Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Lalla91splash

Pagine: [1] 2 3 ... 19
1
Sport / Giochi della XXXI Olimpiade - RIO 2016
« il: 2 January 2016, 15:01:13 »
L'anno Olimpico è iniziato!

Mancano pochi mesi all'appuntamento sportivo più imponente del pianeta, quattro anni di intervallo sono lunghi ma al contempo l'attesa stessa aiuta a rendere ancora più importante questo evento. Direi che con un topic apposito si possa cominciare a scambiarsi opinioni su qualificazioni e convocazioni, orari e reti di trasmissione, biglietti e viaggi per i fortunati che assisteranno dal vivo, pronostici vari e molte altre cose.


2
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x22 "Not fade away" [SERIES FINALE]
« il: 13 July 2014, 19:15:39 »

Let's go to work.


E così finisce anche Angel. Un finale spezzato, a prima vista lasciato completamente aperto. Si narra che quando Joss venne a conoscenza della cancellazione della serie, decise di non modificare lo script di quello che sarebbe diventato l'ultimo episodio. Decisione che ha fatto imbestialire molti fan, delusi dal fatto di essere privi di una conclusione vera e propria, ma che d'altra parte ne ha esaltati altrettanti, che applaudono a questo Not fade away.
Io mi trovo in una via di mezzo, forse pendendo di più verso il secondo lato. Dal mio soggettivissimo punto di vista, questo season finale è un episodio eccellente, che però fatica ad essere accettato come series finale. L'ultimissima scena mi ha lasciata interdetta, ma contemporaneamente la trovo un tocco di genio. Il motivo sta proprio nelle ultime parole di Angel, "andiamo a lavorare". Simbolo che nonostante le numerose vittorie, la lotta non avrà mai fine. Se mai i superstiti di questa Apocalisse ne dovessero uscire vincitori, nuove minacce arriveranno e nuove guerre saranno combattute. E poi la Wolfram&Hart esiste dall'alba dei tempi, è un po' come il Primo, quindi non si potrà mai distruggere in modo definitivo.
Buffy ha un finale apparentemente opposto, ovvero con la sconfitta del cattivo e la distruzione della Bocca dell'Inferno. Se in Angel è una scena d'azione a chiudere il sipario, in Buffy nel sorriso finale della protagonista troviamo la quiete dopo la tempesta. Eppure anche in quel caso, dietro quel velo che dà un senso di conclusione al tutto, la lotta continua. Lo possiamo intuire dalle parole di Rupert Giles, che ricorda ai personaggi come nella cittadina di Cleveland (dove operava Buffy nell'universo parallelo di The Wish) sia presente un'altra Bocca dell'Inferno.
Alla fine, pur dando due sensazioni completamente opposte, i due finali del Buffyverse hanno in comune un messaggio: la lotta continua.

E come ogni battaglia che si rispetti, alla fine bisogna fare la conta dei sacrifici e dei caduti. In questo caso abbiamo Angel che firma la sua rinuncia all'umanità, Lorne che uccide Lindey, la morte di Wesley ed il grave ferimento di Gunn.
Prima, però, vanno sottolineate le scene che ci mostrano come la gang passi l'ultimo giorno di pace, consapevoli che potrebbe essere l'ultimo. Se Gunn fa visita ad Anne riportando alla nostra mente i tempi della seconda stagione e -ancora più indietro- quelli di Buffy, Spike ritrova ulteriormente un pezzo della propria umanità recitando le poesie che gli hanno fatto guadagnare il soprannome di William the Bloody. Angel e Connor si chiariscono chiarendo a noi i dubbi sulla memoria di Connor e, manco a dirlo, Wesley ci regala la parte più drammatica prendendosi cura di Illyria, la cosa che più gli ricorda la sua amata Fred.
In quest'ultimo caso ho amato i loro dialoghi riguardo le trasfigurazioni del demone, come Wes ad inizio episodio le trovi estremamente ingannevoli e dolorose e come infine, in punto di morte, non desideri altro che quello stesso inganno, per assaporare quel briciolo di pace interiore che la vita gli ha sempre negato. La morte di Wesley è estremamente commovente, così come sono commoventi le lacrime di Fred Illyria e la sua conseguente rabbia, segno di un processo di umanizzazione ben avviato ma che mai vedremo svilupparsi in toto.

Sconcertante è il colpo di scena che vede protagonisti Lorne e Lindsey. Mai e poi mai avrei pensato che Angel commissionasse un lavoro del genere al demone verde. Alla prima visione restai scioccata da questo risvolto narrativo. Eppure la malinconia di Lorne, la pesantezza con la quale si accingeva a fare il suo ultimo dovere verso la Angel Investigations prima di uscire di scena facevano presagire che il suo compito sarebbe stato ben più grave di quanto ci potessimo immaginare.
Ci si poteva aspettare la morte di Lindsey, ma di certo non l'uccisione da parte di "uno dei buoni".
Riguardo Harmony invece non ho nulla da dire, è un vampiro senz'anima e pur avendo mostrato segni di inaspettata umanità, il suo tradimento non fa certo cadere la mascella a terra dallo stupore.

