Sondaggio

Che voto dai all'episodio?

0
9 (2.3%)
1
1 (0.3%)
2
1 (0.3%)
3
1 (0.3%)
4
3 (0.8%)
5
2 (0.5%)
6
6 (1.5%)
7
6 (1.5%)
8
28 (7.2%)
9
69 (17.8%)
10
262 (67.5%)

Totale votanti: 350

Autore Topic: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"  (Letto 36499 volte)

Fafana20

  • *
  • Post: 6155
  • Sesso: Femmina
  • "Well, look at me, I'm bananas."
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #315 il: 14 January 2018, 15:47:34 »
Vedo che sono tra i pochi ad apprezzare Hell Bent!  :asd:
"There is no indignity in being afraid to die, but there is a terrible shame in being afraid to live." - First Doctor
"Well, of course I'm being childish! There's no point being grown-up if you can't be childish sometimes." - Fourth Doctor
“I am and always will be the optimist. The hoper of far-flung hopes and the dreamer of improbable dreams.” - Eleventh Doctor
"We're all stories in the end. Just make it a good one, eh? Cause it was, you know. It was the best." - Eleventh Doctor

Chiara la tolkeniana

  • Liz Lemon
  • Post: 4577
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #316 il: 14 January 2018, 16:40:11 »
Anche a me è piaciuto molto Hell Bent

Walls

  • Annyong Bluth
  • Post: 692
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #317 il: 15 January 2018, 13:40:59 »
In difesa di hell bent c'è da dire che non è facile venire dopo un capolavoro di questo genere.
 Heaven sent è una delle puntate più belle di tutto Doctor who, ricordo di essere rimasta completamente senza parole dopo averlo visto la prima volta.

misslegolas

  • Clara Oswald
  • Post: 63
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #318 il: 8 March 2018, 00:48:38 »
Dopo l'ennesimo rewatch del rewatch del rewatch (questa puntata non mi stancherà mai non s'era capito? :rofl:) devo lasciare un commento qui.
Ma quanto è spettacolare questa puntata!! Per me una delle migliori in assoluto di doctor who. Una sensazione così positiva me l'avevano lasciata a memoria solo Blink e Midnight. Splendida dal primo all'ultimo minuto.
ps L'idea del pensatoio/TARDIS mi è piaciuta davvero tanto
pps e vogliamo parlare delle musiche?!  :love:

E poi ovvio ma devo dirlo quanto è stato stratosferico, spaziale, mitico, eccezionale Capaldi in questo episodio?! Perfetto! ogni espressione del volto, ogni sensazione del Dottore paura,dolore, rabbia, incertezza, caparbietà tutto si riflette con naturalezza sul suo volto. Non sbaglia neanche un secondo la sua interpretazione di 12th già sempre impeccabile ma stavolta è stato davvero stellare! Porta con leggerezza e maestria solo sulle sue spalle un intero episodio contribuendo a renderlo unico! Un grande non ci sono abbastanza parole x dirlo.

Ok dopo essermi sfogata ero passata x chiedere se secondo voi il Dottore ricordasse almeno nel momento in cui trova il muro pian piano rotto. Poi ho trovato postata l'intervista più su (grazie!  :hug:) e ogni dubbio si è dissolto più o meno. Quindi il Dottore ricorda in parte e poi totalmente verso la fine di ogni ciclo quello che sta facendo e sopportando giusto? E questo rende il suo gesto un sacrificio enorme e disarmante che spezza il cuore.

Non avevo mai avuto il coraggio di dirlo (faccio una confessione come il dottore nell'episodio  :lol?:) 12th doctor mi aveva colpito e intrigato fin dall'inizio. Avevo amato il fatto che fosse il Dottore che non voleva dimenticare ma ricordare e infatti porta in sè un po' di tutte le sue precedenti 12 rigenerazioni (quanti rinvii e citazioni? :love:). E' totalmente è completamente il Dottore ed è una cosa che ho amato moltissimo.
Quindi ora posso finalmente ammetterlo con me stessa il 12° Dottore è e resterà il mio Dottore preferito in assoluto. Mai avrei pensato di dirlo dopo Tennant ma Capaldi è riuscito nell'impresa impossibile. Nessuno avrebbe potuto meglio di lui rendere con naturalezza il 12 Dottore colui che non vuole dimenticare

