Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Obi-Wan Kenobi

Pagine: [1]
1
Intanto l'ultima cosa che le ha effettivamente detto prima di riscoprire tutto quest'amore fraterno è stato dirle che veder morire il suo malefico bastardo gli aveva dato più piacere di mille puttane bugiarde....
Abbiamo capito che i libri e la serie son cose diverse ma ciò non toglie che i due secondi di umanità di cui parli non cancellano tutti gli altri molti minuti di disprezzo DELLA SERIE, non dei libri.
Un momento drammatico (è dir poco) della sua vita, in cui giustamente ce l'ha a morte con tutti. Lui secondo me odiava Joffrey più di quanto odiasse sua sorella. In ogni caso, il suo mandare Jaime dalla sorella, è un atto di amore verso il fratello, non verso di lei. Un atto pericolosissimo, un azzardo, ma necessario. Tyrion ama suo fratello e sa che Cersei è la sua unica vita (per cui ha mollato Brienne in meno di niente). Non se lo immagina a ricostruirsi una vita senza lei. E, probabilmente, sa che una volta libero, Jaime andrebbe comunque da lei. Per questo vuole agevolare la fuga con l'aiuto di Davos. Perché vuole che Jaime sia felice.

2
se devo essere io a inventarmi le cose perché loro se ne sbattono di mostrarle con logica e coerenza è un bel problema, specialmente se pensiamo a quello che è (era) GOT e alla cura che aveva nel raccontare gli avvenimenti, non stiamo mica parlando di TWD
un conto è fare volontariamente una scena in un primo momento ambigua e che in seguito (tramite azioni e/o dialoghi) viene chiarita togliendo i dubbi, un conto è far le cose a cazzo perché sì, tanto poi ci pensano gli spettatori a trovare tutte le scuse plausibili o meno per giustificare la roba fatta coi piedi che si vede su schermo

Io non l'ho mai capito sto culto di Game of Thrones come capacità di narrazione. È sempre stato pieno di cazzate. Hanno scritto delle grandi scene, c'è della grande recitazione, ok, e spesso queste due cose hanno nascosto i difetti. Ma finché avevano un budget moderato (per non dire scarso), hanno avuto più attenzione per la narrativa (e riuscivano comunque a fare fesserie).... perché solo quello avevano. Non c'erano battaglie, non c'era "niente". Dovevano per forza di concentrarsi su quello Quando sono arrivati i soldi hanno cominciato a svaccare, perché concentrati più su altri elementi. Ma non venitemi a dire che le stesse cazzate delle ultime stagioni non c'erano prima.

Io sto facendo un rewatch di tutta la seria, 5-6 puntate al giorno, perché mi è piaciuta e perché sento già la mancanza di quei personaggi (non per cercare risposte o soluzioni, se qualcuno se lo stesse chiedendo). Come ho già detto, certi difetti hanno più risonanza in una stagione conclusiva, lo capisco e anche a me alcune cose non sono piaciute. Ma questi difetti ci sono sempre stati nella serie. Ne butto lì un po, giusto per ricordare...

