Autore Topic: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)  (Letto 26602 volte)

Danamina

  • Homer Simpson
  • Post: 41
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #210 il: 21 May 2017, 22:27:31 »
Ed eccoci qua.
Anche io voglio lasciare un commento a proposito di questa serie, anch'essa iniziata per caso (come feci con Six Feet Under, sbam! mazzate su mazzate!), attendendo di guardare altro.
Ho finito di vederla ieri sera, ho letto TUTTI i vostri commenti, sono andata a dormire, l'ho sognata in mille modi e tutto oggi ci ho pensato, fino a stasera, momento in cui ho deciso di lasciare un commento.
Ovvio mi è piaciuta da matti, ovvio l'ho adorata, ovvio mi mancherà, ovvio ce ne fossero di serie così e di attori così e bla bla bla, ma volevo sottolineare due cose, fondamentali a mio parere.
1) Qualcuno ha commentato dicendo che la pubblicità della Coca-Cola non era poi così geniale, e in un certo senso ha ragione.
Lo "spot" in quanto tale, non lo è affatto. E' uno spot paraculo, più che altro, che unisce in armonia (e con una bevanda gassata) razze e popoli, evviva evviva, siamo tutti fratelli e via dicendo. Non metto in dubbio che a quei tempi fosse una cosa "mai vista", azzardata o pionieristica, ma la genialità di quella pubblicità sta soltanto nel fatto che è RIMASTA, nel tempo. A chi è nato verso la fine degli anni 70 come me, alla domanda "ricordi la vecchia canzone della Coca-Cola?", salta subito in mente il "Vorrei cantare insieme a voi, in magica armonia..." (in special modo lo spot della Coca-Cola natalizio) "Auguri, Coca-Cola e poi... un coro in compagnia".
Ogni individuo della "nostra" generazione (e non solo) la ricorda, ce l'ha piantata nel cervello a distanza di trent'anni come un tatuaggio, ed è questo il vero e unico senso di una pubblicità. Una ben riuscita, intendo. Tanto quanto quella della Fanta, L'Aranciata Esagerata "con le sue bolliscine, la festa è assicurata", la mitica GIRELLA "la morale è sempre quella, fai merenda con Girella", la Palla Pazza che Strumpallazza e il motivetto del Crystal Ball. E questo è quanto, per quanto riguarda lo spot in sé.
2) Tornando alla serie, credo proprio che Weiner sapesse tutto questo, e non contento di averci preso a schiaffi per tutte e sette le stagioni, ci abbia dato il colpo di grazia. Ma un colpo di grazia che nessuno, forse, ci aveva dato finora. Per 7 stagioni ci ha fatto empatizzare con tutti i personaggi, buoni, cattivi, belli, brutti, bianchi, neri, uomini e donne, e alla fine, con questa pubblicità (attribuita a Don Draper e i suoi ultimi trascorsi e fallimenti), ha rotto la NOSTRA QUARTA PARETE EMOTIVA, facendoci ritornare con la mente al NOSTRO passato, LA NOSTRA infanzia... unendola ai SUOI Mad Men, in maniera unica e indissolubile.
E questo, signore e signori, e la genialità nella genialità.
« Ultima modifica: 21 May 2017, 22:37:07 da Danamina »
Cose meravigliose possono accadere piantando i semi del sospetto in un giardino di bastardi. (Vincent Mora - Glitz Casino)

bobone2205

  • Homer Simpson
  • Post: 29
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #211 il: 22 May 2017, 09:14:27 »
Ed eccoci qua.
Anche io voglio lasciare un commento a proposito di questa serie, anch'essa iniziata per caso (come feci con Six Feet Under, sbam! mazzate su mazzate!), attendendo di guardare altro.
Ho finito di vederla ieri sera, ho letto TUTTI i vostri commenti, sono andata a dormire, l'ho sognata in mille modi e tutto oggi ci ho pensato, fino a stasera, momento in cui ho deciso di lasciare un commento.
Ovvio mi è piaciuta da matti, ovvio l'ho adorata, ovvio mi mancherà, ovvio ce ne fossero di serie così e di attori così e bla bla bla, ma volevo sottolineare due cose, fondamentali a mio parere.
1) Qualcuno ha commentato dicendo che la pubblicità della Coca-Cola non era poi così geniale, e in un certo senso ha ragione.
Lo "spot" in quanto tale, non lo è affatto. E' uno spot paraculo, più che altro, che unisce in armonia (e con una bevanda gassata) razze e popoli, evviva evviva, siamo tutti fratelli e via dicendo. Non metto in dubbio che a quei tempi fosse una cosa "mai vista", azzardata o pionieristica, ma la genialità di quella pubblicità sta soltanto nel fatto che è RIMASTA, nel tempo. A chi è nato verso la fine degli anni 70 come me, alla domanda "ricordi la vecchia canzone della Coca-Cola?", salta subito in mente il "Vorrei cantare insieme a voi, in magica armonia..." (in special modo lo spot della Coca-Cola natalizio) "Auguri, Coca-Cola e poi... un coro in compagnia".
Ogni individuo della "nostra" generazione (e non solo) la ricorda, ce l'ha piantata nel cervello a distanza di trent'anni come un tatuaggio, ed è questo il vero e unico senso di una pubblicità. Una ben riuscita, intendo. Tanto quanto quella della Fanta, L'Aranciata Esagerata "con le sue bolliscine, la festa è assicurata", la mitica GIRELLA "la morale è sempre quella, fai merenda con Girella", la Palla Pazza che Strumpallazza e il motivetto del Crystal Ball. E questo è quanto, per quanto riguarda lo spot in sé.
2) Tornando alla serie, credo proprio che Weiner sapesse tutto questo, e non contento di averci preso a schiaffi per tutte e sette le stagioni, ci abbia dato il colpo di grazia. Ma un colpo di grazia che nessuno, forse, ci aveva dato finora. Per 7 stagioni ci ha fatto empatizzare con tutti i personaggi, buoni, cattivi, belli, brutti, bianchi, neri, uomini e donne, e alla fine, con questa pubblicità (attribuita a Don Draper e i suoi ultimi trascorsi e fallimenti), ha rotto la NOSTRA QUARTA PARETE EMOTIVA, facendoci ritornare con la mente al NOSTRO passato, LA NOSTRA infanzia... unendola ai SUOI Mad Men, in maniera unica e indissolubile.
E questo, signore e signori, e la genialità nella genialità.

