Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - r3dl4nce

Pagine: [1] 2 3 ... 8
1
Defiance / Re: Defiance - Episodi & Ascolti
« il: 25 September 2014, 22:23:00 »
Bella notizia!

2
Defiance / Re: Defiance - Episodi & Ascolti
« il: 7 August 2014, 08:10:49 »
ne dubito fortemente manco il gioco va un gran che quindi la vedo dura ...

Defiance il gioco ha in questi giorni ricevuto un corposo aggiornamento con un'intera nuova area. Per essere un gioco che "non va un gran che" mi sembra un controsenso. Più che altro è un MMO che non fa di certo numeroni alla WoW TESO GW2 ecc nè può fare numeri da single player, ma nella sua nicchia (MMO sparatutto pve) va tranquillamente

3
Io ho visto la prima stagione e giocato al MMO, a breve inizierò a vedere la seconda che non vedevo l'ora uscisse! La reputo bella e innovativa grazie al fatto che puoi vivere certi eventi in prima persona nel videogioco.

4
Defiance / Re: Defiance - Episodi & Ascolti
« il: 17 June 2014, 11:32:24 »
E a breve parte la seconda stagione, con ancora più legami e collegamenti al videogioco, che nel frattempo, per chiunque lo volesse provare, è diventato F2P, free2play, con acquisto di oggetti tipo boost e estetici nello store del gioco.

L'unica cosa che non capisco è cosa aspettino a portarlo tradotto in Italia, portano immani cavolate e una bella serie sci-fi western come Defiance la ignorano. Bah. Dev'essere il destino delle piccole chicche, vedi anche Firefly. Peccato. Lo guardo volentier con i sub, ma averlo doppiato lo preferirei di gran lunga.

5
si ma a sto punto facevano prima a fare dei contenuti speciali col gioco
Sì ok come molte altre serie hanno fatto. Ma Defiance nasce e si evolve in un altro modo, serie tv e videogioco collegato. Se a un la cosa non piace, ci sono molte altre produzioni...


non ricominciamo per l'ennesima volta con sto discorso. r3dl4nce, se uno scrive "non so nulla delle altre razze" non devi partire in quarta stile wikia: sta dicendo che nella serie non vede queste informazioni. riportarle qui non cambia il fatto che nella serie alcune non ci sono.
Mi sono limitato a spiegare per chi è troppo pigro per cercare defiance wiki su google, figuriamoci poi godere appieno del progetto Defiance. Defiance senza il gioco e le risorse a esso collegate è come Lost senza l'isola, Star Trek senza astronavi e Star Wars senza la Forza, dato che è come togliere i pilastri di un progetto.  Per il resto mi sembra solo di aver risposto alla domanda di un utente che chiedeva certe informazioni sulle altre razze, informazioni ben note a chi è interessato a  seguire Defiance. Mi atterrò a limitarmi al commento delle puntate e eviterò di quotare e/o correggere inesattezze o informazioni di altri, tanto chi è veramente interessato al progetto Defiance sa bene quali strumenti usare per usufruirne al meglio nella sua completezza.