- Robb Stark manda un corvo a ciascuno dei suoi alfieri, convocandoli per andare in guerra. Questi radunano i loro soldati e raggiungono Grande Inverno, partono per il Sud e, dopo aver marciato qualche settimana, allestiscono il loro accampamento pronti ad attaccare. Il tutto in cinque minuti scarsi di screen time.
- Gli Stark scoprono un esploratore Lannister. Robb lo risparmia e lo manda da Tywin per avvisarlo che 20.000 uomini del Nord andranno al sud a rompergli il culo. Ottenuto il lasciapassare dei Frey, gli Stark si dividono. L'accampamento di Tywin viene colto di sorpresa, ma riesce a respingere gli aggressori, che si scoprono essere un diversivo composto da appena 2000 uomini. Gli altri 18.000 colgono alla sprovvista il contingente di Jaime, facendolo prigioniero. Se Robb ha concesso all'esploratore di riferire i numeri dell'esercito Stark, come mai tutti e due gli accampamenti Lannister sono stati colti di sorpresa?????? E se entrambi non aspettavano un attacco (però avevano mandato l'esploratore) a cosa è servito sacrificare 2000 soldati (poco prima gli Stark non erano sicuri che le loro forze fossero sufficienti)????
- Jorah e Dany discutono di cosa fare ora che Drogo è in fin di vita. C'è tensione tra i Dothraki. "Stanotte sarà meglio indossare l'armatura". Jorah esce dalla tenda e trenta secondi dopo è di nuovo da lei con tutti i pezzi dell'armatura addosso.
- Theon invia un corvo a Robb, spiegandogli che ha preso possesso di Grande Inverno. Robb, incazzato, vorrebbe tornare subito a Nord, ma viene convinto a continuare la Guerra. Theon trucida due orfanelli spacciandoli per Bran e Rickon. Fa uccidere tutti i corvi messaggeri per evitare che qualcuno avvisi Robb. Maestro Luwin gli dice che, se prima c'era una possibilità di perdono, ora Robb verrà a Nord a giustiziarlo. Theon spocchioso gli ricorda che Robb non saprà mai nulla perché hanno ucciso i corvi (ah!, quindi avergli preso il castello e averlo informato non è un problema, ok...).
- il Mastino vince il duello contro Beric (3x05), che ordina alla Fratellanza senza Vessilli di lasciarlo andare libero. Dal covo nessuno è mai entrato o uscito liberamente, ma sempre accompagnati e col cappuccio in testa (si presume che anche stavolta si farà la stessa cosa con Clegane). Nella 3x06 Melisandre lascia roccia del Drago, ragfiunge la Fratellanza e si fa dare Gendry. Nella 3x07 Arya litiga con Berric e Thoros e corre via sotto i loro occhi: la Fratellanza la insegue, hanno solo pochi metri di svantaggio, ma Arya, in piena notte, riesce a scappare da una caverna dietro una cascata in cui è sempre entrata/uscita incappucciata, seminando chi quel posto lo conosce davvero a occhi chiusi. Dopo aver fatto pochi metri, viene rapita da Clegane nel bosco (cosa ci faceva ancora là così tanti giorni? Ah, si, aspettava per convenienza di trama).
- Clegane e Arya raggiungono Le Due Torri. Si fermano sull'ultima collina prima del fiume perché Clegane deve fare meranda (giuro) e "tanto loro sono là, non vanno mica via". Ovvero, se facevano entrate Arya e il Mastino di giorno e prima del matrimonio poi sarebbero dovuti morire con gli altri.
- Theon (cresciuto a Grande Inverno da Ned Stark) viene fatto fuggire da Forte Terrore e poi fatto infiltrare di nuovo a Forte Terrore. E non vede, nè riconosce i simboli dei Bolton. Quando Ramsay lo tortura, esortandolo a ipotizzare dove si trovi (lui è appeso ai pali incrociati, simbolo dei Bolton), Theon non ha proprio la minima idea. Perché? Eh, perché bisogna fare il colpo di scena (verrà più avanti) in cui poi sveliamo che Grande Inverno è stata bruciata da Ramsay e non dai Greyjoy. :doh:

Post unito:  3 June 2019, 19:02:44
Ma il Tyrion dei libri mai nella vita penserebbe a salvare Cersei anzi non si fiderebbe mia di lei a prescindere, ci ricordiamo nella seconda stagione cosa gli disse no ?



Raga però usciamo da questo interminabile equivoco di continuare a confrontare libri e serie tv. Sono due strade diverse.
L'ultimo incontro tra Cersei e Tyrion, prima di quella scena, è un momento in cui entrambi manifestano umanità uno verso l'altra (e lo faranno ancora dopo questa cena). Lui le fa questa minaccia per rendere credibile che Ross sia la sua amata, così che Cersi non scopra Shae.

3
Non sembrava chissà che esercito quello di Jon, la maggior parte della gente che invade la città sembra composta da Dohtraki e Immacolati. :scettico:
Comunque Verme Grigio poteva ammazzare Jon, far sparire il corpo e dire che se l'era mangiato Drogon.  :asd:
Beh, l'accampamento che si vede fuori dalle mura prima dell'attacco, non mi sembra proprio composto da quattro zingari. ;)

È stata la cosa peggiore insieme al teatrino politico e all'indifferenza dei dothraki.

