Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - luke-the doctor-

Pagine: [1] 2 3 ... 98
1
Westworld / Re: [Ascolti] WestRatings
« il: 29 May 2018, 12:54:38 »
Considerate che sono passati due anni dalla prima stagione, la contemporanea con l'NBA, e tutto torna, comunque credo che Westworld proprio per tempistiche e tutto sia una serie veramente difficile da mettere insieme dunque non l'avrebbero mai rinnovata se non avessero la sicurezza di rientrarci.
Le vendite all'estero dovrebbero essere molto positive, dato che è tra le serie tv più viste insieme a GOT. Probabilmente hanno sottovalutato l'NBA e magari il prossimo anno o quando esce la prossima stagione sarà in risalita.

2
Per la questione del futuro io penso semplicemente che adottino la via più facile, ogni futuro
(clicca per mostrare/nascondere)

(clicca per mostrare/nascondere)

3
Stati Uniti / Re: Counterpart [Starz] [Sci-fi/Thriller]
« il: 4 February 2018, 15:03:09 »
sò bassi? non c ho mai capito na sega ahimè di rating e via dicendo.
Non so cosa si aspettino onestamente con un cast così navigato e nessuna storiella teen idiota da shippare, spero tenga botta.
Dipenda da tante cose, investitori esterni, vendita estera, ci sono molte serie che vanno avanti grazie a questo. Tipo Hannibal è arrivato alla stagione 3 così. Per ora è stabile, uno 0.10 per Starz è buono basta che non scenda.

4
Cinema / Re: [Franchise] DC Universe
« il: 28 January 2018, 23:38:45 »
Spero comunque che Johns, che a conti fatti ha prodotto solo due film del DCEU, Wonder Woman e JL, non venga tagliato fuori e possa fornire uno sguardo da addetto ai lavori. Mentre il fatto che per ora si proceda solo con i film che hanno un regista mi pare giusto. Ecco magari affretterei giusto la sostituzione di Ben Affleck come Batman, non perché non mi piaccia sia chiaro, anzi lo ritengo giusto per la parte ma perché non è nelle condizioni psicofisiche di stare dietro al ruolo ora e preferirei magari vederlo di nuovo tra qualche anno di nuovo dietro alla macchina da presa.

5
La Spia - A Most Wanted Man, ottimo film di spionaggio, ancora attuale e incredibilmente inquietante se si pensa che è addirittura ispirato ad un libro di John Le Carré abbastanza più vecchio della pellicola. Philip Seymour Hoffman e Rachel McAdams, ma oure Dafoe perfetti. Regia molto televisiva e con un pò di Inghilterra al suo interno, rende bene anche su uno schermo non da sala cinematografica come molti altri prodotti del genere. Musiche buone, ma non eccellenti, buona fotografia.
Voto: 7.5

6
Cinema / Re: [Fantascienza] Mute - Duncan Jones (23.02.18)
« il: 28 January 2018, 10:48:07 »
Ci sta pure Sam Rockwell mi sa che è molto di più di un seguito spirituale di Moon. Contento di rivedere Justin Theroux in film importanti.

7
Il Grande e Potente Oz di Sam Raimi, non avevo avuto modo di vederlo al cinema, allora non sapendo cosa guardare ho voluto dare una possibilità a questo film, devo dire che mi ha intrattenuto, gli effetti speciali per la maggior parte sono fatti bene, se non che nella parte finale c'è troppo Green Screen. James Franco non mi è dispiaciuto per nulla come Oz ed è stato un prequel apprezzato. Voto: 6.5

8
Stati Uniti / Re: Black Lightning [The CW] [Superheroes]
« il: 25 January 2018, 17:58:25 »
Fin ora intrattiene bene. Proseguo.

9
Cinema / Re: [Fantascienza] Annihilation - Alex Garland (23.02.18)
« il: 19 January 2018, 14:15:32 »
Sì beh, ma infatti il mio post non aveva un senso critico o da "si stava meglio quando si stava peggio", anzi. :zizi:

Post unito: 19 January 2018, 13:29:51
Cade a fagiolo la notizia data dalla Reuters secondo cui Amazon diminuirà gli investimenti nel cinema indipendente (anche se non lo abbandonerà, d'altro canto si sono presi le loro soddisfazioni in quell'ambito, come con Manchester by the Sea) per dedicarsi maggiormente a blockbuster maggiormente di massa con budget sensibilmente maggiori.

Va detto che Amazon ha una politica meno dirompente rispetto a Netflix per il mercato, co-producendo spesso i film con gli studios "classici".
Però anche Netflix ora sta aumentando il budget per le sue produzioni vedi Bright. Stiamo a vedere, credo che Amazon potrebbe comunque occuparsi della distribuzione di film indipendenti quello si.