6
Ci si avvia verso il gran finale della stagione e Defiance mostra "gli attributi" sempre più, con un'altra bellissima puntata della serie TV e l'arrivo dei Volge nella Baia di San Francisco (durissimi da uccidere). Puntata ben accolta da pubblico e critica, che porta a compimento il matrimonio tra Alak e Christie, matrimonio che sicuramente rinsalderà le fondamenta di una futura convivenza pacifica tra umani e Votan, resa impossibile nell'attuale generazione dalle mentalità di "adulti" non ancora pronti a accettare questa convivenza, Datak in primis, che vede il matrimonio solo e esclusivamente un mezzo per raggiungere i suoi scopi personali. Stahma in questo quasi si ricorda di essere una madre, ma il suo ingraziarsi Christie ha più il sapore di un'ennesima macchinazione da parte sua che di un vero sentimento di affetto. Buona puntata e grande interpretazione di Rafe McCawley, sempre presente ma a volte un po' troppo "sullo sfondo", in questa puntata è decisamente in primo piano per le sue scelte che dimostrano come anche chi ha saputo trovarsi un posto di rispetto nella società può comunque essere pronto a accettare gli altri e soprattutto i Votan (la decisione di ridare il terreno agli Irathient e l'accettazione di Alak come marito della figlia) al contrario di Datak che invece pensa solo al proprio interesse.
Veramente ben realizzati i flashback legati ad Hunter Bell, coluì che ha creato il NeedWant, e lo svolgersi della trama legata al suo omicidio nel passato, che ci porta a conoscere il passato di Nicolette e di Yewell. Il povero Jared alla fine è l'unico che ci rimette, essendo innocente vittima di Nicky, meritata la fine di Nicky anche se non credevo che Yewell sarebbe mai arrivata a uccidere, si vede che lo fa pensando a come Nicky sia sfuggita totalmente al controllo degli Indogene e sia un pericolo per chiunque, egocentrismo enorme che generalmente non è caratteristica degli Indogene. Tommy e Nolan risolvono il mistero dell'omicidio di Hunter Bell, ma il loro è più un muoversi su dei binari che erano già creati dagli eventi del passato, semmai possiamo dire che è un po' stupido sia il modo in cui il corpo di Hunter Bell viene ritrovato sia il fatto che fosse appunto stato "murato morto" nonostante la zona di Defiance permetta alla fine moltissimi modi per far sparire un cadavere più sicuri che una parete cava del luogo più frequentato della zona. Ma è un piccolo "difetto" che alla fine serve per dare l'avvio a una puntata che alcuni recensori considerano forse una delle migliori dell'attuale stagione di Defiance.

7
Ottimo, venire a sapere certe cose su un forum rende la serie molto più avvincente... :zizi:

Sì beh Defiance non è solo una serie TV :) Può piacere o meno, ma è come lamentarsi che in Star Trek ci sono le astronavi ...

8
Puntata eccellente, in una sola puntata si rafforza il collegamente serie tv - videogioco (l'antidoto arriva da S. Francisco, la zona della Baia, dove si svolge il gioco e infatti in gioco c'è stata l'invasione dell'epidemia con Eren, dottoressa Indogene, che ha sviluppato la cura grazie alla collaborazione dei giocatori), si pongono le basi per gli scontri sempre più pressanti con la E-Rep (l'uccisione di Connor alias rappresentante della E-Rep alias quello-che-vuole-sfruttare-Amanda che l'unica cosa di buono che ha fatto è stata morire  :gogo: ), Datak che ormai a piede libero e spinto dalla moglie cerca di ingraziarsi il consenso del pubblico per il piano di diventare sindaco al posto di Amanda (e per Datak è uno scontro come nelle caste della sua specie, si vede bene che i due coniugi Tarr sono ben lontani da cercare una vera integrazione con gli umani e con le altre razze, al contrario del loro figlio), i piani della ex-sindaco prendono corpo scoprendone il coinvolgimento di Yewell nel passato, anche se quest'ultima è decisamente cambiata e ha deciso di integrarsi nella nuova Terra multi-etnica, infine gli Irathient che sempre di più vengono discriminati solo e esclusivamente per la loro cultura e i loro modi tribali.
Puntata veramente quasi troppo carica di avvenimenti, a dimostrazione che Defiance è una serie che riesce a tenere in piedi e portare avanti tante e variegate storie, come variegata è la diversità delle specie che vivono in questa "piccola" realtà "cittadina" chiamata Defiance. Per i miei gusti, è una puntata così carica, con un ritmo veloce e incessante, che non dà modo di trovarci difetti, le trame vanno avanti e molta carne viene messa al fuoco, a dimostrazione che molti eventi visti nelle puntate precedenti stanno raggiungendo il loro climax. Forse la trama che ai più interessa è la storia dell'artefatto e di Nicolette che lo cerca, ma non per questo il resto non è importante. Si può dire che questa puntata mostra l'apice degli scontri tra umani e le 3 culture principali Votan (Casti, Irathient, Indogene) perché fa vedere che in una situazione di crisi vengono a galla tutte le paure e le ambizioni che normalmente sono tenute a freno e nascosti (gli umani che hnano paura degli Irathient in quanto visti come selvaggi, i Casti che si approfittano della crisi per scalare la "casta", gli Indogene -e non parlo di Yewell che come Eren nel gioco si è adattata al nuovo mondo- che cercano di sfruttare ogni situazione per avere sotto il loro controllo gli aspetti di scienza e tecnologia).
Come al solito, la fantascienza presente in Defiance è sempre ben presente, nonostante non sia la solita fantascienza con astronavi e robot, ma è la fantascienza di un'invasione aliena e di come e cosa potrebbe succedere per poter convivere con realtà così diverse dagli umani. In fin dei conti per gli appassionati della fantascienza quasi "classica" hanno realizzato la puntata 1x08, nonostante quel tipo di fantascienza non sia proprio la base portante di Defiance.




