Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Northern Lights

Pagine: [1] 2 3 ... 33
2
In effetti non ho mai capito perché circoli la bufala che Lynch e Frost improvvisarono il colpevole. Forse è colpa di Sepinwall o di qualche altro critico? O forse si tratta del solito pregiudizio secondo cui Lynch realizza film con trame scritte a casaccio?  :scettico:

3
Ma certo che l'analisi è criticabilissima, anch'io quando vedo dare un 4 a TP ci resto male. Speravo solo che non ci fosse per l'ennesima volta il solito discorso Lost vs TP.

4
(PS: ovviamente mi auguro che la discussione non vada a finire in una rissa tra fan di Lost e di TP, come successo in altri lidi)

Le ultime parole famose... sono stato un ingenuo.  :doh:

5
Su questo non ci scommetterei. Fire Walk With Me è stato rivalutato anni dopo, ma sul momento fu addirittura fischiato all'anteprima a Cannes, accusandolo di tradire l'atmosfera della serie. Visto come fu accolto ai tempi dubito che se la serie fosse stata fatta con quel tono avrebbe evitato la cancellazione, arrivata per motivi detti e ridetti.

In effetti ho definito FWWM sottovalutato non a caso.  :zizi:

6
Ciao ragazzi, vi segnalo questa recensione molto critica nei riguardi di Twin Peaks 1, 2 e 3. L'autore è Jacob_89, uno degli utenti più famosi dell'Itasa dei tempi d'oro.

https://jacob89dotcom.wordpress.com/2020/06/12/twin-peaks-la-recensione/

Naturalmente da estimatore di Lynch non condivido le conclusioni generali, e alcune considerazioni di Jacob a mio avviso tradiscono una non conoscenza di quali furono le dinamiche affrontate da Lynch durante lo sviluppo della serie. Nonostante ciò, ci sono anche degli spunti di riflessione interessanti (ad esempio sull'incongruente tempistica fra la nascita di Bob e la possessione di Leland).

Cosa ne pensate?

(PS: ovviamente mi auguro che la discussione non vada a finire in una rissa tra fan di Lost e di TP, come successo in altri lidi)

7
Non mi sembra sbagliato dire che il destino di Lost è stato l'opposto di quello di Twin Peaks.

Per quanto riguarda Lost, gli autori volevano risolvere i misteri in tempi brevi, mentre la rete tv ha stabilito che bisognava "allungare il brodo", costringendo Lindelof ad affastellare i misteri in maniera che lui stesso ha reputato non soddisfacente. In Twin Peaks gli autori volevano portare avanti i misteri fino alla fine, mentre la rete ha preteso una rivelazione in tempi brevi, fatto che ha determinato il distacco di Lynch e il suo ritorno in extremis.

Lost ha potuto beneficiare di una conclusione standard, con la soluzione di compromesso delle sei stagioni, pur fra critiche accesissime da un lato e lodi sperticate dall'altro, mentre Twin Peaks ha subito l'onta della cancellazione, salvo poi rifarsi alla grandissima con Fire Walk with Me (il film più sottovalutato del corpus lynchano) e la mitica serie evento del 2017.

8
C'è da dire che lo stesso Lindelof non è soddisfattissimo del risultato finale

https://leganerd.com/2020/07/01/lost-doveva-finire-dopo-tre-stagioni-il-racconto-di-damon-lindelof/

Noi pensavamo di introdurre nuovi misteri in corso d’opera, in modo da bilanciarli bene e non farli accumulare. Credo che possiamo tutti essere d’accordo sul fatto che non ci siamo riusciti.


9
Veramente ricordo il dialogo fra MIB e Jacob nel quale il primo dice al secondo che quando avrà un gioco tutto suo potrà stabilire le sue regole.  :scettico:

10
La spiegazione è per l'appunto l'esperimento filosofico di cui parlavo poc'anzi. MIB sostiene che l'umanità è malvagia e destinata all'autodistruzione, Jacob invece crede nel progresso positivo. Jacob, una volta scelte persone che reputa papabili sostituti, li fa arrivare sull'Isola proteggendoli da MIB col famoso "tocco" (e chi se ne frega delle vittime collaterali  :doh: ) e concede loro libertà d'azione. I candidati operano una selezione naturale, "progrediscono", e fra loro emerge colui che prende il posto di Jacob, ovvero Jack.

Da notare che l'idea di creare un "corpo intermedio" (gli Altri) che faccia da collegamento (si fa per dire, perché lui rimane nell'ombra) fra Jacob e i candidati, gliela dà Richard Alpert nel 1867. Davvero sveglio il custode dell'Isola!  :asd:

La mia impressione sul perché Jacob non dice nulla è che lui aspettava di essere ucciso da MIB (la famigerata "scappatoia"), e solo a quel punto avrebbe selezionato il suo erede.

11
Direi che questa discussione si può riassumere in "chi va con lo zoppo, impara a zoppicare" :huhu: (intelligenti pauca)

Provo a proporre un commento "neutrale".

Chi scrive è una persona che si è interessata al mondo delle serie tv proprio grazie a Lost e in generale grazie a J.J. Abrams (vidi anche Felicity, con Keri Russell, poi diventata la stella di The Americans, e Alias, con Jennifer Garner, ma fu con Lost che scattò la scintilla). Per il resto ero assolutamente ignorante di serie tv, probabilmente avrò solo sentito nominare Twin Peaks e i Soprano. Dopo la fine di Lost ho approfondito la mia conoscenza di serie e considerò The Sopranos, The Wire e Twin Peaks: The Return la sacra trinità dei drama televisivi (anche se mi mancano, per esempio, serie come Deadwood). Menzione speciale per Mr. Robot, che non arriva a quei livelli ma è la mia preferita di questo decennio!

