Autore Topic: CoronaVirus  (Letto 48077 volte)

blempt

  • Peggy Olson
  • Post: 1219
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1650 il: 21 November 2020, 11:50:44 »
Purtroppo molte aziende di piccole medie dimensioni che producono software per sistemi embedded si sono riconvertite all' "industria covid", e ora proliferano minchiate di questo genere, che rimarranno come strascico perenne di questo merdoso 2020.
Comunque io ho la soluzione a lungo termine ai tuoi problemi: Passa al lato oscuro della forza.
Tanto con le posizioni che stai prendendo in questo topic, ci penserà presto la massa beota del normiestan bue a categorizzarti in quel modo , volente o nolente.
La soluzione immediata però, che funziona sempre, è un'altra.............
(clicca per mostrare/nascondere)

bellissima, questa non la sapevo, me la cerco subito (commento che non c'azzecca niente col topic  :) ma dimostra che vi leggo)


Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Lagertha
  • Post: 9813
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1651 il: 21 November 2020, 12:58:18 »
Quelli con la ghiandola della paura? No, direi che somigliano più ai lockdown boys anche quelli. :XD:
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero

aDifferentKindOfCop

  • Jax Teller
  • Post: 8280
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1652 il: 21 November 2020, 13:42:19 »
Eh, ma avevano nostalgia di un mondo andato che non esisterà mai più, in questo aspetto sei tu. :sooRy:
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

krug

  • SJW, SJW, SJW. Did I mention SJW already?
  • Gregory House
  • Post: 7406
  • Sesso: Maschio
  • And my laughter the devil would frighten
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1653 il: 21 November 2020, 14:07:54 »
People think that PR means Public Relations, I have a different definition; It's Perception of Reality.                 
We are living in an era of woke capitalism in which companies pretend to care about social justice to sell products to people who pretend to hate capitalism. Clay Routledge
"The View" is the endgame of women's suffrage

Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Lagertha
  • Post: 9813
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1654 il: 21 November 2020, 14:43:03 »
Cioè, ci rendiamo conto dei danni incalcolabili di un virus che ammazza i poveri vecchi e risparmia i poveri idioti?
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero

Misswho

  • Richard Castle
  • Post: 3309
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1655 il: 21 November 2020, 15:53:34 »
Cioè, ci rendiamo conto dei danni incalcolabili di un virus che ammazza i poveri vecchi e risparmia i poveri idioti?

Purtroppo ammazza anche i poveri giovani. Soltanto nelle ultime settimane, 2 ragazze sui 20/21 anni, 1 uomo di 39, un bambino di 5 anni mi pare, tutte persone sane, senza patologie pregresse. Ovviamente, se guardiamo alle % saranno molto basse. Ma...

Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Lagertha
  • Post: 9813
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1656 il: 21 November 2020, 16:11:00 »
Il punto qui però era chi può pontificare sulla malattia con l'aura da sopravvissuto e mettere alla berlina uno scienziato reo di aver espresso dei dubbi da scienziato su una deroga a un protocollo scientifico dettata da esigenze politiche. Di politica sanitaria, ma comunque politiche.
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero

Misswho

  • Richard Castle
  • Post: 3309
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1657 il: 21 November 2020, 16:28:55 »
Il punto qui però era chi può pontificare sulla malattia con l'aura da sopravvissuto e mettere alla berlina uno scienziato reo di aver espresso dei dubbi da scienziato su una deroga a un protocollo scientifico dettata da esigenze politiche. Di politica sanitaria, ma comunque politiche.

