Autore Topic: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip  (Letto 7268 volte)

Charmedpeppe

  • Abed Nadir
  • Post: 1689
  • You can't take a picture of this,it's already gone
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #30 il: 1 May 2014, 00:48:06 »
Se la scorsa stagione è stata l'Inferno di Dante, magari quest'anno sarà il Purgatorio per Don. Comunque ammazza aho, l'anno scorso lo odiavamo tutti Don, per tutte le sue caxxate e la merda che ha tirato sugli altri per tutta la stagione e gli auguravamo di scontarle tutte, e guarda come stiamo mo'... tutti di nuovo  :love: e a dare addosso a Joan & co perché a loro il risentimento non è passato per nulla  :asd:

Amo alla follia questo show :jolly:

Io non dimentico :asd: Anche se sono molto contento del suo ritorno e ho sperato affinché tornasse anche se si è comportato di merda(ma mi sembra che molti se lo siano dimenticati) e in questi ultimi anni ha fatto un po' come gli pareva pensando sempre meno a lavoro,voglio vedere questo suo percorso di "redenzione" perché in fondo una seconda possibilità non si nega a nessuno men che meno ad un genio(o used to be) come lui.E comunque credetemi gli farà solo bene,nella vita ad un certo punto bisogna capire quando abbassare la testa,tanto le carte in regola per un riscatto ce le ha tutte.Poi il bello è anche questo più in basso si va più soddisfazioni ci saranno nella risalita.

Tra l'altro vorrei ricordare che una delle ultime volte in cui Peggy e Don si sono parlati,non ricordo precisamente se fosse l'ultima,Peggy l'ha definito "mostro".In virtù di ciò le sue parole,i suoi atteggiamenti sono coerenti e comprensibili,parla da donna amareggiata e in fondo perché avrebbe dovuto sentirne la mancanza?
La questione"dovrebbe baciargli i piedi perché altrimenti starebbe ancora a battere a macchina" è valida fino ad un certo punto,perché andrebbe applicata per tutti, pure per Don nei confronti di Roger e allora non ne usciamo più,è un cane che si morde la coda.Peggy deve molto a Don professionalmente ma io credo che Peggy deve molto di più a sé stessa per quello che è riuscita ad ottenere perché più di altri se l'è dovuto sudare.E' innegabile che entrambi hanno dato molto all'agenzia.

Per quanto riguarda Joan,sarò l'unico ma il suo atteggiamento non mi ha sorpreso.Io la vedo in quest'ottica,è vero che Don è stato l'unico a non volere che si prostituisse ma è pur vero che ormai Joan aveva deciso e nessuno gli aveva chiesto di fare l'eroe. " Se posso sopportarlo io potevi anche tu" ricordate?
Joan si è vista vanificare quel "sacrificio" reso ancora più umiliante di quanto non fosse già e comunque secondo me lei è arrabbiata più con se stessa che con Don e ogni volta che lo vedo se ne ricorda.Perché dovrebbe stare vicino ad uno che ogni volta le ricorda che in fondo"poteva anche non farlo"?

Su Jim invece sono d'accordo,è uno schifoso punto :asd:

Finalmente lo strazio pare essere finito,Megan vai per la tua strada grazie.

Betty :asd: io l'adoro,non voglio far passare Don per il carnefice di turno,ma è rimasta talmente traumatizzata dal rapporto con l'ex marito che il tutto si riflette pure sui figli mettiamoci pure che è infantile et voilà la scena col povero figlio è servita.E alla fine mi ha fatto pure pena quando si chiede se è una buona madre.Betty è una di quelle donne che avrebbe voluto spaccare il mondo se solo ne avesse avuto la forza.Poi lei è old-fashioned come il drink che beveva sempre Don nelle prime stagioni :asd:
« Ultima modifica: 1 May 2014, 00:49:58 da Charmedpeppe »
Well...I learned a long time ago to not get all my satisfaction from this job.
That's bullshit!!

I'm not stupid.I speak Italian.

Just remember...If you look in the face of evil,evil's gonna look right back at you.

Yes...All men must die but we are not men.

Jackieale

  • The Todd
  • Post: 146
  • *una citazione colta che non ricordo a caso*
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #31 il: 1 May 2014, 01:04:16 »
Più di tutto, però, mi ha stupito il montaggio incrociato con la gita di Bobby e Betty. Ok, chiarissimo il parallelo: Bobby è figlio di (puxxxna come) suo padre. Ma non vedo come questa considerazione possa avere sviluppi visto che stiamo parlando di un personaggio che ha 8 anni (o quanti ne ha) e che più di tanto non potrà crescere, vista l'imminente fine della serie. A meno che la seconda parte di questa ultima stagione non sia proiettata avanti di dieci anni  :love: ma non credo proprio.

Quindi questo montaggio incrociato mi suscita diverse domande. Significa che la natura è la natura, al punto che la trasmetti geneticamente e quindi c'è poco da correggerla? Cioè significa che Don non si libererà mai di se stesso? O significa qualcos'altro?
Sicuramente le insicurezze di Betty come donna e come madre sono correlate [...] ma non so dire quale possa essere lo sviluppo del personaggio di Betty, che è uno sviluppo a cui tengo molto, molto di più di quanto tenga a Megan che è fondamentalmente aproblematica, cioè ha reazioni molto pure.
Comunque questo montaggio è strano. Don risale e Betty fronteggia un piccolo Don.

