Autore Topic: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)  (Letto 3644596 volte)

krug

  • Visitatore
The Death of Dick Long
Sempre a proposito di Swiss Army Man, questo è il film successivo di uno dei due registi.
E non è più che sufficiente.
Bella l'ambientazione e la colonna sonora, vicenda simpatica, ma tutto sommato piuttosto debole.
Voto 6+

aDifferentKindOfCop

  • Richard Castle
  • Post: 3321
    • Mostra profilo
Mi sa che ti sei confuso con qualche altro film (link).

Poi primer capolavoro... ehm... è un film totalmente impossibile da comprendere alla prima volta, non nego che l'idea sia originale e brillante ma se poi lo spettatore non capisce una ceppa di quello che succede davvero e non riesce a seguire la storia se non googlando...
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

sotto_titolo

  • Richard Castle
  • Post: 3248
    • Mostra profilo


Swiss Army Man 2016

Non mi intendo molto di trash ma per me questo film ha indovinato un sacco di cose, dialoghi, ambientazione, attori (Radcliffe in questo film è di una bravura mostruosa) per me è un film sopra la media, ha una bella costruzione e i protagonisti sono adorabili, proprio bello.


Enemy 2013

Regia e narrazione ben amalgamate, un Film a basso budget con 2 attori e due inquadrature che ti racconta il mondo attraverso le immagini, Villeneuve è un mostro


Swiss Army Man è un film grottesco, ma non lo definirei trash.

Su Enemy, niente da dire sulla scena finale?  :asd:

Post unito: 14 May 2020, 19:11:39
Poi primer capolavoro... ehm... è un film totalmente impossibile da comprendere alla prima volta, non nego che l'idea sia originale e brillante ma se poi lo spettatore non capisce una ceppa di quello che succede davvero e non riesce a seguire la storia se non googlando...

E' un bel film e godibile, anche se è vero che è praticamente impossibile capire tutto alla prima visione e senza informarsi dopo.

Aletranco

  • L'esaltato
  • Richard Castle
  • Post: 3221
  • Sesso: Maschio
  • The ride ain't over
    • Mostra profilo
First Reformed
Che delusione, non lo ritengo per nulla il piccolo gioiello che leggevo in giro. Sarà che avevo aspettative alte, ma a parte un paio di spunti di riflessione interessanti l'ho trovato poco riuscito. Alcune scene, tra cui il finale mi hanno lasciato interdetto. Qualcuno l'ha visto e mi illumina?

Guardati Ordet di Dreyer e Il diario di un curato di campagna di Bresson, a quel punto non dovresti avere dubbi :asd: E aggiungici anche la lettura di quel capolavoro assoluto di saggio, scritto da Schrader stesso, che è Il trascendente nel cinema: è assolutamente illuminante sul cinema in generale e nel decifrare nello specifico il cinema di Schrader. Senza avere in mente i suoi punti di riferimento fissi (Bresson, Ozu, Dreyer) capire i suoi film diventa un'impresa molto più ostica. First Reformed in particolare incarna più di quasi ogni altro suo film le tensioni che descrive in quel saggio: tensioni verso la metafisica, il peccato, la stasi, la giustizia, la morte, la redenzione, il conflitto tra cosmo e individuo, tra uomo e ambiente... tutte tematiche sviscerate fino al midollo e centrali in questo film.

Più nello specifico
(clicca per mostrare/nascondere)

Mi sono trovato costretto a rispondere, ho fatto la mia tesi di laurea sulle teorie di Schrader sulla trascendenza nel cinema e vederlo così incompreso mi faceva piangere il cuore :asd:
E aggiungo che per me First Reformed è un gioiellone, altro che gioiellino: giratemi voi una scena come quella della meditazione in volo sulle discariche poi ne riparliamo :distratto:
« Ultima modifica: 14 May 2020, 21:34:55 da Aletranco »
So, what have we learned? What's the lesson for today, for all the never-ending days and restless nights in Oz? That morality is transient? That virtue cannot exist without violence? That to be honest is to be flawed? That the giving and taking of love both debases and elevates us? That God or Allah or Yahweh has answers to questions we dare not even ask? The story is simple. A man lives in prison and dies. How he dies, that's easy. The who and the why is the complex part. The human part, the only part worth knowing. Peace.
(August Hill)

Serie seguite e terminate

Leso1990

  • Michael Scott
  • Post: 812
  • Sesso: Maschio
  • Dal mio punto di vista, i Jedi sono il male
    • Mostra profilo
Grazie per il consiglio, se lo trovo guardero sicuramente Primer.

