Autore Topic: [Club del Libro] ''Bellezza e tristezza '' Yasunari Kawabata  (Letto 156 volte)

Lud88

  • Richard Castle
  • Post: 3033
  • Sesso: Femmina
  • SottovalutatriceDelSenso
    • Mostra profilo
Ecco il topic per commentare il romanzo del 1964 di Yasunari Kawabata.
@Wallander @brazen @-Dre@mer-

(clicca per mostrare/nascondere)
« Ultima modifica: 29 June 2021, 19:50:19 da Lud88 »

''Mi procurai anch'io, a suo tempo, un'infarinatura di psicoanalisi,
ma senza ricorrere a quei numi pensai presto, e ancora penso, che l'arte sia la forma di vita di chi veramente non vive:
un compenso, un surrogato.
Ciò peraltro non giustifica alcuna deliberata turris eburnea: il poeta non deve rinunziare alla vita.
E la vita che s'incarica di sfuggirgli.'' Eugenio Montale.

"Le ideologie ci separano, i sogni e le angosce ci riuniscono" Eugene Ionesco. 

Wallander

  • Max Black
  • Post: 2988
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Club del Libro] ''Bellezza e tristezza '' Yasunari Kawabata
« Risposta #1 il: 28 June 2021, 17:40:54 »
(clicca per mostrare/nascondere)
Ma l'hai capito che non serve a niente mostrarti sorridente agli occhi della gente... E che il dolore serve, proprio come serve la felicità.

Wallander

  • Max Black
  • Post: 2988
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
(clicca per mostrare/nascondere)

Post unito: [time]<strong>Oggi</strong> alle 20:41:02[/time]
(clicca per mostrare/nascondere)

Post unito:  4 July 2021, 20:41:53
@Lud88 per quello che può valere, gli altri di Kawabata mi sono piaciuti molto più di questo.
« Ultima modifica: 4 July 2021, 20:41:53 da Wallander »
Ma l'hai capito che non serve a niente mostrarti sorridente agli occhi della gente... E che il dolore serve, proprio come serve la felicità.

brazen

  • Barney Stinson
  • Post: 6472
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Club del Libro] ''Bellezza e tristezza '' Yasunari Kawabata
« Risposta #3 il: 5 July 2021, 10:03:36 »
Buongiorno,come ho scritto dall'altro lato è un periodo un po incasinato

Comunque a breve dovrei finirlo(mi mancano circa 30 pagine)

Keiko è un personaggio molto inquietante,un classico della cultura giapponese

brazen

  • Barney Stinson
  • Post: 6472
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Club del Libro] ''Bellezza e tristezza '' Yasunari Kawabata
« Risposta #4 il: 8 July 2021, 19:29:38 »
Terminato martedì pomeriggio

Che dire... l'ho trovato in libro un po' lento
I giapponesi spesso si perdono in infinite e minuziose descrizioni
La storia in se non è male,anche il finale è coerente però troppo frettoloso
I personaggi sono poco caratterizzati e dall'evoluzione troppo repentina

P.s.non ho ancora letto le vostre impressioni
Lo faccio subito

Wallander

  • Max Black
  • Post: 2988
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Club del Libro] ''Bellezza e tristezza '' Yasunari Kawabata
« Risposta #5 il: 8 July 2021, 21:01:01 »
Terminato martedì pomeriggio

Che dire... l'ho trovato in libro un po' lento
I giapponesi spesso si perdono in infinite e minuziose descrizioni
La storia in se non è male,anche il finale è coerente però troppo frettoloso
I personaggi sono poco caratterizzati e dall'evoluzione troppo repentina

P.s.non ho ancora letto le vostre impressioni
Lo faccio subito

Sono d'accordissimo con la tua analisi, sei riuscito in poche parole a riassumere il mio pensiero. Devo dire che le evoluzioni repentine non sono assolutamente proprie dell'autore; in Kawabata gli innamorati sono spesso indecisi, percorrono sentieri impervi e soltanto dopo mille e più peripezie si ritrovano. In questo libro, l'autore sembra sovvertire completamente questo suo modo di fare calmo. Ne "Il suono della Montagna", prima di far venir fuori gli altarini, servono anni e anni.
Ma l'hai capito che non serve a niente mostrarti sorridente agli occhi della gente... E che il dolore serve, proprio come serve la felicità.

brazen

  • Barney Stinson
  • Post: 6472
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Club del Libro] ''Bellezza e tristezza '' Yasunari Kawabata
« Risposta #6 il: 10 July 2021, 11:17:26 »
Sono d'accordissimo con la tua analisi, sei riuscito in poche parole a riassumere il mio pensiero. Devo dire che le evoluzioni repentine non sono assolutamente proprie dell'autore; in Kawabata gli innamorati sono spesso indecisi, percorrono sentieri impervi e soltanto dopo mille e più peripezie si ritrovano. In questo libro, l'autore sembra sovvertire completamente questo suo modo di fare calmo. Ne "Il suono della Montagna", prima di far venir fuori gli altarini, servono anni e anni.

E' il primo libro che leggo di questo autore
Me ne procurerò altri e ti farò sapere