Sondaggio

Quindi Daenerys e' la zia di Jon/Aegon (5 voti)

4 o meno
34 (1.3%)
5
29 (1.1%)
6
36 (1.4%)
7
48 (1.9%)
8
92 (3.6%)
9
130 (5%)
10
143 (5.6%)
Men without cocks. You wouldn't find me fighting in an army if I had no cock. What's left to fight for? (cit.)
167 (6.5%)
You can suck his magic cock later. (cit.)
140 (5.4%)
Seems every bad idea has some Lannister cunt behind it. (cit.)
77 (3%)
- We've been here for some time. - My apologies. (cit.)
85 (3.3%)
- I think we ought to begin with larger concerns. - Then why are you talking? You're the smallest concern here. (cit.)
25 (1%)
- Can they swim? - No. - Good. I'm taking the Iron Fleet back to the Iron Islands. (cit.)
91 (3.5%)
When enough people make false promises, words stop meaning anything. Then there are no more answers, only better and better lies. And lies won't help us in this fight. (cit.)
101 (3.9%)
It appears Tyrion's assessment was correct. We're fucked. (cit.)
164 (6.4%)
Not for me. For Yara! (cit.)
42 (1.6%)
- None of you were there to see what happened. None of you knows the truth. - You held a knife to his throat. You said, "I did warn you not to trust me". (cit.)
113 (4.4%)
I'm a slow learner, it's true. But I learn. (cit.)
164 (6.4%)
- Samwell Tarly. - I wasn't sure if you'd remember me. - I remember everything. (cit.)
45 (1.7%)
- I became the Three Eyed Raven. - Oh... I don't know what that means. (cit.)
222 (8.6%)
His name is Aegon Targaryen. (cit.)
254 (9.9%)
- You're the strongest person I know. - I believe that's the nicest thing you've ever said to me. - Well, don't get used to it. You're still very strange and annoying. (cit.)
86 (3.3%)
- In winter, we must protect ourselves, look after one another. - When the snow fall and the white winds blow, the lone wolf dies, but the pack survives. (cit.)
288 (11.2%)

Totale votanti: 786

Autore Topic: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"  (Letto 79899 volte)

Omegalphas

  • Abed Nadir
  • Post: 1891
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #225 il: 28 August 2017, 19:05:43 »
Continuo a non comprendere chi da della cretina a Cersei, della pazza, della ridicola, della paranoica, ecc.
Capisco che si possa provare astio per il personaggio, concessissimo, ma in quanto a strategia Cersei è l'unica lì dentro che sta intavolando bene le uniche carte che ha.

Naturalmente non ha idea che il motivo della tregua sarà mostrarle un non-morto, ma sa che improvvisamente i due eserciti (lupi e draghi) che avrebbe dovuto fronteggiare le hanno chiesto una tregua.
Proprio quando l'avevano appena sconfitta, quando aveva subito una perdita (la grigliata con Drogon) enormemente incidente sulla bilancia della sua vittoria.
Cosa fa uno stratega con un briciolo di cervello? Aspetta buono buonino che i nemici ti vengano in casa a chiacchierare, o approfitta di questo periodo di stasi per rimpolpare le sue fila, in vista di un futuro scontro una volta terminata la tregua?
E' quanto meno intelligente il suo piano, allearsi con Euron in modo che trovasse un pretesto fingendo di voltarle le spalle (dando così ai suoi avversari l'impressione di essere stata ulteriormente indebolita) mentre in verità sta andando ad infoltire l'esercito Lannister.

La successione dell'accordo poi ha del senso: Cersei dice "Danana sei la minaccia più grave perché vuoi il mio trono - Giosnò sei quello più neutrale perché te ne sei stato al Nord fino ad adesso, non mi hai mai seccato direttamente le palle, MA mostri simpatie per la Danana - ergo - mica sono la fessa di turno che fa un patto a 3 solo per poi trovarmi voi due contro, chiedo la lealtà del versante neutrale".
Alla negazione di Jon, logicamente ha negato il suo aiuto.

La scelta avvenuta dopo il dialogo con Tyrion, ne avete già spiegato il senso molti post fa:
- non poteva dire davanti a loro "No, guardate dico sì ma non faccio sul serio, le truppe me le tengo" per ovvietà basic.
- non poteva nemmeno allearsi veramente, ancora meno dopo la risposta di Jon, per il semplice fatto che vincano i vivi o i morti lei sarebbe stata immediatamente il prossimo nemico da sconfiggere (non è che Danana ottenuta la tregua poi non ha più pretese sul trono di spade).
 
