Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Gambero90

Pagine: [1]
1
Anime / Re: Dragon Ball Super [Toei Animation] (2015-...)
« il: 30 July 2021, 17:04:10 »
Io non so niente, dove l’hai letta sta notizia?

2
A me non è piaciuto ed ho preferito il prequel, andando a creare delle pesanti incongruenze, non solo con tutto il dcu, ma anche con il prequel.

3
Anime / Re: Dragon Ball Super [Toei Animation] (2015-...)
« il: 29 July 2021, 12:14:25 »
A me è piaciuto tantissimo l’ultimo film, mentre non ho apprezzato la serie S e tutte le nuove trasformazioni.

4
Vedremo cosa ne uscirà

5

Iniziamo col dire una cosa: dimenticatevi il precedente Justice League girato, che era stato lavorato, ad un certo punto, da Joss Whedon, perché parliamo di due film completamente diversi.

Ma, partiamo dal vero inizio.

Snyder, dopo aver diretto Batman vs Superman: Dawn of Justice (pellicola uscita nel 2016), aveva iniziato ad occuparsi di Justice League. La Warner, però, dopo BvsS, non si fidava più di lui: la pellicola era andata bene al botteghino, anche se i loro analisti avevano previsto un incasso maggiore, ma era sta molto criticata. Per lenire i toni dark, la Warner, avevo messo vicino a Snyder, Whedon.

Ad un certo punto, tuttavia, quando, il regista venne a sapere del suicidio della figlia adottiva, ma anche per problemi con la produzione, fu costretto ad abbandonare il progetto. E la palla passò a Whedon, che divenne, di fatto, il nuovo regista, anche se, poi, in seguito, il film fu sempre presentato come di Snyder.

Ora, non voglio dire che Whedon sia un pessimo regista, dato che parliamo sicuramente di un individuo che, a modo suo, ha fatto la storia: non solo, dirige il film e le prime due stagioni della serie televisiva di Buffy l’Ammazza-vampiri, ma si occupa anche de due primi Avengers, che incassano, complessivamente, quasi, tre miliardi.

E, con JL, non fa altro, di fatto, di provare a fare un altro Avengers, cambiandone i toni e rendendo il tutto più sernione possibile. Di fatto, la parte finale del film, quella dello scontro con i parademoni e Steppewolf, mi aveva anche molto ricordato la parte finale del secondo Avengers.


In ogni caso, il film, all’uscita nei cinema nel 2017, non mi dispiacque. In seguito, lo riguardai, e di nuovo non mi dispiacque.

JL costò 300 milioni e ne incassò quasi 660.

In sé, non fu un incasso piccolo, ma ci si aspettava qualcosa in più e fu uno degli incassi più flebili tra quelli avuti dalla Dc negli ultimi dieci anni: MoS aveva incassato 668 milioni (ovvero di poco superiore agli incassi di JL), BvsS ne aveva ottenuti 873, SS ne aveva presi 746, Wonder Woman aveva guadagnato 822 e Aquaman aveva preso, addirittura, un miliardo e cento circa. Per non parlare del Joker del 2019 di Todd Phillips e con Joaquin Phoenix come interprete principale: questo film, oltre a non far parte di questo universo condiviso, non era costato nulla e pure aveva incassato poco più di un miliardo.

Per questo, la Warner Bros decise di non voler più investire su Snyder e sul suo dcu.

Ebbene, qualche tempo dopo l’uscita di JL, qualcuno, forse qualcuno degli attori, dichiarò, mi sembra su Twitter, dell’esistenza di una versione estesa e migliore di quella pellicola. Ad un certo punto, confermò ciò anche il regista.

Nacque un movimento di fan di quest’ultimo che andavano in giro con magliette con su scritto “#releasethesnydercut”. Non solo, mi pare che questi fan fecero partire anche una petizione, che andò bene e partirono i lavori di Snyder per sistemare la sua creatura.

Fu allora che il regista decise di non voler più dare, ai suoi fan, una semplice versione estesa, ma di fare una versione ancora più mastodontica: decise di modificare varie cose, tra cui anche la scrittura in alcune parti. Non solo, prese anche la decisione di chiamare molti degli attori originali a fare dei reshoot, tra cui anche Jared Leto, che doveva tornare a interpretare il Joker visto in SS, soltanto, però, in un sogno. Per fare ciò, la Warner gli diede altri 70 milioni.

La versione uscita nel 2017 durava due ore precise, mentre, quella uscita adesso arriva a quasi quattro ore, oltre ad ad essere divisa in ben 7 capitoli.

Fin dalle prime scene, si capisce che si sta vedendo un’opera di un certo livello, superiore al lavoro di Whedon, con dei toni molto più cupi, accostabili anche ad Avengers 3: Infinity War, in alcuni tratti un dark fantasy, un’epopea che, a livello di epicità, è accostabile anche alla trilogia de il Signore degli Anelli.

In queste quattro ore, Snyder ha deciso di tagliare, comunque, alcune scene presenti nel precedente JL. Non solo, ha anche deciso di cambiare anche musica in alcune scene precedentemente viste nella versione di Whedon (affidandosi anche un altro compositore, Junkie XL), per rendere meno ridondanti tali scene.

Ad un certo punto, fa la sua apparizione un altro futuro membro della nostra super-alleanza che, nella precedente versione, non si era mai visto e forse non era stato manco pensato: Martian Manhunter, che è stato inserito in questa post-produzione.



Per finire, siamo di fronte ad un prodotto profondamente autoriale, non più adatto alla massa, ma a poche persone. Non escludo che, in futuro, sia possibile vederlo in sala, in pochi cinema selezionati.

Sicuramente uno dei migliori film di Snyder, ma anche uno dei migliori cinecomics. Uno di quei prodotti che si possono fare solo quando si è completamente liberi di lavorare. Nel caso del regista, sarà stato motivato anche dal suicidio della figlia

Io, in ogni caso, solitamente, mi metto paura dei film che durano più di due ore, eppure, questa cut sono riuscito a vederla senza particolari problemi, facendo anche una sola pausa.

Un capolavoro dell’epica.

6
WandaVision / Re: Che voto dai a Wandavision?
« il: 25 July 2021, 14:22:12 »
L, unica serie che mi ha preso tra tutte quelle uscite negli scorsi mesi, dalla Marvel.
Non darò voti, perché non mi piacciono.

7
Presentazioni / Mi presento
« il: 25 July 2021, 14:19:54 »
Buongiorno, sono Pietro

Pagine: [1]