Non risparmia i nemici della regina ma fa prigioniero chi la uccide e poi va in biblioteca per studiare un po' di diritto (riprendo una battuta fatta qui dentro, non ricordo chi l'ha fatta)?

In tutto il west non c'è esercito grande come quello di cui TN è appena diventato comandante.

C'erano tante possibilità...non si è capito perché lo stesso Jon si sia fatto sgamare. Sicuro non ha parlato con nessuno dei "suoi" se l'hanno fatto prigioniero.
I due fenomeni non hanno approfondito, ma proprio perché lasciano aperte tante possibilità, potrebbe essere successo di tutto. Jon si è fatto sgamare? Da cosa si evince? Magari, ripeto, ha raggiunto il suo accampamento, raccontato tutto a Davos e poi si è consegnato a Verme Grigio.
Sto esercito immenso di cui diventa capo non lo capisco. Probabilmente i due schieramenti si equivalgono. Solo che uno è dentro le mura e l'altro è fuori.

4
se alla prima occasione utile vieni meno al giuramento di fedeltà verso il TUO RE che tu stesso hai praticamente ELETTO PER ACCLAMAZIONE, allora c'è qualcosa che non va in come gli sceneggiatori scrivono le cose
e come dicevo prima, hanno tradito prima Jon che Daenerys, e per quale motivo? boh, inspiegabile, perché se Jon ha giurato fedeltà a Daenerys lo ha fatto per salvare il culo a tutto il Nord stesso, ma questa cosa non viene mai affrontata se non in un frase ridicola di due secondi fatta dire da Arya
cioè davvero spiegatemi, a cosa serve Jon come Re del Nord se nessuno lo caga e ognuno si fa i cazzi propri? si torna sempre lì, hanno voluto forzare a far andare le cose in un determinato modo e quindi se ne sono sbattuti di tutto, le cose devono andare così perché sì
Rispondo ai tuoi quote, perché ho cominciato i miei interventi proprio quotando frasi tue, ma poi direi che possiamo solo prendere atto che abbiamo opinioni e vedute diverse e fine ;)

Ho detto che il gesto di Jon crea malcontento, non che c'è una rivolta in atto (di fatto non ce n'è,  ma c'è la presa di coscienza di Dany che tutte le attenzioni sono per gli Stark). Non vedo gente che se ne frega di Jon. Vedo gente che dissente con Jon. Il tutto è rappresentato in maniera simbolica (forse un po troppo) dalle continue proteste di Sansa e Arya (e forse Lyanna nella prima puntata? Non ricordo)

che è una cosa ridicola perché ripeto, senza di lei non ci sarebbe stato nessun banchetto... la cosa ancora più ridicola è che l'unico a cui hanno fatto venire in mente di brindare a lei è il più stupido che c'è lì dentro cioè Tormund, in pratica TUTTI gli altri personaggi presenti li hanno fatti diventare più scemi dello scemo del villaggio :doh: 
e poi ci si chiede dov'è che i personaggi sono scritti male in questa stagione... il Nord, quello composto da uomini onorevoli (quando fa comodo però) e da valorosi guerrieri, che non danno il minimo riconoscimento a chi ha sacrificato metà esercito ed è scesa personalmente in campo per aiutarli durante la battaglia, è proprio una scena scritta bene dai
l'amore incondizionato se l'è sempre guadagnato, non è che lo vuole per grazia divina, questo almeno ci hanno fatto vedere per quasi tutta la serie... poi nell'ultima stagione stravolgiamo le cose perché sì, perché devono andare così
Non dico che la scrittura sia da Oscar. Per carità. Ma quello che io penso non è frutto di pipponi mentali. È semplice elaborazione di quello che ho visto. Tutti hanno combattuto questa guerra. Dany non è piombata dal cielo all'improvviso come una dea salvatrice. Li ha raggiunti per combattere fianco a fianco. Ha salvato il culo a molti e per questo il Nord le deve essere grato. Ma lei vuole di più. Non le basta graditudine: vuole la sottomissione. Vuole tutti i 7 regni sotto di se. Ma questo non vuol dire che il Nord sia ingrato o che ci sia incoerenza. È un popolo diffidente, che sta uscendo lentamente da un periodo nero: Ned Stark, Rob Stark, una guerra intestina. Si stanno riorganizzando. E gli arriva tra capo e collo una minaccia apocalittica e un'alleata potente che però vuole essere loro regina.