A me Betty è sempre piaciuta, ma ciò non toglie che spesso mi vien voglia di riempirla di schiaffi e questa era una di quelle volte in cui avrei voluto farlo. Il personaggio deve crescere, deve intraprendere un determinato percorso ma non ho ancora capito che intenzioni hanno con lei. Per ora, mi sembra che venga lasciata molto al caso e che si veda ogni tanto per riempire i minuti. Sicuramente ci sarà dietro altro, Mad Men non tratta mai nessun personaggio con superficialità.

Trovo Mad Men sia così stupendo perché, fra i vari livelli da analizzare, uno dei temi principali è appunto questo, la lotta dell'Uomo per arrendersi o affrontare e vincere il suo "destino". Nessuno di loro (di noi) sa perché sta al mondo, cosa vorrebbe per davvero, qualcuno neanche sa chi E' davvero. La caratterizzazione di ogni personaggio perciò è incredibilmente realistica e piena di grigi, di arzigogolate evoluzioni della mente o dei sentimenti, la morale è assente e costantemente rivalutabile, non c'è un "protagonista", né buoni o cattivi. E' sicuramente uno dei telefilm più psicologicamente realisti che abbia mai visto.

Appunto per questo, non capisco perché mai Betty "deve crescere". Nel mondo, quello nostro, ci sono persone che già dalla tenera età si evolvono, guardandosi dentro a lungo e capendo se stessi e la maniera in cui interagiscono con gli altri. Ci sono altre(ttante) persone che invece non cresceranno mai, che saranno sempre i bambini che pensano a loro sia tutto dovuto, che la loro vita deve essere quella che hanno idealizzato e che battono i piedi a terra e fanno ripicche idiote se gli altri "attori" (burattini) del mondo di cui loro sono registi non sottostanno al loro copione. Per costoro auspicherò sempre una redenzione che gli faccia vivere la loro età adulta (o terza età) in maniera piena e soddisfacente, ma in fondo credo e so che non cambieranno mai. Betty secondo me fa semplicemente parte di questo secondo gruppo, è di quella categoria di persone che anche se ha qualche barlume di illuminazione, ne ha una paura assurda (costa una fatica abnorme e peraltro ci vuole una forza interiore che molti non hanno) e lo spegne a mò di mozzicone di sigaretta. In genere perché si costringa questa gente a "ragionare" per davvero ci vuole non una luce che si accende, ma una causa scatenante drammatica per la messa in discussione o la caduta del proprio (falso) Sé, ma non vedo quale potrebbe essere quella "definitiva" di Betty. Peraltro di cadute già ne ebbe, andò pure dall'analista se non ricordo male, ma ha risolto tutto solo mettendoci una pezza, come abbiamo visto.

Don pensavo pure fosse di questo gruppo, ma sta avendo un'evoluzione che trovo quasi commuovente. E', inerentemente al discorso ultimo che facevo prima, partita da un momento di sua crisi nera in cui letteralmente l'identità farlocca che si era costruito è andata in pezzi, e sta avendo un andamento per ora stabile e convincente, con mia grande sorpresa. Non so bene che ne sarà di lui alla fine, e devo dire anche io ho avuto un brivido al sentire che gli veniva dato l'ufficio di Lane, ma mai avrei detto che l'hint di speranza in più me l'avrebbe data proprio Don Draper, che di primo acchito era il personaggio che a me pareva più viscido, impenitente e recidivo. Mi affascinava e lo odiavo allo stesso tempo. Ora devo dire faccio più di tutti il tifo per lui.

(Per Sally c'era programmata o una coazione a ripetere il comportamento dei genitori; o l'assimilazione e elaborazione al contrario del loro difetto, facendo di lei una ragazza sensibile, intuitiva e intelligente. Lieta che l'esito sia la 2. Oh, poi chissà, svilupperà un kink per uomini che abbiano il profilo sentimentale ambiguo del padre e/o manipolatorio della madre, ma sicuro ne verrebbe fuori, ne ha gli strumenti).

Non so bene come intendere il parallelismo fra Don e suo figlio. Era chiaramente voluto, però non penso volesse dare una posizione netta sul futuro del bambino. Date le nozioni spicciole di psicologia che possiedo, fa al massimo nettamente vedere di nuovo che Don ha scelto come madre dei suoi figli... sua madre. Per il resto, il bimbo è troppo piccolo, e ha una figura maschile positiva a supportarlo (...forse, visto che non ci è dato sapere con esattezza come il marito reagisca alle bimbominkiate di Betty), a differenza dell'infanzia di Don.   

