Autore Topic: Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito  (Letto 4883 volte)

Milla

  • Clara Oswald
  • Post: 91
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito
« il: 12 October 2013, 13:23:27 »
Questa per me sarà il pilot più difficile da affrontare... Gary Oldman per me è sempre stato Dracula, è il film che da ragazzina ho visto di più... diciamo quindi che il paragone sarà ... hem... leggermente a sfavore in questo caso  :paura:
Ma sono molto curiosa...  :rofl:

Elafromaddis

  • The Todd
  • Post: 164
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [News] Dracula - Stagione 1
« Risposta #1 il: 12 October 2013, 13:54:54 »
Questa per me sarà il pilot più difficile da affrontare... Gary Oldman per me è sempre stato Dracula, è il film che da ragazzina ho visto di più... diciamo quindi che il paragone sarà ... hem... leggermente a sfavore in questo caso  :paura:
Ma sono molto curiosa...  :rofl:

 :quoto:, pure io ho adorato Gary Oldman in quel film e da allora lo venero...pero' mi piace anche JRM...staremo a vedere!

arden86

  • Quartetto Infernale [Hickeys-Knot-Kisses]
  • *
  • Post: 18134
  • Sesso: Femmina
  • Sterek is the way! >< You smell like cherries!
    • Mostra profilo
Re: [News] Dracula - Stagione 1
« Risposta #2 il: 12 October 2013, 14:25:48 »
per me Dracula sarà sempre lui
(clicca per mostrare/nascondere)
Tumblr

"There's a FF for that" is the new "There's an app for that" Teen Wolf addicted
@Lunsfuhd: "The men of Teen Wolf are like Pokemon, gotta catch em all." :huhu:
“I spent like 10 years of my life pretending to fly around on a broomstick and you’re asking me if preparing for a love scene was ‘tricky’ because the other person also had a penis?” - Daniel Radcliffe
“Everyone dies alone. But if you mean something to someone…
if you help someone or love someone, and even a single person
remembers you… then maybe you never really die at all?” - PoI addicted

Hugin

  • Doctor Hu-gin / Topa da Laboratorio / Con.Woman
  • *
  • Post: 15302
  • Sesso: Femmina
  • Stupida e ignorante
    • Mostra profilo
  • Revisioni: 501+17 primerevve
  • Traduzioni: Over 9000
Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito
« Risposta #3 il: 26 October 2013, 22:17:02 »
Per chi fa un certo paragone con TVD, la storia del

(clicca per mostrare/nascondere)
« Ultima modifica: 16 November 2013, 15:20:02 da arden86 »
Nobody died for my sins
No faith tied to my name
The path I choose to walk is mine

Anyd

  • The Todd
  • Post: 102
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Re: Dracula [NBC] [Drama/Horror]
« Risposta #4 il: 27 October 2013, 00:10:42 »
Per chi fa un certo paragone con TVD, la storia del

(clicca per mostrare/nascondere)

In effetti è vero, però perdonami nel Dracula di Coppola è stato sviluppato decisamente meglio che in TVD, in ogni caso nel libro di Stoker (se non ricordo male) non si parla di doppleganger :lici: :lici:
In tutto questo mi piace che il "mostro" ,come può essere per antonomasia una creatura sopranaturale, possa avere dei dei sentimenti , mi piace che si crei comunque un'umanità, contesto semplicemente il fatto che molto spesso si prendono creature letterarie che solitamente hanno una certa peculiarità per trasformarle in mammole per storie rivolte a teenager; ecco in questo caso vorrei che Dracula, il vampiro per eccellenza, conservi almeno un pò della sua "forma" :distratto: :distratto: :distratto:

Thomaspesaro

  • Il Pompinaro
  • Peggy Olson
  • Post: 1317
  • Sesso: Maschio
  • Aspirante Brody
    • Mostra profilo
Re: Re: Dracula [NBC] [Drama/Horror]
« Risposta #5 il: 27 October 2013, 00:15:48 »
non guardo le altre schifezze sui vampiri, non ho letto il libro, forse ho visto un paio di film e centinaia di volte Fracchia contro Dracula.. però questo pilot mi sembra interessante e andrò avanti, non so valutare adesso. Lui forse è un pò troppo fighetto e magro.. ma non tutti possono essere come Oliver Queen  :asd:  :+:
Serie "provate": non aggiorno le liste da molto
Seguo con passione=Sons of Anarchy,Homeland,Justified,Sherlock,The americans,Banshee,Persons of interest,Black sails,The walking dead,Game of Thrones,Suits,Wilfred,Falling skies,Arrow,Ray Donovan,American Horror Story,Fargo,From dusk till dawn,True detective,24,Breaking bad
Seguo senza fretta= Almost Human,Masters of sex,The bridge,Hannibal,White collar,Da vinci's demons,Under the dome,Revolution,The red road,Believe,Resurrection,Hawaii Five-0,The Borgias, Copper,The following,Les revenants,Ripper street,Smash,Boardwalk Empire,Revenge,Once upon a time,The killing,The Big C,Sleepy Hollow,The blacklist,Agents of shield,Continuum,Nikita,Grimm,Inside n°9,Raising hope,Turn, Helix,Braquo,Salem,Breaking bad,Penny dreadful,In the flesh
Ho finito= Lost,Misfits,House,Dexter,The Chicago Code,The river,Human Target,Prison Break,Flash Forward,Happy Town,Persons Unknown,Camelot,V,Heroes,The Gates,Lights Out,Oz,Last resort,Fringe,Spartacus,The River,Inside Men, Burn notice,Luther,Dead set
devo iniziare!: Six Feet under,The Wire,Doctor Who
Attendo con ansia:
Mollate: molte!!

Hugin

  • Doctor Hu-gin / Topa da Laboratorio / Con.Woman
  • *
  • Post: 15302
  • Sesso: Femmina
  • Stupida e ignorante
    • Mostra profilo
  • Revisioni: 501+17 primerevve
  • Traduzioni: Over 9000
Re: Re: Dracula [NBC] [Drama/Horror]
« Risposta #6 il: 27 October 2013, 00:19:09 »
In effetti è vero, però perdonami nel Dracula di Coppola è stato sviluppato decisamente meglio che in TVD, in ogni caso nel libro di Stoker (se non ricordo male) non si parla di
(clicca per mostrare/nascondere)
:lici: :lici:

Sì, lo so che nel libro quello non c'è, era per dire che il concetto era già presente in (altre versioni di) Dracula, non è stato inventato con TVD. E non lo so come sia sviluppato in TVD, ho provato a guardare qualche puntata e mi ha fatto schifo :asd:
« Ultima modifica: 27 October 2013, 00:22:32 da Hugin »
Nobody died for my sins
No faith tied to my name
The path I choose to walk is mine

pupanap

  • Rory Gilmore
  • Post: 753
  • Sesso: Femmina
  • La la la la la la la la la la la la la la la la la
    • Mostra profilo
Re: Re: Dracula [NBC] [Drama/Horror]
« Risposta #7 il: 27 October 2013, 13:12:28 »
In effetti è vero, però perdonami nel Dracula di Coppola è stato sviluppato decisamente meglio che in TVD, in ogni caso nel libro di Stoker (se non ricordo male) non si parla di doppleganger :lici: :lici:

Vero!

(clicca per mostrare/nascondere)


Dico semplicemente che la vita è una sola, non esiste dio, regole, giudizi morali, tranne quelli che accetti e che crei per te stesso. E quando è finita, è finita. Un sonno senza sogni in eterno. Perchè non provare ad essere felici, pensaci, perchè no?

Rubina71

  • Visitatore
Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla verità al mito
« Risposta #8 il: 3 November 2013, 09:43:24 »
Allora, fatta piccola ricerca sull'ordine del drago, è esistito realmente e Vlad III, ne faceva parte:

Ordine del Drago

Simbolo dell'Ordine del Dragone.


spada cerimoniale dell'Ordine del Drago - Kunsthistorisches Museum di Vienna.
(clicca per mostrare/nascondere)
L'Ordine del Drago (o del Dragone) (lat. Societas Draconistrarum, de. der Drachenorden, hun. Sárkány Lovagrend, rom. Ordinul Dragonului) fu un ordine militare del Sacro Romano Impero Germanico, istituito dall'imperatore Sigismondo per distruggere l'eresia hussita e contenere il potere dell'Impero Ottomano.

Indice
1 Signum Draconis
2 Origini
3 Diffusione
4 Note
5 Bibliografia
6 Altri progetti

Signum Draconis

Il simbolo che contraddistinse la fraternitas draconis fu:

« Il segno o effigie del drago curvato fino a formare un cerchio, la coda avvolta intorno al collo, diviso nel mezzo della schiena per tutta la sua lunghezza, dalla testa alla punta della coda, da sangue [che traccia] una croce rossa e scorre nella fenditura lasciando una linea bianca intermedia »
(D'Arcy, Boulton (2000), The knights of the crow, Woodbridge, p. 350)
Le scelte cromatiche dell'effigie richiamano, forse non a caso, lo stemma di San Giorgio: una croce rossa in campo bianco.

