Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - knox16

Pagine: [1] 2
1
Proposte & Domande / [SERIE TV] Who is America?
« il: 19 July 2018, 15:14:12 »

Citazione
Dopo aver tenuto la bocca cucita per giorni, la rete americana Showtime ha rivelato infine con un teaser trailer che il suo misterioso nuovo show annunciato per il 15 luglio, di fatto una comedy dai toni satirici, si intitola Who Is America? e ha come protagonista Sacha Baron Cohen.

Che il volto di Ali G e Borat sarebbe potuto essere la star di questa nuova comedy definita "pericolosa", e non Kathy Griffin come inizialmente sospettato da alcuni, lo si è intuito lo scorso 4 luglio, quando Cohen ha pubblicato su Twitter un videomessaggio con un Donald Trump indispettito che sembrava strizzare l'occhio a un suo imminente nuovo progetto. Who Is America?, cui lui e Showtime hanno lavorato segretamente nell'ultimo anno, mostrerà i ritratti di "alcuni diversi individui più o meno noti dello spettro politico e culturale che popolano la nostra nazione unica", come si legge nella descrizione ufficiale.

Più elaborato, complesso e ambizioso ma perfettamente in linea con quello che lo rese famoso, Da Ali G Show. Il format è quello che Baron Cohen porta avanti da tutta la sua carriera, la versione evoluta delle candid camera in cui la videocamera è esposta e i soggetti pensano di parlare seriamente con persone vere invece che con personaggi satirici interpretati da Baron Cohen. L’obiettivo è far ridere lasciando emergere l’assurdo da conversazioni e interazioni che Cohen riesce a guidare (complice la scelta dei soggetti) su territori impensabili.

2
Proposte & Domande / [SERIE TV] National Treasure
« il: 21 September 2016, 15:29:27 »
Citazione
Paul Finchley è un popolare comico inglese. Tuttavia, il mondo del celebre comico è gettato nel caos quando viene accusato di aver fatto nel passato diversi abusi sessuali.
Nel cast:
Robbie Coltrane, Julie Walters, Andrea Riseborough
IMDB


-----------------
Se vi interessa pure questa...

3
Proposte & Domande / [SERIE TV] Atlanta
« il: 7 September 2016, 10:07:25 »
Citazione
Atlanta è una serie televisiva creata e interpretata da Donald Glover (Community). La serie racconta di due cugini che cercano la loro strada nella scena rap di Atlanta cercando di migliorare la loro vita e quella delle loro famiglie. La serie andrà in onda su FX dal 6 settembre 2016.
Nel cast anche:
Brian Tyree Henry (Vice Principals), Keith Stanfield (Selma), Zazie Beetz
Fonte: Wikipedia



Ecco cosa dicono i critici americani:
Citazione
Atlanta has received widespread acclaim from television critics. Based on the first four episodes, the review aggregator website Rotten Tomatoes gives the first season an approval rating of 100%, based on 39 reviews, with an average rating of 8.7/10. The site's critical consensus reads, "Ambitious and refreshing, Atlanta offers a unique vehicle for star and series creator Donald Glover's eccentric brand of humor -- as well as a number of timely, trenchant observations." On Metacritic, the first season has a score of 91 out of 100, based on 33 critics, indicating "universal acclaim".

David Wiegand of the San Francisco Chronicle gave it a highly positive review and wrote, "The scripts for the four episodes made available to critics are as richly nuanced as anything you'll see on TV or, to be sure, in a movie theater. You will not only know these characters after only one episode, you'll be hooked on them, as well. In so many areas, Atlanta sets the bar exceptionally high. Sonia Saraiya of Variety also praised the series and called it "A finished, cinematic, and beautiful production that may be one of the best new shows of the fall."
-----------------------------
Se vi interessa....

4
Altre Serie - USA / Atlanta [FX] [Comedy/Drama]
« il: 1 September 2016, 16:28:51 »
Citazione
Atlanta è una serie televisiva creata e interpretata da Donald Glover (Community). La serie racconta di due cugini che cercano la loro strada nella scena rap di Atlanta cercando di migliorare la loro vita e quella delle loro famiglie. La serie andrà in onda su FX dal 6 settembre 2016.
Nel cast anche:
Brian Tyree Henry (Vice Principals), Keith Stanfield (Selma), Zazie Beetz
Fonte: Wikipedia

10 episodi

5
Proposte & Domande / [SERIE TV] Red Oaks (Amazon Studios)
« il: 10 October 2015, 16:36:19 »


(clicca per mostrare/nascondere)
Questo è il primo episodio caricato su Youtube dal sito ufficiale di Amazon Studios mentre tutta la serie è disponibile sul sito Amazon.

