Autore Topic: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)  (Letto 104474 volte)

matt823

  • Rick Grimes
  • Post: 2389
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1575 il: 14 August 2019, 17:45:40 »
Boh a me la prima cosa che viene in mente quando penso a IT è il legame tra i Perdenti.
« Ultima modifica: 14 August 2019, 17:59:46 da matt823 »

nincadoro

  • Richard Castle
  • Post: 3475
  • Sesso: Femmina
  • ...YOU REMEMBER THIS THING OF OURS?
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1576 il: 14 August 2019, 17:53:31 »
Se personaggi come Callahan e Roland esistono già di per sé significa che King sa scrivere anche i buoni, anche adatti ai tuoi gusti. Poi che non ti piaccia come gusto personale il protagonista archetipico di King, diciamo uno Stu o un Johnny Smith o le loro controparti femminili Fran e Sarah Bracknell, ci può stare sicuramente. Io penso lo faccia intenzionalmente perché è nel suo stile mettere personaggi totalmente comuni e a volte quasi insignificanti in situazioni incommensurabili e molto più grandi di loro e vuole anche mettere il lettore in condizione di affezionarsi ed entrare in empatia ma non troppo, nel caso poi muoiano male. Secondo me è proprio una caratteristica del suo stile, che può piacere o meno. Però da qui a dire che siano scritti male TUTTI i personaggi positivi eccetto Roland e Callahan ce ne passa secondo me. Ad esempio se per i Perdenti sono tutti intercambiabili e uno uguale all'altro francamente non so che dire.

Ma King scrive personaggi buoni, l'ho detto, si perde quando scrive i personaggi positivi, lindi e pinti. Quando li sporca come fa con Roland, o Callahan fa un buon lavoro.
Ti faccio io una domanda, se prendi un altro personaggio di King, prendiamo Ben lo puoi tranquillmente intercambiare con un personaggio dei perdenti, gli puoi appicciare sopra la sua storia, perchè appunto l'uno vale l'altro, sono tanto simili tra loro, che possono essere intercambiati...ma puoi prendere anche un Gary Stu qualunque ed inserirlo al posto di Ben o Billy, perchè appunto sono Gary Stu, ne più ne meno.
Roland invece non lo puoi intercambiare, perchè Roland è vivo. Vive oltre la Torre Nera. Come IT vive oltre IT. I perdenti si perdono dentro IT.
E no, io non vedo neppure una sublimazione dell'uomo qualunque che si ritrova a fronteggiare situazioni più grandi di lui, perchè l'uomo qualunque (Billy, Ben) si trasforma prima in King poi in risolutore della storia, risolutore a qualunque costo.
No, io di King ho sempre odiato questo: i suoi personaggi posotivi, e poi vabbé l'utlizzo spesso sproposito di Deus ex machina.

Post unito: 14 August 2019, 17:53:31
Boh a me la prima cosa che viene in mente quando penso a IT è i legame tra i Perdenti.

Bah sinceramente a me viene difficile fare un'associazione simile, anche perchè il legame tra i perdenti si rifà ad uno dei più banali costruitti narrativi: l'innocenza dei bambini e la purezza e quindi solidità del loro legame, che non è ne sbagliata, ne stonata, ma ai miei occhi abusata e quindi anonima. Che poi tornando ad IT 'sto legame collassa quasi su se stesso, o meglio si ridimensione fino a non contare quasi nulla, ad essere indifferente, nel senso che ad esser critici
(clicca per mostrare/nascondere)