E comunque non è poco, il fatto che quella pubblicità sia rimasta :) In merito alla sua collocazione nella serie, alcuni hanno visto anche del cinismo, restando sempre nell'interpretazione che sia stato Don ad idearla: la presenza nello spot della ragazza hippie (somigliante a quella presente in quella comunità) con in mano l'alimento più globale, simbolo del capitalismo. Ma è interessante anche il tuo secondo punto a cui non avevo pensato.
Serie terminate:
Mad Men (che svetta sopra tutte le serie passate presenti e future), The Mentalist, Breaking Bad, Desperate Housewives, Dawson's Creek, One Tree Hill, Gossip Girl, The O.C., Downton Abbey, Fargo, True Detective, The Young Pope, Rome, The Tudors, Top Of The Lake, Castle, Private Practice, Boris, Big Little Lies, Olive Kitteridge, Feud, 13 Reasons Why. American Crime Story 1 e 2

Sto guardando:
Good Behavior, Better Call Saul, Grey's Anatomy, The Affair, The Handmaid's Tale, The Crown, Absentia, Mindhunter, Station 19, Trust

Da vedere:
I Soprano, The Wire, Six Feet Under

TheMustang100

  • Vanessa Ives
  • Post: 8642
  • Sesso: Maschio
  • The Initiator
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #212 il: 24 June 2017, 23:27:35 »
The 69 Most Memorable Shots From "Mad Men"

Inutile sottolineare che sto letteralmente godendo nel rivedere questi 69 (forse non a caso :asd:) shots! :tenero:

Federico Fellini e Vittorio Sturaro: "Il film si scrive con la luce".
Louis Delluc: "Il Cinema è pittura in movimento".
Abel Gance: "Il Cinema è la musica della luce".

Mad Men ne è un fulgido ( :huhu:) esempio! :prego:

... per non parlare della bellezza estetica del culo di Joan! :huhu: :asd:
"GABABOOL, ovah heeere!" (The Sopranos)
"You wanna know why you can't go in front-first?
I'll tell you why. Because it signals a breakdown
in the social order. Chaos! It reduces us to jungle law" (Seinfeld)
"The reason you haven’t felt it is because it doesn’t exist. What you call love was invented by guys like me, to sell nylons. You’re born alone and you die alone and this world just drops a bunch of rules on top of you to make you forget those facts. But I never forget. I’m living like there’s no tomorrow, because there isn’t one" (Mad Men)
"This seems like a good time for a drink, and a cold calculated speech with sinister overtones. A speech about politics, about order, brotherhood, power. But speeches are for campaigning. Now is the time for action" (Rick and Morty)

TheMustang100

  • Vanessa Ives
  • Post: 8642
  • Sesso: Maschio
  • The Initiator
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #213 il: 8 July 2017, 01:33:12 »
Son in una fase di acuta nostalgia da Mad Men. :love: :T_T:

Questo è il racconto visivo in poco più di 6', realizzato con gli shot finali di ogni episodio.
E' una cosa... ! :tenero:

(clicca per mostrare/nascondere)
:cry:






"GABABOOL, ovah heeere!" (The Sopranos)
"You wanna know why you can't go in front-first?
I'll tell you why. Because it signals a breakdown
in the social order. Chaos! It reduces us to jungle law" (Seinfeld)
"The reason you haven’t felt it is because it doesn’t exist. What you call love was invented by guys like me, to sell nylons. You’re born alone and you die alone and this world just drops a bunch of rules on top of you to make you forget those facts. But I never forget. I’m living like there’s no tomorrow, because there isn’t one" (Mad Men)
"This seems like a good time for a drink, and a cold calculated speech with sinister overtones. A speech about politics, about order, brotherhood, power. But speeches are for campaigning. Now is the time for action" (Rick and Morty)

TheMustang100

  • Vanessa Ives
  • Post: 8642
  • Sesso: Maschio
  • The Initiator
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #214 il: 21 July 2017, 00:25:28 »
E' un luglio di "anniversari" televisivi: dopo il "20ennale" di Oz (12 luglio), l'altro (da pochi minuti) ieri è stato il 10ennale di Mad Men: il 19 luglio 2007 veniva trasmesso il pilot "Smoke Gets in Your Eyes".