Quindi per affrontare i vincitori (vivi o morti) tanto vale farlo con un esercito ricco e florido (Lannister+alfieri+Essos), invece che dimezzato già da chissà quale battaglia al Nord VS gli zombie.
Da monarca, da stratega, ha molto più tempo e molte più possibilità di vittoria (tipo Qyburn che studia i non-morti e trova un'alternativa a ossidiana e fuoco? Tipo che fanno rifornimenti di altofuoco a garganella?) così che seguendo l'altra opzione. Ma ad occhi chiusi.

Sleale? Sicuro, se si guarda la prospettiva delle alleanze. Leale, se la si osserva come spirito di autopreservazione della specie, in questo caso, della sua casata. Ricordiamo che adesso Cersei è nuovamente incinta, quindi il suo modo di pensare torna ad inserirsi nella categoria "madre" e torna con lei anche la cieca ferocia che non guarda in faccia nessuno, l'unica cosa che conta è la sicurezza della sua prole.

E qui un mio appunto personale, che vede risposta nella faccia cupa di Tyrion davanti alla porta di Giosnò e Dany, un non-detto tra lui e Cersei. Noi non sappiamo quale meccanismo, frase o discorso abbia usato per passare da "Sei incinta" a Cersei che ritorna nell'arena e dice sì (per quanto poi fasullo).  Che ci sia un accordo segreto tra Tyrion e Cersei? Un doppiogioco, che Tyrion voglia portare ad un doppio-doppiogioco (non mi riesce facile crede che possa tradire veramente Danana, per quanto dall'altra parte ci sia il suo sangue ed una colpa da espiare --> la sopravvivenza del futuro bambino di Cersei come espiazione della morte di Tommen e Myrcella).

Su Jaimie. Jaimie è l'affetto fondamentale per Cersei nel momento in cui, come lei ribadisce a Tyrion, la loro casata è andata distrutta. Adesso però è madre, e ritorna sempre il sopracitato meccanismo: il bambino prima di ogni cosa o persona. Anche prima di Jaimie.
Certo, la parte di lei che vede in Jaimie l'unico attaccamento simile ad un amore distorto, puro e morboso vorrebbe che lui la preferisse ai suoi ideali, ma Jaimie ha questa sua integrità ballonzolante che tira più o meno fuori quando fa comodo alla trama ed ora era il momento di staccarsi dalle gonne di Cersei quindi ciaone e amen. Lei non può davvero ucciderlo, ma quella scenetta di minaccia era esclusivamente  rappresentazione di questo suo "Non voglio che tu vada". Al di là di tutto il marcio che il potere ha dato alla testa di Cersei esiste, ed io lo vedo, una minuscola onirica parte di lei che immagina, utopicamente, ma la immagina, la sua vita con Jaimie e il figlio di Jaimie. Il suo malatissimo felici e contenti.

Ho dimenticato qualcosa?
Lena è troppo fot****mente brava a recitare.

 

Let's go take a howl at that moon.

----------------------------------------

Sono zombiefiliaca da quando ne ho memoria.
Da piccoli vostra nonna vi raccontava le fiabe, la mia a 5 anni mi metteva una scodella di cereali in mano e ci guardavamo assieme i film di Romero.

Lisbeth__

  • Peggy Olson
  • Post: 1423
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #226 il: 28 August 2017, 19:09:20 »
Invece per me era il momento giusto per lasciare la sorella, questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ormai molto in ritardo, ma Jamie alla fine ha voluto riscattarsi da quel baratro di malvagità e spietatezza in cui era caduto seguendo la sorella ed è venuto fuori il Jamie della terza stagione che grida a Brienne che l'onore è fondamentale e lui ha disonorato la sua parola solo per proteggere miglioni di persone e non perché sia privo d'onore. A lui non è mai importato il potere o il denaro, come sottolinea anche la sorella, lui è un soldato e l'onore è tutto, ora ha la possibilità di riscattarsi o comunque far vedere quello che vale veramente nella battaglia più importante di tutte e non gli importa se alla fine a regnare sarà un Lannister o altro. Ha seguito la sorella per amore e si è annientato, in tante puntate sono stati tanti gli sguardi di disapprovazione verso di lei, ma alla fine ha sempre soffocato il malcontento, ma ora sembra deciso a prendere un'alta strada finalmente, che spero lo porterà anche a confrontarsi con Bran.
Spero che l'allontanamento sia definitivo, se dovesse tornare con la sorella vuol dire che gli sceneggiatori avrebbero rovinato del tutto il suo personaggio, anche se fino a questa puntata ci erano andati molto ma molto vicini.