veramente di Dany bambina non sappiamo nulla (parlo della serie), è già ragazzina quando la vediamo e finisce subito nelle mani dei dothraki
e come ho scritto sopra l'amore di Drogo e di tutti gli altri man mano se lo guadagna, il resto che scrivi su ossessione e bisogno di essere amata è un pippone mentale fatto per giustificare e trovare un senso a quello che hanno scritto gli sceneggiatori nell'ultima stagione (la sua ossessione era tornare a casa e riprendersi il trono), è molto grave che debba essere io spettatore a fare questi viaggi e non siano le immagini a mostrarmene lo sviluppo e a farmelo intendere
Si è vero, all'inizio della serie Dany avrà circa 20 anni (Emilia ne aveva 23 mi pare quando girò il pilot): il suo status quo iniziale suggerisce che il pregresso sia stato tutto tranne che rose e fiori, quello che scrivevo prima mi sembra valido. Drogo è l'unico di cui conquista l'amore con amore. Il resto è una lunga serie di atti impressionanti che elevano la sua figura a predestinata, dea, salvatrice... entra nel fuoco con tre pietre, ne esce illesa con tre draghi (conquista due volte le orde dothraki così, la seconda volta ammazzando i boss che volevano farle fare una brutta fine), sconfigge/trucida gli schiavisti e via dicendo... Rimango fermo nella mia convinzione sul discorso psicologico/amore che ho fatto prima.

che è un altro nonsense, perché la città e quel "tutti" a lei non hanno fatto nulla
secondo logica e coerenza con quanto visto riguardo la Daenerys delle scorse stagioni, lei l'ha sempre fatta pagare a chi in qualche modo le aveva arrecato danno e/o le aveva fatto girare le scatole... per cui in quel contesto lei ce l'ha a morte con Cersei, ce l'ha a morte con Euron, al limite può avercela a morte con la Montagna che è l'esecutore materiale della decapitazione di Missandei, ma non può avercela a morte con i cittadini della capitale
Dissento. I cittadini non aprono le porte, non si ribellano a Cersei, come lei invece si aspettava. Il loro non schierarsi favorisce il teatrino di Cersei, che giustizia Missandei. È per questo che Dany ce l'ha con tutti. Ne ha di motivo per odiarli, eccome. Si aspettava una replica degli eventi di Meereen o Yunkai, e inveve trova porte sbarrate e Cersei che fa la splendita.
Certo, Approdo del Re è la stessa che mostrava piselli in faccia a Cersei e la trollava alla fine della quinta stagione. Ma quella poi ha fatto strizzare il culo a tutti facendo saltare in aria il Tempio con mezza nobiltà di Westeros la dentro. Figurati cosa fa a loro. E Dany è una di cui non sanno nulla (magari Cersei e Qyburn hanno pure diffuso false voci su di lei). Si poteva fare meglio? Un po si. Ma non la considero certo merda da buttare via.

libera interpretazione tua, io su schermo ho visto una Daenerys che acconsente alla richiesta di Tyrion di fermare l'attacco al suono delle campane ed eravamo già nella 8x05
se vuole radere al suolo la città da prima non c'è bisogno di nessun crollo a livello emotivo da farmi vedere, infatti stante questa premessa rimane una scena scritta col culo perché:
-se come dici tu già da prima voleva radere al suolo la città a quel punto era più credibile che partisse subito col distruggerla, invece prima ti fanno vedere che è lucidissima nel far fuori solo i nemici e poi le fanno fare il patatrac
-se invece volevi tenere fede al discorso del fermare l'attacco al suono delle campane per poi farmi vedere un crollo emotivo, allora fammi vedere anche qualcosa che scateni tale crollo e che giustifichi bruciare città e cittadini, che le parta l'embolo al solo suono delle campane è una roba ridicola
Io concordo col fatto che la transizione andava proposta prima, per dare modo al pubblico di accomodarsi col cambiamento di Daenerys (fermo restando che c'è a chi va bene anche questa soluzione). Ma ragazzi/e cosa cercate ancora nella 8x05!?!?!? La Daenerys che conoscevate non c'è più. Le è già partito l'embolo. Che logica cercate in una persona devastata? Acconsente con poco entusiasmo alla richiesta di Tyrion, che continua a romperle le balle, ma si trova in un posizione ben oltre il precario.