E infine, scusate se bypasso tutti e tutto, ma non posso fare a meno di fare pat pat sulla testa della povera Peggy, che pare che adesso in particolare sia odiata da tutti gli spettatori, dato che sembra una gattara squilibrata che suona il pianoforte (e non legge abbastanza Harmony). Da quando lo show è nato mi sono rivista in lei, perciò il palo nel ciapet che adesso si ritrova non posso fare a meno di considerarlo come l'unica cosa che la tiene letteralmente in piedi, ora come ora. Non ha NIENTE (e lei ha concorso in parte a provocare ciò, sia chiaro). La scena del parallelismo fra lei e Don della puntata scorsa è stata una cosa struggentissima, so che sono fuori topic, ma in qualche maniera allora avevo pensato che questa sincronia di disperazione sia l'ennesimo segno del fatto che lei e Don sono legati da un filo rosso, che lo vogliano ammettere o no. Il rancore che prova per una persona denota sempre il fatto che in qualche modo tiene ancora a lei, che la cosa le brucia (solo per Ted e Don ha avuto reazioni del genere, ultimamente), perché sennò penso sarebbe molto più indifferente. O forse... mi proietto su di lei e basta!
« Ultima modifica: 1 May 2014, 01:06:00 da Jackieale »

*Alessandra*

  • Walter Bishop
  • Post: 5067
  • Sesso: Femmina
  • "My beautiful boy."
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #32 il: 1 May 2014, 10:00:42 »
Sono d'accordo, in parte, col tuo discorso. Mad Men è una serie molto realista e ci sta, quindi, che Betty non cresca e che il personaggio non si evolva perchè, nella vita vera, molte persone sono così. Però un minimo di sviluppo o anche solo un barlume di sviluppo lo vorrei vedere in lei. Perchè mi sembra che ritorni sempre al punto di partenza, alla solita Betty.
Essendo un personaggio che io ho sempre trovato, sia nel bene che nel male, interessante gradirei vedere un qualcosa.
C'è anche da tenere in conto il fatto che Betty, da quando lei e Don hanno divorziato, si vede davvero poco per cui non è chiara la linea narrativa che vogliono far prendere al personaggio.
Probabile che resti la solita Betty fino alla fine, si.
“Beauty is terror. Whatever we call beautiful, we quiver before it.”

lalla

  • Peggy Olson
  • Post: 1077
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #33 il: 1 May 2014, 13:36:16 »

Appunto per questo, non capisco perché mai Betty "deve crescere". Nel mondo, quello nostro, ci sono persone che già dalla tenera età si evolvono, guardandosi dentro a lungo e capendo se stessi e la maniera in cui interagiscono con gli altri. Ci sono altre(ttante) persone che invece non cresceranno mai, che saranno sempre i bambini che pensano a loro sia tutto dovuto, che la loro vita deve essere quella che hanno idealizzato e che battono i piedi a terra e fanno ripicche idiote se gli altri "attori" (burattini) del mondo di cui loro sono registi non sottostanno al loro copione. Per costoro auspicherò sempre una redenzione che gli faccia vivere la loro età adulta (o terza età) in maniera piena e soddisfacente, ma in fondo credo e so che non cambieranno mai. Betty secondo me fa semplicemente parte di questo secondo gruppo, è di quella categoria di persone che anche se ha qualche barlume di illuminazione, ne ha una paura assurda (costa una fatica abnorme e peraltro ci vuole una forza interiore che molti non hanno) e lo spegne a mò di mozzicone di sigaretta. In genere perché si costringa questa gente a "ragionare" per davvero ci vuole non una luce che si accende, ma una causa scatenante drammatica per la messa in discussione o la caduta del proprio (falso) Sé, ma non vedo quale potrebbe essere quella "definitiva" di Betty. Peraltro di cadute già ne ebbe, andò pure dall'analista se non ricordo male, ma ha risolto tutto solo mettendoci una pezza, come abbiamo visto.


Non so bene come intendere il parallelismo fra Don e suo figlio. Era chiaramente voluto, però non penso volesse dare una posizione netta sul futuro del bambino. Date le nozioni spicciole di psicologia che possiedo, fa al massimo nettamente vedere di nuovo che Don ha scelto come madre dei suoi figli... sua madre. Per il resto, il bimbo è troppo piccolo, e ha una figura maschile positiva a supportarlo (...forse, visto che non ci è dato sapere con esattezza come il marito reagisca alle bimbominkiate di Betty), a differenza dell'infanzia di Don.   

E infine, scusate se bypasso tutti e tutto, ma non posso fare a meno di fare pat pat sulla testa della povera Peggy, che pare che adesso in particolare sia odiata da tutti gli spettatori, dato che sembra una gattara squilibrata che suona il pianoforte (e non legge abbastanza Harmony). Da quando lo show è nato mi sono rivista in lei, perciò il palo nel ciapet che adesso si ritrova non posso fare a meno di considerarlo come l'unica cosa che la tiene letteralmente in piedi, ora come ora. Non ha NIENTE (e lei ha concorso in parte a provocare ciò, sia chiaro). La scena del parallelismo fra lei e Don della puntata scorsa è stata una cosa struggentissima, so che sono fuori topic, ma in qualche maniera allora avevo pensato che questa sincronia di disperazione sia l'ennesimo segno del fatto che lei e Don sono legati da un filo rosso, che lo vogliano ammettere o no. Il rancore che prova per una persona denota sempre il fatto che in qualche modo tiene ancora a lei, che la cosa le brucia (solo per Ted e Don ha avuto reazioni del genere, ultimamente), perché sennò penso sarebbe molto più indifferente. O forse... mi proietto su di lei e basta!

bellissimo post ;)
su Betty la vedo come te, non cambierà mai, non crescerà mai e non si sposterà di una virgola, anche perchè che si dovrebbe dire ed ammettere? D'essere incapace di amar chicchessia?
Menomale che c'è Henry che fa da padre comprensivo a tutti loro, la asseconda perchè anche lui non vuol veder, capir ed ammettere che Betty è infantile, onza, anaffettiva e manipolatrice, tutti l'hanno vista solo per la sua apparenza, bella bambolina e nulla di più.

