Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Ganondolf

Pagine: [1]
1
Game of Thrones / Re: Teorie e Speculazioni - Oltre la Barriera
« il: 10 June 2014, 01:06:34 »
Andrò controcorrente, ma a me è piaciuto un sacco Sam in questa puntata, che ha mostrato (insieme con pyp e grenn) il lato umano dei guardiani. Bellissimo il dialogo con Aemon. E a me di Sam, prima che nei libri arrivasse a braavos, non me n'è mai fregato niente.
Per quanto mi riguarda, puntata fighissima. -vermendei +Gilly tutta la vita, che è un personaggio ben più importante. La falce è stata una figata unica.

Spero in un finale con lady Zombie (cit.), per quanto riguarda Arya anche io avrei voluto vederla già a Braavos. Non capisco tutto sto fan club del mastino, io nei libri l'avevo dato per morto e neanche mi ero mai posto il problema che potesse essere sopravvissuto. Tutto sto ardore nei suoi confronti l'ho scoperto solo in sto topic... Così come tutte le seghe mentali su Sansa

2
Qualcuno si ricorda se viene nominata nei libri la locanda in cui lavora Frittella, o comunque dove si trova? Sto cercando di capire dove siano più o meno giunti Pod e Brienne  :scettico:
Ma non è sempre la stessa, la locanda all'incrocio da cui passa *qualunque* personaggio della saga?

3
alla fine vedendo dal trailer mi sembra di capire che Melisandre e la moglie di Stannis siano ancora a Roccia del Drago...
cosa fanno? prendono l'aereo e si incontrano con Stannis direttamente a Ponte del Forte Occidentale?
Melisandre ha il teletrasporto, non vi ricordate? Quando va a prendere Gendry  :asd:

4
Ma solo io ho notato i grossi errori di traduzione nei discorsi tra Oleg e Arkady?

Mi riferisco in particolare a due scene
Citazione
"Quando oltrepassa
i flutti dell'aereo,
che dovrebbe essere invece
Citazione
"Quando attraversa
i confini delle onde piane
(seriously? plain waves = flutti dell'aereo?)

Citazione
E questo cosa sarebbe? Ti ho chiesto
di scrivere un rapporto non una tesina.
In inglese dice "Ph.D.", che significa "dottorato". Una tesina è poco più di una ricerca, mentre un dottorato è una pubblicazione scientifica ultra-specialistica. Sarebbe meglio
Citazione
E questo cosa sarebbe? Ti ho chiesto
di scrivere un rapporto non un dottorato.

Poi, più avanti
Citazione
A hundred and sixty young comrades
diventa
Citazione
Centosei giovani compagni...
invece che centosessanta (ok, questa è una svista) ma soprattutto:
Citazione
How do we know they won't fall out the sky?
diventa
Citazione
Come facciamo a sapere che non
spuntino all'improvviso dal cielo?
invece che
Citazione
Come facciamo a sapere che non
cadranno all'improvviso dal cielo?
visto che stanno parlando di progetti di aerei che possono portare a malfunzionamenti.

Di solito i vostri sottotitoli sono quasi impeccabili, molto strano aver trovato degli scivoloni così grandi...

5
Jason immenso in questa puntata. Non ce n'è stato per nessuno.

6
The Americans / Re: Re: The Americans [FX] [Drama]
« il: 18 February 2013, 02:53:56 »

(clicca per mostrare/nascondere)
(clicca per mostrare/nascondere)

7
Per curiosità, ma in che libri hai letto dell'ifrit? O in che serie/film l'hai visto?

Per me è una creatura totalmente nuova, a parte l'effetto sonoro che era troppo simile al fumo nero di LOST  :paura:
A parte in Final Fantasy?  :asd:

8
Alphas / Re: [Commenti] Alphas 1x08 A Short Time in Paradise
« il: 2 September 2011, 02:38:25 »
Piccola nota insignificante per i traduttori (visto che sono pignolo e scassaballe  :asd:): il nome della zia di Rachel si scrive Parastu.  :vecchio:
Fonte: ho un'amica iraniana che si chiama così

