Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Avrengost

Pagine: [1] 2 3 ... 23
1
Ciao Avrengost :riot: ! Vista la Tua disponibilità ed il fatto che hai letto i libri, Ti chiederei, se possibile e se Ti va, di farci un breve riassunto NON DEI LIBRI, per carità  :aka: , ma invece del fatto che gli autori (visto che l'autore ufficiale della Space-Opera è solo uno pseudonimo..) hanno composto la Loro opera in ben 7 libri, e che l'epilogo di questa III stagione televisiva praticamente coincide con il III Libro, "Abandon's Gate - La Fuga.."..Ti torna? Quindi potremmo "legittimamente" aspettarci nella IV stagione che si  prosegua longo i percorso tracciato dagli autori?
Infine ci stà tutto  :metal: che si deve "concentrare" in pochi episodi/puntate tutta una storia, un personaggio, una situazione che invece nel romanzo occupa pagine e pagine! Questo è sempre stato il limite del trasferire in video qualsiasi racconto! Le emozioni che un romanzo, un libro, un racconto e comunque LA CARTA Ti trasmette SONO UNICHE! Uniche perché ciascuno di NOI E' UNICO, ed il modo in cui IO mi immagino ciò che viene raccontato nel libro E' DIVERSO dal TUO modo e dal modo di CHIUNQUE altro! Non ci sarà MAI un supporto digitale/visivo che potrà anche solo raggiungere i livelli DEL NOSTRO CERVELLO!
Ma a noi piacciono anche così, giusto?  :lol?: :lol?: :lol?:
Ciao fratello! A presto....

Chiedo perdono @forza toro!!, sono stato un po' preso.
Come è già stato risposto da altri, ora i libri corrispondono alle stagioni. Con la fine della terza stagione è stato finito Abbadon's Gate, il terzo libro.
I libri in cantiere sono 9, con il nono che dovrebbe essere l'ultimo, quindi potenzialmente si potrebbero avere 9 stagioni. Però essendo la serie passata di mano, non possiamo avere idea di come continuerà. O se durerà così tanto.
Io non ho le stesse opinioni sui libri di @X_X , ne abbiamo già parlato nella discussione apposita :asd:, ma entrambi pensiamo la serie abbia ancora molto da dare. Alla fine, per me, l'importante è che la gente si appassioni alla fantascienza, magari anche alla space opera come sottogenere, che da moltissimo tempo non dava frutti belli sugosi.
Per me è da BSG del 2004 che non c'è una space opera degna di questo nome (anche se non mi è piaciuto tutto tutto), ma ovviamente è solo la mia opinione. Discovery non regge bene, The Orville sì ma ha dei colori completamente diversi (io preferisco sempre le tonalità un po' dark, come anche nel dark fantasy), Dark Matter era godibile ma l'hanno troncato, Killjoys sembra banale ma alla fine mi aveva preso (ora sono indietro e prima o poi tornerò a guardarlo). Stargate nelle sue varie forme era un ottimo franchise (credo si capisca dal mio avatar :XD:), ma non era space opera.
Poi vi dirò, da appassionato e magari un giorno scrittore in erba, la letteratura di genere non è originale. Non può esserlo. Ci sono degli elementi molto specifici, che possiamo chiamare cliché, ma che fanno parte del genere e devono esserci. La differenza la fa l'abilità dello scrittore nel mescolare per bene le cose e presentarle in modo godibile, facendoci appassionare alla trama ed ai personaggi. Ma al giorno d'oggi è quasi impossibile essere originali. Vale per la letteratura, per i film, per le serie e per molto altro.
Tiro fuori questi argomenti perché avete cominciato voi :asd:, e sono una grossa digressione. Poi sono tutte opinioni personali, non ho ambizioni da critico d'arte. Ho trovato il finale della terza stagione affrettato, e molto. Ma non ha rovinato la serie. Avrei preferito più approfondimenti di ambientazione, trama e personaggi (nonostante l'ottimo lavoro fatto su Drummer ed Ashford, che sono risultati superiori ai corrispettivi nei libri), ma io personalmente non ho problemi con il "lento" in sé. Mi è piaciuto molto il nuovo Blade Runner, che non mi ha annoiato. Una delle mie serie di romanzi preferite è la Ruota del Tempo, che è molto lenta. L'unica volta che sono davvero stato soffocato dalla lentezza di un'opera è stato con 2001: Odissea nello spazio, ma lì credo siamo all'estremo totale :XD:
Poi sono anche relativamente di bocca buona, non mi sono dispiaciuti i film di JJ su Star Trek, che generalmente sono odiatissimi. Voi avete tirato fuori The Motion Picture, e metto la mia carta sul tavolo dicendo che per me il migliore è stato Primo contatto, scritto dallo stesso sceneggiatore che ci ha dato vari episodi epocali di TNG, molto DS9 ed il remake di BSG.
L'importante è si continui a voler investire in prodotti di qualità, e produrli. Magari là fuori c'è qualcuno con un nuovo Babylon 5 in testa, pensate a come potrebbe risultare oggi, una trama di quel livello con effetti speciali moderni. O anche un nuovo Farscape, più leggero e molto sottovalutato, ma che rimane nella mia top 5 di sempre.