« Ultima modifica: 8 March 2018, 00:58:52 da misslegolas »

Thirrin

  • Abed Nadir
  • Post: 1917
  • Sesso: Femmina
  • Books! Best weapon in the world!
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #319 il: 8 March 2018, 14:20:13 »
Citazione
Ok dopo essermi sfogata ero passata x chiedere se secondo voi il Dottore ricordasse almeno nel momento in cui trova il muro pian piano rotto. Poi ho trovato postata l'intervista più su (grazie!  :hug:) e ogni dubbio si è dissolto più o meno. Quindi il Dottore ricorda in parte e poi totalmente verso la fine di ogni ciclo quello che sta facendo e sopportando giusto? E questo rende il suo gesto un sacrificio enorme e disarmante che spezza il cuore.

Io l'ho intesa così:
Non credo che lui ricordi nel senso stretto del termine, non possiede quei ricordi perché ogni volta che muore viene "rigenerato" (passatemi il termine apocrifo) da quella macchina esattamente come era la prima volta che era stato trasportato lì, quindi non può possedere quei ricordi... però credo che quando arriva a trovarsi davanti alla lastra di diamante semplicemente capisce qual è l'unico piano di evacuazione disponibile, e capisce che come è venuta a lui in quel momento l'epifania, è venuta a tutti i miliardi di teschi nel lago prima di lui, e ricollega tutto... quindi in quel momento comprende che quella sua incarnazione sta per bruciare viva, come altri miliardi prima di lui e altri miliardi di "sè" successivi, fino a che una di quelle incarnazioni non troverà la via libera...


“I'm the thing that monsters have nightmares about" [Buffy]

Thirrin

  • Abed Nadir
  • Post: 1917
  • Sesso: Femmina
  • Books! Best weapon in the world!
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #320 il: 11 January 2019, 02:28:20 »
L'ho rivista stasera. Brividi.
La scena finale con la musica di Gold è qualcosa di incredibile, ma toglietemi una curiosità, Capaldi ha vinto qualcosa per questa puntata?
Tutti superlativi, Moffat, Capaldi e Gold.
Non c'era il mio voto all'episodio, ho votato 10.

Quanti secondi dura l'eternità?

L'unica critica che mi sembra fattibile a questa puntata è che se dopo solo 7000 anni c'erano tutti quei teschi nell'acqua, dopo 2 miliardi di anni non dovrebbe esserci più spazio per "tuffarsi", dovrebbe esserci una montagna di teschi che va ben oltre la superficie dell'acqua  :asd:


“I'm the thing that monsters have nightmares about" [Buffy]

Audra

  • Visitatore
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #321 il: 11 January 2019, 08:06:08 »
L'ho rivista stasera. Brividi.
La scena finale con la musica di Gold è qualcosa di incredibile, ma toglietemi una curiosità, Capaldi ha vinto qualcosa per questa puntata?
Purtroppo credo di no.Se non sbaglio era stato candidato a un Hugo Award,ma non lo vinse,altri premi non ne ricordo.Ma mi pare che neanche l'episodio abbia mai vinto niente,nonostante sia stato molto acclamato dalla critica.Un vero peccato (oltre che uno scandalo),perchè l'episodio è semplicemente splendido,forse il più bello dell'intera storia di DW.E ha tante cose che mi ricordano l'altra grande creazione di Moffat,Sherlock.

JohannesKT

  • The Todd
  • Post: 195
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #322 il: 13 July 2019, 17:31:47 »
Questo è il migliore episodio nella storia di Doctor Who dal suo reboot.
"Great Men are forged in fire, it is a privilege of lesser men to light the flame."

" Who I am is where I stand when I stand, it's where I fall."

" We are all capable of the most incredible changes, we can evolve while staying true to who we are. We can honour who we have been and choose who we want to be next."