9
Ho un unica domanda  :riot:, ma com'è che la terra e il nuovo pianeta non si scontrano? Allora, è una semplice applicazione della forza di gravità :vecchio:, un altro pianeta lì non ci può stare xD sconvolgerebbe tutto il sistema solare.
Hmm be considerando che quel pianeta era approssimativamente delle dimensioni di Marte e si trovava ad una distanza media tra la Terra e la Luna (ad occhio e croce) non avrebbe certo potuto sconvolgere l'intero sistema solare :rofl:, al massimo il sistema Terra-Luna con 2 possibili conseguenze la luna viene spinta via a fionda, ed il pianeta ne prende il posto, oppure il pianeta si stabilizza creando un nuovo centro di gravita di un sistema a 3 pianeti, in cui la luna diventa il 3° incomodo ed in ogni caso viene sparato via :scettico: .
Almeno questo viene dalle mie basilari conoscenze in campo astronomico, dopotutto come già detto è a malapena un pianeta delle dimensioni di marte la metà della terra :interello: ci vorrebbe qualcosa di più grosso per sconvolgere il sistema solare :asd: :
(clicca per mostrare/nascondere)
:rofl:
Sconvolge il sistema solare di conseguenza, facendo cambiare l'orbita luna-terra-pianeta x o facendolo scontrare; che materializzandosi a "caso" sopra il tibet e per magia si crea un nuovo equilibrio terra luna pianeta x mi sembra impossibile (cosa che cmq farebbe cambiare l'orbita del nuovo sistema con conseguenze da verificare), per le mie conoscenze di astronomia e forza di gravità, magari è possibile, bho.
Secondo me c'è qualcosa che non va.. :scettico:
Allora... premetto: io studio astronomia all'università, sono alla fine del terzo anno (mi sto laureando). Spezzo qui un paio di lance in favore di The Event, che alla fine dal punto di vista fisico non ha mostrato proprio solo cavolate.
Rispondo innanzitutto alla prima domanda qui sopra: "Com'è possibile che la Terra e il nuovo pianeta non si scontrino?" con allegate le varie "ma perché il mare non si solleva, le montagne non si staccano, la superficie terrestre non si distrugge", etc etc.
Da quanto ci viene mostrato, non ci capisce abbastanza bene quali sono le dimensioni del nuovo pianeta, e a che distanza sia. Nella prima scena in cui il portale comincia ad aprirsi, sembra quasi che il varco si generi appena sopra l'atmosfera terrestre, in orbita bassa. Nell'ultima, tuttavia, le cose sembrano molto diverse... Le dimensioni angolari del pianeta sono grossomodo il doppio di quelle della luna, ovvero circa un grado. Supponiamo che il pianeta sia circa grande come la Terra. Questo è in realtà molto difficile da stabilire, visto che nello spazio ciò che veramente conta è il rapporto tra diametro e distanza, e se entrambi non sono noti, ad occhio non c'è modo di capirlo. Però, siccome i nostri cari alieni ci vivevano, le dimensioni del pianeta devono essere approssimativamente quelle (pianeti di dimensioni più piccole sfavoriscono in genere la possibilità di un ambiente vivibile).
Un rapido calcolo mostra che la distanza è diametro/dimensioni angolari, con le D.A. pari a 3600[arcsec]/206265[arcsec/rad]=0,017 radianti. Il diametro è quello terrestre, circa 12.000 km. Quindi il pianeta dista circa 700.000 km, più o meno il doppio della distanza Terra-Luna. Questo dato è sostenuto dalla sequenza di zoom-out dal pianeta appena esce dal varco.
Il rapporto tra la massa della Terra e quella della Luna è pari a circa 100. Gli effetti mareali sono quindi 25 volte più forti di quelli dovuti alla Luna. Questo ha impatto sulla superficie terrestre? Ma certamente. È in grado di risucchiare qualcosa? Non credo proprio. Perché si abbiano deformazioni evidenti della superficie di un corpo celeste in un sistema binario, è necessario che le distanze tra i due corpi siano paragonabili al loro diametro, così da formare dei lobi di Roche sufficientemente piccoli e vicini ai due corpi.
Senza contare che il nuovo pianeta è apparso da appena un minuto. Data l'enorme inerzia dei pianeti, direi che non c'è stato proprio il tempo perché avvenisse nessuno sconvolgimento geologico. Al massimo il mare ha giusto appena cominciato a rigonfiarsi, e avverrà uno Tsunami da qualche parte entro un'ora, o due. Ma sicuramente un "risucchio" è fuori discussione.
La faccenda dello scontro non è di molto più difficile discussione. In astronomia, gli scontri sono fenomeni piuttosto rari, e direi che anche questo non è il caso. Ci viene mostrato che attraversare il portale preserva la quantità di moto di un corpo. Quindi il pianeta che vediamo sbucare fuori non è effettivamente fermo... stava ruotando attorno alla propria stella fino ad un momento prima, mantiene la propria velocità anche subito dopo aver passato il portale. Quindi non c'è motivo per cui dovrebbe cadere sulla Terra, non più di quanto non dovrebbe farlo la Luna.
Lo scenario più probabile è che il pianeta formi un sistema triplo con la Terra e la Luna, che però potrebbe essere sbalzata fuori dal sistema (i sistemi tripli non sono stabili come quelli doppi), oppure no. Il tutto continuerebbe a girare attorno al sole, con un'orbita un po' modificata (e sicuramente più ellittica). Un'altra possibilità è che il nuovo pianeta si instauri in un'orbita tutta sua, senza dar troppo fastidio alla Terra (anche se ovviamente la sua orbita cambierebbe di dimensioni). In tutti e due i casi, anche gli altri corpi del sistema solare risentirebbero dell'influsso gravitazionale, modificando la propria orbita, ma tutto il sistema alla fine si assesterebbe in una nuova configurazione in un periodo di tempo sul centinaio di anni (ora sto sparando un numero, ma credo la realtà non si discosti di molto). La probabilità di eventi catastrofici nel frattempo (come l'intersezione di due orbite e/o lo scontro tra due pianeti) è molto bassa.
Ricordo di nuovo, cmq, che noi vediamo il nuovo pianeta solo per un minuto, decisamente troppo breve perché si possa manifestare qualche effetto di questo tipo.