 
"GABABOOL, ovah heeere!" (The Sopranos)
"You wanna know why you can't go in front-first?
I'll tell you why. Because it signals a breakdown
in the social order. Chaos! It reduces us to jungle law" (Seinfeld)
"The reason you haven’t felt it is because it doesn’t exist. What you call love was invented by guys like me, to sell nylons. You’re born alone and you die alone and this world just drops a bunch of rules on top of you to make you forget those facts. But I never forget. I’m living like there’s no tomorrow, because there isn’t one" (Mad Men)
"This seems like a good time for a drink, and a cold calculated speech with sinister overtones. A speech about politics, about order, brotherhood, power. But speeches are for campaigning. Now is the time for action" (Rick and Morty)

pedro pony

  • Homer Simpson
  • Post: 35
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #215 il: 2 August 2017, 16:17:58 »
Un bel saggio su Mad Men https://goo.gl/HauD68

AdaLovelace

  • The Todd
  • Post: 101
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #216 il: 21 October 2017, 01:42:38 »
Non ho ancora letto gli altri commenti,ma arrivando in ritardo di qualche secolo immagino sia già stato detto di tutto e di più.Queste poche righe le scrivo più che altro per me,per dare una sorta di chiusura a una serie che ho recuperato in poche settimane ma che già amo infinitamente.Confesso che l'ho iniziata per motivi molto profondi (perchè mi piaceva Jon Hamm :XD: ),all'inizio mi ha colpita la sua eleganza,la trovavo carina e piacevole ma niente di più,ma poi a un certo punto (non so neanche esattamente quando) è scattato qualcosa,non vedevo l'ora di vedere la puntata successiva ed è stata la fine,è diventata LA serie,quella che non sai il perchè ma ti entra nell'anima e non ti lascia più,perchè sembra sia stata scritta apposta per te.
La cosa che mi è piaciuta di più è la normalità dei suoi personaggi,non sono eroi e neanche antieroi,sono solo,nel bene e nel male,molto umani (e anche meravigliosamente scritti).Alcuni ho cominciato odiandoli ma ho finito per amarli (Peter),altri li ho amati da dubito ma consapevole che non erano santi (Peggy e Joan),altri li ho amati e basta,nonostante fossero capaci di raggiungere vette di meschinità che neanche il K2 (Betty).Don l'ho amato e basta,nonostante i suoi ennemila difetti secondo me ha anche un'ingenuità ed un'innocenza che hanno dello struggente.
Mi è piaciuto anche che la componente sociale degli anni '60 sfiori soltanto i protagonisti,ci sono immersi ma non ha una vera influenza sulle loro vite.L'ho trovato un approccio molto onesto perchè nella vita vera va proprio in questo modo,di solito non cerchi di cambiare il mondo e la Storia ti passa solo accanto,perchè mentre la Storia accade sei troppo affacendato a vivere la tua vita.
Su questo finale ci sto pensando da giorni ma non riesco ancora ad affrontarlo in modo razionale,l'unica cosa che mi sento di dire è che uno di quei rari casi in cui c'è l'happy ending (quasi) per tutti ma non mi sento felice,al contrario mi ha lasciata confusa e persa,forse perchè come la vita non è rassicurante,non ti dà certezze.Immagini che staranno bene,che Don tornerà a fare il pubblicitario,che Pete sarà felice con Trudy,che Joan avrà la sua azienda ecc ma non lo sai veramente e stranamente quella che mi lascia una certa (triste) serenità è proprio Betty,l'unica che finisce male,perchè almeno di lei so per certa la sorte.
A proposito di Betty,era quello che era ma io l'ho amata immensamente perchè a suo modo è sempre stata coerente (a volte era tanto coerente,talmente Betty da sembrare quasi una caricatura :XD: con lei ho riso di cuore,ma sul serio :lol?: ).Mi è davvero dispiaciuto per la sua tristissima fine,ma se mai è possibile affrontare la morte con eleganza beh,secondo me lei c'è riuscita.Ed è strano,ma lei è l'unica che vedevo come cristallizzata,a differenza di altri personaggi non mi sono mai chiesta "cosa ne sarà di Betty",inconsciamente pensavo che sarebbe stata la moglie di Henry Francis per sempre e basta.La sua malattia è stata come una secchiata di acqua gelata,  :nu:
Ultima cosa:questa serie è come un juke-box che ti riporta indietro nel tempo,e ho adorato la colonna sonora,ho ritrovato canzoni che già conoscevo,scoperto altre (bellissime) che non avevo mai sentito,molte mi ronzano ancora in testa e credo che lo faranno per molto tempo. :)
Mi mancherà (mi manca già),ma sono felice di averla scoperta,è una serie che come poche altre mi ha costretta a guardarmi dentro e probabilmente mi è stata più utile di due anni di sedute dall'analista (ed è costata molto meno :XD: ).Di tanto in tanto la riguarderò,credo per tutta la vita.