Tornando alla scena finale, epici i draghi e i vari demoni che avanzano sotto la pioggia. Danno veramente un senso apocalittico all'episodio (tra l'altro un drago che esce da un portale è presente anche in The gift della serie madre). Epici anche i protagonisti, che si alzano pronti a combattere.
E la lotta continua.

voto 9.5


STAGIONE
Dare un voto a questa stagione è difficile: c'è stato un ritorno alle origini che ha causato la ricomparsa di episodi pressoché autoconclusivi, ma d'altra parte sui personaggi è stato fatto un lavoro magistrale, come è stato dimostrato in alcune puntate clou di quest'annata. E proprio in questi specifici episodi (Soul purpose, You're welcome, A hole in the world, Shells e anche questo finale) si racchiude tutta la forza di questa quinta stagione. Dopo un inizio discreto, ci siamo trovati di fronte a dei capolavori, che hanno cominciato a fare l'altalena con altri episodi buoni ma non eccellenti.
A livello personale tendo a ritenere la seconda e la terza stagione le migliori di Angel, e la prima e la quarta inferiori alla quinta.... quindi considerata questa scala matematicamente attribuisco un 8+ a questa stagione, pur consapevole che i singoli episodi da me citati poche righe sopra valgono molto di più rispetto a questo voto. Insomma, dare un voto in questo caso è stato strano.  :XD:
Per quanto riguarda le puntate, lo scettro di miglior episodio se lo merita A hole in the world, mentre quello di peggiore va a The cautionary tale of Numero Cinco.

SERIE
Spesso tendo a considerare Buffy ed Angel un'unica serie, dato che fanno parte dello stesso universo, ma quando sono costretta a scinderle (è il caso della Classifica degli Itasiani ahah) reputo lo spin-off una spanna inferiore rispetto alla sua serie madre. Ci sono moltissimi elementi in comune, da cui si capisce che le due opere sono state create dalla stessa mano (stessa cosa dicasi per Firefly, Dollhouse ed il più recente Agents of SHIELD) a partire da quella stramba ironia Whedoniana che fa capolino nei momenti più inaspettati e verso la quale diventi patologicamente dipendente: vi giuro che un'ironia simile finora l'ho riscontrata solo in Supernatural, e adesso quasi pretendo che nelle nuove serie che vedo vi sia questa capacità di sdrammatizzare tipica di Whedon. In caso contrario, parallelamente alle serie in recupero devo affiancare qualcosa di Whedoniano, altrimenti mi sembra di soffocare in mezzo alla troppa seriosità (o alla comicità forzata) della situazione.
Forse è proprio a causa di qualche risata in meno che lo spin-off si trova più in basso nella mia classifica rispetto a Buffy. Questo e la sensazione di noia mista ad irritazione che mi assale non appena vedo la faccia di Connor spuntare dallo schermo o penso a "Cordelia" nella quarta stagione.
Spesso e volentieri reputo Wesley il vero eroe della situazione, ma forse lo faccio solo perché è il mio personaggio preferito.  :zizi: Davvero nel mondo delle serie tv non riesco a trovare un personaggio più tragico e drammatico di lui, che risulti al contempo credibile. C'è da alzarsi in piedi ed applaudire per 50 minuti per come è stato gestito questo personaggio, sia dagli autori che dall'attore che l'ha interpretato.
Ed infine, l'elenco degli episodi che più mi sono piaciuti: I will remember you, Hero, Five by five, Dear boy, Darla, Reunion, Reprise, Lullaby, Birthday, Sleep tight, Forgiving, Salvage, Orpheus, Home e quelli che ho elencato prima.
Non me la sento di dare un voto alla serie, in ogni caso arrivata alla fine sono contenta di aver fatto questo rewatch, perchè tra i suoi pregi ed i suoi difetti Angel è una serie che merita moltissimo e da cui altri telefilm dovrebbero imparare.

3
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x21 "Power play"
« il: 28 May 2014, 10:57:26 »

Ci siamo, anche Angel giunge all'ultima fermata prima del capolinea. Ad essere sincera mi aspettavo qualcosina di più da questo episodio, che pur fornendoci preziose informazioni talvolta si impalla in qualche minuto di noia.