TRASH IS THE WAY - Fire walk with me - THE BLUE COMET - My name is Ozymandias, king of King - EXSUSCITO - you can call me root... - BEYOND LIFE AND DEATH - "Through the darkness of future past, the magician longs to see, one chance out between two worlds... fire, walk with me". We lived among the people. I think you say, convenience store. We lived above it. I mean it like it is, like it sounds. I, too, have been touched by the devilish one. Tattoo on the left shoulder. Oh, but when I saw the face of God, I was changed. I took the entire arm off. My name is Mike. His name is Bob. - KILLER BOB - You know, this is — excuse me — a damn fine cup of coffee! - MAY THE GIANT BE WITH YOU - My mom told me to follow my talents, and I'm good at what I do - MADE IN AMERICA - Tell your god to ready for blood... - I WANT ALL MY GARMONBOZIA

matt823

  • Rick Grimes
  • Post: 2389
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1577 il: 14 August 2019, 18:08:51 »
Sarà forse anche vero che puoi sostituire Stu con Bill, non sto negando che a King piaccia servirsi di un certo tipo di personaggi sempre un po' uguali a se stessi, però non concordo con le conclusioni che trai. Cioè It inteso come entità è uno dei migliori villain mai scritti, ci mancherebbe, ma se leggi IT (romanzo) solo per la qualità del villain, non so, mi viene quasi da dire che King non faccia per te. It è un meraviglioso romanzo di formazione che fa ANCHE paura. Un romanzo di formazione che vede i perdenti attraversare tappe che sono state comuni a tutti noi, in modo coinvolgente e commovente. Al di là del soprannaturale.  Veramente, se It per te è solo il pagliaccio assassino non so cosa dire.

Post unito: 14 August 2019, 18:08:51

Bah sinceramente a me viene difficile fare un'associazione simile, anche perchè il legame tra i perdenti si rifà ad uno dei più banali costruitti narrativi: l'innocenza dei bambini e la purezza e quindi solidità del loro legame, che non è ne sbagliata, ne stonata, ma ai miei occhi abusata e quindi anonima. Che poi tornando ad IT 'sto legame collassa quasi su se stesso, o meglio si ridimensione fino a non contare quasi nulla, ad essere indifferente, nel senso che ad esser critici
(clicca per mostrare/nascondere)

 :aka: :aka: :aka: :aka: :aka:
mi viene quasi da chiedermi se parliamo dello stesso romanzo. Senza entrare nel merito del finale ( i finali sì, punti deboli di King) osservo che:
It è relativo, è la vera e propria personificazione del mostro nell'armadio che tutti ci siamo immaginati nella nostra cameretta. E' una paura primigenìa che ogni ragazzino a quell'età si è trovato ad affrontare. E quando i Perdenti sono soli It si rafforza, quando sono insieme si indebolisce. E poi c'è il tema del ritorno in età adulta, una metafora che ci dice che quello che ci condiziona da ragazzini, anche se sembra superato in apparenza, potrebbe essere ancora lì, solo sepolto dalle preoccupazioni della vita adulta. Mi sembra impossibile che non ti sia arrivato questo.

Sephiroth

  • The Original Puteo
  • Vanessa Ives
  • Post: 8856
  • Sesso: Maschio
  • I did it for me
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: E' passato troppo tempo
  • Revisioni: E' passato troppo tempo
  • Traduzioni: E' passato troppo tempo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1578 il: 14 August 2019, 18:09:44 »
@nincadoro Posso passarti che King scriva meglio i cattivi, ma sul fatto che il 90% dei buoni sia piatto e dimenticabile non mi trovi d'accordo.
Visto che si sta prendendo IT un po' d'esempio, io Bill, Bev, Richie, Ben, Mike, Eddie (e sua madre  :XD:) e persino Stan me li ricordo tutti come se il libro l'avessi letto ieri. OK, l'ho riletto un paio d'anni fa  :XD:, ma giuro su mia madre che prima di rileggerlo me li ricordavo benissimo tutti, ed erano passati 10 anni da quando l'avevo preso in mano la prima volta. Poi non ci sono dubbi che Pennywise sia il personaggio piu' simbolico, uno dei migliori mai scritti da King, ma non mi pare che i Perdenti siano ciofeca.
Se proprio vogliamo, ricordavo meno Henry Bowers o Victor o Patrick sinceramente, che sono cattivi...
Ambarabbaciccicocco'