Alizee

  • Visitatore
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #323 il: 31 January 2020, 21:27:26 »
Difficile scrivere qualcosa su un episodio del genere,non solo perchè immagino che dopo anni sarà già stato scritto di tutto,ma anche perchè non so proprio da dove cominciare (anche se credo che,volendo,potrei scrivere pagine e pagine,tanta è la complessità - la stratificazione - della narrazione,delle metafore,del simbolismo).L'unica cosa che posso dire è che mi è piaciuto tanto,tantissimo MA con la consapevolezza che questo è un unicum,un episodio fuori scala,tanto fuori scala che non sono neanche sicura di aver assistito a una puntata di DW.Sicuramente è anche DW ma non solo,sembra più DW momentaneamente prestato al teatro sperimentale,per raccontare qualcos'altro che prescinde dal contesto narrativo dell'intera serie.Perchè la premesssa di fondo su cui si basa l'intero episodio,"cosa vedremmo in un episodio in cui il Dottore è completamente solo ? "diventa il pretesto per riflessioni universali che trascendono DW:riflessioni sulla morte,il lutto,l'elaborazione della perdita,la depressione,la solitudine.Non è una critica,ma penso che questo episodio più che Twelve riguardi Moffat,su come lui vede la vita e si relaziona alla morte.
Visto che come ho detto su questa puntata bisognerebbe scriverci un trattato e non mi sembra il caso (anche perchè non credo ne sarei in grado),mi limiterò a sottolineare gli aspetti che mi hanno colpito di più.
-Con mia grande gioia,è stata una puntata molto teatrale.Quando ho visto Capaldi con il teschio in mano mi aspettavo quasi che attaccasse con "Alas,poor Yorick" :lol?: (e peccato non l'abbia fatto).Per la presenza di un unico personaggio che si sente vicino alla morte e riflette sulla sua esistenza mi ha ricordato un pò "L'ultimo nastro di Krapp" di Beckett.Poi naturalmente è teatro nel teatro,in quel castello è in atto una vera e propria messa in scena teatrale,un allestimento costruito ad hoc per il Dottore,per farlo crollare e confessare.
Comunque il castello dentro mi è sembrato un incrocio tra Escher e Dark Souls,visto da fuori sempre Escher,ma anche "L'isola dei morti" di Böcklin.Che allegria. :XD:
- Capaldi è stato mostruoso,in tutto,ma soprattutto per l'uso della voce.Ha cambiato infiniti registri,e vi giuro che a un certo punto mi è sembrato di sentire Tennant.All'inizio non ci ho fatto tanto caso,pensavo fosse uno dei miei "Ten-momenti" (come ho anche scritto a volte,io il fantasma di Ten lo sento in tutta l'era Moffat e ho pensato che questa fosse un'altra volta delle tante),ma poi mi sono imbattuta in una recensione in cui l'autore parlava proprio della voce di Capaldi e diceva che nei registri gravi Capaldi sembrava Tom Baker,e negli acuti Tennant,e mi sono sentita un pò meno folle. :XD: Sinceramente la voce di Tom Baker più anziano l'ho sentita solo nel Cinquantesimo e non la ricordo (e al Tom Baker più giovane della classica non ci sono ancora arrivata),quindi non saprei,però mi piace l'idea che non solo i Dottori,ma anche tutte le loro voci siano ancora là dentro,da qualche parte.E trovo straordinario che un attore,da solo,sia riuscito a rendere tanto bene questa molteplicità.
- In questa puntata,nel bene e nel male,c'è tutto Steven Moffat,tutta la sua poetica:l'ossessione per la morte,la paura di affrontarla,l'uso catartico della sua scrittura per mitigarne la brutalità.E la fede nella risorse della mente umana,tanto infinite e potenti da essere in grado di sfidare l’impossibile,anche quando i limiti,come la morte,sono quelli imposti dalla natura.
Ci sono anche le variazioni sul tema di uno dei suoi cavalli di battaglia,i viaggi nel tempo.Stavolta non la stessa persona che si muove nel tempo,compiendo azioni in diverse zone temporali,senza distinzione tra un prima e un dopo,ma tante copie della stessa persona,che si avvicendano in un'unica linea temporale,in un'unico luogo,con un unico scopo,oltrepassare il muro nella stanza n°12.Un wibbly dobbly più sadico,perchè per percorrere questa lunghissima strada diritta,stavolta senza uscite nè scorciatoie con provvidenziali viaggi avanti o indietro nel tempo per sistemare le cose,questa persona deve resettarsi miliardi di volte,scomporsi e ricomporsi all'interno di una memoria informatica.E come le infinite vite a disposizione all'interno di un videogioco,deve ogni volta affinare le proprie abilità e diventare più intelligente per superare la prova, e il premio finale è la salvezza oppure il Game Over,la morte.
Poi la chiave per la soluzione del problema,come abbattere la "Montagna di Diamante",che viene fornita da una fiaba,sottolinea ancora una volta la concezione che Moffat ha di DW,secondo lui una fiaba travestita da serie fantasy/fantascientifica.Visione con cui molti non sono d'accordo,ma io sì. :)