Ci viene ancora mostrata la posizione sempre più ambigua di Angel, che sembra proprio essere caduto nella trappola temuta nello scorso season finale: cercare di combattere il male dall'interno per venirne poi risucchiati. Non ho mai saputo cosa pensare del Circolo della Spina Nera, introdotto secondo me in modo troppo frettoloso nel telefilm, ad un passo dal gran finale. Ma il fatto stesso di aver posto questo gruppo segreto al centro dell'attenzione porta a dei colpi di scena niente male, ad un'evoluzione della trama che si scopre essere in atto sin dalla morte di Cordelia, ovvero ben nove episodi fa. Nello stesso modo in cui Doyle passò i poteri a Cordy a metà prima stagione, la ragazza passa ad Angel una singola visione, cruciale nella lotta tra il bene ed il male. Da quel momento, l'unico interesse di Angel è stato quello di scoprire l'identità di coloro che si celano dietro il Circolo, in modo da riuscire a combattere il male dall'interno ancor più di prima. Quindi, anche se il Circolo è stato nominato per la prima volta solo in questo episodio, nella realtà Angel cerca di sconfiggerlo già da molto tempo.

Mi ha fatto un gran piacere rivedere Cordelia, anche se si son trattate di immagini vecchie, però quel piccolo flashback mi ha leggermente consolata sul fatto che gli autori non si siano completamente dimenticati di lei.


voto 8-

ps. Spike ed Illyria che giocano a Crash Bandicoot sono stati il miglior momento dell'episodio.

4
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x20 "The girl in question"
« il: 27 April 2014, 17:12:06 »

Per essere il terzultimo episodio della serie, l'ultimo contenente flashback con Darla e Drusilla, e l'ultimo cross-over, devo ammettere che da questo The Girl in question mi aspettavo decisamente di più.
Ciò che rende questo episodio discreto è, oltre all'eccellente storyline di Wesley ed Illyria, la sua componente comica. Nelle varie stagioni Joss Whedon e soci ci hanno dimostrato di saper condire gli episodi con la giusta dose di humor, fallendo ben poche volte sotto questo punto di vista. Anche in questo caso le risate non mancano: epico e memorabile è lo sketch riguardante Spike e Dru in Italia negli anni anni '50, pochissimi secondi volti ad omaggiare la parola più famosa della nostra lingua.
L'uso volontario dello stereotipo però non si ferma al semplice "ciao", ma quasi tutte le altre scene divertenti hanno a che fare con l'immagine che all'estero hanno di noi: un paese di persone socievoli che sembrano avere la soluzione pronta per tutti i problemi,anche quelli più gravi; città che sembrano paeselli a causa delle loro vie strette e "tipiche", quasi fatte apposta per essere percorse in Vespa; affari mafiosi che spuntano da ogni angolo.
A tutto questo bisogna aggiungere la presenza di Andrew, che di suo riesce sempre ad inserire battute capaci di strappare più di un sorriso. Il lato cross-over, però, è alquanto deludente, secondo me a causa di un'esagerata insistenza nel tirare in ballo Buffy. La Cacciatrice non appare mai, o meglio Sarah Michelle Gellar non appare mai, ed il numero spropositato di volte in cui è stata menzionata sembra stonare con lo spin-off stesso. La storia dell'Immortale è carina, ed è un valido pretesto per farci rivedere nuovamente Darla e Drusilla, ma la ricerca di un appiglio Buffyesco a cui aggrapparsi fa risultare il tutto niente più che una trovata pubblicitaria per aumentare gli ascolti della serie, cosa inutile visto che era già stata cancellata.

Dall'altra parte del mondo, a Los Angeles, la visita dei signori Burkle permette allo show di mantenere i consueti toni tragici, rispecchiati come al solito dalla figura di Wesley. Illyria manifesta un potere fino a quel momento sconosciuto, scioccante sia per Wes che per noi telespettatori. A dire il vero, rivedere Amy Acker nei panni di Fred fa un po' male, data la consapevolezza che si tratta solamente di una maschera.

voto: 7.5

(clicca per mostrare/nascondere)

5
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x19 "Time bomb"
« il: 31 March 2014, 13:51:24 »

Pur non avendo una grande trama orizzontale, questa quinta stagione di Angel riesce a spiccare grazie all'enorme profondità che viene data ai personaggi. L'attenzione verso l'evoluzione psicologica dei protagonisti è sempre stato uno dei punti forti delle opere di Joss Whedon: in ogni serie che ha creato, lo spettatore riesce con molta facilità ad affezionarsi ai personaggi e ad entrare in sintonia con loro, nonostante alcuni difetti di trama.
Proprio ora che siamo vicini al traguardo, Whedon insiste più che mai su questo aspetto, e lo fa talmente bene che non rischia nemmeno un po' di risultare pesante.

Per l'ennesima volta mi sto riferendo principalmente a Wesley, grande esempio di come il nostro giudizio può variare da un opposto all'altro nel corso delle stagioni, visto l'eccezionale percorso a parabola compiuto dall'Osservatore. Ma per questo episodio possiamo tirare in ballo anche Angel, complice il suo atteggiamento freddo ed ambizioso che ha sconvolto tutti nei minuti finali, ed Illyria, capace anch'essa di diventare un personaggio essenziale nonostante ci abbia derubati di Fred.