Secondo me è il momento più sbagliato invece :asd:

Per una volta che prende una decisione ineccepibile (non credo sia totalmente farina del suo sacco, ma magari scrivo nel topic delle teorie)f, per una volta che non fa o dice mostruosità gratuite, ma cerca di assicurarsi la sua sopravvivenza e quella della sua famiglia, Jaime decide che è arrivato il momento di andarsene. Ma seriamente?
A volte penso che Jaime voglia farsi ammazzare in tutti i modi: prima l'orso, poi il drago, volevamo si lasciasse sfuggire l'opportunità di farsi uccidere da un esercito di morti?  :nonono:

Torno seria..

Dalla scorsa stagione vediamo un uomo che farebbe letteralmente qualunque cosa per difendere Cersei e appoggiarla nella sua causa illogica.
Le giura vendetta sui loro nemici, minaccia Edmure Tully in modo anche abbastanza creepy, resta con Cersei nonostante abbia dato fuoco al tempio di Baelor con un sacco di gente dentro. Lei gli ha ricordato Aerys, ha quasi reso vano il sacrificio per cui si è giocato l'onore e lui resta comunque lì, ad organizzare la sua guerra: per voi è uno zerbino, per me è innamorato oltre ogni limite, e c'è una differenza abissale, ma vabbé.

In questa stagione le ha dato molti sguardi di disapprovazione, è vero, ma un conto è non condividere le scelte non proprio easy di Cersei, un altro andarsene all'improvviso. Non era il Jaime dei libri (non smetterò mai di ripeterlo) che idealizza la sorella fino a che Tyrion non gli sputa in faccia la verità: lui sa benissimo chi è sua sorella, l'ha ammesso davanti a Olenna, ha concordato che è un mostro, ha detto senza esitazione che è consapevole che lei sarà la sua fine. Lo ha fatto anche con Bronn: ha partecipato a una missione suicida per assicurare la vittoria della guerra a Cersei, e alla Casa Lannister di conseguenza, quindi certo che gli importa chi siederà sul trono, altrimenti non si dava in pasto a un drago.

Lo sai qual è il problema? Jaime è impulsivo da morire, che è la cosa che amo tanto di lui, ma anche quella per cui se esistesse lo prenderei a schiaffi. Non ragiona sulle cose: getta un bambino da una torre, uccide il re, si cala in una fossa con un orso pur avendo da poco perso una mano, decide di fare sesso con la sorella davanti al cadavere del loro figlio morto, libera il fratello senza pensare alle conseguenze, vede un drago e decide di andargli incontro, lascia la sorella. Lui alle conseguenze non ci pensa, e non c'é nessuna evoluzione in questo: fa cosa pensa sia giusto in quel momento, per onore, o amore o senso di giustizia.
Anche in questo caso, a me è sembrato un gesto impulsivo, gli sguardi di disapprovazione secondo me non bastano, dato che sono sempre stati confutati da parole e gesti di tutt'altro tipo. Dalla scorsa puntata è passato pochissimo (mi baso sulla pancia ancora piattissima di Cersei dato che è l'unico riferimento temporale che abbiamo), e lui era felice: ha la possibilità di vivere la donna che ama alla luce del sole, di essere padre per la prima volta al 100%. Non c'era nessun tentennamento: avevano discusso come è normale sia in una circostanza del genere, poi lei gli ha detto della gravidanza ed era di nuovo felice.

Forse non è niente tutto questo in confronto a una battaglia con un esercito di morti, ma penso anche che non abbia neanche senso vincerla se non si ha qualcosa da ricostruire dopo o se si perdono le persone amate.

E non sono neanche certa sia una cosa definitiva: non ha messo in dubbio lei come amante, non l'ha accusata (come volevate  :huhu: ) di averlo manipolato o rovinato. Non hanno proprio parlato del loro rapporto. Anzi, dallo sguardo che aveva, si vedeva benissimo che è ancora tanto innamorato, ma che c'è qualcosa che crede conti più della propria famiglia, e puo' essere anche giusto.
Se Cersei non fosse stata incinta avrei capito di più, ma in questo caso no: potete odiare il personaggio, ma non si lascia la persona con cui si ha condiviso tutto, mentre aspetta un figlio (con la conseguente possibilità di ricreare una casata in declino), per andare di nuovo a tentare di farsi ammazzare. E, per di più, dopo che lei ha elaborato un piano giusto e che potrebbe essere anche la scelta più adatta nella loro situazione. Per me non ha il minimo senso, sarò ottusa.
O almeno lasciatemelo credere fino al 2019 tanto poi me li ammazzeranno malissimo e me ne farò una ragione :sooRy:

Vlazen

  • The Todd
  • Post: 128
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - \"The Dragon and the Wolf\"
« Risposta #227 il: 28 August 2017, 19:10:10 »
Ora hanno l'appoggio dell'esercito dei Lannister che a quanto ho capito Cersei ha sacrificato sostituendolo con la Compagnia dorata

Ma Jaime non è partito da solo? A me è sembrato così...

