Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - cla86

Pagine: [1] 2 3
1
Libri / [Romanzo] Nel mare del tempo - Elisabetta Cametti (2014)
« il: 26 December 2014, 15:43:34 »


Titolo: Nel mare del tempo
Autore: Elisabetta Cametti
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 576

È passato un anno dall'intrigo in cui Katherine Sinclaire ha rischiato di perdere la vita. Ma l'incubo sta per tornare: durante la presentazione del primo romanzo della brillante manager, un uomo si spara di fronte a lei, dopo averle consegnato un simbolo cifrato. Katherine si trova di nuovo risucchiata in una caccia al tesoro sanguinaria che la metterà sulle tracce di Angelica, una misteriosa donna vissuta nel Medioevo. Addentrandosi nei cunicoli sotterranei usati dagli eretici, Katherine scoprirà che quei passaggi custodiscono uno dei più straordinari segreti della storia. In un tumultuoso viaggio dalla Bretagna, la terra delle maree, ai nascondigli prealpini di Fra Dolcino, Katherine capirà di essere legata ad Angelica da un filo invisibile ma fortissimo... più forte del destino che sta per guidarla verso una scelta da cui non c'è ritorno.

La storia riprende un anno dopo gli eventi del volume precedente. Eventi che vengono ripresi e riassunti anche in questo volume, dando un senso di continuità che ho apprezzato. “Nel mare del tempo” racconta una nuova vicenda, un nuovo “caso”, quindi, volendo, si potrebbe leggere anche senza aver letto “I guardiani della storia”. Penso però che sarebbe comunque un peccato perdersi una bella lettura come quella che “I guardiani della storia” è stata per me, vale davvero la pena leggere entrambi i volumi.
In questo secondo romanzo, per buona parte, Jethro e Katherine vivono le proprie avventure e disavventure separatamente e parallelamente, finchè tutte le vicende si intrecceranno.
Anche quando i due sono fisicamente separati, trovano il modo per sentirsi comunque insieme, il loro rapporto è sempre più forte ed il loro legame sempre più intenso.
La trama è misteriosa e ben costruita, c'è molta tensione ed il fatto che sia tutto intelligentemente collegato mi ha fatto appassionare ancora di più.
Le affascinanti rivelazioni sulla questione dei guardiani mi hanno preso moltissimo, tutto è sensato ed ha una spiegazione.
Sono quasi 600 pagine, ma si leggono facilmente, è sempre molto scorrevole e anche quando ci sono spiegazioni più specifiche non ci si annoia mai, anzi, diventa ancora più interessante e si ha la voglia di capire e di scoprire sempre di più.

2
Libri / [Romanzo] Opal - Jennifer L. Armentrout (2014)
« il: 26 December 2014, 15:38:55 »


Titolo: Opal
Autore: Jennifer L. Armentrout
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 384

Daemon e Katy, Katy e Daemon... Ostacolato da tutti, represso, negato, il legame proibito tra la timida studentessa e il misterioso alieno è ogni giorno più potente, inscindibile e rischioso. Il dipartimento della difesa li teme e li spia in ogni momento, ma soprattutto tiene in pugno tutti coloro che amano. Nel disperato tentativo di combattere l'organizzazione segreta che studia e tortura gli ibridi, Katy diventa sempre più consapevole degli straordinari poteri che ha acquisito attraverso la connessione aliena con Daemon: non è più la ragazza ingenua e impacciata di qualche anno prima, ed è pronta a tutto pur di ottenere verità e giustizia. Ma riuscirà a proteggere la sua famiglia e quella di Daemon dalle oscure minacce che incombono su di loro? Quando anche gli amici più stretti si rivelano dei traditori, ogni certezza sembra svanire, ma Daemon e Katy non sono disposti a fermarsi: nemmeno se la lotta dovesse travolgere i loro mondi in modo devastante.

La situazione si complica sempre di più e quindi la trama si fa più intricata. Allo stesso tempo il rapporto tra Daemon e Katy è sempre più solido, continuano a punzecchiarsi, ma si percepisce in ogni frase ed in ogni gesto che il loro legame ed i sentimenti che provano l' uno per l' altra sono fortissimi ed in continua crescita. Le scene tra loro fanno impazzire, questi due insieme sono fantastici!
Dopo quello che è successo in “Onyx” è stato interessantissimo vedere Dawson interagire con Daemon, Dee e Katy e vedere le conseguenze sul rapporto tra Katy e Dee, che probabilmente è quello che ne ha risentito di più.
Blake continua ad essere pessimo, fastidioso e viscido, la sua presenza mi fa innervosire moltissimo.
Praticamente per tutto il romanzo ci si prepara per un certo evento, aumentando così la tensione, la curiosità e l' ansia per ciò che dovrà accadere.
La parte finale è un' agitazione unica ed il finale più in sospeso di così non potrebbe essere...spero arrivi presto il prossimo romanzo!

3


Titolo: Un sogno tra i fiocchi di neve
Autore: Corina Bomann
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 208

Fin da bambina, Anna non ha mai potuto sopportare il Natale, con tutto il suo corredo di luci, addobbi, dolci e regali. Anche adesso, a 22 anni, ogni scusa è buona per sfuggire alle odiate feste. Ma quest'anno sottrarsi sarà impossibile: il suo adorato fratellino le ha strappato la promessa di raggiungerlo per festeggiare con tutta la famiglia, compreso l'insopportabile patrigno. E così, nel giorno della vigilia, Anna salta su un treno in viaggio tra Lipsia e Berlino. Ma basta un attimo di assopimento - o meglio, quello che sembra solo un attimo - per ritrovarsi in una desolata stazione sul Baltico, nel cuore della notte e nel pieno di una tormenta di neve. Come tornare indietro se non ci sono più treni? Non resta che chiedere un passaggio a chi capita: l'autista di uno spazzaneve, un saggio camionista polacco, tre vecchiette dall'aria misteriosa e... un surfista-psicologo piuttosto attraente. Ognuno con la sua storia, ognuno con un'esperienza da regalare in questa magica notte. Riuscirà Anna a mantenere la promessa? Ma soprattutto, riuscirà a capire cosa desidera davvero?