vabbè ragazzi, ha appena detto "They're hostages. In a tyrant's grip. Your sister knows how to use her enemies' weaknesses against them. That's what she thinks our mercy is: weakness. But she's wrong. Mercy is our strength."
Ma poi la frase del video, perdonami, riportala per intero, ometti la parte più importante.
[...] "Mercy is our strenght. Our mercy towards future generations who will never be held hostage by a tyrant." Futuro di cui questa Approdo del Re non farà parte. Mi sembra ovvio. Approdo del Re deve cadere perché al suo posto possa sorgere un nuovo (deviato) ideale. Sono tutti disperati. Tyrion non sa più come tenerla ferma. Verme Grigio ha già fatto la punta alla lancia, e non vede l'ora di entrare in città, lei non ne parliamo...
E quello che tu chiami "conquistare la città", è una corsa contro il tempo per sbarazzarsi delle mega balestre su mura e navi (un po troppo facile rispetto a quanto mostrato enlla 8x04), prima che quelli la tirino giù. Lei in quel momento non pensa certo alla città, alle promesse, a Tyrion. La sua conquista della città comincia dopo. Quando si ferma sulle mura, vive un uragano di emozioni: è carica di adrenalina, vede il traguardo a un passo, ma al tempo stesso è disperata, perché per arrivarci ha sacrificato troppo, e sa che rischia di perdere tutto per colpa di Jon. Odia Cersei e tutto quello che la Fortezza Rossa e la città rappresentano, emblema su cui poggiava il suo sogno, ma che scopre essere simulacro di falsità (il suo diritto è vano davanti a Jon) e azioni meschine e bassezze. Odia quei poveracci che stanno sotto e che non le hanno aperto le porte.

Questo, assieme ai precedenti post, è quello che penso. Ripeto, sono considerazioni che mi vengo in maniera spontanea. Non è una ricerca impegnata di possibili spiegazioni per giustificare quello che ho visto. Non voglio convincere nessuno, mi fa solo piacere scambiare opinioni.

5
Tutto vero.
La tua analisi è corretta ma tu hai preso tutti i vari elementi ed unito i puntini. Il problema di fondo è che questi puntini da D&D vengono uniti malissimo perchè il tutto accade in un episodio. Una trasformazione del genere merita molto più tempo ( Walter White/ Eisenberg :huhu:? ) non 60 minuti di robe prese alla stracazzo. :zizi:
Ti do ragione. Come dicevo, purtroppo hanno accelerato queste dinamiche alla fine, e la cosa un po mi dispiace. Hanno deciso di togliere episodi alle ultime due stagioni, puntando molto (se non tutto) sul comparto visivo (sia effetti pratici che digitali). E questa scelta si riflette sulla sceneggiatura. Bastava fare sempre dieci episodi (come molti sostengono)? No. Ci hanno messo un anno e mezzo per completare questi sei, figurati farne dieci, sarebbe stato impossibile incastrare gli impegni di tutti. Si sono rotti veramente il culo per le ultime due stagioni. Avrebbero fatto meglio a rinunciare a un po di questo spettacolo in favore di un più equilibrato charachter development? Probabile, anche se a mio avviso il problema è il fatto di essere alla stagione finale: se queste stesse cose fossero accadute in una stagione centrale, non penso ci sarebbe stata una simile rivolta. Io sono soddisfatto del quadro generale (un po meno di certi passaggi, quelli di Euron su tutti).