Mah sul finale di Enemy ce ne sarebbe da parlare 6 ore....tuttavia nonostante si tratti di un film "complesso" e non decifrabile al 100%...io francamente alla prima visione il 90% del film l'ho capito e credo anche che sia obiettivamente chiaro. Ecco ora diro sicuramente una bestemmia ma per quanto mi riguarda Enemy di Villeneuve è molto vicino a Strade Perdute di Lynch e sinceramente tra i due film preferisco mille volte Enemy.
i'm not in danger I am the danger

sotto_titolo

  • Richard Castle
  • Post: 3248
    • Mostra profilo
Grazie per il consiglio, se lo trovo guardero sicuramente Primer.

Mah sul finale di Enemy ce ne sarebbe da parlare 6 ore....tuttavia nonostante si tratti di un film "complesso" e non decifrabile al 100%...io francamente alla prima visione il 90% del film l'ho capito e credo anche che sia obiettivamente chiaro. Ecco ora diro sicuramente una bestemmia ma per quanto mi riguarda Enemy di Villeneuve è molto vicino a Strade Perdute di Lynch e sinceramente tra i due film preferisco mille volte Enemy.

Avevo scritto una possibile interpretazione. Qui: https://www.italiansubs.net/forum/cinema/enemy-denis-villeneuve-2014/

scandalo

  • Abed Nadir
  • Post: 1582
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Guardati Ordet di Dreyer e Il diario di un curato di campagna di Bresson, a quel punto non dovresti avere dubbi :asd: E aggiungici anche la lettura di quel capolavoro assoluto di saggio, scritto da Schrader stesso, che è Il trascendente nel cinema: è assolutamente illuminante sul cinema in generale e nel decifrare nello specifico il cinema di Schrader. Senza avere in mente i suoi punti di riferimento fissi (Bresson, Ozu, Dreyer) capire i suoi film diventa un'impresa molto più ostica. First Reformed in particolare incarna più di quasi ogni altro suo film le tensioni che descrive in quel saggio: tensioni verso la metafisica, il peccato, la stasi, la giustizia, la morte, la redenzione, il conflitto tra cosmo e individuo, tra uomo e ambiente... tutte tematiche sviscerate fino al midollo e centrali in questo film.

Più nello specifico
(clicca per mostrare/nascondere)

Mi sono trovato costretto a rispondere, ho fatto la mia tesi di laurea sulle teorie di Schrader sulla trascendenza nel cinema e vederlo così incompreso mi faceva piangere il cuore :asd:
E aggiungo che per me First Reformed è un gioiellone, altro che gioiellino: giratemi voi una scena come quella della meditazione in volo sulle discariche poi ne riparliamo :distratto:

Grazie del tempo speso  :hug:
La critica nel mio post, rileggendola, è effettivamente più dura di quanto pensassi. Ma il film non ha avuto su di me l'impatto che credevo.
Io parlo da ignorante, perchè non conosco il 90% di quello che citi, ma a questo punto mi sembra siano cose necessarie per comprendere meglio il film. Ora mi chiedo, un film che senza un certo background non riesce a raggiungere tutti, è un film riuscito fino in fondo?
Forse si, se dichiaratamente non è per tutti, visto che come dici tu è ostico se non si conoscono i suoi punti fissi.
Ma nel mio caso mi fa valutare alcune cose considerandole approssimative.
(clicca per mostrare/nascondere)
Sul finale
(clicca per mostrare/nascondere)






Post unito: 15 May 2020, 00:52:55
Avevo scritto una possibile interpretazione. Qui: https://www.italiansubs.net/forum/cinema/enemy-denis-villeneuve-2014/

Sono abbastanza d'accordo
(clicca per mostrare/nascondere)

N.Senada

  • Abed Nadir
  • Post: 1887
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Avevo scritto una possibile interpretazione. Qui: https://www.italiansubs.net/forum/cinema/enemy-denis-villeneuve-2014/

googlando si trova la spiegazione 'ufficiale' di Villeneuve  :lol?:

Acrobat

  • tomo tomo cacchio cacchio
  • Vanessa Ives
  • Post: 8604
  • Sesso: Maschio
  • Uhuhuhuhuh Roberto Raggio!
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: 142
  • Revisioni: 39
  • Traduzioni: 406
Io ho ADORATO Swiss Army Man e detestato First Reformed :look:
Burn down the disco
Hang the blessed dj

brankokf

  • Sarah Manning
  • Post: 256
    • Mostra profilo
Coherence (2013)

