Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - SNA

Pagine: [1] 2 3 ... 125
1
Su questo non sono d'accordo.
È molto razionale. E le interessa eccome dei popoli che lei ritiene vadano liberati. Prima del testo che hai riportato tu chiama gli immacolati "liberatori" e poi dice "liberare le persone di tutto il mondo" e parla sempre delle sofferenze del popolo. Il suo ideale è sempre quello.
Ricordiamoci che il suo esercito la segue per scelta e condivide questo ideale (fino a che non se lo dimenticano, si rimettono alle decisioni di un consiglio di Lord e se ne vanno... :doh: ) (per lo meno gli immacolati, sui dothraki si potrebbe fare un diacorso a parte)

Purtroppo non abbiamo la controprova di come avrebbe condotto la guerra e del reale effetto del messaggio che ha appena mandato. Io penso che le altre città sarebbero cadute facilmente sia per la dimostrazione di forza in sé sia perché ha dimostrato di non avere pietà per i popoli che non partecipano alla liberazione (per l'ennesima volta lo dice in quel dialogo...).

Che l'intenzione era dipingerla come il villain non ci piove, però non ha senso. Rientra nel fatto che all'improvviso hanno sostituito l'etica di GoT con l'etica dello spettatore ed è il villain solo perché così la vedono gli altri personaggi che improvvisamente si ricordano che instaurare una tirannia, seppur illuminata, non è certo come andare nei prati a correre dietro le farfalle.

P.s. è ovvio che un conto è parlare di cose ipotetiche, altra cosa di dialoghi che ci sono effettivamente stati e che non si possono cambiare.
Lo specifico visto i recenti avvenimenti.
Dico no allo stravolgere i copioni.

Forse non mi sono spiegato bene, ovviamente lei continua a ritenersi una liberatrice, su questo non ci piove. :zizi:

Come dici tu, sono anch'io d'accordo che anche le altre città sarebbero cadute facilmente (pur non avendo la controprova di quanto affermiamo) ma mi pare anche logico pensare che non si stesse parlando di città che avevano un effettivo bisogno di essere liberate da qualcosa :asd: e qui si ritorna al fatto che ormai il suo non è più un discorso a favore delle persone, ma di sè stessa.


 

è chiarissimo, infatti l'hanno detto tutti che è stata una merdata per come hanno messo in scena questa trasformazione


l'importante è che sia chiarissimo, se poi a te o ad altri non è piaciuto mi importa poco...


evidentemente nella versione della puntata che hai visto tu non è più interessata a Jon e non gli ha chiesto PER L'ENNESIMA VOLTA di regnare assieme a lei... è razionale e irrazionale a seconda di dove deve andare a parare la messa in scena, non un gran modo di fare le cose

Sì, però bisogna guardarle le puntate...

Lei, dal dialogo che hanno nella 8x05, è consapevole di averlo perso (anche qui, non è che l'hanno messo a caso):

(clicca per mostrare/nascondere)

Che poi nel finale gli ripeta, nel suo delirio di onnipotenza, di regnare insieme, PER ME, lascia il tempo che trova... se per te è la prova che è ancora interessata da morire a lui, non so che dirti. La vediamo diversamente. :asd:

2
@Leso1990 Però ha ragione kicco, che minchia di argomentazione è quella su Lynch?  :mwtf:


Ovvio che chi apprezza e ha apprezzato serie di diverso spessore e diversa qualità, non riuscirà a farsi andare bene queste stagioni fallimentari di una serie che aveva le carte in regola per entrare nell'olimpo.

Su questo non sono d'accordo, le mie quattro serie preferite sono Six Feet Under, I Soprano, Mad Men e The Leftovers e riesco tranquillamente a farmi piacere GOT e la sua ultima stagione... ovviamente, come abbiamo discusso anche in privato, vedendo tutti i problemi che ha al suo interno. Capisco il rimpianto di cui parli, non è mai piacevole "accontentarsi" ma riesco perfettamente a fare distinguo fra prodotti e godermi appieno quello che mi viene offerto (col dovuto senso critico :zizi:).

P.S. la lettura che fa Alò (per quanto non apprezzi sempre le sue opinioni) mi è piaciuta molto...