Cast: Craig Roberts (“Submarine”), Richard Kind (“Luck”), Alexandra Socha, Paul Reiser (“Innamorati pazzi”), Ennis Esmer (“The Listener”), Jennifer Grey (“It’s Like, You Know”), Oliver Cooper (“Californication”), Gage Golightly
Serie comedy creata da Gregory Jacobs (“The Knick”) e Joe Gangemi (“Eliza Graves”)
Episodio pilota diretto da: David Gordon Green (“George Washington, Undertow , Snow Angels, Pineapple Express, Prince Avalanche, Joe , Manglehorn, Eastbound & Down”)

Trama: David Myers (Craig Roberts) è un giovane tennista che inizia a lavorare al Red Oaks Country Club nel New Jersey del 1985, durante l’estate di pausa tra il secondo ed il terzo anno di college. David è reduce dall’infarto di suo padre Sam (Richard Kind) ed ha molti dubbi su come proseguire in autunno all’università. Al country club, David conoscerà un ampio gruppo di colleghi e di ricchi membri del circolo, tra cui la studentessa d’arte Skye (Alexandra Socha) ed il padre presidente del club Getty (Paul Reiser).

6
Proposte & Domande / [SERIE TV] Moonbeam City (Comedy Central)
« il: 11 September 2015, 15:44:06 »

La serie segue le gesta di Dazzle Novak, un detective idiota che commette più reati rispetto ai criminali che tenta di arrestare. Con la glamour e tirannica capo Pizzaz Miller sempre a pronta a dargli ordini e Red Cunningham, il suo rivale odioso, che non si ferma davanti a niente per distruggerlo. Egli collabora con l'unico agente di polizia competente, Chrysalis Tate per proteggere la loro metropoli al neon.
La serie inizierà dal 16 settembre ma in rete si trova già il web-dl del primo episodio.

I quattro protagonisti hanno le voci di:
Elizabeth Banks, Will Forte, Rob Lowe, Kate Mara.

7
Proposte & Domande / [SERIE TV] Major Lazer
« il: 16 April 2015, 18:25:48 »

Prima stagione da 12 episodi su FXX da Giovedì 16 aprile.
Durata: 11 minuti 
Citazione
Trama: ambientata in un futuro distopico in Giamaica, la serie animata basata sull’omonimo gruppo musicale segue le vicende di Major Lazer (voce di Adewale Akinnuoye-Agbaje), supereroe che lotta a ritmo di musica elettronica contro le forze che hanno rovinato la società…
Tra le guest-star vocali previste della nuova serie che entra a far parte dello slot “Animation Domination” per adulti di FXX: Ezra Koenig (dei Vampire Weekend), Charli XCX, Riff Raff, Andy Samberg, Aziz Ansari e J.K. Simmons.

Serie visivamente favolosa con colori acidi, richiami all'animazione americana anni 80, una colonna sonora da urlo e un cast di doppiatori assolutamente eccezionale.
Se vi va fateci un pensierino.

8
Lo Studio Ghibli chiude i battenti? No, si riorganizza
Fonte:animeclick.it

Nella notte tra il 3 e il 4 agosto si è diffusa sul web mondiale la notizia della probabile chiusura delle produzioni del celeberrimo Studio Ghibli. La cosa ha ovviamente gettato nello sconforto l'immensa schiera dei fan della casa d'animazione di Mitaka, lasciati con la prospettiva di doversi accontentare in futuro solo di riproposte e merchandise, o al più di visite commemorative al Ghibli Museum.
Col passare delle ore, tuttavia, l'orizzonte si è decisamente rischiarato: il caso pare essersi gonfiato in seguito ad un errore di traduzione di un malaccorto fan («Studio Ghibli will close and [sic] production studio anime, leaving himself only as a company that will manage its trademarks»); dalle 'colonne' di Oh Totoro (pagina Tumblr) si sarebbe poi esteso a macchia d'olio attraverso la Rete, tra sconcerto e incredulità.