Blackcat82

  • Sarah Manning
  • Post: 273
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #228 il: 28 August 2017, 19:10:57 »
Salve a tutti, perdonatemi se mi intrometto ma sento proprio il bisogno di dire la mia sulla questione Grande Inverno.

Personalmente mi ha deluso moltissimo come scena, e difficilmente riuscirò a farmela andare bene.

Ditocorto è sempre stato uno dei personaggi più astuti della serie, che si vantava a ragione di riuscire a prevedere tutto e di manipolare chiunque, e farlo morire così come un idiota in quella scena lo trovo un affronto sia al personaggio sia agli spettatori.

Non dimentichiamoci inoltre che stando per Martin e per buona parte della serie lui rappresentava il motore di tutte le vicende, un buon 70% degli avvenimenti non ci sarebbe stato senza il suo agire.

Per me la fine che gli hanno fatto fare a Grande Inverno è davvero indecorosa e ridicola e che nulla a che fare con il personaggio che ci hanno sempre propinato per intere stagioni.

Chi dice che ha sottovalutato Bran secondo me non comprende veramente il personaggio come non lo hanno compreso gli autori.

Nel momento in cui un Lord Bealish si trova davanti uno storpio che gli dice "Il caos è una scala" citando delle sue parole dette a km di distanza in una conversazione senza testimoni non trovo minimamente credibile che il massimo che riesca a concepire è di andare a trovare una lettera di anni fa che praticamente non ha valore per cercare di mettere contro le due sorelle.

Senza considerare che Ditorcorto sa benissimo di non essere amato da nessuno secondo me non sarebbe mai rimasto a Grande Inverno a correre rischi dove l'unico appoggio che ha è Sansa e su cui secondo me non avrebbe minimamente scommesso la sua vita sul suo appoggio.

Non credo neanche a chi dice che si è lasciato fregare dall'amore... Fino ad allora non si era fatto grossi problemi a sfruttare o tradire persone che lui diceva di amare.

Per me la verità è che si trattava di un personaggio troppo complesso ed imprevedibile e che gli autori senza potersi più basare sui romanzi costruiti ad opera d'arte non sapevano più che farsene e quindi l'hanno declassato per tutta la stagione a "reggi muro" per poi decidere di ammazzarlo perché è "giusto così" che paghi quello che ha fatto e perché il pubblico questo voleva da anni, facendolo però morire come l'ultimo dei fessi.

Mi rifiuto di credere in un Ditocorto così rincoglionito.

Date una medaglia a questo uomo.
« Ultima modifica: 28 August 2017, 20:13:55 da darthdread »

Lisbeth__

  • Peggy Olson
  • Post: 1423
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #229 il: 28 August 2017, 19:11:49 »
Continuo a non comprendere chi da della cretina a Cersei, della pazza, della ridicola, della paranoica, ecc.
Capisco che si possa provare astio per il personaggio, concessissimo, ma in quanto a strategia Cersei è l'unica lì dentro che sta intavolando bene le uniche carte che ha.

Naturalmente non ha idea che il motivo della tregua sarà mostrarle un non-morto, ma sa che improvvisamente i due eserciti (lupi e draghi) che avrebbe dovuto fronteggiare le hanno chiesto una tregua.
Proprio quando l'avevano appena sconfitta, quando aveva subito una perdita (la grigliata con Drogon) enormemente incidente sulla bilancia della sua vittoria.
Cosa fa uno stratega con un briciolo di cervello? Aspetta buono buonino che i nemici ti vengano in casa a chiacchierare, o approfitta di questo periodo di stasi per rimpolpare le sue fila, in vista di un futuro scontro una volta terminata la tregua?
E' quanto meno intelligente il suo piano, allearsi con Euron in modo che trovasse un pretesto fingendo di voltarle le spalle (dando così ai suoi avversari l'impressione di essere stata ulteriormente indebolita) mentre in verità sta andando ad infoltire l'esercito Lannister.

