Sondaggio

Chi è il tuo showrunner preferito?

Russell T Davies
20 (26%)
Steven Moffat
33 (42.9%)
Chris Chibnall
1 (1.3%)
Non ho preferenze.
0 (0%)
Preferisco la serie classica.
0 (0%)
Tutti tranne Chibnall!
23 (29.9%)

Totale votanti: 73

Autore Topic: Chi è il tuo showrunner preferito?  (Letto 3685 volte)

Fafana20

  • *
  • Post: 6155
  • Sesso: Femmina
  • "Well, look at me, I'm bananas."
    • Mostra profilo
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #30 il: 1 May 2020, 20:49:28 »
Chissà chi voterebbe l'autore dell'articolo...  :asd:

(clicca per mostrare/nascondere)
"There is no indignity in being afraid to die, but there is a terrible shame in being afraid to live." - First Doctor
"Well, of course I'm being childish! There's no point being grown-up if you can't be childish sometimes." - Fourth Doctor
“I am and always will be the optimist. The hoper of far-flung hopes and the dreamer of improbable dreams.” - Eleventh Doctor
"We're all stories in the end. Just make it a good one, eh? Cause it was, you know. It was the best." - Eleventh Doctor

JohannesKT

  • The Todd
  • Post: 195
    • Mostra profilo
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #31 il: 1 May 2020, 21:10:43 »
A proposito di voti, non bisognerebbe aggiungere le opzioni "Tutti tranne Moffat" e "Tutti tranne RTD"?
"Great Men are forged in fire, it is a privilege of lesser men to light the flame."

" Who I am is where I stand when I stand, it's where I fall."

" We are all capable of the most incredible changes, we can evolve while staying true to who we are. We can honour who we have been and choose who we want to be next."

°Caterina90°

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #32 il: 6 November 2020, 09:27:34 »
Beh,amo Davies e Moffat a pari merito e detesto con tutto il cuore Chibnall,quindi ovviamente ho risposto tutti tranne Chibnall. :XD:
Riassumendo molto,considero Davies un ottimo showrunner e un buon sceneggiatore,invece Moffat un ottimo scrittore (e quando è in giornata uno scrittore geniale ) e uno showrunner buono ma incostante:lo showrunner ideale di DW,secondo me,dovrebbe essere il "figlio dell'amore" di questi due.  :lol?:
Di Chibnall abbiamo detto abbondantemente,è uno strazio su tutta la linea,noioso e banale,per me fa pena come showrunner E come scrittore.
Comunque vorrei fare un discorso un pò più articolato,ora il lavoro chiama ma in pausa pranzo o stasera elaborerò un pò meglio.  :)

Alizee

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #33 il: 6 November 2020, 13:38:53 »
Beh,amo Davies e Moffat a pari merito e detesto con tutto il cuore Chibnall,quindi ovviamente ho risposto tutti tranne Chibnall. :XD:
Riassumendo molto,considero Davies un ottimo showrunner e un buon sceneggiatore,invece Moffat un ottimo scrittore (e quando è in giornata uno scrittore geniale ) e uno showrunner buono ma incostante:lo showrunner ideale di DW,secondo me,dovrebbe essere il "figlio dell'amore" di questi due.  :lol?:
In realtà anche Chibnall è il figlio dell'amore di Davies e Moffat,quello che concepirebbero da ubriachi e in una notte di luna piena,perché non so se me lo immagino io,ma a me sembra che il vecchio Chib sia praticamente l'(in) felice summa di tutti i peggiori difetti dei due. :XD:
Comunque sono d'accordo che da sobri e in una notte di NON luna piena da Davies e Moffat verrebbe fuori il miglior showrunner della storia di DW.  :)

°Caterina90°

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #34 il: 6 November 2020, 16:32:54 »
In realtà anche Chibnall è il figlio dell'amore di Davies e Moffat,quello che concepirebbero da ubriachi e in una notte di luna piena,perché non so se me lo immagino io,ma a me sembra che il vecchio Chib sia praticamente l'(in) felice summa di tutti i peggiori difetti dei due. :XD:
:cerealguy:
 :loooL: :loooL: :loooL: :loooL:
Non mi puoi scrivere ste cose,a parte che sto ridendo come una scema (e fortuna che è smart working e non mi vede nessuno),ma ho ancora due ore di lavoro e mi stanno venendo in mente certe immagini che... Brrrr.
Stanotte avrò gli incubi.

Alizee

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #35 il: 7 November 2020, 12:37:35 »
@°Caterina90°:non so come si fanno le citazioni da un topic all'altro,ma ti rispondo qui perchè non credo che il thread sul miglior Speciale natalizio sia il posto più adatto.
Riguardo al fatto che,mi pare di capire,trovi un controsenso che Davies sia ateo ma al tempo stesso abbia dato una forte impronta religiosa a tutta la sua era,beh,io non sono certamente la persona più adatta a fare questo genere di discorsi,prima di tutto la teologia non è esattamente il mio campo e non credo di averne la competenza.E poi per scelta personale non parlo molto volentieri delle credenze religiose altrui,credo siano cose molto personali in cui,se possibile,preferisco non entrare.
Comunque i miei due cent sull'argomento,anche se parlare di religione non è un argomento da sabato mattina. :XD:
Allora,qualcuno ti direbbe che non è un controsenso,perchè anche l'Ateismo è una specie di religione,quindi Davies non ha fatto altro che sostituire una fede con un'altra.Io non credo che l'Ateismo sia propriamente una religione,almeno non teologicamente:se credi che un Dio non esista non puoi essere religioso,visto che manca il soggetto verso cui rivolgere la tua fede,al massimo potrebbe esserlo filosoficamente (e non sono sicura neanche di questo).Comunque per mia esperienza posso dirti che di solito le persone atee amano parlare di Dio (e/o della sua assenza),molto più di quelle religiose.Del resto è anche comprensibile,se metti in discussione fede e religioni vuol dire che ti sei fatto un pò di domande e che probabilmente continuerai a fartene.E la spiritualità,il bisogno di credere in qualcosa/qualcuno non sono una prerogativa delle persone religiose,sono insiti nell'animo dell'uomo,anche in quello dei non credenti.Mi verrebbe da dire,soprattutto in quello dei non credenti.
Parlando nello specifico di Davies,di riflessione/critica alle religioni organizzate secondo me ce n'è in vari episodi (e non solo nell'era di Ten,quello sempre accusato di essere un semidio,ma anche in quella di Nine,per esempio in Father's Day),ha fatto molti,moltissimi episodi in cui usa il simbolismo cristiano (così,su due piedi,mi vengono in mente Gridlock,Planet of the Ood e direi anche Human Nature/Family of Blood),però se parliamo di ateismo io da parte sua ne ho visto veramente solo nel trittico finale della S3 Utopia/The Sound of Drums/The Last of the Time Lords:lì,in effetti,sembra dare ragione a chi dice che l'Ateismo sia un religione,perchè non c'è una lotta razionalità vs superstizione,l'intelletto che vince sulla religione,visto che il nemico/la superstizione da sconfiggere,rappresentati dal Maestro e dalla sua rete Archangel,vengono neutralizzati con un'altra superstizione,il mondo che crede al Dottore/Salvatore grazie alla sua suora/missionaria Martha:in pratica,sostituisce la fede in un Dio con un altro.
Per il resto l'arco semidivino di Ten (quello,per interderci,che lo porta agli eventi di The Waters of Mars) io non l'ho mai visto come un qualcosa di religioso o,peggio ancora,come "propaganda ateista":secondo me è solo uno studio sul personaggio del Dottore,una riflessione sul suo potere e i suoi limiti,fino a dove devono spingersi,quando (se) è lecito fermarsi.Chi deve decidere quando e se fermarsi.
Però c'è anche da dire che non è solo Davies,religione/fede/spiritualità sono temi presenti in tutta la fantascienza e DW non fa eccezione,ci sono SEMPRE state,anche se in modo meno plateale c'erano anche durante l'era Moffat (pensiamo,solo per fare due esempi,a The God Complex o al Silenzio) e ce n'erano anche nella serie classica,soprattutto in alcune ere e Dottori (nel Terzo Dottore,per esempio,secondo me non mancano tematiche buddiste).In più essendo una serie che parla di dilemmi morali,di colpa,di redenzione,di perdono,che non sono SOLO temi religiosi,però lo sono anche,è ovvio che è molto facile sconfinare nella religione.
Poi c'è anche il fatto che il Dottore ha delle caratteristiche che è facile associare a una figura religiosa:anche se è mortale,si rigenera,ha dei companion (discepoli) che credono in lui,si sceglie il nome come un prete (o il Papa :XD:),la stessa società di Gallifrey è strutturata in modo che ricorda quello di alcune religioni organizzate e queste non sono certo caratteristiche del personaggio che sono colpa di Davies,sono cose che si è trovato già pronte.
Forse poteva evitare voli,levitazioni e trashate varie,però personalmente a me la lettura religiosa di Davies non dà fastidio.Me lo dava quando ancora non conoscevo bene il personaggio del Dottore ma adesso che l'ho visto tutte le sue versioni e lo capisco un po' meglio no,la trovo "giusta",perchè nel caso di Ten la lettura religiosa non è una cosa fatta tanto per,ci sta con la caratterizzazione del suo personaggio.Anche se capisco perfettamente perchè possa non piacere.
Comunque in generale DW non è una serie che mi sembra abbia mai avuto posizioni particolarmente "forti" riguardo alla religione,neanche con Davies.Prende sempre tutto abbastanza alla lontana,come è giusto che sia:con un pubblico tanto vasto e diversificato,immagino anche come credenze religiose,non credo abbia tanto voglia di andare a toccare più di tanto certi argomenti. 
 