Per quanto riguarda la stella che muore in un lasso di tempo di settimane/giorni: in realtà, sebbene le fasi "stabili" di bruciamento nucleare durino per milioni o miliardi di anni, le fasi instabili di transizione sono estremamente più rapide. In particolari condizioni, una stella grande 6-7 volte il sole può terminare di bruciare l'elio formando un nucleo di carbonio e ossigeno talmente compresso da far entrare pesantemente in gioco effetti quantistici, che impediscono l'instaurarsi di una fase stabile di bruciamento del carbonio, e anzi portano ad un evento chiamato "Carbonium Flash", ovvero l'improvvisa fusione di tutto il carbonio del nucleo in un colpo solo, che porta all'inevitabile distruzione della stella. Questo evento porta alle cosiddette Supernove di tipo I e 1/2 (in quanto mostrano proprietà intermedie tra quelle di tipo I e quelle di tipo II). In realtà tali supernove non sono mai state osservate, ma solo predette teoricamente, e forse non esistono (infatti, per un evento del genere la massa della stella deve essere compresa tra le 5 e le 8 masse solari, ma questi limiti sono incerti. Potrebbe anche darsi che i limiti veri siano più restrittivi, come tra 6 e 6.5, oppure addirittura potrebbero coincidere, il che impedirebbe l'esistenza di tali supernove).
In ogni caso, la scala di tempo di questo evento è dell'ordine dei giorni... Le fasi finali di vita di una stella sono in genere molto frenetiche!

10
Zoey non può essere la madre per mille motivi diversi. Oltre ai già citati, il vivere assieme a Rachel Bilson, al fare l'università, all'aver frequentato la prima lezione che Ted ha fatto per sbaglio alla sua classe (mentre zoey ha conosciuto Ted per la storia del palazzo), e a tutto quanto, la madre NON è bionda (Stella anyone?) ed è assodato che comparirà per la prima volta nell'ultimo episodio della serie. Anche all'incoerenza c'è un limite...

La storia del 4G è la prova che i fan di Lost si sono fusi il cervello a furia di cercare risposte per ogni cosa che succedeva in quella serie  :asd:

11
Smallville / Re: [COMMENTI] Smallville - 10x06 - "Harvest"
« il: 31 October 2010, 16:56:11 »
Clark è una batteria umana (kriptoniana?  :look:), accumula di giorno e utilizza di notte  :XD:
Finché non è scarico può guarire da ferite anche gravi pure senza luce solare...

12
Smallville / Re: [COMMENTI] Smallville - 10x06 - "Harvest"
« il: 31 October 2010, 01:21:37 »
Citazione da: Lois Lane
He will strike down upon thee, with great vengeance and furios anger...
Ma nessuno ha riconosciuto la citazione?  :XD:  :XD:

Ezekiel 25:17

Pagine: [1]