Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - TutorGirl

Pagine: [1]
1
News / Re: [ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs
« il: 20 September 2018, 15:30:51 »
Capisco, ma la mia perplessità è:
Domani tale James trascrive il testo di "Bad" di Michael Jackson e lo mette in rete.
Sabato tale Grigoris prende il testo di James e lo traduce in greco.
Domenica Pierre prende il testo di Grigoris e lo traduce in francese.
Lunedì Luca prende il testo di Pierre e lo traduce in italiano.

Faccio notare che di questi, soltanto Grigoris conosce l'inglese  :XD:

Detto questo: James ha sicuramente violato il Copyright creando a sua volta un testo sul quale non c'è nessun Copyright, essendo lui un amatore e avendo quindi creato una sorta di "opera derivata".
Ma il reato si estende anche a tutti quelli dopo, che magari (è una possibilità, chi lo sa, questi non conoscono manco l'inglese!) non sanno neanche che esiste la canzone di Michael Jackson, ma sono soltanto interessati all'opera derivata creata da James?

Può essere un ragionamento sensato?

Copyright delle opere derivate

Entro i confini dei paesi aderenti alla Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie e artistiche, un'opera derivata gode degli stessi identici diritti di un'opera originale, senza però pregiudicare i diritti dell'autore dell'opera originale.

Un'opera derivata è di proprietà dell'autore che l'ha realizzata, senza però limitare i diritti che l'autore detiene sull'opera originale. È quindi necessario ottenere l'autorizzazione di quest'ultimo, a meno che l'opera non sia, per qualche motivo, presente nel pubblico dominio, e rispettarne i diritti morali.

Si verifica una violazione quando un'opera protetta da copyright viene riprodotta, distribuita o trasformata in un'opera derivata senza l'autorizzazione del proprietario dell'opera originale.

Per essere protetta da copyright, un'opera derivata deve mostrare una propria originalità. Non può limitarsi ad essere semplicemente una variazione non creativa dell'opera precedente, quella originale (come ad esempio un riadattamento della stessa). L'opera derivata deve contenere un numero sufficiente di espressioni e idee, oltre a quelle contenute nei lavori precedenti, per poter soddisfare i requisiti del diritto d'autore per l'originalità. Questo è dovuto al fatto che le parti non originali, nonostante siano presenti nelle opere derivate, possono essere già protette dal copyright (ove presente) dell'opera precedente.

La legge è quindi chiara: un lavoro derivato è tutelabile solo nella misura in cui esso incarna l'espressione originale, ma i suoi aspetti non originali non sono copyright da proteggere (sono definiti uncopyrightable).

Solo il proprietario del copyright ha il diritto di produrre e trarre profitto da un'opera originale creando un nuovo lavoro derivato. Per creare un'opera derivata è necessario ottenere un'autorizzazione alla creazione di un nuovo lavoro basato sull'originale; se l'autorizzazione non viene concessa, il lavoro secondario è considerato una copia dell'originale. In tal caso il creatore dell'opera nuova è responsabile di violazione del copyright e perseguibile a norma di legge. Le leggi sulle opere derivate permettono al proprietario del copyright di essere tutelato da una riproduzione del proprio lavoro senza consenso. I realizzatori dell'opera originale, che riscontrano una particolare vicinanza di un'opera derivata al proprio lavoro, possono avviare un'azione legale.

L'imprevedibilità del portare avanti una battaglia legale in questo campo sta nella difficoltà di stabilire il numero di parole, note e paragrafi che possono essere riprodotti senza permesso; ancora più difficile è dare un reale riscontro all'intento del creatore.

Per quanto riguarda le licenze Creative commons, se è presente la quarta clausola Non opere derivate (nd) non è consentita alcuna elaborazione dell'opera creativa: l'autore si oppone al concedere qualsiasi tipo di autorizzazione.

https://it.wikipedia.org/wiki/Opera_derivata#Copyright_delle_opere_derivate

2
Grazie della segnalazione, stiamo sistemando :)

EDIT: sistemato!

