Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - gatto.lupesco

Pagine: [1]
1
:Non serve tirartela, ti ho già detto chiaro e tondo nel post precedente che io di storia so e ricordo poco.  :sooRy:
Ma tra libri di storia letti eoni fa, persone che ne sanno più di me, documentari ed interviste ad antropologi e quant'altro credo tu sia in assoluto il primo che sento dire che le donne nel medioevo se la passavano bene.
Non mi serviva internet per dire ciò che ho detto. Sono cose note ai più. Lo suggerivo a te perchè su internet, nel marasma, tanti risultati validi si trovano.

Continui a dire che è uno stereotipo diffuso e un cliché. Sai perchè lo è? Perchè chi queste cose le studia poi insegna a noi massa che le cose sono andate così. Salvo poi arrivare il bastian contrario, tronfio delle sue eccelse conoscenze, a dirti che sei un'ignorante e che siamo tutti ignoranti e non sappiamo niente e che andiamo avanti per stereotipi.   :interello: Ti cita libri che tu non leggerai mai, perchè scusa tanto se non tutti abbiamo gli stessi interessi, dando per ovvio che sei una bestia se non sono nei tuoi scaffali, e ti schernisce pure perchè non conosci due donne vissute secoli fa e apparentemente note in contesti religiosi...

Francamente non capisco proprio cosa hai letto e capito dai miei link, io ho semplicemente detto che nel corso di quei fatidici 1000 anni ci sono state figure femminili che hanno avuto un ruolo estremamente importante nelle vicende del loro secolo e fatto rapidamente un paio di esempi piuttosto chiari. Teodora che ti ho citato mette fine a un conflitto politico-religioso, quello relativo all'iconoclastia, che durava da un secolo e mezzo; ma ci sono tanti esempi analogni che potrei fare.
Quello che dicono gli storici e medievisti è lo stesso che dicono per esempio gli autori di Storia delle Donne, oppure Regine Pernoud, storica e donna, in "La Donna al Tempo delle Cattedrali" ein altre sue opere. I luoghi comuni sono quelli secondo i quali nel medioevo, ripeto, un millennio di storia, non ci sono state donne che hanno avuto ruolii di potere e diritto di opinione, o addirittura alcuna istruzione; la realtà è sempre molto più complessa dei clichè. Roswita scrive in latino, non nella sua lingua madre, e ha una conoscrnza approfondita di numerosi autori latini, evidentemente perchè li ha studiati nella biblioteca abbaziale. Ci ho fatto un corso monografico perchè la mia prof. ha scelto questo argomento, ma non è un'autrice così astrusa (e pur non conoscendola l' hai ridicolizzata (!!!) attribuendole un contenuto che non ha affatto), è pubblicata e tradotta ai nostri giorni, per dire ho linkato l'edizione economica dei suoi drammi pubblicata da Garzanti e reperibile piuttosto facilmente   https://www.ibs.it/dialoghi-drammatici-testo-tedesco-a-libro-rosvita-di-gandersheim/e/9788811588351 
Nel Medioevo ci sonostate tante donne non solo istruite, ma estremamente colte, per esempio:   https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_female_scientists_before_the_20th_century#Middle_Ages   per non parlare del campo letterario
Non ho mai detto che le donne" se la passavano bene", non se la passava bene la gran parte di chi ha vissuto a quei tempi, uomini e donne, né parlato di emancipazione femminile. Invece ho detto che ragioni senza contestualizzare storicamente, mille anni fa le persone ragionavano diversmente da te perchè vivevano in un contesto storico, culturale e sociale radicalmente diverso. Cmq GOT con la storia europea medievale non è che abbia molto a che fare
Poi il polverone lo hai alzato tu, io ho solo brevemente contestato una tua affermazione che ho sentito pronunciare centinaia di volte da persone che non conoscono l'argomento, dopo ho semplicemnte risposto al tuo post un tantino aggressivo, argomentando. Di te non so nulla a parte il tuo nickname, per me dietro il monitor può esserci  una avvocatessa di successo, un'astrofisica, una biologa, un architetto, ma semplicemente, come tu stessa dici, non sei interessata alle materie umanistiche, o magari solo allo studio della storia, per cui ti rifai a vecchie reminiscenze  scolastiche e per forza di cosa a luoghi comuni, è normale quando si conosce poco un argomento o un intero campo di studi; io all'università ho scelto di laurearmi in medievistica, storia dell'arte medievale più precisamente; per dire, biologia l'ho studiata al liceo quindi ne so pochino, so di non avere gli strumenti per parlarne a qualsiasi livello, anche basso, quindi mi astengo dal farlo.
Bye bye, anche per me il discorso si chiude qui

2
'Mazza! 2 giorni, 24 pagine di commenti @_@

In ultimo, nel medioevo pressochè nessuna donna aveva potere o diritto di opinione.

