Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - lunadimandorle

Pagine: [1]
1
Lost / Perché mi piace/non mi piace Mib/Jacob
« il: 6 April 2010, 16:19:03 »
Premetto che è un post tra il serio ed il faceto,scherzoso(che la guerra è sull'isola, mica tra chi guarda le puntate)  e  che quando si sono visti insieme, con i loro dialoghi che SOLO loro due possono per ora capire, mi sono piaciuti entrambi, e non ho nulla contro Jacob, anzi, le scene in cui andava toccando a destra e a manca nel tempo sono tra quelle che ho più apprezzato. Ovviamente essere da una parte o dall'altra comporta di avere una duplice lettura dei fatti: chi tifa mib la vedrà in un modo(sorvolando sul negativo, che c'è) chi tifa jacob nel modo opposto.

Essendo dichiaratamente del team Mib, mi piace perchè:

-Locke mi piace in ogni salsa e fa delle espressioni da oscar

- Quando penso al tatuaggio di Jack"cammina tra di noi ma non è uno di noi" mi viene in mente Farlocke/Mib, e che il tatuaggio possa essere un segnale per Jack( che pare si stia svegliando) x indicargli alla fine la scelta giusta

-Se Christian che vede Jack sulla spiaggia nella prima serie è una sua manifestazione, li ha portati all'acqua, ha dato acqua a Richard incatenato nella Black rock e pure dopo quando lo aveva appeso all'albero, alla faccia del vino che dovrebbe rappresentarlo

-A tal proposito, si idrata sempre è sempre con una borraccia in mano, e si sa, idratarsi è salutare  :asd:

-Probabilmente non può uccidere i candidati( e ciò mi rincuora, non è bello quando si incavola) :paura: e probabilmente non può essere ucciso da loro

-Vuole andarsene dall'isola(in senso lato) come hanno provato a fare i nostri da stagioni intere

-Non è mai uscito dall'isola, insomma c'è da capirlo che se ne voglia andare :huhu: al massimo può aver fatto il guardone dal faro

-Ha risposto subito alla domanda: perchè sti disgraziati sono sull'isola?

-Non vuole passare lo scettro della sua disgrazia a nessuno

-Chiede a Sun di andare con lui, lasciando a lei la scelta,non prende Sun di peso una volta svenuta, portandosela via

-Quando gli conveniva mentire riguardo al fatto che lui è il fumo nero, e gli conveniva di brutto mentire, non lo ha fatto nè con Richard( e mentendo lo avrebbe fortemente motivato) nè con Sawyer( a parte che Sawyer l'aveva sgamato subito a dharmaville)

-Quando jacob dice della bottiglia-vino-tappo, non credendo io che Mib sia il male che si diffonderà sulla terra, mi viene da pensare che Jacob menta e che il vino sono le sacche dell'isola e che non può far andare via Mib perchè servono entrambi per l'esistenza dell'isola

-Quando Mib dice che può dare la cosa che più desiderano a Richard e Sayid, sono convinta che non menta.

-Quando penso al dialogo della spiaggia e Mib che chiede "come hanno fatto a trovare l'isola?" lo chiede perchè non vuole che altri arrivino all'isola che lui considera come l'inferno(una sorta di senso protettivo verso quei poveracci chiamati all'isola)

-Quindi fregandosene dell'isola, di conseguenza gliene frega ancor meno se loro arrivassero, combattessero, distruggessero e corrompessero, lui l'isola mica la vuole preservare ( e quindi secondo me il dialogo è speculare, uno riporta quel che l'altro afferma)

-Quando dice: non gongolare e puoi biasimarmi mi ha fatto sorridere

-Quando butta la pietra bianca in mare, secondo me pensa: ce la sto per fare riuscirò ad uscire dall'isola e SPLASHHHHH!

2
Lost / Teoria del reset decisionale( o delle scelte)
« il: 2 April 2010, 15:01:33 »
Mi scuso intanto per la lunghezza, spero avrete la pazienza di arrivare fino alla fine, e per chi l'avrà spero mi farà notare elementi incongruenti con questa tesi.
La sintesi non è effettivamente il mio forte :cattivo:

Partendo dalla teoria del reset di dvdv e con le aggiunte lette dai tanti che stanno cercando di raccapezzarci qualcosa, mi sono chiesta se per spiegare l’alt sarebbe bastato un reset temporale o ci sarebbe voluto di più.
La conclusione alla quale sono giunta , per adesso,  è che l’alt non è il risultato di un reset temporale, ma di un reset decisionale(nel tempo).Accadrà qualcosa(una scelta diversa nel passato) sull'isola che porterà alla creazione dell'alt, sprofondamento isola, vite salve di tutti(in ogni tempo) quelli chiamati, destinati all'isola

Scelta di bianco o nero, scelta di scienza o progresso, scelta di destino o libero arbitrio. Scelta di non scegliere.Scelta di essere una volta buoni e due cattivi. Scelte. Una delle cose che caratterizza i vari dualismi è la scelta da quale parte stare, o la scelta di non stare da nessuna parte. Comunque una scelta.
 