Mi è piaciuta la trama relativa ai salti temporali, nonostante gli inevitabili paradossi che ti fanno andare in crisi il cervello, che alla fine non riesce mai a spiegarsi completamente il senso cronologico di questi viaggi. :XD:
La questione del tempo si riaggancia perfettamente anche al tema dello scorso episodio, quando Wesley ripristinando i ricordi quasi quasi sperava anche di modificare gli eventi. Illyria, anche se non lo riesce ad ammettere perchè non riconosce la sensazione, ne rimane oltre che arrabbiata anche delusa, consapevole ancor maggiormente che la sua presenza fisica richiama e richiamerà sempre alla mente di chi la circonda la figura di Fred. Anche se Fred non c'è più, rimarrà comunque la sua ombra a perseguitarla in eterno.

Ben fatta anche la parte riguardante Gunn che, libero dalle torture, ritrova un Wesley ossessionato dagli ultimi eventi al punto da sembrare quasi folle.


voto 8-

Illyria è magnifica:
(clicca per mostrare/nascondere)

6
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x18 "Origin"
« il: 28 March 2014, 21:55:35 »

Con questo episodio gli autori riprendono in mano questioni lasciate a metà molto tempo prima, che ormai sembravano essere destinate a rimanere nel dimenticatoio. Ho apprezzato moltissimo l'idea di recupare queste storyline e darne una degna conclusione: viene meno la sensazione di "sgretolato" che più volte la trama di Angel ci ha lasciato.

Connor stupisce in positivo. I nuovi ricordi gli hanno automaticamente conferito un'identità diversa da quella a cui eravamo abituati. Il nuovo Connor è solare, spensierato e con una certa propensione alle battute. Stona tantissimo con la vecchia versione di se stesso. La differenza tra le due personalità di questo ragazzo mi ha fatto inevitabilmente pensare al fatto che ogni persona si costruisce attraverso le proprie esperienze. Il nostro passato, ciò che abbiamo fatto e ciò che abbiamo subìto, determina quasi completamente chi siamo ora.

Come al solito eccezionale la parte di trama relativa a Wesley (ed Illyria). In questo caso l'astio di Angel verso il "caso" porta l'ex-Osservatore dritto dritto verso la verità nascosta, e se questo risvolto della trama era abbastanza prevedibile -data la presenza di Connor- un po' meno lo era il fatto che gli autori avrebbero usato la manipolazione dei ricordi come scusa per insinuare in Wesley il dubbio che tale cambiamento avesse potuto influire nelle scelte di Fred, portandola indirettamente alla morte.
Ben architettata dunque questa parte, che spinge Wesley a rompere il contenitore dei ricordi. In questo modo l'inganno di Angel viene scoperto con un intelligente plot twist, evitando sensazioni di banalità o noia.
Perfette le immagini che una alla volta passano nella mente di Wesley, che quindi si vanno a sovrapporre ai falsi ricordi. Lo shock dell'Osservatore è di forte impatto, l'ennesimo duro colpo che il personaggio è costretto subìre.

Sono soddisfatta anche che gli autori abbiano ritirato fuori Sahijan, concludendo definitivamente questa parentesi e facendo avverare la profezia. Ricordiamo che il demone, per evitare la sua morte, fu l'inventore di  un'altra profezia, quella de "Il padre ucciderà il figlio", punto cruciale per la terza stagione e soprattutto per il percorso evolutivo del personaggio di Wesley.

Il ritorno di Connor si rivela essere una scelta abbastanza piacevole e soprattutto sensata ai fini della trama principale. L'episodio aveva un forte rischio di portarsi una certa pesantezza presente nella quarta stagione, ed invece ha avuto come risultato quello di chiudere egregiamente una grossa storyline lasciando comunque qualche spiraglio per le conseguenze.

voto 8.5

7
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x17 "Underneath"
« il: 14 March 2014, 22:59:49 »


Altro buonissimo episodio, che continua a mettere fortemente in luce le conseguenze psicologiche della morte di Fred ma al contempo porta avanti la trama principale, al punto che le due cose alla fine si intrecciano. La sigla viene modificata un'altra volta: Mercedes McNab con la sua Harmony diventa una regular ed Amy Acker viene raffigurata quasi esclusivamente come Illyria.