Origini

La data esatta di fondazione dell' ordo draconis è ad oggi oggetto di discussione.

La corrente storica più accreditata vuole l'Ordine del Drago fondato il 13 dicembre 1408. In quell'anno l'imperatore Sigismondo, reintegrato nei suoi domini ungheresi, sarebbe ricorso alla fondazione della confraternita non solo per combattere la minaccia dei turchi ottomani ma anche per garantirsi l'appoggio della nobiltà magiara che per cinque anni lo aveva combattuto.

Alcuni storici sarebbero invece propensi a ritenere quale data di fondazione dell'ordine il 1387, anno in cui Sigismondo ottenne il titolo di re d'Ungheria. Scopo della fondazione, decisamente più politico che cavalleresco, sarebbe stato garantire al re straniero l'appoggio della nobiltà magiara con la creazione di una ristretta cerchia di fedelissimi. Interessante osservare che una simile manovra non era nuova per la storia ungherese: già l'Ordine di San Giorgio, del re Carlo I d'Ungheria, aveva avuto un'origine simile all' ordo draconis. La prassi di ricorrere alla fondazione di ordini cavallereschi dagli intenti più politici che guerreschi fu però prassi comune nel periodo tardo medievale[1] e tale fenomeno comprese tutto il territorio europeo, non solo l'Europa Centrale.

Dato certo è che la fraternitas dei "Draghi" non fu un ordine cavalleresco come gli altri. Basti ad esempio il fatto che, ancora nel 1431 (anno di conferma degli statuti della confraternita), il titolo di cavaliere non figurava tra i requisiti per l'ammissione nell'ordine. Importante inoltre ricordare che l'ordine del Dragone non aveva santi patroni né un quartier generale o assemblee periodiche.

Nel 1433, in occasione dell'incoronazione di Sigismondo ad imperatore, lo statuto dei "Draghi" venne ratificato da Papa Eugenio IV.

Diffusione

L'ordine si diffuse rapidamente nell'Europa Orientale, presso le zone d'influenza del gioco politico di Sigismondo: Boemia, Ungheria, Polonia, Serbia e Principati danubiani (attuale Romania). Si diffuse in seguito in Germania, in Austria, in Italia e in Spagna.

In Italia, in particolare venne rappresentato dall'ambasciatore della Repubblica di Venezia Pantaleone Balbo e dal condottiero di ventura Filippo Scolari il quale appartenne ai primi 24 notabili cavalieri dell'ordine[2]. In Spagna, celebre membro dell'ordine fu re Alfonso V d'Aragona, che vi aderì per combattere i Mori ancora attivi nella penisola iberica. Aderirono alla fraternitas anche il "Duca di Ferro" d'Austria (1409) e Vitoldo, Granduca di Lituania (1429 o 1431).

Mentre l'ordine raccoglieva proseliti in tutta la cristianità, i suoi membri originari supportarono la politica di Sigismondo, impegnandosi nel massacro dei villici convertitisi alla dottrina dell'eretico Jan Hus. La vita della confraternita fu comunque breve, tanto che la data di scioglimento dello stessa si attesta intorno alla morte del suo fondatore. Importante inoltre ricordare che celebri appartenenti all'ordine (Es. Giovanni Hunyadi e Vlad II Dracul) si mossero guerra spietatamente.
« Ultima modifica: 16 November 2013, 10:52:46 da arden86 »

ChrisZac

  • Supporter Quartetto Infernale
  • Don Draper
  • Post: 4262
  • Sesso: Femmina
  • Be comfortable in your own skin
    • Mostra profilo
Re: Vlad Tepes, Principe di Wallachia... dalla verità al mito
« Risposta #9 il: 3 November 2013, 10:07:09 »
Non si tratta di Vlad III L'Impalatore, l'ispiratore del personaggio di Stocker, ma del padre Vlad II che prese il titolo di Dracul proprio per la sua appartenenza all'Ordine del Drago.


