Autore Topic: Fringe - Commenti generali sulla serie  (Letto 39840 volte)

tnatna

  • The Todd
  • Post: 119
  • Sesso: Maschio
  • How's life in a bigger prison,Dae-su?
    • Mostra profilo
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #495 il: 26 August 2014, 00:37:30 »
Ma non è coerente, non ha senso!

Non mi ha creato problemi alcuni, anzi.
 :zizi:
Film: Indipendenti. Drammatici. Asiatici. Malati. Psicologici. Horror. Splatter.

TV-Series:
Six Feet Under, Breaking Bad, Lost, Fringe, Dexter, Sons of Anarchy, The Sopranos, Prison Break, True Blood, US of Tara, The Big Bang Theory, How I Met Your Mother, Modern Family Once Upon a Time, American Horror Story, Heroes, Romanzo Criminale, Him & Her, Weeds, Gilmore Girls, Mad Men, The Walking Dead, ecc..

Anne Deveria

  • Clara Oswald
  • Post: 77
  • Sesso: Femmina
  • if you can imagine it, it's possible
    • Mostra profilo
    • Over There
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #496 il: 26 August 2014, 00:40:45 »
La bellezza di Fringe era proprio questa mescolanza di verosimiglianza scientifica, struttura narrativa e rapporti umani unici. Quindi per te è logico che gli autori non siano stati capaci di dire perché Peter è importante e si siano inventati un altro ragazzo importante? Bah scusami, abbiamo visto due serie diverse mi sa.
Somewhere you would have a  life. Just not Here - Elisabeth Alter Bishop
I'm a Peter Bishop/Fringe Addicted and I'm proud of this



Ho finito: Fringe, Battlestar Galactica, E.R. , Friends, X-Files, Quantum Leap, Continuum S4, Ai confini della Realtà, Twin Peaks
Sto guardando: Jessica Jones, Doctor Whos9
Sto aspettando:Broadchurch s3, 12 Monkeys s2, Person of Interest s5, Peaky Blinders s3, Daredevil s2Ho abbandonato: Haven, Son of Anarchy, Sherlock, Rome, Orphan Black, The Bridge, Breaking Bad

robertod

  • Visitatore
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #497 il: 22 May 2015, 20:14:26 »
Provo a iniziare a vedere la serie, visto che ho letto che si parla anche di multiversi ....

Serie fantastica ....
« Ultima modifica: 23 May 2015, 17:42:30 da robertod »

robertod

  • Visitatore
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #498 il: 24 May 2015, 09:14:04 »
Mi sembra di vedere sleepy hollow  :lol?: personaggi e struttura identiche, cambia il soggetto ... Si vede che hanno 2 autori in comune ...

Rimangono comunque 2 serie piacevoli da guardare ....

Anne Deveria

  • Clara Oswald
  • Post: 77
  • Sesso: Femmina
  • if you can imagine it, it's possible
    • Mostra profilo
    • Over There
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #499 il: 24 May 2015, 13:46:04 »
Sì peccato che Fringe è del 2008 e Sleepy Hollow del 2013 ma sono dettagli...
Somewhere you would have a  life. Just not Here - Elisabeth Alter Bishop
I'm a Peter Bishop/Fringe Addicted and I'm proud of this



Ho finito: Fringe, Battlestar Galactica, E.R. , Friends, X-Files, Quantum Leap, Continuum S4, Ai confini della Realtà, Twin Peaks
Sto guardando: Jessica Jones, Doctor Whos9
Sto aspettando:Broadchurch s3, 12 Monkeys s2, Person of Interest s5, Peaky Blinders s3, Daredevil s2Ho abbandonato: Haven, Son of Anarchy, Sherlock, Rome, Orphan Black, The Bridge, Breaking Bad

robertod

  • Visitatore
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #500 il: 25 May 2015, 03:00:46 »
Sì peccato che Fringe è del 2008 e Sleepy Hollow del 2013 ma sono dettagli...