2
The Expanse / Re: [Commenti] The Expanse - 3x07 - Delta-V
« il: 28 May 2018, 16:43:38 »
Poi è strano che la navicella che ha sbattuto contro l'anello non si sia rotta, eppure s'è bloccata di colpo tanto da far disintegrare il pilota (geniale come l'hanno pensata  :zizi:)
Non capisco però perchè gli è cresciuta così tanto la barba, lui non era partito per l'anello già sei mesi dopo la fine dello scorso ep visto che appunto ha sentito alla tv che tutti ne parlavano? E' dovuto alla velocità a cui andava e gli passava più lentamente il tempo?  :scettico:

PS: solo un genio però decide di fare una pazzia del genere dopo che una ragazza di quel tipo ti ha detto che ti aspetta  :suicidiosenzafronzoli:  :asd:

E' tutto dovuto al titolo stesso dell'episodio, Delta V https://it.wikipedia.org/wiki/Delta-v
Il cinturiano fuori come un balcone non aveva una nave con propulsore Esptein, ma stava usando la gravità dei pianeti del sistema solare come "effetto fionda" (slingshot) per acquisire accelerazione e battere un qualche record (l'arrivo nell'orbita di Giove mi pare). Poi la tizia è rimasta da sola troppo tempo (perché c'è voluto parecchio tempo, si vede) ad arrivare su Giove, e se la fa con il tizio statuario e perizomato :XD:
Lui ci rimane male, ma con tutta la solfa dei notiziari sull'anello, che sta venendo bloccato dalle marine terrestri e marziane (che hanno appena firmato la pace) perché non sanno cosa sia, lui decide di compere l'impresa massima: essere il primo ad attraversarlo.
Qui c'è una noiosa ma accurata rappresentazione delle distanze nel sistema solare: http://joshworth.com/dev/pixelspace/pixelspace_solarsystem.html
Ci mette altri mesi ad arrivare (a motore spento, quindi fino all'ultimo è sembrato soltanto un pezzo di ferraglia alla deriva) perché l'anello è oltre Plutone :asd: e sparando un supercazzola ai marziani, si lancia dentro l'anello. Pecca sia una specie di Stargate, e l'abbia decelerato improvvisamente per farlo passare. La nave è rimasta intatta, ma la decelerazione improvvisa (e notevole) ha spappolato il pilota mentre la nave poi è lentamente passata :XD:
Scusate lo spiegone.
Comunque tutti abbiamo fatto qualche cazzata gigante per le bewbs nella nostra vita, ma ammettiamolo, siamo ancora qui per raccontarlo :asd:

3
The Expanse / Re: [Commenti] The Expanse - 3x02 - IFF
« il: 23 April 2018, 18:04:42 »
Solo a me è sembrata una cazzata la storia degli attrezzi che volavano così da una parte all'altra della navicella? Non siamo nello spazio, in assenza di gravità? Ovviamente a fisica sono una sega.