La successione dell'accordo poi ha del senso: Cersei dice "Danana sei la minaccia più grave perché vuoi il mio trono - Giosnò sei quello più neutrale perché te ne sei stato al Nord fino ad adesso, non mi hai mai seccato direttamente le palle, MA mostri simpatie per la Danana - ergo - mica sono la fessa di turno che fa un patto a 3 solo per poi trovarmi voi due contro, chiedo la lealtà del versante neutrale".
Alla negazione di Jon, logicamente ha negato il suo aiuto.

La scelta avvenuta dopo il dialogo con Tyrion, ne avete già spiegato il senso molti post fa:
- non poteva dire davanti a loro "No, guardate dico sì ma non faccio sul serio, le truppe me le tengo" per ovvietà basic.
- non poteva nemmeno allearsi veramente, ancora meno dopo la risposta di Jon, per il semplice fatto che vincano i vivi o i morti lei sarebbe stata immediatamente il prossimo nemico da sconfiggere (non è che Danana ottenuta la tregua poi non ha più pretese sul trono di spade).
 
Quindi per affrontare i vincitori (vivi o morti) tanto vale farlo con un esercito ricco e florido (Lannister+alfieri+Essos), invece che dimezzato già da chissà quale battaglia al Nord VS gli zombie.
Da monarca, da stratega, ha molto più tempo e molte più possibilità di vittoria (tipo Qyburn che studia i non-morti e trova un'alternativa a ossidiana e fuoco? Tipo che fanno rifornimenti di altofuoco a garganella?) così che seguendo l'altra opzione. Ma ad occhi chiusi.

Sleale? Sicuro, se si guarda la prospettiva delle alleanze. Leale, se la si osserva come spirito di autopreservazione della specie, in questo caso, della sua casata. Ricordiamo che adesso Cersei è nuovamente incinta, quindi il suo modo di pensare torna ad inserirsi nella categoria "madre" e torna con lei anche la cieca ferocia che non guarda in faccia nessuno, l'unica cosa che conta è la sicurezza della sua prole.

E qui un mio appunto personale, che vede risposta nella faccia cupa di Tyrion davanti alla porta di Giosnò e Dany, un non-detto tra lui e Cersei. Noi non sappiamo quale meccanismo, frase o discorso abbia usato per passare da "Sei incinta" a Cersei che ritorna nell'arena e dice sì (per quanto poi fasullo).  Che ci sia un accordo segreto tra Tyrion e Cersei? Un doppiogioco, che Tyrion voglia portare ad un doppio-doppiogioco (non mi riesce facile crede che possa tradire veramente Danana, per quanto dall'altra parte ci sia il suo sangue ed una colpa da espiare --> la sopravvivenza del futuro bambino di Cersei come espiazione della morte di Tommen e Myrcella).

Te lo dico ogni volta, ma repetita iuvant: ti adoro.

Su Jaimie. Jaimie è l'affetto fondamentale per Cersei nel momento in cui, come lei ribadisce a Tyrion, la loro casata è andata distrutta. Adesso però è madre, e ritorna sempre il sopracitato meccanismo: il bambino prima di ogni cosa o persona. Anche prima di Jaimie.
Certo, la parte di lei che vede in Jaimie l'unico attaccamento simile ad un amore distorto, puro e morboso vorrebbe che lui la preferisse ai suoi ideali, ma Jaimie ha questa sua integrità ballonzolante che tira più o meno fuori quando fa comodo alla trama ed ora era il momento di staccarsi dalle gonne di Cersei quindi ciaone e amen. Lei non può davvero ucciderlo, ma quella scenetta di minaccia era esclusivamente  rappresentazione di questo suo "Non voglio che tu vada". Al di là di tutto il marcio che il potere ha dato alla testa di Cersei esiste, ed io lo vedo, una minuscola onirica parte di lei che immagina, utopicamente, ma la immagina, la sua vita con Jaimie e il figlio di Jaimie. Il suo malatissimo felici e contenti.
Non c'è l'emoticon del cuore spezzato qui?
Comunque, ne sono certa, sarebbe il LORO malatissimo felici e contenti.
« Ultima modifica: 28 August 2017, 19:16:15 da Lisbeth__ »

Oceanic 6

  • *
  • Post: 34706
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #230 il: 28 August 2017, 19:16:32 »
Ammesso che la trama Arya-Sansa-Pyter imho non e' stata poi cosi' male, sicuramente potevano fare di molto meglio che occupare una buona parte dello screen-time in Winterfell per 3 puntate solo per il build-up finale, avrei preferito meno scene di Arya-Sansa in conflitto ed almeno una scena con Bran dove lui spiega ad Arya-Sansa che tipo di persona sia Pyter piuttosto che sottoindendere il tutto.