La vicenda raccontata in questo romanzo si basa su una serie di peripezie ed avventure che la protagonista, Anna, deve affrontare per poter arrivare dalla sua famiglia a Natale. L' ho trovato perfetto per entrare nell' atmosfera natalizia. Pur amando moltissimo il Natale, a differenza della protagonista che lo detesta, non mi era mai capitato, nè venuto in mente prima, di leggere un libro prettamente natalizio...forse non avevo neanche mai pensato che esistessero libri così...ed è stata una bella scoperta!
La cosa affascinante di questa storia sono i racconti, le piccole parti di vita, significative o meno, che tantissimi diversi personaggi regalano ad Anna. Le loro vite si intrecciano formando un puzzle lungo il viaggio della ragazza e grazie a questi incontri interessanti e a scoperte inaspettate Anna rivaluterà la sua idea del Natale.
Il romanzo è davvero carino, particolare, diverso da quello che mi aspettavo e mi ha sorpreso positivamente.

4


Titolo: Un bacio dall' altra parte del mare
Autore: Simona Toma
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 240

Una festa clandestina sui meravigliosi colli bolognesi, le sirene della polizia che si avvicinano sempre di più, un ragazzo e una ragazza che fuggono nella notte a cavallo di una bici: non era certo questa la vita che i genitori di Caterina sognavano per la figlia mandandola all'università di Bologna. Impacciata, buffa ma irrimediabilmente romantica, Caterina ha le idee confuse sul futuro e tanta voglia di fuggire dalla cittadina del Sud in cui è cresciuta. Anche se il prezzo da pagare è diventare avvocato come suo padre. Così si lancia alla scoperta della vita metropolitana insieme all'inseparabile amico Ettore, dichiaratamente gay, irriverente e un po' filosofo, ritrovandosi in un caotico appartamento affollato di studenti più confusi di lei: la ''dea dell'amore'', il graffitaro su commissione, l'irriducibile secchiona. La città universitaria più eccitante d'Italia la stupisce e la travolge, per la prima volta finalmente libera. Ma proprio nel momento più improbabile, Caterina si innamora. Un colpo di fulmine. Un amore improvviso, complicato e immenso. Un amore che sa di spezie e ha le labbra morbide di Yassine, un bellissimo ragazzo che, rincorrendo la speranza, dal Maghreb è arrivato fino a qui...

Questo romanzo mi è sembrato costruito su situazioni un po' troppo esagerate ed estremizzate, ma proseguendo nella lettura ci si abitua a questo stile, ci si addentra nelle vicende e può anche risultare piacevole.
Alcuni personaggi sono carini e simpatici, è una lettura veloce e scorrevole, che permette di passare qualche ora.
La storia d' amore inizia più o meno a metà del romanzo. Nella prima parte vengono raccontati vari episodi, avvenimenti e rapporti vissuti dalla protagonista, Caterina, e questo serve fondamentalmente a far conoscere la ragazza e a far capire come è e come è stata la sua vita prima dell' incontro con Yassine. Proprio questa parte iniziale mette in evidenza il cambiamento che avviene successivamente.
Io il romanzo l' ho interpretato così, come una storia di cambiamento, sul come le cose cambiano quando della propria vita entrano a far parte certe persone speciali.
Nel caso di Caterina non mi riferisco solo a Yassine, perchè, grazie a lui, nella vita della ragazza si inseriscono molte altre persone, ognuna con una vita ed una storia particolare e saranno proprio loro a cambiare il modo di vedere il mondo di Caterina.

5
Libri / [Romanzo] Mare d' inverno - Grazia Verasani (2014)
« il: 23 November 2014, 10:33:57 »


Titolo: Mare d' inverno
Autore: Grazia Verasani
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 176

"Mare d'inverno" è un romanzo sull'amicizia. La voce narrante è quella di Agnese: insegnante, un matrimonio traballante, una figlia diciottenne. Poi ci sono Vera, giornalista di successo, e Carmen, attrice prestata al doppiaggio. Sono vicine ai cinquanta e sono amiche dai tempi dell'università. Adesso si ritrovano a passare insieme, in una villetta di un desolato lido della riviera romagnola, i giorni che precedono il Capodanno. La scusa è quella di consolare Carmen che si è rifugiata lì per riflettere sulla sua ennesima sconfitta sentimentale. In quel posto semideserto, freddo, tra alberghi chiusi e il mare d'inverno della canzone di Ruggeri, le tre donne rafforzano la loro amicizia, tra liti passeggere, ricordi che affiorano, confidenze, rimpianti, amori che non si dimenticano. Ma soprattutto ridono, o imparano a farlo, in un'età in cui si prende coscienza che la giovinezza si allontana a passi svelti. Una breve vacanza in cui conosceranno qualcosa in più di loro stesse, e avranno anche l'occasione di incontrare uomini che scontano lo stesso malinconico "fuori stagione". E insieme, nella neve che le sorprende per Capodanno, troveranno le ragioni e l'entusiasmo per andare avanti più consapevolmente, tra la solitudine e gli altri.

Protagoniste del romanzo sono tre amiche, molto diverse tra loro, con caratteri ben definiti. Sono sicuramente personaggi ben delineati.
I racconti che si scambiano le tre amiche, racconti di episodi, fatti e avvenimenti più o meno importanti nelle loro vite, sono sempre molto coinvolgenti, mi hanno colpito, sono semplici ma avvincenti ed ero particolarmente interessata a sapere come tutte queste vicende sarebbero finite.
È un libro pieno di tante cose: discussioni, battutine, risate, ricordi, incomprensioni, lacrime, riconciliazioni, rimpianti e soprattutto emozioni. È abbastanza breve, ma c'è tutto quello che serve ed ogni pagina è sfruttata al meglio, ha un senso ed uno scopo.
Spesso penso all' amicizia come molto più vera e profonda dell' amore e così ho trovato questo romanzo, molto vero e sincero.
Mi ha fatto venire ancora più voglia di Natale, di mare, di una vacanza...comunque per il momento è stato un piacevole surrogato!