Infatti è quello che ho scritto .... finito fringe, i due autori in comune alle 2 serie hanno riversato la struttura della prima nella seconda .... Comunque ribadiscono la godibilità di entrambe ..... Passo e chiudo  :OOOKKK: :ciao:

Anne Deveria

  • Clara Oswald
  • Post: 77
  • Sesso: Femmina
  • if you can imagine it, it's possible
    • Mostra profilo
    • Over There
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #501 il: 25 May 2015, 15:25:13 »
In realtà Fringe è molto più complessa e più intricata. Sleepy è sempre stata molto più terra terra ;) .
Felice che ti stia piacendo Fringe.
Le prime tre stagioni sono superbe.
Somewhere you would have a  life. Just not Here - Elisabeth Alter Bishop
I'm a Peter Bishop/Fringe Addicted and I'm proud of this



Ho finito: Fringe, Battlestar Galactica, E.R. , Friends, X-Files, Quantum Leap, Continuum S4, Ai confini della Realtà, Twin Peaks
Sto guardando: Jessica Jones, Doctor Whos9
Sto aspettando:Broadchurch s3, 12 Monkeys s2, Person of Interest s5, Peaky Blinders s3, Daredevil s2Ho abbandonato: Haven, Son of Anarchy, Sherlock, Rome, Orphan Black, The Bridge, Breaking Bad

robertod

  • Visitatore
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #502 il: 4 June 2015, 00:57:08 »
Ho appena finito di vedere la serie ... Una sola parola .... Fantastica  :pirurì:...


Triple C

  • Clara Oswald
  • Post: 97
  • Sesso: Maschio
  • Trust no 1
    • Mostra profilo
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #503 il: 4 June 2015, 15:55:10 »
Sono arrivato alla 1x08. Da amante del genere i temi trattati mi piacciono parecchio, effettivamente come mi hanno detto alcune cose ricordano molto X-Files e per me è un bene.
Mi sta piacendo però non so, ancora non mi ha preso del tutto, ho trovato alcuni episodi troppo fillerosi e altri mi hanno annoiato a tratti. La migliore credo sia la 4 fino ad ora con il debutto dell'Osservatore.
Ah, già amo Walter Bishop, quando fa quelle sue uscite mi fa spanciare sempre  :rofl: :rofl:
"You only get one life. There's no God, no rules, except for those you accept or create for yourself. Then once it's over... it's over. Dreamless sleep forever and ever. So why not be happy while you're here?" - Nate Fisher.

Aznable90

  • Visitatore
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #504 il: 27 November 2015, 02:02:25 »
Finita proprio oggi, con le ultime due stagioni viste in maratona una puntata dietro l'altra :lol?:

All'inizio non mi aveva preso molto, tra casi della settimana non sempre interessanti, personaggi ancora piuttosto "acerbi" e trama orizzontale molto diluita e ridotta spesso agli ultimi 3 minuti di episodio; ma da quando sono entrati in gioco Jones, ZFT e universi paralleli ha cominciato ad appassionarmi e il finale di prima stagione, con William Bell che finalmente si fa vedere e le Torri Gemelle, è stato da  :aka:

La prima metà della seconda stagione è discreta, l’ingresso dei mutaforma è una trovata molto buona, ma si alterna a casi osceni (rendiamoci conto che hanno tirato fuori persino un alieno nel corpo del cosmonauta russo, un alieno! :doh:) e a elementi potenzialmente interessanti finiti nel dimenticatoio e mai più ripresi (l’agente dell’episodio 2x01 che aiuta la divisione Fringe, i cloni di Tyler Carson), in cui per fortuna ogni tanto infilano qualche approfondimento dei personaggi (l’episodio Earthling, ad esempio, ha un caso della settimana bruttarello ma dà ampio spazio a Walter e Astrid).
Poi, per fortuna, c’è un’incredibile ripresa, da Jacksonville in poi: The White Tulip e Peter (con la sigla anni '80 che è diventata la suoneria del mio cellulare :asd:) sono episodi stupendi, mentre le due parti di Over There sono il miglior finale di stagione di Fringe.

La terza stagione, al contrario, parte benissimo, per via dell’alternanza fra i due universi e della naturale curiosità verso l’universo rosso e verso i “doppi” dei protagonisti, ma poi cala.
Il trittico di Bellivia, purtroppo, rappresenta l’apice della bruttezza dell’intera serie (eh sì, nemmeno in quarta e quinta stagione si vede roba così oscena): come se non bastasse come punizione divina vedere (e sentire) Olivia posseduta da William Bell che ci prova con Astrid, si tratta di una parte completamente inutile ai fini della trama  e inoltre vanta uno dei più brutti casi della settimana mai visti (sul serio, l'autostoppista di anime? :doh:), nonché una delle peggiori trovate di tutta la serie (le calamite per anima :doh:).
Anche la vicenda della gravidanza di Folivia non mi ha fatto impazzire, ma era comunque necessaria a permettere a Walternativo di attivare la macchina e dare il via all’ultima parte della stagione, in cui la guerra tra i due universi trova una sua conclusione, con il futuro distopico di The Day We Died e  la successiva scioccante cancellazione di Peter.