 
« Ultima modifica: 21 October 2017, 01:44:41 da AdaLovelace »

kript96

  • Correttore automatico
  • *
  • Post: 3167
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Traduzioni: 100+
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #217 il: 12 November 2017, 13:59:58 »
Una delle cose che colpisce di più di questo finale son i numerosi dialoghi importanti avvenuti per telefono: Il titolo dell'episodio infatti si riferisce proprio a questi dialoghi via telefono (con le tre donne che son state più importanti per lui, escludendo ovviamente Anna, anche se abbiamo avuto sua nipote durante l'episodio). Il telefono che poi potrebbe essere anche un po' un simbolo del futuro, anche se c'è sempre stato da inizio serie. Per il resto gran finale, magari mi verrà in mente di scrivere altro, devo digerire il tutto oggi però.
Mi è piaciuto molto come Don prende coscienza di sé, come quando dice alla ragazza hippie "le persone se ne vanno sempre senza neanche dire addio", e poi realizzi che è quello che ha sempre fatto, e fa la telefonata a Peggy.
« Ultima modifica: 12 November 2017, 14:04:56 da kript96 »
"Now I am quietly waiting for the catastrophe of my personality to seem beautiful again"
TvShowTime: https://www.tvshowtime.com/en/user/490622/profile
Anya: I have finesse! I have finesse coming out of my bottom!
Traduco: Arrow s04, iZombie s02-03, The Magicians s01-s02, Supergirl s01, Red Oaks s01-s02, Flesh and Bone s01, Braindead s01, Stranger Things s01,Lucifer s02

Jim_Barris

  • Jonah Ryan
  • Post: 348
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #218 il: 10 February 2018, 14:33:31 »
Cos'è Mad Men?

E'...Una sinfonia, è come fare un sogno bellissimo e al risveglio sentirsi innamorati.
I personaggi hanno un tale livello di scrittura, che nessun'altra serie possiede.

Ognuno di loro è caratterizzato in un modo da perderci la testa.
Tutti, ma proprio tutti, Weiner li ha curati in modo maniacale uno per uno, tra cui spicca lui: Don Draper. E poi Peggy, Joan, Roger, Pete, Lane, Duck, Stan, Ginsberg, Bert, Megan, Sally, Ken, Harold, Freddy, Sal, Ted, Cuttler, Glen, i coniugi Francis (the dinamic duo  :love:), per ogni puntata in cui notavo la loro assenza, volevo vederne sempre di più! Così come la Blanckship, Jane e Greg.

Don Draper, un personaggio così magnetico, bastava la sua presenza e tutta la scena si ricorpiva di un'aura di charme avvolgente come una trapunta in una notte di gelido inverno, ma poi un personaggio così tremendamente umano, credibile, realistico fin nel midollo.

Io metterei Don Draper al primo posto nella storia della serialità, a pari merito con un'altro colosso: Dale Cooper, che dite voi?
Poi, ovviamente dovrò guardarmi i Soprano  :rofl:

Per motivi diversi stanno al primo posto nella mia personale graduatoria, Cooper è un personaggio più "metafisico", sta su un "piano astrale" superiore, parlando sempre in termini di astrazione.

« Ultima modifica: 10 February 2018, 22:43:03 da ajksdfhjfh »
SERIE TOP: Altered Carbon (7,5), American Gods (8.5),A Series of Unfortunate Events (7,5), Ash Vs Evil Dead (7), Attack on Titan (9), Battlestar Galactica (re-make) (10), Better Call Saul (8), Black Mirror (9), Blood Drive (7,5), BoJack Horseman (10), Boris (9), Breaking Bad (9), Death Note (6.5), Dirk Gently's Holistic Detective Agency (9), Fargo (8.5), Game of Thrones (10), Gotham (7), Gunpowder (10), House of Cards (8), Hannibal (7,5), Happy! (10), Legion (8,5), Mad Men (10), Mortal Kombat: Legacy (web) (8), Mr Robot (9), Narcos (10), Peaky Blinders (8), Philip K. Dick's Electric Dreams (10), Preacher (7,5), Prison Break (7), Rick and Morty (10), Rome (9.5), Sense8 (9), Sons of Anarchy (9), Stranger Things (10), Taboo (8), The Deuce (10), The Expanse (8), The Leftovers (9), The Man In The High Castle (7.5), The Shield (10), The Terror (8,5), The Wire (9), The Young Pope (8), The Knick (8), True Detective (9), Twin Peaks (10), Urban Myths (9.5), Westworld (8.5).

SERIE FLOP: Daredevil (4), Aquarius (5), The Strain (3), The Walking Dead (2), Wilfred (5), The 100 (5), The Last Resort (4), Fringe (4), Wayward Pines (2).

DA SEGUIRE:  Troppe!!

Laaaaura

  • Annyong Bluth
  • Post: 689
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #219 il: 19 August 2018, 00:45:10 »
mi sono vista gli ultimi 4 episodi di filata, ho pianto l'impossibile.

Don sei un furbacchione. Voglio bene anche a te.

Dovrò rivedere tutto Mad Men. Un giorno.

Non posso parlare ne pensare, domani mi leggerò tutti i commenti.