°Caterina90°

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #36 il: 7 November 2020, 20:29:43 »
@°Caterina90°:non so come si fanno le citazioni da un topic all'altro,ma ti rispondo qui perchè non credo che il thread sul miglior Speciale natalizio sia il posto più adatto.
Riguardo al fatto che,mi pare di capire,trovi un controsenso che Davies sia ateo ma al tempo stesso abbia dato una forte impronta religiosa a tutta la sua era,beh,io non sono certamente la persona più adatta a fare questo genere di discorsi,prima di tutto la teologia non è esattamente il mio campo e non credo di averne la competenza.E poi per scelta personale non parlo molto volentieri delle credenze religiose altrui,credo siano cose molto personali in cui,se possibile,preferisco non entrare.
Comunque i miei due cent sull'argomento,anche se parlare di religione non è un argomento da sabato mattina. :XD:
Allora,qualcuno ti direbbe che non è un controsenso,perchè anche l'Ateismo è una specie di religione,quindi Davies non ha fatto altro che sostituire una fede con un'altra.Io non credo che l'Ateismo sia propriamente una religione,almeno non teologicamente:se credi che un Dio non esista non puoi essere religioso,visto che manca il soggetto verso cui rivolgere la tua fede,al massimo potrebbe esserlo filosoficamente (e non sono sicura neanche di questo).Comunque per mia esperienza posso dirti che di solito le persone atee amano parlare di Dio (e/o della sua assenza),molto più di quelle religiose.Del resto è anche comprensibile,se metti in discussione fede e religioni vuol dire che ti sei fatto un pò di domande e che probabilmente continuerai a fartene.E la spiritualità,il bisogno di credere in qualcosa/qualcuno non sono una prerogativa delle persone religiose,sono insiti nell'animo dell'uomo,anche in quello dei non credenti.Mi verrebbe da dire,soprattutto in quello dei non credenti.
Parlando nello specifico di Davies,di riflessione/critica alle religioni organizzate secondo me ce n'è in vari episodi (e non solo nell'era di Ten,quello sempre accusato di essere un semidio,ma anche in quella di Nine,per esempio in Father's Day),ha fatto molti,moltissimi episodi in cui usa il simbolismo cristiano (così,su due piedi,mi vengono in mente Gridlock,Planet of the Ood e direi anche Human Nature/Family of Blood),però se parliamo di ateismo io da parte sua ne ho visto veramente solo nel trittico finale della S3 Utopia/The Sound of Drums/The Last of the Time Lords:lì,in effetti,sembra dare ragione a chi dice che l'Ateismo sia un religione,perchè non c'è una lotta razionalità vs superstizione,l'intelletto che vince sulla religione,visto che il nemico/la superstizione da sconfiggere,rappresentati dal Maestro e dalla sua rete Archangel,vengono neutralizzati con un'altra superstizione,il mondo che crede al Dottore/Salvatore grazie alla sua suora/missionaria Martha:in pratica,sostituisce la fede in un Dio con un altro.
Per il resto l'arco semidivino di Ten (quello,per interderci,che lo porta agli eventi di The Waters of Mars) io non l'ho mai visto come un qualcosa di religioso o,peggio ancora,come "propaganda ateista":secondo me è solo uno studio sul personaggio del Dottore,una riflessione sul suo potere e i suoi limiti,fino a dove devono spingersi,quando (se) è lecito fermarsi.Chi deve decidere quando e se fermarsi.
Però c'è anche da dire che non è solo Davies,religione/fede/spiritualità sono temi presenti in tutta la fantascienza e DW non fa eccezione,ci sono SEMPRE state,anche se in modo meno plateale c'erano anche durante l'era Moffat (pensiamo,solo per fare due esempi,a The God Complex o al Silenzio) e ce n'erano anche nella serie classica,soprattutto in alcune ere e Dottori (nel Terzo Dottore,per esempio,secondo me non mancano tematiche buddiste).In più essendo una serie che parla di dilemmi morali,di colpa,di redenzione,di perdono,che non sono SOLO temi religiosi,però lo sono anche,è ovvio che è molto facile sconfinare nella religione.
Poi c'è anche il fatto che il Dottore ha delle caratteristiche che è facile associare a una figura religiosa:anche se è mortale,si rigenera,ha dei companion (discepoli) che credono in lui,si sceglie il nome come un prete (o il Papa :XD:),la stessa società di Gallifrey è strutturata in modo che ricorda quello di alcune religioni organizzate e queste non sono certo caratteristiche del personaggio che sono colpa di Davies,sono cose che si è trovato già pronte.
Forse poteva evitare voli,levitazioni e trashate varie,però personalmente a me la lettura religiosa di Davies non dà fastidio.Me lo dava quando ancora non conoscevo bene il personaggio del Dottore ma adesso che l'ho visto tutte le sue versioni e lo capisco un po' meglio no,la trovo "giusta",perchè nel caso di Ten la lettura religiosa non è una cosa fatta tanto per,ci sta con la caratterizzazione del suo personaggio.Anche se capisco perfettamente perchè possa non piacere.
Comunque in generale DW non è una serie che mi sembra abbia mai avuto posizioni particolarmente "forti" riguardo alla religione,neanche con Davies.Prende sempre tutto abbastanza alla lontana,come è giusto che sia:con un pubblico tanto vasto e diversificato,immagino anche come credenze religiose,non credo abbia tanto voglia di andare a toccare più di tanto certi argomenti.
IL sottotesto religioso di DW ce l'ho ben presente,anche se forse tu ce l'hai molto più presente di me:non ho mai associato la religione a episodi come Human Nature/Family of Blood o Planet of the Ood (a parte i loro canti).Comunque di solito la religione non mi dispiace,solo con Davies mi dava fastidio,non so perchè.Forse perchè troppo sbattuta in faccia,forse perchè sono una di quelle che pensano che l'ateismo SIA una religione.E Davies l'ho sempre trovato un pò ipocrita,dichiaratamente ateo ma nel finale della S3 (e non solo nel finale della S3) la fede ha un'importanza non da poco e per me è un controsenso.E non gli perdonerò MAI di aver trasformato Martha,companion che ho sempre amato molto,in una suora.ODIO The Last of the Time Lords,non riesco neanche a riguardarlo.Comunque è solo una mia opinione eh,so che a molti invece piace,e non è un problema. :)
In realtà mi dispiace odiarlo,perchè non ci sono molte cose che odio dell'era Davies,giusto la religione,quel cogxxxione del Metacrisi,The End of Time e il Dalek umano.Anche se oggi ho rivisto sul Tubo dei video proprio sul Dalek umano e quasi mi è scesa la lacrimuccia.Maledetto Chibnall,che fa tanto schifo che mi fa rimpiangere roba come Daleks in MAnhattan/Evolution of the Daleks.Ancora un pò e rimpiangerò anche i Pig Slaves. :asd:

Alizee

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #37 il: 8 November 2020, 12:30:57 »
IL sottotesto religioso di DW ce l'ho ben presente,anche se forse tu ce l'hai molto più presente di me:non ho mai associato la religione a episodi come Human Nature/Family of Blood o Planet of the Ood (a parte i loro canti).
Beh,ho studiato dalle suore dalla prima elementare alla quinta superiore (più l'asilo),per un totale di quindici anni.Il risultato è che sono atea,o forse agnostica  :XD: (di sicuro non credente),però immagino che l'effetto collaterale di un tale background sia che la religione la vedo dappertutto,magari anche dove non c'è. :lol?:
Comunque sì,se non me lo immagino io Planet of the Ood è preso direttamente dall'Esodo:una razza schiava,gli Ood,che piange la schiavitù e celebra la liberazione attraverso il canto (credo proprio che sia preso dall'Esodo 15, Salmo 137,che poi è quello che ha ispirato il Va,Pensiero del Nabucco di Verdi). :)
In Human  Nature/Family of Blood io ci vedo Paolo nella lettera ai Filippesi,il Dottore che volontariamente si svuota dei suoi poteri,imprigionando il suo vero se stesso nell'orologio,mi sembra un richiamo grande come una casa alla "kenosis",che descrive questo concetto di svuotamento di sé,Gesù che rinuncia volontariamente alla sua natura divina per tornare da umano sulla Terra e salvarci.Per non parlare del Ten di fine episodio, che dona alla "famiglia di sangue" l'immortalità che tanto agognava,ma a modo suo.Li fa vivere per sempre,ma in modo orribile,come farebbe il Dio dell'Antico Testamento.
E Davies l'ho sempre trovato un pò ipocrita,dichiaratamente ateo ma nel finale della S3 (e non solo nel finale della S3) la fede ha un'importanza non da poco e per me è un controsenso.
Perché ipocrita? Non esiste solo la fede religiosa,esiste anche la fede e basta,in senso laico.Se mi dici che un ateo non può parlare di fede,sennò è ipocrita,allora dobbiamo cestinare l'ottanta per cento di questa serie,vecchia e nuova,che spesso si basa proprio sul concetto di fede (o sulla sua assenza).
Comunque IO ho dato al finale della S3 una lettura religiosa,contro le religioni organizzate,ma se la cosa ti dà tanti problemi puoi anche interpretarla in altro modo,invece di "prega/credi in una divinità - Il Dottore - e andrà tutto bene",puoi vederla come un'unione COLLETTIVA di speranza,in senso magico e laico,e funziona lo stesso.A me sinceramente Davies non sembra tanto talebano,anche nelle puntate più "teologiche"come The Impossible Planet/The Satan Pit mi sembra che lasci tutto abbastanza ambiguo,aperto all'interpretazione personale.Perché se RTD è ipocrita,dovrei dire che lo è anche Moffat,e non mi sembra proprio.
Comunque è solo una mia opinione eh,so che a molti invece piace,e non è un problema. :)
Se ti riferisci a me,non preoccuparti. :XD: Non lo odio,ma non direi proprio che The Last of the Time Lords mi piaccia.Sia chiaro,non butto via tutto,secondo me ha anche delle cose notevoli,come il "ti perdono" di Ten al Master,che allora odiai perché mi parve arrogante,Ten sembrava il Messia,ma ora che capisco meglio che rapporto hanno quei due particolari Dottore e Master capisco la potenza di quella frase,perchè sono le due parole che poi distruggono il Master,erché è in quel momento che perde veramente (e perché poi per "vincere" deve suicidarsi).C'è anche la scena della "morte" del Master,che per me rimane commovente e straziante anche se adesso so che quello è morto e risorto già tipo diecimila volte (poi bisogna dire che Ten quando piange e si dispera è molto carino  :love: ).Mi piace John Simm in generale,lo conoscevo prima di recuperare DW e per me è sempre un piacere vederlo.E la colonna sonora è fantastica,epica (Martha's Quest è uno dei miei brani preferiti di Murray Gold DI SEMPRE).Però rimane una puntata che per molti versi mi ha delusa,dopo Utopia mi aspettavo MOLTO di più.E Martha missionaria non fa impazzire neanche me.Ma è un discorso che potrei fare anche per The Sound of Drums,ci sono cose che mi piacciono ma altre decisamente NO.In realtà del trittico finale della S3 mi piace veramente solo Utopia.Puntata bellissima,una delle poche volte (l'unica) in cui Davies mi ha veramente sorpresa,perché il cliffhanger finale non l'avevo proprio visto arrivare.La prova che puoi fare ottime puntate BOOOM,con l'effetto sorpresa,senza distruggere una serie intera.Quella disgrazia vivente di Chibnall dovrebbe prendere appunti. 
In realtà mi dispiace odiarlo,perchè non ci sono molte cose che odio dell'era Davies,giusto la religione,quel cogxxxione del Metacrisi,The End of Time e il Dalek umano.Anche se oggi ho rivisto sul Tubo dei video proprio sul Dalek umano e quasi mi è scesa la lacrimuccia.Maledetto Chibnall,che fa tanto schifo che mi fa rimpiangere roba come Daleks in MAnhattan/Evolution of the Daleks.Ancora un pò e rimpiangerò anche i Pig Slaves. :asd:
No,ti prego,il Dalek umano no. :XD: Per me a livello di cavolate il Dalek Sec fa il paio con la genialata di quell'altro,l'ibrido della nona stagione.Poi se non sbaglio Evolution of the Dalek è anche la puntata in cui Ten aveva le manie suicide.Uccidimi!Uccidimi!Fallo!Fallo!Fallo!  :XD: Dio se Ten aveva bisogno di una camomilla in quell'episodio (o di una mazzata in testa).Ogni volta che penso a quella scena non so se ridere o piangere.Poi stendiamo il velo sui quei cosi porcini. :suicidiosenzafronzoli:
L'unica cosa bella di quella puntata è quando fanno fuori Solomon,che mi stava sulle balle come pochi.E l'Empire State Building,allora no,ma adesso che l'ho visto mi fa pensare a The Chase,un serial della serie classica che amo molto. :love:
Comunque magari se ne riparla dopo la s13 di Chibnall,forse (probabile) farà talmente pena che ripiangerò il Dalek umano anch'io. :XD:
« Ultima modifica: 8 November 2020, 12:49:35 da Alizee »

°Caterina90°

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #38 il: 9 November 2020, 09:09:47 »
Beh,ho studiato dalle suore dalla prima elementare alla quinta superiore (più l'asilo),per un totale di quindici anni.Il risultato è che sono atea,o forse agnostica  :XD: (di sicuro non credente),però immagino che l'effetto collaterale di un tale background sia che la religione la vedo dappertutto,magari anche dove non c'è. :lol?:
Forse io ho lo stesso problema,ma in un senso diverso.La religione è uno di quegli argomenti che,come si dice,mi fanno "vedere rosso".Odio le religioni,tutte,e penso che il mondo starebbe molto meglio se non esistessero.Paradossalmente mi danno fastidio anche quando a occuparsene è uno come Davies,che probabilmente sull'argomento la pensa più o meno come me.Ammetto di non essere molto razionale e che,forse,sto esagerando.Probabilmente è come dici tu,la lettura religiosa è molto meno sbattuta in faccia di quello che sembra a me,sono io che la vedo dappertutto. :XD:
Comunque sì,se non me lo immagino io Planet of the Ood è preso direttamente dall'Esodo:una razza schiava,gli Ood,che piange la schiavitù e celebra la liberazione attraverso il canto (credo proprio che sia preso dall'Esodo 15, Salmo 137,che poi è quello che ha ispirato il Va,Pensiero del Nabucco di Verdi). :)
In Human  Nature/Family of Blood io ci vedo Paolo nella lettera ai Filippesi,il Dottore che volontariamente si svuota dei suoi poteri,imprigionando il suo vero se stesso nell'orologio,mi sembra un richiamo grande come una casa alla "kenosis",che descrive questo concetto di svuotamento di sé,Gesù che rinuncia volontariamente alla sua natura divina per tornare da umano sulla Terra e salvarci.Per non parlare del Ten di fine episodio, che dona alla "famiglia di sangue" l'immortalità che tanto agognava,ma a modo suo.Li fa vivere per sempre,ma in modo orribile,come farebbe il Dio dell'Antico Testamento.
Grazie per questi riferimenti,i canti degli Ood,essendo collegati alla schiavitù,me lo immaginavo che c'entrassero con la religione.Invece il discorso della kenosis,confesso la mia ignoranza,non l'avevo mai sentito.
Comunque sono contenta di scoprire che anche l'era Davies ha un sottotesto letterario,ho sempre considerato quello colto Moffat,invece mi pare di capire che anche Davies non scherzasse,solo che forse i suoi riferimenti sono meno evidenti? (e nel mio caso,per quanto riguarda i rifermenti religiosi,non li colgo ahimè,perchè non li conosco).
E questo mi fa venire in mente un'altra critica al nostro Chibnall:nelle sua era,che si vanta di essere educativa,non si impara niente! Almeno,io non ci vedo tutta la cultura che c'era nelle ere precedenti,specialmente in quella di Moffat.Ho perso il conto di quanti libri,opere,cose che ho scoperto grazie al Moff.Magari sono io,ma in Chibnall di sottotesto ce n'è zero.Anche quando fa gli episodi storici sembra che la storia l'abbia letta su Wikipedia.
Perché ipocrita? Non esiste solo la fede religiosa,esiste anche la fede e basta,in senso laico.Se mi dici che un ateo non può parlare di fede,sennò è ipocrita,allora dobbiamo cestinare l'ottanta per cento di questa serie,vecchia e nuova,che spesso si basa proprio sul concetto di fede (o sulla sua assenza).
Comunque IO ho dato al finale della S3 una lettura religiosa,contro le religioni organizzate,ma se la cosa ti dà tanti problemi puoi anche interpretarla in altro modo,invece di "prega/credi in una divinità - Il Dottore - e andrà tutto bene",puoi vederla come un'unione COLLETTIVA di speranza,in senso magico e laico,e funziona lo stesso.
Funziona lo stesso,hai ragione,il problema è che IO non riesco a vederlo in senso laico. :XD: Forse aiuterebbe se,come dici pù avanti,Ten non sembrasse tanto messianico.Davvero,quando si mette a levitare lo metto ai primi posti delle cose più cringe (imbarazzanti) della storia di DW (della classica non so,ma del NuWho di sicuro).Nel senso che mi sentivo imbarazzata per Tennant.
Se ti riferisci a me,non preoccuparti. :XD: Non lo odio,ma non direi proprio che The Last of the Time Lords mi piaccia.Sia chiaro,non butto via tutto,secondo me ha anche delle cose notevoli,come il "ti perdono" di Ten al Master,che allora odiai perché mi parve arrogante,Ten sembrava il Messia,ma ora che capisco meglio che rapporto hanno quei due particolari Dottore e Master capisco la potenza di quella frase,perchè sono le due parole che poi distruggono il Master,erché è in quel momento che perde veramente (e perché poi per "vincere" deve suicidarsi).C'è anche la scena della "morte" del Master,che per me rimane commovente e straziante anche se adesso so che quello è morto e risorto già tipo diecimila volte (poi bisogna dire che Ten quando piange e si dispera è molto carino  :love: ).Mi piace John Simm in generale,lo conoscevo prima di recuperare DW e per me è sempre un piacere vederlo.E la colonna sonora è fantastica,epica (Martha's Quest è uno dei miei brani preferiti di Murray Gold DI SEMPRE).Però rimane una puntata che per molti versi mi ha delusa,dopo Utopia mi aspettavo MOLTO di più.E Martha missionaria non fa impazzire neanche me.
Ah,Ok.Quando hai detto che il tuo Dottore è Ten pensavo che fossi Davisiana e i Davisiani di solito AMANO il finale della S3 e ci tenevo a dire che anche se a me non piace non è un problema.Di guerre di religione con le/i seguaci di Davies ne ho fatto molte guerre in passato e non voglio ricominciare.
Comunque forse dovrei rivederla,sono proprio ANNI che non la guardo,magari adesso che sono più vecchia e saggia ( :XD: ) mi sembrerà meno orribile (anche perchè di più sarà difficile,come ho detto la detesto).Però sulla colonna sonora ti dò ragione,è veramente bella.Forse TROPPO bella,per una puntata simile (anche se la musica che mi viene sempre in mente quando penso alle due puntate finali della S3 non è una di Murray Gold,ma I Can't Decide dei Scissor Sister,canzone con tanti di quei doppi sensi che è tutto un programma. :XD: Ricordo che all'epoca mi girò in testa per giorni,non riuscivo a smettere di ascoltarla).
Anche su John Simm,preferisco Missy e il suo Master non sono sicura di averlo mai completamente capito (diciamo che non mi piace ma per qualche motivo mi attira,anche se non ho mai capito veramente perchè),però lui,come attore,mi piace molto.Se il suo Master non mi fa impazzire non incolpo lui,che è un ottimo attore,ma Davies,secondo me l'ha fatto troppo esagerato.Ma Davies è cosi,camp che più camp non si può,prendere o lasciare.
In realtà del trittico finale della S3 mi piace veramente solo Utopia.Puntata bellissima,una delle poche volte (l'unica) in cui Davies mi ha veramente sorpresa,perché il cliffhanger finale non l'avevo proprio visto arrivare.La prova che puoi fare ottime puntate BOOOM,con l'effetto sorpresa,senza distruggere una serie intera.Quella disgrazia vivente di Chibnall dovrebbe prendere appunti.
Ah il cliffhanger finale di Utopia.Sigh.Ricordo che mi esaltò da morire,nel senso di non dormirci la notte dalla voglia di sapere come sarebbe andata a finire.Poi adoravo il professor Yana,e Derek Jacobi,che sia stato il Master per soli cinque minuti è uno dei miei più grandi rimpianti.Senza nulla togliere a Simm,ma cavolo se avrei voluto che il Master dell'era Davies fosse lui.Comunque che bei ricordi,quasi quasi uno di questi giorni me la rivedo. :love:

No,ti prego,il Dalek umano no. :XD: Per me a livello di cavolate il Dalek Sec fa il paio con la genialata di quell'altro,l'ibrido della nona stagione.Poi se non sbaglio Evolution of the Dalek è anche la puntata in cui Ten aveva le manie suicide.Uccidimi!Uccidimi!Fallo!Fallo!Fallo!  :XD: Dio se Ten aveva bisogno di una camomilla in quell'episodio (o di una mazzata in testa).Ogni volta che penso a quella scena non so se ridere o piangere.Poi stendiamo il velo sui quei cosi porcini. :suicidiosenzafronzoli:
L'unica cosa bella di quella puntata è quando fanno fuori Solomon,che mi stava sulle balle come pochi.E l'Empire State Building,allora no,ma adesso che l'ho visto mi fa pensare a The Chase,un serial della serie classica che amo molto. :love:
Comunque magari se ne riparla dopo la s13 di Chibnall,forse (probabile) farà talmente pena che ripiangerò il Dalek umano anch'io. :XD:
In realtà la penso come te però oh,non sono l'unica che le ha rivalutate  :XD: sotto i video di quelle due particolari puntate ti giuro che era pieno di commenti entusiasti.A questo serve Chibnall,a rivalutare le peggiori cose. :lol?:
« Ultima modifica: 9 November 2020, 10:13:29 da °Caterina90° »

Alizee

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #39 il: 9 November 2020, 18:07:20 »
Comunque sono contenta di scoprire che anche l'era Davies ha un sottotesto letterario,ho sempre considerato quello colto Moffat,invece mi pare di capire che anche Davies non scherzasse,solo che forse i suoi riferimenti sono meno evidenti? (e nel mio caso,per quanto riguarda i rifermenti religiosi,non li colgo ahimè,perchè non li conosco).
E questo mi fa venire in mente un'altra critica al nostro Chibnall:nelle sua era,che si vanta di essere educativa,non si impara niente! Almeno,io non ci vedo tutta la cultura che c'era nelle ere precedenti,specialmente in quella di Moffat.Ho perso il conto di quanti libri,opere,cose che ho scoperto grazie al Moff.Magari sono io,ma in Chibnall di sottotesto ce n'è zero.Anche quando fa gli episodi storici sembra che la storia l'abbia letta su Wikipedia.
Davies ha studiato a Oxford,credo letteratura (o comunque materie umanistiche),Moffat era un insegnante,credo proprio di letteratura,e so che entrambi sono avidi appassionati di libri,quindi direi che sono molto colti entrambi e hanno background simili.Forse Moffat ti sembra più colto perchè è un nerd e sembra più secchione di Davies. :XD:
Per rispondere alla tua domanda direi di sì,l'era Davies viene sempre ricordata per il famoso "trash" ma secondo me sembra nazional - popolare solo in apparenza,in realtà i riferimenti colti e la complessità non mancano,basta sapere dove andarli a cercare.Secondo me l'unica differenza tra Moffat e Davies è la "confezione",Davies è più esuberante ed esagerato,Moffat più elegante e riservato,però di cultura e sottotesto ce n'è in abbondanza in entrambe le loro ere. :)
Per la cronaca,anche quel disgraziato di Chibnall ha un MA in cinema e teatro,quindi non è che sia esattamente ignorante come una capra,poi perchè questa sua cultura in DW non si veda non saprei dirtelo.Perchè con lui non si tratta neanche di assenza di sottotesto,c'è proprio assenza di testo. :XD: Un altro mistero insoluto,uno dei tanti del nostro Chibnall.
Funziona lo stesso,hai ragione,il problema è che IO non riesco a vederlo in senso laico. :XD: Forse aiuterebbe se,come dici pù avanti,Ten non sembrasse tanto messianico.Davvero,quando si mette a levitare lo metto ai primi posti delle cose più cringe (imbarazzanti) della storia di DW (della classica non so,ma del NuWho di sicuro).Nel senso che mi sentivo imbarazzata per Tennant.
Dovrai rivoluzionare la tua classifica,di cose cringe della serie classica ce ne sono in abbondanza.Quando l’avrai vista tutta,vedrai che i voli di David ti sembreranno quasi normali (quasi).
Ah,Ok.Quando hai detto che il tuo Dottore è Ten pensavo che fossi Davisiana e i Davisiani di solito AMANO il finale della S3 e ci tenevo a dire che anche se a me non piace non è un problema.Di guerre di religione con le/i seguaci di Davies ne ho fatto molte guerre in passato e non voglio ricominciare.
Alcuni miei amici dicono che sono "Daviesiana a mia insaputa" perchè mi piace Ten,ma non è vero,io sono 100% Moffatiana.L'era Davies ha molte cose che mi piacciono,cose anche belle e bellissime,musiche splendide e il mio Dottore preferito,ma come visione del mondo e della vita mi è molto più congeniale Moffat,che in apparenza sembra più freddo e distaccato ma in realtà,a differenza di Davies,ha ancora fiducia negli esseri umani.Poi Moffat secondo me sotto sotto è un romanticone.  :love: Insomma,mi piace "la forza dell'amore" di Moffat,quella che i Daviesiani disprezzano tanto.  :XD:
Davies invece è troppo cattivo e cinico per i miei gusti,infatti anche le sue puntate più belle (come Midnight,Utopia ma anche quelle non scritte da lui,come le meravigliose Human Nature/Family of Blood) le guardo raramente perchè le trovo piacevoli come un calcio nello stomaco o un colpo alla giugulare. :XD: Davies mi fa venire la depressione.A differenza di Moffat,che mi riconcilia con il mondo.
L'unica puntata scritta da Davies che guardo sempre volentieri è Smith and Jones,quella ambientata sulla Luna.A parte che secondo me è un gran bell'episodio,ci sono affezionata perché ricordo che è stata la prima volta in cui ho pensato che Ten,forse,non era poi tanto male.Fino a quel momento non dico che lo odiassi,ma quasi.  :)
Comunque forse dovrei rivederla,sono proprio ANNI che non la guardo,magari adesso che sono più vecchia e saggia ( :XD: ) mi sembrerà meno orribile (anche perchè di più sarà difficile,come ho detto la detesto).Però sulla colonna sonora ti dò ragione,è veramente bella.Forse TROPPO bella,per una puntata simile (anche se la musica che mi viene sempre in mente quando penso alle due puntate finali della S3 non è una di Murray Gold,ma I Can't Decide dei Scissor Sister,canzone con tanti di quei doppi sensi che è tutto un programma. :XD: Ricordo che all'epoca mi girò in testa per giorni,non riuscivo a smettere di ascoltarla).
Piace anche a me I Can't Decide  :love: Tra l'altro canzone proprio da telefilm per famiglie.Davies era veramente pessimo. :XD:
Anche su John Simm,preferisco Missy e il suo Master non sono sicura di averlo mai completamente capito (diciamo che non mi piace ma per qualche motivo mi attira,anche se non ho mai capito veramente perchè),però lui,come attore,mi piace molto.Se il suo Master non mi fa impazzire non incolpo lui,che è un ottimo attore,ma Davies,secondo me l'ha fatto troppo esagerato.Ma Davies è cosi,camp che più camp non si può,prendere o lasciare.
All'inizio il Master di Simm non l'ho capito molto nemmeno io,anche perchè bisogna dire che Davies quando l’ha introdotto non è che sia stato molto chiaro nel farci capire chi era il Master,che tipo di rapporto c'era tra lui e il Dottore,chi/cosa erano l'uno per l'altro,la lunga storia che avevano alle spalle,forse dando per scontato che gli spettatori lo sapessero già,quando invece credo che chi non aveva mai visto la serie classica all'inizio di quei due non ci abbia capito molto (IO,che il Master non l'avevo mai sentito nominare,di sicuro non ci avevo capito molto,solo che si conoscevano da tanto tempo e che sembrava avessero qualche "conflitto irrisolto").Un errore che a volte ha fatto anche Moffat,spiegava poco o nulla certe cose dando per scontato che tutti erano spettatori di lunghissima data come lui (per esempio mi viene in mente la Grande Intelligenza,che ho capito cos'era veramente solo quando ho recuperato la serie classica e,soprattutto,delle cose dall'universo espanso di DW).
Penso che il Master di Simm sia al tempo stesso molto facile e molto difficile da capire.Facile perchè è giovanile,energico,pieno di vita,a modo suo divertente,arrogante e parecchio stronzo:in pratica la versione un po' più cattiva e più pazza di Ten.Con Ten ha anche in comune il tallone di Achille,le donne,di cui entrambi,per motivi diversi,non ci capiscono un tubo.Donne che non a caso,a un certo punto,lo fanno sempre fuori (e l'ultima a farlo,capolavoro sublime,è proprio lui :XD: ).
Ma difficile da capire perché Davies con lui ha curato molto la parte scenografica,ma molto poco quella psicologica,si vede giusto qualcosa in The End of Time ma poca roba e il risultato è che (secondo me) con Ten condivide il destino di essere frainteso:lui è sempre ricordato come "il Master pazzo" e l'altro come "il Dottore umano",in realtà secondo me lui non è veramente pazzo (per me pazzo lo è stato veramente solo alla fine della S3) e Ten non è affatto umano (gli piacciono gli umani,ma dagli umani è lontano anni luce,solo che a lui piace raccontarsi un'altra storia) ma lasciamo stare,qui si aprirebbe un lungo discorso che prima o poi vorrei davvero fare,però qui non mi sembra il caso.
Comunque,anche se sembra strano perchè il personaggio non era neanche il suo,paradossalmente quello che mi ha fatto capire e apprezzare il Master di Simm è stato Moffat (come è stato Moffat a farmi apprezzare Ten).
E quando penso a Ten e al Master di Simm mi vengono in mente solo tre parole:due gioiosi bastardi. :XD: A differenza di Davies e Moffat,che sono due fangirl e il Dottore e il Master li shippano :XD: io non sono una shipper,ma quei due sono l'unica coppia Dottore/Master che doveva veramente cercarsi una stanza,l'Universo avrebbe ringraziato (e credo che inconsciamente lo sapessero anche loro,altrimenti non si spiega perchè continuassero a cercare di imprigionarsi a vicenda,prima sul Valiant e poi sul Tardis).

