono due:

- Diane sa come è fatto Dougie ma non ha detto nulla perché direttamente coinvolta in maniera sporca con DarkCoop (ritengo questa ipotesi sin troppo plausibile, per quanto preferisca una Diane positiva e non personaggio negativo... ma ciò che preferisco o meno non è utile ai fini della serie, quindi staremo a vedere.

- Diane non ha davvero mai visto Dougie né ha rapporti con Janey, e penso sarà questa la strada intrapresa. Vedo molte persone sorprese: eppure per questioni personali e per esperienze personali di altra gente, conosco gente che non ha rapporti né vede manco i fratelli da anni e anni. Forse nell'epoca dei social network ci sembra risibile visto che bene o male la curiosità ci attanaglia tutti e quindi una sbirciatina ai profili di chi odiamo... ma per quel che ne possiamo sapere, Janey e Dougie non hanno Facebook, o magari è Diane a non averlo. La faccenda verrà di certo chiarita, perché mi aspetto un confronto tra sorellastre. E tra Dougie e Diane (?)

34
(clicca per mostrare/nascondere)

(clicca per mostrare/nascondere)

35
Twin Peaks / Re: [NEWS] Twin Peaks 1-2-3
« il: 15 August 2017, 15:46:33 »
La butto lì: non ci sarà una quarta stagione ma verrà offerta a Lynch la possibilità di lavorare a un nuovo progetto, di natura ancora più "ristretta" (facciamo una miniserie di 4 episodi o giù di lì) del tutto nuova.

Una quarta stagione è quasi impossibile, più per Lynch che non vedo proprio a tornare sui propri passi di nuovo che per la Showtime... però sembrava impossibile anche una terza serie dopo 25 anni. Ed eccola qua.

36
Spezzo una lancia
(clicca per mostrare/nascondere)

37
Ah, episodio eccezionale sta settimana, tra i migliori delle 3 serie probabilmente e per avanzamento narrativo e per suggestioni audiovisive, di una potenza a tratti inaudita, seppure mezzo passo dietro alla già leggendaria 8.

(clicca per mostrare/nascondere)

38
Ottimo episodio, dopo la pesantezza di quello scorso: ma soprattutto la conferma (non penso ce ne fosse davvero bisogno) che a Twin Peaks il tempo è saltato, forse non è mai esistito. Tutto è un loop non casuale ma ricorsivo, tutto si ripete in continuazione con modulazioni diverse ma sostanzialmente uguali.
E non avrei mai pensato di dirlo ma prima che iniziasse questa terza serie, sapendo che molte scene sarebbero state ambientate fuori la cittadina, credevo che Twin Peaks sarebbe stato un cosiddetto "porto sicuro"; insomma, che le sequenze lì avrebbero avuto la funzione di rassicurare lo spettatore rispetto a quelle molto più destabilizzanti al di fuori. E invece non è così, per niente: quelle che davvero riscaldano il cuore sono le parti con Dougie, mi fanno morire dal ridere e lui è un personaggio tra i più positivi e buoni mai apparsi sullo schermo, di una innocenza che riscalda il cuoricino. Mentre a Twin Peaks ogni parte di questo episodio è stata non solo weird a livello di tensioni ma soprattutto, come dite tutti, temporale - con la ciliegina sulla torta di James che si esibisce cantando un pezzo storico, nella stessa identica maniera, tanto per far capire quanto tutto non sia certo lasciato al caso ma teso a costruire passo passo questo loop temporale. Ah, e senza dimenticare l'incontro di pugilato a casa Palmer. Quindi credo sia sbagliato parlare di errori di sceneggiatura: se da un lato sarebbero TROPPO grossolani, in questo episodio si rintuzza in continuazione la questione temporale sfasata - Audrey compresa. Che poi tutto verrà spiegato, non crediamoci troppo, ma che sia già suggerito violentemente è un dato di fatto.

Molto meta la parte con Norma: bello rivedere Big Ed, ma quando si parla di franchise con lei perplessa se cambiare o meno il marchio non è solo un riferimento a questa terza stagione e alle aspettative che si nutrivano, è un altro tassello sul mosaico del "tutto cambia a Twin Peaks ma nulla PU0' cambiare".

Ma quanto è corrotto questo mondo che stiamo vedendo?

Fantastica tutta la parte con BadCoop, ennesima scena cult, costruita con una maestria e una naturalezza disarmanti.


Voto: 8 -



E mi avete fatto salire una curiosità pazzesca per il prossimo episodio, maledetti.

39
Beh, Tammy non è una sprovveduta, almeno da come traspare nei riferimenti a lei presenti nel

(clicca per mostrare/nascondere)

40

Per dire, mi piacerebbe molto (e l'avevo già accennato) un finale con Dale Cooper davanti allo specchio, ancora una volta, (senza Doppelganger di mezzo) oppure, ancora meglio, il ritorno alla scena di Dale Cooper che registra un messaggio a Diane mentre sta per raggiungere Twin Peaks. Una scena girata in modo simile o, per raggiungere lo status di mindfuck totale, proprio la scena del pilot.