Peggy è la versione femminile di Donald, il filo rosso ci sarà sempre ed infatti ne è la degna pupilla, il rancore c'è per tutta la distruttività di Donald, l'ha svalutata appena s'è sposato con la bambina bambolina Megan, in fondo l'ha cacciata lui buttandole quei soldi in faccia, poi ha fatto in modo di riprendersela sempre in maniera subdola, come fa lui, non dicendo in faccia la verità, in fondo la stessa modalità che ha Betty come ha fatto presente alla figlia, incassa attende e poi agisce alle spalle. Se l'è ripresa vicino e ha sputtanato anche ai di lei occhi il pusillanime Ted, che da pusillanime ha agito alle di lei spalle per andarsene e salvare il suo matrimonio.
A chi dare la “colpa”? A Ted di cui è innamorata e ha sempre voluto veder come il salvatore che le ha dato il ruolo di capo o a Donald che è un distruttore nato?
Più facile dar del mostro anaffettivo a chi ti ha dato più prove di ciò, che a quello che mente sui suoi desideri e sentimenti per te. Ted ha fatto la stessa cosa che Donald dice a Megan in quest'episodio, ti ho mentito riguardo al lavoro perchè volevo che mi vedessi come quello che ero e non come chi sono in realtà.
E anche Peggy fa tanto la femminista, la solidale ecc e poi ha fatto spostar quella povera segretaria dai suoi occhi solo perchè lei aveva uno che l'ama e le manda i fiori e lei no.

son tutti simili dietro le loro maschere da cavalieri scintillanti

così in ufficio, l'apparenza è tutto, ma chi non beve o mente o manipola o aggira la verità li dentro? chi potrebbe scagliare la prima pietra Joan, Cooper, Roger, Cutler, Henry Crane  :XD:?
« Ultima modifica: 1 May 2014, 13:39:38 da lalla »
Charles Vane tuttalavita

thesopranos4ever

  • Sarah Manning
  • Post: 240
  • Sesso: Maschio
  • "Come at the king, you best not miss." - O.L.
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #34 il: 1 May 2014, 18:13:25 »
"ook..."

non me l'aspettavo, ma evidentemente si riprenderà il suo status in breve con i risultati.

Le donne sono diventate una peggio dell'altra, Betty è sempre la stessa, Peggy inqualificabile e Joan è diventata una stronza che crede di sapere tutto solo perchè è una partner ed ha un ufficio...

ora ne vedremo delle belle.

*pavlov*

  • Abed Nadir
  • Post: 1976
  • Sesso: Femmina
  • Boys fuck things up. Girls are fucked up.
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #35 il: 1 May 2014, 22:38:14 »
Episodio davvero difficile da digerire, vedere Don lasciato da solo nella stanzetta dei creativi, senza sapere cosa fare né cosa aspettarsi, in attesa di un verdetto che non arriva mai è stato veramente angustiante.
Le condizioni che gli hanno posto sono semplicemente inaccettabili, speravo che usasse come arma il fatto di essere comunque un socio dalla cospicua ed onerosa quota, invece niente, quindi qualora violasse il contratto quei 3 perfidi riuscirebbero a liberarsi di lui in quattro e quattr'otto senza alcuna perdita  :nu:
Joan incomprensibile, la grettezza di chi è legato con le unghie e con i denti al proprio pezzetto di orticello è rivoltante  :vecchio:
Buone le parti di Megan e Betty.
Betty mamma gelida è sempre il top, anche perché poi nessuno la manda mai a quel paese, tutti i suoi uomini accettano senza battere ciglio i suoi capricci da bambina viziata.
Seguo: Hill House, Better Call Saul, Game of Thrones, Gomorra, The Missing, The End of The Fucking World, La Casa de Papel, Planet Earth, The Handmaid's Tale, The OA, American Vandal, Sex Education
Attendo la prossima stagione di: Fargo, Homeland, True Detective, Curb your Enthusiasm, Luther, House of Cards, Louie, Black Mirror, Narcos, Stranger Things
Serie finite: Six Feet Under, I Soprano,The Wire, Generation Kill, OZ, Band of Brothers, Queer as Folk UK, Arrested Development, Pushing Daisies, Boris, Romanzo Criminale, Twin Peaks, Dead Set, Sex and the City, Secret Diary of a Call Girl, Tell me You Love me, Freaks and Geeks, Undeclared, Greek, Dr Horrible's Sing Along Blog, Lost, Dollhouse, Friday Night Lights, This is England '86-88-90, Mildred Pierce, Entourage, Bored to Death, How to Make it in America, The IT Crowd, The Killing, Coma, Dexter, Breaking Bad, True Blood, Secret&Lies (Australia), Broadchurch, Mad Men, Downton Abbey, Girls, 22/11/63, The Fall, Making a Murderer, Manhunt Unabomber, The Night of, The Night Manager, Mindhunter, Parks and Rec, The Americans, Sharp Objects, Trust

lalla

  • Peggy Olson
  • Post: 1077
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #36 il: 1 May 2014, 23:43:30 »
L'episodio si apre in un cinema sulle scene del film Model Shop del regista francese Jacques Demy del 1968.

