Autore Topic: Un problema di coppia: gli interessi (non) in comune!  (Letto 8525 volte)

Jason001

  • Cicciobanana Muciaccia ju20nello
  • Alicia Florrick
  • Post: 16381
  • Sesso: Maschio
  • Utente Esperto Pro
    • Mostra profilo
  • Traduzioni: Quasi zero
Re: Un problema di coppia: gli interessi (non) in comune!
« Risposta #15 il: 12 September 2014, 09:47:56 »
A seguire te l'umanità si estinguerebbe domattina :XD:

eccazzo  :XD:
Voglio Lotito alla Juve

33
★★★

Dieffenbachia

  • First Queen Oberkommando ☂♥♥♥y
  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 11727
  • Sesso: Femmina
  • SHRIMPS IN MY EYES! #LABABBIONA
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: 200
Re: Un problema di coppia: gli interessi (non) in comune!
« Risposta #16 il: 12 September 2014, 11:38:57 »
Per me l'avere interessi comuni è fondamentale in una relazione, il mio ragazzo deve essere innanzitutto una persona che mi piaccia e mi sia simpatica al di là dell'interesse fisico, e deve valere lo stesso anche per lui. Altrimenti non mi sento a mio agio. Alla base di tutto dev'esserci l'amicizia, e io non potrei essere amica di qualcuno con cui non condivido alcun interesse. Questo non vuol dire che dobbiamo essere identici al 100% perché é impossibile, al mio ragazzo per esempio piace il calcio, di cui io non capisco nulla né mi interessa, anzi, nascono sempre discussioni tipo
"ma guardali, si tirano per la maglietta :yuno:"
"sì, il calcio è così :yuno:"
"ma non è una cosa bella, e neanche sportiva, mica dovrebbero fare così :yuno:"
"sì, ma il calcio è così :yuno:"
"ma sono proprio dei gran maleducati :yuno:"
"sì, ma il calcio è così :yuno:"
e così via :XD: alla fine lui si guarda le sue partite e io nel mentre faccio altro, è normale e giusto così. Però in linea di massima ci piace fare le stesse cose, e abbiamo gli stessi progetti per il futuro. Senza questo per me non potremmo stare insieme, anche se mi si incendiassero anche le mutande quando lo vedo :XD: sarebbe una cosa che non potrei proprio ignorare. Non perché mi facciano schifo gli interessi altrui, ma perché so di essere fatta a modo mio, e so che è dura che io piaccia a qualcuno di tanto diverso da me. Mi fisso molto sulle cose e in generale ho tante stranezze, se manco ti sto simpatica o condividi i miei interessi probabilmente poi ti sto sul culo e basta, ecco.

Il modo di dire "gli opposti si attraggono" per me non vale insomma :ninja2: però so che è una cosa soggettiva, lo vedo tutti i giorni anche nelle relazioni delle mie amiche, che hanno bisogno di cose diverse rispetto a me.
« Ultima modifica: 12 September 2014, 11:43:03 da Dieffenbachia »

_giuls90_

  • Annyong Bluth
  • Post: 652
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Un problema di coppia: gli interessi (non) in comune!
« Risposta #17 il: 12 September 2014, 17:15:05 »
Eccomi qua!
Purtroppo, per quasi un mese non ci siamo visti perché io ero in vacanza a casa mia e lui a lavorare in un'altra città, ma appena ci siamo riavvicinati abbiamo parlato e abbiamo deciso di provarci ancora, ma per spiegarmi meglio mi aiuto con le vostre risposte e vi aggiorno sulla situazione...

Per me l'avere interessi comuni è fondamentale in una relazione, il mio ragazzo deve essere innanzitutto una persona che mi piaccia e mi sia simpatica al di là dell'interesse fisico, e deve valere lo stesso anche per lui. Altrimenti non mi sento a mio agio. Alla base di tutto dev'esserci l'amicizia, e io non potrei essere amica di qualcuno con cui non condivido alcun interesse. Questo non vuol dire che dobbiamo essere identici al 100% perché é impossibile, al mio ragazzo per esempio piace il calcio, di cui io non capisco nulla né mi interessa, anzi, nascono sempre discussioni

Non ho alcun dubbio sul fatto che nella nostra relazione ci sia l'amicizia, perché ripeto che oltre il problema del non avere interessi comuni e avere delle visuali differenti sul futuro che vogliamo, il nostro piccolo mondo in cui passiamo dei bei momenti insieme c'è, non mancano l'amicizia, la sincerità, il rispetto e la fiducia, e nemmeno la simpatia o la dolcezza, o l'aiuto e il sostegno... c'è tutto, e forse è proprio questo che rende complicata la cosa! Perché se uno magari è stronzo si fa prima a chiudere, ma questo non è il mio caso.

Concludo.... se tu non ti trovi tanto con i suoi interessi e questo ti da fastidio e ti pesa come hai detto anche senza sapere il motivo, o resisti e speri che cambi, magari spiegandogli per bene quanto per te,ora, queste cose sembrano così importanti  o lo ricatti  di mollarlo e quindi fargli avvertire il pericolo in un modo o nell'altro, in base alle sue reazioni, capirai se mollarlo davvero o no, questo se veramente questa differenza incomincia a darti fastidio.

oppure ti molla lui prima o poi (come ho fatto io), ma solo quando avevo un'altra già pronta da frequentare, prima me lo scordavo..ma questo dipende da persona a persona ovviamente.