Ah il cliffhanger finale di Utopia.Sigh.Ricordo che mi esaltò da morire,nel senso di non dormirci la notte dalla voglia di sapere come sarebbe andata a finire.Poi adoravo il professor Yana,e Derek Jacobi,che sia stato il Master per soli cinque minuti è uno dei miei più grandi rimpianti.Senza nulla togliere a Simm,ma cavolo se avrei voluto che il Master dell'era Davies fosse lui.
Non so cosa pensi degli audio,ma se ti piace Derek Jacobi potresti provare a recuperare la serie The War Master della Big Finish,in cui Jacobi riprende il ruolo del Master.Io non l'ho ancora ascoltata,ma chi l'ha fatto me ne ha parlato molto bene,sembra che lui sia veramente eccezionale.Non faccio fatica a crederci,Jacobi è un attore con la A maiuscola.
In realtà la penso come te però oh,non sono l'unica che le ha rivalutate  :XD: sotto i video di quelle due particolari puntate ti giuro che era pieno di commenti entusiasti.A questo serve Chibnall,a rivalutare le peggiori cose. :lol?:
Lo so. :XD: Ultimamente succede sempre,episodi che prima erano considerati emerite schifezze improvvisamente tutti li guardano con gli occhi a forma di cuoricino.Poi adesso il canale YT del Dottore sta ripercorrendo tutta l'era Davies e devo dire con un certo sadico piacere che ho visto rivalutare cose come Love & Monsters,Fear her,The Idiot's Lantern,che non saranno capolavori ma li ho trovati sempre troppo e ingiustamente criticati (specialmente Love & Monsters,che è un inno d'amore al fandom “buono” di DW,non so come faccia la gente a odiarlo tanto;e The Idiot's Lantern,che è di Gatiss,l'Anticristo,quindi fa schifo a prescindere,ma a me piace molto.Poi è quello con Ten in vespa e che perde la scarpa quando sale sul traliccio,come Cenerentolo  :love: ).A me però sono sempre piaciuti e QUANTO mi hanno preso in giro per questo  :XD: C'è una piccola,maligna parte di me che è moolto contenta se adesso grazie a Chibnall certi rompiscatole hanno dovuto ricredersi (ovviamente non vedo l'ora anche che ripercorrano l'era Moffat,vedere i Daviesiani che rimpiangono River Song non avrà prezzo :asd: ).Adesso spero carichino qualcosa anche da The Lazarus Experiment (che se non sbaglio era proprio dopo il doppio episodio sui Dalek),altra puntata che mi piace molto e con cui mi hanno rotto le scatole non poco quando stavo recuperando DW.AHHHHHHHHH,quello con Gatiss ignudo  :XD: (Io me lo ricordo più per "quello in cui Ten suona l'organo" ma vabbè).Chissà se metteranno qualcosa anche da 42,mi piacerebbe sapere cosa ne pensa la gente.A me sinceramente è un episodio che non ha mai detto niente.

« Ultima modifica: 9 November 2020, 18:10:00 da Alizee »

