Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Gian Carlo

Pagine: [1] 2 3 ... 46
1
Libri / Re: lo scrittore ed il traduttore
« il: 19 November 2021, 00:01:09 »
Mah, visto il tema generale del forum, parliamo un attimo dei sottotitoli: ci consentono di godere della recitazione originale degli attori, anche se la nostra conoscenza della lingua originale non è sufficiente per capire direttamente i dialoghi.

Finchè è stato possibile, su questo sito sono stati pubblicati sottotitoli meravigliosi, dei quali ringrazio ancora chi si è sbattuto per realizzarli: giustamente i loro nicknames venivano citati, mi sembrava il minimo sindacale...

Parimenti ritengo imprescindibile citare il nome del traduttore nei libri: se ha fatto un buon lavoro per trarne gloria, se ha fatto una ciofeca per additarlo al pubblico ludibrio!

2
Libri / Re: lo scrittore ed il traduttore
« il: 9 November 2021, 14:10:33 »
Nel thread L'ultimo libro che state leggendo o avete letto? quando segnalo un libro straniero indico sempre il nome del traduttore, ma chiarendone bene la funzione: ad esempio

Quarantena di Petros Markaris, traduzione di Andrea Di Gregorio

Il ruolo del traduttore è molto importante: trasporre in italiano lo stile dell'autore non è cosa facile, richiede una profonda conoscenza della lingua e della letteratura del Paese di origine dell'autore. Il traduttore non è assolutamente un coautore: svolge un ruolo paragonabile a quello dell'editor, altra figura misconosciuta (sappiamo chi è solo se l'autore lo/la cita nei ringraziamenti) ma assolutamente fondamentale.

3
Libri / Re: lo scrittore ed il traduttore
« il: 17 November 2021, 16:21:20 »
Ci sono tesi di laurea sull'argomento, ad esempio questa: https://etimologiadellinguaggio.files.wordpress.com/2013/07/beatrice-marino_tesi-di-laurea.pdf

Citazione
Primo: quanti avrebbero mai avuto la possibilità di approfondire A Clockwork Orange senza bisogno di una traduzione? Il problema mondiale di Arancia Meccanica si sarebbe limitato all’Inghilterra, all’America e a tutti i Paesi anglofoni, senza andare oltre. Il ruolo chiave, a mio parere, non è stato giocato tanto da chi ha interpretato la complessità del romanzo, quanto da chi ha permesso che ciò avvenisse: Floriana Bossi, la traduttrice. Un ruolo spesso sottovalutato, quello del traduttore, ma cruciale. Nessun libro, film o giornale varcherebbe la soglia dei confini internazionali senza l’intervento di un traduttore, o, per lo meno, non sarebbe accessibile a tutti.
Secondo: Arancia Meccanica è stato analizzato, esaminato in ogni suo aspetto, studiato e commentato dai più diversi circoli di psicologi, intellettuali, critici o da semplici curiosi, ed il comun denominatore del romanzo si rivela essere molto spesso la parola “incomprensibile”.
Alla luce di queste due considerazioni, la mia tesi mirerà dapprima ad individuare le regole, gli strumenti e gli elementi su cui si basa lo studio della traduzione (che hanno permesso a Floriana Bossi di creare il suo “mondo parallelo”). In seguito, per quanto riguarda la sezione italiana e quella inglese, mi concentrerò sulle differenze tra testo originale e metatesto (quindi tra il nadsat di Burgess e quello di Floriana Bossi) mentre opererò un confronto a tre fronti nella sezione spagnola: la peculiarità del romanzo risiede, infatti, come anticipato, oltre che nella scelta del tema trattato, nel linguaggio utilizzato. In particolar modo, dimostreremo quanto il termine “incomprensibile” non sia quello più adatto a definire la traduzione italiana, alla quale piuttosto andrebbero attribuiti aggettivi come “difficoltosa; astrusa; criptica”.

4
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 15 November 2021, 18:48:50 »

Potere alle parole: perché usarle meglio di Vera Gheno, che dire libro perfetto su un tema che mi interessa parecchio ma di cui mi sembra di sapere sempre troppo poco


Sul tema ti segnalo La nuova manomissione delle parole di Gianrico Carofiglio e Le ragioni del dubbio: l'arte di usare le parole di Vera Gheno.

5
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 12 September 2021, 19:11:21 »
Vecchie conoscenze di Antonio Manzini

6
Televisione / Re: Oggi ho terminato ...
« il: 20 September 2021, 19:35:47 »
Che volere di più?

Uno spin off che non si faccia aspettare troppo andrebbe benissimo :distratto:

Sto leggendo La fiamma nel buio con protagonisti Bosch (ormai in pensione, ma ancora attivo) e la detective del LAPD Renée Ballard: la dedica è significativa...

(clicca per mostrare/nascondere)

7
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 17 September 2021, 22:17:27 »
Metti in nota la serie dei Vedovi Neri...  :zizi:

8
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 27 August 2021, 06:26:26 »
Il carteggio Aspern e altri racconti italiani di Henry James, introduzione di Franco Cordelli, prefazione e traduzione di Gianna Lonza

9
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 4 August 2021, 21:06:21 »
C'era una volta Andreotti: ritratto di un uomo, di un'epoca e di un Paese di Massimo Franco

10
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 29 July 2021, 01:53:14 »
La direzione del pensiero: matematica e filosofia per distinguere cause e conseguenze di Marco Malvaldi

11
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 19 July 2021, 09:06:57 »
E' una simpatica raccolta di aneddoti: lettura poco impegnativa, ma piacevole...

Ora inizio Flora di Alessandro Robecchi.


12
Libri / Re: L'ultimo libro che state leggendo o avete letto?
« il: 16 July 2021, 09:26:35 »
La carezza della memoria di Carlo Verdone, a cura di Fabio Maiello

14
Televisione / Re: La classifica mensile (delle serie viste)
« il: 30 June 2021, 06:12:16 »
Giugno:

The Kominski Method
The Handmaid's Tale
The Good Fight
Bosch