Il protagonista è George Matthews, un giovane architetto 26enne disilluso e fragile nell'immobile attesa del compiersi del suo destino, insoddisfatto del suo lavoro, del rapporto con la ragazza con cui convive, estraneo a tutto quel che lo circonda è spaventato alla prospettiva di dover essere prima o poi richiamato alle armi, con probabile destinazione nel Vietnam.
Sta aspettando di essere richiamato, e come tale non può prendere decisioni in merito a qualsiasi altra cosa nella sua vita.
Girovagando per una triste Los Angeles, alla ricerca di un prestito per pagare la rata della sua bella automobile d'epoca, incontra una donna più matura di lui, la segue, scopre che lavora come modella in uno studio dove si realizzano foto pornografiche. Lei è Cécile, una francese divorziata, il cui squallido impiego le serve per tornare in patria, per riabbracciare l'unico figlio che non vede da due anni. L'incontro tra la donna delusa dalla sua infelice esperienza sentimentale e il giovane inquieto, che cerca un conforto alla propria solitudine, termina con una notte d'amore. L'indomani Cécile parte per la Francia e George, che ha ricevuto la cartolina precetto ed è stato abbandonato anche dalla fidanzata, si trova più che mai solo.

Con le dovute differenze vi ricorda qualcuno? Il ragazzo che nella scorsa stagione alleviava la sua solitudine, il suo inferno interiore, nelle braccia di una donna infelice e più matura delle sue solite amanti.


L'attesa, la solitudine, le insicurezze che fanno divenire dei lunatic, il tempo si dilata, da bambini si vorrebbe ritornare indietro per non commettere più quell'errore, da adolescenti si piange e si vorrebbe rirecitare quella scena, non aver detto quella bugia un anno prima alla moglie, ma Donald è paralizzato in attesa di sapere qual'è la sua sorte alla SC & P, senza un lavoro lui è immobile,  impietrito e incapace di prendere una sola decisione sulla sua vita, anche quella che già fece come promessa alla moglie l'anno prima.

Ma Donald finalmente decide di crescere ed uscire da quel limbo/purgatorio d'attesa per affrontare tutte le pene che i soci gli infliggeranno, anche le più impossibili, anche quelle progettate specificamente per ferire il suo ego e farlo uscire dall'azienda del tutto; ma senza atti di orgoglio Donald accetta tutto, per redimersi, per fixare.

Bobby, Donald, Megan, Betty, Francine come affrontano i rifiuti, le difficoltà, la solitudine, chi si evolve e cresce e chi resta old style.

Citazione
“e' ora di fare conversazione"

Donald, dopo il periodo di pietrificante attesa, decide di andare a fare una conversazione con Giuda/Roger, vuole tornare nell'azienda che ha fondato; Roger non sapeva nemmeno quale fosse la domanda e, siccome il suo nome è sulla porta, crede che non ci sia nemmeno bisogno di una conversazione con i soci per far ritornare l'amico di cui sente la mancanza in ufficio.
Donald va a Los Angeles, chiamato dall'agente di Megan, per aiutarla ad accettare i rifiuti, ma si finisce per parlare di quello attuato da lui nei riguardi della moglie da un anno, finalmente dice la verità, come gli aveva consigliato Sally, lui senza lavoro e in aspettativa si è sentito lunatic come Megan, solo tramite il lavoro può essere l'uomo che lei ha sempre viso.

Ma in ufficio sembra tutto cambiato, i visi, i nomi sulle porte, gli unici che non sono cambiati sono i creativi, che subito accolgono il genio tra loro chiedendogli nuovi spunti e una mano, iniziando dalla spazzatura.

Ai piani dirigenziali qualcosa è cambiato qualcosa no, Roger ritorna quello di una volta e si batte per il “genio”, Cooper sempre per i soldi, Cutler per un computer che possa soppiantare la creatività, Joan, protetta dal suo nuovo ruolo con gli stivali, decreta che non c'è più spazio per chi crea solo problemi, di cui stanno raccogliendo ancora i cocci, in nome della dignità redige delle clausole progettate per ferire il Draper ego, trattato come un bambino, e per farlo uscire dall'azienda dividendosi tra loro la sua quota di socio. Dovrà prendere l'ufficio di Lane, morto suicida in quella stanza.