3
Lui è più disperato qui leggendo la scena che durante l'episodio! :lol?:

Nel discorso di addio che fa alla troupe è più convincente che in 8 stagioni... :asd:


(clicca per mostrare/nascondere)

4
stai ribaltando la questione
lei non è mai stata una folle e una tiranna, per cui per giustificare la virata forzata in quella direzione le fanno dire e fare roba senza senso
che è quello di cui si sono lamentati più o meno tutti quelli che non hanno apprezzato COME si è arrivati a questo finale
cere scambiare opinioni, anche se poi tendo a infervorarmi :nu:

Non sto ribaltando nulla. Tu stavi criticando i dialoghi (anzi, all'inizio non li stavi nemmeno capendo), ho cercato di spiegarti cosa intendesse con quelle parole. Poi se tu trovi coerente o meno quello che Daenerys è diventata è un altro discorso ma non si stava parlando di quello (si è già detto anche troppo che il cambiamento poteva essere gestito e approfondito meglio, e sono d'accordo). Lei, quando parla con Tyrion, ha già intrapreso quella strada di autodistruzione che si concretizzerà poi al suono delle campane. Dice chiaramente che non avrà pietà. Non cambia idea da un momento all'altro e non fa strani cenni di assenso al suo primo cavaliere per dire che si fermerà. Quella scena specifica è coerente e i dialoghi sono chiari. Poi che a te non piaccia è un altro discorso.

5
(e, se l'attore è un cane, la perde pure quando è scritta bene)...

Allora doveva essere proprio ben scritta quella scena se l'ho capita nonostante le scarse doti attoriali della Clarke. :XD:

6
E la colpa che un dialogo abbia problemi nel comunicare il proprio senso, anche all'interno della trama, di chi è? Degli sceneggiatori. Per questo, da persona che studia e insegna narrativa e scrive anche sceneggiature per il teatro, fatico a capire come si possa giustificare un lavoro del genere. Sembra quasi che lo sforzo creativo e comunicativo di un grande autore sia non necessario, tanto ci può pensare a posteriori il lettore\spettatore a giustificare e trovare il senso per se e gli altri...

Io non giustifico il lavoro di nessuno anche perchè, per quanto riguarda lo specifico dialogo di cui si sta parlando ora, non ho avuto nessun problema a comprenderlo. :look: :asd:

7
Appunto.
La logica la trovi proprio nel discorso che ti ho postato. Riguardalo di nuovo. Dopo mercy is our strenght, spiega perché lo sia. Spiegando quindi perché non accetta il consiglio di Tyrion e perché, in maniera molto lucida, brucerà la città. Con quel cenno conferma a TN di preparare gli immacolati. Tanto che nella 8x06 TN non fa prigionieri proprio perché questi sono gli ordini.

Tra l'altro mi devi spiegare allora che senso ha, secondo la TUA INTERPRETAZIONE, lo sguardo devastato di Tyrion (dopo il cenno di Dany a TN).
"Oh no ha accettato il mio consiglio! Sono devastato!"
E ancora, proprio perché non risparmierà la città va a liberare Jamie.


8
Ma è chiaro che sta dicendo: la nostra pietà sarà permettere alle FUTURE generazioni di non essere più sotto la morsa di un tiranno.
Le future generazioni, delle presenti non le frega più nulla. Ha solo in testa le ultime parole di Missandei che le ha detto BRUCIA TUTTO. Cioè la Clarke non è 'sta grande attrice :asd: ma è ovvio che la sta interpretando in tal senso. Poi ti lasciano il dubbio che lo faccia veramente, fino al suono delle campane. E' in quel momento che prende la decisione definitiva e compie il massacro.

e poi fa sì con la testa dopo una precisa richiesta di Tyrion di salvarli


Lo stacco di montaggio non è su Tyrion ma su Verme Grigio. Non è fatto a caso...

9


libera interpretazione tua [...] ed eravamo già nella 8x05


Veramente no :look:, fa giusto un cenno a Verme Grigio ma non acconsente a nulla.

Anzi, mi pare palese dal dialogo con Tyrion che non sia per nulla incline ad avere pietà...

10
(clicca per mostrare/nascondere)


A proposito del documentario, ecco un estratto con la reazione di Kit alla lettura di una particolare scena... :asd:

11
(clicca per mostrare/nascondere)

(clicca per mostrare/nascondere)

12
Ma infatti non vorrei entrare troppo nel merito del gradimento finale, perché ognuno sviluppa una propria reazione a quello che vede. Non voglio certo convincere gli altri delle mie opinioni. Capisco la tua frustrazione.
Io ad esempio, finita di vedere la serie, pochi giorni dopo ho fatto un rewatch di 8x04, 8x05 e 8x06 e, probabilmente, a breve riguarderò tutta la serie completa. Le cazzate pazzesche ci sono sempre state nella serie (qualcuno ha detto Dorne?), ma ovviamente nella stagione finale hanno più risonanza. Troppe volte hanno abusato della sospensione dell'incredulità e spesso hanno piegato gli eventi alle loro esigenze. Io sono sempre stato molto critico e pretenzioso eppure nel complesso mi ritengo soddisfatto. Fosse stata una stagione di sole cazzate, avrei reagito come voi forse, ma io ho vissuto anche delle emozioni. La guerra che hanno messo in scena in "The Bells" è stata incredibile: niente eroismi, niente di cavalleresco, ma solo morte, distruzione e disperazione, come l'ha vissuta chi la subisce. La furia di Dany (ripeto, bravissima la Clarke), ma anche svariati momenti più intimi distribuiti nei sei episodi... Insomma, non perfetto, migliorabile, ma comunque bellissimo.