6


Titolo: Non c'è niente che non va, almeno credo
Autore: Maddie Dawson
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 384

È sabato mattina e Rosie e Jonathan sono a letto in un momento di intimità, quando il telefono inizia a squillare senza tregua. Sul display compare un numero sconosciuto. Ancora non sanno che quella telefonata di per sé insignificante manderà all'aria tutta la loro vita. Più che quarantenni, Rosie e Jonathan sono gli unici fra i loro amici a non aver messo su famiglia e a vivere da eterni fidanzati in un quadrilocale che sembra arredato da due studenti. Impossibile immaginare che a pochi giorni da quel sabato Jonathan si inginocchierà davanti a Rosie chiedendole di sposarlo e seguirlo in California! La prima a storcere il naso di fronte all'improvvisa proposta è l'energica nonna Soapie: sognatrice, anticonformista, irriverente, Soapie ha sempre spronato Rosie a osare nella vita, a coltivare le sue passioni e seguire i suoi desideri. Per questo non capisce cosa spinga la nipote sull'altra sponda dell'oceano, dietro a un ragazzotto con la passione per le tazzine di porcellana. Ma il destino è sempre pronto a stuzzicarci e quando Rosie sarà messa di fronte a un'altra scelta cruciale, dovrà per forza decidere quale partita giocare. Perché la grande regola della vita è che non è mai troppo tardi per correggere il tiro e la felicità è sempre più vicina di quanto immaginiamo. Basta ricordarselo.

Inizialmente mi ha catturata grazie alla scrittura fresca, allegra e scorrevole, successivamente ho anche cominciato ad appassionarmi tantissimo alla storia. Succedono molte cose in poco tempo, il romanzo ha davvero un buonissimo ritmo.
È un libro “leggero”, nel miglior senso del termine, aiuta a non avere altri pensieri durante la lettura e tiene compagnia. Ho passato delle ore spensierate, divertenti e serene grazie a questo romanzo.
Anche se ci sono situazioni serie e complicate, momenti tristi e dolorosi, non c'è disperazione, ci sono invece positività, speranza, tante tante emozioni e tutto viene trattato in modo mai esageratamente serio o pesante.
I personaggi sono particolari, viste le storie che hanno e le condizioni in cui si vengono a trovare, ma allo stesso tempo sono persone comuni, in cui ci si può anche rivedere. Questo aiuta a creare una connessione con loro e con il libro stesso.
Ultimamente sono più attratta da libri di questo genere, quindi “Non c'è niente che non va, almeno credo” è arrivato proprio nel momento giusto ed è riuscito a conquistarmi completamente.


7
Libri / [Romanzo] Attraverso il fuoco - Josephine Angelini (2014)
« il: 5 October 2014, 17:54:38 »


Titolo: Attraverso il fuoco
Autore: Josephine Angelini
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 416

Finalmente è arrivato il momento che Lily aspettava da una vita: Tristan, il ragazzo più bello e corteggiato di Salem, l'ha invitata alla festa del liceo. Proprio lei, timida e impacciata, che non ha mai partecipato a un party a causa delle devastanti crisi allergiche di cui soffre. Ma quando alla festa Tristan bacia un'altra ragazza, Lily viene scossa da violente convulsioni proprio di fronte a tutti i suoi compagni di scuola. Dopo questa insopportabile umiliazione vorrebbe solo sparire... E se il suo desiderio si avverasse? Improvvisamente risucchiata in un mondo parallelo, dominato da creature spietate, Lily si ritrova faccia a faccia con la perfida Lillian, la Strega di Salem, identica a lei, solo diabolica. Con l'aiuto dell'affascinante Rowan, scoprirà a poco a poco di possedere poteri straordinari e mentre l'attrazione fra lei e il ragazzo diventa innegabile, la furia di Lillian esplode come un tornado e lo scontro con la potentissima gemella non può più essere rimandato: riuscirà Lily a sconfiggere le forze del Male visto che la sua acerrima nemica è proprio... lei stessa?

Il romanzo parte bene fin dall' inizio, delineando personaggi e rapporti speciali ed appassionanti.
Il mondo in cui Lily si ritrova è intrigante ed affascinante, ma anche pericoloso. Vista la diversità di questo mondo dal nostro, a tratti sembra quasi di leggere un romanzo fantasy storico, ma allo stesso tempo con elementi che potrebbero venire dal futuro. Creare questo mondo parallelo ha dato all' autrice la possibilità di prendersi delle libertà, di mischiare diversi elementi e generi e credo che sia riuscita a sfruttare questa opportunità al meglio.

Insieme a Lily scopriamo poco a poco come funzionano questo nuovo mondo e la magia, le abitudini, le usanze, le regole e tutto ciò che Lily deve sapere per potersi ambientare e sopravvivere. Ovviamente si instaura anche un certo legame tra Lily e Rowan, un legame intenso, di complicità e anche divertente di tanto in tanto. Ho apprezzato moltissimo i cambiamenti che avvengono in questi due personaggi, mi hanno davvero soddisfatto. Comunque ho trovato positivo il fatto che, pur essendoci una sorta di storia d' amore, anche se non ancora sbocciata completamente, sia tutto più incentrato sul contesto e su ciò che avviene in quel mondo, che sulla storia d' amore stessa.
Il conflitto tra magia e scienza viene trattato e reso in modo particolare ed interessante, con spiegazioni veramente sensate, al punto che si riescono a capire benissimo le motivazioni delle azioni che compie Lillian, che io non trovo così malvagia. Sicuramente reagisce esageratamente e troppo duramente ed ha fatto cose sbagliate, ma comunque le motivazioni dietro tutto ciò sono giuste e condivisibili.