Il problema con le dichiarazioni di Crisanti è che qui abbiamo già una consistente fetta della popolazione negazionista/no-vax e via discorrendo e tutte queste persone non aspettano altro che uno scienziato (qualsiasi) che avalli le loro teorie, non importa se non presenta dati oggettivi per suffragarle. Peraltro, io condivido pure lo scetticismo di Crisanti, tuttavia avrebbe dovuto essere più cauto nel rilasciare una simile dichiarazione, che potrebbe fare danni non da poco.
Approfondimento sulla procedura d'emergenza chiesta dalla Pfizer:
https://www.wired.it/scienza/medicina/2020/11/20/coronavirus-approvazione-vaccino/?refresh_ce=

Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Lagertha
  • Post: 9813
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1658 il: 21 November 2020, 17:17:58 »
Il problema è che non avete ancora capito che questo tipo di (auto)censura è il nutrimento principale del complottismo. Ci vuole un dibattito aperto, laico, scientifico, sempre e su tutto.
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero

Misswho

  • Richard Castle
  • Post: 3309
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1659 il: 21 November 2020, 17:25:51 »
Il problema è che non avete ancora capito che questo tipo di (auto)censura è il nutrimento principale del complottismo. Ci vuole un dibattito aperto, laico, scientifico, sempre e su tutto.

Dove avrei parlato di censura? Ho detto solo che uno scienziato, per di più diventato un personaggio pubblico di spicco, prima di parlare al grande pubblico dovrebbe valutare attentamente ciò che sta per dire.
E comunque stai tralasciando la parte più importante, ovvero "se non presenta dati oggettivi per suffragarle". Puoi esprimere pubblicamente dubbi su un vaccino dopo che hai vagliato i dati (avendo le competenze per farlo) ed hai trovato delle anomalie, non prima, così, "a sentimento".
Se fai passare il messaggio che il vaccino potrebbe non essere sicuro (senza avere alcun elemento concreto per dirlo) stai facendo un danno incredibile.

Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Lagertha
  • Post: 9813
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1660 il: 21 November 2020, 17:52:50 »
I dubbi sulle procedure non necessitano di nessun dato a supporto. Se attraverso la strada bendato, è irrilevante che arrivi sano e salvo dall'altra parte.

A quanto ho capito, il punto è l'accorpamento delle tre fasi di sperimentazione. Valutare contemporanemante sicurezza, dosaggio e tempi di somministrazione ed efficacia, è problematico. Se il protocollo prevede le tre fasi in sequenza, risolvendo i problemi uno alla volta, è perché evidentemente questo permette una valutazione più accurata dei dati.

Poi questo vaccino potrà essere pure l'elisir di lunga vita. Ma i dubbi di Crisanti sono legittimi e non vedo perché non avrebbe dovuto esprimerli.
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero

aDifferentKindOfCop

  • Jax Teller
  • Post: 8280
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1661 il: 21 November 2020, 18:05:18 »
Il punto qui però era chi può pontificare sulla malattia con l'aura da sopravvissuto e mettere alla berlina uno scienziato reo di aver espresso dei dubbi da scienziato su una deroga a un protocollo scientifico dettata da esigenze politiche. Di politica sanitaria, ma comunque politiche.

Dubbi totalmente infondati, cioè proprio senza fondamento, non è che abbia visto i dati o il procedimento e l'abbia trovato sospetto per ragioni reali, ha semplicemente espresso dubbi sul nulla basandosi sul nulla, come il peggiore dei no-vax.

E la deroga è una farneticazione, non c'è una briciola di indizio su nessuna deroga, il trial ha seguito l'iter che hanno seguito tutti gli altri, semplicemente per il COVID c'erano mille mila miliardi a disposizione perché le aspettative di profitto sono enormi.

Che sia stato dettato da esigenze di politica sanitaria è falso pure questo, non è ovviamente escluso ma le esigenze oggettive sono quelle reali del mondo che ha bisogno di sconfiggere il COVID, se ci sono ingerenze politiche che hanno alterato il percorso del trial deve dire come e dove e provarlo, non sparare a caso.



Post unito: 21 November 2020, 18:05:19

Poi questo vaccino potrà essere pure l'elisir di lunga vita. Ma i dubbi di Crisanti sono legittimi e non vedo perché non avrebbe dovuto esprimerli.