°Caterina90°

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #40 il: 10 November 2020, 09:27:00 »
Davies ha studiato a Oxford,credo letteratura (o comunque materie umanistiche),Moffat era un insegnante,credo proprio di letteratura,e so che entrambi sono avidi appassionati di libri,quindi direi che sono molto colti entrambi e hanno background simili.Forse Moffat ti sembra più colto perchè è un nerd e sembra più secchione di Davies. :XD:
Per rispondere alla tua domanda direi di sì,l'era Davies viene sempre ricordata per il famoso "trash" ma secondo me sembra nazional - popolare solo in apparenza,in realtà i riferimenti colti e la complessità non mancano,basta sapere dove andarli a cercare.Secondo me l'unica differenza tra Moffat e Davies è la "confezione",Davies è più esuberante ed esagerato,Moffat più elegante e riservato,però di cultura e sottotesto ce n'è in abbondanza in entrambe le loro ere. :)
Per la cronaca,anche quel disgraziato di Chibnall ha un MA in cinema e teatro,quindi non è che sia esattamente ignorante come una capra,poi perchè questa sua cultura in DW non si veda non saprei dirtelo.Perchè con lui non si tratta neanche di assenza di sottotesto,c'è proprio assenza di testo. :XD: Un altro mistero insoluto,uno dei tanti del nostro Chibnall.
Ora che che mi ci fai pensare,mi pare di aver notato parecchie citazioni cinematografiche nell'era Chibnall (esempio Spyfall ne ha tipo tremila).Alcuni episodi sono cinematografici anche nel senso del taglio,di come sono girati,come The Woman Who Fell to Earth.
Comunque devo dirlo,nel caso di Chibnall i riferimenti cinematografici non so perchè non li considero un pregio,anzi.Se Moffat o Davies mi facevano la citazione colta pensavo che bello,è un omaggio a xxxx,se le fa Chibnall non so perchè penso,ecco,ha copiato da xxxx  :XD: Ricordo di averlo pensato chiaramente dopo Spyfall,che era scopiazzato (e male) da 007.Lo odio proprio. :XD:
Alcuni miei amici dicono che sono "Daviesiana a mia insaputa" perchè mi piace Ten,ma non è vero,io sono 100% Moffatiana.L'era Davies ha molte cose che mi piacciono,cose anche belle e bellissime,musiche splendide e il mio Dottore preferito,ma come visione del mondo e della vita mi è molto più congeniale Moffat,che in apparenza sembra più freddo e distaccato ma in realtà,a differenza di Davies,ha ancora fiducia negli esseri umani.Poi Moffat secondo me sotto sotto è un romanticone.  :love: Insomma,mi piace "la forza dell'amore" di Moffat,quella che i Daviesiani disprezzano tanto.  :XD:
Lo penso anch'io.Secondo me Moffat segretamente guarda le soap opera,e legge i romanzi rosa (e anche Davies  :XD: ).
Comunque mi piace "Daviesiana a mia insaputa" :lol?: Sicuramente è insolito avere showrunner e Dottore preferiti di ere diverse,quasi sempre corrispondono,però forse è una buona cosa,magari essere perfettamente "bipartisan" ti fa vedere le cose in modo più equilibrato e obiettivo.Sempre meglio che essere fanboy/fangirl,quelli che adorano Davies e Moffat come se fossero Dio e guai chi glieli tocca.Ne ho conosciuti parecchi e non era gente piacevole,con loro non si poteva parlare.
Davies invece è troppo cattivo e cinico per i miei gusti,infatti anche le sue puntate più belle (come Midnight,Utopia ma anche quelle non scritte da lui,come le meravigliose Human Nature/Family of Blood) le guardo raramente perchè le trovo piacevoli come un calcio nello stomaco o un colpo alla giugulare. :XD: Davies mi fa venire la depressione.A differenza di Moffat,che mi riconcilia con il mondo.
L'unica puntata scritta da Davies che guardo sempre volentieri è Smith and Jones,quella ambientata sulla Luna.A parte che secondo me è un gran bell'episodio,ci sono affezionata perché ricordo che è stata la prima volta in cui ho pensato che Ten,forse,non era poi tanto male.Fino a quel momento non dico che lo odiassi,ma quasi. :)
A me Ten è piaciuto subito.Mi è piaciuto troppo,infatti il cambio con Eleven all'inizio non lo presi proprio benissimo:mi sentivo una vedova in lutto  :XD: Poi  mi è passata,col tempo ho imparato ad apprezzare anche Eleven (ora divide il podio di mio Dottore preferito propro con Ten) però è stata dura.Comunque capisco chi ha/ha avuto (avrà sempre) dei problemi con Ten,non è un Dottore sempre piacevole.A volte,e lo dico con tutto l'amore del mondo,è veramente un grandissimo bastardo arrogante,infantile ed egoista.
Su Davies concordo,come autore è parecchio cattivello e non solo in DW,si vede molto anche in altre sue serie,come Queer as Folk e soprattutto Torchwood (Moffat non avrebbe mai potuto scrivere Torchwood).La sua cattiveria non mi dispiaceva quando faceva satira sociale (che a Moffat ad esempio non interessava,o comunque interessava meno),ma mi dispiaceva molto quando questa sua disumanità la usava contro i suoi personaggi:con alcuni (penso a certe sue companion) è stato veramente perfido.E concordo anche sul fatto che molti episodi della sua era sono piacevoli come un calcio nei gioielli di famiglia.Moffat ad esempio con i companion ha fatto una strage,li ha ammazzati tutti  :XD: e River ce l'ha fatta conoscere il giorno in cui l'ha uccisa,però con loro è stato umano e compassionevole e a noi spettatori ci ha dato sempre una sorta di consolazione.Con Davies consolazione non ce n'è mai.
Piace anche a me I Can't Decide  :love: Tra l'altro canzone proprio da telefilm per famiglie.Davies era veramente pessimo. :XD:
Già,pessimo davvero.La parte della canzone più "non per famiglie" non la fanno sentire nella puntata,quei bacchettoni della BBC l'hanno censurata  :XD: Però insomma,fatica sprecata secondo me,tanto non ci vuole la canzone per capire che al Master non fregava niente della moglie ma gli fregava molto di Ten (e quello che sembrava volesse fare a volte con Ten).Povera Lucy,che se ne andava in giro vestita in quel modo e poi il marito o guardava Ten o guardava i Teletubbies.  :XD:
All'inizio il Master di Simm non l'ho capito molto nemmeno io,anche perchè bisogna dire che Davies quando l’ha introdotto non è che sia stato molto chiaro nel farci capire chi era il Master,che tipo di rapporto c'era tra lui e il Dottore,chi/cosa erano l'uno per l'altro,la lunga storia che avevano alle spalle,forse dando per scontato che gli spettatori lo sapessero già,quando invece credo che chi non aveva mai visto la serie classica all'inizio di quei due non ci abbia capito molto (IO,che il Master non l'avevo mai sentito nominare,di sicuro non ci avevo capito molto,solo che si conoscevano da tanto tempo e che sembrava avessero qualche "conflitto irrisolto").Un errore che a volte ha fatto anche Moffat,spiegava poco o nulla certe cose dando per scontato che tutti erano spettatori di lunghissima data come lui (per esempio mi viene in mente la Grande Intelligenza,che ho capito cos'era veramente solo quando ho recuperato la serie classica e,soprattutto,delle cose dall'universo espanso di DW).
Penso che il Master di Simm sia al tempo stesso molto facile e molto difficile da capire.Facile perchè è giovanile,energico,pieno di vita,a modo suo divertente,arrogante e parecchio stronzo:in pratica la versione un po' più cattiva e più pazza di Ten.Con Ten ha anche in comune il tallone di Achille,le donne,di cui entrambi,per motivi diversi,non ci capiscono un tubo.Donne che non a caso,a un certo punto,lo fanno sempre fuori (e l'ultima a farlo,capolavoro sublime,è proprio lui :XD: ).
Ma difficile da capire perché Davies con lui ha curato molto la parte scenografica,ma molto poco quella psicologica,si vede giusto qualcosa in The End of Time ma poca roba e il risultato è che (secondo me) con Ten condivide il destino di essere frainteso:lui è sempre ricordato come "il Master pazzo" e l'altro come "il Dottore umano",in realtà secondo me lui non è veramente pazzo (per me pazzo lo è stato veramente solo alla fine della S3) e Ten non è affatto umano (gli piacciono gli umani,ma dagli umani è lontano anni luce,solo che a lui piace raccontarsi un'altra storia) ma lasciamo stare,qui si aprirebbe un lungo discorso che prima o poi vorrei davvero fare,però qui non mi sembra il caso.
Comunque,anche se sembra strano perchè il personaggio non era neanche il suo,paradossalmente quello che mi ha fatto capire e apprezzare il Master di Simm è stato Moffat (come è stato Moffat a farmi apprezzare Ten).
E quando penso a Ten e al Master di Simm mi vengono in mente solo tre parole:due gioiosi bastardi. :XD: A differenza di Davies e Moffat,che sono due fangirl e il Dottore e il Master li shippano :XD: io non sono una shipper,ma quei due sono l'unica coppia Dottore/Master che doveva veramente cercarsi una stanza,l'Universo avrebbe ringraziato (e credo che inconsciamente lo sapessero anche loro,altrimenti non si spiega perchè continuassero a cercare di imprigionarsi a vicenda,prima sul Valiant e poi sul Tardis).
Vero,tra le pairing Dottore/Master Ten e Simm sono forse quella più "slashosa",infatti nel mondo delle ff ispirano e c'è tutta una letteratura su di loro.Poi Davies ha giocato molto sulla tensione omoerotica tra i due e tra Tennant e Simm c'era una bella chimica,anche sessuale.Immagine fosse perchè essendo gay Davies avesse occhio anche per questo aspetto e ne avesse tenuto conto nella scelta degli attori.
Io non oserei dire che Moffat mi ha fatto capire meglio il Master di Simm,però sicuramente ho preferito la sua versione di Simm a quella di Davies:meno pazza,meno eccessiva,più elegante e divertente (quando faceva le prove con l'eyeliner :XD: ).Poi mi piace tantissimo Simm con la barba (il Master DEVE avere la barba).
Comunque non tutti i MasterSimm di Davies li disprezzo,se odio abbastanza il Simm versione Harold Saxon,devo dire che quello mezzo barbone di The End of Time mi ha fatto sempre una certa tenerezza.Che poi ora che ci penso è strano,è un Master con tante versioni,quello della S03 è diverso da quello della s04  e ancora diverso dalla s10.Non ci avevo mai pensato prima.
Non so cosa pensi degli audio,ma se ti piace Derek Jacobi potresti provare a recuperare la serie The War Master della Big Finish,in cui Jacobi riprende il ruolo del Master.Io non l'ho ancora ascoltata,ma chi l'ha fatto me ne ha parlato molto bene,sembra che lui sia veramente eccezionale.Non faccio fatica a crederci,Jacobi è un attore con la A maiuscola.Lo so. :XD:
Mi piacciono gli audio e qualcosa ho ascoltato (con l'Ottavo Dottore,che mi piace un sacco  :love:),però poche cose,un pò perchè faccio fatica a trovare gli audio,un pò perchè fino a poco tempo fa il mio inglese non era abbastanza buono da riuscire a seguirli.E faccio un pò fatica ancora adesso,a volte certe parole/frasi mi sfuggono,però sto migliorando.Non conoscevo The War Master,se riesco a procurarmelo e non faccio troppa fatica mi piacerebbe moltissimo recuperarlo.Anche se non l'hai ancora ascoltata,per caso sai cronologicamente dove si colloca?(intendo prima/dopo Utopia).
Ultimamente succede sempre,episodi che prima erano considerati emerite schifezze improvvisamente tutti li guardano con gli occhi a forma di cuoricino.Poi adesso il canale YT del Dottore sta ripercorrendo tutta l'era Davies e devo dire con un certo sadico piacere che ho visto rivalutare cose come Love & Monsters,Fear her,The Idiot's Lantern,che non saranno capolavori ma li ho trovati sempre troppo e ingiustamente criticati (specialmente Love & Monsters,che è un inno d'amore al fandom “buono” di DW,non so come faccia la gente a odiarlo tanto;e The Idiot's Lantern,che è di Gatiss,l'Anticristo,quindi fa schifo a prescindere,ma a me piace molto.Poi è quello con Ten in vespa e che perde la scarpa quando sale sul traliccio,come Cenerentolo  :love: ).A me però sono sempre piaciuti e QUANTO mi hanno preso in giro per questo  :XD: C'è una piccola,maligna parte di me che è moolto contenta se adesso grazie a Chibnall certi rompiscatole hanno dovuto ricredersi (ovviamente non vedo l'ora anche che ripercorrano l'era Moffat,vedere i Daviesiani che rimpiangono River Song non avrà prezzo :asd: ).Adesso spero carichino qualcosa anche da The Lazarus Experiment (che se non sbaglio era proprio dopo il doppio episodio sui Dalek),altra puntata che mi piace molto e con cui mi hanno rotto le scatole non poco quando stavo recuperando DW.AHHHHHHHHH,quello con Gatiss ignudo  :XD: (Io me lo ricordo più per "quello in cui Ten suona l'organo" ma vabbè).Chissà se metteranno qualcosa anche da 42,mi piacerebbe sapere cosa ne pensa la gente.A me sinceramente è un episodio che non ha mai detto niente.
Guarda,è un classico,la gente che ti rompe le scatole sugli episodi che DEVONO o NON DEVONO piacerti,quelli che sono capolavori e DEVONO piacerti per forza e guai se non ti piacciono,e quelli che DEVONO farti schifo e guai se ti piacciono.Ma dico io,chi se ne importa,potrà a un Moffattiano piacergli Love & Monsters e a un Daviesiano chessò,The Wedding of River Song? Ma saranno un pò affaracci loro?
Sinceramente a me quegli episodi che hai citato più che episodi brutti sono sempre sembrati episodi strani.The Lazarus Experiment piace anche a me,Gatiss ignudo compreso. :XD:
42 è di Chibnall,vero? Se ti dico che,tanto per cambiare,non me lo ricordo tanto? Ricordo solo che erano nello spazio e Tenmaiunagioia soffriva come un cane,a parte quello buio completo.Evidentemente è il destino degli episodi di Chibnall,che non me li devo mai ricordare.  :lol?:
« Ultima modifica: 10 November 2020, 09:36:38 da °Caterina90° »

