Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - elio91

Pagine: [1] 2 3 ... 11
1
Episodio 9

(clicca per mostrare/nascondere)

2
Spoiler 2x07-2x08

(clicca per mostrare/nascondere)

Post unito:  3 February 2020, 23:12:59
Aggiungo: ora capisco perché alla mostra del cinema di Venezia hanno proiettato l'episodio 7. Potrebbe ergersi da stand alone alla perfezione: una sorta di isola narrativa, a suo modo autoconclusiva ed emblematica. L'episodio ad ora più bello di New Pope.

3
New Pope, ep. 3 e 4

(clicca per mostrare/nascondere)

4
Non so cosa dire. Sono scosso, penso di dover rielaborare il tutto.
So solo che raramente mi sono sentiti così assorbito da una serie televisiva e gli episodi 17 e 18 sono stati mostruosi.

(clicca per mostrare/nascondere)

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 16:54:19[/time]
(clicca per mostrare/nascondere)

5
Rivendendo l'episodio, effettivamente il mondo di Richard, Linda e Carrie è tremendamente reale.
Anche Cooper è un agente dell'FBI come tanti altri, che non adora il caffè e non ha dolci torte da assaggiare. Niente nani che appaiono, nessun gordon cole e probabilmente nessuna Twin peaks.

Quanti mondi abbiamo visto?

In che anno siamo?


Inoltre non voglio mettervi pulci nell'orecchio, ma la (bellissima) scena alla tavola calda, con lui che sistema i tre tizi in un niente e si rivolge minaccioso e non rassicurante come il vecchio Coop alla cameriera... sembrava un'altra persona rispetto al vecchio Coop rassicurante e positivo. Alcuni hanno detto potesse essere in realtà Darkcoop ma non era lui: credo che Coop, pur ricordando di essere Cooper, avesse acquisito i tratti del Richard nominato nel foglio da Diane/Linda.

Questo vuol dire che le personalità sono solo l'altra faccia della medaglia, in fondo. Che anche il Darkcoop visto per tutta la stagione ERA in effetti Cooper, non solo Bob. Così come Leland quando seviziava Laura era pur sempre Leland, o un lato di Leland.
O almeno io l'ho vista così.

6
(clicca per mostrare/nascondere)

7
Puntata bellissima.
Dio mio date l ottava di  got a Lynch vi prego


Conigli sputafiamme, il night king fissato col caffé e Tyrion a ballare sulle note di Dance of the dream man di Badalamenti. TOP.

8
Ah, episodio eccezionale sta settimana, tra i migliori delle 3 serie probabilmente e per avanzamento narrativo e per suggestioni audiovisive, di una potenza a tratti inaudita, seppure mezzo passo dietro alla già leggendaria 8.

(clicca per mostrare/nascondere)

9
Bob è attirato dai piaceri basici, quelli da puro istinto: gli piace "giocare", ama la violenza e tutto ciò che è connesso a questa, compreso il sesso e la perversione - gode nel provocare terrore e caos. Non ha soddisfazione fino a quando non placa momentaneamente il proprio piacere. Soprattutto sul versante sessuale, laddove è la principale forma di scarica immediata di piacere: normale ne sia attirato più del resto. Pur essendo una sorta di entità metafisica è un classico profilo da serial killer. E infatti TP inizia come un thriller con tanto di assassino seriale. Una delle letture della serie che più mi hanno convinto è sempre stata quella di Bob come pretesto per mostrare il vero volto di un padre di famiglia apparentemente normale, buono e irreprensibile ma che in realtà è un feroce depravato e assassino. Molti continuano a chiedersi se e quanto Bob abbia influito su Leland, e quando Leland su Bob.

10
(clicca per mostrare/nascondere)