E questo è il bene.Il male mi verrebbe da dire che sono gli ultimi tre minuti di episodio  :XD: perchè quel "The Hybrid is me" e l'improvvisa apparizione di Gallifrey mi fanno temere per quello che vedrò in Hell Bent.Ovviamente non giudico prima di aver visto l'episodio in questione ma non sono tanto ottimista,considerato che 1) Lo so che Moffat ha fatto il giochino me/Me per far credere che l'ibrido sia Ashildr ma io dubito,secondo me è proprio il Dottore.Il problema è che non credo che abbia deciso di terremotare la mitologia di DW,riesumando la storia del Dottore mezzo umano tirata fuori nel film del '96 (film che ho visto a Natale,quindi ce l'ho ben presente),che è l'unico modo che mi viene in mente in cui il Dottore potrebbe essere un ibrido.Checché ne dica la gente,Moffat non è tanto estremista,quindi temo che l'ibrido sia quello metaforico Clara/Dottore,proprio l'unico che non volevo,perchè quello a più alto rischio cavolata.Sarò felice di essere smentita,ma mi sento già male. :XD:
E 2) Per motivi che qui non posso dire,diciamo che l'avevo capito che a un certo punto dovevano aver riportato indietro Gallifrey (e con grande tristezza avevo anche capito che probabilmente Moffat aveva bruciato la trama della sua ricerca,visto che dopo il Cinquantesimo di Gallifrey si è sentito parlare ben poco).Ora,di questo ritorno su Gallifrey non ci ho capito ancora niente,nè il come nè il perchè,non ho neanche capito se è ancora nell'universo tasca (non credo,ma non ne sono sicura),nè la storia dell'ibrido,comunque posso già dire che questo ritorno tanto improvviso e tanto anticlimax non mi piace? :XD: Non è che volessi necessariamente un ritorno epico con le fanfare,ma ho come l'impressione che il fulcro di tutta la vicenda sarà ancora solo Clara e Gallifrey e i Time Lord passeranno in secondo piano.Non ce l'ho con Clara,sia chiaro,lei mi piaceva e se per lei c'è quel "ma" che dicevo ne sarò felice,ma mi piace anche Gallifrey e vorrei che le due vicende non si mescolassero.Invece temo proprio che Moffat le abbia mescolate,e che gli importi solo di Clara e nulla di Gallifrey. :nu:
Comunque vedremo.
- Mi sono piaciuti i tanti rimandi intertestuali con Sherlock.Il Mind Palace che qui diventa Tardis Palace,la caduta (e risalita) del Dottore che ricorda un certo momento molto drammatico della vita di Sherlock (e anche il significato metaforico è lo stesso,se vuoi rinascere devi affrontare le tue paure più profonde e la forza per farlo puoi trovarla solo nella tua mente).Anche il "Must be Christmas" (accompagnato da sorriso da psicopatico) di Twelve quando si accorge di essere imprigionato dentro un puzzle da risolvere mi ricorda leggermete qualcuno. :lol?: (e anche qui torna un altro elemento ricorrente della poetica di Moffat,l'intelligenza come risorsa ultima che ti aiuta a salvarti da situazioni apparentemente disperate e senza via d'uscita).E naturalmente il teschio. :lol?:
- Anche se il personaggio è uno solo,l'altro,anche se si vede brevemente e solo di spalle,ovviamente è Clara ed è una presenza potente,tanto che mi ricorda un altro famoso personaggio invisibile della storia del cinema,la Rebecca dell'omonimo film di Hickcock,anche lei morta,ma che con la sua presenza ingombrante influenza più che mai i vivi,perchè sembra vivere ancora nella memoria e nelle parole di coloro che l’hanno conosciuta,nei luoghi che le sono appartenuti.L'unica differenza è che l'influenza di Rebecca è negativa,quella di Clara certamente no,anzi immagino che quella mandata dal cielo del titolo (per aiutare Twelve) sia proprio lei.
Mi è piaciuto l'uso della lavagna come medium dal'aldilà,ovviamente è un rimando a quelle di Listen e Last Christmas,ma per me il rapporto Twelve/Clara era anche questo,quello insegnante/insegnante alla pari o insegnante/scolaro,con le parti che si invertivano a seconda della situazione,quindi ho trovato divertente che due professori (e Dottori) come loro usino i gessetti per comunicare.
- La musica è l'altra grande protagonista di questo episodio ed è semplicemente splendida,maestosa,con echi beethoveniani,una colonna sonora da ascoltare in loop e portarsi nella famosa isola deserta.Non solo finalmente ho scoperto il significato di "The Sheperd's Boy" ma anche altre musiche belle altrettanto o di più.Spero che Murray Gold abbia ricevuto qualche riconoscimento per questa meraviglia.
-Di tutti i simbolismi presenti in questo episodio,quello che personalmente ho trovato più disturbante sono quelle mosche che ronzavano intorno al Dottore.Come se fosse già morto,un cadavere in decomposizione.E vederlo scavare quella fossa in giardino non ha aiutato (mi sa che Moffat non è l'unico che ha qualche problema con la Grande Falciatrice ).
L'altra cosa disturbante,ma in un altro senso,è stata l'invettiva contro il giardinaggio.Ho capito che a quanto pare Mr Moffat nei weekend non coltiva zucche nè pota le rose,ma power complex about flowers? Dictatorship for inadequates? Amando i giardini,confesso che mi sono sentita offesa e che quella vanga vorrei tanto tirargliela in testa (non a Twelve,a Moffat :XD: ).
E per i timori espressi sopra,probabilmente una vangata metaforica vorrò tirargliela dopo Hell Bent. :asd: quindi credo che la guarderò un giorno in cui sono di ottimo umore,ma proprio ottimo,così magari qualsiasi eventuale nefandezza avrà combinato con Gallifrey mi sembrerà meno orribile. :lol?:

Green Loontern

  • *
  • Post: 4084
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #324 il: 31 January 2020, 22:13:42 »
Visto che hai fatto bene a non fermarti 2 puntate fa?  :lol?:
Questa puntata penso sia il capolavoro della serie. Uno di quei rari casi dove funziona tutto alla perfezione: storia, regia, scenografia, attore, musica. Moffat, Capaldi e Murray Gold qui hanno dato il massimo (per altro quando è uscita la colonna sonora della stagione hanno aggiunto un CD apposta dedicato solo a questa puntata).

Purtroppo, anche se è assurdo, questo episodio non ha mai vinto nessun premio, pur ricevendo varie nomination!

Ovviamente non commento le tue ipotesi sul finale... :distratto:

Fafana20

  • *
  • Post: 6155
  • Sesso: Femmina
  • "Well, look at me, I'm bananas."
    • Mostra profilo
"There is no indignity in being afraid to die, but there is a terrible shame in being afraid to live." - First Doctor
"Well, of course I'm being childish! There's no point being grown-up if you can't be childish sometimes." - Fourth Doctor
“I am and always will be the optimist. The hoper of far-flung hopes and the dreamer of improbable dreams.” - Eleventh Doctor
"We're all stories in the end. Just make it a good one, eh? Cause it was, you know. It was the best." - Eleventh Doctor

Alizee

  • Visitatore
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #326 il: 14 April 2020, 11:52:37 »
“Heaven Sent” Live-Tweet Tonight :)
Lo so che questi rewatch collettivi li stanno facendo per tirarci su il morale,ma su di me hanno l'effetto opposto,li paragono a quello che sto guardando adesso e mi viene la depressione.
Questo comunque non me lo perdo,è una delle cose più stupendamente belle e perfette mai scritte per DW (poi però dopo questo non so come riuscirò a fare un rewatch della Dodicesima Stagione  :XD: ).

Mrs Rinch

  • Rick Grimes
  • Post: 2071
  • Sesso: Femmina
  • "Io sono il Dottore e salvo le persone!"
    • Mostra profilo
Re: [COMMENTI] Doctor Who 9x11 - "Heaven Sent"
« Risposta #327 il: 28 November 2020, 17:53:41 »
..mi sto rivedendo le replica di questo capolavoro.. :cool:  Grazie Rai4 ! 
"IO SONO IL DOTTORE E SALVO LE PERSONE !"