Allora, fatta piccola ricerca sull'ordine del drago, è esistito realmente e Vlad III, ne faceva parte:

Ordine del Drago
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Simbolo dell'Ordine del Dragone.


spada cerimoniale dell'Ordine del Drago - Kunsthistorisches Museum di Vienna.
L'Ordine del Drago (o del Dragone) (lat. Societas Draconistrarum, de. der Drachenorden, hun. Sárkány Lovagrend, rum. Ordinul Dragonului) fu un ordine militare del Sacro Romano Impero Germanico, istituito dall'imperatore Sigismondo per distruggere l'eresia hussita e contenere il potere dell'Impero Ottomano.

Indice  [nascondi]
1 Signum Draconis
2 Origini
3 Diffusione
4 Note
5 Bibliografia
6 Altri progetti
Signum Draconis[modifica | modifica sorgente]

Il simbolo che contraddistinse la fraternitas draconis fu:

« Il segno o effigie del drago curvato fino a formare un cerchio, la coda avvolta intorno al collo, diviso nel mezzo della schiena per tutta la sua lunghezza, dalla testa alla punta della coda, da sangue [che traccia] una croce rossa e scorre nella fenditura lasciando una linea bianca intermedia »
(D'Arcy, Boulton (2000), The knights of the crow, Woodbridge, p. 350)
Le scelte cromatiche dell'effigie richiamano, forse non a caso, lo stemma di San Giorgio: una croce rossa in campo bianco.

Origini[modifica | modifica sorgente]

La data esatta di fondazione dell' ordo draconis è ad oggi oggetto di discussione.

La corrente storica più accreditata vuole l'Ordine del Drago fondato il 13 dicembre 1408. In quell'anno l'imperatore Sigismondo, reintegrato nei suoi domini ungheresi, sarebbe ricorso alla fondazione della confraternita non solo per combattere la minaccia dei turchi ottomani ma anche per garantirsi l'appoggio della nobiltà magiara che per cinque anni lo aveva combattuto.

Alcuni storici sarebbero invece propensi a ritenere quale data di fondazione dell'ordine il 1387, anno in cui Sigismondo ottenne il titolo di re d'Ungheria. Scopo della fondazione, decisamente più politico che cavalleresco, sarebbe stato garantire al re straniero l'appoggio della nobiltà magiara con la creazione di una ristretta cerchia di fedelissimi. Interessante osservare che una simile manovra non era nuova per la storia ungherese: già l'Ordine di San Giorgio, del re Carlo I d'Ungheria, aveva avuto un'origine simile all' ordo draconis. La prassi di ricorrere alla fondazione di ordini cavallereschi dagli intenti più politici che guerreschi fu però prassi comune nel periodo tardo medievale[1] e tale fenomeno comprese tutto il territorio europeo, non solo l'Europa Centrale.

Dato certo è che la fraternitas dei "Draghi" non fu un ordine cavalleresco come gli altri. Basti ad esempio il fatto che, ancora nel 1431 (anno di conferma degli statuti della confraternita), il titolo di cavaliere non figurava tra i requisiti per l'ammissione nell'ordine. Importante inoltre ricordare che l'ordine del Dragone non aveva santi patroni né un quartier generale o assemblee periodiche.

Nel 1433, in occasione dell'incoronazione di Sigismondo ad imperatore, lo statuto dei "Draghi" venne ratificato da Papa Eugenio IV.

Diffusione[modifica | modifica sorgente]

L'ordine si diffuse rapidamente nell'Europa Orientale, presso le zone d'influenza del gioco politico di Sigismondo: Boemia, Ungheria, Polonia, Serbia e Principati danubiani (attuale Romania). Si diffuse in seguito in Germania, in Austria, in Italia e in Spagna.

In Italia, in particolare venne rappresentato dall'ambasciatore della Repubblica di Venezia Pantaleone Balbo e dal condottiero di ventura Filippo Scolari il quale appartenne ai primi 24 notabili cavalieri dell'ordine[2]. In Spagna, celebre membro dell'ordine fu re Alfonso V d'Aragona, che vi aderì per combattere i Mori ancora attivi nella penisola iberica. Aderirono alla fraternitas anche il "Duca di Ferro" d'Austria (1409) e Vitoldo, Granduca di Lituania (1429 o 1431).

Mentre l'ordine raccoglieva proseliti in tutta la cristianità, i suoi membri originari supportarono la politica di Sigismondo, impegnandosi nel massacro dei villici convertitisi alla dottrina dell'eretico Jan Hus. La vita della confraternita fu comunque breve, tanto che la data di scioglimento dello stessa si attesta intorno alla morte del suo fondatore. Importante inoltre ricordare che celebri appartenenti all'ordine (Es. Giovanni Hunyadi e Vlad II Dracul) si mossero guerra spietatamente.

