Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Mareep

Pagine: [1] 2 3 ... 23
1
Non so, questo finale è assai deludente, dopo due puntate in cui sembrava avessero preso la giusta direzione. Perché diciamocelo, io proprio non riesco a dire “serie di grande livello” come molti di voi fanno. Le prime stagioni sono state top, dopodiché piano piano è stato un decadimento.
Emblema in questa puntata è stato il fallimento della squadra di assassini, davvero imbarazzante. Ma anche il personaggio di Lalo stesso, più degno di un Narcos qualunque.

2
Homeland / Re: [Commenti] Homeland s07e12 - Paean To The People
« il: 30 April 2018, 23:01:44 »
Primi 20 minuti in puro stile

(clicca per mostrare/nascondere)

3
Stati Uniti / Re: Here And Now [HBO] [Family Drama]
« il: 16 February 2018, 23:09:56 »
E' stato fatto a pezzi dalla critica, ma a me la prima puntata è piaciuta molto.

(clicca per mostrare/nascondere)

4
Stati Uniti / Re: Counterpart [Starz] [Sci-fi/Thriller]
« il: 4 February 2018, 18:59:28 »
Ah una serie che parla di universi paralleli  -.-'

(clicca per mostrare/nascondere)

5
Ho l'impressione che vogliano fare una serie al passo con i tempi mantenendo comunque la tradizione tedesca. E' solo una mia impressione?

(clicca per mostrare/nascondere)

6
Ottima veramente! La metto tra le top dell'anno.

Mi sono piaciuti un sacco gli attori:

Anna Torv/Wendy Carr

(clicca per mostrare/nascondere)

Jonathan Groff/Holden Ford

(clicca per mostrare/nascondere)


In generale sono sempre scettico su film/serie che parlano di storie realmente accadute, in quanto mi piace la fedeltà ai fatti. In questo caso
(clicca per mostrare/nascondere)



7
WebSeries e On Demand / Re: Suburra [Netflix] [Drama] [Italia]
« il: 12 November 2017, 19:25:54 »
Vista tutta e letti tutti i commenti!

Boh, si dovrebbe giudicare quello che si vede, senza troppi pregiudizi, senza troppe dietrologie o sovrastrutture. Gomorra di qua, il film di là, in Italia solo storie criminali, è una produzione pop-Rai, ...

Insomma, per me la serie funziona perché si guarda con interesse dall'inizio alla fine, nonostante tutti i suoi difetti. Ma ci sono parti anche molto buone, secondo me sono stati molto bravi con Spadino e i suoi conflitti interiori ad esempio.

8
Debug & Feedback / Re: "Stile" sottotitoli itasa!
« il: 22 August 2017, 12:32:24 »
Non so quali delle nostre serie segui, ma ti posso dire che non è una cosa così tanto diffusa e volontariamente utilizzata. Nella maggior parte dei casi, non ci si discosta così tanto dal significato originale e se c'è un "goodbye", lo si traduce con un "arrivederci", "addio", "ci vediamo" ecc... Come già detto, poi molto dipende dal tono della serie, dalla situazione e anche dal traduttore che traduce. L'ultima parola comunque rimane quella del revisore, che spesso lascia le cose come stanno, ma che ogni tanto decide di cambiare la scelta del traduttore. Ci sono alcuni revisori che amano discostarsi molto dalla traduzione più o meno letteraria. Personalmente non condivido la scelta, ma che posso dirti, il mondo è bello perché è vario  :sooRy:

Si ma infatti non avevo alcun intento polemico! So che è una cosa un po' fine a se stessa, ma volevo comunque sapere le vostre idee.
Sulla diffusione, non volevo intendere che ne viene fatto un uso sistematico e volontario, ma volevo solo sottolineare che non è poi così raro trovarlo.

