Autore Topic: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)  (Letto 8627 volte)

camelot79

  • Richard Castle
  • Post: 3462
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #60 il: 8 October 2017, 17:34:28 »
Per chi l'ha già visto, c'è azione nel film? Com'è il ritmo, veloce come i moderni blockbuster o più lento e riflessivo come l'originale?

la seconda che hai detto

WongKarWai

  • Sarah Manning
  • Post: 280
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #61 il: 9 October 2017, 09:26:04 »
Per chi l'ha già visto, c'è azione nel film? Com'è il ritmo, veloce come i moderni blockbuster o più lento e riflessivo come l'originale?
(clicca per mostrare/nascondere)
Un tempo, quando uno aveva un segreto da nascondere, andava in un bosco. Faceva un buco in un tronco e sussurrava lì il suo segreto. Poi richiudeva il buco con del fango, così il segreto sarebbe rimasto sigillato per l’eternità...

cujo90

  • Max Black
  • Post: 2556
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #62 il: 9 October 2017, 09:40:18 »
(clicca per mostrare/nascondere)

(clicca per mostrare/nascondere)
FIRMA IRREGOLARE

Abbott

  • Max Black
  • Post: 2618
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #63 il: 9 October 2017, 09:51:55 »
Visto.

(clicca per mostrare/nascondere)

lost2010

  • Piper Chapman
  • Post: 5586
  • Sesso: Maschio
  • You're Alive!
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #64 il: 10 October 2017, 10:36:56 »
Visto.

(clicca per mostrare/nascondere)
Che cosa mi manca? Mi mancherebbe tanto di morire, perché io l'inferno della vita me lo sono goduto tutto.
(Alda Merini)



Cosa seguo: Sense8, PoI, Les Revenants, Sherlock, Black Mirror, True Detective, Fargo, Banshee, Doctor Who, The Leftovers, Penny Dreadful, Intruders, The Flash, Mad Men
Ho amato: OZ, Six Feet Under, Lost, BSG, ALIAS, The Hour, Supernatural (fino alla S5), Rubicon, Ai Confini della Realtà, Spawn - The Animated Series, Breaking Bad, Twin Peaks, Luther, The X-Files, Spazio 1999, Homeland (fino alla S3), Carnivale, Heroes (S1)
In attesa: tutto ciò che non è broadcast + Preacher (AMC)

Nerevar

  • Zazza il guardone, figlio del Diavolo e di Skel8
  • *
  • Post: 23528
  • Sesso: Maschio
  • I...will never be a memory.
    • Mostra profilo
  • Traduzioni: 400
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #65 il: 12 October 2017, 00:35:24 »
A me è piaciuto tanto. Visivamente potentissimo.

E per me non ci sarà nessuna serializzazione, magari fra trent'anni.
Lo deduci togliendoti gli occhiali da
sole sulle note di una canzone degli Who?



Tommy_monaghan

  • Piper Chapman
  • Post: 5567
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #66 il: 17 October 2017, 23:52:51 »
visto e piaciuto molto
ci voleva dopo quella merda di arrival temevo che anche villeneuve  non fosse in grado di portare a casa un film così importate e anche complicato, visto il predecessore, nessun fan service  può funzionare anche come film a se
visivamente una goduria da rivedere solo per gustarsi la perfezione delle scene e della fotografia.
la colonna sonora, ok zimmer  è  sempre una scelta sicura ma non riesce ad essere i come vangelis  nel primo blade runner
la trama temevo   fosse un film contemporaneo  figlio di questi tempi dannati dove o fai un block buster alla batman vs superman o wonder woman o non sei nessuno... mi ha piacevolmente sorpreso mi sono piaciuti i tempi dilatati, l evoluzione lenta della trama veramente soddisfatto.
« Ultima modifica: 24 October 2017, 11:43:07 da Tommy_monaghan »

kront

  • Walter Bishop
  • Post: 5181
  • Sesso: Maschio
  • Libertatis Sacra Fames
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #67 il: 24 October 2017, 10:56:57 »
Acciuffato per i capelli e visto una settimanella fa.