Ero curiosissima di capire che tipo di rapporto ci fosse, o ci fosse stato, tra Rowan e Lillian e che cosa esattamente fosse successo tra loro. Viene detto molto poco su questo, ci sono degli accenni, sembra qualcosa di misterioso, che si intuisce, ma non viene spiegato del tutto, non completamente e non chiaramente, almeno fino ad un certo punto, e ciò mi ha stimolato sempre di più durante la lettura.

C'è ancora molto da esplorare e da sapere, sia su ciò che è successo in passato, sia su ciò che sta per succedere e credo che anche i rapporti tra i personaggi debbano ancora evolversi. Inoltre il finale fa venire una voglia pazza di avere subito il seguito, spero arrivi presto!

8
Libri / [Romanzo] The Giver - Lois Lowry (1993)
« il: 20 September 2014, 17:45:30 »


Titolo: The Giver
Autore: Lois Lowry
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 176

Jonas è un adolescente che vive in un mondo perfetto. Nella sua Comunità non ci sono più guerre, differenze sociali o sofferenze. Tutto ciò che può causare dolore o disturbo è stato abolito, compresi gli impulsi sessuali, le stagioni e i colori. Le regole da rispettare sono ferree ma tutti i membri della Comunità si adeguano al modello di controllo governativo che non lascia spazio a scelte individuali. Ogni unità familiare è formata da un uomo e una donna a cui vengono assegnati un figlio maschio e una femmina. Ogni membro della Comunità svolge la professione che gli viene
affidata dal Comitato degli Anziani nella cerimonia annuale di dicembre. E per Jonas quel momento cruciale sta arrivando...


“The Giver” è stato uno dei primi libri distopici che ho letto, è stato quello che probabilmente mi ha fatto veramente rendere conto di cosa effettivamente fosse questo genere. Proprio per questo per me è molto speciale. E' un romanzo che fa pensare e riflettere, che rimane dentro. Una delle cose per me fondamentali in un romanzo è che mi lasci qualcosa, che mi venga da pensare a quella storia anche molto tempo dopo la lettura. Sicuramente “The Giver” mi ha fatto questo effetto, infatti negli anni che sono passati dalla prima volta che l' ho letto ci ho ripensato spessissimo. Il fascino di questo libro l' ha tenuto vivo nella mia memoria.
Ora, in vista dell' uscita del film e grazie all' uscita della nuova edizione, ho avuto l' occasione di rileggere questo bellissimo romanzo.
Questa seconda lettura me l' ha fatto apprezzare ancora di più, visto che sono riuscita a cogliere meglio ed a pieno tutto ciò che lo collega/collegherà ai libri successivi. Io amo, adoro ed impazzisco per questi collegamenti, che fanno di questo libro, che all' apparenza potrebbe sembrare anche autoconclusivo, il primo di una serie con storie intelligentemente intrecciate tra loro. Questo lo rende ancora più interessante e dona a tutta la serie quel qualcosa in più.
L'ho trovato ancora una volta particolare, nonostante tutti i libri distopici che ho letto, questo ha qualcosa di speciale. E' sempre piacevolissimo e stimolante e se durante la prima lettura avevo trovato meno bella l' ultima parte rispetto al racconto di come questo mondo è costruito, questa volta l' ho trovata davvero affascinante, tanto quanto tutto il resto e, ovviamente, di fondamentale importanza per il prosieguo di questa meravigliosa serie.

9


Titolo: Stanotte il cielo ci appartiene
Autore: Adriana Popescu
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 320

Layla ha un grande sogno: catturare con la macchina fotografica immagini uniche in giro per il mondo. Per il momento, però, si deve accontentare di fare la fotografa di eventi. La sua storia di cinque anni con Oliver e la loro tranquilla routine in un appartamento nel centro di Stoccarda non le consentono molto di più. Una sera, però, in una discoteca dove viene chiamata per lavoro, la reflex di Layla si posa su un ragazzo che, con gli occhi chiusi e completamente isolato dalla ressa che lo circonda, balla al ritmo di una musica tutta sua, perso nei propri pensieri. Layla è ipnotizzata da questa visione e gli scatta una foto proprio nell’attimo prima che una gomitata accidentale lo colpisca in pieno volto. È così che Layla e Tristan si conoscono. Ma da quel giorno non possono fare a meno di rivedersi: un giro in moto per la città, un pic-nic lungo il fiume, una serata a guardare le stelle cadenti. Da semplici amici, certo! O almeno, è quello che si racconta Layla. Ma qual è il confine tra amicizia e attrazione? E quanto coraggio ci vuole per buttare all’aria la propria vita?
Una storia meravigliosa ed emozionante per non smettere mai di sognare. Rendi speciale ogni attimo della tua vita. 


La storia inizia con un incontro fortuito tra i due protagonisti, Layla e Tristan, tra cui da subito scatta una connessione. Lei è un po' impacciata ed insicura ed è colpita da lui, c'è qualcosa che la attrae innegabilmente. Tristan fa un po' di tutto, il corriere, il cameriere, il buttafuori, il musicista, lo scrittore, ecc... è una cosa un po' surreale, ma contribuisce a renderlo ancora più interessante ed affascinante. In fondo però sono persone comuni, in cui ci si può facilmente rivedere. Lui la sprona a cercare di realizzare i suoi sogni ed anche grazie a questo il loro legame cresce e si intensifica sempre di più. Grazie a Tristan, Layla si pone molte domande e mette in discussione tante cose di se stessa e della propria vita. Io mi sono trovata ad ammirarla, perchè osa rischiare per ottenere ciò che la può rendere più felice.