Il ritiro di Hayao Miyazaki e le sue affermazioni sull'inevitabilità del tramonto dello studio avevano certo contribuito a creare un clima da 'tutti a casa'. Tuttavia la versione riportata sulla pagina Tumblr appare a conti fatti una traduzione o interpretazione catastrofista delle parole rilasciate dal direttore generale Toshio Suzuki all'emittente nipponica MBS nel corso del programma Jounetsu Tairiku. Parole, quelle di Suzuki, dal carattere più generico e meno definitivo. Ma vediamo nel dettaglio quanto detto dallo storico produttore dello studio.
Ci soccorre in tal senso il sito Kotaku.com (che pure aveva in qualche modo alimentato i timori di 'smantellamento' della Ghibli non molto tempo fa). Riprendendo gli screenshot pubblicati dal blog giapponese Someone One One!! nonché le affermazioni di Excite News, l'articolo di Kotaku sgombra per quanto possibile il campo da equivoci.

Come detto, la notte del 3 agosto Suzuki si è presentato davanti alle telecamere di MBS. Durante un segmento dello show Jounetsu Tairiku, il co-fondatore ha discusso il futuro dello Studio Ghibli, rilasciando commenti capaci di ingenerare un polverone sui blog nipponici ed internazionali, e di dare il la all'inopinato annuncio della chiusura del settore produzioni animate dello storico studio.
Da una più attenta considerazione delle parole di Suzuki, la prospettiva appare, se non rosea, almeno più sfumata rispetto ai rumor delle scorse ore.
A fronte di quanto rimarcato dall'annunciatore dello show («Tuttavia, queste parole sono in qualche modo dure»), l'ex produttore precisa: «Stiamo pensando di smantellare il settore produzione e... di operare un grande cambiamento in virtù di una visione più ampia dello Studio Ghibli»; «Ovviamente il ritiro di Miyazaki è stato molto significativo. Dopo di ciò, cosa avrebbe dovuto fare il Ghibli? Certo, non sarebbe impossibile proseguire senza sosta nell'attività creativa, tuttavia... per una volta, ci prenderemo momentaneamente una breve pausa per pensare a ciò che verrà dopo».

Va annotato quanto segue: Suzuki non si esprime in tono perentorio; il termine 'ristrutturazione' (再構築, saikouchiku) va preso nell'accezione di 'ricostruzione'.
Suzuki parla inoltre di «pulizie di primavera» o di «grandi pulizie» (大掃除, ooshouji), ossia di un'occasione per un repulisti volto a migliorare l'ambiente di lavoro per la prossima generazione di animatori — operazione meditata da tempo.


Le parole di Suzuki sembrano andare nella direzione di una riorganizzazione interna. Proprio su queste pagine, in occasione del dialogo aperto con Gualtiero Cannarsi, adattatore per l'Italia dei film Ghibli, avevamo accennato alle perplessità del post-Miyazaki; in particolare era stata messa in luce la difficoltà di portare avanti il modello produttivo 'artigianale' della Ghibli nel panorama da business industriale dell'attuale animazione giapponese, alle prese con problemi di ammortizzamento dei costi, delocalizzazione delle 'maestranze', 'crisi di idee'. Se quest'ultima non sembra aver toccato la casa di Mitaka, nonostante la necessità di reperire i degni successori di Miyazaki e Takahata (impresa per certi versi improba), certamente il modello produttivo della Ghibli non può resistere ancora a lungo ai marosi della crisi economica, che investe senza dubbio anche i prodotti culturali. Si noti che la Ghibli assume il proprio personale a tempo indeterminato, astenendosi dalla pratica diffusa nel settore della collaborazione freelance.
Probabilmente il lavoro di autori promettenti come Hiromosa Yonebayashi e Goro Miyazaki ha bisogno di un nuovo assetto organizzativo per poter prosperare. La maggiore libertà autoriale e stilistica concessa allo stesso Yonebayashi per Omoide no Marnie è un sintomo di questa 'nouvelle vague', anche creativa. Sfortunatamente, titoli di alto spessore come Kaguya-hime no monogatari di Isao Takahata non riescono a sbancare al botteghino, restando opere di nicchia. Si ripropone così, a distanza di 25 anni, il problema che fu della Ghibli ai tempi de Il mio vicino Totoro e Una tomba per le lucciole. Nel 1988 fu proprio l'allora produttore Suzuki a voler investire sul talento di Miyazaki e Takahata; seppure Totoro e i fratellini Seita e Setsuko non riuscissero in prima battuta a convincere il pubblico, l'anno dopo il più 'commerciale' Kiki consegne a domicilio salvò la baracca, garantendo le risorse per la successiva consacrazione dei due talenti e dell'intera casa di produzione. Ma questa è storia. L'oggi si presenta, se possibile, ancora più difficile da gestire. Non impossibile, però, con i dovuti accorgimenti, sembra voler dire Suzuki.