Probabilmente.. "la mia ragazza rompe sempre il cazzo" è una delle frasi che più dirà con i suoi amici..
Ringraziando il cielo non siamo ancora a questo punto, cioè rompipalle lo sono, ma non così tanto! :XD:
E non sono neanche il tipo di persona che preferisce trovarsi il "rimpiazzo" prima di mollare un ragazzo, non lo farei mai a lui, non lo farei proprio in generale credo.
Comunque le cose sono andate così: abbiamo parlato, meno di un mese fa, appena ci siamo rivisti e gli ho detto che forse non era il caso di continuare così perché non riuscivo a passare sopra a questo problema e perché le nostre litigate stavano peggiorando di brutto, trascinando la nostra relazione nel buio più totale. Abbiamo ammesso entrambi che stavamo rovinando tutto infatti e che quindi forse era il caso di finirla qua. Lui mi ha dato ragione in alcuni punti, come ad esempio per il fatto che io ho cercato di andare incontro a lui svariate volte, mentre da parte sua non c’è stato il minimo impegno ed è proprio qui che mi ha proposto di provarci ancora e non mandare a puttane la nostra storia, che lui si sarebbe “impegnato”, ecc... e io ho accettato.
Ora non so se le cose sono migliorate o no, adesso le cose sembrano più semplici, sembriamo più affiatati, e credo che entrambi ci stiamo provando, ma quello che non so è se è reale e duraturo o se è una finta (della serie che tra un po' torniamo a scannarci! :XD:)


Una domanda fondamentale che mi pare non sia venuta fuori: Lo ami? E' in assoluto la prima domanda che devi porti.

Io non riesco a dire “no, non lo amo”. Però so per certo che non provo più quell’amore forte che provavo fino a qualche tempo fa: ho alcuni ricordi della scorsa primavera in cui mi sentivo innamorata come all’inizio della nostra storia, e so che adesso non è così. E lui lo sa anche, cioè gliel’ho detto, non voglio fargli credere che va tutto bene e poi non è così.
So che quando ho accettato di riprovarci, l’ho fatto ascoltando il cuore più che la ragione, e questo forse è un errore, mi sa che sono io che sto trascinando la relazione non si sa dove.
E questi ultimi pensieri che in alcuni momenti mi portano a pensare (alcune volte) che se non è finita, beh, forse sta finendo.
La mia domanda è: sto sbagliando tutto?Dovevo cacciare di più le palle e chiudere tutto un mese fa?
Non lo so proprio, ma continuerò a vedere come vanno le cose e niente... penso che sono cose che succedono a tutti e nessuno ha il manuale per come affrontarle!


Grazie ancora per avermi aiutato a riflettere!Ma purtroppo lo so di essere un caso perso!! :XD:

nuova

  • Carrie Mathison
  • Post: 6595
  • Sesso: Femmina
  • see the big picture
    • Mostra profilo
Re: Un problema di coppia: gli interessi (non) in comune!
« Risposta #18 il: 12 September 2014, 18:33:47 »
Io non riesco a dire “no, non lo amo”. Però so per certo che non provo più quell’amore forte che provavo fino a qualche tempo fa: ho alcuni ricordi della scorsa primavera in cui mi sentivo innamorata come all’inizio della nostra storia, e so che adesso non è così. E lui lo sa anche, cioè gliel’ho detto, non voglio fargli credere che va tutto bene e poi non è così.
So che quando ho accettato di riprovarci, l’ho fatto ascoltando il cuore più che la ragione, e questo forse è un errore, mi sa che sono io che sto trascinando la relazione non si sa dove.
E questi ultimi pensieri che in alcuni momenti mi portano a pensare (alcune volte) che se non è finita, beh, forse sta finendo.
La mia domanda è: sto sbagliando tutto?Dovevo cacciare di più le palle e chiudere tutto un mese fa?
Non lo so proprio, ma continuerò a vedere come vanno le cose e niente... penso che sono cose che succedono a tutti e nessuno ha il manuale per come affrontarle!


Grazie ancora per avermi aiutato a riflettere!Ma purtroppo lo so di essere un caso perso!! :XD:
ma ben venga la gente come te che si fa i problemi!
per me non stai sbagliando niente, perché prima di tutto sei sincera con te stessa e con lui.
È normale che non si possa chiudere una storia così lunga senza fermarsi a riflettere, a pensare, a riprovarci, capirai tu poi se il tempo sarà servito a farti prendere una decisione definitiva o magari a farti superare i problemi.
Io sono della ferma opinione che nei rapporti nessuno è sempre felice, nessuno è sempre soddisfatto e nessuno è sempre innamorato pazzo. Non viviamo nelle favole. Ma sono anche dell'opinione che quello che volevo 4 anni fa non è detto che sia quello che voglio oggi.

In quel mese che non vi siete visti, tu stavi bene? La lontananza per me è un toccasana per rimettere in prospettiva le cose.

Comunque, spero che arriverai presto alle conclusioni giuste :)
Io tifo per la coppia perché il tuo ragazzo mi sembra solo il classico tipo che capisce le cose troppo tardi, tratto comune a molti esemplari del genere maschile.  :ciao:
Real is just a matter of perception.
You love football, you just don't know it yet.