Ho adorato il modo in cui il rapporto tra Tristan e Layla si sviluppa, tra fasi molto differenti, alti e bassi, ostacoli e problemi, segreti ed insicurezza. È troppo emozionante.
Quando tra i due nascono sentimenti intensi, che non possono più negare, si sente, si percepisce, fa sognare e sperare, colpisce al cuore.
La loro storia non è sempre allegra e spensierata, ma mi ha messo di buon umore.

Trovo sempre carini gli scambi di e-mail e messaggi inseriti nei romanzi, sono diretti, senza troppe cose che non servono, vanno dritti al punto.

Vengono raccontate varie cose di Stoccarda, città dove è ambientato il romanzo, e ciò regala un tocco in più, che lo rende ancora più coinvolgente.

Ci ho trovato anche vari concetti che condivido, come ad esempio il fatto che Layla si senta se stessa, a proprio agio e vera, senza filtri, solo grazie alla sua macchina fotografica e alle sue foto e quando ha questo non ha bisogno di nessun altro per essere felice.

Visto che Layla fa la fotografa, si parla spesso di fotografia e mi è piaciuto moltissimo come vengono descritti il suo lavoro, le sue fotografie, il riuscire a racchiudere un sentimento, una sensazione, un' emozione in uno scatto, lo trovo molto affascinante.

Penso che proprio le descrizioni siano la cosa più bella di questo libro. Le descrizioni dei sentimenti, delle immagini, dei ricordi, dei pensieri, delle speranze, dei sogni, dei piccoli momenti significativi. È incredibile come tutto questo venga trasmesso in modo così vivido, tanto che sembra di trovarsi in quei luoghi, vivere quei momenti, provare quelle sensazioni, trovarsi davanti a quelle immagini ed essere completamente trascinati nella storia. In certi momenti mi sono sentita talmente coinvolta da restare senza fiato, in attesa di sapere cose sarebbe successo e come sarebbe andata a finire. Mentre leggevo sono arrivata al punto di dimenticare tutto il resto, che è esattamente quello che cerco nei libri.

Ora ho una voglia pazza di leggere il seguito, spero davvero che venga pubblicato presto in italiano, sono già impaziente!

10


Titolo: Le cose che non so di te
Autore: Christina Baker Kline
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 320

Molly ha solo diciassette anni ma continua a finire nei guai. Figlia ribelle di due genitori adottivi, è sotto la tutela dei servizi sociali e ogni pomeriggio deve aiutare l'anziana Vivian nelle pulizie di casa. L'incontro tra le due non è certo dei più promettenti: Molly ha sempre il broncio, parla a monosillabi, veste totalmente di nero e ha sfumature blu notte nei capelli. Ma Vivian è una donna speciale a cui la vita ha tolto e regalato tanto: non si fa certo intimidire dall'aspetto di Molly. Per di più, le due hanno qualcosa di molto profondo che le unisce: anche Vivian infatti è un'orfana che, come tanti altri bambini della sua epoca, venne messa sul "Treno degli orfani" per trovare famiglia. E quando Molly capisce di poterla aiutare a dipanare il mistero che da tanti anni la perseguita, la scintilla dell'amicizia più grande e sincera libererà entrambe.

Sono sempre attratta dai romanzi che seguono sia una vicenda del presente che una del passato, soprattutto se poi in qualche modo le due si intrecciano.
Una cosa molto positiva è che le vicende si equivalgono, sono equilibrate, sono entrambe altrettanto coinvolgenti, una non sovrasta l' altra, quindi non mi sono trovata a desiderare di leggere di una e non dell' altra, è stato tutto interessante e bellissimo.
Il racconto dell' infanzia e della giovinezza di Vivian, con le durissime prove a cui la vita l'ha sottoposta, è un' angoscia continua, è davvero appassionante e vengono descritte immagini e sentimenti molto intensi.
Fondamentale è anche il rapporto che si viene a creare tra Vivian e Molly. Molly è tendenzialmente scontrosa con tutti, è riservata e chiusa in se stessa ed anche lei ha vissuto un' infanzia non facile. Proprio le similitudini tra le storie delle due sarranno ciò che riuscirà ad avvicinarle.
Il loro legame dà vita a scene che ho trovato molto significative, come quando, ancora all' inizio della loro conoscenza, Molly si commuove per un gesto di gentilezza di Vivian. Per me è stata una scena importante, proprio per la reazione di Molly. Anche in questo c'è una sorta di parallelismo con il passato di Vivian, infatti, viste le esperienze vissute, questi piccoli gesti di gentilezza fanno commuovere entrambe e non vengono mai dati per scontati. Anche se è difficile fidarsi, lasciarsi andare, affezionarsi, tra loro si instaura una profonda comprensione.
I vari personaggi sono ben caratterizzati, alcuni riescono benissimo a farsi odiare e detestare, altri non si può far altro che amarli.
Ho pianto più volte durante la lettura, le protagoniste vivono situazioni terribili e di un' inginustizia incredibile. Non sono proprio riuscita a rimanere indifferente. Questo romanzo è stata una scoperta inaspettata, si piange, si soffre, si sorride con Vivian e Molly e si inizia piano piano a tenere a loro. Si vorrebbe un finale felice per entrambe perchè si capisce sempre di più che se lo meriterebbero davvero.
Infatti sapere fin dall' inizio che certe cose sarebbero andate a finire male è stato un po' devastante. In certi punti avevo paura di andare avanti perchè non volevo soffrire e non volevo veder soffrire le protagoniste.
Comunque ne vale la pena, è una meraviglia, mi ha dato moltissimo, è struggente ed emozionante, una storia e dei personaggi che mi rimarranno dentro e a cui so che ripenserò spesso.