9
Non smetto di guardare got solo perché non voglio diventare un emarginato sociale  :XD:


10
Debug & Feedback / Re: "Stile" sottotitoli itasa!
« il: 22 August 2017, 00:02:08 »
C'è anche da dire che in Fargo, nello specifico, essendo ambientato in Minnesota, non stona un'interpretazione del genere, vista la cultura super cordiale in stile canadese che c'è da quelle parti e per la quale gli abitanti vengono spesso presi in giro.

Mah, se uno è super cordiale non saluta solo con un "goodbye". In più, relativamente alla battuta, non è nemmeno del Minnesota chi la pronuncia.
Al di là di ciò, parlavo di stile proprio perché vedo che è una cosa abbastanza diffusa e volontariamente utilizzata. Non condivido questo stile, troppo didascalico, però sono scelte!

11
Debug & Feedback / "Stile" sottotitoli itasa!
« il: 18 August 2017, 18:10:50 »
Ciao a tutti! Ho finito l'ultima stagione di Fargo e questo mi ha motivato ad aprire questa discussione. Parto da una battuta che metto sotto spoiler anche se non è assolutamente necessario -si tratta di un saluto puro e semplice-

(clicca per mostrare/nascondere)

Il vostro "stile" (se mai se ne possa individuare uno) è quello di interpretare, andando oltre la pura traduzione letterale. Questo è necessario ad esempio quando la lingua inglese pone un ostacolo: un modo di dire, una sintassi diversa, una semplice parola intraducibile, ecc. Altre volte, come il caso citato, ci si spinge più in là, dando un'interpretazione che è assolutamente arbitraria. Lo noto spesso in realtà: molto nell'ultima stagione di Fargo, ma anche in altre occasioni.
Capisco che si voglia enfatizzare una frase o una parola, ma i casi sono due: se l'interpretazione è univoca, non ha senso sottolinearla con traduzione non letterale; se non lo è, non ha senso proporre quello che è di fatto un punto di vista. E' il modo di interpretare dell'attore stesso che conferisce un significato (univoco o meno), alla battuta.

E' solo una mia sensazione? Cosa ne pensate?

12
La mia sensazione? Hanno fatto una stagione con il pilota automatico, inserendo qua e là elementi "fargheschi" e non preoccupandosi troppo di altri aspetti sperando di creare comunque l'effetto Fargo. Un effetto che, si reggano quelli che gridano al capolavoro, non c'è mai stato. I motivi li avete già detti: poca empatia, debole caratterizzazione di diversi personaggi, storia non troppo interessante, ..
Lungi da me creare un metro di giudizio universale. Ma se vi piace veramente Fargo, vi "deve" piacere innanzitutto la prima stagione. E' una storia fatta con righello, compasso e matita, dove tutto (attori, storia, musiche, regia) è veramente una sinfonia. La seconda ha mantenuto le premesse e le promesse, anche se non so dire se sia o meno al livello della prima. La cosa certa è che la terza, a parte qualche spunto, l'ho vista abbastanza lontana dalle altre due.
Mi è piaciuta molto Carrie Coon, che non ho mai completamente apprezzato in Leftovers: è stata una bella sorpresa vedere come sappia reggere due personaggi così diversi con grande credibilità.



13
No basta pippe!! Io sono il primo...però onestamente, dopo un finale così. Uno degli eventi più attesi. Più dell'incontro stesso tra Jon e la madre dei draghi, più dell'incontro tra quest'ultima e l'altra psicopatica. Più della reunion della famiglia Addams Stark.
Si ok, forse mi contraddico...Jaime e la sua fortuna, Bronn e la sua fortuna...ma no, basta pippe!
Insomma, hanno un orizzonte temporale strettissimo (due stagioni) ad un certo punto chissene se ci sono buchi nella trama! Adrenalina a mille! e fuoco a tuttoooo!!


E' stato un finale davvero emozionante, mi ha colpito tra le altre cose la preoccupazione di Tyrion per il fratello.

14
 :scettico:

(clicca per mostrare/nascondere)

15
Un po' controcorrente...
(clicca per mostrare/nascondere)

Pagine: [1] 2 3 ... 23