3
Trash / Re: Giochi da Tavolo
« il: 13 April 2015, 17:19:09 »
A me è piaciuto un sacco Avalon, anche se ho perso per colpa di @NO8DO che si è coalizzata coi cattivi e ha fatto vincere @Knock³ Penny :XD:

4
Ciao, sì, attualmente c'è un problema nella visualizzazione dei commenti.
Stiamo lavorando per risolverlo quanto prima :zizi:
Grazie per la segnalazione!

5
A me, apparte quello finale che è davvero stupendo (piango ogni volta che lo vedo, soprattutto nella parte del video di Jen per sua figlia), sono piaciuti un sacco l'ultimo della terza serie ("Pacey,... o Dawson?") in cui Joey sceglie di partire in barca con Pacey ed il 6x15 ("Notte al supermercato") dove i miei amati Pacey e Joey ( :love:)sono in versione castaway...

La motivazione a questo punto mi sembra abbastanza chiara... :shy:

6
--- Dodicesima serie del test da traduttore ---

NOTE PRELIMINARI:
- Il lavoro di traduzione su questo sito NON è retribuito. Se nessuno paga per scaricare i sottotitoli, ovviamente nessuno può essere pagato per crearli.
- Per poter tentare il test e diventare traduttori è necessario ESSERE ISCRITTI al sito. Se non l'avete ancora fatto, fatelo! ;)
Detto ciò...



Benvenuti nel magico mondo di ITA-SA :asd:

Come tutti sarete approdati in questo topic pensando: "Se ce la fanno loro, perche' io non dovrei?"
Esattamente. Tutti possono aiutarci a tradurre e una mano e' sempre ben accetta. Non pensate che servano enormi capacità o il pieno utilizzo del vostro tempo libero; il Team ITASA richiede solo una discreta conoscenza dell'inglese e la disponibilita' per partecipare alla traduzione fissa di almeno una serie. Naturalmente la serie la sceglierete voi (tra quelle con posti liberi a disposizione, ovviamente). Come in qualsiasi situazione ci sara' da fare un po' di gavetta, ma mentre aspettate e ne approfittate per migliorare il vostro inglese, chissa' mai che non si liberi un posto in una serie che sperate di tradurre da tempo. :sooRy:

Detto questo... passiamo al test! :banana:
Questo piccolo "esamino" serve a permetterci di capire qual e' il vostro livello di comprensione della lingua inglese, la vostra capacita' di adattamento in italiano e la vostra conoscenza della nostra lingua. Sappiate che non basta conoscere benissimo l'inglese, se poi ignorate che il sì affermativo si scrive con l'accento e non sapete usare i congiuntivi.

Per questo motivo la valutazione del test si baserà su:
- comprensione dell'inglese;
- adattamento in italiano;
- grammatica;
- ortografia e punteggiatura.


In questo test è stata ripristinata la base in inglese. La base contiene volutamente degli errori, per ricreare quelle che potranno essere le condizioni in cui vi troverete a tradurre una volta ammessi. Ricordatevi di non basarvi SOLO su ciò che trovate scritto, ma soprattutto su ciò che viene detto.

Il test che scaricherete sarà uno .zip composto di 5 file:
- Un file .mp4 cioè il video del test
- Un file .srt nel quale troverete il timing dei sottotitoli
- Un file .vssprj che costa nel progetto di VSS che dovrete usare per tradurre (da ignorare se usate MAC)
- Un file .peak da ignorare
- Un file .scenechange da ignorare
Vi consiglio di decomprimerlo e lasciarlo nella stessa cartella per agevolarvi in seguito il lavoro.