11
Riflettevo su un dato di fatto difficile da contestare: un personaggio come Audrey, che tutti aspettiamo forse più di Cooper, come potrà essere reintrodotto da Lynch nella serie senza che perda il suo vecchio fascino? Ormai la ragazzina provocante, un po' sadica ma innamorata di Coop è andata via da un pezzo. Quindi davvero non so cosa si sono inventati Frost e il buon David per colmare la lacuna e darle una nuova prospettiva di vita altrettanto fascinosa. Per riportarla in vita, insomma.
E' il problema che hanno ritrovato con quasi tutti i personaggi originali: non a caso Cooper, il più atteso, non è ancora tornato e chissà se e quando tornerà, ma hanno ribaltato il tutto con Darkcoop e con Dougie, forse l'invenzione più geniale e folle che potessero pensare, altrettanto difficile da rendere su schermo - ma ci sono riusciti visto che noto quanto Dougie sia sempre più amato dai fan; Norma e Shelly sono personaggi fissi, congelati nel Double R e nelle loro psicologie che le portano a rivivere sempre le stesse situazioni, e quindi non hanno avuto bisogno di cambiare più di tanto (Norma materna, che scruta le vite degli altri - ancora da vedere la sua situazione con Big Ed, non credo sia cambiata però -, Shelly sempre attratta dai ragazzacci e con una figlia che non sa gestire uguale a lei se non peggio. Lucy e Andy erano macchiette prima, sono macchiette ora, anche loro non avevano bisogno di cambiare granché. A conti fatti, quelli che hanno avuto la metamorfosi più interessante sono senza dubbio Bobby, forse quello che più si prestava già nella serie originale a un cambiamento radicale; Jacoby da invasato psicologo con fascino per spiritualità new age un po' farlocche si è fatto populista-predicatore che arringa i suoi fedeli a spalare lo schifo del mondo; Ben Horne pare essere diventato una persona perbene o con una moralità, come lasciava presagire la stagione 2; il fratello un fattone fuori dal mondo; Nadine non è cambiata; Hawk, Cole e Albert non avevano un minutaggio eccessivo nelle due stagioni ed erano passibili di approfondimento, infatti con abilità Frost e Lynch hanno affidato a loro la parte investigativa, laddove Coop non può averla. A parte Bobby, sono tutti personaggi originali difficili da trasporre senza che scadano in una macchietta pura e semplice, e spesso già nelle prime due serie il rischio si è toccato con mano (Jacoby ha esaurito presto le sue potenzialità, Nadine aveva una delle storyline più imbarazzanti). In alcuni casi Lynch vuole che lo siano, macchiette (Jerry Horne, Lucy e Andy), negli altri sta riuscendo a gestire il tutto con grande calma e capacità. E credo fosse quasi impossibile, checché se ne dica: un minutaggio eccessivo e un ritorno alla narrazione soap-operistica avrebbe reso tutto non solo antiquato ma davvero ridicolo, senza dare il giusto onore ai personaggi. Tornando a ripetere gli stessi schemi che hanno contribuito a far fallire Twin Peaks nella seconda parte della stagione 2.
Quindi questa sorta di gestione che ha riguardato un po' tutti di certo è toccata a Cooper e Audrey, i più iconici ed amati dal fandom come diceva qualcuno: una loro introduzione al momento sbagliato potrebbe rovinare tutta la serie e fare arrabbiare persino chi sta adorando la terza stagione, come me. Non ho dubbi che rivedremo Audrey, anche perché è stata scritturata: io ho dubbi che ormai la rivedremo come un tempo; o persino viva se è per questo. Nella loggia tutto è possibile, no? Laura è invecchiata davvero di 25 anni senza cambiare. Forse lì anche Audrey potrà fare lo stesso.
Tutto questo per dire che la gestione del tutto è stata a mio parere eccellente e in linea con i tempi, anzi per ora ha quasi del miracoloso: non ricordo nessuna serie televisiva o anche film ripresi dopo oltre 20 anni, da dove la trama si era interrotta, capace di essere così coesa e ben giostrata. Manco il Padrino 3, che pure adoro.

12
Mad Men / Re: [Commenti] Mad Men 7X10 - The Forecast
« il: 23 April 2015, 00:28:34 »
Questi episodi mi fanno troppo male al cuore, non so se reggerò il finale. Solo Six Feet Under ha toccato corde così emozionali (parlo di emozioni, non di scrittura complessiva che comunque con Mad Men non è mai bassa).
L'attrice che fa Sally è bravissima. Don di caduta in caduta. E questa volta è delle peggiori: è inarrestabile, e non centra niente la dignità. è la vecchiaia.

Post unito: 23 April 2015, 00:28:34
Ah, sul rapporto di Don/Batty con Sally: genitori abominevoli è abbastanza iperbolica come affermazione. Che Sally voglia distaccarsene è normale sia per l'età, sia per quando le hanno mostrato il lato peggiore di sé. Eppure il consiglio di Don alla fine credo sia un concentrato di saggezza e rivendicazione paterna. "Sei una bella ragazza. Sta a te diventare più di questo."

13
Capolavoro. Capolavoro per l'emozione (sono stato davvero vicino alle lacrime, specie sull'abbraccio finale), e per quella sequenza in chiusura che è a dir poco GENIALE. Mad Men mi mancherà moltissimo. Mi mancherà ma chiude alla grande, in modo intimista, senza tante urla né tragedia, forse ne aspettavamo troppe quando già ne sono successe. Chiude nella maniera più coerente possibile.
Credo davvero tra le 5 serie più belle di sempre, di sicuro insieme ai Sopranos e The Wire quella scritta meglio.

Post unito: 19 May 2015, 11:59:47
La sequenza finale può voler dire tutto o nulla, questo amo di Mad Men. La prima cosa a cui pensi è che Don è sé stesso, finalmente: quindi sarà tornato a casa con l'idea del jingle-hippie per la Coca-Cola; ma può anche essere una critica sibillina al mondo hippie, alle sue promesse inglobate di lì a venire anche dalla pubblicità. Don però è felice, questo è quanto. Donald Draper ha trovato Donald Draper. Che piaccia o meno è il suo mondo: dove agli abbracci si accompagnano le canzoncine per vendere. E lui ha finalmente capito di essere amato per quel che è, per il disgraziato che è. Ripeto, è una scena finale assolutamente perfetta.

14
Mad Men / Re: [Commenti] Mad Men 7X10 - The Forecast
« il: 24 April 2015, 14:44:57 »
è impossibile dare un metro di giudizio valido su tutti i fronti su questi personaggi, che sia anche Betty, Betty vanesia, madre-perversa, che "gioca" con il ragazzino che sta per andare in guerra ma in realtà la sua carezza e le sue lacrime alla fine sono sincere. Per questo amo Mad Men:è una serie di sfumature e i personaggi sono caleidoscopi di emozioni e varie sfumature di umanità (e disumanità, certo).

15
Mad Men / Re: [Commenti] Mad Men 7x09 - New Business
« il: 15 April 2015, 13:35:02 »
Certo è l'ennesimo miracolo di una sceneggiatura raffinata come poche, e come poche ne vedremo, il fatto che Don, un fantasma, si innamori di una donna che gli dà corpo e che lo lascia perché non vuole smettere di pensare a un altro fantasma.
Devastante episodio, tra i più tristi di Mad Men. Davvero per una volta Don sembra l'unico nel circo, insieme forse a Roger, capace di provare sentimenti cominciando ad essere onesto con sé stesso. Il resto è, almeno in questo nono episodio, di un viscidume avvilente.