Peggy, piena di astio nei di lui riguardi, gli va a dire che non ha sentito la sua mancanza, in fondo buttando su di lui la sua frustrazione nell'attuale mediocrità lavorativa in cui Ginsberg, tentando di tirarla su per la mancata nomination ai premi pubblicitari Clio le dice: “E' un sollievo per te, non sei stata rifiutata... Non sei stata nemmeno considerata”.

Harry Crane non vuole avere una conversazione con Cutler, dopo esser stato ogni anno inascoltato per la richiesta di un loro computer, e da creativo inventa ragioni semanticamente inesistenti per i clienti.

Citazione
“e' ora di fare conversazione"

Francine si è evoluta, fare la Signora in una casa vuota non le basta più, ha bisogno di nuove sfide e soddisfazioni divenendo un'ottima agente di viaggio, Betty Draper è sempre Betty Draper old fashion, e per dirsi che il suo scopo è la cura dei figli, torna a casa e decide di accompagnare Bobby ad una gita della scuola; ma il bambino Draper la delude nella sua fantasia di giorno perfetto, dando il suo panino a un'altra bambina, e l'illusione di quella conversazione, di rapporto amorevole e di condivisione subito svanisce. Bobby vorrebbe tornare al giorno precedente e la bambina Betty a letto, che stringe il suo bambolotto più piccolo, al ritorno del suo padre/marito gli chiede “sono brava? Perché i miei figli non mi amano rovinandomi le giornate perfette?”.

Citazione
“L'uomo che ha parlato con Hershey l'ho visto girare per strada con un cartello che dice: "La fine e' vicina"”

ma Donald Draper è tornato, cosa farà?



Charles Vane tuttalavita

JackieBoy23

  • Rick Grimes
  • Post: 2086
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #37 il: 4 May 2014, 10:59:11 »
Scendere a patti; accettare condizioni praticamente inaccettabili pur di sentire che la propria vita si stia rimettendo sui giusti binari.
L'apparente occasione di riscatto di Donald Draper, si trasforma in un viaggio all'inferno, in un'umiliazione profonda, che lo vede isolato (come se Donald non ne avesse abbastanza delle cucchiaiate di solitudine che sta digerendo da anni a questa parte) nella stanza dei creativi, mentre le persone che, un tempo, lo idolatravano gli passano accanto, come fugaci comparse, intavolando conversazioni imbarazzate e traballanti; mentre Lou lo guarda con astio e batte i piedi nel suo ufficio perché sente già minacciata la sua posizione.
E poi la convocazione finale, giunta dopo ore interminabili, dopo una feroce discussione nell'ufficio di Bert, in cui Roger, finalmente, prende una posizione e mette tutti di fronte alla realtà dei fatti: Donald è un genio e, con tutti i suoi difetti, meglio averlo come amico che come possibile concorrente; ma, come sempre nel mondo dei Mad Men, quello che cambia la sorte dell'incontro, sono i soldi: compensare la quota di Don è troppo rischioso in un momento in cui l'agenzia arranca.
E Peggy - sempre più irriconoscibile e cinica - può dire tutto quello che vuole, ma Don è mancato tantissimo all'agenzia: è il pilastro che è stato tolto improvvisamente e che ha privato tutti di uno slancio creativo indispensabile.
Accettare quelle condizioni - soprattutto l'essere sottoposto a Lou e il non poter incontrare i clienti da solo - è un vero smacco per quello che Donald ha rappresentato per il mondo della SC&P, ma l'ho sentita come una decisione presa per riprendere le fila della propria vita, in una puntata in cui anche la storia con Meg arriva (o rischia di arrivare, lasciando qualcosa in sospeso?) definitivamente al capolinea.
Don è smarrito, ha bisogno di tornare a sentirsi attivo, dinamico, con la vera voglia di fare e di avere le giornate piene grazie al proprio lavoro. L'amore per l'azienda, per ciò che fa, lo porta anche lontano da Meg, rifiutando di trovare qualsiasi altro lavoro o qualsiasi altra città che lo tenga distante da quel mondo.
Ripartirai, Don? Lo farai veramente questa volta, anche se a condizioni che non si addicono affatto a ciò che sei tu?

E che dire poi di Betty? Saranno passati gli anni, ma il suo carattere non matura. Resta la bambina viziata e capricciosa e si fa rovinare appositamente una giornata, dando poi la colpa a Bobby, colpevole di aver commesso un'ingenuità da bambino. Scarica su di lui tutte le colpe, lo mortifica e poi si chiede come mai i figli non le vogliano bene. E come tutti i bambini capricciosi, anziché chiedersi se la responsabilità sia soltanto sua, preferisce chiudere gli occhi e pensare che "quelli sbagliati" siano gli altri. Non di certo lei, che, nella sua testa, fa qualsiasi cosa per farsi amare.

In sintesi, l'ennesima puntata capolavoro che ci proietta negli abissi umani, dove l'amarezza è di casa e coinvolge tutti gli spettatori.
Mad Men non lascia MAI indifferenti.

