Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - msSchneeheide

Pagine: [1] 2 3 ... 48
1
Ho apprezzato tantissimo i flashback, per ricordare ed avvalorare il piano messo in atto e la violenza usata da June e le altre...stupendo. Per non parlare della scelta musicale finale  :love:
Giusto! Dimenticavo... e mannaggia la preferivo decisamente nel "Club delle prime mogli", non so se riuscirò a rivedere il film senza che la canzone finale rimandi a questa serie ora, brr!  :lol?:

P.S. Preghiamo tutti insieme perché la quinta sia una bella stagione conclusiva.

2
Grazie!
Sarebbe interessante capire come. Sto "leggendo" (ascoltando l'audiolibro) di 1984, e proprio il capitolo che ho ascoltato oggi in pausa pranzo narrava di come i rapporti fossero ammessi solo a scopo procreativo, e se anche non si voleva copulare nel matrimonio c'erano i centri scientifici dove potevi essere inseminata artificialmente. Ma una cosa del genere Gilead la abborrerebbe.
Spero di vederla una breeding colony nella prossima stagione.
Già, non lo ricordavo ma in Nineteen Eighty-Four non c'è 'morale', non c'è religione, ha senso che si possa fare così (e i rapporti tra le persone devono restare, beh, impersonali, quindi...). Gilead è un mondo diverso.
Chissà! Se sarà l'ultima stagione magari no, se invece ce ne saranno di più il tempo lo avrebbero.

3
Adieu Fred; non me l'aspettavo, ossia, da presto in questa puntata sì, ma prima no, non ora.
Dal punto di vista visivo e del contrappasso la sequenza è stata bella (insomma, nel suo genere, dai, avete capito).
Dal punto di vista della trama, sono d'accordo che ci sarebbero da spiegare molte cosette, ma chissà se accadrà o rimarranno tra i plothole su cui ci viene chiesta la sospensione dell'incredulità (o meglio, che probabilmente gli autori sono convinti che non vediamo).
Fred non è parso mai vacillare nelle sue convinzioni nella serie, mai capire davvero la portata di... tutto, a differenza di sua moglie - che pure non è che abbia fatto tesoro dei momenti di lucidità finora, con un passo avanti e sette indietro, ma comunque...
Scena dito, concordo,  :OOOKKK:  :lol?: (uops  :huhu: ) Prima di quella pensavo saltasse fuori la faccia di June insanguinata su Zoom a far prendere un colpo a Serena; prima ancora, vista la tensione dell'addio tra i Waterford, mi chiedevo se Serena non sapesse che Fred non sarebbe andato a Ginevra.
A proposito di Tuello, hanno voluto ammiccare pesantemente, più del solito, a qualcosa tra lui e Serena in questo finale. Il che francamente non mi esalta, ma vedremo che combinano.
Moira ha preso una strada, significativo quando June osserva lei e Luke con Nichole attraverso la finestra; June ed Emily un'altra. Emily: unashamedly fuori di testa fin dalle sue varie aggressioni e omicidi o tentati tali nella ridente Gilead. Una garanzia. Mi piace molto.
La prossima mossa per June ora dovrebbe essere Hannah, magari rientrando a Gilead.

4
Non mi piace molto Luke. Mi dà una sensazione rarefatta di sottile violenza.

Io mi sono persa o non mi ricordo più cosa sono le breeding colonies.
Quando l'hanno spiegato e le hanno introdotte, non lo so: comunque si tratterebbe di un altro sistema per 'crescere e moltiplicarsi' a Gilead, non il solito specie di triangolo domestico Commander/Wife/Housemaid - per cui ci sarebbero dei luoghi dove molte ancelle vivono, e vengono prelevate solo per provare a figliare nei momenti propizi (o magari i commanders ecc fanno una gitarella lì ogni tanto allo stesso scopo, non so se questo è stato specificato).

5
Mh. Non so bene che dire.
Esther non mi è mai piaciuta granché, ma Janine sì e anche in questa puntata: e Aunt Lydia quant'è felice che pensa che le cose stiano andando abbastanza bene/come sperava?  :doh:
:OOOKKK:  a Luke per aver suggerito lui di provare a coinvolgere Nick. E quest'ultimo, neanche lui mi ha mai esaltato, ma certo June quando stava andando all'incontro con lui aveva una faccia e un'aria...
Interessante la scena tra Serena e Naomi Putnam (più layered di quella tra i due commander), con la sua apparenza del tutto cordiale e piana e invece così ricca di sottintesi e non detti.
Quale sarebbe questa libertà che concederebbero ai Waterford non so - se ci si arriverà -, ora credo sarà più interessante vedere le interazioni tra loro e June, se ci saranno.