Nei libri viene spiegato fin troppo, ma mettiamola così: la tazzina che ora è posata sulla mia scrivania è ferma perché la gravità la attira verso il basso. Se la mia stanza fosse la cabina in una nave spaziale in assenza di gravità, fluttuerebbe. La nave in combattimento esegue delle manovre repentine in diverse direzioni, accelerando improvvisamente in direzioni differenti per evitare/schivare, quindi si sposta rapidamente. La tazzina fluttuante rimane ferma, ma io le arriverei addosso con l'accelerazione della manovra della nave in quel momento (per es. 6G, significa 6 volte l'accelerazione di gravità che c'è sulla Terra).
Il sistema di riferimento poi dipende come lo consideri, perché a tutti gli effetti io potrei ritenermi fermo ed essere la tazzina ad arrivarmi in faccia a 6 volte il peso che avrebbe sulla terra. Immagina il trapano che Amos prende al volo.
Spero di essermi spiegato. E' lo stesso motivo per cui precedentemente Amos, quando ripara il tubo, viene sballottato di qua e di là, e di quando rimprovera Holden per non aver messo via la tazza di caffè che stava bevendo.

Edit: aggiungo che, secondo me, la scena può essere un po' forzata ma viene inserita come "marchio di fabbrica" di The Expanse, è un po' uno degli elementi che la distingue da altre space opera dove la gravità non è mai un problema. Lo stesso vale per i libri. Si è talmente abituati all'Enterprise (che io adoro, eh) in cui la gravità artificiale tiene tutto fermo immobile, che queste cose appaiono una novità.

4
Vikings / Re: [COMMENTI] Vikings 5x03 - Homeland
« il: 8 December 2017, 13:12:46 »
Mi dispiace ma non sono d'accordo. Si può certo guardare con l'occhio razionale di oggi, ma questa serie è sempre stata impregnata di misticismo, e così io scelgo d'interpretarla.
Ivar non viene colpito dalle frecce perché, come detto dalla schiava, lui è il prescelto dagli dei. La stessa cosa succede ad Haehmund quando cadono nell'imboscata: le frecce volano, i soldati attorno muoiono, ma lui rimane in piedi, non indietreggia, e non ne viene scalfito.
Infine Ivar viene colpito alla gamba da una freccia che sembra provenire dal cielo, quasi fosse guidata dal dio cristiano, e lui la strappa via senza battere ciglio. Simmetricamente Haehmund viene trafitto e la strappa scagliandola via, come nulla fosse.
C'è una simmetria tra i due prescelti delle differenti religioni.
Eccezionale Ivar che coperto di sangue urla e ride come un demonio, e sicuramente così è parso agli occhi dei cristiani, che hanno esitato ad attaccare.
Lo stesso si può dire di Floki: tutte le sue visioni e la sua guarigione miracolosa possono essere il frutto del delirio della febbre dovuta all'infezione, dalla quale però infine guarisce (in fondo non sappiamo quanto tempo è passato), oppure può essere davvero il tocco degli dei.
Facciamocene una ragione, questa serie è un mezzo fantasy :asd: e secondo me ci sta tutto.

5
Sì, anche a me è sembrato Amos abbia individuato subito il sabotatore, è che non c'è stato il tempo di "risolvere la situazione".
(Immaginate liberamente cosa possa significare "risolvere la situazione" per Amos.)

6
Stati Uniti / Re: Star Trek [Vari] [Sci-fi] [Cult]
« il: 12 August 2018, 11:45:57 »
Mi ero espresso sul forum di The Orville, preso dall'entusiasmo, e mi hanno fatto gentilmente notare che c'era un'altra discussione al riguardo :asd:

Semplice semplice:
1) Pls don't suck
2) Pls don't suck
3) "Picard potrebbe non essere più un capitano, potrebbe non essere l'uomo a cui eravate abituati", da Sir Patrick Stewart stesso:



Come cercavo di spiegare dall'altra parte, e per come ho sempre inteso io JLP, le ipotesi 20 anni dopo Nemesis, se non vogliono stravolgere completamente il personaggio (o uscirsene con un colpo di genio) sono poche:
. JLP è un ammiraglio in pensione o con un ruolo di testa e meno d'azione, ha accettato la promozione quando gli hanno offerto un posto che abbia poco a che fare con i veri pezzi grossi del comando della Flotta (es.: direttore dell'Accademia della Flotta, direttore del corpo diplomatico della Flotta... questi ultimi in teoria sono civili, ma ci starebbe un ammiraglio in pensione come JLP)
. JLP è un diplomatico, in pensione o meno

In ogni caso per me avrebbe senso che avesse un ruolo semi-attivo di consulenza, e la storia possa vertere su una crisi immane (es. appunto i Borg), e che venga richiamato per la sua esperienza. Questa motivazione per me avrebbe senso perché sarebbe un ottimo tema per una miniserie, e ci starebbero bene tutti quegli elementi a me cari della space opera: la grande crisi improvvisa, l'eroe che viene richiamato dalla pensione... Lascerebbe spazio alla presentazione e crescita di nuovi personaggi più giovani, che all'inizio gireranno attorno all'eroe, ed alla comparsa di varie guest star:
. Riker come ammiraglio pezzo grosso della Flotta, se c'è uno tra tutti quelli di TNG nato per arrivare fino in alto sarebbe stato proprio lui, come visto in "All good things", e l'attore adesso ne avrebbe proprio l'aspetto
. Data potrebbe essersi invecchiato artificialmente ed esteticamente, perseguendo la sua continua mission di sembrare più umano, ed essere un super consulente scientifico, Geordi similare
. La dott.ssa Crusher potrebbe essere a capo dell'intera Starfleet Medical, l'età non le impedirebbe di farlo
ecc.

L'importante sarebbe non basarsi solo sulle vecchie glorie, dare trama e contenuto vero e proprio. Dai CBS, non è che non ci siano giovani attori di talento o che i bravi sceneggiatori siano finiti.

PLS DON'T SUCK :interello:

7
L'episodio tiene incollati, inutile negarlo. Per metà cercando di capire cosa succede nel buio e per la velocità delle scene :asd: ma è indubbiamente spettacolare, probabilmente da storia della televisione.
Lasciamo stare tutto ciò che accade nei libri (che una volta non si potevano manco nominare, pena l'iscrizione sul Muro della Vergogna).
Ma cerchiamo di essere obiettivi ed onesti, per favore.
I dothraki sono morti inutilmente, in un gravissimo errore strategico chiaro anche a chi non abbia una tesi in storia militare. Ed il motivo è uno solo, ed è meta: dovevano farli sparire per creare tensione quando arriveranno in quattro gratti ad affrontare Cersei. La cosa ancora più grave è che a preparare questo piano c'erano un sacco di nobili, addestrati e preparati proprio in queste cose: da Jon (che è stato tirato su da Ned come fosse uno dei suoi figli), a Jorah Mormont (perfino la bambina dei Mormont ne capisce), a Tyrion che ha rovesciato le sorti della battaglia delle Acque Nere, ad altri. Scelta ingiustificabile con la coerenza dei personaggi presenti. Dovevano liberarsi dei dothraki e l'hanno fatto in modo spettacolare, che ti sbalordisce, perché vedere quelle migliaia di space infuocate spegnersi sconvolge e dà il senso dell'imbattibilità di ciò che sta arrivando nella notte. Ma questo è un senso esterno alla trama, ai personaggi, all'ambientazione. E' incoerente.
Ed hanno violato anche una delle regole principali di GoT: che tutti possono morire, ed in modo orribile. Hanno salvato una quantità immane di personaggi, in questa battaglia, il cui arco narrativo è terminato. Solo perché piacciono ai fan. Da Thormud che piace agli hipster per la sua barba (quando il suo scopo è stato guidare i bruti dalla parte di Jon), a Brienne (il suo scopo è stato proteggere per un po' le Stark ma, soprattutto, fare di Jaime un brav'uomo), a Sam (che ormai ha detto a tutti come uccidere gli Estranei e chi sia Jon), e magari potrei trovarne altri. Non ditemi che Jorah poi muore, perché si salva incomprensibilmente dal massacro dothraki, solo per poi darci la scena strappalacrime. Di Theon non me ne sarebbe potuto importare di meno, si sarebbe meritato un "Edd fetch me a block" per quello che ha fatto a Grande Inverno, niente di più. Ecco, di Edd m'è dispiaciuto. Lady Mormont e la sua morte spettacolare, perché sì. Perché piaceva.
C'è solo una parola per tutto questo, ed è appunto fanservice. E no, non provate e rigirare la frittata: l'hanno dichiarato ufficialmente, almeno per lady Mormont. Doveva fare una comparsata, ma è piaciuta così tanto che l'hanno tenuta.
Sull'uccisione del Re della Notte non ho un problema con il fatto sia stata Arya, ma sul come (come hanno detto in tanti). Sembrava di guardare un anime scadente. E non sapremo mai il perché del grande inverno (che ci viene presentato dall'episodio pilota come l'estrema minaccia). Non sapremo mai il perché dei bambini tramutati in Estranei. Non sapremo mai il vero perché degli Estranei: conosciamo come è stato creato il primo, ed il suo perché, ma non come mai abbiano continuato dopo la morte dei loro creatori. Cosa sono, delle macchine che proseguono con la loro programmazione anche esaurito lo scopo originale?
Ci mostrano come il Re della Notte si faccia il bidet ogni mattina con il fuoco di drago, per poi farlo uccidere da una singola pugnalata d'acciaio di Valyria. Strano, quell'acciaio veniva prodotto con il fuoco di drago, ne avrei dedotto ne fosse immune. Gli altri Estranei non pervenuti.
Melisandre che decide di averne abbastanza, e fa la fine dell'uomo che bevve dal Graal sbagliato (sì, lo so che in realtà "ha esaurito il suo scopo", ma è deprimente come l'hanno fatta sparire). Non sapremo mai i dettagli del Dio della Luce, della sua lotta contro il gelo. Un dio capace di riportare in vita, quando tutti gli altri dei paiono inesistenti.
Ma questi sono solo piccoli dettagli nel grande schema delle cose, l'importante è tagliare le siepe con il decespugliatore elettrico il più in fretta possibile, e darci il Clegane Bowl, tornare alla lotta tra casate che, dopo quella che doveva essere la fine del mondo, mi parrà una discussione da riunione di condominio.
In attesa anime Arya uccida anche Cersei, l'Arya che non ha nemmeno terminato l'addestramento. A quel punto potevano assoldare tre Uomini Senza Volto e risolvere tutto con due morti invece di otto milioni.


8
Seguo a fatica.
Troppi pianti, troppe supercazzole, troppi personaggi invisibili.
Non mi permetto di dare voti, ma con questo budget (perché da vedere è notevole) potevano tirare fuori delle sceneggiature migliori.
Troppo incentrato su un unico personaggio, e nemmeno troppo interessante. Avrei voluto conoscere Ariam, prima la facessero fuori. Così non ho provato niente.
Vorrei Tyler, invece di piangere sempre, si ricordasse di essere un klingon, anche se con un involucro differente. Al: "Se mi tradirai, morirai in modo lento e doloroso", avrei voluto sentire: "Sono un klingon, non temo la morte". Avrei voluto vederlo prendersi una pugnalata e fregarsene.
Tilly ridotta a macchietta fastidiosa.
Come per la prima stagione, mi piace il personaggio del capitano. Il resto continuo a trovarlo meh.
E continuo a vederlo, perché mi son detto che, in fondo, anche TNG aveva avuto una prima stagione non proprio bellissima, potrebbe migliorare. Boh, non mi pare.
Ed anche io ho pensato ai Borg. Tanto stiamo parlando di paradossi temporali, tutto è possibile. Lealand ha anche detto qualcosa che parafrasato potrebbe essere "ogni resistenza è futile".
Davvero, boh. Un po' meno politically correct e più coralità nei personaggi non farebbero davvero male.
E, lo ripeto ogni volta, potevano ambientarla nel 2400, così potevano usare tutti gli effetti speciali sulla nave e non avere problemi di canon.
Boh.