Il file lo trovate a questo link --->  TEST ITASA
Vi sconsiglio vivamente di utilizzare NotePad per inserire le battute, dal momento che quello che state per affrontare e' un test piuttosto serio (seppur breve). Vi elenco quindi di seguito i software ufficiali per tradurre:
- "VisualSubSync" per gli utenti Windows (Link di download)
- "Jubler" per gli utenti Macintosh (http://www.jubler.org/ )
- "SubtitleEditor" per gli utenti Linux (http://home.gna.org/subtitleeditor/)
  o anche lo stesso Jubler sopra linkato

Per quanto riguarda VisualSubSync, l'utilizzo e' semplicissimo. Il programma è una versione portable e non necessita di installazione. Una volta presente sul vostro desktop, sarete in grado di aprire il file .vssprj presente nella cartella del test (File > Open project). In alto a destra vi comparirà l'anteprima del video, in basso le battute da completare (sotto la colonna "text") e in alto a sinistra il timing delle battute stesse (che vi invitiamo a non modificare, in quanto non fa parte del test e servirebbe solo a compromettere la comprensione della prova). Una volta terminata la traduzione, cliccate su File, quindi su Save as... e rinominate il file appena tradotto col vostro nickname. Esempio: il mio file sarebbe TutorGirl.srt

NOVITA' Per l'invio del file vi invitiamo a usare QUESTO FORM. Per potervi accedere è necessario essere loggati. Vi chiederemo alcune informazioni necessarie a capire come potremo seguirvi al meglio una volta entrati a far parte dello staff e, una volta compilato, vi permetterà di inviare il vostro test. Non riceverete quindi un'email di conferma, dal momento che la conferma sarà visibile direttamente online al termine dell'invio.

I vostri lavori verranno visualizzati il prima possibile. Metterci fretta in tal senso non servirà a farci andare piu' veloci (come per il rilascio dei sub del resto... :lol?:)

Ne approfitto anche per presentarvi i nostri Admin, colonne portanti del sistema :D

- Robbie
- PILØ
- Usu
- TutorGirl
- zefram cochrane
- LucasCorso

Anche se pensate di non essere andati bene, tenete conto di una cosa: la perfezione la si ottiene con l'esercizio, non e' mai innata.
Fate del vostro meglio e ricordate che una battuta tradotta male e' sempre meglio di una battuta non tradotta. ;)


Benvenuti! :hug:
E... Grazie dell'attenzione :D


RICORDATE:
 - Link test: TEST ITASA
 - Invio test: FORM DI INVIO
 

- Il test verrà corretto il prima possibile e i risultati verranno comunicati via Messaggio Privato sia in caso di esito positivo che in caso di esito negativo.
- Una volta inviato il test vi invitiamo a scrivere un messaggio di presentazione o in questo topic o nella sezione "Presentazioni".

- NB: PER QUALSIASI DOMANDA O CHIARIMENTO VI INVITO A POSTARE QUI SOTTO.


Solo Admin e Senior sono autorizzati a rispondere.
Qualsiasi messaggio, scritto da autorizzati o meno, ritenuto inutile o non pertinente verra' cancellato.

Siete pregati di non richiedere a nessuno la versione "corretta" del test, neanche ai nuovi traduttori o agli aspiranti tali. Sicuramente non ci fate una bella figura. Per la "soluzione" basta aspettare la conclusione di questa dodicesima serie.

Per chi fosse interessato alla soluzione del test precedente, ne verrà allegata una possibile versione a questo post, non appena avremo tempo di farlo.

7
Beh, scusate, ma certe risposte... gg!

Dimostrano come ci sia bisogno di sentire l'altra campana.
Una volta che esce una versione controcorrente dei fatti, viene obliterata dalla monocultura imperante: la mia era una richiesta in nome della libertà di informazione, per dare a tutti modo di capire che le cose non sono così scontate come dicono certi, ed invece, paradossalmente, si è trasformata in una ulteriore occasione di propaganda per la tesi imperante! Ma non vedete un paradosso in questo?

Certo, i toni di questo regista saranno pure sopra le righe, ma non fa che rispondere ad un movimento ecologista che è ancor più sopra le righe.