6
Questa stagione mi pare risollevi dalla 3; ma sono abbastanza d'accordo sulla qualifica di "pretenziosa", anche se è un aggettivo che appiccicherei pure a varie altre serie.
Meno pretenziosità la renderebbe un prodotto migliore, ma che ce possiamo fa'.

7
Gilead.
Janine! E vai. Poveraccia però, sta abbastanza di m... Verso la fine della scena con Aunt Lydia m'è venuto il terrore che si stessero tacitamente accordando e quest'ultima decidesse di ucciderla pur di non farle fare di nuovo l'handmaid, ma magari non andrà così... spero. Il loro rapporto contorto mi piace molto.

In Canada finalmente inizia il processo/quasi processo.
Impossibile non notare i minuti di inquadratura di June. Voglio vederlo come il momento in cui lei può esprimersi anche davanti ai suoi ex aguzzini senza essere interrotta, senza censure, in cui ha di nuovo la sua voce e la può usare.
Per un pochino ho pensato che Serena facesse retromarcia dopo la testimonianza di June e le parole di Fred... ma poi i suoi fan la fanno ricredere  :nu: o forse è una finta, in tribunale poi dirà altro? OKok lo so, devo smetterla di nutrire speranze.
Il gruppo delle ex handmaids. June anche qui nella sua versione fierce/feroce, e la reazione di Emily non stupisce troppo se si pensa a certe sue azioni a Gilead, e come non se n'è pentita.
Luke è un po' esaurito, ma bene che June gli dica la verità su Hanna.  :OOOKKK:


8
TO'. Che bell'episodio!  :+:
Emergono come scene magistrali, come dicevate, quella dell'incontro/scontro tra June e Serena (...roba forte! Che potenza queste due) e la successiva, June a letto con Luke (ho quasi pianto). Ma anche June al supermercato è stata una scena interessante, e i flashback ci stavano tutti, e il reincontro e l'abbraccio con Rita.
A proposito, la domanda di Luke se hanno "had fun" nella serata tra donne, mah... fun, insomma!
Comunque, anche la situazione in cui si trova Luke è bella tosta.

Su alcuni dubbi sollevati, i miei 2 cents:
- 7 anni di Gilead = nel libro, ma credo anche nella serie, a un certo punto si capisce che i Waterford non erano il primo 'posting' di June, ma che era già stata in un'altra casa per un paio d'anni mi pare;
- June vs Serena più che June vs Fred = in generale magari in questo universo può essere interessante non ridurre la cosa a un donna vs uomo; ma poi dal punto di vista narrativo e televisivo, le due attrici e personagge funzionano molto bene insieme; nella storia,  il loro rapporto è/stato complesso, in certi momenti June e Serena sono state anche piuttosto vicine ed è comprensibile che June si sia sentita più tradita da quest'ultima.

Sempre su Serena: in qualche modo lei mi piace sempre, ma sono d'accordo con June che dovebbe passare davvero dei brutti quarti d'ora, forse non proprio quello che lei le augura ma insomma un po' di sofferenze in più prima di una redenzione, anche perché sembra che la sua mente continui a trincerarla dietro dio e blablabla, che non riesca a vedere e assumere fino in fondo quello che ha fatto. Le strategie, l'egocentrismo fino alla cecità... sono anche suoi meccanismi di autodifesa/sopravvivenza.
Non sono del tutto d'accordo invece con l'analisi che June fa della sua personalità.
Ma in ogni caso, l'episodio fa dubitare che Serena si redimerà: pentimento nella cappella, e con June, e poi alleanza con Fred - pare continuerà il suo trend un passo avanti/due indietro/tre laterali.

9
Westworld / Re: [Commenti] Westworld 3x02 - The Winter Line
« il: 25 May 2021, 16:41:06 »
Grande apprezzamento per le ambientazioni di quest'episodio, più alla Westworld di altre stagioni rispetto alla 3x01, e per la presenza importante di Maeve, come vari hanno già detto.  :+:
Ettore  :lol?: no ma, davvero, anche l'italiano c'è piaciuto. Lui mi piaceva di più col look da pistolero, ma vabbeh. Gran destino in questa simulazione eh.
Invece dispiace un po' per i parecchi umani defunti, o non più umani, o che si sono rivelati non esserlo mai stati.
Il nuovo arrivato Cassel finora non mi dice molto.
Del resto, bello seguire i vostri commenti e ipotesi e teorie, in questa serie io mi perdo e mi aiutano a capirci qualcosa di più (o ad accorgermi di quanto poco stessi capendo/cogliendo  :huhu: ).