Amo alla follia: Breaking Bad, Sons Of Anarchy, The Shield, Community (le prime tre stagioni), Parks and Recreation

Seguo:

Aspetto: Atlanta (s3), Barry (s3)

Ho finito: Boss, Breaking Bad, Community, Friday Night Lights, Game of Thrones, Go On, How I Met Your Mother, Justified, Lost, Luck, Oz, Parks & Recreation, Romanzo Criminale, Scrubs, Sons Of Anarchy, Spartacus, The Office US, The Shield.

Double J

  • Gemma Teller
  • Post: 3652
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #38 il: 6 May 2014, 15:44:42 »
Bah, a fine episodio non me l'aspettavo proprio che dicesse "Ok" Don.

Qualcuno mi può far chiarezza del perchè Don è stato sospeso nell'ultima puntata della sesta stagione? Proprio non mi ricordo.

talpa10

  • Camicia Nera #amicodiAbbiati
  • Alicia Florrick
  • Post: 14859
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #39 il: 6 May 2014, 20:15:38 »
Bah, a fine episodio non me l'aspettavo proprio che dicesse "Ok" Don.

Qualcuno mi può far chiarezza del perchè Don è stato sospeso nell'ultima puntata della sesta stagione? Proprio non mi ricordo.

Don era stato sospeso perchè nel mezzo di una presentazione aveva rivelato la verità sulla sua identità al cliente, sbroccando di brutto

io invece mi chiedo...che ruolo avrebbe avuto Don nella vicenda St. Joseph's? non ricordo bene,,,,

e soprattutto, che c'entra lui con Ted? Ted ha deciso personalmente di andare in California, anzi ha chiesto a Don di  lasciar andare lui...non capisco il risentimento di Peggy e Cutler
PS..GUARDATE ARRESTED DEVELOPMENT..C'MOOOOON

dido69

  • Annyong Bluth
  • Post: 631
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #40 il: 18 March 2015, 05:55:00 »
Well shit.

Mi sorprendo che alcune persone siano rimaste sorprese dell'accettazione di Don, probabilmente vogliamo tutti vederlo in versione Badass re del mondo, ma questa serie è quanto di più realistico abbia mai visto in tv, e nella realta il Don della situazione avrebbe ugualmente accettato.

Noi sappiamo che molto probabilmente non sarà in grado di rispettare quelle regole, ma che alternative ha? La sua vita è a pezzi, avrebbe accettato qualsiasi cosa pur di tornare a lavoro, basta vedere come conta i secondi prima di tornare in ufficio.

Tra l'altro, la scena di quando torna in ufficio è stata fantastica neanche a dirlo, Don che arriva in un luogo estraneo nonostante sia lo stesso posto dove ha lavorato così tanto tempo, si fa strada tra facce confuse e sorprese, tra porte con nomi diversi appiccicati sopra, l'ufficio è continuato ad esistere senza di lui, si è estraniato dal mondo e il mondo è andato avanti, e questa realizzazione angosciante, che tutto va avanti anche senza di te, che nessuno è indispensabile, aggiunta al disagio che prova nello stare li seduto a cercare qualcosa da fare hanno reso quest'episodio un mattone.

Fortunatamente mi ha strappato anche una risata quando gli altri soci sono venuti a sapere che Don era al piano di sotto e non avevano idea di cosa ci facesse o di cosa dovevano fare :asd:.

Francamente non vedevo l'ora di vedere Don e Peggy  di nuovo insieme, anche se qui è stato solo per qualche secondo, in futuro ne vedremo delle belle.

Altra chicca, la ragazza che dice a Don dove abita e la scena dopo lo vediamo bussare alla porta... di Roger, altra prova che questa serie fa zig quando pensi stia per fare zag :asd:.

Ah se non si fosse capito, per me è capolavoro :riot:, e devo dire che le analisi di alcuni utenti fanno apprezzare ancora di più questo diamante (si, perchè non è un semplice "gioello") di serie :love:.
« Ultima modifica: 18 March 2015, 06:14:52 da dido69 »

andremilan1899

  • Peggy Olson
  • Post: 1086
  • Sesso: Maschio
  • Charlie? Charlie Runkle? Are you inside that woman
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #41 il: 23 August 2017, 17:09:46 »
Ho letto tutti i vs commenti e mi trovo d'accordo con la maggior parte delle cose lette.
Mi limito a dire:
Ma che figli di p*****a!!! Escluso Roger che almeno vuole far tornare Don dagli altri non me lo sarei mai aspettato. La delusione più grande è stata sicuramente Joan e Peggy, quest'ultima diventata davvero insopportabile e avida del potere conferitole.
Mi dispiace ma Don qui doveva rifiutare e mettersi contro la SC.

kript96

  • Correttore automatico
  • *
  • Post: 3167
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • Traduzioni: 100+
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #42 il: 6 November 2017, 03:52:16 »
Che botta e che ansia, dalle 10 di mattina alle 19 di sera lo hanno tenuto in attesa, come se fosse uno qualunque. E poi, mentre ci incazziamo già noi per le "clausole" sul suo ritorno, Don accetta. Qualcosa che stagioni fa non avrebbe mai fatto, anzi, credo che già a scoprire che Roger non aveva informato nessuno del suo ritorno, se ne sarebbe andato incazzato. Ma a Don seerve il suo lavoro. Direi che è l'unica cosa che sa fare bene, ed è disposto a scendere a compromessi. Anche se significa praticamente fare da figurino  davanti ai clienti e basta, a quanto pare. Forse però il fatto che non sia a capo non è un male, ha la possibilità di tornare a tirare fuori idee come non faceva da un bel pezzo.