Quanto alla tanto criticata quarta stagione, devo ammettere che non è tutto questo gran schifo (soprattutto se confrontata con altri prodotti :asd:), ma è piena di difetti: universo rosso poco e male sfruttato (per non parlare di AltCharlie desaparecido, va bene che a inizio stagione era in vacanza con la tipa degli insetti ma è praticamente scomparso!), nuovi personaggi insipidi (Lincoln dell'universo blu) o addirittura introdotti e poi buttati nel dimenticatoio (il mutaforma Canaan), riciclo di vecchie conoscenze ai limiti del ridicolo (Jones e Bell, mi riferisco a voi due! :asd:).
Ma soprattutto è pessimo il modo in cui è gestito il ritorno di Peter: lui torna perché la forza dell'amore lo vuole e ne ha impedito la cancellazione. Ora, io sono abbastanza sentimentale e Peter e Olivia insieme mi fan tenerezza, ma se per 3 anni abbiamo visto che persino il più astruso fenomeno paranormale veniva spiegato con la pseudo(fanta)scienza, perché tirare fuori una spiegazione degna del film “Ghost - Fantasma”? :?$%&:
Anche il finale di stagione è deludente e pieno di cose a caso: Olivia che all'improvviso si trasforma in una X-Men, Jones che dopo mezza stagione passata a fare il super cattivone si rivela il tirapiedi di Bell e fa una fine idiota, lo stesso Bell che dal nulla crea un nuovo universo e pianifica l'annientamento degli altri due giusto perché vuole giocare a fare Dio, e dulcis in fundo l'estrazione di proiettile dalla testa di Olivia tramite antenna della radio :doh:

Con Letters of Transit ci danno un assaggio di quella che è la quinta stagione, che nel complesso mi è piaciuta abbastanza, seppur non sia un capolavoro e sia evidente che, col materiale a disposizione e i tanti misteri ancora da risolvere, si poteva fare molto, ma molto meglio: bella l’idea di ambientare la vicenda in un universo distopico governato dagli Osservatori, apprezzabili la maggior presenza di trama orizzontale e il ritmo abbastanza serrato imposto dal fatto di avere a disposizione 13 puntate e non 22, lodevole il ripescaccio di materiale dalla prima stagione (alcuni casi Fringe da usare come arma contro gli Osservatori, il mini-Osservatore), coraggiosa la scelta di eliminare a pochi episodi dalla sua introduzione Henrietta e di creare così delle dinamiche molto interessanti tra Peter e Olivia, sorprendente il modo in cui Settembre ritorna... ma sono da biasimare la solita sbrigativa gestione del personaggio di William Bell liquidato in 5 minuti di spiegazioni in un episodio, la scelta di fare di Peter una sorta di Osservatore per poi tornare sui propri passi (nonostante potesse essere interessante vedere questo personaggio che perde tutta la propria umanità e i propri affetti), la tendenza a perdersi dietro a divagazioni inutili come il trip mentale di Walter nell’episodio Black Blotter che rivanga per l’ennesima volta la dicotomia tra i due Walter, lo stratagemma delle videocassette che è abbastanza ridicolo (ma mettere tutto in un hard disk o su un altro supporto unitario e meno deperibile, o meglio ancora ambrare tutti i componenti del piano in un unico posto?), per non parlare della rivelazione circa il vero “ragazzo importante”, che non si rivela essere Peter ma il mini-Osservatore, e dei paradossi.
Tuttavia non si può negare che An Enemy of Fate sia un episodio di grande impatto in alcune sue parti e che anche il resto della stagione ci regali ottime perle.