Peraltro, in una società con queste frizioni culturali/razziali alla fine abbiamo a che fare sempre e solo con Casthitan, Irathient e Umani. Mai che qualcosa capiti a qualcun altro o che il razzista sia di un'altra razza aliena...
Per il background del progetto Defiance:
(clicca per mostrare/nascondere)

9
Puntata "semplice" e lineare (non che questo sia un male) con il "colpo di scena" dell'astronauta che alla fine è un esperimento/spia degli Indogene. Retroscena del passato quando arrivano i Votan interessanti, nonché una puntata di "fantascienza classica" (credo che molti abbiano pensato ai Visitors  originali degli anni 80) per chi lamentava la mancanza di una fantascienza classica in Defiance. La convivenza forzata sul pianeta Terra presenta sempre nuovi problemi che la rendono certamente difficile, Defiance come città non è immune ai problemi del passato (Yewell è sicuramente cambiata in nome dell'integrazione tra le varie razze, ma è innegabile che nel passato abbia preso parte ai tentativi dei Votan di conquista della Terra). Al tempo stesso però vediamo poi Rafe, un duro, parlare di ciò che rende un umano quello che è, spiegare tutto ciò a un Votan nato e creato per spiare gli umani, questo fa pensare che sia possibile, con sforzi non da poco, ma arrivare a un epoca in cui non ci saranno più umani e votan ma tutti abitatori del pianeta Terra. E con questa speranza viene proprio fatto vedere il finale della puntata, magari avrebbero anche potuto lasciare il tutto nel dubbio ma così hanno sicuramnete voluto far vedere che c'è una possibilità per un futuro dove razze aliene possano convivere perché condividono sentimenti simili. In opposizione a questo c'è la storia Stahma / Kenya, che per quanto sembri un rapporto che potrebbe basarsi su veri sentimenti, mostra solo quanto la cultura Casti rimane chiusa nelle loro usanze e nelle loro lotte interne di casta, Stahma sicuramente finge con Kenya e tutto questo per dei suoi secondi fini.
Il tentativo di Connor di "sfruttare" Amanda per far arrivare Defiance in mano alla E-Rep è patetico, dimostra anzi che alla fine sono quasi più gli umani a fare di tutto per non volere la convivenza che i Votan a scontrarsi con gli umani. Giocando al gioco non avevo particolari sentimenti negativi verso la E-Rep ma nella serie TV ha decisamente una connotazione ben più negativa.

10
E in base a cosa non è fantascienza? astronavi, modi lontani, armi futuristiche, robot, ecc. ecc.
La trilogia originale di Guerre Stellari è poca fantascienza e molto più fantasy, dalla Forza, elemento mistico, ai Jedi, che combattono con spade (laser, ok, ma spade) come paladini. Non per nulla, la serie inizia con "A LONG TIME AGO..." facendo capire subito che NON è ambientata in futuro, come generalmente è la fantascienza. È un fantasy ambientato in una galassia tecnologica. In parte ciò si perde con la nuova trilogia, quando si hanno eserciti di cloni, i midichlorian, ecc, che vogliono riportare (forzatamente) la fantascienza in un'ambientazione dove non è che sia necessaria (ok, mi sta benissimo la storia dei midichlorian, come recettori della Forza, e la accetto, ma nella prima trilogia la Forza era più un elemento mistico, al pari per esempio del Mana)


Le serie che hai detto sono tutte fantascienza, e anche defiance, in qualche serie è più profonda e integrata con la storia.
Infatti Defiance è fantascienza, solo che alla fine per qualcuno mi pare che valga
- astronavi e robot = fantascienza
- assenza (poca presenza) di astronavi e robot = no fantascienza
quando non è vero.