Laaaaura

  • Annyong Bluth
  • Post: 689
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #220 il: 20 August 2018, 18:16:51 »
Secondo voi perché a Betty hanno voluto dare un finale così triste? Sebbene lei ne esca da vincente. Eppure mi pare fra tutti quella con il finale più amaro, nonostante lei lo viva con una dignità da applauso. Se ci penso ancora piango. :asd:
Insomma perché le hanno riservato questa fine?
Ci trovate una spiegazione Weineriana significativa? O sono cose della vita, vanno prese un po' così?

Durante la telefonata con Don, ho avuto la sensazione che Betty stesse sulla via giusta per la sua persona...

Lei con questa consapevolezza di morte è quasi come fosse per la prima volta serena nei confronti di tutto. Come se questo le ordinasse ogni elemento della sua vita.

Mi intristisco :cry:


Ad ogni modo devo dire che da praticamente subito, appena iniziato Mad men, avevo visto la scena di Don che meditava. E dato che sta scena non appariva mai avevo iniziato a capire che era il finale. Quando alla fine fa il sorrisino e poi parte la pubblicità della coca cola non me lo aspettavo proprio :sisi: insomma ormai me lo immaginavo santone indiano, ahah, ma io sono felice di pensare che rimanga a new York e sforni la pubblicità della vita.

Fra l'altro dopo mad men le pubblicità mi irritano molto meno e mi viene da fare attenzione a tutti gli slogan.

Inoltre dico che non avevo mai vissuto la sigla con una connotazione Negativa (del tipo suicidio).

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 18:38:49[/time]
EDIT. MI SPIEGO

ho l'impressione che Weiner abbia dato a tutti i suoi personaggi quello che desideravano, o quasi.

a Peggy un lavoro con possibili grandi prospettive (maschilismo permettendo) e una persona che la ama.

a Joan un lavoro in cui è capa di se stessa, vicino a suo figlio che lei ama.

a Roger una compagna con cui poter scherzare e che capisce i suoi scherzi, ed è cinica ed ironica come lui.

a Pete finalmente un riconoscimento, quella azienda voleva proprio lui! e poi l'amore di sua moglie.

a Trudy hanno ridato la sua famiglia, che in fondo desiderava riunire.

a Don hanno dato finalmente la possibilità di sentire la vicinanza di un essere umano (quella dello sconosciuto che abbraccia) e una grande idea e la possibilità di tornare in vetta (suo grande desiderio a mio avviso  :asd:)

chi altri? non saprei.

anche Betty ha avuto quello che desiderava? non so perchè ma mi viene quasi da rispondere di sì.

e tristemente dico che anche Sally ha avuto qualcosa di buono in questa triste situazione, perchè finalmente si è resa conto che sua madre la apprezza, la ammira, le vuole bene, la sostiene, ma soprattutto si è resa conto di volerle molto bene anche lei.

azz, basta non ci penso più o piango ancora.
« Ultima modifica: 20 August 2018, 18:39:29 da Laaaaura »

pedro pony

  • Homer Simpson
  • Post: 35
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #221 il: 24 September 2018, 16:03:01 »
mi sono vista gli ultimi 4 episodi di filata, ho pianto l'impossibile.

Don sei un furbacchione. Voglio bene anche a te.

Dovrò rivedere tutto Mad Men. Un giorno.

Non posso parlare ne pensare, domani mi leggerò tutti i commenti.

Mi piace pensare che chi si emoziona per una serie non banale come Mad Men sia una persona dai gusti ricercati, con una speciale sensibilità per il bello non ordinario. E mi piace pensare a tutti i seguaci di questa serie come a una confraternita laica, l'elite dei consumatori di cultura seriale. Un abbraccio, sorella.

A_L_E_X

  • Peggy Olson
  • Post: 1022
  • Sesso: Maschio
  • The Most Powerful Man in The World
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #222 il: 26 October 2018, 20:25:59 »
Eccomi qui, a scrivere il post che non avrei mai voluto scrivere.
Dopo quasi due anni di visione ho terminato Mad Men.

Inizio dalla fine. In un contesto televisivo, la fine intesa in maniera concreta, una vera e propria fine, non esiste. Un finale, che sia esso happy-ending o meno, lo si può avere ovviamente in base al punto nel quale si decide di voler interrompere quella storia. Nel caso di un racconto di vita (perchè è di questo che si tratta) come Mad Men, di finali ce ne sono stati svariati, sempre però seguiti da nuovi inizi.
E allora Mad Men ha scelto come suo finale ufficiale nient'altro che Coca Cola. Il che trasmette, di cuore e di testa, una potentissima coerenza e una sensazione di ciclicità, di cerchio che si chiude, veramente maestosa ed intelligente (come è sempre stato questo show). Da Lucky Strike a Coca Cola, eccolo il cerchio che si chiude (per poi chiaramente proseguire off screen perchè, come ho detto, un finale totale non poteva esistere). Due prodotti tanto diversi quanto vicinissimi, entrambi tossici, nocivi e dannosi per la salute. Come vendere dei prodotti simili? Semplicemente, non vendendo i prodotti, ma vendendo , una proiezione di essi, una finzione. Un'illusione che in questo contesto è perfetta: il parallelismo tra Don stesso e lo spot finale della Coca Cola crea quell'illusione, l'american dream,  che è sempre stata lì, stagione dopo stagione. Don, infatti, agli occhi di tutti è il self-made man per eccellenza: la vita gli ha assegnato un destino ma lui si è appropriato del nome di un altro uomo ed è riuscito a costruire il suo futuro su quel nome, con quell’identità. Un uomo cresciuto immerso e circondato dalla povertà economica e dalle miserie umane ma che ora può vivere di rendita senza lavorare un giorno in più.