11


Titolo: L’ arte ingannevole del gufo
Autore: Ella West
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti
Pagine: 160

Tutte le sere, dopo il tramonto, Viola si addentra nel bosco dietro casa. La grave malattia di cui soffre le impedisce di esporsi anche al minimo raggio di sole. Così, quando i suoi compagni sono impegnati con la scuola, lei dorme o sta in casa a suonare, e quando loro vanno a dormire, lei passeggia libera tra gli alberi del suo bosco, in compagnia del buio e di tutti gli animali che lo popolano. Una sera, però, sul sentiero sterrato da cui non passa anima viva, scorge un’auto: un ragazzo tira fuori un corpo pesante dal bagagliaio e lo trascina sul sedile di guida, prima di dare fuoco alla macchina. Poi seppellisce qualcosa nel terreno vicino. Sei alberi dal ciglio della strada: per Viola è facilissimo ritrovare il punto in cui quel tizio ha scavato la buca… e dare inizio alla sua personale, pericolosa indagine. Che cosa ci fanno tanti soldi sepolti nel bosco? E quel ragazzo è forse un assassino? Tornerà a cercarla?
Una voce incantevole e ingenua rapisce il lettore in una storia che lascia col fiato sospeso. Delicato, commovente, ammaliante, “L’arte ingannevole del gufo” è un romanzo destinato a conquistare un pubblico di tutte le età.


Per colpa di una rara disfunzione genetica che le impedisce di stare alla luce del sole, Viola, 14 anni, può uscire di casa solo di notte. Il fatto che il romanzo sia per forza di cose ambientato di notte me l'ha reso ancora più affascinante...anche se il motivo per cui la protagonista è costretta a vivere la sua vita soltanto di notte non è sicuramente un motivo allegro.

Proprio Viola ci racconta le sue abitudini, la vita nella fattoria e quella notturna nel bosco, il suo rapporto con la musica, le sue scoperte e le sue indagini.
Vengono descritti molti particolari e dettagli, soprattutto per quanto riguarda la fattoria e la musica. Sono cose che apparentemente non servono alla vicenda, ma aggiungono quel tocco in più per poter capire Viola, per affezionarsi a lei ed appassionarsi alla sua storia.

Ho apprezzato vari lati del carattere della protagonista, come il fatto che cerchi di essere logica, anche riguardo alla sua malattia, che non si spaventi e non si faccia prendere dal panico nelle situazioni che le si presentano, è molto razionale ed indipendente.
Potendo uscire solo di notte ci sono ovviamente moltissime cose “normali” che non può fare, ma mi è piaciuto tantissimo il fatto che consideri più importanti tutte quelle che invece può fare, vedere e sperimentare, che gli altri, vivendo vite “nella norma”, non vedranno e faranno mai. Riesce quindi a prendere la sua situazione come un' occasione, è questione di punti di vista, è una prospettiva diversa da quella più comune. È qualcosa che fa riflettere, l'ho trovata una cosa davvero positiva e profonda.

Il libro è particolare, mette un po' di ansia e tiene sulle spine. È scritto veramente bene, lo stile mi è piaciuto troppo, è una storia ben raccontata e ben costruita, immersa in un' atmosfera singolare e quasi onirica.

12
Libri / [Romanzo] Mi ami e non lo sai - Tiziana Merani (2014)
« il: 3 July 2014, 20:07:44 »


Titolo: Mi ami e non lo sai
Autore: Tiziana Merani
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti Y
Pagine: 160

Avere vent’anni non è sempre il massimo della vita: a volte infatti ti costringe ad abbandonare un sacco di nobili occupazioni che fino a quel momento hanno segnato le tue giornate: giocare a pallone, fare a botte con gli amici, stuzzicare le ragazze, guardare il soffitto... E invece a vent’anni ti tocca pure cercare un lavoro retribuito. All’indomani del suo ventunesimo compleanno, Paolo continuerebbe volentieri a ciondolare in camera sua, se non fosse per le continue strigliate di sua madre a suon di fannullone e buono a nulla. Ma un giorno, la telefonata di un suo ex compagno di liceo segna la svolta: chi meglio di Paolo, che a scuola “beccava un casino”, può scrivere il Manuale del perfetto seduttore? Peccato che, nonostante tutta la teoria di cui dispone, Paolo nella pratica sia sempre stato una frana. Finché, come una visione, non compare Manuela, la ragazza carina conosciuta in treno, che Paolo sceglie subito come sua cavia. Ma come la mettiamo con il palestratissimo fidanzato di lei? E cosa fare quando quello che è cominciato come un gioco si avvicina tanto – troppo – alla verità? Un romanzo esplosivo, romantico, intelligente. Una storia che sedurrà i giovani lettori e non solo.

“Mi ami e non lo sai” è la storia di un ragazzo che ha una vita piuttosto ordinaria, a cui però inaspettatamente capita un' occasione e grazie a questo troverà qualcosa di (forse) ancor più speciale ed importante.

Ammetto che inizialmente, pur essendo interessata a questo romanzo, l' avevo un po' sottovalutato, ma poi, effettivamente, mi ha stupito positivamente e mi è proprio piaciuto molto.

Innanzitutto è scorrevole e questo me lo aspettavo, poi è pervaso molto naturalmente da un' ironia mai esagerata e mai forzata. È una lettura non impegnativa e mi sono spesso ritrovata a sorridere. Mi sono anche ritrovata un po' commossa, non per tristezza, ma per la tenerezza di certe situazioni semplici e comuni, ma così vere ed in cui ci si può ritrovare, da riuscire a toccare in profondità. Mi ha dato un senso di serenità e tranquillità.

Forse leggo troppi libri che mi mettono ansia e mi fanno innervosire, questo è tutt'altro e ho molto bisogno anche di libri così, che fanno passare qualche ora in piacevole compagnia di personaggi in cui ci si può rivedere, li trovo rigeneranti.

Penso sia carina ed interessante l' idea di abbinare i capitoli a dei film, aggiunge senso ed ordine al tutto rendendo la storia più particolare.

Nel romanzo è presente anche la parte della storia romantica, ma non si fossilizza su questo. Si parla di rapporti di amicizia, con i genitori e con la famiglia e vengono raccontate diverse situazioni vissute dal protagonista, che danno spunti di riflessione su vari argomenti.