9
Stati Uniti / Re: The Orville [FOX] [Sci-fi/Dramedy]
« il: 1 April 2019, 00:57:26 »
(clicca per mostrare/nascondere)

10
News / Re: [ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs
« il: 26 September 2018, 20:08:09 »
Comunque riflettevo sulla questione pirateria, e mi sono venute in mente due cose.

La prima, un parallelo con i videogiochi. Una volta le persone si passavano i cd, dvd, o scaricavano da siti "appositi" il videogioco invece di comprarlo, studiando i modi per mettersi un eseguibile che aggirasse l'antipirateria, e sperando di non prendersi tanti di quei virus che nemmeno andando a professioniste a Caracas. Poi aggiornavano la versione, risolvendo qualche bug, e dovevi ricominciare la ricerca. Poi venne Steam, ed i successivi. Niente sbattimento per piratare un gioco, se lo vuoi subito paghi la cifra intera, se sei come me e sei un peocino, metti in wishlist ed attendi due anni, finendo a spendere 10€ o meno per 50-100 ore di divertimento (almeno per i giochi che piacciono a me, e considerando che non ho 8 ore al giorno da starci dietro). E' legale, e mi basta premere un bottone per scaricare il gioco, senza virus, con gli aggiornamenti necessari. Dal mio punto di vista questa è stata la soluzione alla pirateria videoludica: la soluzione legale è più comoda di quella illegale. (So che ci sono altre piattaforme, non è sempre così idilliaco ecc., ma spero di aver spiegato il concetto.)

La seconda: sorvoliamo l'Italia e mettiamoci nei panni di uno spettatore US, per fare un discorso ipotetico. Ci sono decimille "canali", produttori, paywall che ti impediscono di vedere quello che vuoi senza spendere una follia. Perché la HBO fa GoT e non lo cala agli altri. Lo stesso Netflix, Prime Video, CBS All Access e chissà quanti altri. Quindi se volessi godere di quei contenuti mi dovrei fare un esame di coscienza: o mi comporto legalmente e pago una follia per abbonarmi a qualsiasi cosa, o sticazzi e scarico. Aggiungiamoci che scaricare una puntata di qualcosa che è stato passato in tv è assurdamente facile.
Siamo nella situazione esattamente opposta. Per farsi la guerra tra di loro rendono più difficile il procurarsi i prodotti che uno desidera (perché se ti piace un prodotto di un network è facile ce ne sia uno simile di un altro che t'interessa allo stesso modo), spingendo maggiormente verso la pirateria o, se uno proprio è immacolato, a dire: "Sticazzi allora non lo guardo, almeno però sono integro. Ora vado a stringermi il cilicio".
Per me la seconda scelta è fallimentare (non nel senso che falliscono i network, ma che potrebbero guadagnare molto di più). Invece di rendere più facile la legalità rispetto all'illegalità, si incasina e peggiora il tutto, alimentando la pirateria o lasciando che chi vorrebbe ma non può spendere una follia con 10 network diversi, rinuncia.

11
News / Re: [ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs
« il: 27 September 2018, 18:29:14 »
ti cito giusto per  precisare un paio di punti. Nulla da obiettare sul secondo punto  dove ti do ragione in toto ma da gamer sfegatato ti posso dire che ora come ora piratare i giochi non è mai stato così semplice.
Personalmente non ho mai amato piratare i giochi perché  a parte i virus (  prima di steam bastava  affittare un gioco e clonarlo  con il famoso Nero)  rischiavi una serie enorme di bug che ti incasinavano il gioc al punto  da non poterci giocare.
Adesso  ci sono addirittura i record  per quanto riguarda il tempo trascorso tra l'uscita e  il momento in cui qualche   pirata mette online la versione bucata di un gioco.

 ti segnalo ad esempio

 https://www.eurogamer.it/articles/2018-09-21-denuvo-i-giochi-inviolabili-non-esistono-cio-che-facciamo-e-proteggere-le-vendite-iniziali

in questo link trovi  l'intervista di uno dei principali manager di una azienda proprietaria del miglior sistema antipirateria  per i giochi (  il record di cracking  al momento sta a 24 ore per  il gioco la terra di mezzo l'ombra della guerra)

https://www.everyeye.it/notizie/la-terra-mezzo-l-ombra-della-guerra-denuvo-stato-violato-dopo-24-ore-307848.html

 e poi come se non bastasse ci sono  i key reseller
 i  torrent  ecc...