Abbiamo visto nella prima stagione come le decisioni passate dei nostri ostie li abbiano portati ad essere quel che vedevamo nei FB e come quelle stesse decisioni li abbiano portati in un susseguirsi di coincidenze o false coincidenze ad incontrarsi e ritrovarsi sull’isola. Ipotizzo che le 5 stagioni passate sono il risultato di essere “portati” all’isola “destinati “all’isola.

Intanto da tenere a mente è la prima stagione ed i relativi FB, chiamerò la realtà che si vede nella sesta stagione Alt per rendere meno complicato il tutto, ma essa non è una realtà alternativa, è “la realtà” vera quanto quelle che abbiamo visto fino ad ora, perché è creata da ciò che accadrà sull’isola nella sesta stagione.
Non è un semplice: cosa sarebbe successo se, ma è quello che succederà dopo che sarà cambiato un evento sull’isola.

Vediamo le vite dei nostri losties nell’alt leggermente diverse, non certo totalmente e paradossalmente  distanti ( tipo Sawyer un ortolano in Texas, o Jack un veterinario in Alaska)da quel che erano nella stagione 1.

Hanno elementi in comune le due realtà (stagione1-stagione6) e sono legate tra loro tipo sliding door su ogni singola scelta: cosa accadrebbe se davanti a scelte quasi banali, alle quali presti poca attenzione o su scelte più importanti, prendessi una decisione piuttosto che un’altra( esempio prendere la macchina invece che il tram per andare ad un incontro con una ragazza appena conosciuta, ma bucando ed arrivando in ritardo lei se ne fosse già andata, cambiando quello che sarebbe potuto essere il tuo futuro verso una direzione, mentre prendendo il treno sarebbe potuto essere un futuro completamente diverso) . Quindi piccole scelte, ma con conseguenze rilevanti rispetto a quello che sarà la tua vita. Tutti almeno una volta nel corso della vita si chiedono: chissà come sarebbe ora la mia vita se quella volta…..

L’alt non è quello che viene chiamato pensiero controfattuale , ma è una realtà vera, risultato di azioni che si svolgeranno sull’isola che noi vediamo.

Nell’alt, rispetto ai FB della prima stagione,  vediamo che hanno preso decisioni diverse ai diversi bivi delle loro vite, non le scelte migliori od ottimali ( possono aver preso comunque decisioni sbagliate) solo diverse . La letteratura ed il cinema sono pieni di esempi che possono aiutare a capire ciò che intendo quando dico che una decisione presa in un verso o nell’altro porta ad eventi conseguenti differenti.

L’esempio che più riflette questa ipotesi  in Lost è Sawyer nell’alt che dice: credo di essere arrivato in un punto della mia vita dove avrei potuto diventare un poliziotto o un criminale, così ho optato per il poliziotto.

Vediamo nell’alt  che le loro vite sono con sottili differenze  già da prima che si trovassero nell’aereo, questo mi porta a pensare che il reset coinvolge l’intera loro vita dalla nascita, quindi il reset  è avvenuto prima che i nostri losties nascessero, le loro viste si sono sviluppate non in prospettiva dell’isola, di andare sull’isola, di essere chiamati all’isola indirizzate da Jacob (sono io che ti ho portato qui-destino- ho fatto sì che tutta la tua vita e le tue scelte fossero proiettate verso l’isola), ma in una prospettiva senza isola, dove l’isola è inabissata e non ha più senso di esistere.

A tal proposito, vorrei ricordare quanto sia importante la “condizione iniziale” in moltissime teorie fisiche e matematiche, per citarne due comprensibile a profani come me  quella del caos e la teoria dell’effetto farfalla.

Cambiando la condizione iniziale, cambia il risultato

Esempio a sostegno: Mib (a Kate 6x08): Hai parlato di me come un uomo morto. Io non sono un uomo  morto.So cosa stai provando,Kate.So cosa stai passando. Perché mia madre era pazza.                                           Tanto tempo fa prima di diventare….così… avevo una madre proprio come tutti gli altri.Era una donna con molti problemi e di conseguenza ho avuto un’infanzia difficile.  Problemi che sto ancora cercando di risolvere, problemi che si sarebbero potuti evitare, se le cose fossero andate diversamente.