Coca Cola che è anche il tassello mancante, un pezzo di puzzle (non l'ultimo) fondamentale per porre il quadro generale nella corretta prospettiva. L'uomo che cade, il mad man in giacca e cravatta, precipitante dal grattacielo newyorkese circondato da pubblicità. Non è mai stata la caduta, e gli annessi presagi di morte, la risposta. La risposta era nei secondi seguenti, nell'uomo che atterra comodamente sul divano con una sigaretta accesa in mano e, chissà, nell'altra proprio una Coca Cola. Il lungo viaggio di Don Draper, l'eterna odissea della sua vita, non l'ha portato ad essere un uomo migliore (da questo punto di vista il credo dello show è sempre stato piuttosto definito) bensì un pubblicitario migliore. Così come il tema del doppio, del Doppelgänger, non è mai stata "l'uccisione" di Don per far emergere Dick, ma è stato un lungo processo per fondere, inglobare, Dick dentro Don. E per quest'ultimo di emergere definitivamente. Quest'ultimo episodio non fa che rafforzare questa immagine.

Person to Person, le connessioni umane. Don che viene abbandonato da Stephanie, l'ultima persona, dopo la morte di Anna, che lo vedeva come il vero Dick. Cosa rimane di Don a questo punto? Rimane una nuova consapevolezza, la più importante, quella di essere stato, e di essere, amato. O perlomeno, di essere importante per qualcuno. E' con questo che si spiega quella catarsi, l'abbraccio con lo sconosciuto che ha raccontato il suo sogno, o meglio incubo, del frigorifero. Don è sempre stato importante, quando qualcuno apriva il frigorifero era a lui che sceglievano, nessuno ha mai guardato da un'altra parte. Ma oltre a questo, Don realizza che di gente a cui importi di lui e che a lui voglia bene ce n'è stata e ce n'è tanta. E questo, per iniziare, è proprio ciò di cui aveva bisogno, perchè "The best things in life are free", e sapere di possederle è una grande gioia: Betty, i figli, la stessa Megan, Peggy, Roger ("You are ok") e l'interessamento di tanti altri. E tutto questo perchè in fondo Don è un uomo buono, o almeno io lo considero tale. Tormentato, è stato un marito infedele, spesso meschino,  scorretto, egoista e vile, ma alla fine di gesti genuini e spontanei ne ha fatti tantissimi: è stato l'unico ad opporsi all'idea di accontentare un cliente bruciando e materializzando la persona Joan, è lui che ha portato alla nascita del fenomeno Peggy Olson salvandola dal destino di classica segretaria, è lui che nonostante tutto ha dato come promesso una quantità enorme di denaro a Megan dopo il divorzio, è lui che è si è fatto amare, anche soffrendo, dai suoi figli per quello che era, persino da Sally che, nonostante lo shock e il disgusto causatole nel finale della sesta stagione, è tornata a dirle un sincero "I love you". Don Draper è stato un alcolizzato depresso, ha pianto e bevuto, ha toccato il fondo nei momenti in cui temeva il suo segreto venisse scoperto. E cos'ha capito? Che poteva accettarlo. Cooper a suo tempo fece spallucce, Betty chiese il divorzio ma fondamentalmente lo accettò, Megan e Fay lo compresero subito, in The Milk and Honey Route tutti i reduci di guerra provarono empatia col suo racconto perchè "Questo è ciò che si faceva per tornare a casa". E non era di certo l'unico in quel periodo storico a vivere sotto falsa identità: lo dimostrano sia la versione giovane di Don sempre in The Milk and Honey Route sia Bob "Not Great" Benson. You are ok, Donald, in fin dei conti.
Ho sempre trovato nell'immagine di Don che si specchia in una vetrina di manichini nudi una perfetta metafora, e sintesi, dello show. Un elemento in costante ricerca di un posto nel mondo, un elemento estraneo al suo tempo ma che in qualche modo riusciva sempre ad incastrarvisi dentro. "Who is Don Draper?" è sempre stato il motto: Don Draper è sempre stata l'immagine pubblica di Dick Whitman, la maschera che lo ha fatto andare avanti, sopravvivere, che ha permesso la scalata sociale. Finchè, tra alti e bassi, infinite cadute e tentativi più o meno riusciti di reinventarsi e rialzarsi, Dick Whitman è diventato Don Draper. Non può esistere l'uno senza l'altro, in fin dei conti.