Quoto tutto, forse non ci hanno fatto vedere nulla per sorprenderci col colpo di scena del "processo/esecuzione"  :sooRy:

aDifferentKindOfCop

  • Richard Castle
  • Post: 3321
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #231 il: 28 August 2017, 19:17:01 »
Se Cersei non fosse stata incinta avrei capito di più, ma in questo caso no: potete odiare il personaggio, ma non si lascia la persona con cui si ha condiviso tutto, mentre aspetta un figlio

 :quoto:
Quoto tutto ma particolarmente questo.
Avevano pure fatto vari discorsi su come Jaime non abbia mai potuto abbracciare i figli o crescerli e fare da padre... ora potrebbe...

Tra l'altro non ho nemmeno capito esattamente ma penso che quindi non abbia nessun soldato al seguito giusto ?
Quindi lui crede che la sua mano sinistra sia così indispensabile ? :XD:
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

jasmineinlove

  • Jerry Gergich
  • Post: 1
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #232 il: 28 August 2017, 19:20:56 »
Qualcuno sa dove posso trovare la storia dei Targaryen? Seguendo la logica del telefilm e non dei libri.
Mi sono persa... se Dany è la zia di Jon, come ha fatto Rhaegar ad avere un figlio cosi' grande? e il Targaryen che è morto alla cittadella chi era?
Scusatemi per l'ignoranza, qualcuno mi aiuti! :pirurì:

Stekal

  • The Todd
  • Post: 133
  • Shitheda
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #233 il: 28 August 2017, 19:21:25 »
Bran versione Esorciccio, sa tutto!

Quindi può vedere le trame di Cersey o in generale del nemico, basta usarlo per avere informazioni su tutte le strategie degli avversari. Perchè non utilizzarlo? Altro che draghetti, chi lo usa è il re nel mondo

Francesca Akira89

  • Michael Scott
  • Post: 806
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #234 il: 28 August 2017, 19:26:08 »
A chi dice che Cersei ha fatto bene, vorrei ricordarvi che la sua decisione dimostra semplicemente che oltre a non essere minimamente degna di fede, cosa che può solo remarle contro per alleanze attuali e future, è interessata unicamente a consolidare la sua posizione e non alle sorti del mondo, una specie di "se non posso averlo io, che si fotta".

Voi dite che i suoi soldati non potrebbero comunque fare la differenza. Forse, ma forse no. E' comunque molta più gente di quanta ce ne sia a Nord. E comunque non voler fare la propria parte quando c'è in ballo la sopravvivenza di tutti, loro inclusi, è da stronzi.
Inoltre il discorso avrebbe senso se Cersei si rifiutasse semplicemente di combattere e se ne stesse comunque buona, cosa che non ha intenzione di fare, lei vuole approfittare del momento in cui le truppe avversario sono a Nord per conquistare il resto. Il che vuol dire:
1) Altri morti che rischiano di rimpinguare l'esercito degli Estranei
2) Che Danaerys & co., anche se in ritardo, sarebbero costretti a mandare almeno una parte delle forze a Sud per rispondere all'offensiva, cosa che li distrae dalla Grande Guerra
3) Se Cersei conquista l'altra roba vuol dire che Danaerys & co. si ritrovano tagliati fuori anche per i rifornimenti e roba del genere, e ciò ostacola la loro vittoria contro gli Estranei... per avere la meglio Cersei rischia di condannare tutta l'umanità.
4) Come ha detto Jaime, alla fine qualcuno vincerà, se sono gli Estranei sono fottuti, se sono gli altri non avranno alcuna ragione di essere pietosi, cosa che avrebbero potuto essere se invece avessero combattuto l'Apocalisse insieme... non avrebbero lasciato il trono a Cersei, ma avrebbero potuto lasciarle la vita.

Il piano di Cersei ha senso solo se si è degli egoisti nichilisti abissali.

La faccenda del giuramento violato da a Jaime la scusa per partire, ma in realtà lui voleva già farlo e non lo faceva solo per questione di "lealtà" alla regina. Dite che Jaime dovrebbe pensare al figlio, ma il figlio di Cersei ha più possibilità di campare se sconfiggono gli Estranei e si garantiscono la gratitudine dei loro avversari, in ogni caso. Io penso che Jaime abbia solo buone intenzioni in testa, oltre alla sua fissa per l'onore.

ps. E comunque tregua o non tregua Qyburn la soluzione al problema Estranei la poteva cercare ugualmente, solo che Cersei comunque non ci pensa proprio a combattere gli Estranei prima che Danaerys e Jon siano morti e mezzo mondo devastato.
« Ultima modifica: 28 August 2017, 19:34:14 da Francesca Akira89 »
.-*-. iobloggo .-*-. .-*-. Deviantart .-*-.