Nel complesso, dunque, è una gran bella serie, capace di coinvolgere, di commuovere, di far ridere (grazie, Walter!) e riflettere. E’ piena di forzature e spiegazioni vaghe, di elementi che potevano essere sfruttati meglio, di casi della settimana osceni e di passi falsi, ma se pensiamo che il fulcro di Fringe sono i rapporti umani e i personaggi allora non si può che lodarne le sue cinque stagioni.
Per non parlare poi delle interpretazioni degli attori: John Noble semplicemente titaneggia su tutti, oltre a dimostrare che gli Emmy sono tutti un magna-magna, ed è capace di gestire tantissime versioni di sé, dallo scienziato pazzo più convincente che abbia mai visto sullo schermo all’uomo roso dal desiderio di vendetta del finale di terza stagione che non esita ad ammazzare Olivia a sangue freddo, e di trasmettere emozioni persino con uno sguardo o un’espressione del viso; Anna Torv, sulla quale all’inizio avrei scommesso poco, dimostra una grande versatilità; Joshua Jackson convince, purtroppo a differenza degli altri due è “limitato” dal fatto di dover interpretare una sola versione di sé; ma in generale tutto il cast, da Lance Reddick a Michael Cerveris, da Jared Harris a Blair Brown, è molto bravo. Peccato solo per le tante guest star poco sfruttate, da Christopher Lloyd a Brad Dourif, fino a Leonard Nimoy (ma lì immagino che siano intervenute cause di forza maggiore che hanno impedito di farlo comparire in più di una mezza dozzina di episodi complessivamente).

Arrivato all’ultimo episodio, posso dire di essere di fronte a una delle serie tv che più mi hanno appassionato, coinvolto e commosso.
« Ultima modifica: 27 November 2015, 11:27:34 da Aznable90 »

Anne Deveria

  • Clara Oswald
  • Post: 77
  • Sesso: Femmina
  • if you can imagine it, it's possible
    • Mostra profilo
    • Over There
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #505 il: 27 November 2015, 02:32:15 »
Inizio dal basso parlando degli attori e ti dico che non condivido per niente il tuo giudizio su Joshua Jackson (ovvero bravo ma inferiore agli altri due): a me non piaceva prima di vederlo in Fringe, ma qui mi ha stupito positivamente, mostrando la crescita del suo personaggio, forse il più complesso insieme a Walter: non è facile il percorso che compie. Passa da ragazzo arrabbiato, giustamente, con il padre, al costruire un rapporto importante con lui, fino a che scopre che è tutta una bugia, tutte cose che non ha sottolineato nel tuo commento, perso a criticare i difetti sì, ma queste sono cose essenziali. Non ho letto una ed una sola parola sul fatto che Peter viene all'altro universo, che ha cercato di tornare di là, della profezia, della macchina. Scherziamo? Sono stati l'asse portante della trama. E se non fosse stato per il finale imposto, con il bimbetto osservatore, avrebbe scoperto altri misteri sulla macchina, su Peter e sul SUO legame con gli osservatori. Suo, non del bimbetto e ti do atto di non credere a quella scemenza. Bada il tuo commento mi è anche piaciuto e anche io adoro Fringe, è la mia serie del cuore, però hai saltato troppe cose essenziali. La storia del chip ci avrebbe portati ad un nuovo ponte, stavolta tra umani ed osservatori e lì Jackson ha di nuovo mostrato grande bravura: lo stesso Cerveris, ovvero l'interprete di September, lo ha lodato definendolo "la rock star degli osservatori" e Cerveris è un attore teatrale che ne sa. Quindi no, non condivido affatto la tua opinione che la sua performance sia stata inferiore rispetto alla Torv (bravissima concordo a fare le due Olivie, in particolare ad inizio terza ma non si può negare che a volte fosse un po' troppo rigida, soprattutto ad inizio quarta: zero alchimia proprio con Gabel/Lincoln, però non posso darle torto).
Tra l'altro i duetti Walter/Peter sono la cosa più bella di Fringe insieme alla teoria degli universi paralleli
Il ritorno di Peter causa amore è un'altra delle vaccate partorite ad hoc per accontentare le fanminkia di Lincoln in modo che avesse campo libero con Alt Liv: se avessero ricordato tutti, come era in programma di fare, sarebbe rispuntato Henry e allora apriti cielo. A proposito io invece ho apprezzato molto la storia della gravidanza di Alt Liv: è servita a dimostrare la maturazione di questo personaggio.