Basterebbe Don Draper, probabilmente il più complesso personaggio mai apparso in tv, a rendere Mad Men un capolavoro. Ma fortunatamente Mad Men è tanto altro. Prima di tutto, regia e sceneggiatura. Il lavoro compiuto da Weiner è di un'immensità non esprimibile a parole, perchè è qualcosa di oggettivo, concreto, ma allo stesso tempo molto astratto, che vive di sensazioni e atmosfere. Ecco, appunto, le atmosfere. Uniche e irripetibili, assolutamente irriproducibili proprio perchè uniche: durante ogni episodio si aveva una sorta di percezione, di consapevolezza, di stare guardando un episodio di Mad Men. Il tutto ha creato un mosaico, una visione d'insieme inconfondibile. Ma ripeto, è difficile da esprimere a parole.
Passando poi alla sceneggiatura, qui invece sono gli applausi a non rendere giustizia, non importa quanto lunghi possano essere. E non parlo tanto dei dialoghi eccelsi, quanto della costruzione concettuale che sta dietro ogni singola scena di ogni singolo episodio. Un lavoro maniacale mostruoso, un qualcosa che non avevo mai visto prima con questa costanza e su questo livello. Se ci ho messo quasi due anni a terminare la visione, oltre che per immenso amore dell'insieme, è anche per questo appagamento e voglia di riflettere che ogni episodio mi lasciava.
Attorno a Don Draper, poi, si sono mossi una quantità enorme di personaggi, anzi persone, meravigliosamente caratterizzate, con una complessità in costante evoluzione, tra le migliori mai apparse sullo schermo. Roger Sterling, l'esilarante adulto infantile, in costante conflitto col mondo, tra matrimoni falliti e trip con l'LSD per farlo sentire vivo, trova la sistemazione finale con Marie Calvet, la sua versione femminile. Peter Campbell, un personaggio a suo modo ancora più complesso, che è passato dall'essere inizialmente meschino, antipatico e rancoroso ad una fase di patetismo e pena, fino ad arrivare alla fine dove non potevo non volere il meglio per lui che, dopo una lunga maturazione, è diventato un umano al quale volevo genuinamente molto bene. I momenti strappa lacrime maggiori in questa stagione finale me li ha regalati proprio lui.
Poi passiamo alle donne. E qui non ho dubbi: Mad Men ha avuto i migliori personaggi femminili della storia della televisione.
Betty Draper, il cui personaggio fu il primo che amai nella prima stagione, una Grace Kelly che sembrava volersi ribellare alla convenzione di donna-moglie-casalinga sparando in vestaglia ai piccioni del vicino, per poi rivelarsi essere una insoddisfatta grande bambina incapace di maturare, si è fatta odiare a lungo, ha trovato un secondo marito semplice ma fondamentalmente buono e che l'ha amata anche più di quanto meritasse, fino ad arrivare al tragico epilogo finale, l'epilogo più concreto, e tragico, di tutti. Una malattia che viene accettata, non combattuta per le giuste ragioni, che affronta da donna matura e che la porta a lasciare a Sally l'eredità di se stessa, apprezzandola per quello che è in maniera genuina dopo tutti quei conflitti che le hanno riguardate a lungo. Una malattia che è anche metafora di Betty stessa, un personaggio relegato al suo ruolo per tutta la serie, talmente ancorata al passato da non potere tragicamente andare avanti, un personaggio che appartiene all'epoca delle casalinghe degli anni '50 e non all'epoca delle Ms. Robinson e delle laureate. La telefonata finale con Don è particolarmente toccante perché Betty sta morendo ma anche, forse soprattutto, perché Betty conosce Don meglio di quanto lui non conosca se stesso.
L'altra persona a conoscere Don meglio di quanto lui conosca se stesso è, ovviamente, Peggy Olson. Peggy che è La protagonista di Mad Men, forse al pari di Don, forse un personaggio addirittura migliore di Don. Peggy è The New Girl, la ragazza sempre al passo coi tempi indipendentemente dal periodo storico in cui si trova, Peggy è la ragazza cristiana che arriva a Madison Avenue e la conquista piano piano senza bisogno di vendere se stessa, Peggy è l'affermazione del mondo femminile negli anni 60, Peggy è la scalata sociale da segretaria a copywrighter. Peggy è anche la metà spirituale di Don Draper, ed è dalle interazioni tra i due che Mad Men ha prodotto i momenti più iconici della serie e tra i migliori della televisione: dal tentativo di flirt nel pilot, specchio del modo di fare dell'epoca, passando per la scena in ospedale dopo il parto di lei, l'immortale The Suitcase (l'episodio di mezzo della stagione di mezzo, il bottle episode dove succede tutto e nulla, la puntata più bella di Mad Men e l'ora di televisione più bella che abbia mai visto), Peggy che lascia l'agenzia, la danza tra i due nella settima stagione, Don che la prepara al discorso per Burger Chef, arrivando fino alla telefonata dell'episodio finale, con la confessione di Don. Altra rappresentante della scalata sociale e dell'affermazione femminile è, seppur in maniera diversa, Joan. Un percorso il suo che ha avuto come ostacolo quella che era stata presentata come la sua arma, ovvero la sensualità e l'aspetto fisico. Joan che ha dovuto vendere la propria dignità per ottenere un cliente e una promozione, che ha avuto a che fare con un marito che l'ha abbandonata, che ha cresciuto un figlio da sola, che nel finale è pronta ad affrontare da sola l'ennesima sfida, con la sua agenzia e con i suoi due cognomi sulla porta.
Poi Megan Calvet come esempio di donna libera e indipendente, Sally Draper come emblema della ribellione e della nuova generazione al passo coi tempi passo coi tempi, le segretarie di Don, Rachel Menken, Sylvia Rosen e tante altre.