Fatto con due spicci cappotta il 99% dei film scifi.
Pazzesco. Primo posto a vita nella classifica dei film preferiti

krug

  • Visitatore
Last Moment of Clarity
Se non ci fosse Samara Weaving, sarebbe un film decisamente dimenticabile, così invece diventa ampiamente vedibile  :fap: :fap: :fap: :fap: :fap: :fap:.
Pure l'altra tipa non è niente male  :metal: :metal: :metal: :metal: :metal:.
Voto 6,5 (solo per la figa  :metal: :metal: :metal:)



The Painted Bird
Essendosi rotto il meccanismo di ricerca del forum, non riesco a trovare il post di qualche mese fa, nel quale consigliavo a priori questo film all'interno del genere "olocausto" al posto del tanto osannato dal normiestan libtard tutto Jojo Rabbit.
Oggi l'ho visto, e devo dire che ha superato le mie aspettative: sono 2h e 49 che volano in un baleno, fatta eccezione forse per qualche minuto di troppo nell'ultima mezz'ora, con un ritmo serrato e diverse scene disturbanti a livello di horror estremo (alcune delle quali oltre il cult) corredate da un sonoro fantastico.
Non per tutti: Chi ama le robe più tradizionali e "indottrinanti / edulcorate", come il titolo citato sopra, o l'oscar di Benigni, non apprezzerà sicuramente.
Troppo "forte" e anche decisamente "problematico" nella descrizione di alcune dinamiche "micro / macro storiche", per le menti semplici e sinistrate.
Stupefacente anche la metafora del titolo  :metal: :metal: :metal: :metal: :metal: :metal: :metal: :metal:.
Capolavoro.
Voto 9
« Ultima modifica: 19 May 2020, 21:00:33 da krug »

krug

  • Visitatore
Who am I del 2014
Ho recuperato il film dei creatori (regista e sceneggiatore) della serie Tedesca Dark.
Effettivamente notevole, con rimandi abbastanza evidenti a Fight Club e The Usual Supects, e anche diversi spunti narrativi che saranno ripresi nella serie Netflix di cui sopra, in un contesto chiaramente completamente differente.
Condivido il giudizio di Curtkobain, che però dovrebbe provare a dare un'altra chance alla serie.
Voto 8

aDifferentKindOfCop

  • Richard Castle
  • Post: 3321
    • Mostra profilo
Ma è vero che Tenet in Italia esce a SETTEMBRE???

Spero sia uno scherzo... :suicidiosenzafronzoli:
Scanzi (!)... fa articoli che sembrano post tuoi scritti meglio

lordmike

  • The Todd
  • Post: 146
    • Mostra profilo
Last Moment of Clarity
Se non ci fosse Samara Weaving, sarebbe un film decisamente dimenticabile, così invece diventa ampiamente vedibile  :fap: :fap: :fap: :fap: :fap: :fap:.
Pure l'altra tipa non è niente male  :metal: :metal: :metal: :metal: :metal:.
Voto 6,5 (solo per la figa  :metal: :metal: :metal:)

l'altra tipa :lol?: è Carly Chaikin (Mr. Robot)

comunque, team Samara Weaving, non c'è storia  :metal:

krug

  • Visitatore
Das Letzte Schweigen aka The Silence del 2010
Sono riuscito perfino a recuperare il primo film del regista di Who Am I e Dark che pur essendo apparentemente introvabile, è in realtà disponibile in buona qualità su youtube subbato in Inglese (anche se spezzato in 6 parti), e non è il primo film di genere Tedesco che mi capita di beccare solo sul tubo (non è detto che "durino"  :asd:).
Anche qui, qualcosina di quello che sarà la serie si può molto vagamente intravvedere, in un mystery thriller ad ambientazione rurale decisamente disturbante, in particolare nell'esplorare dinamiche oscure che muovono i rapporti tra certi soggetti poco simpatici  :huhu:.
A questo proposito verso metà film c'è pure un momento di dialogo con presenza di "terzo incomodo" chiaramente disturbante al top, che però risulta allo stesso tempo grottescamente e macabramente comico, e che secondo me rimane la sequenza memorabile del film (quella che mi ricorderò anche tra qualche mese / anno per intenderci).
Per il resto, un titolo che rimane comunque decisamente impresso.
Voto 8
« Ultima modifica: 21 May 2020, 08:41:09 da krug »