Appare per la prima volta Marcus Hamilton, the man they called Jayne interpretato da un altro ex attore di Firefly, Adam Baldwin, in seguito diventato popolare per il suo ruolo in Chuck. Hamilton prende il posto di Eve con una semplice firma, lasciando personaggi e spettatori di stucco nel momento in cui dalla giacca estrae niente meno che una penna. Come dice Spike, "didn't see that coming!!"  :XD:
Contro ogni aspettativa, Lindsey si rivela fondamentale per scoprire i piani della Wolfram&Hart, costringendo i protagonisti ad entrare in azione per salvarlo. Anche qui, si resta spiazzati nell'apprendere quale sia la punizione inflitta a Lindsey, nonostante sotto le piacevoli apparenze si nasconda qualcosa di molto più inquietante. E' proprio in questo punto che trama principale e morte di Fred si intrecciano: Gunn, tornato per l'occasione a vestire nel suo originale stile rap, scambia il suo destino con quello di Lindsey. Una scelta sconvolgente per il personaggio, che si riaggancia al dialogo avuto con Angel ad inizio episodio. Gunn, restando alla W&H, avrebbe dovuto convivere ogni giorno con il rimorso per quanto ha involontariamente provocato. Offrendosi come prigioniero in quella dimensione infernale gli permette di fare due cose: dimenticare la sua colpa e contemporaneamente espiarsi, ricevendo la stessa quotidiana punizione.

Ma è Wesley che ci fornisce la parte più intensa, drammatica e bella, come in questa serie spesso e volentieri ho notato accadere. Grazie ai dialoghi ed alle capacità attoriali di Alexis Denisof ed Amy Acker, la sofferenza dell'ex Osservatore è resa così bene che le scene a riguardo valgono da sole il voto massimo. Dal sogno con Fred, perfetto nella sua tristezza, alla scena sul tetto mostrataci verso fine episodio, ogni cosa appare impeccabile. Bellissima la metafora presente nella barzelletta, volta ad indicare quanto Wesley si senta staccato da tutto e da tutti, caduto in un dolore profondissimo. Ho trovato questi dialoghi talmente perfetti che ogni singola parola mi sembrava una colata d'oro.

voto 9-

ps: sentire nel 2014 Lindsey dire "we're gonna die" ed Angel rispondere "Not today", mi ha fatto rotolare dalle risate.  :XD:

8
Veronica Mars / [Commenti] Veronica Mars Stagione 2
« il: 13 March 2014, 10:44:59 »
(clicca per mostrare/nascondere)

9
- Don't forget about me, Veronica.
- I could never.

 :tenero: :mwow: :mcrying:


Wow. Questo episodio ho avuto modo di rivederlo più volte, anche in lingua originale, ed ogni volta la scena finale, sui materassini, mi fa piangere. E' uno dei momenti più emozionanti della serie, la punta di diamante per questo gioiellino che è la prima stagione.

Finalmente la domanda "chi ha ucciso Lilly Kane?" trova una sua risposta. L'identità del vero assassino di Lilly era impronosticabile, nonostante il carattere violento di Aaron Echolls ci fosse stato mostrato più volte. Nessuno aveva mai sospettato di lui, nè la polizia nè Keith. L'aveva fatta franca in tutti i sensi...
La disperazione di Jack Kane fa venire i brividi, lui che continua a gridare "my daughter!!"...

Lianne si rivela un vero disastro, dimostra per l'ennesima volta di non essere portata per la vita di famiglia. E, per concludere in bellezza la catena di casini che ha combinato, se ne va portandosi via pure i soldi della ricompensa dei Kane.

Tutti i nodi vengono al pettine, compreso il risultato del test di paternità. Molto bella la scena sul divano tra Keith e Veronica.

Lo sceriffo Lamb conferma ancora una volta, attraverso piccole cose, lo squallore in cui versa la giustizia nella città di Neptune.

Tra le trame lasciate aperte, di sicuro c'è quella che riguarda Logan vs Weevil e la sua banda, e a chi ha aperto la porta Veronica negli ultimi 2 secondi della stagione.

10
Questo episodio è bellissimo, uno dei migliori. Si sente che manca poco al finale di stagione, tutto viaggia in modo veloce tenendoti incollato allo schermo. Dal ritrovamento di Duncan a Cuba alla scioccante scoperta finale di Veronica non si tira mai il fiato.

Ritornano un sacco di personaggi secondari che erano stati protagonisti della parte filler di episodi precedenti, come ad esempio Carrie Bishop, Sean e Casey. La festa di Shelly Pomroy avvenuta un anno prima è il cardine attorno al quale ruotano tutti gli eventi del presente riguardanti la protagonista: durante l'episodio il suo modo di interagire sia con Duncan che con Logan cambia a seconda di quanto Veronica scopre.
La "scoperta" su quanto avvenuto quella notte segna una svolta per Veronica, di sicuro alleggerendole un gran peso che si portava dietro da troppo tempo.
La scena in cui Aaron fa la sorpresa a Logan e tutti i suoi amici scoprono della sua relazione con Veronica è memorabile... me la sono sempre ricordata fotogramma dopo fotogramma sin dalla prima volta che l'ho vista.  :XD: Logan  :love:

Nel frattempo, la parte strettamente legata a Lilly stavolta la mette in scena Keith, incontrandosi con quella prostituta (Donna di Beautiful  :huhu: ). E poi ritorna Lianne.