In defiance han fatto puntate praticamente western, se non fosse per uno due particolari, slegati alla trama.
Infatti defiance è uno scifi-western alla Firefly

11
Ho messo IMHO.
Sì sì ok ma io volevo una risposte effettiva. Secondo te Firefly è fantascienza? E se sì, cosa lo rende più fantascienza di Defiance? Idem per BSG, Terminator, Star Wars (quest'ultimo, per inciso, in realtà non sarebbe fantascienza, soprattutto la trilogia originale, bensì fantasy)


12
Rimane pur sempre il discorso, almeno per me (IMHO quindi), che la fantascienza è un altra cosa
Una domanda un attimo OT a te e chi come te pensa che "la fantascienza sia un'altra cosa"
Firefly è fantascienza perché ci sono le astronavi?
BSG è fantascienza perché ci sono i cyborg e gli scontri tra astronavi nello spazio?
In tale ottica allora pure Star Wars è fantascienza?
E Terminator non è fantascienza perché non ci sono le astronavi?

Boh, a volte mi sembra che si riduca al termine "fantascienza" solo l'opera di Gene Roddenberry e i cicli dei Robot e della Fondazione di Asimov.


13
Defiance / Re: [COMMENTI] Defiance - 1x07 - "Goodbye Blue Sky"
« il: 30 June 2013, 11:47:12 »
Tempo permettendo, continuo a riguardarmi per la seconda volta ogni episodio di questa stupenda serie così da poter commentare al meglio. Stavolta è toccato  agli episodi 6 e 7.
Riguardo l'episodio 7, direi che buona parte dell'episodio è dominata dall'aspetto propriamente più fantascientifico della serie, le Ark e la tecnologia che le gestisce (una evolutissima AI che nella realtà ci sognamo).

La vita è dura a Defiance, quando ogni giorno è il mondo che circonda le persone a complottare contro di esse, se non sono le persone stesse. Le Ark distrutte rimaste nel'orbita terrestre e i loro frammenti sono un pericolo costante, finalmente ne vediamo gli effetti devastanti e l'inadeguatezza a rispondere alla minaccia causata daell'attuale stato in cui versano i popoli sulla terra è ancora più triste. Forse la E-Rep avrebbe la possibilità di evitare un impatto di una Ark direttamente su una città, ma a Defiance, città che pur di mantenere la sua indipendenza è costretta a vivere solo con le proprie forze, non ce ne è né la tecnologia né l'intento comune (dimostrazione stessa l'idiota che esce sotto la pioggia di detriti, non fidandosi di tutti gli avvertimenti dati). Ed è per questo che deve intervenire l'AI dell'Ark, che è così avanzata addirittura da poter interagire  e prendere il controllo di un corpo biologico (nulla di strano, la tecnologia delle Ark è stata creata dagli Indogene, che hanno impianti cibernetici fin dalla nascita). L'AI dell'Ark ha un tale grado di evoluzione da riuscire a sfruttare i desideri e le credenze di un essere vivente (Sukar e la sua fede mistico/religiosa) al punto di convincere altri esseri viventi. Direi che la puntata, con gli eventi di Sukar e della AI dell'Ark serva a far capire, a chi non segue il videogioco, quanto sia evoluta la tecnologia delle Ark, preparando gli spettatori a eventi futuri in cui la Ark-Matrix e l'Ark-Core saranno parti fondamentali anche della serie TV. Per chi segue il videogioco, già sa molto di queste tecnologie.
Continua la trama della ex-sindaco Nicky, venuta a conoscenza delle colpe di Quentin e pronta a prendergli l'artefatto, frega Rafe McCawley ma non è che ne avesse particolarmente bisogno, necessitava solo di una conferma che porterà poi a eventi che vedremo nelle puntate future.
Stahma e Kenya, Alak e Christie sono trame che portano due risvolti della stessa medaglia: la necessità di integrarsi, di non essere più Casti e Umani, ma un unico popolo che cerca di convivere. Stahma Tarr, donna manipolatrice e ambiziosa (aspetti legati alla sua natura Casti) cerca con un'umana le emozioni che suo marito non può darle perché la cultura Casti è decisamente "fredda", Alak e Christie, "figli" di un'epoca in cui si cerca l'integrazione tra le specie, cercano di far vedere che quest'integrazione è possibile, venendosi incontro, cercando terreni comuni che possano essere fertili per far funzionare la loro relazione e non farla essere solo una forzatura. Il loro futuro matrimonio farà vedere come le nuove generazioni potranno davvero ereditare una terra in cui vivere in armonia tra esseri viventi di specie così dissimili tra loro.