nincadoro

  • Richard Castle
  • Post: 3475
  • Sesso: Femmina
  • ...YOU REMEMBER THIS THING OF OURS?
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1579 il: 14 August 2019, 20:02:23 »
Sarà forse anche vero che puoi sostituire Stu con Bill, non sto negando che a King piaccia servirsi di un certo tipo di personaggi sempre un po' uguali a se stessi, però non concordo con le conclusioni che trai. Cioè It inteso come entità è uno dei migliori villain mai scritti, ci mancherebbe, ma se leggi IT (romanzo) solo per la qualità del villain, non so, mi viene quasi da dire che King non faccia per te. It è un meraviglioso romanzo di formazione che fa ANCHE paura. Un romanzo di formazione che vede i perdenti attraversare tappe che sono state comuni a tutti noi, in modo coinvolgente e commovente. Al di là del soprannaturale.  Veramente, se It per te è solo il pagliaccio assassino non so cosa dire.

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 18:08:51[/time]
:aka: :aka: :aka: :aka: :aka:
mi viene quasi da chiedermi se parliamo dello stesso romanzo. Senza entrare nel merito del finale ( i finali sì, punti deboli di King) osservo che:
It è relativo, è la vera e propria personificazione del mostro nell'armadio che tutti ci siamo immaginati nella nostra cameretta. E' una paura primigenìa che ogni ragazzino a quell'età si è trovato ad affrontare. E quando i Perdenti sono soli It si rafforza, quando sono insieme si indebolisce. E poi c'è il tema del ritorno in età adulta, una metafora che ci dice che quello che ci condiziona da ragazzini, anche se sembra superato in apparenza, potrebbe essere ancora lì, solo sepolto dalle preoccupazioni della vita adulta. Mi sembra impossibile che non ti sia arrivato questo.

Suvvia però dai mi tirate fuori i soliti cliché "il romanzo non è per te " e via dicendo  :XD: fanno cascare le balls per quanto sono sterili come affermazioni.  E poi non distorcete quello che dico  :rofl:
Se vuoi facciamo un esercizio di semantica, ma è un esercizio appunto, e poco ci azzecca con le mie critiche...quindi detto ciò andiamo per punti cosi forse ci intendiamo meglio:
(clicca per mostrare/nascondere)

@nincadoro Posso passarti che King scriva meglio i cattivi, ma sul fatto che il 90% dei buoni sia piatto e dimenticabile non mi trovi d'accordo.
Visto che si sta prendendo IT un po' d'esempio, io Bill, Bev, Richie, Ben, Mike, Eddie (e sua madre  :XD:) e persino Stan me li ricordo tutti come se il libro l'avessi letto ieri. OK, l'ho riletto un paio d'anni fa  :XD:, ma giuro su mia madre che prima di rileggerlo me li ricordavo benissimo tutti, ed erano passati 10 anni da quando l'avevo preso in mano la prima volta. Poi non ci sono dubbi che Pennywise sia il personaggio piu' simbolico, uno dei migliori mai scritti da King, ma non mi pare che i Perdenti siano ciofeca.
Se proprio vogliamo, ricordavo meno Henry Bowers o Victor o Patrick sinceramente, che sono cattivi...

Io pure lessi la prima volta IT più di dieci anni fa, rileggendolo ora, pochissimo tempo fa, non ricordavo quasi nulla della caratterizzazione dei perdenti. E tra non molto saranno nuovamente scivolati via da me. I perdenti non sono delle ciofeche, ma sono intercambiali con i tantissimi Gary Stu o Marty Stu (chiamoli come preferite) che la letteratura ci ha dato.
E no, Bowser e company non sono neppure personaggi da antologia, sicuramente, ma ci sta, perchè non intendo dire che King scriva bene tutti i cattivi, perché anche questi, i cattivi di secondo e terzo piano, che accompagnano la storia ma non ne sono protagonisti, in King spesso e volentieri sono simili tra loro, ma voglio dire che King da il meglio di se con gli antagonisti, e che non è quindi un caso se tra i personaggi iconici che ci ha regalato abbiamo però solo cattivi ed antieroi, perchè i Gary Stu non se li ricorda nessuno, è normale.
« Ultima modifica: 14 August 2019, 20:05:33 da nincadoro »