Ultima sottolineatura: ad ora, i principali quotidiani giapponesi non hanno trattato la notizia, né è andata diversamente per gli show televisivi. Se un patrimonio nazionale come lo Studio Ghibli avesse davvero deciso di cessare le produzioni, l'importanza della notizia sul piano culturale ed economico avrebbe senz'altro scalato le prime pagine. C'è quindi, almeno parzialmente, da stare tranquilli.

9
Cinema / [Drammatico] Boyhood - Richard Linklater (2014)
« il: 25 April 2014, 20:03:32 »
Boyhood


Sono passati appena 4 mesi dall’inizio dell’anno, vero: ma sembra chiaro che Boyhood sia già l’evento del 2014 cinematografico. Che Richard Linklater piaccia o meno, il suo ultimo lavoro ha raccolto critiche entusiaste al Sundance, poi a Berlino (dove Linklater ha vinto come miglior regista) ed infine al SXSW.

Ma al di là delle ottime critiche, è la natura stessa di Boyhood a renderlo speciale a priori: perché è davvero unica. Si tratta di un coming-of-age che segue la storia di Mason, un bambino di 5 anni che cresce assieme ai genitori e alla sorella Samantha. Il film ci racconta la sua vita fino al college, focalizzandosi sul divorzio dei genitori e sul suo rapporto con la sorella.

La cosa che rende speciale Boyhood? Che è girato “in tempo reale”. Linklater ha iniziato a girare il film nel maggio 2002 e ha finito le riprese nell’ottobre 2013. Ogni anno ha radunato il suo cast per girare delle scene del film, immortalando la crescita degli attori e quindi dei personaggi. Lo spettatore vede perciò Mason crescere in tutti i sensi per 3 ore davanti ai suoi occhi.

Il coming-of-age definitivo? Presto per dirlo senza aver visto il risultato, ma fatto sta che a priori Linklater ha fatto qualcosa di epocale. Va oltre anche a Sorelle Mai di Bellocchio, di cui gli episodi sono stati girati in 6 anni. E la stessa poetica di Linklater si fa ancora più radicale: il progetto di Boyhood fa impallidire l’idea che sta dietro alla trilogia di Prima dell’alba, Prima del tramonto e Before Midnight, girati tutti a 9 anni di distanza.

Boyhood è interpretato da Ellar Coltrane, Ethan Hawke, Patricia Arquette e Lorelei Linklater. Uscirà negli Usa l’11 luglio, e in attesa di sapere se lo vedremo mai in Italia ecco il primissimo trailer del film e il poster.
fonte:Cineblog

10
The Hateful Eight

Ecco la trama:
La storia segue le vicende di un gruppo di personaggi spietati e sospettosi (tra cui una coppia di cacciatori di taglie, un soldato Confederato disertore e una prigioniera) che rimangono intrappolati in un saloon durante una tempesta che ha distrutto la loro diligenza.

Comic-Con 2014: Quentin Tarantino dirigerà The Hateful Eight!
Aveva ragione Kurt Russell: alla fine The Hateful Eight si farà.
fonte: badtaste.it


Dal panel del fumetto Django Meets Zorro, atipico sequel di Django Unchained, Quentin Tarantino ha risposto a una domanda che ha fugato ogni dubbio: The Hateful Eight sarà il suo prossimo lungometraggio.

Nonostante le problematiche nate in seguito al leak online della sceneggiatura, il regista di Pulp Fiction e Bastardi Senza Gloria è dunque tornato indietro sui suoi passi.

Probabilmente il cast che ha partecipato alla lettura pubblica dello script qualche mese fa (ricordiamo che Tarantino ha poi riscritto il terzo atto) sarà lo stesso nel film: oltre a Russell anche Samuel L. Jackson, Bruce Dern, Michael Madsen, James Remar, Amber Tamblyn, Walton Goggins, Zoe Bell e Tim Roth. Difficile tornino davvero tutti, ma è probabile che rivedremo buona parte di loro sullo schermo.

Ricordiamo che dopo l’annuncio di questo nuovo western, Tarantino aveva deciso di cancellato a causa del leak dello script, denunciando poi il sito Gawker per averlo diffuso in rete.