Sono stato un grande fan di Lost e tuttora sono affezionato a essa (a proposito, The Leftovers di Lindelof è molto bella, la consiglio). Secondo me è un dato di fatto che Lost abbia segnato un epoca a livello mediatico delle serie tv, tantissime persone sono diventate appassionate di serie e di teorie grazie a Lost. Non vedo perché affermare ciò debba togliere meriti a Twin Peaks, che indubitabilmente resta la "serie anno zero" (adesso siamo nell'Anno 30 d.T.P.  :lol?: ) e uno dei primi casi mediatici fra le serie tv. Sono "record" ascrivibili a periodi diversi, fermo restando che Twin Peaks è venuta prima e quindi è più "originale" da questo punto di vista, anche se non poté godere dell'espansione di Internet.

Per quanto riguarda le critiche a Lost, le trovo spesso e volentieri eccessive, specialmente quelle relative ai misteri, i quali ritengo siano stati risolti quasi tutti. L'idea di Nincadoro secondo cui i fan di Lost hanno tutti idee diverse fra loro sulla storia secondo me è un luogo comune. Magari ci sono delle differenze su fatti specifici, come succede in parecchie serie (ad esempio la già citata Mr. Robot), ma il significato di fondo e la catena complessiva degli eventi è chiara.

L'idea che i fan abbiano tutti idee diverse e più appropriato, ad esempio, per opere come quelle di Lynch (a proposito, Eraserhead definito un aborto! Sacrilegio! :nonono: ). Il finale di Eraserhead, per dire, da alcuni è considerato positivo (tra cui il sottoscritto), mentre da molti altri (che secondo me non hanno capito nulla del film  :asd: ) è negativo.

Il grave problema di Lost, a mio avviso, che è sembrato sfuggire a tutti tranne che a N. Senada, è l'insensatezza della questione Jacob-MIB, cardine dell'intera vicenda.

Fondamentalmente l'intera storia si basa sul fatto che Jacob, invece di assumersi la responsabilità del problema creato trasformando MIB nel Mostro di Fumo, pensa sin dall'inizio a trovare un sostituto che faccia per lui il lavoro sporco. Per raggiungere tale obiettivo nel giro di due millenni fa arrivare sull'Isola centinaia di persone, fra cui sia i "candidati" che persone che non c'entrano nulla, e lascia che si ammazzino a vicenda o le fa massacrare dal fratello. Tutto ciò, oltre che per trovare un sostituto, con la motivazione dell'esperimento filosofico relativo all'innata bontà (secondo Jacob) o cattiveria (secondo MIB) dell'essere umano: in parole povere, un capriccio intellettuale.

Jacob ne esce malissimo: essendo il Custode dell'Isola e l'ideatore delle Regole del Gioco contro il fratello, avrebbe potuto benissimo neutralizzare  il fratello stabilendo delle regole che lo rendessero inerme, oppure avrebbe potuto cercare autonomamente una soluzione, simile a quella escogitata da Jack nel finale, per poter uccidere il fratello; invece se ne frega, causa la morte di tantissime persone e passa per essere un personaggio positivo, il rappresentante del Light Side della serie! Assurdo! Al confronto il MIB ne esce quasi come un personaggio "buono": in fin dei conti lui voleva solo andarsene dall'Isola e finisce per diventare un mostro perché Jacob ha l'idea geniale di gettarlo nel Cuore dell'Isola. Al suo posto un tantino arrabbiati lo saremmo anche noi.  :XD:

12
Mr. Robot / Re: [Commenti] Mr. Robot 4x12-13 (Series Finale)
« il: 22 April 2020, 12:43:46 »
Ma ricordo male o il cellulare viene ritrovato da tutt'altra parte rispetto a Tyrell?  :scettico:

13
Mr. Robot / Re: [Commenti] Mr. Robot 4x08 - Request Timeout
« il: 15 April 2020, 11:43:45 »
Sarà stata una classica farneticazione Reddit-style o un'intuizione geniale? :asd: C'è solo un modo per scoprirlo... (cit.)

14
Mr. Robot / Re: [Commenti] Mr. Robot 4x12-13 (Series Finale)
« il: 19 March 2020, 10:10:56 »
La luce blu/viola che vede Tyrell è la "schermata blu della morte" dei sistemi operativi Windows, nonché una citazione di Mattatoio n. 5 di Vonnegut, scrittore già citato nella serie. In altre parole, è un'allegoria del decesso di Tyrell.

La seconda stagione è quella che mi piace meno della serie, però curiosamente è la preferita di Sam Esmail.  :asd:

15
Mr. Robot / Re: [Commenti] Mr. Robot 4x12-13 (Series Finale)
« il: 17 March 2020, 19:14:14 »
Intanto Esmail ha fatto un Q&A sul suo profilo twitter.

Leggendo alcuni commenti, sembrerebbe che il Blue Screen of Death che vede Tyrell potrebbe essere anche un riferimento a Kurt Vonnegut:

https://www.goodreads.com/quotes/6581470-his-attention-began-to-swing-grandly-through-the-full-arc

Pagine: [1] 2 3 ... 33