Perché se sono dubbi scientifici si esprimono alla comunità scientifica non in una story di insta...
Avere dubbi scientifici è perfettamente legittimo, li discuti ai convegni o in peer review dei paper.

E parli ai media se e solo se ci sono dati seri di cui parlare.
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

Toshiro Guerzoni

  • Commissario aquilotto praticamente tuttologo Guerzoni Toshiba
  • Lagertha
  • Post: 9813
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1662 il: 21 November 2020, 18:26:51 »
Tu come sempre devi criticare chi critica l'esistente. Ormai l'abbiamo capito. Comunque i millemila miliardi hanno semplicemente permesso di fare le tre fasi insieme. Non hanno risolto il problema metodologico. I dati vanno interpretati e interpretati in modo chiaro, in relazione all'oggetto di indagine. Se sovrapponi più indagini, l'interpretazione può essere dubbia. Può. Non è detto che lo sia.
Ogni centro industriale e commerciale in Inghilterra oggi possiede una classe operaia divisa in due campi ostili, i proletari inglesi e i proletari irlandesi. Il comune operaio inglese odia l'operaio irlandese come un concorrente che abbassa il suo tenore di vita. A fronte dell'operaio irlandese considera se stesso membro della nazione dominante e conseguentemente diventa uno strumento degli aristocratici e dei capitalisti inglesi contro l'Irlanda, così rafforzando la dominazione su se stesso. Esso nutre pregiudizi religiosi, sociali e nazionali contro il lavoratore irlandese. [...] L'irlandese lo ripaga con gli interessi. Vede nell'operaio inglese sia il complice sia lo strumento idiota dei dominatori inglesi in Irlanda.

Questo antagonismo è artificialmente tenuto in vita ed intensificato dalla stampa, dal pulpito, dai giornali satirici, in breve con tutti i mezzi a disposizione delle classi dominanti. Questo antagonismo è il segreto dell'impotenza della classe operaia inglese, nonostante la sua organizzazione. È il segreto con il quale la classe capitalista mantiene il suo potere. Ed è del tutto cosciente di questo.


Karl Marx, quello vero

aDifferentKindOfCop

  • Jax Teller
  • Post: 8280
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1663 il: 21 November 2020, 19:27:50 »
Critico i nonsense, come sempre, sì.

Per dire della Pfizer c'erano elementi oggettivi tipo il fatto che il numero di casi fosse RIDICOLO (per calcolare efficacia vaccino).
Se si vuole dire una qualcosa di oggettivo citi quello, la stima del primo report era risibile come valore, del tutto effimero.

La scienza è tutta interamente un "può essere" "fino a prova contraria" ragione per cui gli scienziati non ha senso che facciano interviste ribadendo l'ovvio, aspetti di leggere bene i dati e poi al massimo fornisci la tua interpretazione su basi concrete.
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

bomberdede

  • Richard Castle
  • Post: 3123
    • Mostra profilo
Re: CoronaVirus
« Risposta #1664 il: 21 November 2020, 20:56:17 »
Ovviamente i dubbi sono sempre legittimi ed il principio di precauzione vale sempre. Va anche detto che non bisogna per forza cadere nel “di solito ci vogliono 10 anni etc etc”
Di solito ci vogliono 10 anni perché c’è un board che si occupa dei costi-benefici di far partire una ricerca, perché solo i contatti azienda-FDA portano via mesi etc etc
Nel momento che hai una pioggia di soldi e buracrazia semplificata i tempi di dimezzano per forza di cosa. È anche parecchio tempo che non si fa un vaccino del genere quindi siamo tarati sui tempi di tecnologie superate che, grazie al cielo, sono state enormemente velocizzate.

Detto ciò come sempre c’è da aspettare le pubblicazioni per capire come siamo state fatte le cose