Exorcizamus te, Salachristulia!

Alla fine l'avrete capito: non ricordo mai nomi, posti, date, i titoli delle canzoni e dei film e dei libri, e un sacco di altre cose.. che al momento non ricordo.

arden86

  • Quartetto Infernale [Hickeys-Knot-Kisses]
  • *
  • Post: 18134
  • Sesso: Femmina
  • Sterek is the way! >< You smell like cherries!
    • Mostra profilo
Re: Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla verità al mito
« Risposta #10 il: 16 November 2013, 15:47:01 »
presto posterò anch'io qualche cosina "storica"

Post unito: 16 November 2013, 15:47:01

Questa è Valacchia... che non è Transilvania, la quale è giusto sopra - dove nella cartina c'è scritto Ungheria.
Comunque il vero Castello di Vlad Tepes, si trovava nelle vicinanze di Arges. Quello che oggi viene passato per il Castello di Dracula e a cui si pensa si sia inspirato anche Stoker è il Castello di Bran.
Vald Tepes ha preso corte anche a Targoviste :love:
Tumblr

"There's a FF for that" is the new "There's an app for that" Teen Wolf addicted
@Lunsfuhd: "The men of Teen Wolf are like Pokemon, gotta catch em all." :huhu:
“I spent like 10 years of my life pretending to fly around on a broomstick and you’re asking me if preparing for a love scene was ‘tricky’ because the other person also had a penis?” - Daniel Radcliffe
“Everyone dies alone. But if you mean something to someone…
if you help someone or love someone, and even a single person
remembers you… then maybe you never really die at all?” - PoI addicted

Cap.Kirk

  • Visitatore
Re: Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito
« Risposta #11 il: 19 November 2013, 04:26:26 »
Il film di Coppola è basato sulla versione teatrale di Dracula, nel romanzo Dracula è completamente malvagio e non ha legami amorosi ne viene menzionata la moglie, ne viene detto che Dracula è Vlad Tepes, anche se Stoker si è effettivamente ispirato a lui. Comunque per chi non lo sapesse esiste il seguito ufficiale del romanzo Dracula, chiamato "Undead: Gli immortali", scritto dal pronipote di Stoker, Dacre Stoker basato sugli appunti di Bram, consiglio di leggerlo



Per quanto riguarda invece seguiti non ufficiali, consiglio "Vampiro" di Fred Saberhagen che non è un seguito ma narra le stesse vicende del romanzo di Stoker ma dal punto di vista di Dracula, la trilogia "I Diari Della Famiglia Dracula" di Jeanne Kalogridis, e "Anno Dracula" e "Il Barone Sanguinario" di Kim Newman, che sono ambientati in un mondo alternativo dove Dracula ha sconfitto Van Helsing, Harkel & C.
« Ultima modifica: 19 November 2013, 04:35:58 da Cap.Kirk »

ChrisZac

  • Supporter Quartetto Infernale
  • Don Draper
  • Post: 4262
  • Sesso: Femmina
  • Be comfortable in your own skin
    • Mostra profilo
Re: Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito
« Risposta #12 il: 19 November 2013, 08:03:34 »
La trilogia, quanto tempo non ripensavo a quei diari. *_*
Sicuramente una versione interessante, una lettura un po' diversa del vampiro.  :love:

Exorcizamus te, Salachristulia!

Alla fine l'avrete capito: non ricordo mai nomi, posti, date, i titoli delle canzoni e dei film e dei libri, e un sacco di altre cose.. che al momento non ricordo.

Cap.Kirk

  • Visitatore
Re: Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito
« Risposta #13 il: 19 November 2013, 14:12:04 »
Comunque a parte le licenze che si è preso Coppola, il suo film è il più fedele al romanzo, tutti i film che sono stati fatti in passato fin dal primo Dracula di Bela Lugosi del 31 hanno stravolto completamente i personaggi e la trama.

Jancker

  • Dana Scully
  • Post: 20
    • Mostra profilo
Re: Vlad Tepes, Principe di Valacchia... dalla storia al mito
« Risposta #14 il: 20 November 2013, 14:05:18 »
Consiglio spassionato non andate a Castello Bran, o meglio, se ci andate non aspettatevi di trovare qualcosa sulla storia del buon cavo vecchio Conte.... Per quello bisogna recarsi a Sighisoara dove c'e il vero castello del conte Vlad Tepes (alias Dracula).