Troppe cose, troppe.

11
Veronica Mars / [Commenti] Veronica Mars 1x19 - Hot dogs
« il: 3 March 2014, 22:23:19 »
Il caso in sè non era interessante, e questa volta la presenza di Amanda Seyfried è stata troppo breve.  :interello:
Logan  :love:

Veronica, regina nello sdrammatizzare la rottura di una relazione:
- But, Leo, you are the sweetest..
- Please, don't tell me how sweet I am.
- You're also seriously hot so you'll be single for about three and a half seconds!

 :XD:


La scena in cui Aaron picchia il ragazzo di sua figlia è, nonostante il gesto, un tocco di classe che innalza di una spanna il livello qualitativo di questo episodio. Credo che sia anche una delle scene più memorabili della serie 

 :riot:

12
Non so perchè ma ero convinta che la famosa scena tra Veronica e Logan si svolgesse nella 1x19... ma quando ho visto il cappotto di Logan ho capito  :huhu: bello il bacio, saltato fuori così dal nulla  :huhu:

Però bella anche la scena iniziale tra Veronica e Leo  :love: povero lui comunque, ho completamente scordato se Leo lo viene a sapere o meno!

Il caso invece me lo ricordavo abbastanza bene, eppure è uno dei meno interessanti della stagione...  ricordavo bene anche quanto successo con Duncan.
Fantastico all'inizio quando Keith confessa a Veronica di uscire con la madre di Wallace...  le reazioni dei due ragazzi  :XD:


13
Buffy / [COMMENTI] Angel 5x16 "Shells"
« il: 27 February 2014, 14:13:40 »

- Is there anything in this life but grief?
- There's love. There's hope... for some. There's hope that you'll find something worthy...
that your life will lead you to some joy... that after everything... you can still be surprised.
- Is that enough? Is that enough to live on?


Lo scorso episodio si era concluso lasciandosi dietro una scia di profonda drammaticità e senso d'ingiustizia. Shells, se possibile, fa ancora peggio, perchè ai miei occhi risulta essere ancora più triste.
Poco alla volta tutti i protagonisti vengono a conoscenza della morte di Fred, ma quello che più fa male non è la morte in sé, bensì l'apprendere che l'anima della ragazza sia stata distrutta, e quindi il fatto che né in questo mondo né nell'aldilà ci sia traccia di Fred. L'anima disintegrata rappresenta la fine di qualsiasi possibilità per riportarla indietro, e ancor peggio significa che Fred è stata letteralmente cancellata dall'universo. Il Buffyverse, attraverso la morte di vari personaggi (Angel, Buffy e Spike su tutti) ci ha insegnato che esistono variegati mondi post-mortem, costituiti da dimensioni che possono avere caratteristiche infernali o paradisiache. La reversibilità della morte ci viene ricordata nel dialogo tra Angel e Spike nel volo di ritorno. Ma Fred non è in nessuno di questi luoghi... semplicemente non esiste più.
Apportando questa svolta della trama al mondo reale, si possono fare considerazioni religiose su quanto Joss Whedon ha deciso di raccontarci. Quando muore una persona cara, amici e familiari tendono a pensare -spinti da un credo religioso o da un tipo diverso di fede- che colui o colei che non c'è più si trovi ora in un posto migliore. La morte di Fred invece è l'interpretazione più atea e scientifica della morte, ovvero la cessazione di esistere sotto tutti i punti di vista: non esistono luoghi migliori, una volta che si muore tutto finisce. Nella vita vera è sicuramente il pensiero più difficile, quello meno accettabile da parte dei familiari, un punto di vista di cui a volte nemmeno l'ateo più risoluto riesce a convincersi. Eppure, ragionando a mente fredda su cosa succede alle persone quando muoiono, la cessazione di qualsiasi cosa è l'ipotesi più probabile.

