Autore Topic: Jekyll su Repubblica di oggi  (Letto 2677 volte)

Uncino

  • Annyong Bluth
  • Post: 652
  • Sesso: Maschio
  • Fear makes companions of us all.
    • Mostra profilo
Jekyll su Repubblica di oggi
« il: 26 October 2007, 19:16:33 »
Antonio Dipollina, il critico televisivo di Repubblica, ha dedicato il suo spazio Canal Grande al nostro Jekyll.
Eccovi uno scan del breve pezzo:


 :OOOKKK: :OOOKKK:

'What we learned as children that one plus one equals two we know to be false.
One plus one equals one.
We even have a word when you plus another equals one.
That word is love.'

from "Life" - episode "One" - series finale
My Twitter: @uncino

Levigna

  • La Perentoria
  • Piper Chapman
  • Post: 5522
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: 118
  • Revisioni: 92
  • Traduzioni: 317
Re: Jekyll su Repubblica di oggi
« Risposta #1 il: 26 October 2007, 19:20:07 »
Per quanto possa essere felice per la serie... questo articolo è scritto veramente con i piedi :aka:

Voglio vedere la puntata in italianooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!! :urlo:
Grazie per avermi fatto entrare

emicad

  • Claire Underwood
  • Post: 27486
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Jekyll su Repubblica di oggi
« Risposta #2 il: 26 October 2007, 20:51:40 »
:riot:
certo i miei subbi poteva citarli almeno :mou:

SleepingMoon

  • "E la vita è questione di stile"
  • Liz Lemon
  • Post: 4811
  • Sesso: Femmina
  • Fottere tutto e naufragare
    • Mostra profilo
Re: Jekyll su Repubblica di oggi
« Risposta #3 il: 28 October 2007, 15:16:04 »
:riot:
certo i miei subbi poteva citarli almeno :mou:
irriconoscenti  :nonono:
Non so fare rinunce non so fare sacrifici, mi affido all'istinto, ai suoi benefici. Dopo ogni livido, ogni bocciatura, non perdo mai il treno che mi porta sulla luna. E se piove, almeno... mi vedo l'arcobaleno! Spengono le luci non c'è più intimità. Oggi tutto è specchio di una enorme vanità. Non so fare per finta, non so volermi bene, ma so che parte il treno dove cantano sirene. Non so fare rinunce, nemmeno sacrifici, mi affido all'istinto ed ai suoi benefici. Anche se quel giorno avrò trovato la fortuna, non perderò il treno che mi porta sulla luna. Io ripartirò quando si alzerà il vento... Io me ne andrò quando sarà il momento.