TRASH IS THE WAY - Fire walk with me - THE BLUE COMET - My name is Ozymandias, king of King - EXSUSCITO - you can call me root... - BEYOND LIFE AND DEATH - "Through the darkness of future past, the magician longs to see, one chance out between two worlds... fire, walk with me". We lived among the people. I think you say, convenience store. We lived above it. I mean it like it is, like it sounds. I, too, have been touched by the devilish one. Tattoo on the left shoulder. Oh, but when I saw the face of God, I was changed. I took the entire arm off. My name is Mike. His name is Bob. - KILLER BOB - You know, this is — excuse me — a damn fine cup of coffee! - MAY THE GIANT BE WITH YOU - My mom told me to follow my talents, and I'm good at what I do - MADE IN AMERICA - Tell your god to ready for blood... - I WANT ALL MY GARMONBOZIA

flavioti

  • Liz Lemon
  • Post: 4559
  • Sesso: Maschio
  • ADEBISI LIVES
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1580 il: 26 August 2019, 15:16:27 »
Benvenuto  :riot:
Hai tanta strada da fare  :asd:
La trilogia di Mr Mercedes e' un'ottima lettura estiva, specialmente per Bill e Holly dei quali sono follemente innamorato :love:
 :quoto:

Tra l'altro @nincadoro una delle tematiche di King e' sempre stata Bene contro Male, quindi che ci siano personaggi estramamente positivi ed estremamente negativi e' proprio caratteristico. Ovviamente puo' non piacere  :sooRy:


Ho appena cominciato a rileggere L'Ombra dello Scorpione (in inglese questa volta) in vista della serie TV, che non ho amato la prima volta (una decina d'anni fa), tanto che ricordo pochissssssssimo della storia e dei personaggi.
Spero di ricredermi. Leggendo solo quando sono in metro, direi che vi faro' sapere tra 3/4 mesi circa  :rofl: :suicidiosenzafronzoli:

divorato chi perde paga (complimenti per la traduzione)
a me è piaciuta tanto la storia dei Saubers e di Morris, su internet ho letto tante recensioni negative sul secondo capitolo della trilogia

ora sto leggendo l'ultimo :paura:

La donna qui ritratta, segni invisibili possiederà,
segni che il marchio sono di colei che porterà
a compimento le opere mie con furia cingendole,
una rabbia che arderà se non frenata
e a volgar costo questa donna farà
della maggior potenza scempio totale

flavioti

  • Liz Lemon
  • Post: 4559
  • Sesso: Maschio
  • ADEBISI LIVES
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1581 il: 29 August 2019, 20:06:17 »
Finito anche Fine Turno
bella trilogia


Insomia e Il Talismano come li colloco rispetto la serie de la torre nera?
non l'ho ancora iniziata ma ho questi due testi che da quanto leggo hanno personaggi in comune

posso leggerli prima della serie o hanno un ordine cronologico?
per esempio ho letto su questo topic di leggere Salem e Cuori in Atlantide prima de I lupi del calla
« Ultima modifica: 29 August 2019, 20:09:57 da flavioti »

La donna qui ritratta, segni invisibili possiederà,
segni che il marchio sono di colei che porterà
a compimento le opere mie con furia cingendole,
una rabbia che arderà se non frenata
e a volgar costo questa donna farà
della maggior potenza scempio totale

Flavia

  • Empress of Trash
  • *
  • Post: 20999
  • Sesso: Femmina
  • Only the ideas that we really live have any value.
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1582 il: 2 September 2019, 09:38:05 »
@flavioti

Insomnia va letto prima dell'ultimo libro della saga, ha alcuni personaggi in comune ma dipende molto dal tuo livello di tolleranza agli spoiler. Nel senso che ovviamente ci sono dei riferimenti alla storia, ma puoi anche non leggerlo. Non è, per capirsi, come Doctor Sleep che ti spoilera tutto Shining, di cui è il sequel