10
Cinema / Re: [Fantascienza] Annihilation - Alex Garland (23.02.18)
« il: 19 January 2018, 09:26:13 »
Non so come sarà questo film, ma in ogni caso potrebbe rappresentare un punto importante per l'evoluzione del cinema e del mercato cinematografico. In sala sarà rilasciato solo in USA e Cina, mentre in tutti gli altri mercati arriverà 17 giorni dopo, direttamente su Netflix. Un passo verso l'inevitabile processo che lascerà alle sale solo filmoni kolossal e film di nicchia, mandando tutto il resto, a partire dai film da medio budget come questo (mi pare stia sui 50/60 milioni) sui vari servizi on demand già esistenti e futuri.
Io sono invece più convinto che ci sarà una netta diversificazione della proposta, certamente i film coi grandi budget avranno distribuzioni in sala, mentre film con budget più contenuti e addirittura quelli da festival potrebbero avere una distribuzione più puntuale, il primo esempio che mi viene in mente è The Good Time, uscito nel 2017 in sala, in pochissime sale, poi apparso su Netflix pochi mesi dopo, neanche quattro e così ha avuto modo di essere visto da più persone.
Io non nego che l'esperienza cinematografica in sala sia da eliminare, anzi, ci spendo un sacco di soldi. Ma se devo sacrificare un'ora di macchina per andare a vedere un film, quindi due ore oltre a quelle del film stesso, sinceramente forse preferisco guardamelo nel mio salotto con il mio impianto che ho deciso di mettere su apposta per questi casi.
Io comunque sono curiosissimo su sto film e credo che se avrà successo su Netflix, potremo avere un rilascio limitato nelle sale come fu per "Lui è Tornato".

11
L'Ora più Buia di Joe Wright, inutile dire che buona parte del film la regge solo Gary Oldman, ma ho comunque trovato molti spunti interessanti nella sceneggiatura e nei dialoghi e la regia di Wright, ben si fà a questo tipo di atmosfere. D'altronde Orgoglio e Pregiudizio, Anna Karenina e L'espiazione dovevano già essere un biglietto da visita sufficiente.

12
Tre Manifesti ad Ebbing, Missouri di Martin McDonagh, McDonagh torna al cinema con un film che ridà molto per ambientazioni al cinema dei fratelli Coen, ma allo stesso tempo ci regala un poliziesco, anzi una dramma dove la commedia è data da quelle battute che ti fanno saltare un colpo al cuore. Una regia tra l'altro molto clinica che non giudica nulla, ma dà molto al trascinarsi degli eventi. Ottime le interpretazioni di Frances McDarmond e Sam Rockwell, quest'ultimo spero dopo questo film e questo golden globe si redima ancora di più agli occhi di hollywood e campeggi in più pellicole, dato che è un grandissimo attore. Anche le musiche sono state ottime.

13
Sicario di Denis Villeneuve, continuo il rewatch dei film di Villeneuve in attesa di rivedere comodamente a casa Blade Runner 2049. Inutile dirlo, ma è sempre bello, Benicio del Toro è una vera forza della natura in questo film e spero che nel sequel(che ahimè non sarà di Villeneuve) spero si concentrino sul rapporto di Alejandro con Matt, interpretato da Josh Brolin. Sulla regia e sulle musiche mi spenderei in parole inutili, tanto sono sublimi.

14
The Nice Guys di Shane Black, rivedo finalmente in blu ray con un impianto dolby surround uno dei miei film preferiti del 2016. Nulla da dire se non che continuo a rimanere di stucco ogni volta per l'azione sproporzionatamente esagerata ma ben diretta che Black ha messo nel film. Inoltre Ryan Gosling e Russel Crowe li ho trovati perfettamente in parte anche in Inglese.

Blair Witch di Adam Wingard, uno dei migliori horror degli ultimi tempi, Wingard dirige questo finto documentario con una certa perizia. Non siamo ai livelli di The Blair Witch Project, ma comunque questo mockumentary funziona sopratutto grazie ad un buon montaggio(che nasconde il colpo di scena) e un sonoro ben gestito e che ti fa saltare dalla sedia spesso.

15
Tutti i Soldi del Mondo di Ridley Scott, finalmente dopo The Martian, un film di Scott che mi soddisfi non solo a livello visivo(si mi sto riferendo a te, Alien Covenant). Sceneggiatura buona, sopratutto mi hanno colpito i dialoghi, veramente forti e pregni. Un cast di tutto rispetto con Michelle Williams, che cavolo non immaginavo fosse così versatile, un Mark Wahlberg che si ricorda che è un bravo attore e che deve smetterla di fare i Trasnformers e un sensazionale Christopher Plummer.
Segnalo anche la presenza di Roman Duris, stella del cinema Francese, che qui interpreta Cinquanta e che la gente si ricorda purtroppo per quell'obbrobrio di film su Arsenio Lupin del 2004, che però ha recitato anche in film ben più belli, come Tutti i Battiti del mio cuore.
La regia di Scott, insieme alla fotografia e alle musiche hanno reso la parte tecnica pure godimento, ci sono alcuni contrasti di ambiente e fotografia quando è in scena Getty I che sono veramente efficaci e propedeutici al film.

Pagine: [1] 2 3 ... 98