 :quoto:

13
era scritta bene ma solo grazie ai libri  :zizi:

Bisogna anche saperlo fare un adattamento eh, non è che se c'è un buon libro allora seguirà per forza una buona trasposizione...

14
Salve!
Metto qui sotto un post di Roberto Recchioni sulla 8x5 che esprime esattamente il mio pensiero sull'episodio e su got in generale. A prescindere dalle opinioni personali credo che valga la pena darci un'occhiata.


So che molti non saranno d'accordo con quanto scritto nell'articolo, io invece sono uno dei pochi ad avere apprezzato l'episodio sia per la messa in scena che per le scelte narrative.
Dopo la 8x4 ero rassegnato e privo di aspettative (e pure disgustato dagli scorpioni di Euron), ma con la 8x5 mi è sembrato di assistere a un miracolo.

È innegabile che nel corso delle stagioni ci siano state parecchie incongruenze e su questo siamo tutti d'accordo, personalmente però in questo singolo episodio non ne ho trovate, soprattutto per quanto riguarda la chiusura degli archi narrativi.

Per prima cosa ho adorato la regia, non solo per l'aspetto propriamente tecnico, ma soprattutto per la capacità di guidare la narrazione in modo davvero efficace. Mi è piaciuto tutto, dai movimenti di macchina al montaggio.
Molti hanno criticato il fatto che ad alcuni personaggi è stato dato poco minutaggio, ma esiste anche il fuori campo, attivo o passivo che sia, non è obbligatorio mostrare tutto per dare significato alle cose.

Ho trovato coerenti e rese molto bene le reazioni di Jon e di Tiryon. I due "diversi", il "nano" e il "bastardo", quelli che hanno sempre cercato di fare la cosa giusta e si ritrovano complici del massacro per aver creduto nella persona sbagliata.

Ho trovato perfettamente coerente anche il percorso di Jamie, se Cersei fosse morta senza di lui non se lo sarebbe mai perdonato, è sempre stato innamorato della sorella, sempre. Questo non significa che non ci sia stata evoluzione, resta un personaggio complesso e con mille sfumature.

Per quanto riguarda Daenerys i segnali c'erano tutti e se ne è parlato ampiamente, aggiungo solo che la follia non si manifesta per gradi, la follia "esplode" in seguito a traumi pregressi, non credo ci fosse bisogno di giustificarla ulteriormente.

Arya ritrova la sua umanità grazie al Mastino e la scelta di ringraziarlo chiamandolo per nome è una grandissima dimostrazione di affetto e rispetto, per molti sarà stato banale, io l'ho trovato commovente.

Varys si lascia morire, non prima di scrivere un paio di cosette. Grandi critiche al ragno tessitore che si fa fregare come un pollo, invece a me è piaciuto pure lui! :P

Ho apprezzato anche l'ultimo saluto tra Tyrion e Jaime (e non prenderei troppo alla lettera le parole di Jaime sul "popolino", non è tutto bianco o nero e questo evidenzia ancora di più la complessità del personaggio)

Sinceramente mi spiace che le critiche più feroci siano arrivate proprio dopo quello che per me è forse il miglior episodio di sempre, su youtube ho visto reazioni davvero esagerate e allucinanti, "vergogna", "disgusto", "follia totale", "pietra tombale", "vomito", ecc Le avrei capite di più se rivolte a qualsiasi altro episodio, ma non a questo.
Se poi il problema sono le incoerenze narrative conveniva mollare la serie già dalla quinta stagione.

 :quoto: pure le virgole.

E in particolare sono d'accordo col giudizio su Jamie. La sua morte, la morte che sceglie di avere, non intacca la dignità del personaggio e la sua evoluzione. Non c'era scritto da nessuna parte, a mio parere, che l'allontanamento da Cersei sarebbe stato definitivo, Jamie sceglie di combattere per i vivi perché sa che è la cosa giusta da fare. Perché non è come sua sorella. Ma questo non esclude che poi la dipendenza che prova nei suoi confronti, l'attaccamento morboso e malato (che tra l'altro lo fa sentire una persona orribile) torni a bussare alla porta. È così che funzionano le dipendenze.

15


Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 16:42:08[/time]
Arya è una persona assetata di vendetta perché le hanno assassinato la famiglia eh. :eha:

Non a caso la prima cosa che fa come ARYA STARK DI GRANDE INVERNO è trucidare un'intera famiglia, TAGLIARE A FETTE DUE UOMINI, CUCINARLI e FARLI MANGIARE AL LORO PADRE.
E dopo trucidare gli altri.

Forse per te non è spietata una persona simile. :XD:

C'è differenza fra l'essere spietati (con coloro che ti hanno ucciso fratello e madre) e distruggere interiormente se stessi, dai...