ho un sacco di amici che non potendo  permettersi di comprare giochi piratano ( peccato soltanto che poi non possiamo giocare online )

quindi i modi per avere giochi a meno o niente esistono eccome  :)

Non dico tu abbia torto, intendo solo sostenere che mi costa meno fatica mettere via 10€ e spenderli in saldo che sbattermi a trovare una copia non legale. Per questo secondo me è un sistema vincente.
Per quanto riguarda le serie tv invece è il contrario.
Leggevo proprio ieri un articolo propinatomi da Google News sull'abbonamento premium di Netflix: 14€ al mese con 4 profili su 4 schermi diversi, quindi sostenevano si potesse dividere in 4 persone e spendere 3,50 al mese. Ecco, così diventa facile e conveniente. Difficile non risparmiare 3,50€, volendo. Peccato l'ostacolo successivo: ogni network produce il suo e non lo condivide, quindi magari evviva ho Stranger Things ma GoT me lo sogno (tanto per citare delle serie di punta).

Comunque, tanto per non andare completamente OT, per mantenere viva la community sarebbe bello mantenere la home con le gif delle varie serie quando ne esce la puntata, con evidenziate quelle che abbiamo in MyItasa, ed invece del link ai sottotitoli andare direttamente al forum relativo. Cioè uguale a prima, ma con solo i forum di discussione.
Dai che prima o poi riprenderanno Discovery e The Orville, ho bisogno di leggere la gente che si minaccia l'una con l'altra dicendo questo fa schifo invece quest'altro e bellissimo :asd:

12
News / Re: [ANNUNCIO IMPORTANTE LEGGETE TUTTI] So long, Italiansubs
« il: 17 September 2018, 19:13:50 »
Sono colpito dalla notizia. Non so nemmeno da quanto bazzico questo posto, sicuramente da qualche parte potrei recuperare l'informazione ma non c'ho voglia, perché non è un contest di chi ce l'ha più lungo tra gli utenti. Ricordo solo che cominciai disperatamente a cercare di capire cosa dicessero in Battlestar Galactica, che in Italia non veniva ancora trasmesso, e trovavo solo sottotitoli in inglese ed assolutamente fuori synch. Roba da mal di testa. Non ricordo se fu il modo in cui vi trovai, ma non importa.
Non conosco nemmeno quanto sul filo del legale si sia camminato, e non posso certo dare un'opinione utile in merito.
Però voglio dire questo: grazie a chi s'è fatto il mazzo per gli altri senza prendere un quattrino.
Più che essere triste per la perdita dei sottotitoli, spero di poter continuare a commentare le serie di fantascienza in mezzo al resto dello zero virgola della popolazione italiana a cui interessano :asd:
Aggiungerei, se mai a qualcuno "di potere" capitasse di leggere un commento che cerca di essere civile e pacato, che è anche grazie alle serie tv in lingua originale che il mio inglese è migliorato tantissimo. Voglio pensare fosse più che decente già prima, ma ho fatto l'orecchio ad un sacco di pronunce differenti ed ho imparato moltissime espressioni idiomatiche. Tutto questo ha avuto una sua importanza didattica, quindi non siamo così lesti a calare la mannaia.

13
Stati Uniti / Re: Major Crimes [TNT] [Crime]
« il: 21 July 2018, 17:54:47 »
(clicca per mostrare/nascondere)

14
Viste tutte le domande io metto qualche spiegazione sotto spoiler. Ripeto, cerco di attenermi alla serie.

(clicca per mostrare/nascondere)

15
Stati Uniti / Re: The Orville [FOX] [Sci-fi/Dramedy]
« il: 7 August 2018, 20:50:28 »
A me 'sta cosa del gran ritorno di JLP spaventa tantissimo. Non perché non mi piacciano il personaggio o l'attore, anzi, tutto il contrario.
Ma veramente mi sa da "strizzare la mucca del franchise finché può dare latte"... anche perché:

(clicca per mostrare/nascondere)