L'interpretazione di Amy Acker è magistrale: dai movimenti al tono di voce, passando per gli sguardi, tutto cambia. Illyria è quanto più distante possa essere da Fred, non sembra nemmeno essere interpretata dalla stessa attice. Il perfetto trucco utilizzato per rendere l'aspetto di Illyria aiuta moltissimo a distaziare i due personaggi, solo in un paio di scene si può visivamente notare la somiglianza fisica. Ed è proprio su quei rari casi che, a fine episodio, Wesley accetta la proposta della demonessa. Non mi ricordo come furono resi i toni vocali nella versione italiana, ma in lingua originale nel momento in cui Illyria chiede "because I look like her?" e Wes risponde in modo affermativo, quel "yes" impregnato di dolore sembra essere così vero che mi ha fatto venir male, mi ha disintegrato il cuore (già in mille pezzi dallo scorso episodio) nello stesso modo in cui l'anima di Fred è stata distrutta.  :T_T:
"You didn't feel her die". Il dolore è, appunto, il tema principale di questo episodio. Illyria inizialmente ne è disgustata, percependolo in Wesley e negli altri membri della gang, ma alla fine proverà lei stessa questa sensazione, nel momento in cui scopre che il suo mondo è svanito da millenni. Il dolore che lei prova le permette a sua volta di capire meglio Wesley, di comprendere il motivo per cui tutti ce l'hanno con lei... senza più il suo mondo, torna nei luoghi che erano familiari al guscio che la contiene, ovvero il corpo morto di Fred. Così si scopre che, nel momento in cui Fred moriva e Illyria risorgeva, alcuni dei ricordi della ragazza si sono mescolati a quelli della demonessa. Il laboratorio del guscio rappresentava qualcosa di importante, una sorta di casa, per cui Illyria decide di tornarvi, perchè non ha altro posto dove andare.
La scena finale, che vede appunto Illyria e Wes a confronto, è la più bella e più drammatica dell'episodio. In questa scena si prova una gran pena per entrambi i personaggi, per chi ha perso l'amore della propria vita e per chi ha perso la propria casa. Da questo momento non si riesce più ad odiare Illyria, almeno io non riesco più a ritenerla responsabile per la morte di Fred. Probabilmente a questo punto la demonessa avrebbe preferito rimanere chiusa nel suo sarcofago, piuttosto di scoprire di aver perso tutto... la vera cattiva non è lei, ma sono stati i suoi discepoli, colpevoli di aver ucciso un innocente ed aver ottenuto il nulla.
Il personaggio di Wesley sprofonda sempre di più in quel tunnel di drammaticità che è la sua vita. Ogni volta che sembra aver toccato il fondo, succede qualcosa di brutto che lo mette ulteriormente a dura prova. Joss Whedon è stato particolarmente crudele con lui, tra tutte le serie che ho visto Wesley è uno dei personaggi più tragici e più torturati (dagli autori) che io abbia incontrato. Le ultime parole che pronuncia simboleggiano la definitiva perdita di speranza... ha perso Fred ed ha perso tutto. Wesley parla di amore, di gioia e di speranza, ma aggiungendo quel "per qualcuno", esclude se stesso dalla lista di sentimenti positivi appena elencati. Eppure, ed è crudele ammetterlo, questa profonda tragicità a volte rende Wesley il personaggio più interessante di tutto il Buffyverse, più di Angel o di Buffy.

Anche Gunn ricopre un ruolo di primo piano, e come Wesley la nuova tragicità che il suo personaggio ha assunto negli ultimi due episodi ha contribuito a farlo diventare molto più interessante di quanto lo sia stato nelle stagioni passate. Gunn è quello che più di tutti, lavorando alla W&H, ha compromesso se stesso, sin da quando ha accettato il primo intervento al cervello. Senza rendersene conto, i suoi nuovi "poteri" l'hanno corrotto al punto da non riuscire più a viverci senza.
Devo ammettere che non riesco a giudicare Gunn colpevole tanto quanto lo giudica Wesley, perchè sono sicura che nel momento in cui Charles ha firmato quei documenti non avrebbe potuto immaginare che qualcosa di così drammatico potesse accadere. Ma è proprio la sua ingenuità, il suo fidarsi della W&H che l'ha portato alla rovina. Come dice Wesley, "Nothing from Wolfram&Hart is ever free", ed è una cosa che Gunn non avrebbe mai e poi mai dovuto dimenticare. Così, senza minimamente rendersene conto, Gunn tradisce i propri amici, ed un po' ci ricorda quella volta -mai successa nei ricordi di questi due personaggi- in cui Wes tradì Angel rapendo Connor.
Il modo di reagire di Wesley è glaciale: perdona il desiderio di Gunn (notare che in questo episodio lo chiama Charles, proprio come faceva Fred) di non tornare ad essere quello di un tempo, ma non gli perdona le conseguenze di questo desiderio, arrivando a pugnalare l'amico, così come qualche minuto dopo uccide Knox con una freddezza micidiale.
Solo le parole di Angel riescono a calmare un pochino l'ex-Osservatore, che apprende dal vampiro quanto successo in Inghilterra e le condizioni -rifiutate da Angel- per salvare Fred.

Una riga la spendo anche per Lorne ed Harmony. Il primo è quasi completamente assente dall'episodio, ma appunto solo il fatto di chiudersi in se stesso, ad elaborare il lutto da solo, ci dà un perfetto esempio della psicologia del demone verde. La seconda, invece, riesce a ritagliarsi uno spazio abbastanza importante (forse perchè la puntata necessitava di una figura femminile di stampo umano), al punto che all'immancabile ironia di questa vampira senz'anima si aggiunge un pizzico di spiazzante sensibilità: mi riferisco al momento in cui dice a Wesley che il fatto che la donna dei suoi sogni lo amasse lo ha reso più fortunato rispetto a molte altre persone.