Dillo ad Aegon.
Scusami Duke, ma che vuol dire questo? L'evento che citi non smentisce quanto ho detto. Si inginocchiarono per avere salva la vita. Ma Aegon Il Conquistatore rimane comunque un invasore per loro, uno che non si fece problemi a incenerire chi gli si opponeva o rifiutava la sottomissione. Gli Stark non vollero spargimenti di sangue e si fecero trovare col ginocchio già per terra. E, come ho già detto, con gli ultimi anni di regno di Aerys, i Targaryen andarono in odio a molti, Stark compresi.
Ma non è vero. Giusto i Mormont e due tre casate.
Le altre o si sono schierate con i Bolton o hanno ignorato la richiesta.
E grazie ai cavalieri della Valle se gli Stark hanno ripreso Grande Inverno.
E scusami tanto, i Mormont più due/tre non sono sempre vassalli? Potrei anche ricordare male gli schieramenti, ma resta il fatto che dopo la battaglia Lyanna ricorda a tutti che il "Nord ha un solo Re, ed è il Re del Nord, il cui nome è Stark", al che tutti si ravvedono per gli errori commessi. Per i Cavalieri della Valle, sono stati risolutivi e gli hanno permesso di vincere, certo, ma non hanno a che fare col discorso che stiamo portando avanti (lealtà).

Grazie tante, aveva solo il fratello.
Appunto, dici poco, avevo solo lui, che per giunta era un sadico, schizzato di testa. Come vuoi che sia cresciuta sta ragazzina?

Ma Dany ha la capacità di farsi amare da tutti, è proprio un suo dono naturale.
Lo si è visto più volte, solo nell'ultima stagione per motivi di trama perde questa sua caratteristica.
È sempre stata amata dove è stato facile farsi amare, liberando schiavi oppressi, minacciando fiamme e facendo sfoggio di atti di forza/brutalità. Senza dimenticare che qualcuno le ha pure rinfacciato le sue azioni (gli schiavi che preferifano stare sotto padrone, o i figli i cui genitori non avevano commesso crimini, ma sono finiti comunque crocifissi). Quando finalmente mette piede a Westeros, scopre che esiste uno che è più amato di lei, uno che è ammirato per le sue virtù, non temuto. Non bastasse che ne ha già subite tante (ha da poco perso Viserion), scopre che Jon è più avanti di lei nella successione, le crolla il mondo addosso (Jorah, Rhaegal e Missandei saranno i colpi di grazia).

6
Ragazzi/e scusate se commento cose che avrete detto e stradetto, ma sarebbe davvero faticoso leggere più di 60 pagine di vostri commenti.

Premesso che a me hanno dato fastidio i ripetuti ribaltamenti (per esigenze di trama, da un episodio all'altro) della forza dei vari schieramenti, così come riconosco che hanno accelerato troppo improvvisamente determinate dinamiche, dico la mia in riferimento alla questione del Nord.

Non sono d'accordo con chi dice che "Dany non aveva problemi perché tanto Jon le aveva promesso fedeltà". Da sempre il Nord non ha mai voluto un condottiero straniero. I vassalli hanno aiutato a rovesciare i Bolton e rimettere uno Stark a capo di Grande Inverno (a cui per un po avevano voltato le spalle), seguendo le logiche del Nord. Non dimentichiamo che l'ultimo Targaryen prima di Dany trucidò due Stark (tra cui il padre di Ned). Il Nord ha giurato fedeltà a Jon Snow/Stark. Lui che si inginocchia davanti a Daenerys mette in crisi quell'atto di fedeltà. Non stanno convolando a nozze, nè unendo le due casate. Quindi Dany NON ha il Nord. Lo capisce dall'atteggiamento delle sorelle Stark, e dal rapporto tra Jon e quelli che lo conoscono. Il Nord non è con lei. Non come lei vorrebbe. Lei vuole amore incondizionato. Al banchetto per celebrare la vittoria sugli Estranei, lei è lasciata sola in un angolo a fare tappezzeria. Lei, la (autoproclamata) Regina di tuttecose, si scopre Regina di stograncazzo. Per lei le questioni amore e governo sono fortemente legate tra loro, il confine è talmente labile che spesso le due cose si confondono nella sua mente. In più, il tanto amato Jon è dinasticamente più avanti di lei nella successione al trono. Lei vede tutto il suo grande progetto/sogno incrinarsi.
Da bambina Dany non è mai stata amata dalla gente... vessata, abusata e trattata come merce dal fratello. Una ragazzina che subisce per anni queste cose. Poi sono arrivati Drogo (che però muore presto e male) e Daario (che lei però tratta come un amante di convenienza). A me sembra palese che Dany avesse l'ossessione dell'idolatria, del bisogno di essere amata da tutti. Questo da sempre (non solo nell'ultima stagione), da quando ha cominciato a liberarsi dalle sue catene (il fratello, i Dothraki pronti a sfancularla, tutta la questione schiavisti...). Era diventata una dipendenza psicologica. Aggiungiamoci anche la fissa dell'essere destinata a liberare tutti. Figurati se una persona così può accettare che un intero Regno se ne sbatte di lei e la rifiuta. Una persona che sviluppa una qualsiasi forma di dipendenza non ha questa gran capacità di giudizio rispetto al suo problema. Io la vedo così.