A me è piaciuto un sacco.

Aspetto visivo: magnifico (leggevo da qualche parte che l'atmosfera di Las Vegas del film, è ispirata ad alcune foto della tempesta di sabbia australiana di qualche anno fa). Qui Villeneuve fa una cosa veramente interessante: rimette in piedi l'estetica della Los Angeles scottiana e al tempo stesso, attualizza gli ambienti fuori dal centro urbano. Non era un lavoro facile, dare un senso di coerenza tra ambienti diversi, richiede una certa capacità concettuale ancor prima che visiva. Luoghi diversi ma che percepiamo come coerenti all'interno dello stesso universo immaginifico. Tanta roba.

Regia: commovente. Troppo soggettivo? Può darsi, ma quel modo di girare, oggi, non si vede più. Movimenti lenti della macchina da presa che esaltano la dimensione della profondità e la monumentalità delle scenografie. Quasi a sottolineare l'esigenza di un ritorno alla contemplazione che nella fantascienza di oggi è praticamente impossibile trovare. La mdp non fa piroette, l'azione è compassata ma solenne, ritmata dal rombo della colonna sonora quando necessario. Ulteriore riprova, tra l'altro, che la cgi non è certo il male del cinema moderno, casomai è l'egocentrismo di certi registi di oggi a esserlo.

Sceneggiatura: sì e no. A livello di mutazione sociale il film non fa una piega, è quasi inevitabile che le dinamiche che troviamo in BR 2049 si siano sviluppate in questo modo. Non è più una lotta tra classi (cognitive, verrebbe da dire) ma all'interno della stessa classe. Per me i primi dieci minuti di film sono la perfezione, il confronto tra K e il personaggio interpretato da Bautista (molto incisivo nonostante lo screentime ultralimitato) sono un esempio di scrittura e interazione perfetta. Cosa che haimè, non si può dire di tutto il film. Niander Wallace è un demiurgo troppo verboso e più in generale, la sensazione è che ci sia un accumulo eccessivo di conflitti rispetto alla durata del film. Ho adorato la parte investigativa del film, la "detection" sui capelli e il cavallino di legno per me funziona alla grande, il problema è l'ultima parte del film, che grosso modo coincide con l'arrivo sullo schermo di H. Ford. Da lì in poi il film diventa uno spiegone alla Nolan. Ed è un peccato, perché Fancher, insieme all'accoppiata Villeneuve-Deakins, era ciò che mi faceva ben sperare sulla qualità narrativa del film.

Sono comunqu più che soddisfatto. A volte ho la sensazione che talmente abituati alla profondità e alla qualità narrativa della tv odierna, ci dimentichiamo la forza mitopoietica dell'immagine cinematografica. La storia non è perfetta? Beh... anche sticazzi, io sono uscito dal cinema e avevo gli occhi lucidi di fronte a tanta maestosità visiva.
"A human being should be able to change a diaper, plan an invasion, butcher a hog, conn a ship, design a building, write a sonnet, balance accounts, build a wall, set a bone, comfort the dying, take orders, give orders, cooperate, act alone, solve equations, analyze a new problem, pitch manure, program a computer, cook a tasty meal, fight efficiently, die gallantly. Specialization is for insects."
- Robert A. Heinlein -

Eleucalypthus

  • hipster di merda, colpevolizzatore impunito di genitori innocenti
  • *
  • Post: 13818
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: Mio figlio si chiamera' VSS
  • Revisioni: Una trentina
  • Traduzioni: Cinquecentocinquantacinque
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #68 il: 1 November 2017, 02:47:02 »
(clicca per mostrare/nascondere)

