Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - talpa10

Pagine: [1] 2 3 ... 1405
1
le recensioni di Sepinwall e Daily Beast sono brutali. Raramente ho letto di peggio :wall:

2
season 2
(clicca per mostrare/nascondere)

3
l'episodio mi è piaciuto, ma ancora non hanno spiegato per quale motivo Aida abbia dovuto usare Fitz del framework per creare il macchinario, o perché volesse a tutti i costi che lui tornasse da lei in ospedale visto che poi ha potuto usare il macchinario anche senza il suo aiuto, a meno che, e questo vale solo per la seconda opzione, è che lei volesse farlo uscire dal framework assieme a lei, ma mica sono sicuro...

4
No, non può essere, Fitz lo progetta e basta, poi lei lo costruisce nel mondo reale quindi non viola la sua programmazione

esatto. Il framework è un luogo che è stato creato da Radcliffe per tenere a bada May e gli altri agenti mentre lui ottiene possesso e i poteri del Darkhold. La ragione per cui anche Aida ne può far uso si può sintetizzare allo stesso modo, tenere le coscienze degli agenti a bada mentre shield è gestito dalle LMD e lei può agire a piacimento senza violare la sua programmazione. Ma fino ad ora nessuna spiegazione è stata fornita sul perché lei ha bisogno del framework e di stare nel framework..

5
:rofl:
(clicca per mostrare/nascondere)

notare anche gli alternative facts :XD:

notare anche il poster "John Garrett american hero" :asd:

comunque perché Aida non costruisce la macchina da sè? che bisogno ha di Fitz e del framework?

il framework serve a tenere gli agenti calmi e tranquilli e sedati, visto che Aida non può ucciderli. Ma Aida che conosce il Darkhold può creare la macchina da sè, non ha bisogno di Fitz

6
(clicca per mostrare/nascondere)

7
io ho finito The rain before it falls di Jonathan Coe, di certo un'opera minore, molto diversa dallo stile a cui Coe ci ha abituato, certamente molto più sconnesso dal tessuto sociale e politico dei suoi romanzo, ma non per questo di minore impatto. Storia intima che abbraccia tre generazioni di donne e che mi ha commosso in un paio di passaggi :love:

e ho iniziato The good soldier Svejk, popolare romanzo ceco, regalatomi dalla mia collega praghese, :cry: una sorta di satira anti guerra che precede Catch 22. L'ho appena iniziato ma promette davvero bene.

8
New Girl / Re: [COMMENTI] New Girl 6x21 - "San Diego"
« il: 30 March 2017, 00:28:27 »
(clicca per mostrare/nascondere)

9
Sport / Re: NFL e Fantasy Football
« il: 16 February 2017, 19:24:45 »
il tizio che è uscito con la Bouchard è il vero MVP del Super Bowl :prego:

10
Sono andato al cinema e ho visto T2, il seguito di Trainspotting...

e da fan della saga, letteraria e cinematografica posso dire che sono soddisfatto da quello che ho visto e allo stesso tempo depresso. Il film è un viaggio nostalgico nel passato, ma è un viaggio consapevole, consapevole della sua inutilità, del fatto che vivere nel passato è sì rassicurante, ma inutile e anche dannoso. Il film da una parte è scritto per i fan, e allo stesso tempo critica il concetto stesso di nostalgia.....

Il film si capisce abbastanza bene nonostante l'accento scozzese, a parte quando parla Spud. Allora sì che senza sottotitoli diventa un'impresa...

11
io ho finito The winter of our discontent di Steinbeck. Molto bello anche se non dello stesso livello di Furore ovviamente

e ho iniziato Io ti troverò di Shane Stevens, e in mezzo ho letto Polpo alla gola di Zerocalcare :love:

12
ottimi libri (anche se dopo infinite jest di foster wallace non volevo leggere più nulla non sapendo se sarebbe stato all'altezza)  :distratto:

io non penso che leggerò più alcuno dei suoi romanzi, ma le sue raccolte di saggi tratte dai suoi scritti giornalistici per varie riviste americane sono delle vere perle di umorismo e introspezione :love:

13
io ho letto A supposedly fun thing I'll never do again di David Foster Wallace. Un capolavoro, brillante, profondo, divertente e anche commovente a tratti. Il saggio che dà il titolo alla raccolta vale la lettura dell'intero libro

e ho iniziato The winter of our discontent di John Steinbeck :cool:

14
Cosa sarebbe il coso tamarro nel cofano? La presa d'aria del motore? :XD:

Me lo sono domandato anche io :zizi:
Fino alla rivelazione finale ero convinto anche io che si trattasse semplicemente di aiuto manuale pre-vendetta, poichè aveva bisogno di qualcuno che leggesse il libro per lei, prima di tornare normale e ucciderlo. L'unica spiegazione "plausibile" potrebbe essere data dal fatto che Lucy aveva bisogno di qualcuno con un po' di esperienza nel settore, e sceglie quindi l'unico candidato disponibile. Ma, visto che è il libro che contiene tutta la conoscenza necessaria, poteva davvero andare a pescare un ingegnere qualsiasi e poi liberarsene :asd:

non ricordavo il passaggio per cui lei non riuscisse a leggere il libro. Ora ha un pò più di senso, ma allo stesso modo, lei va a farsi ammazzare da Robbie mentre lascia Eli con il libro e la macchina. Quello ha decisamente poco senso.

15
(clicca per mostrare/nascondere)

Pagine: [1] 2 3 ... 1405