In realtà non è esattamente così, è un'immagine stereotipata di un periodo storico di mille anni definito in negativo, non è nè l'età antica-classica nè quella "moderna": è quello che c'è in mezzo.
 Tanto per citare un paio di esempi:

https://it.wikipedia.org/wiki/Teodora_Armena
oppure:
https://it.wikipedia.org/wiki/Roswitha_di_Gandersheim

3
Ma :interello: :aka:
mi hai fatto l'esempio di:

_  una che è vissuta sempre e solo in funzione degli uomini, come le sue sorelle, e che quando il marito è morto, a cui dovette sottostare tra l'altro, per ottenere ciò che voleva in merito alle sue credenze religiose, credenze a stampo patriarcale, si è dovuta rivolgere ad altri uomini per ottenerle :interello: :sooRy:

_ e di un'altra che, per lo meno le insegnarono a scrivere,  ha inventato racconti che inneggiano alla verginità come dono divino :interello: :aka: una finita in un convento, posto noto per gli ideali paritari tra uomo e donna :pfft:



Ok prendo atto che ti manca una benchè minima prospettiva storica :) 
A parte che ho citato i primi 2 esempi che mi son venuti in mente (i regni romano-germanici dell'alto medioevo hanno un mucchio di esempi ma entriamo nello specialistico, io ho citato apposta due casi più tardi e più noti), ho parlato di una Imperatrice Bizantina aristocratica di nascita vissuta nel NONO secolo, che per quanto formalmente reggente (del figlio e della figlia), è stata realmente una Basilissa regnante pe runa dozzina di anni (consiglio lettura citato anche da wiki Ostrogorski: Storia dell'Impero Bizantino, è meno semplicistico di wiki), ha svolto una politica religiosa autonoma e contrastante con quella dei suoi predecessori, compreso il marito (sai cosa significa iconoclastia e iconodulia? sapendolo ci si farebbe un'idea della rottura operata da Teodora)), ha deposto un Patriarca di Costantinopoli, non un pinco pallino qualsiasi, ha promosso spedizioni militari sia in funzione difensiva che espansionistica, poi congiure di palazzo e colpi di stato sono una costante nella storia mondiale. Una sorte simile a Teodora la ebbe un secolo prima(è solo un esempio) Ratchis re longobardo deposto dal fratello Astolfo e mandato a Montecassino dopo aver preso i voti. Se vuoi esempi più tardi e decisamente più famosi ti ricordo Matilde di Canossa, Bianca di Castiglia e Isabella dempre di Castiglia
Roswita (siamo nel DECIMO secolo) era Badessa di un monastero benedettino (non convento) femminile, quindi con poteri molto simili a quelli di un Abate in un monastero maschile (ed entrambi, maschile e femminile, dipendevano dal vescovo di competenza territoriale). poi che secondo te abbia" <inventato racconti> che inneggiano alla verginità come dono divino" mi fa sorridere, ma te lo concedo, evidentemente non hai fatto un corso monografico su di lei per l'esame di letteratura latina medievale.  I drammi di Roswita sono rappresantati  annualmente a Gandersheim. Nel monastero le monache e le canoniche studiavano i classici latini (Terenzio per es., hai letto?) oltre alle sacre scritture. Roswita ha scritto anche la biografia di Ottone I di Sassonia, una cosuccia da niente ;) e la storia del monastero di Gandeersheim dalla fondazione. Per parlare di Rosvita con ragione di causa magari è utile leggerla: https://www.unilibro.it/libro/rosvita-di-gandersheim-bertini-f-cur-/dialoghi-drammatici-testo-tedesco-fronte/9788811588351   oppure https://www.unilibro.it/libro/rosvita-di-gandersheim/gesta-ottonis-imperatoris-lotte-drammi-trionfi-mel-destino-imperatore/9788884500656
Per il resto ripeto che manchi di prospettiva storica, è ridicolo pensare che chi ha vissuto 1000 anni fa in uno specifico contesto storico culturale pensi al nostro stesso modo. Non ho detto che c'era parità in un'epoca culturalmente dominata dal cristianesimo, è chiaro che il ruolo maschile era ampiamente preponderante, (ma nche dopo, diciamo fino al 19-20° secolo  - e geograficamente fuori da europa e nord america - qundo la struttura tipicamente patriarcale della cultura europea ha cominciato lentamente a cambiare), piuttosto ho contestato un clichè tipico di chi conosce poco la storia medievale e mette un millennio di storia in un grande calderone
Al posto di internet (?????) ti consiglio Storia delle Donne in Occidente. Vol. II Il Medioevo di Georges Duby, editore Laterza

4
The Leftovers / Re: The Leftovers: Soundtrack
« il: 7 June 2017, 20:19:40 »


Pachelbel's Canon - Classical Lullabies


Bridal Chorus from Lohengrin ('Here Comes the Bride') - Wedding Classics



Si tratta del tema melodico principale eseguito a una sola voce (arpa) dal Canone in Re Maggiore di Johann Pachelbel (la composizione è per Archi e basso continuo)

Tema melodico della marcia nuziale (Treulich geführt) tratta dal Lohengrin,  Richard Wagner

5
The X-Files / Re: [COMMENTI] - Season 7- The X Files
« il: 26 June 2016, 21:34:28 »
L'episodio  Chimera è molto bello, come fu Arcadia nella scorsa stagione. Le storie ambientate in questi quertieri americani fin troppo idilliaci sono le più inquietanti  :asd:

(clicca per mostrare/nascondere)

 (Arcadia lo vidi molto tempo fa, spero di non aver toppato episodio)

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 21:39:07[/time]
l'episodio 7x04 Millennium è anche una specie di finale dell'altra serie ? io volevo recuperarla dopo ma se vedo questo episodio di X-Files poi mi spoilero cose dell'altra serie suppongo,chiedo perchè ho letto qualcosina a riguardo ma non ho capito bene.

Si, questo episodio conclude Millennium (credo sia stato un espediente per dare un finale alla serie dopo la cancellazione )

6
Stati Uniti / Re: The Whispers [ABC] [Sci-Fi/Drama]
« il: 20 September 2015, 20:58:16 »
In definitiva, è una serie che mi suggerireste di guardare??

No no. ci sono miliardi di modi più sensati per impiegare il proprio tempo, compreso farsi una dormitina
Poi non capisco cosa c'è da rinnovare, secondo è talmente una boiata che meglio di così non poteva finire

Pagine: [1]