Bellissime le ricostruzioni dei riti funebri Irathient, continuando al caratterizzazione tribale della specie e il loro legame con la natura, ulteriori motivi per cui non riescono a integrarsi bene nella vita della città.
Un po' anonima la cover di fine episodio, ma  è difficile pensare che possano sempre essere a livello della fine episodio 6 con Have You Ever Seen The Rain.




una pioggia di frammenti non causerebbe un temporale, siamo seri... sarebbe qualcosa di simile al meteorite caduto in Russia qualche tempo fa, moltiplicato per moltissimi frammenti;
Non è la pioggia di frammenti di Ark a causare il temporale, semplicemente in città credono che sia un temporale per l'abbassamento di luminosità, l'annuvolarsi (fenomeni dovuti anche al fatto che altri frammenti stanno già cadendo, tipo nella zona dove sono gli Spirit Riders, oscurando in parte l'atmosfera)

in passato hanno dimostrato di avere una sorta di radar che identifica i frammenti in caduta, ne aveva uno Nolan, povero straccione, in un rover... possibile che non li abbiano nella città, e che credano si tratti di una semplice tempesta?
Quello che hai visto nel Pilot è un dispositivo in grado di rilevare le Arkfall, ovvero le Ark cadute, che sono decisamente enormi (Nolan e Irisa ci entrano dentro a esplorarne una), dispositivo che il sistema EGO ci mette a disposizione anche in gioco. In questo episodio invece sono solo dei frammenti di Ark a cadere (inizialmente)

anche assumendo che Sukar avesse dei naniti super-avanzati in corpo, non è credibile che esca da una vasca d'acido indenne;[/li][/list]
Non è indenne, è decisamente morto. I naniti hanno semplicemente svolto la funzione di ricreare cellule, muscoli, organi e epidermide, ma Sukar è e rimane morto


Maoltre me nessuno è interessato nel sapere perchè ste razze aliene sono sulla terra?
voilà, nella parte introduttiva descrivo anche il background/setting del progetto Defiance: http://www.italiansubs.net/forum/videogiochi/defiance/msg4097521/#msg4097521


poi cosa importante hanno riparto lo scudo energetico che all'inizio serie è stato distrutto?
La Rete di Stasi non può essere riparata data la mancanza di parti essenziali (forse anche mancanza della conoscenza tecnologiche) che Defiance attualmente non ha, l'esplosione ha completamente distrutto i dispositivi che la creavano

14
Defiance / Re: [COMMENTI] Defiance - 1x06 - "Brothers in Arms"
« il: 30 June 2013, 11:03:56 »
Tempo permettendo, continuo a riguardarmi per la seconda volta ogni episodio di questa stupenda serie così da poter commentare al meglio. Stavolta è toccato  agli episodi 6 e 7.
Riguardo l'episodio 6, è davvero un episodio eccellente, che mette molte basi per eventi che vedremo in futuro (rivelazioni su Yewell e l'ex sindaco Nicky, i comportamenti della E-Rep, certe implicazioni del mondo di Defiance).