Da un punto di vista strettamente legato alla trama, si hanno parecchi  accenni ai personaggi della serie madre. Il più diretto consiste nella chiamata di Angel a Giles, con quest'ultimo che si rifiuta di aiutare il vampiro perché ancora a capo della Wolfram&Hart. Ritorna quindi il concetto già analizzato nell'episodio cross-over Damage, ovvero che il solo fatto di lavorare per lo studio di Los Angeles, nonostante i nobili motivi, ponga tutti i personaggi in una zona grigia, al punto che la Scoobie Gang è diffidente nei loro confronti. Viene nominata anche Willow, per un eventuale suo coinvolgimento nella resurrezione di Fred. Quest'ultima cosa, però, mi ha fatto un po' storcere il naso, perché mi è parso abbastanza insensato che Spike concordasse sul fatto di riportare indietro Fred, quando nella sesta stagione di Buffy fu il primo a scioccarsi e a disperarsi ritenendo la resurrezione della Cacciatrice un'azione sbagliata. Insomma, l'idea della resurrezione di Fred appare un po' campata per aria, visti i casi precedenti, ma in ogni caso non intacca il giudizio finale dell'episodio.

voto 10. Quando ho iniziato a scrivere questo commento non avrei mai pensato di dare il voto pieno, ero più propensa ad attribuire all'episodio un 9.5 o 9+. Diciamo che questo 10 si pone più come un omaggio generale a queste ultime due puntate, strettamente collegate tra loro al punto da sembrare indivisibili. Difatti è simbolico il fatto che A Hole in the World inizi con un flashback e Shells finisca con la continuazione di quel flashback su Fred. Ed a proposito di questa chiusura, riporto sotto spoiler il testo della canzone, che non solo si adatta perfettamente ad Illyria ed alla Fred di qualche anno prima, ma a tutti i personaggi che il montaggio ci mostra (specialmente Gunn).
(clicca per mostrare/nascondere)

14
Veronica Mars / [Commenti] Veronica Mars 1x17 - Kanes and Abel's
« il: 26 February 2014, 00:26:03 »
Veronica cita Josh Hartnett!!!!!! Sono scioccata, quell'uomo è l'amore della mia adolescenza (assieme a Logan), e Veronica me lo cita!! :love: :love: :love: :love:

Questo è uno dei migliori episodi della stagione, e probabilmente è il più serio finora: la solita ironia di Veronica è veramente ridotta all'osso. La scena con Duncan in piscina, subito dopo i flashback-ipotesi di Veronica sulla ricostruzione del delitto, è la scena più bella della puntata.
Adoro sempre di più Lilly, e già mi piaceva un sacco durante la prima visione su Italia1. Da tempo sono consapevole del fatto che, qualsiasi ruolo interpreti, nella mia testa Amanda Seyfried rimarrà sempre Lilly Kane. E forse questo è il motivo per cui l'attrice mi piace così tanto... perchè per me è Lilly!

Avevo, però, completamente rimosso che in questo episodio faceva la sua comparsa Vinnie Vanlowe: ma quanto idiota è?  :XD:
Il caso all'inizio non sembra interessante, ma il modo in cui si risolve è talmente ingiusto che alla fine risulta coinvolgente più delle aspettative.

E' la terza volta, questa settimana, che guardo un episodio in lingua originale e mi ritrovo con degli attori americani che tentano di parlare in italiano. Se nei due episodi di Alias visti l'altro giorno ero imbarazzatissima, qui volevo decisamente sotterrarmi.  :XD: Ci ho messo un po' a capire in che lingua parlavano.  :interello:

Infine spendo un paio di righe sull'abitudine degli autori di attribuire agli episodi dei titoli che includono i nomi o i cognomi dei personaggi, principali o secondari che siano: dopo 17 puntate hanno già usato John Smith, Kane (2 volte con questo episodio), Echolls, Lamb, Mars, Veronica ed il suo alter-ego Betty, ed infine Abel. Un'abitudine che non si perderà e che a me piace un sacco.  :metal:

15
Veronica Mars / [Commenti] Veronica Mars 1x16 - Betty and Veronica
« il: 25 February 2014, 13:58:11 »
Buono il caso, con la mascotte della squadra rapita praticamente da un membro della squadra stessa.

Bella la parte dedicata alla madre di Veronica, e come attraverso i flashback riusciamo a ricostruire quanto avvenuto tra Lianne e la figlia. Interessanti anche le svolte riguardo la sera dell'omicidio di Lilly.

Stavolta Veronica chiede favori pesanti a Leo.... caro Leo, per quanto bello e sexy tu possa essere sei anche un po' tonto a farti corrompere così da una ragazzina di 17 anni.  -.-'

Pagine: [1] 2 3 ... 19