Alizee

  • Visitatore
Re: Chi è il tuo showrunner preferito?
« Risposta #41 il: 15 November 2020, 09:25:10 »
Scusami se ci ho messo tanto a rispondere,ma ho dovuto andare a informarmi sull'audio della Big Finish e non ci capivo niente,mi sono persa un po'.Non sono neanche sicura di averci capito qualcosa adesso.  :XD: Speriamo.
Citazione da: °Caterina90° link=topic=155903.msg6150562#msg61505620

Ora che che mi ci fai pensare,mi pare di aver notato parecchie citazioni cinematografiche nell'era Chibnall (esempio Spyfall ne ha tipo tremila).Alcuni episodi sono cinematografici anche nel senso del taglio,di come sono girati,come The Woman Who Fell to Earth.
Comunque devo dirlo,nel caso di Chibnall i riferimenti cinematografici non so perchè non li considero un pregio,anzi.Se Moffat o Davies mi facevano la citazione colta pensavo che bello,è un omaggio a xxxx,se le fa Chibnall non so perchè penso,ecco,ha copiato da xxxx  :XD: Ricordo di averlo pensato chiaramente dopo Spyfall,che era scopiazzato (e male) da 007.Lo odio proprio. :XD:
Succede anche a me,e non solo con le citazione cinematografiche.Per esempio il finale della S11,The Battle of Ranskoor av Kolos,mi "ricorda" molto un serial della classica,The Pirate Planet (mi sembra che l'avessi scritto anche nel mio commento alla puntata),solo che quello era fatto mille volte meglio,e quando l'ho visto mica ho pensato che fosse un omaggio a quel serial,ma che l'avesse sfacciatamente copiato. :XD:
Il motivo penso sia sempre il solito,che i suoi sono quasi sempre episodi brutti o comunque dimenticabili,in più non sembra uno scrittore particolarmente dotato di fantasia,che prenda in prestito idee altrui perché non ne ha di sue ti viene spontaneo pensarlo.Anche perché gli scrittori bravi non si limitano a "copiare"le idee degli altri,ma le rielaborano e le rendono proprie,trasformandole in qualcosa di originale.Chibnall no,cita e basta,e non mette altro,anche se la sua intenzione fosse stata davvero solo di fare un omaggio l'impressione finale è un'altra.È lo stesso discorso del messaggio morale,se lo metti in un episodio che ha anche altro funziona,ma se c'è solo quello diventa propaganda e dà fastidio.
A me Ten è piaciuto subito.Mi è piaciuto troppo,infatti il cambio con Eleven all'inizio non lo presi proprio benissimo:mi sentivo una vedova in lutto  :XD: Poi  mi è passata,col tempo ho imparato ad apprezzare anche Eleven (ora divide il podio di mio Dottore preferito propro con Ten) però è stata dura.Comunque capisco chi ha/ha avuto (avrà sempre) dei problemi con Ten,non è un Dottore sempre piacevole.A volte,e lo dico con tutto l'amore del mondo,è veramente un grandissimo bastardo arrogante,infantile ed egoista.
Capisco cosa vuoi dire. :XD: Ten è un Dottore che ti frega,con Eleven ha in comune il fatto che la sua vera natura non corrisponde affatto al suo aspetto esteriore,sembra simpatico,pieno di vita e ha quel faccino triste da bravo ragazzo della porta accanto,in realtà è un caso umano,con abissi di crudeltà ed egoismo.A differenza di altri Dottori,che si vedono peggiori,secondo me Ten ha anche il problema di avere un'immagine falsata di sé,si vede migliore di quello che è realmente.Non lo fa sempre consapevolmente (che poi è il motivo per cui gli perdoni quasi tutto) e ovviamente ha anche dei pregi,ma già tutto questo basta a renderlo,a volte,tutt'altro che una bella persona.Nonostante sia il mio Dottore,non credo che mi piacerà mai completamente.Diciamo che la differenza rispetto a quando non mi piaceva è solo che prima non mi piaceva e non lo capivo,ora lo capisco ma non lo approvo.Il paradosso è che mi piace proprio per questo,per i suoi difetti,forse perchè sono i primi che ho visto (i pregi,all'inizio,mi erano un po' sfuggiti :XD: ).E perché,anche se ci ho messo molto a capirlo,in molte cose purtroppo mi somiglia e con lui sento un legame che con gli altri non sento (a parte il Settimo,che forse è lui il mio Dottore,ma per un discorso completamente diverso).Se non fosse che amo complicarmi la vita,se parlassimo di piacere nel senso letterale del termine il mio Dottore del New Who non sarebbe lui,ma Eleven. :)
Su Davies concordo,come autore è parecchio cattivello e non solo in DW,si vede molto anche in altre sue serie,come Queer as Folk e soprattutto Torchwood (Moffat non avrebbe mai potuto scrivere Torchwood).La sua cattiveria non mi dispiaceva quando faceva satira sociale (che a Moffat ad esempio non interessava,o comunque interessava meno),ma mi dispiaceva molto quando questa sua disumanità la usava contro i suoi personaggi:con alcuni (penso a certe sue companion) è stato veramente perfido.E concordo anche sul fatto che molti episodi della sua era sono piacevoli come un calcio nei gioielli di famiglia.Moffat ad esempio con i companion ha fatto una strage,li ha ammazzati tutti  :XD: e River ce l'ha fatta conoscere il giorno in cui l'ha uccisa,però con loro è stato umano e compassionevole e a noi spettatori ci ha dato sempre una sorta di consolazione.Con Davies consolazione non ce n'è mai.
Sì,i companion dell'era Moffat sono stati decisamente più fortunati.Muoiono tutti,è vero,però Amy e Rory riescono lo stesso ad avere una lunga vita felice insieme,Clara vince un Tardis e una companion e prima di incontrare il corvo potrebbe aver giocato a fare la Dottoressa per lo Spazio/Tempo per secoli.Bill ancora meglio,ha Heather e tutto l'Universo a disposizione,senza corvi da dover incontrare.Anche River,che per molti versi è un personaggio tragico,riesce ad avere la sua vita straordinaria e diciamolo,tra avventure,mariti e mogli varie si è divertita parecchio. :XD: Forse l'unico un po’ sfigato è Nardole,condannato al non tanto esaltante ruolo di baby sitter di quei marmocchi,però c'è anche da dire che lui è un personaggio maschile e in fondo non sono sorpresa che per lui non sia completamente un happy ending,in giro si dice sempre che Moffat è sessista e misogino ma secondo me è proprio il contrario,penso che preferisca mille volte i personaggi femminili a quelli maschili:è con loro che è un pò sadico,con le donne lo è molto meno (Rory non lo conto perchè non è Mr Williams ma Mr Pond  :XD: se Moffat gli ha dato un destino tutto sommato felice è solo perchè non voleva rendere infelice Amy:con lui si è accontentato di sfogare il suo lato sadico facendolo morire e risorgere tipo diecimila volte :XD:).
Davies apparentemente non uccide nessuno ma secondo me è stato mooolto più cattivo.Donna finisce con un nuovo marito e un biglietto della lotteria,però le porta via la cosa più importante e bella che aveva,i suoi ricordi delle avventure col Dottore e la sensazione è che la condanni a un’esistenza di mediocrità e insoddisfazione.Un’insoddisfazione a cui non saprà mai dare nemmeno un nome,perché non capirà mai perché di tanto in tanto sente che le sfugge qualcosa.