Il talismano non ha niente a che fare con la Torre, è simile l'ambientazione (i Territori ricordano molto alcuni luoghi della Torre) ma sono libri diversi. È invece il prequel de La casa del buio (altro libro che non ha nulla a che fare con la Torre)

Ps sì, prima de I lupi del calla devi leggere Salem's Lot (di fatto una parte del libro è il sequel molto spoiler di Salem) e Cuori in Atlantide perché ci sono dei personaggi in comune
«Some birds are not meant to be caged, that's all. Their feathers are too bright, their songs too sweet and wild. So you let them go, or when you open the cage to feed them they somehow fly out past you. And the part of you that knows it was wrong to imprison them in the first place rejoices, but still, the place where you live is that much more drab and empty for their departure».
Stephen King, Rita Hayworth and Shawshank Redemption






kaorj

  • Abed Nadir
  • Post: 1516
  • Sesso: Femmina
  • Absolute DT Addicted & Sherlocked
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1583 il: 3 September 2019, 10:27:35 »
@flavioti

Il talismano non ha niente a che fare con la Torre, è simile l'ambientazione (i Territori ricordano molto alcuni luoghi della Torre) ma sono libri diversi. È invece il prequel de La casa del buio (altro libro che non ha nulla a che fare con la Torre)
.

Scusate se intervengo, ma ho appena riletto entrambi i libri, e se sul Talismano son sostanzialmente d'accordo, per quanto riguarda la 'Casa del buio' per chi ama scovare i collegamenti, ci sono alcuni riferimenti non tali da essere vitali ovviamente :zizi:, ma belli da "trovare" per l'impostazione di "saga ad ampio respiro". :riot:

(clicca per mostrare/nascondere)

Mi sono loggata, perchè sistemando la libreria mi è tornata la voglia di rileggere tutti i libri della Torre Nera, dopo anni.
Ma ho un dubbio che vorrei risolvere PRIMA di rileggere il tutto, per aver una impostazione mentale diversa per un certo personaggio della Saga. Potete aiutarmi please? :shy:

(clicca per mostrare/nascondere)
"Sapete, in 900 anni di tempo e spazio, non ho mai conosciuto qualcuno che non fosse importante."

Flavia

  • Empress of Trash
  • *
  • Post: 20999
  • Sesso: Femmina
  • Only the ideas that we really live have any value.
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1584 il: 3 September 2019, 16:33:19 »


(clicca per mostrare/nascondere)



Ehm...  :sooRy: :sooRy: :sooRy: Quale parte di ricordano molto i territori della Torre aka (spoiler) "Hanno la stessa ambientazione" non era chiara?  :XD:

Per il resto, se gli piacciono le citazioni dovrebbe leggersi tutti i libri di King, ad esempio nel quarto libro c'è una citazione di Pet Sematary... ma non sono libri o citazioni essenziali ai fini della trama, che poi era la sua domanda  :XD: quelle sono citazioni e rimandi che King fa per farci capire che i suoi mondi sono tutti connessi, ma la sua domanda era "Insomnia e Il Talismano come li colloco rispetto la serie de la torre nera?  posso leggerli prima della serie o hanno un ordine cronologico?"  :XD: Nel caso de Il talismano un ordine cronologico non c'è... se gli piace può sicuramente leggerselo, ma ...
«Some birds are not meant to be caged, that's all. Their feathers are too bright, their songs too sweet and wild. So you let them go, or when you open the cage to feed them they somehow fly out past you. And the part of you that knows it was wrong to imprison them in the first place rejoices, but still, the place where you live is that much more drab and empty for their departure».
Stephen King, Rita Hayworth and Shawshank Redemption






kaorj

  • Abed Nadir
  • Post: 1516
  • Sesso: Femmina
  • Absolute DT Addicted & Sherlocked
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1585 il: 3 September 2019, 17:51:11 »
Ehm...  :sooRy: :sooRy: :sooRy: Quale parte di ricordano molto i territori della Torre aka (spoiler) "Hanno la stessa ambientazione" non era chiara?  :XD:

Ok pardon :ooopS:, mi ero fermata alla frase "..La casa del buio (altro libro che non ha nulla a che fare con la Torre)", per questo ho risposto che qualche cosa a che fare ci sarebbe :shy:.