Sono portato a pensarla come te: qualcosa di ciclico lo do per scontato. Forse anche troppo... e se c'è un elemento dove questo TP3 ha messo d'accordo tutti, detrattori compresi, è questo: niente è prevedibile. O quasi.
Ci aspettano altri 6 episodi di discussioni, frustrazioni, delizie e shock.

41
Io continuo a pensare con insistenza agli avvertimenti di Denise nei confronti di Gordon, sulla sua debolezza per le belle donne e su Tammy in particolare...
E adesso lei è stata tirata dentro il team. Sicuri sia una cosa positiva?

42
Questa parte l'avevi vista?

(clicca per mostrare/nascondere)


Si, vista come tutti i missing pieces.
Anche se la parte in cui saltai dalla sedia è contenuta nel film: quando Laura se la ritrova nel letto e le dice che il Dale buono è nella loggia intrappolato. Per essere un prequel, dava l'informazione su cui tutti hanno basato la loro (giusta) idea per 25 anni: ovvero che Coop fosse rimasto davvero bloccato lì.
Perché alla fine con Frost e Lynch non è che si può star così sicuri eh.

43
A quel punto Lynch aveva abbandonato la produzione da un bel pezzo, salvo subentrare per chiudere una stagione (in maniera magistrale come solo lui) che effettivamente si stava trascinando oltre il consentito.

Quella trama fu architettata in fretta e furia per portare al gran finale con la donzella in pericolo, so che Lynch non centrava più... ma resta forse l'unica parte che, se fosse stata gestita bene e non avessero già bruciato altre carte (Audrey già rapita in precedenza, che sarebbe stata MOLTO più adatta), ecco, sarebbe risultato di gran lunga convincente. Annie viene dal nulla con troppa velocità e purtroppo è tornata nel nulla perché è stato un personaggio-mezzo, senza un background convincente, senza prospettive ulteriori al di fuori della classica vittima da salvare. E mi spiace perché la Graham è una bellezza angelica e si poteva sfruttare meglio.

Post unito:  2 August 2017, 19:52:48
Avrò senz'altro percepito di trovarmi a mal partito tra i miei e bisognava come minimo facessimo a cambio, sono anche stavolta pronto a concedere tutto basta che nessuno mi imponga di rivedermi quel cinepanettone griffato oscar. Almeno non c'è rischio di trovarsi in minoranza in questa, che a dire di qualcuno stavolta per Lynch il consenso è persino unanime, in barba ad ogni critica più o meno argomentata. Raccolgo la nota come un segno dei tempi ultimi (e dell'approssimarsi della consumazione del mondo), ero convinto che il destino delle opere epigonali (anche d'autore) fosse quello di essere apprezzato solo da critici navigati e invece...vox populi, vox dei... nemesi di tutti gli intenditori di cinema e/o loro pietra tombale.


Uhm... mi sono limitato a dire che su "La grande bellezza" furono dati un sacco di giudizi negativi, non sto mica dicendo che furono giusti o ingiusti.
Delle volte mi fate dubitare di scrivere in italiano. O di capirlo.

44
Pensa che a me Cole - pur sempre un agente FBI coi controcazzi - che proprio nel momento in cui Albert ha importanti rivelazioni da sottoporgli si mette a fare il fessacchiotto, sembra una stonatura non da poco

Cioè, per capirci, quando faceva gli occhi dolci a Shelley mi pare fosse pienamente in pausa caffè, perlomeno

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 19:32:18[/time]

Nzomma, con Windom Earle a piede libero per Twin Peaks...
diciamo che i personaggi di Twin Peaks sono parecchio weird un po' tutti, si salvava Cooper con il suo senso del dovere... fino a quando non si è rincoglionito appresso a Annie Blackburn. Ecco, quella fu gestita però male e la vidi come una caduta di stile: nel senso che l'innamoramento fu troppo repentino.

Post unito:  2 August 2017, 19:40:07
ANCHE SE VORREI RICORDARE L'EPISODIO IN CUI TELEFONA A HARRY PER DIRGLI DI AVERE APPENA SCOPERTO IN SOGNO L'ASSASSINO DI LAURA PER POI ESCLAMARE... "NON ME LO RICORDO". SBAM.

45
Sarà, a me la scena con la francese ha fatto ridere proprio perché lei ci ha messo tre ore ad andarsene, per le smorfie da imbambolato di Cole e la frustrazione di Albert. Non ci ho visto nessun significato "meta" se non quello che è sempre stato all'interno del personaggio di Gordon, che ha alcune caratteristiche proprie della persona David Lynch: perdere la testa per le bambolone giovani che ancheggiano un pò (troppo), la fissa per il caffé... eccetera.


Su "La grande bellezza" rispondo dicendo che in realtà tonnellate di commenti che insultavano il film e Sorrentino hanno sommerso ogni voce di lode per settimane dal dopo-oscar, questo non si può negare.

Pagine: 1 2 [3] 4 5 ... 15