Inoltre è un libro che parla anche di libri e di scrittura e questo mi piace sempre, da appassionata quale sono.

13
Libri / [Romanzo] Onyx - Jennifer L. Armentrout (2012)
« il: 27 January 2014, 19:23:31 »


Titolo: Onyx
Autore: Jennifer L. Armentrout
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti Y
Pagine: 368

Daemon Black ultimamente è cambiato: dolce, passionale, protettivo e addirittura geloso, sembra davvero prendere sul serio la relazione con Katy, che adesso è qualcosa di più di una bizzarra connessione aliena. E Katy? Ancora combattuta, non può più negare di esserne perdutamente innamorata. Però non è facile godersi una storia d’amore quando il pericolo è in agguato: una minacciosa presenza che viene da un altro mondo e nasconde segreti impensabili. Katy è sconvolta per aver appreso cose che non poteva lontanamente immaginare e l’improvvisa apparizione di qualcuno creduto morto non rende certo la situazione più semplice. Determinati a scoprire la verità sulla scomparsa di Dawson e della sua ragazza, Katy e Daemon si trovano ad affrontare una lotta di dimensioni cosmiche. Nessuno è ciò che sembra e i segreti nascosti per così tanto tempo reclameranno le loro vittime. A volte esistono nemici più forti dell’amore...
Nel secondo, avvincente episodio della serie “Lux”, suspense, intrighi e passione sono... alle stelle!


In questo secondo romanzo della serie Lux, Daemon cerca di convincere Katy che vuole davvero stare con lei. Katy è sempre molto attratta da lui, ma non gli crede, non si fida e soprattutto è convinta che lui la voglia solo per via del legame che ora hanno e che lei non vede come una cosa reale. Lei vuole un amore duraturo e vero ed è convinta che Daemon non possa darglielo, quindi, saggiamente, per quello che riesce, prova ad ignorarlo e a stargli alla larga...anche se con scarsi risultati...

Katy continua a piacermi molto, ha reazioni, comportamenti e istinti da persona "normale", vera, credibile. Le sue scelte, decisioni, desideri, anche quando commette degli errori, risultano comunque molto veritieri, comprensibili e condivisibili. Non penso che "faccia la difficile", ma, secondo me giustamente, non si vuole accontentare di qualcosa che lei in quel momento ed in quella situazione considera effimero. L' unica cosa che non ho apprezzato particolarmente, da un certo punto in poi, è il suo comportamento con Blake, un nuovo ragazzo in cui lei cerca la "normalità" e che sembra essere interessato a Katy. E' evidente che Blake con Katy non ha speranze ed anche lei se ne rende conto benissimo, quindi non vedevo il motivo per continuare la farsa con lui. Poi però la storia si evolve in modo da "giustificare" la sua presenza fin troppo prolungata e comunque non scade mai nella banalità. Comunque Blake non mi piace per niente, è infido e viscido...ma in questo romanzo c'è anche chi è molto peggio.

Un altro motivo per cui ho trovato Katy molto apprezzabile è che, nella sua nuova situazione, a cui si deve abituare e adattare, vuole essere in grado di salvarsi e proteggersi da sola e magari anche di riuscire ad essere lei stessa a proteggere le persone che ama.

Katy e Daemon sono sempre molto carini e divertenti insieme, si stuzzicano, si punzecchiano, il loro rapporto è sempre effervescente e allo stesso tempo inizia a diventare più profondo, spinto non più soltanto dall' attrazione fisica, non c'è modo di annoiarsi.
Sono contenta che, pur approfondendosi il loro rapporto, non manchino comunque le litigate, anche pesanti, tra Daemon e Katy. Il loro tipo di relazione non è stato snaturato dal nascere di sentimenti veri, cosa che ho apprezzato tantissimo, anche perchè altrimenti le loro litigate mi sarebbero mancate troppo! Per fortuna invece sono sempre i soliti adorabili pazzi, che prima si dicono di tutto, si infuriano e litigano brutalmente e cinque secondi dopo non vogliono far altro che saltarsi addosso e sbaciucchiarsi.

La trama si fa sempre più intricata, iniziano ad accadere cose strane ed è tutto molto curioso, misterioso ed oscuro. Ci sono colpi di scena, intrighi ed alcune scene ed avvenimenti emotivamente toccanti e profondi.
Sinceramente non mi aspettavo che in questa serie succedessero certe cose, abbastanza sconvolgenti, pensavo fosse più "tranquilla", invece mi ha stupito. E' ancora più interessante di come avevo immaginato. Già sapevo che questo libro mi sarebbe piaciuto, ma sotto tutti gli aspetti, storia, personaggi, relazioni e rapporti, colpi di scena, trama, ecc... è superiore alle mie aspettative.
Ora, ancora più di quanto ho aspettato questo, attendo il prossimo. Voglio troppo sapere cosa succede dopo questo finale così emozionante!

14
Libri / [Romanzo] Shadows - Jennifer L. Armentrout (2013)
« il: 3 November 2013, 13:55:29 »


Titolo: Shadows
Autore: Jennifer L. Armentrout
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti Y
Pagine: 176

Un amore infinito come l’universo.
L’ultima cosa che Dawson Black si sarebbe aspettato era Bethany Williams. Come forma di vita aliena sulla Terra, Dawson e il suo gemello Daemon trovano che le ragazze umane siano... un passatempo divertente. Ma innamorarsi di una di loro sarebbe folle. Pericoloso. Allettante. Irrinunciabile. Bethany viene dal Nevada, e l’ultima cosa che cerca nel West Virginia è l’amore. Ma ogni volta che i suoi occhi incontrano quelli di Dawson si scatena un’attrazione innegabile. E anche se i ragazzi sono una complicazione di cui farebbe volentieri a meno, non riesce davvero a stare lontana da lui. Attratta. Desiderata. Amata. Dawson però nasconde un segreto inconfessabile che non solo può cambiare l’esistenza di Bethany, ma anche mettere in pericolo la sua vita. Si può rischiare tutto per una ragazza umana? Si può sfidare un destino inesorabile come l’amore? Nel suo stile brillante e coinvolgente, Jennifer L. Armentrout ha voluto regalare questo romantico prequel di Obsidian ai numerosissimi fan della serie “Lux”. Una splendida storia d’amore che vi farà divertire e versare qualche lacrima.