Post unito: 27 November 2015, 02:32:16
p.s: tra parentesi l'episodio ambientato nel 1985 si chiama Peter, non 1985.
Somewhere you would have a  life. Just not Here - Elisabeth Alter Bishop
I'm a Peter Bishop/Fringe Addicted and I'm proud of this



Ho finito: Fringe, Battlestar Galactica, E.R. , Friends, X-Files, Quantum Leap, Continuum S4, Ai confini della Realtà, Twin Peaks
Sto guardando: Jessica Jones, Doctor Whos9
Sto aspettando:Broadchurch s3, 12 Monkeys s2, Person of Interest s5, Peaky Blinders s3, Daredevil s2Ho abbandonato: Haven, Son of Anarchy, Sherlock, Rome, Orphan Black, The Bridge, Breaking Bad

Aznable90

  • Visitatore
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #506 il: 27 November 2015, 13:55:01 »
Innanzitutto, il mio è un commento generale alla serie, non ho analizzato la trama passo per passo né ho sviscerato la psicologia dei personaggi, quindi trovo esagerato tutta questa veemenza per non aver citato delle cose pur importanti :interello:

Poi, non ho scritto affatto che Joshua Jackson è inferiore alla Torv nell'interpretazione, ho soltanto fatto notare come in una serie in cui tutti i personaggi principali (e anche alcuni secondari, vedi Nick Lane o il serial killer di un caso della quarta stagione) hanno un doppio che permette dunque all'attore di mettere maggiormente in luce la propria bravura e versatilità, lui è l'unico a non aver avuto questa "fortuna", tutto qui. Quando ho parlato di "limitazione" intendevo quello, pensavo fosse chiaro. Ma se ci fosse stato un AltPeter diverso caratterialmente credo che l'avrebbe interpretato bene, del resto se la cava egregiamente sia nell'interpretare l'evoluzione del Peter "di base" sia nell'interpretare il Peter del 2026 o il Peter-osservatore. Però per vedere nel mio commento lapidario di sopra su Jackson le critiche che mi attribuisci ce ne vuole :asd:

CayceP

  • Rory Gilmore
  • Post: 722
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • Krishel's house
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #507 il: 27 November 2015, 14:07:37 »
Joshua Jackson convince, purtroppo a differenza degli altri due è “limitato” dal fatto di dover interpretare una sola versione di sé;
Credo che Anne Deveria con il suo commento si riferiva a questo. Nè io, nè lei abbiamo sentito questa presunta limitazione. Non è necessario fare il proprio doppio per dimostrare la propria bravura attoriale. Anzi forse la cosa diviene più difficile proprio perché non ha un alter da mostrare. Joshua ha cercato per tutto il tempo di mostrare Peter esattamente com'è con le sue fragilità, i suoi dubbi, le sue incertezze, la sua rabbia e molto altro ancora. E c'è riuscito. Per me lo ha dimostrato più volte nella quinta stagione quando ci ha mostrato il suo dolore per la morte di Etta e la sua versione degli osservatori, tanto che - come credo ti sia già stato detto - lo stesso Michael Cerveris, l'attore che faceva September e che ha messo le basi per la caratterizzazione del suo personaggio e degli altri - ha scritto su twitter "E' la rockstar degli osservatori."
Posso capire che, data la natura del personaggio sempre in ombra possa arrivare poco. Limitato? No, per niente. Ci vuole solo un po' di più per accorgersi delle cose.
E davvero credo che non si possa prescindere dal parlare della serie in generale senza parlare di Peter. Perché prima delle modifiche fatte per gli shipper e la parte di fandom malato, gli autori hanno detto chiaramente: questo show è basato su Peter.
E altra mancanza della tua disamina in generale: il rapporto padre/figlio. Perché è la colonna portante della serie, oltre a Peter stesso. Ignorarla significa avere visto un'altra serie.

Anne Deveria

  • Clara Oswald
  • Post: 77
  • Sesso: Femmina
  • if you can imagine it, it's possible
    • Mostra profilo
    • Over There
Re: Fringe - Commenti generali sulla serie
« Risposta #508 il: 27 November 2015, 14:27:02 »
Credo che Anne Deveria con il suo commento si riferiva a questo. Nè io, nè lei abbiamo sentito questa presunta limitazione. Non è necessario fare il proprio doppio per dimostrare la propria bravura attoriale. Anzi forse la cosa diviene più difficile proprio perché non ha un alter da mostrare. Joshua ha cercato per tutto il tempo di mostrare Peter esattamente com'è con le sue fragilità, i suoi dubbi, le sue incertezze, la sua rabbia e molto altro ancora. E c'è riuscito. Per me lo ha dimostrato più volte nella quinta stagione quando ci ha mostrato il suo dolore per la morte di Etta e la sua versione degli osservatori, tanto che - come credo ti sia già stato detto - lo stesso Michael Cerveris, l'attore che faceva September e che ha messo le basi per la caratterizzazione del suo personaggio e degli altri - ha scritto su twitter "E' la rockstar degli osservatori."
Posso capire che, data la natura del personaggio sempre in ombra possa arrivare poco. Limitato? No, per niente. Ci vuole solo un po' di più per accorgersi delle cose.
E davvero credo che non si possa prescindere dal parlare della serie in generale senza parlare di Peter. Perché prima delle modifiche fatte per gli shipper e la parte di fandom malato, gli autori hanno detto chiaramente: questo show è basato su Peter.
E altra mancanza della tua disamina in generale: il rapporto padre/figlio. Perché è la colonna portante della serie, oltre a Peter stesso. Ignorarla significa avere visto un'altra serie.