10
Non so se sia spiegato nella serie, ma dal libro appariva chiaro che ufficialmente la causa dell'infertilità erano le donne per motivi religiosi, la superiorità dell'uomo blabla. Poi che ufficiosamente non sia necessariamente così lo sanno bene, le Wives come Serena e altre che coinvolgono persone di fiducia tipo Nick per dare, er, una mano, ma sicuramente anche dei Commander etc saranno a volte coinvolti in 'arrangements' simili o quantomeno chiuderanno un occhio se sanno delle manovre delle loro mogli e ancelle.

11
Non c'è dubbio che il problema diplomatico si crei in ogni caso, Moira però mi sembra che abbia dato il suo nome e cognome alla guardia durante il controllo  :scettico:

Ha dato il suo nome, ma anche detto di essere canadese, di Toronto "born and bred" (certo non troppo plausibile secondo me dare il vero nome a quel punto, se è un problema che una ex cittadina di Gilead/rifugiata torni in territorio di Gilead per portare aiuti, almeno cambiare cognome... ma vabbeh).

12
Bene come hanno preso sul serio la situazione, l'aver portato June fuori da Gilead; e Moira, naturalmente. I flashback e i dubbi di quest'ultima su Luke, e anche di June, anche molto umani e comprensibili e belli.
E mo' vediamo che combinano!

13
Ma eeeh! Moira e June si ritrovano!  :jolly: Inaspettato, che bello!
Ora, non possono farci fuori Janine perché tutti quanti la lovviamo e sennò li facciamo neri; June, se andrà in Canada o meno BOH, ma non credo possano teoricamente farla uscire da Gilead i canadesi, no? Le ONG sono lì per dare una mano durante questo momentaneo cessate il fuoco, ma che possano riempirsi gli aerei di gente non penso boh.
Comunque! Anche le parti con Aunt Lydia molto interessanti, è sempre stato un personaggio ambiguo, crede di fare del bene e che Gilead operi correttamente nei principi ma a modo suo tiene moltissimo alle sue girls e a volte questo fa vacillare la sua 'fede' in Gilead. Chissà come finirà la sua storia, magari si sacrificherà per Janine o che so io, sarebbe fitting. Ora forse si accorda con Joseph, mi piace assai che questi e altri personaggi si muovano in una bigger picture e tramino, spero si continui un po' così, che ogni tanto ci mostrino che c'è della vita (e dei neuroni) oltre June.
Mi aspettavo di vedere Serena, immagino sarà per la prossima.
Questa puntata mi lascia con più interesse e voglia di proseguire.  :riot:

14
Pessimo il tipo del posto dove si sono ritrovate June e Janine. June che appare ancora fragile ecc in certi momenti come con questo tizio continua a farmi sentire qualcosa, come nell'episodio precedente, altro che WonderJune.
Piaciute la parti di Rita; Serena è proprio fuori di testa nel suo mondo fatato a credere che sarà la sua amicona/baby sitter/glorified domestica adesso che è libera.

P.S. Carini anche i flashback su Janine, era ora. Lei è proprio brava.

15
R.I.P. ancelle dipartite, mi è dispiaciuto che sia finita così per alcune di queste che bene o male ci hanno accompagnato per molto tempo (anche se la vera idola è Janine, e giustamente è lei che sopravvive insieme alla protagonista, così ora vedremo un po' di June&Janine vs resto del mondo [di Gilead]).
Poi la verosimiglianza della loro dipartita è discutibile, ma chi cerca più il plausibile qui; come il fatto che ancora et forever queste siano affidate ad Aunt Lydia e basta, con tutte quelle che si sono combinate a vicenda e Lydia che comunque non è certo in formissima. Ma thanth'è  :look:
Anche a me Nick non riesce a piacere, d'altra parte non parla, sempre brooding, non sappiamo niente di lui, non è che sia stato costruito in modo da empatizzarci facilmente eh.
Invece devo dire che, surprise surprise, specie all'inizio della puntata è accaduto qualcosa che non succedeva da un po': mi è piaciuta June  :eha: :jolly:
La si è vista vulnerabile, fragile, impaurita... insomma, umana. Per un personaggio così è più facile provare qualcosa che non per una specie di unfeeling Rambo. Davanti alla minaccia di certe torture, com'è normale, cede; poi si torna nello scarsamente plausibile quando NON proseguono a tormentarla fisicamente (giusto perché non vogliono sfregiarci troppo la protagonista) ma passano allo psicologico.

Pagine: [1] 2 3 ... 48