“Problemi che sto ancora cercando di risolvere” evitabili se le cose fossero andate diversamente.
Ci siamo concentrati sul fatto che il problema di Mib fosse andare fuori dall’isola, ma il problema che lui vuole risolvere è la condizione iniziale, dove tutto ebbe inizio, dove lui era umano, nel “tanto tempo fa” che dice nel dialogo. Risolvendo il problema iniziale, risolverebbe l'attuale, non starebbe più sull'isola prigioniero

Cambiando la condizione iniziale, cambia il risultato
                                        
L’isola che vediamo sommersa è la stessa dove sono ora i nostri losties, come è finita sott’acqua?
Il reset nel passato “aggiusterà” le cose. Ipotizzo che con questo reset Mib riprenderà il suo corpo umano,  cambiando l’uso dell’isola di tappo e di Jacob di contenitore, a quel punto la nostra isoletta sarà libera di sprofondareNel passato, cambiando di conseguenza tutto il futuro. Con l’isola sprofondata le vite non solo dei lostie ma di Widmore, Mr chang, la Dharma, Faraday, insomma tutto e tutti, avrà direzioni diverse dall’essere proiettate  verso l’isola  come stiamo vedendo fino ad ora.

E’ cambiata la condizione iniziale, è cambiato il risultato

Esempio: Il padre di Ben rimpiange di non essere rimasto sull’isola con il figlio per dargli una prospettiva migliore, quindi l’isola a cui si riferisce nell’alt è un’altra isola( la nostra isola nell’alt è sprofondata, e sprofonderà anche nella realtà che stiamo vedendo ora nell’isola). Ipotizzo che la Dharma abbia fatto nell’alt scelte diverse come i nostri personaggi, usando un’altra isola e magari anche per fini diversi da quelli che aveva sull’isola attuale. Il padre di Ben non è morto nella purga,  non c’è stata nessuna purga sull’isola scelta dalla Dharma nell'alt, perchè l'isola con le magiche proprietà è sommersa, non è mai stata trovata, non ha senso di esistere  cambiandone le condizioni iniziali. Nessun padre sarebbe rammaricato per il figlio che poteva avere un futuro migliore in un'isola sprofondata!!! Il padre di Ben è rammaricato perchè l'isola dove risiede la dharma nell'alt è un'altra.La Dharma ha tutt'altri scopi nell'alt

Molti di noi è sembrato che i lostie in qualche maniera si riconoscessero per brevi istanti, come se ci fossero frammenti di memoria che si sovrapponessero. Questo è normale perché loro hanno vissuto tutto quello che abbiamo fino ad ora visto, con in più quello che vedremo che ipotizzo essere questo reset nel passato, avendolo vissuto ne mantengono in un certo qual modo il ricordo.

Esempio :Jack ha una cicatrice da appendicectomia nell’alt, chiede a sua madre di quando gli sia stata fatta, la madre dice da bambino( noi sappiamo che nella realtà dell’isola è stato operato da adulto): ora, o Jack fa parte di un grande complotto con al vertice sua madre che gli mente spudoratamente oppure Jack è confuso nel ricordo perché ha una sovrapposizione di ricordi, e nella confusione  cerca conferma nella madre( non avrebbe senso  che sua madre gli menta a tale proposito, quindi nell’alt è stato davvero operato da bambino)

Tra l’altro credo che Mib sappia che per “andarsene” e riprendere la sua forma umana deve operare questo reset decisionale , insomma non penso sia un reset accidentale ma pianificato,e credo lo sappia anche Widmore  per questo vuole tenere Mib sull’isola perché teme che con un reset che agisca sull’intera storia dell’isola potrebbe verificarsi nella sua prospettiva l’annientamento dell’umanità o comunque dei cambiamenti talmente grandi ed incontrollabili che potrebbero stravolgere il percorso storico di ognuno

Temporalmente più o meno dovrebbe agire così: ora sono nel 2007, dovrebbero spostare l'isola nel tempo alla condizione iniziale, cambiare la condizione iniziale e di conseguenza cambiare il futuro.
Essendo stato un circolo molto ristretto quello dell'isola rispetto all'intera umanità, il mondo(tranquilli :OOOKKK:) non cesserà di esistere, ma cesserà di esistere quel che abbiamo visto fino ad ora, prendendo altre alternative

In coclusione tutto finirà dove tutto è cominciato, cambiando la condizione iniziale, cambierà tutta la storia a seguire nell'alt che vediamo, che è reale quanto la linea temporale avuta fino ad oggi

3
Lost / Smoke o Smokes?
« il: 26 March 2010, 09:46:01 »
Capisco che è tardi per buttare altra carne al fuoco :sorry:, ma l'idea che ci possa essere più di un fumo nero e che le manifestazioni, i fantasmi e ultima, Isabella nella black rock( lei appare a Richard e fuori si avverte il rumore del fumo nero, come se fossero due entità distinte) possano provenire sia da Jacob che da Nemesi vi è mai apparsa possibile?O che le entità siano 3 (riferimenti cerberus, il bambino nella giungla che ricorda le regole)? Oppure pensate che sia solo Nemesi il fumo nero?

Pagine: [1]