Grazie Cayce per aver compreso il senso del mio commento.
Aggiungo alcune cose che paiono non essere molto chiare:
primo se si dice che un attore è limitato dal fatto di dover interpretare un singolo personaggio invece che due, dovremmo dire  che Jackson è meno bravo di Seth Gabel che fa due Lincoln? Non vorremmo certo paragonare il percorso psicologico di Peter a quello di quei due lì spero né i due attori... ma mi pare che la pensi uguale anche tu sull'inutile inutilità di Lincoln, da me soprannominato pianta grassa.
Poi come ti abbiamo fatto notare in due e come tu stesso ammetti, alla fine il suo doppio lo ha fatto eccome, tra l'altro se ci fai caso per ben tre volte: quando era preda del virus, quando era posseduto dalla macchina e quando appunto stava diventando osservatore.
Proprio perché il tuo commento Aznable voleva essere generale ha mancato diversi punti assolutamente essenziali, come nota Cayce: non è assolutamente citato per nessun motivo il rapporto padre e figlio e invece pare più importante quello Astrid/Walter. Se poi mi dici rispondi che ami molto il rapporto tra Walter e Peter, ne converrai che è dura capirlo se non lo citi neanche.
Non è necessario citare passo per passo la serie ma vedere che in un commento manca la relazione interpersonale più importante della serie non può non far storcere il naso.
E visto che giustamente citi John Noble come il migliore del cast, questa cosa non può esserti sfuggita.
C'è poi il fatto, ribadisco, che non citi le vere origini di Peter, la macchina, la profezia, tutte tematiche centrali soffermandoti su cose assolutamente inutili.
Tipo le calamite dell'anima, che è vero sono cose danno fastidio e concordo con te che siano stupide però avrei preferito leggere altro.
Detto questo: mi citi i cloni di Tyler Carson, ne convengo che di primo acchito sembra una cosa inutile, ne convengo, però se ci fai caso si parla di controllo mentale e chi riusciva a fare il controllo mentale? Gli osservatori. Visto che mi pare che apprezzi Belly (personaggio che sapeva veramente troppo su tutti, compresa la famosa profezia su Peter, gli osservatori ecc), non è strano che tale esperimento fosse suo e di Nina?
Altro consiglio: ti converrebbe rivedere con molto attenzione Brown Betty, episodio assolutamente sottovalutato, che è invece il sunto di quello che abbiamo visto e quello che avremmo potuto vedere se gli autori (e assicuro che è la verità, faccio la giornalista), non fossero stato costretti a piegarsi ai voleri dei fan e della Fox.
Come ho già detto, concordo con te sul ritorno di Peter e ti ho spiegato il motivo per cui si sono inventati questa scemenza.
La Fox e le tv generaliste hanno quest'abitudine nefasta di seguire i commenti dei fanminkia su twitter.
Kurt Sutter, autore di Sons of Anarchy, ha detto chiaramente che è meglio stare lontani da twitter e dai sociali network se si vuole lavorare con tranquillità.

« Ultima modifica: 27 November 2015, 14:34:03 da Anne Deveria »
Somewhere you would have a  life. Just not Here - Elisabeth Alter Bishop
I'm a Peter Bishop/Fringe Addicted and I'm proud of this



Ho finito: Fringe, Battlestar Galactica, E.R. , Friends, X-Files, Quantum Leap, Continuum S4, Ai confini della Realtà, Twin Peaks
Sto guardando: Jessica Jones, Doctor Whos9
Sto aspettando:Broadchurch s3, 12 Monkeys s2, Person of Interest s5, Peaky Blinders s3, Daredevil s2Ho abbandonato: Haven, Son of Anarchy, Sherlock, Rome, Orphan Black, The Bridge, Breaking Bad