Vlazen

  • The Todd
  • Post: 128
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #235 il: 28 August 2017, 19:26:50 »
Il problema di Cersei principalmente è uno: che se non fai come vuole lei, allora sei un traditore. Jaime solamente per il fatto di aver parlato con Tyrion ha rischiato la vita.
Lei è come la mafia, non perdona ( :asd:)... vedeva anche il figlio Tommen come una specie di traditore, dopo i fatti del Credo (ed era suo figlio eh).

Nel mondo dei sogni di Cersei sono tutti come la MontagnaZombie, eseguono i suoi ordini senza dire nulla e senza avere un'opinione.

Jaime in questo si differenzia dalla sorella. Ascolta gli altri e pensa.
Poi ovviamente il suo amore malato per lei gli abbia fatto fare tante cose sbagliate, ma che ci vogliamo fà , è pur sempre un Lannister.  :sooRy:

P.S. Cersei non ha nessuna considerazione per i sudditi ''La morte sarebbe un traguardo migliore per loro'' cit. Lei è ubriaca di se stessa, lo stesso figlio che avrà (se lo avrà), sarà solo un altro giocattolo affettivo.
« Ultima modifica: 28 August 2017, 19:28:32 da Vlazen »

Momino

  • Peggy Olson
  • Post: 1327
  • Don't make me change my mind Miss Lana banana
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #236 il: 28 August 2017, 19:37:54 »
A chi dice che Cersei ha fatto bene, vorrei ricordarvi che la sua decisione dimostra semplicemente che oltre a non essere minimamente degna di fede, cosa che può solo remarle contro per alleanze attuali e future, è interessata unicamente a consolidare la sua posizione e non alle sorti del mondo, una specie di "se non posso averlo io, che si fotta".

Che praticamente è Cersei  :asd:
In quest'ottica, nello spirito di preservazione, è però giusto così.

Mettiamo tutte le ipotesi sul campo e partiamo dal fatto che, attualmente, la guerra più importante è quella tra vivi e morti.

1) Se l'esercito di Dany e Jon è affiancato dai Lannister:

- Se perdono, muoiono tutti
- Se vincono, tutti gli eserciti (incluso quello dei Lannister) sono indeboliti.
- Danana e Jon però possono fare affidamento sul nord (e forse oltre) e marciare su KL

2) Se l'esercito di Dany e Jon non è affiancato.

- Se vincono, hanno un esercito indebolito (quello dei Lannister no) e comunque verrebbero a far guerra ad Approdo
- Se perdono, Cersei ha un problema in meno e solo allora (oltre che a una serie di dinamiche) potrà cercare di sconfiggere i WW con l'aiuto, che ne so, di ESSOS, di altri regni uniti a LEI o che ne so.
- Se Cersei vince ->  :metal:
- Se Cersei muore, morirebbe ugualmente  :zizi:


Strategicamente parlando, la mossa non fa una piega.
Bastardata? Sì.
Logico? Nella sua pazzia, sì.
« Ultima modifica: 28 August 2017, 19:41:53 da Momino »

aDifferentKindOfCop

  • Richard Castle
  • Post: 3321
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #237 il: 28 August 2017, 19:39:01 »
A chi dice che Cersei ha fatto bene, vorrei ricordarvi che la sua decisione dimostra semplicemente che oltre a non essere minimamente degna di fede, cosa che può solo remarle contro per alleanze attuali e future, è interessata unicamente a consolidare la sua posizione e non alle sorti del mondo, una specie di "se non posso averlo io, che si fotta".

Certo ma questo è proprio Cersei 101.  :asd:
A me piace perché rispetta il background del personaggio fin dal primo minuto, non perché pure io farei la stessa cosa.
Del resto ci ho anche pensato ma è difficile trovare una soluzione valida.  :scettico:
Tu cosa faresti al posto di Cersei ?
Al punto in cui sono è difficile trovare una soluzione che non freghi completamente qualcuno.

Citazione
lei vuole approfittare del momento in cui le truppe avversario sono a Nord per conquistare il resto.

Ok ma il resto di niente rimane niente  :asd:
Le terre del sud già sono tutte sue tranne Dorne ma di certo non si metterà a conquistare Dorne in mezzo ad altri 50 nemici  :look:
Potrà riprendere Casterly Rock magari ma tanto senza miniere non vale molto come hanno detto.
Le terre dei fiumi sono già sue, potrebbe prenderesi le terre dei Frey magari, ma non mi pare ci siano molto altro da conquistare.