"I wish it was yesterday" detto da Bob, con i riferimenti alla  nostalgia (Cosgrave cita direttamente il bellissimo monologo di Don per il Carousel) credo parli sia per i personaggi (i nostri  "amati" protagonisti da sempre, quelli che ormai stanno diventando vecchi in un mondo nuovo, Roger, Don, Betty...) che per il pubblico. Infatti nonostante i numerosi difetti di quel mondo vecchio che il naturale svolgersi del tempo si sta lasciando alle spalle, continuiamo a tifare per i vecchi tempi, abbiamo nostalgia dei dialoghi tra Roger e Don, dei momenti impulsivi ma rischiosi di Don verso i clienti, odiamo vedere, come dice Peggy, che l'agenzia è una macchina ben oliata e funzionante ma al costo di diventare anonima. Ma questo ai nuovi partner, cui la soddisfazione lavorativa deriva dalla maggior stabilità e guadagno possibile dell'azienda rispetto all'orgoglio e al riconoscimento del lavoro svolto, poco importa.

Continuo a procedere il recupero di quest'ultima stagione tra le letture dei commenti qua su itasa, delle vecchie recensioni di serialmente e la lettura del "critical companion" di Matt Zoller Seitz. In pratica per ogni episodio ce n'è un altro di lettura :XD: Credo non ci siano serie paragonabili a Mad Men per profondità e studio della personalità umana (come diceva Sally nello scorso episodio "I'm so many people"). Credo che molti lavori vengono intesi principalmente per provocare una risposta di "pancia", sarebbe meglio fermarsi a quelle reazioni che ti fanno provare durante la visione, invece la magia viene un po' rovinata da analisi e analisi che personalmente non trovo molto utili. Mentre Mad Men è proprio fatta per essere sviscerata e analizzata in tutti i suoi dettagli. E si è spinti sempre più a farlo, per i tanti punti di vista diversi a riguardo, tutti on point su qualcosa, nessuno giusto al cento per cento. Non solo i personaggi, ma anche lo show stesso è "so many people".
« Ultima modifica: 6 November 2017, 05:00:21 da kript96 »
"Now I am quietly waiting for the catastrophe of my personality to seem beautiful again"
TvShowTime: https://www.tvshowtime.com/en/user/490622/profile
Anya: I have finesse! I have finesse coming out of my bottom!
Traduco: Arrow s04, iZombie s02-03, The Magicians s01-s02, Supergirl s01, Red Oaks s01-s02, Flesh and Bone s01, Braindead s01, Stranger Things s01,Lucifer s02

Laaaaura

  • Annyong Bluth
  • Post: 689
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #43 il: 9 August 2018, 22:23:40 »
in questo episodio ho odiato tutti -.- (tranne don  :asd:)

già negli episodi scorsi mal soffrivo che lo avessero licenziato, visto che in quell'ufficio mi pare tutti quanti avessero compiuto le loro buone assurdità.
ma questo atteggiamento nei suoi confronti proprio non mi è piaciuto, per nulla.
si salva solo roger.
Joan mi ha disgustata nel suo contegno di fronte a lui.
Peggy la comprendo un po', perchè in fondo ha molti trascorsi, ma ho odiato pure lei.
Delusione su tutta la linea.


Però Don come al solito ci frega a tutti e penso abbia fregato pure loro accettando la proposta.  :asd:
Vai Don  :metal:
Dopo questo episodio considererò lui l'eroe e tutto il resto del mondo il male  :zizi:

La parte di Betty senza senso.  :interello:

La parte con Megan non mi ha toccato neanche un po', insomma io spero si lascino   :asd:


Però l'episodio è stato bello, e lo scompiglio che si è creato in ufficio mi ha fatto sorridere.
Mentre sono riusciti a trasmettere benissimo la sua ansia con il montaggio di lui seduto in soggiorno e lui che sale con l'ascensore.

Jon Hamm come al solito magistrale, specie quando ingoia il rospo di Peggy che se ne esce con quella frase perfida.

Post unito:  9 August 2018, 22:44:32
betty l'ho sempre difesa ma in questo episodio proprio non mi è piaciuto come abbia mortificato il figlio, si aggiunge alla lista dei personaggi che ho detestato.  :asd:
« Ultima modifica: 9 August 2018, 22:44:32 da Laaaaura »

flavioti

  • Liz Lemon
  • Post: 4554
  • Sesso: Maschio
  • ADEBISI LIVES
    • Mostra profilo
Re: [Commenti] Mad Men 7x03 - Field Trip
« Risposta #44 il: 26 October 2021, 22:45:25 »
Che delusione Joan
Bha

La donna qui ritratta, segni invisibili possiederà,
segni che il marchio sono di colei che porterà
a compimento le opere mie con furia cingendole,
una rabbia che arderà se non frenata
e a volgar costo questa donna farà
della maggior potenza scempio totale