Certo, nel documentario ci sono alcune imprecisioni (come in TUTTI i prodotti giornalistici, dannati giornalisti), ma sono niente di fronte allo stravolgimento totale operato dalla parte opposta, che fa passare per verità scientifica acquisita su cui basare politiche radicali ciò che invece è ipotesi ben lontana dall'essere verificata, anzi contraddetta apertamente da alcuni dati, e che comunque riguarda un riscaldamento che in sè non è affatto qualcosa di negativo.

Certo, questo documentario è stato criticato. Vorrei vedere! Sul riscaldamento globale ci mangiano migliaia di scienziati, politici, funzionari, attivisti, che alimentano un movimento di opinione di centinaia di milioni di persone... solo un ingenuo potrebbe pensare che non avrebbero messo su una risposta che mettesse a tacere la polemica di fronte a tutti quelli che volevano essere convinti...

Per questo reitero la mia richiesta: le risposte ricevute dimostrano ancora di più quanto ce ne sia bisogno. Grazie!

Ti chiedo scusa, non pensavo di offenderti. :prego:
Quello che intendevo dire è che, avendo visto entrambi i documentari e avendo delle basi di biologia, ecologia e scienze ambientali, ritengo più affidabile l'altra campana (RIPETO: sono opinioni personali) e nn certo per "mangiarci sopra".
Che sia colpa dell'uomo o meno, il riscaldamento globale è un problema che va risolto (non è questa la sede per discuterne, al max si può aprire un topic in trash) e penso che mettere in allerta un po' l'opinione pubblica possa essere più efficace del dire che va tutto bene e che non ci sia da preoccuparsi. Anche le glaciazioni sono state un fenomeno naturale, ma hanno causato l'estinzione di diverse specie viventi.
Cerca di non criticare le opinioni degli altri con toni così eccessivi comunque, non intendevo essere "l'obliterazione da parte della cultura imperante". Ho solo espresso un parere (ed ho indicato il fatto che si trattava di un parere personale) e fornito un consiglio. Non volevo certo fare da censore!


Per non andare troppo OT, se qualcun altro fosse disposto a tradurre questo documentario, mi rendo disponibile per farne una parte. Per l'amore della libertà di pensiero e di informazione.

8
Non so se verrà presa in considerazione la traduzione di questo documentario, ma (parere personale) non sono molto d'accordo sul fatto che dia informazioni corrette e sopra le parti per quanto riguarda il riscaldamento globale.
Tra l'altro è stato molto criticato per aver utilizzato dati imprecisi e manipolati (quindi non so se valga la pena tradurlo).
Se vuoi informarti sul riscaldamento globale ti consiglio "Una scomoda verità" di Al Gore. Tra l'altro è anche in italiano, così non c'è bisogno dei sottotitoli. :ciao:

9
Libri / Re: QUANTI LIBRI LEGGI IN UN ANNO?
« il: 7 August 2007, 18:14:38 »
Dal 1996 ho l'insana fissazione di segnare su un quaderno i titoli di tutti i libri che leggo (testi scolastici e universitari esclusi). Lo so, lo so... sono una psicotica. :mou:
Per questo motivo ho dato una controllatina e posso affermare con certezza di leggere circa 35-40 libri all'anno. :banana:
Sono lieta di non rientrare nella triste media nazionale. :metal:

10
Tenuto conto che non li usiamo solo nel caso in cui la frase si interrompa perché sta per succedere qualcosa, ma, come dici tu, anche a indicare che il discorso della persona viene interrotto (ma anche per indicare un tentennamento, un'esitazione o un'inflessione particolare del discorso parlato che lo scritto non può rendere), mi sembra un po' esagerato definirli "mini-spoiler", soprattutto considerando che nessuno se ne è mai lamentato in tal senso. E ti assicuro che gli spoiler non piacciono a (quasi) nessuno.

Detto questo la rimozione dei puntini di sospensione dai sottotitoli sarebbe un po' come la rimozione delle virgole. Serve per dare la giusta inflessione in lettura e causerebbe più problemi di comprensione che altro.

Pagine: [1]