FONTE: Collider

Notizie Precedenti
(clicca per mostrare/nascondere)

11
Altre Serie - USA / The Spoils of Babylon [IFC] [Comedy]
« il: 11 January 2014, 01:53:29 »

The Spoils of Babylon è una miniserie comedy scritta da Matt Piedmont e Andrew Steele, diretta da Piedmont, con protagonisti Tobey Maguire, Kristen Wiig, Tim Robbins, Jessica Alba, Val Kilmer, Haley Joel Osment, Michael Sheen, e Will Ferrell. Esso è una parodia di miniserie a scala epica (come Uccelli di rovo, Il ricco e Povero) che trasmettevano nelle tv americane negli anni 70 e '80. La miniserie ha debuttato su IFC il 9 gennaio 2014.
Ennesima perla della IFC. Le prime 2 puntate sono favolose, battute geniali, anche incredibilmente girato bene e i pochi minuti che appare Will Ferrell nei panni di Eric Jonrosh mi ha fatto morire. Non vedo l'ora di vedere come va a fine l'incredibile storia della famiglia Morehouse.

12
Cinema / [Azione/Drammatico] Oldboy - Spike Lee (2013)
« il: 10 July 2013, 22:47:34 »
Oldboy (2013) - Spike Lee
Con l'uscita del primo trailer apro il topic di Oldboy diretto da Spike Lee remake del capolavoro di Park Chan-wook. Teniamo le dita incrociate e speriamo bene.


Trama: il film vede come protagonista Josh Brolin, un dirigente di una compagnia di pubblicità che viene rapito e imprigionato per 20 anni senza una spiegazione. Viene poi liberato improvvisamente, e così decide di scoprire chi e perché lo ha rapito. Nel cast anche Elizabeth Olsen e Sharlto Copley, assieme a Samuel L. Jackson e James Ransone.

13
The Sopranos / E' morto James Gandolfini
« il: 20 June 2013, 02:09:31 »
JAMES GANDOLFINI 1961-2013


E' morto in Italia a Roma all'età di 51 anni per un arresto cardiaco secondo TMZ.
Un attore meraviglioso, versatile, incredibile che ci ha regalato una delle migliori interpretazioni mai viste in una serie tv. Riposa in pace grandissimo!!!

14
Utopia / [COMMENTI] Utopia 1x01 - Episode 1
« il: 20 January 2013, 00:37:12 »
Ha una regia che non si vede spesso in una serie tv ed è scritta benissimo. Non vedo l'ora di vedere come continua.

15

1981, un giovane Raimi fece uscire un film che è ormai leggenda: "EVIL DEAD". Il film narra la storia di un gruppo di amici che si fa una bella vacanzuola in una casa in mezzo al bosco, solo che non sanno che all'interno esiste il libro dei morti, il Necronomicon. Per sbaglio risveglieranno dei demoni e per loro sarà una lotta alla sopravvivenza. Non solo è un film che ha consacrato il genere ma è anche il film che ha fatto nascere un icona del cinema, una leggenda : ASH J. WILLIAMS!!! Ebbene, nel 2011 un gruppo di teste di cazzo comandato da il caro Raimi che cosa si è inventato? Un sequel? Ma che no...Un reboot? No non è abbastanza una bestemmia...UN FOTTUTISSIMO REMAKE e indovinate un pò, il protagonista non è più Bruce Campbell ma la ragazzina protagonista scema di Suburgatory. CAPITO? UNA CAZZO DI RAGAZZINA!!! La trama del remake è che una giovane ragazza che sta lottando contro l’alcolismo, si ritira in una casetta in mezzo ai boschi assieme al fratello e ad un gruppo di amici. Qui, ovviamente, li attende il Libro dei Morti, con tutte le sue conseguenze. Allora dal trailer si vede un fiume di violenza ma non per modo di dire, è proprio violento, ma c'è una cosa...NON E' EVIL DEAD! La trilogia originale era ironica, era stupenda e c'era Ash santo iddio. Adesso parliamo delle cose belle del trailer: è una figata, iper violento, bello disturbante, e in un minuto e mezzo ci sono 2 o 3 situazioni dai vecchi film. Può diventare un ottimo film horror però se lo chiamavano in un modo diverso mi facevano il favore. Raimi fa solo da produttore e sceneggiatore quindi speriamo bene. Comunque un Evil Dead 4 lo potrebbe pure fare, rivedere Ash di nuovo in azione sarebbe...sarebbe... GROOOOOOOOOVY.
Ecco il trailer però attenzione, è veramente violento quindi vi ho avvertito.



Pagine: [1] 2