La storia di Rose avrebbe dovuto concludersi con Doomsday,invece Davies ha pensato bene fosse meglio farla finire con la copia dell’uomo che ama,in un mondo parallelo in cui sua madre ha sposato la copia del suo padre defunto.A pensarci è un qualcosa di aberrante,perché vive in un mondo di illusioni,dove nessuno è chi sembra veramente,eppure c’è chi è convinto che sia la più fortunata di tutte,perchè è ricca,ha un nuovo padre e si spupazza Ten.Permettetemi di avere dei dubbi.Detesto il Ten Metacrisi,non muoio dalla voglia di rivederlo,però mi piacerebbe che qualcuno un giorno ci dicesse com’è finita tra quei due,perchè io non sono tanto convinta che tra loro ci sia stato l’happy ending che tutti pensano.
Persino con Martha,che apparentemente è quella che ne esce meglio di tutte,Davies non ha potuto fare a meno di metterci un pò di cattiveria.La fa accasare con Mickey e diventa la signora Smith,ma perchè niente mi toglie dalla testa che la storia d’amore tra quei due è nata solo per fare il giochino con l’omonimia dei cognomi,per sottolineare malignamente che Martha è la signora Smith,ma il signor Smith è quello sbagliato?
A me di Davies non piace neanche la sua gestione del Tempo,che per lui è “tempo”,con la t minuscola.Lo concepisce in senso umano,nel senso più limitato del termine,come successione di eventi con cause/conseguenze.E l’unica cosa veramente umana di Ten (perchè per altri aspetti lo trovo un Dottore alienissimo) è che lo fa vivere con i tempi da umano,solo pochi anni,e secondo me è un crimine contro l’umanità.Hai un serie con protagonista un alieno con tutto lo Spazio/Tempo sulla punta delle dita,solo a pensarci viene il mal di testa per l'enormità della cosa,per il suo potenziale,e tu cosa fai,lo fai vivere come un umano? E il tempo lo vedi solo in termini di qui ed ora,ieri,oggi e domani? Preferisco Moffat e i suoi deliri temporali,magari non sempre gli riusciva tutto benissimo,però se mi divertivo con lui,trasformava in un paradosso anche una bottiglia di brandy (secondo me Moffat le riviste e i libri comincia a leggerli dall’ultima pagina,e gli orologi a casa sua non vanno in senso orario :lol?: ).
Chibnall è limitato,punto,sembra capisca molto poco sia di umani che di alieni.E la fisica,questa sconosciuta,non ha ancora capito neanche cos’è un universo tasca,credo che un paradosso vada molto oltre le sue capacità di comprensione. -.-'
Io non oserei dire che Moffat mi ha fatto capire meglio il Master di Simm,però sicuramente ho preferito la sua versione di Simm a quella di Davies:meno pazza,meno eccessiva,più elegante e divertente (quando faceva le prove con l'eyeliner :XD: ).Poi mi piace tantissimo Simm con la barba (il Master DEVE avere la barba).
Comunque non tutti i MasterSimm di Davies li disprezzo,se odio abbastanza il Simm versione Harold Saxon,devo dire che quello mezzo barbone di The End of Time mi ha fatto sempre una certa tenerezza.Che poi ora che ci penso è strano,è un Master con tante versioni,quello della S03 è diverso da quello della s04  e ancora diverso dalla s10.Non ci avevo mai pensato prima.
Sì,diverso perché è in fasi della vita differenti:mezzo pazzo/arrabbiato nella S3 e disperato/morente nella S4.Quello della S10 forse è il più normale (per quanto possa essere normale il Master di Simm  :XD:),anche se purtroppo secondo me ha il difetto che con Capaldi/Twelve non ha nessuna chimica (perchè c’è poco da fare,il Master del Dodicesimo Dottore è Missy).Sarebbe stato interessante vedere questa sua versione più equilibrata con Ten,forse tra quei due avremmo visto delle sfumature che invece è difficile notare con le esagerazioni di Davies.In compenso Simm ha molta chimica con la Gomez:le scene tra quei due sono meravigliose,valgono da sole quella puntata.
Comunque il Master di The End of Time piace anche a me.Di tanto in tanto,tra una scena da Supersaiyan cannibale e l'altra (che veramente,Davies dovrebbe andare a nascondersi  :XD:),ci sono anche scene belle come quella della discarica,dove finalmente si vede un p0' di introspezione.In generale,mi piacciono tutte le sue scene con Ten e poi ha anche i suoi cinque minuti da eroe,con Rassilon:lui è uno dei pochi motivi per cui di The End of Time salvo qualcosa e non lo butto nel posto in cui secondo me dovrebbe stare una baracconata simile,nella differenziata. :XD: Però è anche una versione del Master verso cui ho sentimenti contrastanti,con lui passo continuamente dal dispezzo all'affetto,dall'empatia alla ripugnanza.In fondo credo di pensarla come Missy,che diceva che aveva amato essere lui ma che in un'opera dell'universo espanso lo definisce "The Bonkers One",quello fuori di testa.Lo considero alla stregua di un caso clinico,uno venuto fuori difettoso,che è quello che è e ci puoi fare poco,ma per qualche imperscrutabile motivo alla fine gli vuoi bene lo stresso.Un po' la stessa cosa che mi succede con Ten,ora che ci penso. :XD:
Mi piacciono gli audio e qualcosa ho ascoltato (con l'Ottavo Dottore,che mi piace un sacco  :love:),però poche cose,un pò perchè faccio fatica a trovare gli audio,un pò perchè fino a poco tempo fa il mio inglese non era abbastanza buono da riuscire a seguirli.E faccio un pò fatica ancora adesso,a volte certe parole/frasi mi sfuggono,però sto migliorando.Non conoscevo The War Master,se riesco a procurarmelo e non faccio troppa fatica mi piacerebbe moltissimo recuperarlo.Anche se non l'hai ancora ascoltata,per caso sai cronologicamente dove si colloca?(intendo prima/dopo Utopia).
Aggiungerei anche che gli audio della Big Finish sono tanti e non esattamente a buon mercato,anche prendendo solo quelli che interessano di più si spende un piccolo patrimonio.
Comunque,se (se) non ho capito male,The War Master racconta delle avventure del Maestro durante la Time War,quindi cronologicamente viene prima di Utopia.Però attenzione che la serie comincia dalla fine,il primo volume,Only the Good,parla proprio degli eventi che portano a Utopia (cioè come il Master di Derek Jacobi finisce alla fine dell’Universo e diventa il Professor Yana).
Attenzione anche che la serie è lunghetta e non è ancora conclusa,per il 2021 sono previste altre uscite.E ti farà piacere sapere che in alcuni volumi c’è proprio l'Ottavo Dottore (e se ti stai chiedendo perchè Ten non riconosce ll Professor Yana se l’aveva già incontrato come Eight non è un errore di continuity,un motivo c’è).
42 è di Chibnall,vero? Se ti dico che,tanto per cambiare,non me lo ricordo tanto? Ricordo solo che erano nello spazio e Tenmaiunagioia soffriva come un cane,a parte quello buio completo.Evidentemente è il destino degli episodi di Chibnall,che non me li devo mai ricordare.  :lol?:
Beh,ti capisco,non è che sia esattamente un episodio memorabile.Comunque esatto,42 è proprio di Chibnall (era quello dove Ten veniva infettato dal Sole,che poi si scopre essere un essere vivente).Tra l'altro il titolo viene dalla Guida galattica per gli autostoppisti di Adams,quindi vedi che anche Chibnall ha una cultura?  :XD:
Però c'è da dire che non è un episodio neanche lontanamente orrendo come quelli che scrive da showrunner.Non sarà un capolavoro,ma è un decente,dignitoso episodio da DW,se scrivesse anche adesso cose del genere credo che nessuno si lamenterebbe.A volte mi domando se al posto del Chibnall odierno non ci sia uno Zygon,altrimenti non me lo spiego come abbia fatto a peggiorare tanto. :XD:

« Ultima modifica: 15 November 2020, 12:58:19 da Alizee »