Mad Men è come il carosello descritto da Don nel finale di stagione del primo episodio, è una macchina del tempo. Un mix perfetto di realtà storica, simbolismo, psicologia sociale e rappresentazione della natura umana. Quando inserisce la storia nella storia, la realtà nella narrazione, non sbaglia ovviamente un colpo: ne sono un esempio The Grown Ups con l'assassinio di JFK e The Flood con quello di Martin Luther King, ma anche quello della morte di Marylin Monroe, o l'avvento del personal computer, o la messa in scena della cultura hippie, del movimento Hare Krishna e dello sbarco sulla luna, l'ultimo evento visto dal grande Bert Cooper.
Altro aspetto che rende Mad Men speciale è quello dei brani musicali, sempre sul pezzo, sempre perfetti. In sette stagioni abbiamo avuto: Bob Dylan, Rolling Stones, "Babylon", "The Great Divide", Frank e Nancy Sinatra, i Beach Boys nell'episodio di Roger sotto LSD, Both Sides Now nel finale della sesta stagione, End Of The World di Skeeter Davis, Everyday e tante, tante altre. Insomma, l'immensità.

Tutti questi aspetti, combinati tra loro, insieme a tanti altri, dallo sperimentalismo (Far Away Places, The Crash, A Tale Of Two Cities) all'ironia grottesca di alcune situazioni (lo storico tosaerba in ufficio, Roger che vomita le ostriche, il tip tap di Ken, la morte di Ms. Blankenship, Don ubriaco in ufficio alla presentazione di Life Cereals), ai momenti di drama puro (i flashback di Don, il "sacrificio" di Joan, la morte di Lane Pryce, la lettera di Betty a Sally) hanno reso Mad Men un pacchetto completo di perfezione, di classe, coinvolgimento ed emozioni.
Per sette stagioni senza alcun calo, Mad Men ha fatto toccare il fondo ai suoi personaggi parecchie volte, ma mai per sadismo. Ha raccontato storie di vita, di morte, di uomini, di donne, del passato, del presente e con uno sguardo sempre al futuro, ha raccontato l'Est e l'Ovest, la fredda New York e la calda California. Ha protratto l'American Dream, messo in scena nei dettagli un decennio di storia. Si può dire che Mad Men sia il Grande Romanzo Americano. A parole non riesco a quantificare quanto sia stata importante questa visione per me, quanto in questi due anni Mad Men mi sia entrata dentro, quanto l'abbia venerata durante ogni visione, quanto sia riuscito ad amare queste anime in pena e solitarie, quanto sia diventata la mia serie preferita in assoluto. E quanto sia la migliore serie di sempre.

Grazie, grazie, grazie in eterno a Matthew Weiner per questo prodotto. Immortale.
"When a man walks into a room, he brings his whole life with him. He has a million reasons for being anywhere, just ask him. If you listen, he'll tell you how he got there. How he forgot where he was going, and that he woke up. If you listen, he'll tell you about the time he thought he was an angel or dreamt of being perfect. And then he'll smile with wisdom, content that he realized the world isn't perfect. We're flawed, because we want so much more. We're ruined, because we get these things, and wish for what we had."
Don Draper, "The Summer Man"


We are like the dreamer who dreams, and then lives inside the dream. But who is the dreamer?

Serie seguite e terminate

Vashta Nerada

  • Root
  • Post: 7827
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #223 il: 27 October 2018, 15:14:13 »
Grazie a te @A_L_E_X per questo bellissimo commento!  :+:
Sto guardando :   The Crown - Westworld - The Big Bang Theory -  Game Of Thrones  -  Doctor Who - Sherlock - Veep - Episodes - Black Sails -  Tutte le serie Marvel e DC...
Sto recuperando: Fringe -  Queer As Folk US -  Battlestar Galactica - The West Wing...
Ho terminato: Star Trek - Angel - Buffy - Rome - Alias - Lost - Life On Mars - Ashes To Ashes - I Soprano - SFU - The Tudors -  The Borgias - The Wire  - Eureka - Merlin - Spartacus - Warehouse 13 - Being Human UK - Mad Men - Parks And Recreation - Community - Sons Of Anarchy - The Good Wife - Downton Abbey -  Person Of Interest - ...
Piango la prematura scomparsa di: Kings - Life - Pushing Daisies -  Bored To Death - The Hour - The Knick - Manhattan  - Hannibal...

flavioti

  • Liz Lemon
  • Post: 4554
  • Sesso: Maschio
  • ADEBISI LIVES
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x14 - Person to Person (Series Finale)
« Risposta #224 il: 19 November 2021, 21:40:45 »
Mi mancano tantissimo già tutti….
Grande serie
Applausi

La donna qui ritratta, segni invisibili possiederà,
segni che il marchio sono di colei che porterà
a compimento le opere mie con furia cingendole,
una rabbia che arderà se non frenata
e a volgar costo questa donna farà
della maggior potenza scempio totale