Ero davvero curiosa di leggere la storia del fratello gemello di Daemon, Dawson. Già in “Obsidian” ho trovato intriganti gli accenni a lui ed alla sua storia e volevo assolutamente saperne di più.
Dawson è molto diverso da  Daemon, è più socievole, più “integrato” con il mondo degli umani e a differenza del fratello, sorride parecchio!
Una delle cose di cui ero più curiosa di leggere era proprio il rapporto tra i due fratelli, che mi è piaciuto tantissimo nella sua semplicità e normalità. Sono molto complici, si prendono in giro, si vede che si vogliono davvero bene e che si proteggono l'un l'altro.
Bellissimo anche il rapporto che Dawson ha con Dee, i due sono legatissimi.
Ho apprezzato anche il personaggio di Bethany. Sensatamente e coerentemente non è immune al fascino di Dawson e si comporta di conseguenza, senza bisogno di dover mascherare ciò che prova. Trovo i suoi comportamenti molto realistici.
La storia d'amore appassiona, è carinissima e dolce. È anche giustamente differente da quella di  Daemon e Katy. Praticamente le ragazze di cui si innamorano e il tipo di relazioni che instaurano rispecchiano il carattere dei due fratelli.
Quanto avrei voluto e quanto mi piacerebbe poter leggere di loro tutti insieme!
Anche se avendo letto “Obsidian” si conosce già il finale di questo prequel, ciò non lo rende meno toccante ed emozionante. La scena con Daemon e Dee è assolutamente commovente.
L'ho letto tutto d'un fiato, lettura sempre piacevolissima, scorrevolissima, non mi ha mai deluso...e ora aspetto con ansia “Onyx”!

15
Libri / [Romanzo] Il sogno dell'incubo - Marta Palazzesi (2013)
« il: 8 October 2013, 19:59:21 »


Titolo: Il sogno dell' Incubo
Autore: Marta Palazzesi
Genere: Narrativa contemporanea
Edizione: Giunti Y
Pagine: 496

Come vivere sapendo che nell’attimo in cui la persona che ami morirà, proverai il suo dolore? Questa è una delle tante domande che Thea Anderson, giovane cacciatrice di demoni Azura dal carattere focoso, non riesce a smettere di porsi. E gli incubi che tormentano le sue notti, da dove vengono? Chi li insinua nella sua mente? E perché molte persone a lei care si comportano in modo inspiegabile nell’ultimo periodo?
Per trovare le sue risposte, Thea sarà costretta a varcare i confini del Palazzo e ad addentrarsi in un intricato groviglio di verità.
In un rocambolesco viaggio insieme a chi credeva ormai perduto, scoprirà un antico segreto, lotterà contro creature leggendarie e danzerà ancora con la Morte. Ma sarà il suo cuore il nemico più crudele. Potrà l’amore essere più forte dell’orrore?
Nel suggestivo scenario delle campagne rumene, tra folklore, antiche credenze e incontri inaspettati, la caccia continua.
Capita di non ricordare un sogno, ma un Incubo non si dimentica mai.


In questo secondo capitolo della trilogia "La Casa dei Demoni" ritroviamo Thea alle prese con le conseguenze di ciò che è accaduto in "Il bacio della morte", ma non solo. Fin dall'inizio, infatti, emergono situazioni inaspettate e sorprendenti che dovrà gestire e si inanellano uno dopo l'altro una serie di misteri ed intrighi, tra nuovi arrivi, legami indesiderati, fantasmi, sogni inquietanti e presunti tradimenti.
Thea scoprirà anche la vita fuori dal Palazzo e verrà a conoscenza di cose riguardo al suo mondo ed alla sua organizzazione che faranno vacillare le sue certezze.
Ho letto questo libro senza aver avuto la possibilità di essere condizionata da spoiler, commenti e cose del genere, quindi senza sapere assolutamente niente, neanche cosa potermi aspettare. Questo per me è stato fantastico ed inoltre ha decisamente aumentato la mia curiosità, la mia voglia di leggere ed il mio entusiasmo.
Mi è piaciuto moltissimo il rapporto di amicizia e complicità che si è instaurato tra Thea ed Alex, dopo tutto quello che era successo in precedenza. Le loro conversazioni, anche se poche, sono davvero molto piacevoli.
Ci sono invece altri rapporti che vengono messi a dura prova, in particolare quelli tra Thea e Serena e tra Serena e Cameron.
Il punto di forza principale della serie per me resta la fantastica ironia di Thea.
Damian è sempre pieno di sorprese. Dopo aver letto "Il marchio di Damian" pensavo di averlo capito abbastanza e di sapere ormai tutto o quasi su di lui e sul suo passato, invece evidentemente è un personaggio sempre in grado di stupire.
In "Il sogno dell'Incubo" si trova un mix molto ben equilibrato tra avventura e azione ed amore e romanticismo, anche se, rispetto al romanzo precedente, in questo la storia d'amore ha un ruolo più centrale. A parte Thea e Damian, infatti, gli altri personaggi hanno meno spazio rispetto a quanto ne hanno avuto in "Il bacio della morte", ma comunque è tutto molto funzionale alla vicenda raccontata.
Libri come questo alimentano la mia voglia di leggere.
Nella parte finale succedono cose incredibili ed imprevedibili, di cui sono troppo curiosa di vedere le conseguenze. C'è talmente tanto ancora in sospeso ed in attesa di una soluzione che credo impazzirò nell' attesa del prossimo libro!


Pagine: [1] 2 3