"Sapete, in 900 anni di tempo e spazio, non ho mai conosciuto qualcuno che non fosse importante."

flavioti

  • Liz Lemon
  • Post: 4559
  • Sesso: Maschio
  • ADEBISI LIVES
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1586 il: 4 September 2019, 17:19:16 »
Divorato la zona morta :+:
Ora vado con misery penso

Sarah non so perché mi ha ricordato Sadie di 22/11/63
Forse perché L’attrice della serie si chiama sarah :rofl:

(clicca per mostrare/nascondere)

La donna qui ritratta, segni invisibili possiederà,
segni che il marchio sono di colei che porterà
a compimento le opere mie con furia cingendole,
una rabbia che arderà se non frenata
e a volgar costo questa donna farà
della maggior potenza scempio totale

Flavia

  • Empress of Trash
  • *
  • Post: 20999
  • Sesso: Femmina
  • Only the ideas that we really live have any value.
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1587 il: 5 September 2019, 11:15:45 »
Ok pardon :ooopS:, mi ero fermata alla frase "..La casa del buio (altro libro che non ha nulla a che fare con la Torre)", per questo ho risposto che qualche cosa a che fare ci sarebbe :shy:.

 :XD: ma ci manca!!   :rofl: sono anche andata a ricontrollare la domanda per capire se l'avessi letta male io  :XD:
«Some birds are not meant to be caged, that's all. Their feathers are too bright, their songs too sweet and wild. So you let them go, or when you open the cage to feed them they somehow fly out past you. And the part of you that knows it was wrong to imprison them in the first place rejoices, but still, the place where you live is that much more drab and empty for their departure».
Stephen King, Rita Hayworth and Shawshank Redemption






flavioti

  • Liz Lemon
  • Post: 4559
  • Sesso: Maschio
  • ADEBISI LIVES
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1588 il: 20 November 2019, 20:19:47 »
Finito il talismano
Che bel viaggio con jack

ora inizio subito la casa del buio

in questi mesi dove non ho scritto ho recuperato Il Miglio verde, Insomnia e Revival

Revival a me è piaciuto tanto anche se in giro ho letto tanti commenti negativi

Spoiler Talismano e The Tommyknockers (che ancora devo leggere)

(clicca per mostrare/nascondere)
« Ultima modifica: 20 November 2019, 21:54:57 da flavioti »

La donna qui ritratta, segni invisibili possiederà,
segni che il marchio sono di colei che porterà
a compimento le opere mie con furia cingendole,
una rabbia che arderà se non frenata
e a volgar costo questa donna farà
della maggior potenza scempio totale

Flavia

  • Empress of Trash
  • *
  • Post: 20999
  • Sesso: Femmina
  • Only the ideas that we really live have any value.
    • Mostra profilo
Re: La Torre Nera (aka STEPHEN KING Club)
« Risposta #1589 il: 26 November 2019, 12:00:01 »
@flavioti ti stai confondendo (o meglio, ti hanno confuso), Tommyknockers non parla di Lilly, anzi credo sia uno dei pochi romanzi di King che non abbia collegamenti con gli altri se non una citazione in non so quale libro in cui si cita di sfuggita Bobbi Anderson e una brevissima apparizione di un Jack vicino all'Alhambra (che è l'hotel al centro de Il Talismano, ma non ci sono certezze che sia davvero lui e quell'hotel); vai tranquillo, hai letto uno spoiler sbagliato
«Some birds are not meant to be caged, that's all. Their feathers are too bright, their songs too sweet and wild. So you let them go, or when you open the cage to feed them they somehow fly out past you. And the part of you that knows it was wrong to imprison them in the first place rejoices, but still, the place where you live is that much more drab and empty for their departure».
Stephen King, Rita Hayworth and Shawshank Redemption