Intanto già all'inizio vediamo le granate esplosive che ci sono anche nel gioco, tanto per "far sentire a casa" noi giocatori :)
La storia legata a Pol Madis continua a far vedere, dopo l'episodio 5, come la E-Rep sia un'organizzazione che, per quanto si chiami repubblica terrestre, abbia più i connotati di un impero che vuole avere tutto sotto il suo controllo e mal sopporta chi non si piega al nuovo ordine costituito. Defiance, in quanto città-stato auto-proclamata, vuole la sua indipendenza, ma nel nuovo mondo dopo la terraformazione l'umanità inizia a sentire la necessità di tornare a essere una "globalità" (la necessità del treno a levitazione maglev permetterebbe scambi di merci e transito di persone), il problema che la "globalità" è la E-Rep e Defiance non vuole la sua ingerenza negli affari della città. La E-Rep rimane sicuramente una presenza di sottofondo per Defiance ma sempre scomoda, considerando anche che con le Pale Wars la E-Rep è divenuta la più importante potenza terrestre.
La figura di Eddie è caratterizzata in maniera veramente bella, un soldato fatto e finito, abituato a ricevere ordini e a eseguirli, con il tipico cameratismo tra soldati dello stesso plotone (il fatto che si sacrifichi per due volte per Nolan). Dopo anni e anni di combattimenti e di guerra contro i Votan, dopo il termine della guerra, persone come Eddie che sanno solo fare il soldato, si trovano spiazziati in un mondo senza più guerre e, non avendo Eddie avuto la fortuna come Nolan di aver trovato Irisa e seguire con lei il suo sogno (andare in Antarctica), si schierano per chi per anni ha dato gli ordini, la E-Rep, che come si scopre, non è di certo così interessata a mantenere la pace, tuttaltro, vorrebbe i servizi di Pol Madis in quanto esperto tecnico e creatore di armi di distruzione. Sono questi aspetti di Defiance che ne fanno il suo successo, far vedere un mondo dove si cerca la convivenza a tutti i costi per necessità ma ogni specie purtroppo non riesce del tutto a liberarsi di quell'egocentrismo fondato su migliaia di anni di storia della specie per cui è difficile se non impossibile accettare "il diverso" ma è ben più facile cercare di schiacciarlo e dominarlo. Se questo vale per i terrestri, ancora più competitiva è la situazione dei Casti (tutto il dialogo tra Pol Madis e Datak Tarr) legati da millenarie tradizioni sociali di caste gerarchiche. Un po' ingenuo il nostro Datak e per questo è impagabile il suo sguardo impaurito e rassegnato quando Yewell gli fa il clistere per togliergli la nano-macchina.
Quasi "sullo sfondo" dell'episodio si svolge la trama di Mr. Birch e Quentin McCawley, trama assolutamente non secondaria, finalmente Quentin inizia a delinearsi come personaggio che ha importanza nella serie nonostante non abbia apprezzato molto le visioni del fratello morto. Mr. Birch era un coglione manovrato da Nicky fin dall'inizio ed era ovvia la fine che avrebbe fatto, bene così.

Notevoli i riferimenti al Brasile, dove scopriamo che i terreni donati ai Votan al loro arrivo più di 30 anni prima sulla Terra sono diventati la capitale del Collettivo Votanis, e il riferimento a Jon "Cop" Cooper, personaggio del gioco sceriffo dell'Iron Demon Ranch.
Ho trovato molto bello lo scorcio esterno di città/arco/cielo visibile dal minuto 39.26 fino a quando l'inquadratura si sposta all'interno del NeedWant, secondo me è molto rappresentativo della città, del mondo dove si svolgono la serie e il videogioco e della sua multi-etnicità.
Un enorme plauso a chi sceglie le cover per le parti finali degli episodi, sempre belle e azzeccate ma decisamente sopra la media degli altri episodi in questo, con una struggente cover di Have You Ever Seen The Rain di Sass Jordan (credo bene che tutti sappiano che l'originale è un brano degli anni '70 dei Creedence Clearwater Revival)

15
che ci sia il continuo rischio di caduta dagli strati superiori.   :zizi:
Come le continue arkfall in gioco dimostrano

Pagine: [1] 2 3 ... 8