Per quanto riguarda Approdo del Re.
Nella 8x04 quando Dany, durante la riunione di guerra, con Sansa che la contraddice, acconsente a non attaccare la città (si parla di attacco, non distruggere), si vede che lo fa in maniera (prestatemi il termine) "scocciata". Della serie, "si, ok, faccio come volete, basta che vi state muti". Dany ha capito che non sarà mai amata. Vorrebbe giocarsi una carta rischiosa, mostrare i muscoli, per incutere timore, ma non tanto a quelli di Approdo del Re, ma a tutti gli altri. A quelli che la seguono, a quelli del Nord. Ad Approdo Dany ci arriva emotivamente instabile (come dicevo, psicologicamente è spezzata già da piccola). Ha perso due figli (e a questo forse diamo poca importanza, per lei quelli sono figli), Jorah e Missandei (il come fa schifo, dieci navi che in pieno giorno sbucano dal nulla, senza essere avvistate da nessuno.... terribile quella parte....). E poi a fine puntata, regà. Il suo sguardo. Dopo che giustiziano Missandei. È li che gliela prometta alla città. Quello è il momento in cui decide di nuclearizzarli tutti.
Quando le chiedono di cessare le ostilità al suono delle campane (8x05), si ripete il giochino: "si va bene, come dite voi". Ma proprio quando le sente suonare, ha quel crollo verticale a livello emotivo, per me reso benissimo da Emilia Clarke. Ma è già alla fine della 8x04 che lei vuole radere al suolo la città. Per il suo drago ucciso, per la sua amica. Non gliene frega di vincere e fermarsi. Si fermerà davanti alle prossime città da liberare, ma non davanti Approdo del Re.

7
No, col cavolo.
Lo spettatore deve solo godersi l'episodio, non deve fare il lavoro dello sceneggiatore ( che btw prende vagonate di soldi proprio per unire i puntini  :interello: )Considerato questo, io  telespettatore, che aspetta la fine di questa saga da anni, che aspetta questa stagione in particolare da due, come posso accettare questa cagata colossale? :interello:
Ma infatti non vorrei entrare troppo nel merito del gradimento finale, perché ognuno sviluppa una propria reazione a quello che vede. Non voglio certo convincere gli altri delle mie opinioni. Capisco la tua frustrazione.
Io ad esempio, finita di vedere la serie, pochi giorni dopo ho fatto un rewatch di 8x04, 8x05 e 8x06 e, probabilmente, a breve riguarderò tutta la serie completa. Le cazzate pazzesche ci sono sempre state nella serie (qualcuno ha detto Dorne?), ma ovviamente nella stagione finale hanno più risonanza. Troppe volte hanno abusato della sospensione dell'incredulità e spesso hanno piegato gli eventi alle loro esigenze. Io sono sempre stato molto critico e pretenzioso eppure nel complesso mi ritengo soddisfatto. Fosse stata una stagione di sole cazzate, avrei reagito come voi forse, ma io ho vissuto anche delle emozioni. La guerra che hanno messo in scena in "The Bells" è stata incredibile: niente eroismi, niente di cavalleresco, ma solo morte, distruzione e disperazione, come l'ha vissuta chi la subisce. La furia di Dany (ripeto, bravissima la Clarke), ma anche svariati momenti più intimi distribuiti nei sei episodi... Insomma, non perfetto, migliorabile, ma comunque bellissimo.

8
S1
(clicca per mostrare/nascondere)
(clicca per mostrare/nascondere)

Comunque serie bellissima. A me è piaciuta parecchio.

9
Domani sera in Italia comincia la quarta stagione di Star Wars: The Clone Wars: Cartoon Network trasmetterà una puntata ogni venerdì sera alle 19.10.

Il promo

Pagine: [1]