Beh, forse è una suggestione, ma non "auto", perché ho avuto la stessa identica sensazione. Nella prima scena, quando aspetta Bautista seduto in silenzio, mi è davvero balenato in mente Stalker. Così come c'è tanto espressionismo nei campi lunghi e nelle panoramiche della città. Così come un eco kubrickiano quando all'improvviso lo scenario diventa novecentesco, subito prima dell'incontro con Harrison Ford. Peccato che da lì in poi la potenza dell'immagine inizi a cedere il passo a necessità narrative che non sono all'altezza della caratura estetica e qualcosina sembra incepparsi, ma dal punto di vista sensoriale è un'esperienza tanto immediata nell'impatto quanto raffinata nei rifrimenti. Se questo è ciò che Villeneuve riesce a tirare fuori nonostante certi meccanismi produttivi castranti, non oso immaginare che potrebbe regalarci se lasciato a briglia sciolta.

Leggevo da qualche parte di come Leto si sia preparato alla parte per non so quanto, di come girasse per il set a tentoni senza togliersi le lenti di scena per restare nel personaggio... beh, complimentoni, perché la sua è l'interpretazione più piatta e didascalica di tutto il film. 'Sti attori che se devono interpretare un carcerato si chiudono sei mesi in galera hanno proprio rotto il cazzo.
Prima dell'inizio, dopo la grande guerra del Cielo contro l'Inferno, Dio creo' la Terra e ne concesse la sovranita' a quella scaltra scimmia che chiamo' Uomo. E per ogni generazione nacque una creatura della luce e una creatura della notte. Ed eserciti sterminati lottavano e perivano in nome dell'antica guerra tra il Bene e il Male. Un'epoca incantata, l'epoca dei grandi... un'epoca di eccezionale crudelta'. Un'epoca eterna. Fino al giorno in cui un falso sole esplose sulla Trinita' e il prodigio abbandono' l'Uomo lasciandolo in balia della ragione. - Carnivàle

"To any monarch, king, sultan, pope, despot, or emperor, you are no more than a means to an end, a means to acquire riches, a means to acquire power, but we are an end to our own selves and only our own selves. We that stand are abject dogs and bastards. We are killers and malefactors. We are thieves and scum, and we are brothers and sisters. So if they wish to make us their means, let them come and meet their end!"  Blackbeard - Crossbones

penelope

  • Carrie Mathison
  • Post: 6661
  • Sesso: Femmina
  • SUCH FUN!!! (Miranda)
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #69 il: 12 November 2017, 14:12:14 »
Visto finalmente ieri sera e mi è piaciuto molto, non c'è molto da dire sulla messa in scena, la fotografia, la regia e anche gli attori: tutto perfetto.  :prego:
E' mancato il villain, come scritto già da tanti, Leto non ha aggiunto nulla, anzi le sue scene sono state le più pesanti e se ne poteva tranquillamente farne a meno. La parte migliore, secondo i miei gusti, dall'entrata in scena di Deckard, il confronto tra lui e K e il loro rapporto, mi sono messa a piangere quando il grande "vecchio" chiede a K cosa rappresenta per lui... meravigliosi. :clap:

Anche se non ha sfigurato con l'originale, pur rimanendo quest'ultimo inarrivabile, spero non ce ne siano altri capitoli o almeno non nei prossimi 30 anni.

diablos88

  • Molly Hooper
  • Post: 458
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #70 il: 27 November 2017, 18:35:27 »
visto e avete detto tutto voi

tecnica ok
mi è piaciuta anche la "lentezza", per fortuna ci sono ancora film del genere.

ma la storia e l'assenza di un vero villain, sono i punti deboli del film

buon film, ma il primo è nettamente sopra

benny82

  • Mr. Shue
  • Max Black
  • Post: 2713
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: [Fantascienza] Blade Runner 2049 - Denis Villeneuve (06.10.17)
« Risposta #71 il: 28 December 2017, 11:45:48 »
Visto!
Non brutto ma neanche bello.
Belle le ambientazioni/musiche/Ryan, però oltre quello non ho trovato granché altro. La storia è molto semplice e "ristretta", troppo. Non c'è tensione se non alla fine.
Peccato.
"We may sit in our library and yet be in all quarters of the earth"