Citazione
Il che vuol dire:
1) Altri morti che rischiano di rimpinguare l'esercito degli Estranei
2) Che Danaerys & co., anche se in ritardo, sarebbero costretti a mandare almeno una parte delle forze a Sud per rispondere all'offensiva, cosa che li distrae dalla Grande Guerra
3) Se Cersei conquista l'altra roba vuol dire che Danaerys & co. si ritrovano tagliati fuori anche per i rifornimenti e roba del genere, e ciò ostacola la loro vittoria contro gli Estranei... per avere la meglio Cersei rischia di condannare tutta l'umanità.
4) Come ha detto Jaime, alla fine qualcuno vincerà, se sono gli Estranei sono fottuti, se sono gli altri non avranno alcuna ragione di essere pietosi, cosa che avrebbero potuto essere se invece avessero combattuto l'Apocalisse insieme... non avrebbero lasciato il trono a Cersei, ma avrebbero potuto lasciarle la vita.

Il piano di Cersei ha senso solo se si è degli egoisti nichilisti abissali.

Vero con la piccola obiezione sul punto 4 che è un po' affrettato.
Se vince Dany al nord realisticamente subirà un altro duro colpo al suo esercito il che potrebbe rendere le forze affrontabili.
Che è tutto ciò che interessa a Cersei, come dici giustamente è solamente egocentrica e fa tutto per il proprio tornaconto.
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

xhjgohjj

  • Visitatore
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #238 il: 28 August 2017, 19:39:55 »
Non salvo neppure la reazione di Tyrion alla vicenda, non l'ho trovata ne sensata ne motivata. Magari però a qualcuno viene in mente una chiave di lettura accettabile.

L'unica ipotesi che mi viene in mente è che Tyrion sia ben contento del fatto che Daenerys non possa avere eredi. Lui vorrebbe la fine della monarchia e l'istituzione della democrazia. L'accoppiamento fra Daenerys e Jon Snow va contro questo suo desiderio.

Omegalphas

  • Abed Nadir
  • Post: 1891
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Game of Thrones S07E07 - "The Dragon and the Wolf"
« Risposta #239 il: 28 August 2017, 19:46:57 »
Cersei  "se non posso averlo io, che si fotta".

E... sì. Questo è nel personaggio almeno da due stagioni, ancora di più da quando ha fatto esplodere il tempio di Baelor.
Cersei la ragione alla Attila, o alle sue regole o terra bruciata attorno.
Il suo egoismo a me non turba affatto, in quanto monarca/dittatrice l'egoismo per preservare il potere è una condizione necessaria.
Il Westeros non è una democrazia.

Citazione
Voi dite che i suoi soldati non potrebbero comunque fare la differenza.

 Io non dico che i suoi soldati non avrebbero fatto la differenza, dico che in ogni caso andando a Nord avrebbe avuto delle perdite.
Mettiamo che vincano i 3 (leoni+draghi+lupi); una volta risolta la minaccia zombie lei sarebbe stata la prossima minaccia da debellare.
Quindi meglio, per lei, avere un intero esercito compatto ad affrontare chi di dovere (che siano non-morti o che sia ciò che rimane di lupi+draghi) invece che un esercito a groviera che deve comunque vedersela 1 VS 2.
Anche nel caso vincano gli zombie, come già detto prima, lei rimanendo a sud ha tempo per elaborare un piano di vittoria (e con l'esercito di Essos e con la consapevolezza appresa oggi che i non-morti si estinguono con fuoco/ossidiana).

Quindi Cersei ha davanti un 50% e 50% se si allea con draghi+lupi:
50% VITTORIA WW siamo tutti morti. Pace.
50% VITTORIA ALLEATI il mio esercito da solo e mutilato VS due eserciti (che se non perdono i draghi vs gli zombie, ha anche quelli da fronteggiare)

ha un 50% e 50% se NON si allea con loro:
50% VITTORIA WW siamo tutti morti, ma con uno spiraglio di vittoria  visto che mentre là al Nord i drghi+lupi combattevano Cersei al sud studiava strategie per fronteggiare la minaccia non-morta e sconfiggerla
50% VITTORIA ALLEATI l'esercito Lannister è integro ed appoggiato da quello di Essos, VS i due eserciti fortemente mutilati dei draghi+lupi

E' matematica di potere alla fine.

Let's go take a howl at that moon.

----------------------------------------

Sono zombiefiliaca da quando ne ho memoria.
Da piccoli vostra nonna vi raccontava le fiabe, la mia a 5 anni mi metteva una scodella di cereali in mano e ci guardavamo assieme i film di Romero.